Domande 3000



Batteria quiz per il concorso Vigili del Fuoco Vigile del Fuoco 2009

Iscriviti a Concorsando per esercitarti e confrontarti nelle simulazioni collettive del concorso!


<- Torna all'elenco Concorsi
Cento conigli mangiano, in cento giorni, un quintale di carote. Quanti kg dello stesso alimento mangeranno dieci conigli in dieci giorni?
Il romanzo L'isola di Arturo di Eisa Morante è ambientato a:
Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello è:
Data la proporzione x : 24 = 3 : 2, quanto vale x?
Individuare, tra le alternative proposte, quella che completa correttamente la frase seguente: "L'esercitazione navale si è svolta riportando ... notevole successo".
Due rette nello spazio che non hanno punti in comune:
Qual è l’area del triangolo equilatero di lato l?
Qual è l’area del triangolo equilatero di lato l?
In un triangolo isoscele il perimetro misura Ö/2 · (2 + Ö3) cm e il rapporto tra base e lato è ‘1/3. Determinare la misura della base.
In un triangolo rettangolo l’ipotenusa è doppia di un cateto. Qual è il valore dell’angolo opposto a tale cateto?
Un triangolo rettangolo ha un’area di 10 cm2; i suoi lati valgono:
I cateti di un triangolo rettangolo con area pari a 24 cm2 sono direttamente proporzionali ai numeri 3 e 4. Calcolare la lunghezza dell’ipotenusa.
In un triangolo rettangolo i cateti misurano 11 cm e 22 cm. Quanto misura l’ipotenusa?
In un triangolo rettangolo i cateti misurano 7 m e 8 m. Quanto misura l’ipotenusa?
Un triangolo rettangolo può essere:
Un triangolo rettangolo ha l’ipotenusa uguale a 25 cm. I suoi cateti misurano:
In un triangolo calcolare la misura dell’angolo C sapendo che l’angolo A misura 56° e l’angolo B misura 40°,
Un triangolo inscritto in una semicirconferenza è
Quale delle seguenti terne di numeri può rappresentare le misure dei lati di un triangolo?
Quale delle seguenti terne di numeri può rappresentare la lunghezza dei lati di un triangolo rettangolo?
In un triangolo due angoli interni sono uguali rispettivamente a 30° e 40°. Quanto vale il terzo angolo interno?
Quale delle seguenti terne di numeri può rappresentare la lunghezza dei lati di un triangolo rettangolo isoscele?
In un triangolo due angoli interni sono uguali rispettivamente a 50° e 40°. Quanto vale il terzo angolo interno?
In un triangolo due angoli interni sono uguali rispettivamente a 55° e 25°. Quanto vale il terzo angolo interno?
In un triangolo due angoli interni sono uguali rispettivamente a 20° e 40°. Quanto vale il terzo angolo interno?
In un triangolo due angoli interni sono uguali rispettivamente a 30° e 50°. Quanto vale il terzo angolo interno?
In un triangolo due angoli interni sono uguali rispettivamente a 35° e 25°. Quanto vale il terzo angolo interno?
Quale delle seguenti terne di numeri NON può rappresentare la lunghezza dei lati di un triangolo?
Quale delle seguenti terne di numeri NON può rappresentare la lunghezza dei lati di un triangolo?
Quale delle seguenti terne di numeri NON può rappresentare la lunghezza dei lati di un triangolo?
Quale delle seguenti terne di numeri NON può rappresentare la lunghezza dei lati di un triangolo?
In un triangolo che cosa è l’ortocentro?
Dato un quadrato di lato L la sua diagonale misura:
Dato un quadrato di diagonale d il suo lato misura:
Detto L il lato di un quadrato, quanto vale il rapporto tra perimetro e area dello stesso?
Detto L il lato di un quadrato, quanto vale il rapporto tra area e perimetro dello stesso?
Il lato di un quadrato e la sua diagonale sono incommensurabili perché:
Il perimetro di un quadrato di area pari a 49 cm2 è:
Un rettangolo R0 ha la base di 2 cm e l’altezza di 1/8 cm. Il rettangolo R1 ha la stessa altezza e la base doppia di quella di R0. Il rettangolo R2 ha la stessa altezza di R1 e la base doppia di quella di R1, e così via. L’area del rettangolo Rn è
In un rettangolo la somma dei lati vale 17 cm e la loro differenza vale 7 cm. Quanto valgono, rispettivamente, la diagonale e l’area del rettangolo?
Un rettangolo ha area uguale a 12 cm2 e la base pari a 4 cm. La sua diagonale misura:
Un rettangolo è un parallelogramma con:
Quanto misura l’area di un rombo con diagonale maggiore uguale a 4 cm e diagonale minore pari alla metà della diagonale maggiore?
Quanto misura l’area di un rombo con diagonale minore uguale a 3 cm e diagonale maggiore pari al quadruplo della diagonale minore?
Quanto misura il perimetro di un rombo con lato uguale a 5 cm?
Quanto misura il lato di un rombo con perimetro uguale a 12 cm?
Quanto misura la diagonale minore di un rombo con diagonale maggiore uguale a 6 cm e area uguale a 15 cm2?
Quanto misura la diagonale maggiore di un rombo con diagonale minore uguale a 6 cm e area uguale a 36 cm2?
Quanto misura la diagonale minore di un rombo con diagonale maggiore uguale a 8 cm e perimetro uguale a 20 cm?
Quanto misura il perimetro di un rombo con diagonale maggiore uguale a 16 cm e diagonale minore uguale a 12 cm?
Quanto misura la diagonale maggiore di un rombo con diagonale minore uguale a 6 cm e lato uguale a 5 cm?
Quanto misura la diagonale minore di un rombo con diagonale maggiore uguale a 24 cm e lato uguale a 15 cm?
Quanto misura il lato di un rombo con diagonale minore uguale a 3 cm e area uguale a 6 cm2?
Quanto misura il perimetro di un rombo con diagonale maggiore uguale a 8 cm e area uguale a 24 cm2?
Quanti centimetri misura la diagonale di un rombo di area pari a 30 cm2 se l’altra diagonale è pari a 10 cm?
La somma delle diagonali di un rombo vale 14 cm e la loro differenza è 2 cm, determinare il valore dell’area.
Un rombo ha le due diagonali rispettivamente uguali a 16 cm e 12 cm. Il suo perimetro è quindi uguale a:
Quanti centimetri misura la diagonale maggiore di un rombo di area pari a 96 centimetri quadrati e di diagonale minore uguale a 12 centimetri?
L’area di un rombo le cui diagonali misurano 3 centimetri e 10 centimetri è uguale a:
Un rombo ha una diagonale che misura 20 centimetri. Sapendo che la seconda diagonale è pari a 1/5 della prima, quanto misura l’area del rombo?
Un rombo è un parallelogramma con:
Dato un trapezio isoscele con base maggiore pari a 28 cm e altezza pari a 2 cm, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
In un trapezio isoscele:
Un trapezio isoscele e un quadrato sono equivalenti. Le basi del trapezio misurano 12 cm e 6 cm, il lato misura 5 cm. Allora, il lato del quadrato misura:
Dato un trapezio isoscele con base maggiore pari a 19 centimetri e altezza pari a 4 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
Dato un trapezio isoscele con base maggiore pari a 24 centimetri e altezza pari a 4 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
Dato un trapezio isoscele con base maggiore pari a 29 centimetri e altezza pari a 4 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
Dato un trapezio isoscele con base maggiore pari a 30 centimetri e altezza pari a 4 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
Dato un trapezio isoscele con base maggiore pari a 26 centimetri e altezza pari a 4 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
Dato un trapezio isoscele con base maggiore pari a 32 centimetri e altezza pari a 3 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
Dato un trapezio isoscele con base maggiore pari a 33 centimetri e altezza pari a 4 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
Dato un trapezio isoscele con base maggiore pari a 34 centimetri e altezza pari a 4 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
Un trapezio isoscele è inscrivibile in una circonferenza?
L’area di un trapezio con somma delle basi pari a 12 centimetri e altezza pari a 3 centimetri è uguale a:
Un trapezio si può inscrivere in una circonferenza:
Un quadrilatero è inscritto in una circonferenza e due suoi angoli misurano 40° e 115°. Quanto misurano gli altri due angoli del quadrilatero?
Un quadrilatero è inscritto in una circonferenza e due suoi angoli misurano 50° e 105°; allora gli altri due angoli del quadrilatero misurano:
Un quadrilatero avente due soli lati opposti paralleli è detto:
Quanti vertici ha un esagono?
Le diagonali di un esagono sono:
Quanto misura l’area di un poligono regolare con perimetro pari a 12 cm e con apotema uguale a 3 cm?
L’area di un poligono regolare è uguale a 42 cm2. Se la lunghezza dell’apotema è uguale a 6 cm, quanto misura il perimetro?
Quanti gradi misura ciascun angolo di un poligono regolare di 36 lati?
In un poligono regolare di 6 lati, quante diagonali si possono tracciare da ogni vertice?
In un poligono regolare di 8 lati, quante diagonali si possono tracciare da ogni vertice?
Quanti gradi misura la somma degli angoli interni di un poligono regolare di 10 lati?
In un poligono regolare di 4 lati, quante diagonali si possono tracciare da ogni vertice?
In un poligono regolare di 5 lati, quante diagonali si possono tracciare da ogni vertice?
In un poligono regolare di 20 lati, quante diagonali si possono tracciare da ogni vertice?
Detto r il raggio, quanto vale il rapporto tra la lunghezza della circonferenza e l’area del cerchio?
Detto r il raggio, quanto vale il rapporto tra l’area del cerchio e la lunghezza della circonferenza?
Il cerchio circoscritto ad un triangolo T ha centro esterno a T se e solo se T è:
Dato un cerchio di area pari a 81,64 metri quadrati, tra quali quantità è compresa la misura del suo raggio?
Dato un cerchio di area pari a 97,34 metri quadrati, la misura del suo raggio è compresa tra:
Dato un cerchio di area pari a 100,48 metri quadrati, la misura del suo raggio è compresa tra:
Dato un cerchio di area pari a 91,06 metri quadrati, tra quali quantità è compresa la misura del suo raggio?
Dato un cerchio di area pari a 84,78 metri quadrati, la misura del suo raggio è compresa tra:
Dato un cerchio di area pari a 69,08 metri quadrati, la misura del suo raggio è compresa tra:
Dato un cerchio di area pari a 56,52 metri quadrati, tra quali quantità è compresa la misura del suo raggio?
Dato un cerchio di area pari a 72 metri quadrati, tra quali quantità è compresa la misura del suo raggio?
Il centro del cerchio circoscritto a un triangolo si trova all’intersezione:
La somma degli angoli interni di un ettagono è pari a:
Quante sono le diagonali di un trapezio scaleno?
Quante sono le diagonali di un trapezio rettangolo?
Quante sono le diagonali di un quadrato?
La somma degli angoli interni di un triangolo è pari a:
La somma degli angoli interni di un rombo è pari a:
La somma degli angoli interni di un esagono è pari a:
Quante sono le diagonali di un rettangolo?
Quante sono le diagonali di un trapezio isoscele?
Quante sono le diagonali di un rombo?
La somma degli angoli interni di un triangolo isoscele è:
La somma degli angoli interni di un decagono regolare è pari a:
La somma degli angoli interni di un trapezio isoscele è pari a:
La somma degli angoli interni di un pentagono regolare è pari a:
Quante sono le diagonali di un ennagono convesso?
La somma degli angoli interni di un pentagono è pari a:
La somma degli angoli interni di un quadrato è pari a:
Quanto vale la somma degli angoli interni di un esagono?
La somma degli angoli interni di un esagono regolare è pari a:
Quante sono le diagonali di un esagono convesso?
Quante sono le diagonali di un poligono convesso di 13 lati?
Quante sono le diagonali di un poligono convesso di 20 lati?
Quante sono le diagonali di un decagono convesso?
Quante sono le diagonali di un dodecagono convesso?
Quante sono le diagonali di un poligono convesso di 11 lati?
Quante sono le diagonali di un poligono convesso di 14 lati?
Dove si trova il centro della circonferenza circoscritta a un triangolo?
Di due cerchi, il primo ha area doppia del secondo. Qual è il rapporto della lunghezza della circonferenza del primo e quella della circonferenza del secondo?
Il risultato delle operazioni indicate nell’espressione 12 + 9 : 3 . 2 è uguale a:
Antonio vuole invitare una sera i suoi quattro amici, Bruno, Carlo, Davide ed Emilio, a mangiare una pizza a casa sua. Sapendo che Bruno è libero tutti i giorni tranne il martedì, Carlo va al mare ogni sabato e domenica, Davide è disponibile soltanto il lunedì, il mercoledì e il venerdì e che Emilio è impegnato il lunedì, il mercoledì e il sabato, in quale giorno della settimana possono incontrarsi i cinque amici?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Medici, Laureati, Atenei
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
La Costituzione italiana stabilisce che nel territorio della Repubblica ha diritto d'asilo:
1 capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi: dove sta scritta questa affermazione?
Secondo la Costituzione italiana, chi è il responsabile degli atti del Consiglio dei ministri?
Il Senato della Repubblica italiana è eletto per:
In base alla Costituzione italiana, chi dirige la politica generale del Governo e chi ne è responsabile?
In quale città ha sede la Commissione dell'Unione Europea?
In base alla Costituzione italiana, il Senato della Repubblica è eletto a base:
“Alla fine del 2004, gli unici ipermercati operativi nel Nord Italia erano dislocati a Milano e Torino. Nella stessa area geografica, a partire dalla metà del 2005, nell’arco di quattro mesi, sono stati aperti 20 nuovi ipermercati e il numero di ipermercati operativi in Italia è così più che raddoppiato”. Se l’argomentazione precedente è vera, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente corretta?
In un triangolo rettangolo la misura della mediana relativa all’ipotenusa è:
“Giovanni prenderà la patente se e solo se non commetterà errori durante la guida”. Se la precedente affermazione è vera allora è certamente vero che ...
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Violoncellisti, Musicisti, Conservatori
Quale tra le seguenti è la nuova identità assunta da Mattia Pascal?
In base all’informazione “tutti i cani sono docili”, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
In base alla Costituzione italiana, chi rappresenta l'unità nazionale?
Quale dei seguenti Paesi NON è attualmente membro dell'Unione europea?
Quale delle seguenti città ospita la Commissione dell'Unione europea?
In base alla Costituzione italiana, qual è la maggioranza necessaria affinché il Presidente della Repubblica venga eletto?
A norma della Costituzione italiana, degli atti di ogni singolo ministero è responsabile:
In base alla Costituzione italiana, chi esercita le funzioni del Presidente della Repubblica, se egli non può adempierle?
La Costituzione italiana prevede espressamente che l'autorità giudiziaria:
In base alla Costituzione italiana, il compito di giudicare sui conflitti di attribuzione tra i poteri dello Stato e delle Regioni spetta:
In base alla Costituzione italiana, per quale, fra i seguenti gruppi di leggi, NON è ammesso il referendum?
Secondo quanto dispone la Costituzione italiana, l'elezione del Presidente della Repubblica ha luogo:
In Italia, è dovere e diritto dei genitori mantenere i figli nati fuori dal matrimonio?
La Costituzione italiana dispone leggi speciali per regolare gli accertamenti domiciliari per motivi:
In base alla Costituzione italiana, da chi è presieduto il Consiglio supremo di Difesa?
In base alla Costituzione italiana la Repubblica:
Quale delle seguenti affermazioni NON è contenuta nella Costituzione italiana?
In base alla Costituzione italiana, l'indulto è concesso:
Secondo la Costituzione italiana, la Repubblica tutela le minoranze linguistiche:
In base alla Costituzione, in Italia l'istruzione inferiore è impartita per almeno:
In base alla Costituzione italiana, qual è la maggioranza necessaria in ciascuna Camera perché venga deliberata una legge che concede l'amnistia?
In base alla Costituzione italiana, i pubblici impiegati che siano membri del Parlamento possono conseguire promozioni:
In base alla Costituzione italiana, la sovranità appartiene:
Secondo la Costituzione italiana, può essere eletto Presidente della Repubblica:
Il compito di supplenza del Capo dello Stato viene affidato:
A norma della Costituzione italiana, i membri elettivi del Consiglio superiore della Magistratura durano in carica:
La Costituzione italiana prevede che lo stato di guerra sia dichiarato:
Il testo Costituzionale NON prevede che:
Cosa prevede l'articolo 11 della Costituzione italiana?
Per apportare modifiche e revisioni alla Costituzione è previsto che:
Secondo la Costituzione italiana, è corretta l'affermazione secondo cui le Camere devono approvare il progetto di legge nel medesimo testo perché diventi legge?
La libertà di corrispondenza è un principio inviolabile costituzionalmente garantito?
In Italia, il diritto di elettorato attivo nelle elezioni politiche si acquista al compimento del:
Il Presidente della Repubblica è eletto:
Chi ha la funzione di risolvere i conflitti di attribuzione tra i poteri dello Stato?
In base alla Costituzione italiana, è ammessa la tutela dei diritti contro gli atti della pubblica amministrazione?
In Italia, le comunicazioni via fax sono coperte costituzionalmente da segreto inviolabile?
Come sono regolati i rapporti tra lo Stato italiano e le confessioni religiose diverse da quella cattolica?
La Costituzione italiana dispone che gli accertamenti e le ispezioni a fini economici e fiscali:
In base alla Costituzione italiana, il Parlamento può essere sciolto dal:
Secondo la Costituzione italiana, si può essere privati per motivi politici della capacità giuridica?
Secondo la Costituzione italiana, un membro della Corte Costituzionale:
Con quale cadenza si svolgono le elezioni per il Parlamento europeo?
Come si chiama il fondo internazionale preposto alle emergenze per l'infanzia?
In base alla Costituzione italiana, la durata in carica della Camera dei deputati può essere prorogata:
Secondo la Costituzione italiana, il domicilio:
In caso di reati commessi nell'esercizio delle loro funzioni, il Presidente del Consiglio e i ministri:
Quanti centimetri misura la base di un parallelogramma di area pari a 26 centimetri quadrati e altezza relativa alla base pari a 2 centimetri?
In base alla Costituzione italiana, un ministro, per i reati commessi al di fuori dell'esercizio delle sue funzioni, è sottoposto direttamente:
La Costituzione italiana prevede espressamente che i cittadini abbiano il diritto di riunirsi:
In base alla Costituzione italiana, il Senato è eletto su base:
In base alla Costituzione italiana, un membro del Parlamento può essere arrestato:
A norma della sua Costituzione, l'Italia:
Secondo la Costituzione italiana, i componenti del Consiglio Superiore della Magistratura sono:
In base alla Costituzione italiana, il Consiglio Superiore della Magistratura è presieduto:
La Costituzione italiana prevede che il voto contrario anche di una sola Camera su una proposta del Governo comporti le sue dimissioni?
Chi è responsabile, per la Costituzione italiana, degli atti del Consiglio dei ministri?
In base alla Costituzione italiana, la funzione giurisdizionale è esercitata:
La Costituzione italiana prevede espressamente che:
In base alla Costituzione italiana, la Repubblica riconosce allo straniero cui nel proprio Paese sono negate le libertà democratiche:
Entro quanto tempo dalla sua formazione, secondo il dettato costituzionale, il Governo deve presentarsi dinanzi alle Camere per ottenerne la fiducia?
La Costituzione italiana prevede che il Presidente della Repubblica possa:
Qual è stato il primo passo che ha dato inizio allungo cammino per la creazione dell'Unione Europea?
In base alla Costituzione italiana, chi è responsabile degli atti del Consiglio dei ministri?
In base alla Costituzione italiana, nei giudizi di accusa contro il Presidente della Repubblica, chi interviene oltre ai giudici ordinari della Corte Costituzionale?
CECA è l'acronimo di:
In base alla Costituzione italiana, i rapporti tra lo Stato italiano e la Chiesa cattolica sono regolati:
In base alla Costituzione italiana, il Presidente della Repubblica:
Quale dei seguenti Paesi fa parte dell'Unione europea?
In Italia, qual è l'età minima per essere eletti Presidente della Repubblica?
In base alla Costituzione italiana, l'estradizione del cittadino:
La Costituzione italiana dispone che il Presidente del Consiglio dei ministri:
In base alla Costituzione italiana, l'imputato NON è considerato colpevole sino:
La capitale della Finlandia è:
La capitale dell'Ungheria è:
La capitale della Svezia è:
“Non è possibile negare l’inesistenza di un metodo per dimagrire velocemente”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
In un quadrilatero due angoli sono rispettivamente il doppio e il quadruplo di un terzo angolo. Il rapporto tra quest’ultimo e il restante angolo è 1/5. Determinare l’ampiezza dell’angolo minore.
Individuare l'alternativa che abbina in modo SCORRETTO opera e autore.
Individuare l’alternativa che contiene una sequenza di elementi identica alla sequenza seguente: MNNNMMMNMN
“Tutti i giornalisti sono aggiornati. Andrea è un esperto di finanza. Tutti gli esperti di finanza sono aggiornati.” Se le affermazioni sopra riportate sono vere, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Il sottosviluppo economico dei Paesi in via di sviluppo alimenta l’instabilità politica e l’arretratezza sociale. Tali condizioni si manifestano attraverso le dittature, le rivoluzioni e una classe dirigente che non è sempre capace di fronteggiare la situazione e che diventa facile preda della corruzione. Tutto questo non fa che aggravare ulteriormente il ritardo economico di questi Paesi a cui neanche gli aiuti dei Paesi industrializzati riescono a porre rimedio”. Quale tra le seguenti affermazioni può essere dedotta dalle frasi precedenti?
“Il castello di carte cadrà se e solo se soffierà il vento”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
Chi è tuo amico? Colui che sa apprezzare le tue qualità, che sa percepire i moti del tuo animo, con cui puoi confidarti sicuro di essere capito. Colui a cui puoi affidare il tuo denaro, i tuoi figli perché egli se ne prenderà cura come se fossero i suoi. Colui che ti consola, però sa anche dirti dove sbagli. Colui che ti consiglia sempre per il tuo bene e in modo da non offenderti, rispettando la tua dignità. Colui che non ti invidia, che non sparla di te e che invece ti difende dalle calunnie e dagli attacchi maligni. L'amicizia è una forma di amore impregnata, intessuta di eticità. L'amico sta dalla tua parte, ma esige da te un comportamento corretto come quello che egli impone a se stesso nei tuoi riguardi. Gli amici sono uguali nell'affetto, nei diritti e nei doveri. Esistono tre tipi di legami "amorosi". Quelli forti, quelli medi e quelli deboli. I legami deboli sono quelli che stabiliamo con i conoscenti, i colleghi, i vicini verso i quali non proviamo né forti sentimenti né particolari doveri. Quando li lasciamo non ne sentiamo la mancanza. Anche i legami di affari e le alleanze politiche sono, di solito, deboli. Infatti si fanno e si sciolgono in continuazione con il mutare delle strategie di lotta. I legami forti invece resistono al tempo e alle frustrazioni. Come quelli che si stabiliscono fra genitori e figli e viceversa. La madre sta dalla parte del figlio qualunque cosa faccia, anche se lui la tratta male, se mente, se la deruba, se la fa soffrire. L'amore della madre è al di là del bene e del male. Ma sono forti anche i legami che si stabiliscono con l'innamoramento. L'innamorato può amare qualcuno che non lo corrisponde, che lo tradisce. Gli innamorati si lasciano e si ritrovano piangendo, si accusano e si perdonano. Vi sono infine legami forti di tipo ideologico o religioso nei riguardi del proprio partito, della propria chiesa e del proprio capo. Il rapporto con gli amici, invece, appartiene alla categoria dei legami medi. Mentre l'innamoramento spinge i due amanti a fondersi, a mutare, l'amicizia si costituisce lentamente, per incontri successivi e ogni individuo resta se stesso. Essa non chiede ai due individui di sradicarsi dal proprio passato, di rinascere, di costituire una nuova entità sociale che riorganizza il proprio mondo. Naturalmente anche gli amici finiscono per avere punti di vista simili, per condividere molti valori. Ma come individualità distinte, ciascuna con il suo mondo privato, che l'altro deve rispettare e, anzi, proteggere. Per questo l'amicizia è libera, serena, non oppressiva. Per questo però è anche fragile e richiede attenzione e delicatezza. -----In base a quanto scritto nel brano, è possibile dedurre che l'amicizia è collocata tra i legami medi, perché a differenza di quelli forti e deboli:
Che cos'era l'ARMIR?
Da chi è eletto il Presidente della Repubblica italiana?
Con quale acronimo venne indicato I'ente pubblico costituito nel 1933 per la riattivazione della politica industriale italiana?
I giudici della Corte Costituzionale sono nominati:
Il primo governo guidato da Giovanni Giolitti risale al:
La Carta costituzionale italiana è entrata in vigore nel
Individuare il personaggio anomalo.
Individuare il personaggio anomalo rispetto alla serie:
In base alla Costituzione italiana, avverso le decisioni della Corte Costituzionale:
Dato un quadrato di lato uguale a 4 cm la diagonale misura:
Dato un quadrato di diagonale uguale a 2 cm il lato misura:
La Baviera è una regione:
Calcolare il valore dell’espressione: [32 · 5 + (2 + 5 · 2) : 6] - (5 · 6 + 23)
In un gruppo di 400 persone si trovano 160 maggiorenni. Quale percentuale di persone del gruppo è minorenne?
L’incentro di un triangolo è il punto di intersezione:
Quanti centimetri quadrati misura il quadrato costruito sull’ipotenusa di un triangolo rettangolo con cateti pari a 4 centimetri e 5 centimetri?
Completare la frase seguente con un complemento di causa. "Non riusciva a dormire ... ".
Un rombo ha le diagonali rispettivamente di 6 m e 8 m. Quanto misura il lato?
A quale numero decimale corrisponde la frazione 4/5 ?
A norma della Costituzione italiana, sono eleggi bili a deputati:
Ai sensi della Costituzione, in Italia un soggetto può essere sottoposto a un determinato trattamento sanitario contro la sua volontà?
In Italia, sono eleggi bili alla carica di senatore:
A norma della Costituzione italiana e per quanto riguarda i figli, la legge:
Le tre Comunità Economiche confluite nell'Unione europea sono:
Nell'ordinamento italiano, il Consiglio di Stato:
In Italia, esiste un diritto inviolabile del cittadino alla segretezza della propria corrispondenza?
Nel periodo che intercorre tra l'elezione delle nuove Camere e la prima riunione delle stesse:
Chi presiede il Parlamento quando si riunisce in seduta comune delle due Camere?
In Italia, una persona può essere punita in forza di una legge entrata in vigore dopo il fatto commesso?
In base alla Costituzione italiana, l'organizzazione sindacale dei lavoratori è:
Secondo la Costituzione italiana, è sempre obbligatoria la partecipazione diretta del popolo per cambiare il testo della Costituzione?
In base all'articolo 48 della Costituzione italiana, il voto è:
A norma della Costituzione italiana, tutti i provvedimenti giurisdizionali devono essere:
Secondo la Costituzione italiana, il processo:
Una legge di revisione costituzionale è sottoposta a referendum per essere:
Un avvocato può essere nominato membro della Corte Costituzionale?
In Italia, le leggi razziali antiebraiche furono promulgate dal regime fascista nell'anno:
L'italiano autore di un attentato contro Napoleone III fu:
Il Presidente della Repubblica è penalmente responsabile, secondo la Costituzione italiana, degli atti compiuti nell'esercizio delle sue funzioni?
Il Presidente della Repubblica italiana è civilmente responsabile per gli atti compiuti come privato cittadino?
Il Presidente della Repubblica NON può sciogliere le Camere:
Nelle pozze di roccia della scogliera marina vivono molti animali, tra i quali il paguro, che ha la singolare abitudine di nascondere il proprio addome nei gusci vuoti di Iittorine, trochidi e nucelle. Contrariamente agli altri crostacei, il paguro ha solo le parti anteriori del corpo protette da una rigida corazza chitinosa, mentre la parte posteriore è molle quasi quanto una lumaca. Man mano che cresce ha bisogno di conchiglie più grandi. Per accertasi che la nuova probabile dimora sia della forma e delle dimensioni adatte, la fa rotolare, la volta e la rivolta battendola accuratamente con le chele e le antenne. Quando è finalmente soddisfatto, vi entra aiutandosi con le appendici falciformi del suo addome.
Il grado del monomio -5ab è uguale a:
“Recenti ricerche hanno convalidato la tesi secondo la quale è impossibile negare l’esistenza di computer alimentati con l’energia solare”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“Se in Polinesia aumentasse il numero di aziende operanti sul territorio, sicuramente il tasso di disoccupazione locale diminuirebbe. Nel il tasso di disoccupazione della Polinesia è diminuito di 3 punti percentuali rispetto all’anno precedente”. Se le precedenti affermazioni sono vere allora:
“Una recente inchiesta ha mostrato che in Europa gli incidenti stradali sono la causa principale di decessi tra i ragazzi con un’età compresa tra 16 e 26 anni, più delle malattie e degli stupefacenti. Diventa necessario introdurre l’insegnamento dell’educazione stradale anche nelle scuole italiane”. La precedente argomentazione presuppone che:
"Ascensore per il patibolo" è unanimemente considerato uno dei grandi capolavori di Miles Davis. Le musiche contenute in questo CD costituiscono la colonna sonora del celebre film di Louis Malie, "Ascenseur pour l'échafaud" che, grazie alla perfetta interazione tra le immagini e le glaciali atmosfere create da Davis, è rimasto una pietra miliare della cinematografia. Malie traspose sul grande schermo un crudo romanzo noir di Noel Calef in cui il protagonista, dopo avere ucciso il suo datore di lavoro su istigazione della moglie di quest'ultimo (una straordinaria Jeanne Moreau), rimane bloccato in ascensore, impossibilitato ad allontanarsi dalla scena del delitto. Il film ottenne il Premio Delluc nel 1957.
"Oro nero": chi lo trova, trova un tesoro. L'Opec controlla la produzione mondiale di petrolio. Si trova in grandi cavità sotterranee. Il libro che qui presentiamo svela questi e altri falsi miti sulla materia prima più importante del ventesimo secolo, continuamente al centro di obiettivi di politica estera, relazioni e guerre tra Stati, sicurezza internazionale e vita stessa di intere nazioni.
“A tutti gli italiani piace la pastasciutta. Maria è napoletana. Tutti i napoletani sono italiani”. Se le precedenti informazioni sono vere, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente FALSA?
“Chi legge libri ama l’arte. Chi ascolta musica classica ama l’arte. Chi ama l’arte ama la natura”. Se le precedenti affermazioni sono vere, allora è vero che ...
“Chi legge libri o ascolta musica classica ama l’arte. Chi ama l’arte ama la natura”. Se le precedenti affermazioni sono vere, allora è vero che ...
“Chi va al cinema mangia i pop corno Tutti i giovani mangiano i pop corno Roberto va al cinema”. Se le precedenti affermazioni sono vere, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Chi viaggia molto ha una grande cultura; Simona ha una grande cultura; chi ha una grande cultura è curioso”. Se le precedenti affermazioni sono vere, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
“È assurdo contestare che è sbagliato non riconoscere che la mostra dei quadri di Picasso è stata visitata da molte persone”. Basandosi sulla precedente affermazione, individuare quale delle seguenti alternative è esatta:
“È impossibile negare il sussistere di una non coincidenza tra la negazione di un’affermazione e l’affermazione del contrario di una negazione”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“Filippo otterrà l’aumento di stipendio se e solo se l’azienda migliorerà i profitti”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“Gianni andrà a sciare se e solo se comprerà gli occhiali da sole”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti è necessariamente FALSA?
“Giovanni gioca e studia. Chi studia trova lavoro e legge. Luisa studia e suona. Chi suona è sensibile e ha molti amici. Chi legge è sensibile”. Se le precedenti affermazioni sono vere, NON si può affermare con certezza che:
“Giovanni terminerà il puzzle se e solo se Fausto gli darà una mano”. Se la precedente affermazione è vera, allora si può concludere che ...
“Gli abbonamenti allo stadio saranno esauriti se e solo se la squadra di casa vincerà lo scudetto”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“Gli italiani sono uomini. Gli uomini possono essere filosofi”. Indicare con quale delle seguenti conclusioni può essere completato il sillogismo proposto ...
“I sistemi di prevenzione non tolgono la possibilità di non evitare la diffusione dell’infezione”. Basandosi sulla precedente affermazione, quale delle seguenti alternative è esatta?
“I test condotti in laboratorio non forniscono prove adeguate circa l’incapacità del prodotto Beta di evitare la caduta dei capelli”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“I test effettuati su alcune automobili non hanno permesso di dimostrare l’impossibilità che l’uso della marmitta catalitica riduca lo smog”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“Il disagio psicologico dei bambini è causato dallo stress del parto, come è dimostrato dalla scoperta di una correlazione positiva tra durata del parto e tempo trascorso a piangere durante il primo mese di vita”. La precedente argomentazione presuppone che:
“Il professore è molto preparato: se riceve una domanda, risponde sempre. Se nessuno pone domande al professore, il preside si arrabbia. Ieri il professore non ha dato risposte”. Se le precedenti affermazioni sono vere, è possibile dedurre che ieri:
“L’esame dell’affresco non ha consentito di dimostrare l’impossibilità che l’autore sia il grande Michelangelo. “ Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“L’esame della fotografia non ha consentito di dimostrare l’impossibilità che la persona ritratta sia la stessa che ha compiuto la rapina”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“L’insegnante promette al suo alunno Gianni che lo promuoverà se sarà sempre presente a lezione”. In quale dei seguenti casi si è certi che l’insegnante NON mantiene la promessa?
“La BMW non vince il Campionato Mondiale di Formula 1 dal 1997. Per questo motivo, e anche per fare felici i tifosi, quest’anno il suo budget è stato aumentato considerevolmente”. L’argomentazione precedente si basa sulla premessa implicita che
“La lezione di matematica inizierà se e solo se arriverà il professore”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“La perizia calligrafica non ha consentito di dimostrare l’impossibilità che il signor Paletta sia l’autore della firma sul contratto”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“La pizza sarà pronta se e solo se si scioglierà la mozzarella”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“La ricerca medica non ha consentito di dimostrare l’impossibilità che l’ulcera gastrica sia una malattia ereditaria”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“La vita media degli italiani è aumentata negli ultimi anni raggiungendo il valore di 78 anni per gli uomini e 83 per le donne. È opportuno dunque continuare a investire nella prevenzione delle malattie cardiovascolari”. La conclusione precedente si basa sulla premessa implicita che:
“Laura prenderà il treno se e solo se non si attarda a parlare”. Se la precedente affermazione è vera allora è anche vero che ...
“Le persone che studiano le lingue sono istruite”. “Andrea è una persona istruita”. Quale delle seguenti affermazioni aggiuntive consente di dedurre con sicurezza che Andrea studia le lingue?
“Le vendite aumenteranno se e solo se la campagna pubblicitaria sarà ben pianificata”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“Nel corso del 2006, si sono laureati 180 mila studenti in Inghilterra e 135 mila in Polonia. Pertanto, in Inghilterra la percentuale di laureati rispetto al totale della popolazione è superiore a quella della Polonia”. La disponibilità di quale dato tra i seguenti potrebbe consentire di provare la falsità della precedente conclusione?
“Nel corso del il tasso di disoccupazione in Italia è rimasto invariato. Contemporaneamente, tuttavia, la disoccupazione giovanile è salita dal 20% al 22%”. Quale delle seguenti conclusioni può essere ragionevolmente dedotta dalle informazioni precedenti?
“Nessuno nega che la variabile considerata sia ininfluente”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“Non è possibile negare l’inesistenza di un libro per prepararsi adeguatamente all’esame di fisica”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“Non è possibile negare l’inesistenza di un teatro dotato di comode poltrone”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“Non esiste albero senza frutti”. Se la precedente affermazione è FALSA, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Non esiste città senza centro storico”, Se la precedente affermazione è FALSA, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Non esiste indossatrice senza i tacchi alti”. Se la precedente affermazione è FALSA, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Non esiste museo senza custode”. Se la precedente affermazione è FALSA, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Non esiste museo senza custode”. Se la precedente affermazione è FALSA, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Non esiste pendio senza alberi”, Se la precedente affermazione è FALSA, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Non esiste pentola senza coperchio”. Se la precedente affermazione è FALSA, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Non si può escludere che, se Antonio non fosse stato negligente, la relazione sarebbe stata un successo”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Non si può escludere che, se Marco non avesse mollato l’ormeggio, la sua barca sarebbe rimasta nel porto”, In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Paola partirà per il Canada se e solo se rinnoverà il passaporto”. Se la precedente affermazione è vera allora è anche vero che ...
“Paolo gioca a tennis se e solo se Renato gli presta una sua racchetta”. Se la precedente affermazione è vera, allora NON si può concludere che ...
“Renato è più veloce di Marco ma più lento di Giovanni, il quale a sua volta è più veloce di Franco ma più lento di Leo”. Se le precedenti affermazioni sono vere, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Se e solo se avanza del pane, preparo una zuppa”. In base alla precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Se e solo se c’è il sole, apro la finestra”. In base alla precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
“Se e solo se c’è lo sciopero dei mezzi pubblici, prendo l’automobile”. In base alla precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Se e solo se guido l’automobile con concentrazione, riduco il rischio di incidenti”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti è certamente vera?
“Se e solo se ho mangiato troppo, prendo del bicarbonato”. In base alla precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Se e solo se ho risparmiato, compro l’automobile”. In base alla precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Se e solo se ho schiacciato un pisolino, riprendo le forze”. In base alla precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Se qualcuno rimprovera Mauro, egli si offende. Ma se nessuno rimprovera Mauro, Ubaldo si arrabbia. Ieri Mauro non si è offeso”. Se le precedenti affermazioni sono vere, è possibile dedurre che ieri:
“Tommaso è il fratello di Luca e Giovanni e tutti e tre sono figli di Davide. Luca è il padre di Marco. Carlo è il fratello di Davide e il padre di Ernesto”. È dunque possibile concludere che:
“Tutte le ballerine sono magre. Alessandra è magra”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
“Tutte le persone alte sono buone”. Negare questa affermazione significa affermare con certezza che:
“Tutte le vie di Roma sono alberate. Questa via si trova a Roma”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Tutti coloro che amano la musica sono intelligenti; tutti i giovani amano la musica; Franco ama la musica.” Se le precedenti informazioni sono vere, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Tutti coloro che amano la natura sono felici. Matteo ama la natura. Chi è felice non si arrabbia mai”. Se le precedenti informazioni sono corrette, quale delle seguenti affermazioni NON rappresenta una conclusione corretta?
“Tutti gli alberghi di Pavia hanno la filodiffusione. Questo albergo si trova a Pavia”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Tutti gli atleti sono concentrati; Luca è preciso; tutte le persone precise sono concentrate”. In base alle precedenti affermazioni, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Tutti gli atleti sono simpatici; Egidio è un pizzaiolo; tutti i pizzaioli sono simpatici”. In base alle precedenti affermazioni, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“Tutti gli avvocati sono buoni oratori. Alessandro è un buon oratore”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
“Tutti gli economisti giocano in borsa. Edoardo è un economista”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Tutti gli ingegneri amano la matematica. Anna è ingegnere”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Tutti gli scultori sono abili disegnatori. Mauro è un abile disegnatore”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
“Tutti i bambini sono affettuosi; Max è affettuoso; tutte le persone affettuose hanno un buon carattere”. In base alle precedenti affermazioni, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“Tutti i camerieri sono educati; Stefano è educato; tutte le persone educate sono gentili”. In base alle precedenti affermazioni, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“Tutti i canguri saltano. Tutti i canguri sono mammiferi. Alcuni cavalli saltano”. Dalle precedenti affermazioni si deduce che ...
“Tutti i cantanti sono musicisti. Luca è un cantante”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Tutti i cittadini milanesi usano l’auto. Max è un cittadino milanese. Tutti i cittadini amano andare in bicicletta”. Quale delle seguenti conclusioni NON può essere vera, se sono vere le precedenti affermazioni?
“Tutti i domatori di leoni sono calvi; Daniele è calvo; tutte le persone calve sono spiritose”, In base alle precedenti affermazioni, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“Tutti i fiumi del Piemonte sono in piena. Questo fiume si trova in Piemonte”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Tutti i giocolieri sono estroversi”. Se la precedente affermazione è FALSA, allora:
“Tutti i laghi della Lombardia sono navigabili. Questo lago si trova in Lombardia”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Tutti i maggiorenni possono votare; Sabrina è maggiorenne; tutti coloro che hanno la patente di guida sono maggiorenni “. Se le precedenti informazioni sono corrette, quale delle seguenti affermazioni NON rappresenta una conclusione corretta?
“Tutti i medici lavorano in ospedale. Cesare lavora in ospedale”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
“Tutti i musicisti sono stravaganti; Luca è stravagante”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
“Tutti i pagliacci sono simpatici; tutte le persone simpatiche sono intelligenti; Simone è simpatico”. Se le precedenti affermazioni sono vere, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Tutti i pasticcieri sono golosi. Aldo è goloso”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
“Tutti i postini sono allegri. Patrizio è un motociclista. Tutti i motociclisti sono allegri”. In base alle precedenti affermazioni, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“Tutti i suonatori di piano scrivono canzoni. Chi suona il piano è una persona triste. Walter è una persona triste”. Se le precedenti affermazioni sono vere, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“Tutti i tennisti sono colti. Luca è vegetariano. Tutte le persone vegetariane sono colte”. In base alle precedenti affermazioni, quale delle seguenti è necessariamente vera?
A è più alto di B. B è più alto di C e più basso di D. Se le precedenti informazioni sono corrette, se F è più alto di B, è necessariamente vero che:
A è più grasso di B. B è più grasso di C ma più magro di D. Se le precedenti informazioni sono corrette, se F è più grasso di B, è necessariamente vero che:
A è più grasso di B. C e D sono entrambi più magri di E. B è più grasso di C ma più magro di D. Se le precedenti informazioni sono corrette, se F è più grasso di B, è anche vero che:
A è più vecchio di B. B è più vecchio di C e più giovane di D. Se le precedenti informazioni sono corrette, se F è più vecchio di B, è necessariamente vero che:
Alla base del film c'è l'idea, che può essere originale oppure ispirarsi ad altre forme artistiche e letterarie; in quest'ultimo caso, l'idea andrà opportunamente rielaborata per poterla realizzare cinematograficamente, attraverso immagini in movimento. In ogni caso, al centro della storia che verrà sviluppata, ci deve essere un conflitto esteriore (tra personaggi, fra ambiente e personaggio ecc.) oppure interiore (sul piano morale, esistenziale, ideologico ecc.), per determinare la tensione drammatica del film. L'immagine filmica deve essere funzionale alla narrazione: ciascuna inquadratura racconta e comunica emozioni, da sola e in sequenza con altre inquadrature. Nel passaggio dall'idea alla stesura della sceneggiatura si definiscono sempre più precisamente l'argomento, i luoghi, l'epoca, i personaggi, le azioni. La sceneggiatura descrive tutte le scene in cui si dipana il film, le azioni e le battute dei personaggi. Preparatorio al film è lo Story board, che rappresenta, tramite vignette, tutte le scene. In genere la narrazione cinematografica condensa la storia, utilizzando frequentemente l'ellissi ed eliminando i momenti meno significativi, dato che il film dura mediamente da un'ora e trenta minuti a tre ore, pur se la storia narrata dura anni o secoli. A volte si può scegliere se far coincidere "tempo della storia" e 'il tempo della narrazione", costruendo il film in tempo reale, come avviene in Mezzogiorno di fuoco di Fred Zinnemann del 1952. Le battute, data la limitata durata di un film, devono essere particolarmente ricche di significato e sintetiche; attraverso di esse si stabiliscono i legami fra i personaggi, si comprendono antefatti, si svelano segreti; talvolta chi parla resta fuori campo, come accade per la voce del narratore nelle sequenze girate in soggettiva o nei documentari. Il registro adottato (solenne, scientifico, familiare, gergale ecc.) connota i personaggi e contribuisce all'ambientazione. Alcuni registi, tuttavia, preferiscono avere solo un canovaccio e procedere alla definizione della sceneggiatura nel corso delle riprese.--------Secondo l'autore del brano, in un film i conflitti:
Alla base del film c'è l'idea, che può essere originale oppure ispirarsi ad altre forme artistiche e letterarie; in quest'ultimo caso, l'idea andrà opportunamente rielaborata per poterla realizzare cinematograficamente, attraverso immagini in movimento. In ogni caso, al centro della storia che verrà sviluppata, ci deve essere un conflitto esteriore (tra personaggi, fra ambiente e personaggio ecc.) oppure interiore (sul piano morale, esistenziale, ideologico ecc.), per determinare la tensione drammatica del film. L'immagine filmica deve essere funzionale alla narrazione: ciascuna inquadratura racconta e comunica emozioni, da sola e in sequenza con altre inquadrature. Nel passaggio dall'idea alla stesura della sceneggiatura si definiscono sempre più precisamente l'argomento, i luoghi, l'epoca, i personaggi, le azioni. La sceneggiatura descrive tutte le scene in cui si dipana il film, le azioni e le battute dei personaggi. Preparatorio al film è lo Story board, che rappresenta, tramite vignette, tutte le scene. In genere la narrazione cinematografica condensa la storia, utilizzando frequentemente l'ellissi ed eliminando i momenti meno significativi, dato che il film dura mediamente da un'ora e trenta minuti a tre ore, pur se la storia narrata dura anni o secoli. A volte si può scegliere se far coincidere "tempo della storia" e 'il tempo della narrazione", costruendo il film in tempo reale, come avviene in Mezzogiorno di fuoco di Fred Zinnemann del 1952. Le battute, data la limitata durata di un film, devono essere particolarmente ricche di significato e sintetiche; attraverso di esse si stabiliscono i legami fra i personaggi, si comprendono antefatti, si svelano segreti; talvolta chi parla resta fuori campo, come accade per la voce del narratore nelle sequenze girate in soggettiva o nei documentari. Il registro adottato (solenne, scientifico, familiare, gergale ecc.) connota i personaggi e contribuisce all'ambientazione. Alcuni registi, tuttavia, preferiscono avere solo un canovaccio e procedere alla definizione della sceneggiatura nel corso delle riprese.--------Secondo quanto si può dedurre dal brano, l'idea alla base di un film:
Alla base del film c'è l'idea, che può essere originale oppure ispirarsi ad altre forme artistiche e letterarie; in quest'ultimo caso, l'idea andrà opportunamente rielaborata per poterla realizzare cinematograficamente, attraverso immagini in movimento. In ogni caso, al centro della storia che verrà sviluppata, ci deve essere un conflitto esteriore (tra personaggi, fra ambiente e personaggio ecc.) oppure interiore (sul piano morale, esistenziale, ideologico ecc.), per determinare la tensione drammatica del film. L'immagine filmica deve essere funzionale alla narrazione: ciascuna inquadratura racconta e comunica emozioni, da sola e in sequenza con altre inquadrature. Nel passaggio dall'idea alla stesura della sceneggiatura si definiscono sempre più precisamente l'argomento, i luoghi, l'epoca, i personaggi, le azioni. La sceneggiatura descrive tutte le scene in cui si dipana il film, le azioni e le battute dei personaggi. Preparatorio al film è lo Story board, che rappresenta, tramite vignette, tutte le scene. In genere la narrazione cinematografica condensa la storia, utilizzando frequentemente l'ellissi ed eliminando i momenti meno significativi, dato che il film dura mediamente da un'ora e trenta minuti a tre ore, pur se la storia narrata dura anni o secoli. A volte si può scegliere se far coincidere "tempo della storia" e 'il tempo della narrazione", costruendo il film in tempo reale, come avviene in Mezzogiorno di fuoco di Fred Zinnemann del 1952. Le battute, data la limitata durata di un film, devono essere particolarmente ricche di significato e sintetiche; attraverso di esse si stabiliscono i legami fra i personaggi, si comprendono antefatti, si svelano segreti; talvolta chi parla resta fuori campo, come accade per la voce del narratore nelle sequenze girate in soggettiva o nei documentari. Il registro adottato (solenne, scientifico, familiare, gergale ecc.) connota i personaggi e contribuisce all'ambientazione. Alcuni registi, tuttavia, preferiscono avere solo un canovaccio e procedere alla definizione della sceneggiatura nel corso delle riprese.--------In base a quanto scritto nel brano, quale delle seguenti è la corretta definizione di Story board?
All'interno della borghesia ottocentesca, le libere professioni, come quelle dei medici e degli avvocati, avevano un ruolo fondamentale, derivante non tanto dal loro potere economico, quanto dal loro sapere, che ne faceva i soggetti essenziali dell'opinione pubblica in espansione: di qui, tra l'altro, il loro peso sproporzionato nell'attività politica. Esse costituivano, se non la maggioranza, quanto meno il perno culturale e politico del ''vecchio ceto medio". Una delle previsioni che erano state formulate sulla società moderna era quella secondo cui le libere professioni sarebbero scomparse e i professionisti sarebbero stati man mano assorbiti nei grandi apparati burocratici dell'impresa e dello Stato. In realtà, già negli anni Trenta si poté notare un fenomeno opposto: lo sviluppo economico non comportava una restrizione ma, al contrario, una crescita del numero dei professionisti, accompagnata anche da una loro diversificazione. Alle "vecchie" professioni se ne aggiungevano di nuove, dal pubblicitario al consulente, e tutte si muovevano su un mercato in rapida crescita. In realtà, lo sviluppo stesso della società moderna pareva richiedere un moltiplicarsi delle competenze e delle figure di "esperto", capace di consigliare e di fornire conoscenze approfondite. Non tutte le nuove professioni assunsero la forma delle vecchie, generalmente rappresentate dallo studio professionale, incentrato sul lavoro del singolo professionista o di un gruppo ristretto. Alcune, come quelle legate alla pubblicità, diedero vita a piccole imprese autonome, simili per certi versi alle botteghe artigiane, mentre altre, quelle più strettamente connesse alle funzioni produttive, vennero in effetti assorbite negli apparati della grande impresa. In ogni caso, anche il professionista inserito nei grandi apparati rimaneva una figura diversa dall'impiegato: il sapere di cui disponeva gli consentiva di vendere il proprio servizio in qualsiasi momento su un mercato diverso e più ampio; tra lui e gli altri professionisti della stessa area, anche impiegati in aziende concorrenti, si tendeva a creare comunque uno spirito di corpo. Questa è dunque una delle caratteristiche essenziali del mondo delle professioni, quale si è venuto definendo dopo la prima guerra mondiale: lo sviluppo di un profondo spirito di corpo e di un forte associazionismo finalizzato alla tutela degli interessi di categoria, alla difesa degli standard professionali, alla circolazione interna e protetta di conoscenze utili al mestiere. L'associazionismo professionale acquistò subito, nei Paesi dove non lo aveva già acquisito alla fine dell'Ottocento, un notevole peso politico, anche per i forti collegamenti esistenti tra mondo delle professioni e ceto di governo e fu in grado di condizionare scelte anche di grande rilievo sociale.---------Quale delle seguenti caratteristiche, relative al libero professionista, è messa in evidenza dall'autore?
All'interno della borghesia ottocentesca, le libere professioni, come quelle dei medici e degli avvocati, avevano un ruolo fondamentale, derivante non tanto dal loro potere economico, quanto dal loro sapere, che ne faceva i soggetti essenziali dell'opinione pubblica in espansione: di qui, tra l'altro, il loro peso sproporzionato nell'attività politica. Esse costituivano, se non la maggioranza, quanto meno il perno culturale e politico del ''vecchio ceto medio". Una delle previsioni che erano state formulate sulla società moderna era quella secondo cui le libere professioni sarebbero scomparse e i professionisti sarebbero stati man mano assorbiti nei grandi apparati burocratici dell'impresa e dello Stato. In realtà, già negli anni Trenta si poté notare un fenomeno opposto: lo sviluppo economico non comportava una restrizione ma, al contrario, una crescita del numero dei professionisti, accompagnata anche da una loro diversificazione. Alle "vecchie" professioni se ne aggiungevano di nuove, dal pubblicitario al consulente, e tutte si muovevano su un mercato in rapida crescita. In realtà, lo sviluppo stesso della società moderna pareva richiedere un moltiplicarsi delle competenze e delle figure di "esperto", capace di consigliare e di fornire conoscenze approfondite. Non tutte le nuove professioni assunsero la forma delle vecchie, generalmente rappresentate dallo studio professionale, incentrato sul lavoro del singolo professionista o di un gruppo ristretto. Alcune, come quelle legate alla pubblicità, diedero vita a piccole imprese autonome, simili per certi versi alle botteghe artigiane, mentre altre, quelle più strettamente connesse alle funzioni produttive, vennero in effetti assorbite negli apparati della grande impresa. In ogni caso, anche il professionista inserito nei grandi apparati rimaneva una figura diversa dall'impiegato: il sapere di cui disponeva gli consentiva di vendere il proprio servizio in qualsiasi momento su un mercato diverso e più ampio; tra lui e gli altri professionisti della stessa area, anche impiegati in aziende concorrenti, si tendeva a creare comunque uno spirito di corpo. Questa è dunque una delle caratteristiche essenziali del mondo delle professioni, quale si è venuto definendo dopo la prima guerra mondiale: lo sviluppo di un profondo spirito di corpo e di un forte associazionismo finalizzato alla tutela degli interessi di categoria, alla difesa degli standard professionali, alla circolazione interna e protetta di conoscenze utili al mestiere. L'associazionismo professionale acquistò subito, nei Paesi dove non lo aveva già acquisito alla fine dell'Ottocento, un notevole peso politico, anche per i forti collegamenti esistenti tra mondo delle professioni e ceto di governo e fu in grado di condizionare scelte anche di grande rilievo sociale.---------Secondo l'autore, il mondo delle professioni dopo la prima guerra mondiale si caratterizzava per:
Attentati su larga scala all'aperto richiedono enormi quantità di agenti chimici, difficili da produrre ma anche da nascondere. Le stime del Pentagono quantificano sia necessaria almeno una decina di chili di Sarin per fare cinquanta vittime e almeno un centinaio per farne cinquecento. Non solo siamo ben lontani dai 280 grammi che avrebbe potuto ottenere James Tour, ma queste stime si riferiscono al Sarin puro: nel caso di una pari quantità di gas fatto in casa il numero delle vittime andrebbe drasticamente ridimensionato.
C'è un'inadeguatezza sempre più ampia, profonda e grave tra i nostri saperi disgiunti, frazionati, suddivisi in discipline da una parte, e realtà o problemi sempre più poli disciplinari, trasversali, multidimensionali, transnazionali, globali, planetari dall'altra. In questa situazione diventano invisibili: gli insiemi complessi; le interazioni e le retroazioni fra le parti e il tutto; le entità multidimensionali; i problemi essenziali. Di fatto l'iperspecializzazione impedisce di vedere il globale (frammentandolo in particelle) così come l'essenziale (dissolvendolo). Ora, i problemi essenziali non sono mai frammentari, e i problemi globali sono sempre più essenziali. Sempre più, tutti i problemi particolari possono essere posti e pensati correttamente solo nel contesto e il contesto stesso di questi problemi deve essere posto sempre più nel contesto planetario. Nello stesso tempo, la separazione delle discipline rende incapaci di cogliere "ciò che è tessuto insieme", cioè, secondo il significato originario del termine, il complesso. La sfida della globalità è dunque nello stesso tempo una sfida di complessità. In effetti, c'è complessità quando sono inseparabili le differenti componenti che costituiscono un tutto (come quella economica, quella politica, quella sociologica, quella psicologica, quella affettiva, quella mitologica) e quando c'è un tessuto interdipendente, interattivo e inter-retroattivo fra le parti e il tutto e fra il tutto e le parti. Gli sviluppi caratteristici del nostro secolo e della nostra era planetaria ci mettono di fronte, sempre più spesso e sempre più ineluttabilmente, alle sfide della complessità. Effettivamente Il intelligenza che sa solo separare spezza il complesso del mondo in frammenti disgiunti, fraziona i problemi, unidimensionalizza il multidimensionale. Atrofizza le possibilità di comprensione e di riflessione, eliminando le possibilità di un giudizio correttivo o di una visione a lungo termine.-----------Secondo quanto scritto nel brano, l'iperspecializzazione:
C'è un'inadeguatezza sempre più ampia, profonda e grave tra i nostri saperi disgiunti, frazionati, suddivisi in discipline da una parte, e realtà o problemi sempre più poli disciplinari, trasversali, multidimensionali, transnazionali, globali, planetari dall'altra. In questa situazione diventano invisibili: gli insiemi complessi; le interazioni e le retroazioni fra le parti e il tutto; le entità multidimensionali; i problemi essenziali. Di fatto l'iperspecializzazione impedisce di vedere il globale (frammentandolo in particelle) così come l'essenziale (dissolvendolo). Ora, i problemi essenziali non sono mai frammentari, e i problemi globali sono sempre più essenziali. Sempre più, tutti i problemi particolari possono essere posti e pensati correttamente solo nel contesto e il contesto stesso di questi problemi deve essere posto sempre più nel contesto planetario. Nello stesso tempo, la separazione delle discipline rende incapaci di cogliere "ciò che è tessuto insieme", cioè, secondo il significato originario del termine, il complesso. La sfida della globalità è dunque nello stesso tempo una sfida di complessità. In effetti, c'è complessità quando sono inseparabili le differenti componenti che costituiscono un tutto (come quella economica, quella politica, quella sociologica, quella psicologica, quella affettiva, quella mitologica) e quando c'è un tessuto interdipendente, interattivo e inter-retroattivo fra le parti e il tutto e fra il tutto e le parti. Gli sviluppi caratteristici del nostro secolo e della nostra era planetaria ci mettono di fronte, sempre più spesso e sempre più ineluttabilmente, alle sfide della complessità. Effettivamente Il intelligenza che sa solo separare spezza il complesso del mondo in frammenti disgiunti, fraziona i problemi, unidimensionalizza il multidimensionale. Atrofizza le possibilità di comprensione e di riflessione, eliminando le possibilità di un giudizio correttivo o di una visione a lungo termine.-----------Nel brano si dice che le sfide della nostra età globalizzata sono quelle:
C'è un'inadeguatezza sempre più ampia, profonda e grave tra i nostri saperi disgiunti, frazionati, suddivisi in discipline da una parte, e realtà o problemi sempre più poli disciplinari, trasversali, multidimensionali, transnazionali, globali, planetari dall'altra. In questa situazione diventano invisibili: gli insiemi complessi; le interazioni e le retroazioni fra le parti e il tutto; le entità multidimensionali; i problemi essenziali. Di fatto l'iperspecializzazione impedisce di vedere il globale (frammentandolo in particelle) così come l'essenziale (dissolvendolo). Ora, i problemi essenziali non sono mai frammentari, e i problemi globali sono sempre più essenziali. Sempre più, tutti i problemi particolari possono essere posti e pensati correttamente solo nel contesto e il contesto stesso di questi problemi deve essere posto sempre più nel contesto planetario. Nello stesso tempo, la separazione delle discipline rende incapaci di cogliere "ciò che è tessuto insieme", cioè, secondo il significato originario del termine, il complesso. La sfida della globalità è dunque nello stesso tempo una sfida di complessità. In effetti, c'è complessità quando sono inseparabili le differenti componenti che costituiscono un tutto (come quella economica, quella politica, quella sociologica, quella psicologica, quella affettiva, quella mitologica) e quando c'è un tessuto interdipendente, interattivo e inter-retroattivo fra le parti e il tutto e fra il tutto e le parti. Gli sviluppi caratteristici del nostro secolo e della nostra era planetaria ci mettono di fronte, sempre più spesso e sempre più ineluttabilmente, alle sfide della complessità. Effettivamente Il intelligenza che sa solo separare spezza il complesso del mondo in frammenti disgiunti, fraziona i problemi, unidimensionalizza il multidimensionale. Atrofizza le possibilità di comprensione e di riflessione, eliminando le possibilità di un giudizio correttivo o di una visione a lungo termine.-----------In che cosa consiste l'inadeguatezza di cui parla l'autore nel brano?
Chi è tuo amico? Colui che sa apprezzare le tue qualità, che sa percepire i moti del tuo animo, con cui puoi confidarti sicuro di essere capito. Colui a cui puoi affidare il tuo denaro, i tuoi figli perché egli se ne prenderà cura come se fossero i suoi. Colui che ti consola, però sa anche dirti dove sbagli. Colui che ti consiglia sempre per il tuo bene e in modo da non offenderti, rispettando la tua dignità. Colui che non ti invidia, che non sparla di te e che invece ti difende dalle calunnie e dagli attacchi maligni. L'amicizia è una forma di amore impregnata, intessuta di eticità. L'amico sta dalla tua parte, ma esige da te un comportamento corretto come quello che egli impone a se stesso nei tuoi riguardi. Gli amici sono uguali nell'affetto, nei diritti e nei doveri. Esistono tre tipi di legami "amorosi". Quelli forti, quelli medi e quelli deboli. I legami deboli sono quelli che stabiliamo con i conoscenti, i colleghi, i vicini verso i quali non proviamo né forti sentimenti né particolari doveri. Quando li lasciamo non ne sentiamo la mancanza. Anche i legami di affari e le alleanze politiche sono, di solito, deboli. Infatti si fanno e si sciolgono in continuazione con il mutare delle strategie di lotta. I legami forti invece resistono al tempo e alle frustrazioni. Come quelli che si stabiliscono fra genitori e figli e viceversa. La madre sta dalla parte del figlio qualunque cosa faccia, anche se lui la tratta male, se mente, se la deruba, se la fa soffrire. L'amore della madre è al di là del bene e del male. Ma sono forti anche i legami che si stabiliscono con l'innamoramento. L'innamorato può amare qualcuno che non lo corrisponde, che lo tradisce. Gli innamorati si lasciano e si ritrovano piangendo, si accusano e si perdonano. Vi sono infine legami forti di tipo ideologico o religioso nei riguardi del proprio partito, della propria chiesa e del proprio capo. Il rapporto con gli amici, invece, appartiene alla categoria dei legami medi. Mentre l'innamoramento spinge i due amanti a fondersi, a mutare, l'amicizia si costituisce lentamente, per incontri successivi e ogni individuo resta se stesso. Essa non chiede ai due individui di sradicarsi dal proprio passato, di rinascere, di costituire una nuova entità sociale che riorganizza il proprio mondo. Naturalmente anche gli amici finiscono per avere punti di vista simili, per condividere molti valori. Ma come individualità distinte, ciascuna con il suo mondo privato, che l'altro deve rispettare e, anzi, proteggere. Per questo l'amicizia è libera, serena, non oppressiva. Per questo però è anche fragile e richiede attenzione e delicatezza. ----- In base alla definizione dell'identità e del comportamento dell'amico tracciata nel brano, è possibile affermare che l'autore considera l'amicizia come un:
Chi è tuo amico? Colui che sa apprezzare le tue qualità, che sa percepire i moti del tuo animo, con cui puoi confidarti sicuro di essere capito. Colui a cui puoi affidare il tuo denaro, i tuoi figli perché egli se ne prenderà cura come se fossero i suoi. Colui che ti consola, però sa anche dirti dove sbagli. Colui che ti consiglia sempre per il tuo bene e in modo da non offenderti, rispettando la tua dignità. Colui che non ti invidia, che non sparla di te e che invece ti difende dalle calunnie e dagli attacchi maligni. L'amicizia è una forma di amore impregnata, intessuta di eticità. L'amico sta dalla tua parte, ma esige da te un comportamento corretto come quello che egli impone a se stesso nei tuoi riguardi. Gli amici sono uguali nell'affetto, nei diritti e nei doveri. Esistono tre tipi di legami "amorosi". Quelli forti, quelli medi e quelli deboli. I legami deboli sono quelli che stabiliamo con i conoscenti, i colleghi, i vicini verso i quali non proviamo né forti sentimenti né particolari doveri. Quando li lasciamo non ne sentiamo la mancanza. Anche i legami di affari e le alleanze politiche sono, di solito, deboli. Infatti si fanno e si sciolgono in continuazione con il mutare delle strategie di lotta. I legami forti invece resistono al tempo e alle frustrazioni. Come quelli che si stabiliscono fra genitori e figli e viceversa. La madre sta dalla parte del figlio qualunque cosa faccia, anche se lui la tratta male, se mente, se la deruba, se la fa soffrire. L'amore della madre è al di là del bene e del male. Ma sono forti anche i legami che si stabiliscono con l'innamoramento. L'innamorato può amare qualcuno che non lo corrisponde, che lo tradisce. Gli innamorati si lasciano e si ritrovano piangendo, si accusano e si perdonano. Vi sono infine legami forti di tipo ideologico o religioso nei riguardi del proprio partito, della propria chiesa e del proprio capo. Il rapporto con gli amici, invece, appartiene alla categoria dei legami medi. Mentre l'innamoramento spinge i due amanti a fondersi, a mutare, l'amicizia si costituisce lentamente, per incontri successivi e ogni individuo resta se stesso. Essa non chiede ai due individui di sradicarsi dal proprio passato, di rinascere, di costituire una nuova entità sociale che riorganizza il proprio mondo. Naturalmente anche gli amici finiscono per avere punti di vista simili, per condividere molti valori. Ma come individualità distinte, ciascuna con il suo mondo privato, che l'altro deve rispettare e, anzi, proteggere. Per questo l'amicizia è libera, serena, non oppressiva. Per questo però è anche fragile e richiede attenzione e delicatezza. -----Nel brano si afferma che i legami lavorativi sono:
Come per gli altri mezzi di comunicazione, il decollo industriale della stampa periodica avvenne negli Stati Uniti: la base tecnologica fu rivoluzionata dall'introduzione di nuove macchine compositrici (la linotype) e stampatrici (la rotativa), mentre prendeva corpo la formula tipica del giornale, con la scansione in cronaca, analisi politiche, attualità (moda e costume), divulgazione culturale, intrattenimento. Inserti fotografici, pubblicità commerciale, "strisce" a fumetti di vario genere (umoristico, avventuroso, poliziesco) fecero la loro accattivante comparsa sui giornali, che andavano sempre più differenziandosi in quotidiani d'opinione (nazionali e locali), edizioni serali a sfondo sensazionalistico, organi politici, supplementi domenicali, riviste scandalistiche e, più tardi, rotocalchi a elevata tiratura. Il dato più rilevante dell'organizzazione editoriale fu la tendenza - costante in tutto il Novecento - alla concentrazione delle testate in grandi trust, che controllavano il mercato, orientando il pubblico ed eliminando spesso la stampa indipendente, più debole dal punto di vista concorrenziale. Negli USA, accanto a prestigiosi quotidiani che riuscirono a mantenersi autonomi (è il caso del "New York Times"), si consolidarono i potentati Hearst e Scripps-Howard; in Gran Bretagna all'ascesa del gruppo Harmsworth, che agli inizi del secolo controllava le maggiori testate, si contrapposero il trust del "Daily Mail" e il gruppo canadese Thomson, che nel 1966 acquistò ''The Times"; la Francia del secondo dopoguerra vide la progressiva affermazione dell'indipendente "Le Monde", ma le maggiori quote di mercato andarono a gruppi come Hachette ("France-Soir", "Paris-Presse"); in Germania si impose la catena Springer ("Die Welt"); in Italia, nel 1961, il 54% della tiratura nazionale era di quotidiani appartenenti alla grande industria, e solo il 10% era coperto da giornali indipendenti. Negli ultimi decenni la crescente udienza radiotelevisiva ha prodotto una contrazione del numero delle testate.-------Secondo il brano, nel XX secolo l'editoria giornalistica:
Come per gli altri mezzi di comunicazione, il decollo industriale della stampa periodica avvenne negli Stati Uniti: la base tecnologica fu rivoluzionata dall'introduzione di nuove macchine compositrici (la linotype) e stampatrici (la rotativa), mentre prendeva corpo la formula tipica del giornale, con la scansione in cronaca, analisi politiche, attualità (moda e costume), divulgazione culturale, intrattenimento. Inserti fotografici, pubblicità commerciale, "strisce" a fumetti di vario genere (umoristico, avventuroso, poliziesco) fecero la loro accattivante comparsa sui giornali, che andavano sempre più differenziandosi in quotidiani d'opinione (nazionali e locali), edizioni serali a sfondo sensazionalistico, organi politici, supplementi domenicali, riviste scandalistiche e, più tardi, rotocalchi a elevata tiratura. Il dato più rilevante dell'organizzazione editoriale fu la tendenza - costante in tutto il Novecento - alla concentrazione delle testate in grandi trust, che controllavano il mercato, orientando il pubblico ed eliminando spesso la stampa indipendente, più debole dal punto di vista concorrenziale. Negli USA, accanto a prestigiosi quotidiani che riuscirono a mantenersi autonomi (è il caso del "New York Times"), si consolidarono i potentati Hearst e Scripps-Howard; in Gran Bretagna all'ascesa del gruppo Harmsworth, che agli inizi del secolo controllava le maggiori testate, si contrapposero il trust del "Daily Mail" e il gruppo canadese Thomson, che nel 1966 acquistò ''The Times"; la Francia del secondo dopoguerra vide la progressiva affermazione dell'indipendente "Le Monde", ma le maggiori quote di mercato andarono a gruppi come Hachette ("France-Soir", "Paris-Presse"); in Germania si impose la catena Springer ("Die Welt"); in Italia, nel 1961, il 54% della tiratura nazionale era di quotidiani appartenenti alla grande industria, e solo il 10% era coperto da giornali indipendenti. Negli ultimi decenni la crescente udienza radiotelevisiva ha prodotto una contrazione del numero delle testate.-------In base a quanto riportato nel brano, nel Novecento la stampa periodica è tecnologicamente rivoluzionata:
Come per gli altri mezzi di comunicazione, il decollo industriale della stampa periodica avvenne negli Stati Uniti: la base tecnologica fu rivoluzionata dall'introduzione di nuove macchine compositrici (la linotype) e stampatrici (la rotativa), mentre prendeva corpo la formula tipica del giornale, con la scansione in cronaca, analisi politiche, attualità (moda e costume), divulgazione culturale, intrattenimento. Inserti fotografici, pubblicità commerciale, "strisce" a fumetti di vario genere (umoristico, avventuroso, poliziesco) fecero la loro accattivante comparsa sui giornali, che andavano sempre più differenziandosi in quotidiani d'opinione (nazionali e locali), edizioni serali a sfondo sensazionalistico, organi politici, supplementi domenicali, riviste scandalistiche e, più tardi, rotocalchi a elevata tiratura. Il dato più rilevante dell'organizzazione editoriale fu la tendenza - costante in tutto il Novecento - alla concentrazione delle testate in grandi trust, che controllavano il mercato, orientando il pubblico ed eliminando spesso la stampa indipendente, più debole dal punto di vista concorrenziale. Negli USA, accanto a prestigiosi quotidiani che riuscirono a mantenersi autonomi (è il caso del "New York Times"), si consolidarono i potentati Hearst e Scripps-Howard; in Gran Bretagna all'ascesa del gruppo Harmsworth, che agli inizi del secolo controllava le maggiori testate, si contrapposero il trust del "Daily Mail" e il gruppo canadese Thomson, che nel 1966 acquistò ''The Times"; la Francia del secondo dopoguerra vide la progressiva affermazione dell'indipendente "Le Monde", ma le maggiori quote di mercato andarono a gruppi come Hachette ("France-Soir", "Paris-Presse"); in Germania si impose la catena Springer ("Die Welt"); in Italia, nel 1961, il 54% della tiratura nazionale era di quotidiani appartenenti alla grande industria, e solo il 10% era coperto da giornali indipendenti. Negli ultimi decenni la crescente udienza radiotelevisiva ha prodotto una contrazione del numero delle testate.-------In base al brano, uno degli elementi che hanno caratterizzato l'evoluzione della stampa periodica è stato l'inserimento di:
Comunque, e in conclusione, una cosa mi sembra debba risultare ben chiara. Per quanto possano essere stretti i legami della filosofia con la politica, per quanto la filosofia possa e debba essere politica, ciò non significa e non significherà mai (a meno di alterare in modo totale il significato tradizionale delle parole) che il filosofo, come tale, possa trasformarsi in propagandista politico. E questo per due motivi. La propaganda come tale mira alla persuasione, comunque ottenuta (o, se si vuole, ottenuta con mezzi segnici - discorsi, immagini ecc., ma comunque usati); la filosofia come tale mira anch'essa a ottenere la persuasione, ma uno, e un solo tipo di persuasione (quindi con il solo impiego dei mezzi discorsivi atti a questo scopo): la persuasione razionale, fondata sulla verifica. Ora, se si vuole chiamare "propaganda" qualsiasi attività volta alla persuasione altrui, anche il filosofo è un propagandista: ma la sua persuasione può essere solo razionale e logica (concerne la verità, non le emozioni), e i soli mezzi che può impiegare sono quelli della dimostrazione e della prova. Il che, ovviamente, non corrisponde affatto a ciò che di solito si intende con la parola "propaganda", cioè con un discorso avente fini pratici immediati, facente leva su emozioni di massa, tale che non si appella alle abitudini di verifica e deduzione, ma piuttosto a quelle di associazioni immediate tra certi segni e certi comportamenti ecc. Ma forse c'è stato di più. "Cultura" è azione consapevole - consapevole non solo dei mezzi usati, ma dei fini perseguiti e del loro valore. La propaganda è pura tecnica: il propagandista, come tale, è un tecnico, e come tutti i tecnici (come tali) o ignora i fini per cui opera o li accetta senza proporsi un'indagine intorno al loro valore - come ogni tecnica, la propaganda subisce una certa situazione e opera in essa senza sottoporla a critica. Essa rischia quindi di essere anticultura, quindi, a fortiori, di essere antifilosofia.------In base a quanto sostenuto nel brano, è possibile affermare che:
Comunque, e in conclusione, una cosa mi sembra debba risultare ben chiara. Per quanto possano essere stretti i legami della filosofia con la politica, per quanto la filosofia possa e debba essere politica, ciò non significa e non significherà mai (a meno di alterare in modo totale il significato tradizionale delle parole) che il filosofo, come tale, possa trasformarsi in propagandista politico. E questo per due motivi. La propaganda come tale mira alla persuasione, comunque ottenuta (o, se si vuole, ottenuta con mezzi segnici - discorsi, immagini ecc., ma comunque usati); la filosofia come tale mira anch'essa a ottenere la persuasione, ma uno, e un solo tipo di persuasione (quindi con il solo impiego dei mezzi discorsivi atti a questo scopo): la persuasione razionale, fondata sulla verifica. Ora, se si vuole chiamare "propaganda" qualsiasi attività volta alla persuasione altrui, anche il filosofo è un propagandista: ma la sua persuasione può essere solo razionale e logica (concerne la verità, non le emozioni), e i soli mezzi che può impiegare sono quelli della dimostrazione e della prova. Il che, ovviamente, non corrisponde affatto a ciò che di solito si intende con la parola "propaganda", cioè con un discorso avente fini pratici immediati, facente leva su emozioni di massa, tale che non si appella alle abitudini di verifica e deduzione, ma piuttosto a quelle di associazioni immediate tra certi segni e certi comportamenti ecc. Ma forse c'è stato di più. "Cultura" è azione consapevole - consapevole non solo dei mezzi usati, ma dei fini perseguiti e del loro valore. La propaganda è pura tecnica: il propagandista, come tale, è un tecnico, e come tutti i tecnici (come tali) o ignora i fini per cui opera o li accetta senza proporsi un'indagine intorno al loro valore - come ogni tecnica, la propaganda subisce una certa situazione e opera in essa senza sottoporla a critica. Essa rischia quindi di essere anticultura, quindi, a fortiori, di essere antifilosofia.------Secondo quanto sostenuto nel brano, la propaganda:
Comunque, e in conclusione, una cosa mi sembra debba risultare ben chiara. Per quanto possano essere stretti i legami della filosofia con la politica, per quanto la filosofia possa e debba essere politica, ciò non significa e non significherà mai (a meno di alterare in modo totale il significato tradizionale delle parole) che il filosofo, come tale, possa trasformarsi in propagandista politico. E questo per due motivi. La propaganda come tale mira alla persuasione, comunque ottenuta (o, se si vuole, ottenuta con mezzi segnici - discorsi, immagini ecc., ma comunque usati); la filosofia come tale mira anch'essa a ottenere la persuasione, ma uno, e un solo tipo di persuasione (quindi con il solo impiego dei mezzi discorsivi atti a questo scopo): la persuasione razionale, fondata sulla verifica. Ora, se si vuole chiamare "propaganda" qualsiasi attività volta alla persuasione altrui, anche il filosofo è un propagandista: ma la sua persuasione può essere solo razionale e logica (concerne la verità, non le emozioni), e i soli mezzi che può impiegare sono quelli della dimostrazione e della prova. Il che, ovviamente, non corrisponde affatto a ciò che di solito si intende con la parola "propaganda", cioè con un discorso avente fini pratici immediati, facente leva su emozioni di massa, tale che non si appella alle abitudini di verifica e deduzione, ma piuttosto a quelle di associazioni immediate tra certi segni e certi comportamenti ecc. Ma forse c'è stato di più. "Cultura" è azione consapevole - consapevole non solo dei mezzi usati, ma dei fini perseguiti e del loro valore. La propaganda è pura tecnica: il propagandista, come tale, è un tecnico, e come tutti i tecnici (come tali) o ignora i fini per cui opera o li accetta senza proporsi un'indagine intorno al loro valore - come ogni tecnica, la propaganda subisce una certa situazione e opera in essa senza sottoporla a critica. Essa rischia quindi di essere anticultura, quindi, a fortiori, di essere antifilosofia.------In base alle affermazioni contenute nel brano:
Con il termine iniziazioni si intendono, in generale, quelli insieme di riti che segnano il passaggio di un individuo dallo stadio di fanciullo a quello di adulto. In linea di principio le iniziazioni vanno distinte dai riti di pubertà i quali, pur avvenendo all'incirca alla stessa età e avendo sovente carattere simile, sono eseguiti privatamente, all'interno della famiglia. Le iniziazioni hanno invece sempre un carattere pubblico e sono svolte non solo nell'interesse dei singoli ma dell'intera comunità. Esse rappresentano non solo un passaggio di condizione per i giovani ma anche un rinnovamento per la società. Proprio per questo carattere simbolico sociale non è necessario che tutti i giovani siano iniziati. Possono esserlo solo i maschi e non le femmine, oppure solo gruppi scelti in rappresentanza di tutti. Le iniziazioni sono sempre segrete: non è consentito ai non iniziati di assistervi. Durante le cerimonie, che hanno frequentemente carattere violento, ai giovani vengono insegnati i riti e i miti del popolo cui appartengono: viene cioè insegnata loro la distinzione, che quella cultura stabilisce, tra ciò che è definitivo (mito) e ciò che è invece mutabile (rito) e, mediante ciò, i valori fondamentali della loro civiltà. Il compito delle iniziazioni è di culturalizzare i giovani, di sottrarli alla loro condizione naturale per farli diventare membri della loro cultura, fermo restando che ogni cultura qualificherà a suo modo ciò che intende per natura e ciò che intende per cultura. Le iniziazioni costruiscono il cosmo sociale agendo sul materiale umano. Questo avviene destorificando ritualmente i giovani per la durata dell'iniziazione, inserendoli in un tempo diverso dal quotidiano, "mitico", un tempo nel quale è possibile agire per plasmare il mondo e conferendo loro una diversa qualità, quella di uomini adulti, rispetto a ciò che erano prima. Non di rado, nel periodo di margine, i giovani sono sottoposti a disciplina e restrizioni inusuali e severissime oppure hanno la possibilità (e in qualche caso il dovere) di agire in modo totalmente libero dalle normali restrizioni sociali. In entrambi i casi si evidenzia una diversità rispetto alla normalità quotidiana.--------Le cerimonie iniziatiche:
Con la legge bancaria del 10 agosto 1893 venne creata la Banca d'Italia, sul ceppo della preesistente Banca Nazionale del Regno d'Italia, con cui vennero fuse le due banche d'emissione toscane. Alla nuova banca, che entrò in funzione il 10 gennaio 1894, venne affidata la liquidazione di un'altra banca di emissione, la Banca Romana, mentre restavano ancora in vita altre due banche di emissione, il Banco di Napoli e il Banco di Sicilia. Si chiudeva così una travagliata stagione bancaria e il nuovo istituto, pur non essendo ancora una vera e propria Banca Centrale, assunse ben presto preminenza e autorità. Oltre alle manovre sul tasso di sconto e agli interventi sui mercati dei cambi per mantenere la stabilità della lira, a partire dall'età giolittiana, la Banca d'Italia prestò molta attenzione alla solidità del sistema bancario italiano. Un primo intervento di salvataggio venne operato nel 1907 e poi nel 1911, per alleviare le sofferenze della Società bancaria italiana, una banca mista troppo esposta con industrie che subirono i contraccolpi della crisi internazionale del 1907. Quindi nel 1914 la Banca d'Italia creò un istituto speciale di credito industriale, il Consorzio sovvenzioni su valori industriali (Csvi) che dispiegò prima una serie di interventi di salvataggio negli anni Venti, soprattutto in relazione al Banco di Roma, e poi un'intensa attività di finanziamento della spesa pubblica, soprattutto bellica, nella seconda metà degli anni Trenta e nei primi anni Quaranta. Intanto, con la legge bancaria del 1926 la Banca d'Italia diventò l'unica banca di emissione e con la legge bancaria del 1936 le venne conferito lo status di vera e propria Banca Centrale, cessando ogni rapporto con la clientela privata. Nel secondo dopoguerra, sotto il governo di Einaudi prima e di Menichella poi, la Banca d'Italia fu in prima linea nel realizzare una politica di stabilità monetaria durante gli anni di grande espansione economica, ma nei travagliati anni Settanta non riuscì a sottrarsi alle pressioni inflazionistiche che venivano soprattutto dalla politica di spesa pubblica dello Stato.------------In base a quanto esposto nel brano, nel secondo dopoguerra:
Con la legge bancaria del 10 agosto 1893 venne creata la Banca d'Italia, sul ceppo della preesistente Banca Nazionale del Regno d'Italia, con cui vennero fuse le due banche d'emissione toscane. Alla nuova banca, che entrò in funzione il 10 gennaio 1894, venne affidata la liquidazione di un'altra banca di emissione, la Banca Romana, mentre restavano ancora in vita altre due banche di emissione, il Banco di Napoli e il Banco di Sicilia. Si chiudeva così una travagliata stagione bancaria e il nuovo istituto, pur non essendo ancora una vera e propria Banca Centrale, assunse ben presto preminenza e autorità. Oltre alle manovre sul tasso di sconto e agli interventi sui mercati dei cambi per mantenere la stabilità della lira, a partire dall'età giolittiana, la Banca d'Italia prestò molta attenzione alla solidità del sistema bancario italiano. Un primo intervento di salvataggio venne operato nel 1907 e poi nel 1911, per alleviare le sofferenze della Società bancaria italiana, una banca mista troppo esposta con industrie che subirono i contraccolpi della crisi internazionale del 1907. Quindi nel 1914 la Banca d'Italia creò un istituto speciale di credito industriale, il Consorzio sovvenzioni su valori industriali (Csvi) che dispiegò prima una serie di interventi di salvataggio negli anni Venti, soprattutto in relazione al Banco di Roma, e poi un'intensa attività di finanziamento della spesa pubblica, soprattutto bellica, nella seconda metà degli anni Trenta e nei primi anni Quaranta. Intanto, con la legge bancaria del 1926 la Banca d'Italia diventò l'unica banca di emissione e con la legge bancaria del 1936 le venne conferito lo status di vera e propria Banca Centrale, cessando ogni rapporto con la clientela privata. Nel secondo dopoguerra, sotto il governo di Einaudi prima e di Menichella poi, la Banca d'Italia fu in prima linea nel realizzare una politica di stabilità monetaria durante gli anni di grande espansione economica, ma nei travagliati anni Settanta non riuscì a sottrarsi alle pressioni inflazionistiche che venivano soprattutto dalla politica di spesa pubblica dello Stato.------------Quale delle seguenti affermazioni è logicamente deduci bile dal brano?
Con la legge bancaria del 10 agosto 1893 venne creata la Banca d'Italia, sul ceppo della preesistente Banca Nazionale del Regno d'Italia, con cui vennero fuse le due banche d'emissione toscane. Alla nuova banca, che entrò in funzione il 10 gennaio 1894, venne affidata la liquidazione di un'altra banca di emissione, la Banca Romana, mentre restavano ancora in vita altre due banche di emissione, il Banco di Napoli e il Banco di Sicilia. Si chiudeva così una travagliata stagione bancaria e il nuovo istituto, pur non essendo ancora una vera e propria Banca Centrale, assunse ben presto preminenza e autorità. Oltre alle manovre sul tasso di sconto e agli interventi sui mercati dei cambi per mantenere la stabilità della lira, a partire dall'età giolittiana, la Banca d'Italia prestò molta attenzione alla solidità del sistema bancario italiano. Un primo intervento di salvataggio venne operato nel 1907 e poi nel 1911, per alleviare le sofferenze della Società bancaria italiana, una banca mista troppo esposta con industrie che subirono i contraccolpi della crisi internazionale del 1907. Quindi nel 1914 la Banca d'Italia creò un istituto speciale di credito industriale, il Consorzio sovvenzioni su valori industriali (Csvi) che dispiegò prima una serie di interventi di salvataggio negli anni Venti, soprattutto in relazione al Banco di Roma, e poi un'intensa attività di finanziamento della spesa pubblica, soprattutto bellica, nella seconda metà degli anni Trenta e nei primi anni Quaranta. Intanto, con la legge bancaria del 1926 la Banca d'Italia diventò l'unica banca di emissione e con la legge bancaria del 1936 le venne conferito lo status di vera e propria Banca Centrale, cessando ogni rapporto con la clientela privata. Nel secondo dopoguerra, sotto il governo di Einaudi prima e di Menichella poi, la Banca d'Italia fu in prima linea nel realizzare una politica di stabilità monetaria durante gli anni di grande espansione economica, ma nei travagliati anni Settanta non riuscì a sottrarsi alle pressioni inflazionistiche che venivano soprattutto dalla politica di spesa pubblica dello Stato.------------In base a quanto sostenuto nel brano:
Dacché funziona il nuovo sistema penale - quello definito dai grandi codici dei secoli XVIII e XIX -, un processo globale ha condotto i giudici a giudicare altra cosa che non i delitti; nelle sentenze essi sono stati condotti a fare altra cosa che non giudicare; e il potere di giudicare è stato trasferito, in parte, ad istanze diverse dai giudici del reato. L'intera operazione penale si è gravata di elementi e di personaggi extragiuridici. Si potrà dire che non c'è nulla di straordinario, che è destino del diritto l'assorbire poco a poco elementi che gli sono estranei. Ma una cosa è singolare nella giustizia penale moderna: se essa si carica di tanti elementi extragiuridici, non è per poterli qualificare giuridicamente ed integrarli poco a poco nello stretto potere di punire: è al contrario per poterli far funzionare all'interno dell'operazione penale come elementi non giuridici; è per evitare a questa operazione di essere puramente e semplicemente punizione legale; è per discolpare il giudice dall'essere puramente e semplicemente colui che castiga: "Noi emettiamo un verdetto, che è sì richiesto da un delitto, ma vedete bene che per noi funziona in realtà come un modo di trattare un criminale; noi puniamo, ma è una via per dire che vogliamo una guarigione". Oggi, la giustizia criminale non funziona e non si giustifica se non attraverso questo incessante riferirsi a qualcosa di diverso, se non attraverso un'incessante reiscrizione in sistemi non giuridici. Essa è votata a questa riqualificazione per mezzo del sapere. Sotto l'accresciuta dolcezza dei castighi, possiamo dunque reperire uno spostamento del loro punto di applicazione, e attraverso questo spostamento, tutto un campo di oggetti recenti, tutto un nuovo regime della verità e una folla di ruoli finora inediti nell'esercizio della giustizia criminale. Una conoscenza nuova, nuove tecniche, discorsi "scientifici", si propongono e si intrecciano con la pratica del potere di punire.----------In epoca moderna l'aggiunta di elementi extragiuridici al procedimento penale serve a:
Dacché funziona il nuovo sistema penale - quello definito dai grandi codici dei secoli XVIII e XIX -, un processo globale ha condotto i giudici a giudicare altra cosa che non i delitti; nelle sentenze essi sono stati condotti a fare altra cosa che non giudicare; e il potere di giudicare è stato trasferito, in parte, ad istanze diverse dai giudici del reato. L'intera operazione penale si è gravata di elementi e di personaggi extragiuridici. Si potrà dire che non c'è nulla di straordinario, che è destino del diritto l'assorbire poco a poco elementi che gli sono estranei. Ma una cosa è singolare nella giustizia penale moderna: se essa si carica di tanti elementi extragiuridici, non è per poterli qualificare giuridicamente ed integrarli poco a poco nello stretto potere di punire: è al contrario per poterli far funzionare all'interno dell'operazione penale come elementi non giuridici; è per evitare a questa operazione di essere puramente e semplicemente punizione legale; è per discolpare il giudice dall'essere puramente e semplicemente colui che castiga: "Noi emettiamo un verdetto, che è sì richiesto da un delitto, ma vedete bene che per noi funziona in realtà come un modo di trattare un criminale; noi puniamo, ma è una via per dire che vogliamo una guarigione". Oggi, la giustizia criminale non funziona e non si giustifica se non attraverso questo incessante riferirsi a qualcosa di diverso, se non attraverso un'incessante reiscrizione in sistemi non giuridici. Essa è votata a questa riqualificazione per mezzo del sapere. Sotto l'accresciuta dolcezza dei castighi, possiamo dunque reperire uno spostamento del loro punto di applicazione, e attraverso questo spostamento, tutto un campo di oggetti recenti, tutto un nuovo regime della verità e una folla di ruoli finora inediti nell'esercizio della giustizia criminale. Una conoscenza nuova, nuove tecniche, discorsi "scientifici", si propongono e si intrecciano con la pratica del potere di punire.----------Secondo l'autore del brano, i castighi:
Della grafica ha fatto il suo lavoro, inventando un nuovo modo di concepire l'illustrazione: figure ironiche e giocose, non·sense e significati nascosti, fino al libro illeggibile, fatto di solo racconto per immagini. Bruno Munari ha precorso il design come arte industriale; si è occupato di educazione e pedagogia, arrivando a progettare il primo laboratorio didattico museale; del libro ha esplorato tutte le possibilità materiche, visive e tipografiche, a metà fra editoria e arte visiva.
Dello straordinario sviluppo che il mondo greco conobbe nell'età arcaica l'adozione della moneta coniata è uno dei fattori di maggior rilievo. Fino al VII secolo a.C. in Grecia, come in tutto l'Oriente, i beni erano scambiati o nella forma del baratto o utilizzando misure di valore convenzionale. Questo sistema aveva alle spalle una tradizione millenaria ma, facendosi più intensa la circolazione dei beni, si rivelò lento e macchinoso. La coniazione della moneta fu quindi la risposta a un'esigenza largamente avvertita nelle aree commerciali più attive dell'Egeo. L'invenzione ebbe luogo, qualche decennio prima del 600 a.C., nel regno di Lidia, in Asia Minore, punto d'incontro di vivaci correnti di traffico tra Oriente e Occidente. Le prime monete furono coniate in elettro e recavano impressa l'insegna del sovrano a garanzia del peso e della qualità del metallo.
Desidero perciò dire che io non credo che esista nulla di simile al metodo induttivo o a un procedimento induttivo. Nel passato il termine "induzione" è stato usato soprattutto in due sensi. La prima è l'induzione ripetitiva (o induzione per enumerazione), che consiste in osservazioni spesso ripetute, che dovrebbero fondare qualche generalizzazione della teoria. La mancanza di validità di questo genere di ragionamento è ovvia: nessun numero di osservazioni di cigni bianchi riesce a stabilire che tutti i cigni sono bianchi (o che la probabilità di trovare un cigno che non sia bianco è piccola). Allo stesso modo, per quanti spettri di atomi di idrogeno osserviamo non potremo mai stabilire che tutti gli atomi di idrogeno emettono spettri dello stesso genere. Dunque l'induzione per enumerazione è fuori causa: non può fondare nulla. Il secondo senso in cui il termine "induzione" è stato usato in passato è l'induzione eliminatoria, fondata sul metodo dell'eliminazione o confutazione delle teorie false. A prima vista questo tipo di induzione può sembrare molto simile al metodo della discussione critica che io sostengo, ma in realtà è molto diverso. Infatti Bacone e Mill, e gli altri diffusori di questo metodo dell'induzione per eliminazione, credevano che, eliminando tutte le teorie false, si possa far valere la teoria vera. In altre parole, non si rendevano conto che il numero delle teorie rivali è sempre infinito, anche se, di regola, in ogni momento particolare possiamo prendere in considerazione soltanto un numero finito di teorie. Dico "di regola", perché qualche volta ci troviamo di fronte a un numero infinito di tali teorie. Il fatto che per ogni problema esista sempre un'infinità di soluzioni logicamente possibili è uno dei fatti decisivi di tutta la scienza, è una delle cose che fanno della scienza un'avventura così eccitante. Esso infatti rende inefficaci tutti i metodi basati sulla mera routine. Significa che, nella scienza, dobbiamo usare l'immaginazione e idee ardite, anche se Il una e le altre devono sempre essere temperate dalla critica e dai controlli più severi. ------ Secondo l'autore del brano:
Desidero perciò dire che io non credo che esista nulla di simile al metodo induttivo o a un procedimento induttivo. Nel passato il termine "induzione" è stato usato soprattutto in due sensi. La prima è l'induzione ripetitiva (o induzione per enumerazione), che consiste in osservazioni spesso ripetute, che dovrebbero fondare qualche generalizzazione della teoria. La mancanza di validità di questo genere di ragionamento è ovvia: nessun numero di osservazioni di cigni bianchi riesce a stabilire che tutti i cigni sono bianchi (o che la probabilità di trovare un cigno che non sia bianco è piccola). Allo stesso modo, per quanti spettri di atomi di idrogeno osserviamo non potremo mai stabilire che tutti gli atomi di idrogeno emettono spettri dello stesso genere. Dunque l'induzione per enumerazione è fuori causa: non può fondare nulla. Il secondo senso in cui il termine "induzione" è stato usato in passato è l'induzione eliminatoria, fondata sul metodo dell'eliminazione o confutazione delle teorie false. A prima vista questo tipo di induzione può sembrare molto simile al metodo della discussione critica che io sostengo, ma in realtà è molto diverso. Infatti Bacone e Mill, e gli altri diffusori di questo metodo dell'induzione per eliminazione, credevano che, eliminando tutte le teorie false, si possa far valere la teoria vera. In altre parole, non si rendevano conto che il numero delle teorie rivali è sempre infinito, anche se, di regola, in ogni momento particolare possiamo prendere in considerazione soltanto un numero finito di teorie. Dico "di regola", perché qualche volta ci troviamo di fronte a un numero infinito di tali teorie. Il fatto che per ogni problema esista sempre un'infinità di soluzioni logicamente possibili è uno dei fatti decisivi di tutta la scienza, è una delle cose che fanno della scienza un'avventura così eccitante. Esso infatti rende inefficaci tutti i metodi basati sulla mera routine. Significa che, nella scienza, dobbiamo usare l'immaginazione e idee ardite, anche se Il una e le altre devono sempre essere temperate dalla critica e dai controlli più severi. ------Secondo quanto deducibile dal brano, l'induzione fondata sulla confutazione delle teorie false:
Desidero perciò dire che io non credo che esista nulla di simile al metodo induttivo o a un procedimento induttivo. Nel passato il termine "induzione" è stato usato soprattutto in due sensi. La prima è l'induzione ripetitiva (o induzione per enumerazione), che consiste in osservazioni spesso ripetute, che dovrebbero fondare qualche generalizzazione della teoria. La mancanza di validità di questo genere di ragionamento è ovvia: nessun numero di osservazioni di cigni bianchi riesce a stabilire che tutti i cigni sono bianchi (o che la probabilità di trovare un cigno che non sia bianco è piccola). Allo stesso modo, per quanti spettri di atomi di idrogeno osserviamo non potremo mai stabilire che tutti gli atomi di idrogeno emettono spettri dello stesso genere. Dunque l'induzione per enumerazione è fuori causa: non può fondare nulla. Il secondo senso in cui il termine "induzione" è stato usato in passato è l'induzione eliminatoria, fondata sul metodo dell'eliminazione o confutazione delle teorie false. A prima vista questo tipo di induzione può sembrare molto simile al metodo della discussione critica che io sostengo, ma in realtà è molto diverso. Infatti Bacone e Mill, e gli altri diffusori di questo metodo dell'induzione per eliminazione, credevano che, eliminando tutte le teorie false, si possa far valere la teoria vera. In altre parole, non si rendevano conto che il numero delle teorie rivali è sempre infinito, anche se, di regola, in ogni momento particolare possiamo prendere in considerazione soltanto un numero finito di teorie. Dico "di regola", perché qualche volta ci troviamo di fronte a un numero infinito di tali teorie. Il fatto che per ogni problema esista sempre un'infinità di soluzioni logicamente possibili è uno dei fatti decisivi di tutta la scienza, è una delle cose che fanno della scienza un'avventura così eccitante. Esso infatti rende inefficaci tutti i metodi basati sulla mera routine. Significa che, nella scienza, dobbiamo usare l'immaginazione e idee ardite, anche se Il una e le altre devono sempre essere temperate dalla critica e dai controlli più severi. ------Secondo quale ragionamento l'autore del brano confuta la validità dell'induzione ripetitiva?
Deve esser stata la pentola a pressione a suscitare in Papin l'idea di utilizzare il vapore facendogli compiere del lavoro. Egli introdusse un po' d'acqua in fondo a un tubo e la convertì in vapore riscaldandola. Il vapore, espandendosi energicamente, sospingeva verso Il alto uno stantuffo. La prima persona che tradusse quest'idea in un congegno utilizzabile in pratica fu però un ingegnere militare inglese, Thomas Savery. La sua macchina a vapore poteva essere usata per pompare l'acqua di una miniera o di un pozzo, o per far funzionare una ruota idraulica: pertanto egli la chiamò "Il Amica del Minatore". Era però pericolosa (perchè la pressione elevata del vapore poteva far scoppiare recipienti e tubi) e aveva un basso rendimento (perchè il calore del vapore andava perso tutte le volte che si raffreddava il contenitore).----Chi inventò l"'Amica del Minatore"?
È sempre più vero che la natura in generale e l'ambiente in particolare sono ridotti a fattore di produzione per realizzare crescita così come, drammatici ed espliciti, da decenni si rincorrono i richiami sui limiti sociali allo sviluppo, contro la beatitudine economica, in opposizione alla società opulenta e rifiutando il fascino della crescita infinita.
È stato calcolato che, nel corso di una vita, l'essere umano è in grado di apprendere fino a 15 trilioni di informazioni elementari. È a questa possibilità in più che dobbiamo la nostra suscettibilità a essere afflitti da una malattia estremamente penosa, la noia. Un essere umano che sia obbligato a vivere in una situazione in cui non ha l'opportunità di utilizzare il proprio cervello salvo che per una sopravvivenza a livello minimo, proverà gradualmente una varietà di sintomi spiacevoli, che possono raggiungere una seria disorganizzazione mentale. Il fatto è che l'essere umano normale ha una curiosità intensa e insopprimibile; se una persona non ha l'opportunità di soddisfarla in un modo immediatamente utile, la soddisferà diversamente - magari in un modo indesiderabile o biasimevole che può attirarsi commenti come l'invito a "badare ai fatti propri".----------L'essere umano è suscettibile alla noia perché:
È stato calcolato che, nel corso di una vita, l'essere umano è in grado di apprendere fino a 15 trilioni di informazioni elementari. È a questa possibilità in più che dobbiamo la nostra suscettibilità a essere afflitti da una malattia estremamente penosa, la noia. Un essere umano che sia obbligato a vivere in una situazione in cui non ha l'opportunità di utilizzare il proprio cervello salvo che per una sopravvivenza a livello minimo, proverà gradualmente una varietà di sintomi spiacevoli, che possono raggiungere una seria disorganizzazione mentale. Il fatto è che l'essere umano normale ha una curiosità intensa e insopprimibile; se una persona non ha l'opportunità di soddisfarla in un modo immediatamente utile, la soddisferà diversamente - magari in un modo indesiderabile o biasimevole che può attirarsi commenti come l'invito a "badare ai fatti propri".----------In quale arco di tempo l'essere umano può apprendere fino a 15 trilioni di informazioni?
È un dato di fatto che le donne vivono più a lungo degli uomini: oggi, nei Paesi industrializzati, un uomo ha una vita media di circa 73 anni, una donna invece di circa 77. Da anni gli studiosi di demografia si chiedono da cosa dipenda questa maggiore "resistenza" delle donne: si tratta di una differenza fisiologica o di fattori sociali? Probabilmente le donne vivono più a lungo non solo perché sono meglio "attrezzate" fisiologicamente, ma soprattutto perché hanno un atteggiamento più positivo nei confronti della vita.
Fino a quando fu possibile avviarsi all'esercizio dell'industria con capitali provenienti dalla monetizzazione del proprio patrimonio, dal concorso di familiari e parenti, da prestiti o società con amici e conoscenti, la parte dell'industriale rimase abbastanza autonoma, e così la sua relativa indipendenza finanziaria. In seguito il ricorso al capitale finanziario andò crescendo. Alla fine del secolo XIX la grande finanza aveva ristabilito e ampliato la centralità già acquistata nella strategia e nella dinamica economica europea dai tempi della maggiore espansione medievale. Nel secolo XX questa tendenza si sarebbe accentuata.
Fino ai primi anni Ottanta le case editrici di libri erano considerate parte di un segmento dai confini ben definiti all'interno del settore editoriale e si caratterizzavano per logiche gestionali particolari. I due elementi in comune fra l'editoria libraria, periodica e quotidiana erano le caratteristiche del contenuto (l'informazione, sotto forma di testo e immagini) e l'utilizzo della carta come supporto per trasferire le informazioni. I volumi delle tirature, la diversa durata del ciclo produttivo e le caratteristiche fisiche del prodotto determinavano strutture aziendali e processi molto dissimili tra loro. La principale differenza fra i prodotti dei tre segmenti era rappresentata - oltre che dalle caratteristiche fisiche - dalla durata del ciclo di vita dei singoli titoli, connessa alla frequenza di aggiornamento delle informazioni contenute. La necessità di sostituire il prodotto sul punto vendita con diversa frequenza aveva inoltre portato alla specializzazione dei canali di distribuzione: l'edicola per i titoli e le testate ad altissima rotazione, la libreria per i prodotti di catalogo. Il relativo isolamento delle case editrici di libri, la limitata possibilità di sfruttare sinergie fra i libri e gli altri prodotti editoriali da parte dei gruppi editoriali, la matrice culturale omogenea degli editori, la specificità delle professionalità richieste hanno contribuito al consolidamento di regole di funzionamento tipiche, spesso poco attente alle implicazioni economico-finanziarie delle scelte aziendali. Le strategie di molte case editrici anteponevano il raggiungimento di obiettivi sociali all'ottenimento di risultati competitivi ed economici. Parte degli editori reputava che la natura del prodotto non consentisse alle case editrici una gestione secondo economicità, mentre altri ritenevano che la "povertà" strutturale del settore non consentisse alle imprese grandi guadagni, ma neppure grandi perdite. ----- In base a quanto sostenuto nel brano, all'inizio degli anni Ottanta:
Fino ai primi anni Ottanta le case editrici di libri erano considerate parte di un segmento dai confini ben definiti all'interno del settore editoriale e si caratterizzavano per logiche gestionali particolari. I due elementi in comune fra l'editoria libraria, periodica e quotidiana erano le caratteristiche del contenuto (l'informazione, sotto forma di testo e immagini) e l'utilizzo della carta come supporto per trasferire le informazioni. I volumi delle tirature, la diversa durata del ciclo produttivo e le caratteristiche fisiche del prodotto determinavano strutture aziendali e processi molto dissimili tra loro. La principale differenza fra i prodotti dei tre segmenti era rappresentata - oltre che dalle caratteristiche fisiche - dalla durata del ciclo di vita dei singoli titoli, connessa alla frequenza di aggiornamento delle informazioni contenute. La necessità di sostituire il prodotto sul punto vendita con diversa frequenza aveva inoltre portato alla specializzazione dei canali di distribuzione: l'edicola per i titoli e le testate ad altissima rotazione, la libreria per i prodotti di catalogo. Il relativo isolamento delle case editrici di libri, la limitata possibilità di sfruttare sinergie fra i libri e gli altri prodotti editoriali da parte dei gruppi editoriali, la matrice culturale omogenea degli editori, la specificità delle professionalità richieste hanno contribuito al consolidamento di regole di funzionamento tipiche, spesso poco attente alle implicazioni economico-finanziarie delle scelte aziendali. Le strategie di molte case editrici anteponevano il raggiungimento di obiettivi sociali all'ottenimento di risultati competitivi ed economici. Parte degli editori reputava che la natura del prodotto non consentisse alle case editrici una gestione secondo economicità, mentre altri ritenevano che la "povertà" strutturale del settore non consentisse alle imprese grandi guadagni, ma neppure grandi perdite. -----In base a quanto riportato nel brano, quale dei seguenti NON è uno dei motivi che determinano strutture aziendali diverse tra l'editoria libraria, quella periodica e quella quotidiana?
Fino ai primi anni Ottanta le case editrici di libri erano considerate parte di un segmento dai confini ben definiti all'interno del settore editoriale e si caratterizzavano per logiche gestionali particolari. I due elementi in comune fra l'editoria libraria, periodica e quotidiana erano le caratteristiche del contenuto (l'informazione, sotto forma di testo e immagini) e l'utilizzo della carta come supporto per trasferire le informazioni. I volumi delle tirature, la diversa durata del ciclo produttivo e le caratteristiche fisiche del prodotto determinavano strutture aziendali e processi molto dissimili tra loro. La principale differenza fra i prodotti dei tre segmenti era rappresentata - oltre che dalle caratteristiche fisiche - dalla durata del ciclo di vita dei singoli titoli, connessa alla frequenza di aggiornamento delle informazioni contenute. La necessità di sostituire il prodotto sul punto vendita con diversa frequenza aveva inoltre portato alla specializzazione dei canali di distribuzione: l'edicola per i titoli e le testate ad altissima rotazione, la libreria per i prodotti di catalogo. Il relativo isolamento delle case editrici di libri, la limitata possibilità di sfruttare sinergie fra i libri e gli altri prodotti editoriali da parte dei gruppi editoriali, la matrice culturale omogenea degli editori, la specificità delle professionalità richieste hanno contribuito al consolidamento di regole di funzionamento tipiche, spesso poco attente alle implicazioni economico-finanziarie delle scelte aziendali. Le strategie di molte case editrici anteponevano il raggiungimento di obiettivi sociali all'ottenimento di risultati competitivi ed economici. Parte degli editori reputava che la natura del prodotto non consentisse alle case editrici una gestione secondo economicità, mentre altri ritenevano che la "povertà" strutturale del settore non consentisse alle imprese grandi guadagni, ma neppure grandi perdite. -----In base a quanto si può dedurre dal brano, quale è una caratteristica peculiare dei prodotti di catalogo?
Fino ai primi anni Ottanta le case editrici di libri erano considerate parte di un segmento dai confini ben definiti all'interno del settore editoriale e si caratterizzavano per logiche gestionali particolari. I due elementi in comune fra l'editoria libraria, periodica e quotidiana erano le caratteristiche del contenuto (l'informazione, sotto forma di testo e immagini) e l'utilizzo della carta come supporto per trasferire le informazioni. I volumi delle tirature, la diversa durata del ciclo produttivo e le caratteristiche fisiche del prodotto determinavano strutture aziendali e processi molto dissimili tra loro. La principale differenza fra i prodotti dei tre segmenti era rappresentata - oltre che dalle caratteristiche fisiche - dalla durata del ciclo di vita dei singoli titoli, connessa alla frequenza di aggiornamento delle informazioni contenute. La necessità di sostituire il prodotto sul punto vendita con diversa frequenza aveva inoltre portato alla specializzazione dei canali di distribuzione: l'edicola per i titoli e le testate ad altissima rotazione, la libreria per i prodotti di catalogo. Il relativo isolamento delle case editrici di libri, la limitata possibilità di sfruttare sinergie fra i libri e gli altri prodotti editoriali da parte dei gruppi editoriali, la matrice culturale omogenea degli editori, la specificità delle professionalità richieste hanno contribuito al consolidamento di regole di funzionamento tipiche, spesso poco attente alle implicazioni economico-finanziarie delle scelte aziendali. Le strategie di molte case editrici anteponevano il raggiungimento di obiettivi sociali all'ottenimento di risultati competitivi ed economici. Parte degli editori reputava che la natura del prodotto non consentisse alle case editrici una gestione secondo economicità, mentre altri ritenevano che la "povertà" strutturale del settore non consentisse alle imprese grandi guadagni, ma neppure grandi perdite. -----Nel brano si afferma che negli anni Ottanta:
Fu forse mezzo milione di anni fa che i nostri antenati ominidi "scoprirono" il fuoco; ciò avveniva assai prima che comparisse l"'Homo sapiens", cioè l'uomo moderno. Certamente anche prima di allora gli ominidi si erano imbattuti in incendi di boscaglie e foreste appiccati dai fulmini, e probabilmente si erano dati alla fuga. Ma la scoperta delle virtù del fuoco venne solo quando la curiosità divenne più forte della paura. Deve esserci stato un momento in cui un essere primitivo - forse una donna, o più probabilmente un bambino - fu attratto dai residui in lenta combustione di uno di questi incendi e cominciò a divertirsi giocando con le braci, alimentandole con qualche ramoscello e osservando i guizzi delle fiamme. Senza dubbio qualche adulto sarà intervenuto a por fine al gioco pericoloso, finché un giorno qualcuno, dotato di maggior immaginazione, deve aver compreso quali vantaggi si potevano avere domando il fuoco e trasformando un gioco infantile in un'attività utile agli adulti.------Secondo quanto sostenuto nel brano, il fuoco fu scoperto:
Fu forse mezzo milione di anni fa che i nostri antenati ominidi "scoprirono" il fuoco; ciò avveniva assai prima che comparisse l"'Homo sapiens", cioè l'uomo moderno. Certamente anche prima di allora gli ominidi si erano imbattuti in incendi di boscaglie e foreste appiccati dai fulmini, e probabilmente si erano dati alla fuga. Ma la scoperta delle virtù del fuoco venne solo quando la curiosità divenne più forte della paura. Deve esserci stato un momento in cui un essere primitivo - forse una donna, o più probabilmente un bambino - fu attratto dai residui in lenta combustione di uno di questi incendi e cominciò a divertirsi giocando con le braci, alimentandole con qualche ramoscello e osservando i guizzi delle fiamme. Senza dubbio qualche adulto sarà intervenuto a por fine al gioco pericoloso, finché un giorno qualcuno, dotato di maggior immaginazione, deve aver compreso quali vantaggi si potevano avere domando il fuoco e trasformando un gioco infantile in un'attività utile agli adulti.------Il maneggiare il fuoco può essere definito un gioco:
Fu forse mezzo milione di anni fa che i nostri antenati ominidi "scoprirono" il fuoco; ciò avveniva assai prima che comparisse l"'Homo sapiens", cioè l'uomo moderno. Certamente anche prima di allora gli ominidi si erano imbattuti in incendi di boscaglie e foreste appiccati dai fulmini, e probabilmente si erano dati alla fuga. Ma la scoperta delle virtù del fuoco venne solo quando la curiosità divenne più forte della paura. Deve esserci stato un momento in cui un essere primitivo - forse una donna, o più probabilmente un bambino - fu attratto dai residui in lenta combustione di uno di questi incendi e cominciò a divertirsi giocando con le braci, alimentandole con qualche ramoscello e osservando i guizzi delle fiamme. Senza dubbio qualche adulto sarà intervenuto a por fine al gioco pericoloso, finché un giorno qualcuno, dotato di maggior immaginazione, deve aver compreso quali vantaggi si potevano avere domando il fuoco e trasformando un gioco infantile in un'attività utile agli adulti.------Prima della scoperta del fuoco, gli ominidi si erano imbattuti in incendi appiccati da:
Gli Accordi di Basilea sono linee guida in materia di requisiti patrimoniali delle banche, redatte dal Comitato di Basilea, costituito dagli enti regolatori del G10 più il Lussemburgo, allo scopo di perseguire la stabilità monetaria e finanziaria. Gli accordi (assieme alle linee guida, agli standard e alle raccomandazioni) sono una particolare forma operativa, in quanto i Paesi che vi aderiscono ne sono implicitamente vincolati e quelli che non aderiscono si adeguano a quello che, di fatto, diventa uno standard regolamentare.
Godfrey Harold Hardy (1877-1947), specialista in teoria dei numeri, è autore di "Apologia di un matematico". Così è descritto il libro: "Un grande matematico del nostro secolo scrive una dichiarazione d'amore per la disciplina a cui ha dedicato la vita. Libro di culto per tutti i matematici, l'Apologia è intessuta di humour, logica e malinconia: anche quando l'autore sembra conversare di cricket o di scacchi, della giovinezza o della vecchiaia, o quando 'racconta' un teorema, il lettore viene sempre reso magicamente partecipe dell'intimo piacere che solo la creazione può dare".
Hong Kong, Singapore, Taiwan, Cina, Malaysia, Thailandia, Indonesia, Filippine, India, tutto il Centro e il Sudamerica, Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica, Paesi europei dell'ex blocco comunista (Russia, Ungheria, Repubblica Ceca, Siovacchia e così via). A esclusione dei primi tre - che comunque sono tradizionalmente inclusi nell'area degli emergenti perché molto dipendenti dalle economie vicine e per l'alta volatilità dei loro mercati azionari - sono questi i Paesi emergenti, caratterizzati da un reddito pro capite inferiore alla media (secondo i dati della World Bank) e da un tasso di crescita dell'economia sensibilmente più elevato di quello dei Paesi già sviluppati: negli anni '90 il Pii dei Paesi asiatici è cresciuto al ritmo del 10% annuo, e la previsione della World Bank è che nel XXI secolo il tasso di sviluppo sia vicino al 7,5%, cioè tre volte la crescita stimata dei Paesi occidentali. Lo sviluppo in America Latina e nell'Est europeo, sebbene di molto inferiore a quello dei Paesi asiatici, dovrebbe essere doppio rispetto a quello dei Paesi occidentali. Gli investitori spaventati dalle borse emergenti dovrebbero ricordare che alla fine dell'Ottocento gli stessi Stati Uniti erano considerati dai ricchi europei un grande Paese emergente. Investirvi era un'avventura ai limiti dell'azzardo: frodi e fallimenti (inclusi quelli di alcuni enti pubblici come lo Stato del Mississippi) erano all'ordine del giorno. Ciononostante gli Stati Uniti sono emersi come la più forte economia mondiale e Wall Street si è rivelato il maggior investimento del XX secolo. Allo stesso modo, alla fine degli anni '60 il Giappone era un mercato emergente (o riemergente dalla sconfitta della seconda guerra mondiale); grazie alla determinazione e alla imprenditorialità dei suoi abitanti, ha prodotto un miracolo economico che lo ha proiettato rapidamente nel club delle grandi potenze. Un investimento di 10.000 dollari nella borsa giapponese nel 1962 si sarebbe trasformato in un capitale di 1,5 milioni di dollari alla fine del 1997, nonostante la pessima performance del Kabuto-cho (la borsa di Tokyo) negli anni '90.-------Quale tra le seguenti affermazioni è ricavabile dal testo?
Hong Kong, Singapore, Taiwan, Cina, Malaysia, Thailandia, Indonesia, Filippine, India, tutto il Centro e il Sudamerica, Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica, Paesi europei dell'ex blocco comunista (Russia, Ungheria, Repubblica Ceca, Siovacchia e così via). A esclusione dei primi tre - che comunque sono tradizionalmente inclusi nell'area degli emergenti perché molto dipendenti dalle economie vicine e per l'alta volatilità dei loro mercati azionari - sono questi i Paesi emergenti, caratterizzati da un reddito pro capite inferiore alla media (secondo i dati della World Bank) e da un tasso di crescita dell'economia sensibilmente più elevato di quello dei Paesi già sviluppati: negli anni '90 il Pii dei Paesi asiatici è cresciuto al ritmo del 10% annuo, e la previsione della World Bank è che nel XXI secolo il tasso di sviluppo sia vicino al 7,5%, cioè tre volte la crescita stimata dei Paesi occidentali. Lo sviluppo in America Latina e nell'Est europeo, sebbene di molto inferiore a quello dei Paesi asiatici, dovrebbe essere doppio rispetto a quello dei Paesi occidentali. Gli investitori spaventati dalle borse emergenti dovrebbero ricordare che alla fine dell'Ottocento gli stessi Stati Uniti erano considerati dai ricchi europei un grande Paese emergente. Investirvi era un'avventura ai limiti dell'azzardo: frodi e fallimenti (inclusi quelli di alcuni enti pubblici come lo Stato del Mississippi) erano all'ordine del giorno. Ciononostante gli Stati Uniti sono emersi come la più forte economia mondiale e Wall Street si è rivelato il maggior investimento del XX secolo. Allo stesso modo, alla fine degli anni '60 il Giappone era un mercato emergente (o riemergente dalla sconfitta della seconda guerra mondiale); grazie alla determinazione e alla imprenditorialità dei suoi abitanti, ha prodotto un miracolo economico che lo ha proiettato rapidamente nel club delle grandi potenze. Un investimento di 10.000 dollari nella borsa giapponese nel 1962 si sarebbe trasformato in un capitale di 1,5 milioni di dollari alla fine del 1997, nonostante la pessima performance del Kabuto-cho (la borsa di Tokyo) negli anni '90.-------Quale tra le seguenti affermazioni è FALSA, relativamente al brano?
Hong Kong, Singapore, Taiwan, Cina, Malaysia, Thailandia, Indonesia, Filippine, India, tutto il Centro e il Sudamerica, Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica, Paesi europei dell'ex blocco comunista (Russia, Ungheria, Repubblica Ceca, Siovacchia e così via). A esclusione dei primi tre - che comunque sono tradizionalmente inclusi nell'area degli emergenti perché molto dipendenti dalle economie vicine e per l'alta volatilità dei loro mercati azionari - sono questi i Paesi emergenti, caratterizzati da un reddito pro capite inferiore alla media (secondo i dati della World Bank) e da un tasso di crescita dell'economia sensibilmente più elevato di quello dei Paesi già sviluppati: negli anni '90 il Pii dei Paesi asiatici è cresciuto al ritmo del 10% annuo, e la previsione della World Bank è che nel XXI secolo il tasso di sviluppo sia vicino al 7,5%, cioè tre volte la crescita stimata dei Paesi occidentali. Lo sviluppo in America Latina e nell'Est europeo, sebbene di molto inferiore a quello dei Paesi asiatici, dovrebbe essere doppio rispetto a quello dei Paesi occidentali. Gli investitori spaventati dalle borse emergenti dovrebbero ricordare che alla fine dell'Ottocento gli stessi Stati Uniti erano considerati dai ricchi europei un grande Paese emergente. Investirvi era un'avventura ai limiti dell'azzardo: frodi e fallimenti (inclusi quelli di alcuni enti pubblici come lo Stato del Mississippi) erano all'ordine del giorno. Ciononostante gli Stati Uniti sono emersi come la più forte economia mondiale e Wall Street si è rivelato il maggior investimento del XX secolo. Allo stesso modo, alla fine degli anni '60 il Giappone era un mercato emergente (o riemergente dalla sconfitta della seconda guerra mondiale); grazie alla determinazione e alla imprenditorialità dei suoi abitanti, ha prodotto un miracolo economico che lo ha proiettato rapidamente nel club delle grandi potenze. Un investimento di 10.000 dollari nella borsa giapponese nel 1962 si sarebbe trasformato in un capitale di 1,5 milioni di dollari alla fine del 1997, nonostante la pessima performance del Kabuto-cho (la borsa di Tokyo) negli anni '90.-------Quale di queste affermazioni è esatta, relativamente al brano?
I bambini che frequentano le elementari non si chiedono "perché?". La loro morale si basa soprattutto sull'obbedienza alla volontà dei genitori. I ragazzini che frequentano le medie sono più interessati ai rapporti con i coetanei che con gli insegnanti. La loro identità si costituisce prevalentemente sull'appartenenza al gruppo di cui condividono le regole e i modelli di comportamento. L'io sociale, a quel livello d'età, prevale sull'io individuale. Essere approvati dal gruppo, sentirsi in sintonia con i suoi ideali, condividere le sue regole, costituisce una risorsa fondamentale per l'accettazione e la valorizzazione di sé. Nella scuola media inferiore, poi, il gruppo-classe svolge una funzione importante nel fluidificare i rapporti tra insegnanti e alunni, temperando la contrapposizione frontale tra le parti. Nelle scuole superiori invece i ragazzi, ormai entrati nella piena adolescenza, si confrontano con motivazioni autonome rispetto all'attesa degli adulti. La domanda "perché mai dovrei stare seduto per mezza giornata nel banco?" diventa molto più perentoria. Spesso non scorgono alcun nesso tra il sapere e il saper fare e tutto risulta inutile e tedioso. Tanto più che le aspettative della scuola tendono a rimanere le stesse, come se il procedere dell'età non richiedesse un diverso "contratto scolastico". È vero che la scuola non può limitarsi all'insegnamento, alla trasmissione di procedure e contenuti di sapere, ma deve anche saper educare. Tuttavia l'educazione è molto difficile in una società che non ha più valori incontestabili da proporre, granitiche certezze da trasmettere, concezioni della vita condivise da tutti. La riforma prevede di organizzare l'educazione intorno alla formazione del cittadino, dei diritti e doveri che ne conseguono, ma si tratta sinora più di un progetto che di una realtà.-----Secondo quanto riportato nel brano, la scuola tende:
I bambini che frequentano le elementari non si chiedono "perché?". La loro morale si basa soprattutto sull'obbedienza alla volontà dei genitori. I ragazzini che frequentano le medie sono più interessati ai rapporti con i coetanei che con gli insegnanti. La loro identità si costituisce prevalentemente sull'appartenenza al gruppo di cui condividono le regole e i modelli di comportamento. L'io sociale, a quel livello d'età, prevale sull'io individuale. Essere approvati dal gruppo, sentirsi in sintonia con i suoi ideali, condividere le sue regole, costituisce una risorsa fondamentale per l'accettazione e la valorizzazione di sé. Nella scuola media inferiore, poi, il gruppo-classe svolge una funzione importante nel fluidificare i rapporti tra insegnanti e alunni, temperando la contrapposizione frontale tra le parti. Nelle scuole superiori invece i ragazzi, ormai entrati nella piena adolescenza, si confrontano con motivazioni autonome rispetto all'attesa degli adulti. La domanda "perché mai dovrei stare seduto per mezza giornata nel banco?" diventa molto più perentoria. Spesso non scorgono alcun nesso tra il sapere e il saper fare e tutto risulta inutile e tedioso. Tanto più che le aspettative della scuola tendono a rimanere le stesse, come se il procedere dell'età non richiedesse un diverso "contratto scolastico". È vero che la scuola non può limitarsi all'insegnamento, alla trasmissione di procedure e contenuti di sapere, ma deve anche saper educare. Tuttavia l'educazione è molto difficile in una società che non ha più valori incontestabili da proporre, granitiche certezze da trasmettere, concezioni della vita condivise da tutti. La riforma prevede di organizzare l'educazione intorno alla formazione del cittadino, dei diritti e doveri che ne conseguono, ma si tratta sinora più di un progetto che di una realtà.-----Che cosa pensa l'autore a proposito della riforma che orienta l'educazione sulla formazione del cittadino e sui diritti e doveri che ne conseguono?
I bambini che frequentano le elementari non si chiedono "perché?". La loro morale si basa soprattutto sull'obbedienza alla volontà dei genitori. I ragazzini che frequentano le medie sono più interessati ai rapporti con i coetanei che con gli insegnanti. La loro identità si costituisce prevalentemente sull'appartenenza al gruppo di cui condividono le regole e i modelli di comportamento. L'io sociale, a quel livello d'età, prevale sull'io individuale. Essere approvati dal gruppo, sentirsi in sintonia con i suoi ideali, condividere le sue regole, costituisce una risorsa fondamentale per l'accettazione e la valorizzazione di sé. Nella scuola media inferiore, poi, il gruppo-classe svolge una funzione importante nel fluidificare i rapporti tra insegnanti e alunni, temperando la contrapposizione frontale tra le parti. Nelle scuole superiori invece i ragazzi, ormai entrati nella piena adolescenza, si confrontano con motivazioni autonome rispetto all'attesa degli adulti. La domanda "perché mai dovrei stare seduto per mezza giornata nel banco?" diventa molto più perentoria. Spesso non scorgono alcun nesso tra il sapere e il saper fare e tutto risulta inutile e tedioso. Tanto più che le aspettative della scuola tendono a rimanere le stesse, come se il procedere dell'età non richiedesse un diverso "contratto scolastico". È vero che la scuola non può limitarsi all'insegnamento, alla trasmissione di procedure e contenuti di sapere, ma deve anche saper educare. Tuttavia l'educazione è molto difficile in una società che non ha più valori incontestabili da proporre, granitiche certezze da trasmettere, concezioni della vita condivise da tutti. La riforma prevede di organizzare l'educazione intorno alla formazione del cittadino, dei diritti e doveri che ne conseguono, ma si tratta sinora più di un progetto che di una realtà.-----In base a quanto scritto nel brano, qual è l'origine della demotivazione allo studio che caratterizza i ragazzi delle scuole superiori?
I giardini come luogo cinto e appartato, ma allo stesso tempo aperto alla mente, alle delizie e allo svago all'interno di un orizzonte limitato, sono un'invenzione che l'Italia rinascimentale ha affermato nel mondo. La passione per la botanica è il mezzo con cui ci si riappropria del rapporto con la natura.
I manoscritti medievali sono decorati da splendide illustrazioni: le miniature. La parola deriva da "minio", un colore rosso-arancio ne, che a quei tempi era molto usato sia per i disegni sia per le parole. Siccome nei manoscritti medievali quei dipinti, pur essendo piccoli, erano molto dettagliati e precisi, con il tempo il termine miniatura passò a indicare la rappresentazione in piccolo di persone o di oggetti.
I sociologi tendono a riservare il termine Nazione ad una popolazione che abbia sperimentato per parecchie generazioni una comunanza di territorio, di vita economica, di cultura, di lingua, di vicende storiche, al punto che la maggior parte degli individui ha sviluppato nei suoi confronti un elevato attaccamento affettivo. A causa di tali processi, l'idea e il sentimento di Nazione - di appartenere cioè ad una stessa Nazione - sono possenti fattori di integrazione sociale e di solidarietà.
Il botanico che si accinge allo studio di un determinato ambiente floristico-vegetazionale, prima o poi non può fare a meno di prendere in considerazione, oltre alle piante "superiori", anche quei vegetali "inferiori" che tanta parte esercitano nella vita delle comunità naturali: funghi e batteri. Come è noto, il ruolo svolto da questi organismi negli ecosistemi terrestri è essenzialmente quello di rendere possibile la riutilizzazione, da parte della copertura verde (si pensi a una foresta o a un prato) di quel materiale morto, altrimenti sprecato. In altre parole, essi sono i decompositori della sostanza organica che via via si accumula sul "fondo" dell'ecosistema.
Il commercio con l'estero. Il ruolo del commercio in Olanda è sempre stato molto importante a tal punto da costituire probabilmente la parte centrale ed essenziale del sistema economico del Paese. La sua posizione geografica, centrale all'interno dell'Europa, ha, infatti, inevitabilmente determinato l'assunzione a ruolo di vero e proprio fulcro e centro vitale dei trasporti all'interno del Continente. Ciò, di conseguenza, ha fatto sì che le attività legate al commercio con l'estero, pur in contesti economici di recessione, potessero sempre conservare un costante livello di sviluppo e una certa stabilità. Per queste ragioni, in un panorama economico di rinascita e recupero, il ruolo svolto dal commercio, ed in particolare dalle esportazioni, è stato sostanzialmente determinante. Va ricordato, tuttavia, che il successo dell'Olanda, anche se legato a dinamiche e fenomeni prevalentemente interni, deve essere contestualizzato all'interno del più generale quadro di ripresa economica europea che, infatti, proprio nell'ultimo periodo ha registrato un notevole incremento delle esportazioni. In particolare, riguardo a queste ultime, i dati relativi al commercio di beni prodotti in Olanda hanno evidenziato la presenza di livelli di crescita fra i più alti degli ultimi dieci anni. Tuttavia considerando esclusivamente il caso olandese nei primi mesi del 2006 è stato possibile notare rispetto al 2005 un incremento delle importazioni pari al 20% ed un aumento delle esportazioni pari al 15%. In tal contesto notevole è stato il contributo del settore dei combustibili e dei prodotti informatici che hanno, infatti, rappresentato il 60% delle importazioni e il 50% delle esportazioni. Riguardo al primo, però, non è da sottovalutare il ruolo svolto dall'aumento dei prezzi del petrolio e del gas. Nel mese di gennaio, infatti, i prezzi del petrolio erano superiori del 50% rispetto a quelli registrati lo stesso mese del 2005. Un'ulteriore novità, infine, ha segnato il sistema delle attività commerciali olandesi negli ultimi mesi: il forte sviluppo delle relazioni con i Paesi non europei. Nel settore delle importazioni e in quello delle esportazioni, infatti, il contributo di questi ultimi è cresciuto rispetto al 2005 del 19%, mentre quello dei Paesi europei è aumentato solo del 14%.----------Sulla base dei dati contenuti nel brano, emerge che in Olanda, rispetto al 2005, nei primi mesi del 2006 si è verificato un incremento delle importazioni pari al:
Il commercio con l'estero. Il ruolo del commercio in Olanda è sempre stato molto importante a tal punto da costituire probabilmente la parte centrale ed essenziale del sistema economico del Paese. La sua posizione geografica, centrale all'interno dell'Europa, ha, infatti, inevitabilmente determinato l'assunzione a ruolo di vero e proprio fulcro e centro vitale dei trasporti all'interno del Continente. Ciò, di conseguenza, ha fatto sì che le attività legate al commercio con l'estero, pur in contesti economici di recessione, potessero sempre conservare un costante livello di sviluppo e una certa stabilità. Per queste ragioni, in un panorama economico di rinascita e recupero, il ruolo svolto dal commercio, ed in particolare dalle esportazioni, è stato sostanzialmente determinante. Va ricordato, tuttavia, che il successo dell'Olanda, anche se legato a dinamiche e fenomeni prevalentemente interni, deve essere contestualizzato all'interno del più generale quadro di ripresa economica europea che, infatti, proprio nell'ultimo periodo ha registrato un notevole incremento delle esportazioni. In particolare, riguardo a queste ultime, i dati relativi al commercio di beni prodotti in Olanda hanno evidenziato la presenza di livelli di crescita fra i più alti degli ultimi dieci anni. Tuttavia considerando esclusivamente il caso olandese nei primi mesi del 2006 è stato possibile notare rispetto al 2005 un incremento delle importazioni pari al 20% ed un aumento delle esportazioni pari al 15%. In tal contesto notevole è stato il contributo del settore dei combustibili e dei prodotti informatici che hanno, infatti, rappresentato il 60% delle importazioni e il 50% delle esportazioni. Riguardo al primo, però, non è da sottovalutare il ruolo svolto dall'aumento dei prezzi del petrolio e del gas. Nel mese di gennaio, infatti, i prezzi del petrolio erano superiori del 50% rispetto a quelli registrati lo stesso mese del 2005. Un'ulteriore novità, infine, ha segnato il sistema delle attività commerciali olandesi negli ultimi mesi: il forte sviluppo delle relazioni con i Paesi non europei. Nel settore delle importazioni e in quello delle esportazioni, infatti, il contributo di questi ultimi è cresciuto rispetto al 2005 del 19%, mentre quello dei Paesi europei è aumentato solo del 14%.----------Quale delle seguenti affermazioni relative al commercio dell'Olanda NON è contenuta nel brano?
Il nostro principale punto di riunione era la casa del barone d'Holbach. Il detto barone era figlio di un nuovo arricchito che godeva di una fortuna abbastanza grande, della quale si serviva in maniera nobile, ricevendo letterati a casa sua e tenendo bene il suo posto in mezzo a loro con il suo sapere e le sue conoscenze: già da molto tempo in rapporti con Diderot, mi aveva cercato, tramite suo, anche prima che il mio nome fosse conosciuto. Una naturale ripugnanza mi impedì per molto tempo di rispondere ai suoi approcci. Un giorno mi chiese perché lo sfuggivo, gli risposi: "Siete troppo ricco". Si ostinò, e infine vinse. La mia più grande disgrazia è stato sempre di non sapere resistere alle carezze: non mi sono mai trovato bene ad avervi ceduto.
Il passaggio dalla cultura orale a quella scritta ha avuto conseguenze di grande portata. Ha dato maggiore importanza all'occhio e minore all'orecchio. Ha rafforzato la sfera privata, l'introspezione, il distacco. Ha fatto nascere l'individualismo. Ha favorito lo sviluppo del pensiero logico-empirico e della scienza. Ha provocato un mutamento nell'atteggiamento verso il passato, facendo emergere la distinzione fra mito e storia. Ha favorito, almeno nella Grecia antica, lo sviluppo della democrazia politica, facendo sì che la maggioranza dei cittadini fosse in grado di leggere le leggi e di prendere parte alla loro approvazione. Ha reso possibile lo sviluppo della burocrazia moderna, che è basata non solo su regole scritte e sull'esistenza di archivi, ma anche su metodi di reclutamento spersonalizzati. Il passaggio dalla cultura orale a quella scritta è stato accompagnato dalla nascita e dallo sviluppo della scuola. Fino a quando il patrimonio culturale è stato trasmesso esclusivamente con rapporti faccia a faccia e con conversazioni, la socializzazione è avvenuta all'interno della famiglia e del gruppo dei pari. I genitori o altri adulti insegnavano ai bambini a memorizzare storie, canti, ballate. Quando invece si è cominciato a servirsi della scrittura come mezzo di comunicazione, una parte crescente dell'educazione ha avuto luogo nella scuola. Fu infatti nel V secolo a. C., dopo la creazione del primo sistema di scrittura alfabetica, che in Grecia nacque la scuola elementare, dove si insegnava a leggere, a scrivere e a fare di conto e che i bambini iniziavano a frequentare a sette anni. Imitando il maestro, essi imparavano a scrivere le lettere sulla sabbia, su tavolette di cera e poi sul papiro. Questo modello fu ripreso da Roma dove le scuole elementari ebbero un forte sviluppo nel Il e nel I secolo a.C. Pur avvicinando alla nuova forma di comunicazione scritta tutti o quasi tutti, la scuola ha creato gradi di alfabetizzazione diversi, quindi nuove disuguaglianze e divisioni. Come ha scritto l'antropologa americana Margaret Mead, "l'educazione primitiva era un processo che manteneva una continuità tra genitori e figli. [ ...] L'educazione moderna sottolinea invece il ruolo della funzione educativa nel creare discontinuità: nel rendere alfabeta il figlio dell'analfabeta". ------Secondo quanto indicato nel brano, è possibile affermare che:
Il passaggio dalla cultura orale a quella scritta ha avuto conseguenze di grande portata. Ha dato maggiore importanza all'occhio e minore all'orecchio. Ha rafforzato la sfera privata, l'introspezione, il distacco. Ha fatto nascere l'individualismo. Ha favorito lo sviluppo del pensiero logico-empirico e della scienza. Ha provocato un mutamento nell'atteggiamento verso il passato, facendo emergere la distinzione fra mito e storia. Ha favorito, almeno nella Grecia antica, lo sviluppo della democrazia politica, facendo sì che la maggioranza dei cittadini fosse in grado di leggere le leggi e di prendere parte alla loro approvazione. Ha reso possibile lo sviluppo della burocrazia moderna, che è basata non solo su regole scritte e sull'esistenza di archivi, ma anche su metodi di reclutamento spersonalizzati. Il passaggio dalla cultura orale a quella scritta è stato accompagnato dalla nascita e dallo sviluppo della scuola. Fino a quando il patrimonio culturale è stato trasmesso esclusivamente con rapporti faccia a faccia e con conversazioni, la socializzazione è avvenuta all'interno della famiglia e del gruppo dei pari. I genitori o altri adulti insegnavano ai bambini a memorizzare storie, canti, ballate. Quando invece si è cominciato a servirsi della scrittura come mezzo di comunicazione, una parte crescente dell'educazione ha avuto luogo nella scuola. Fu infatti nel V secolo a. C., dopo la creazione del primo sistema di scrittura alfabetica, che in Grecia nacque la scuola elementare, dove si insegnava a leggere, a scrivere e a fare di conto e che i bambini iniziavano a frequentare a sette anni. Imitando il maestro, essi imparavano a scrivere le lettere sulla sabbia, su tavolette di cera e poi sul papiro. Questo modello fu ripreso da Roma dove le scuole elementari ebbero un forte sviluppo nel Il e nel I secolo a.C. Pur avvicinando alla nuova forma di comunicazione scritta tutti o quasi tutti, la scuola ha creato gradi di alfabetizzazione diversi, quindi nuove disuguaglianze e divisioni. Come ha scritto l'antropologa americana Margaret Mead, "l'educazione primitiva era un processo che manteneva una continuità tra genitori e figli. [ ...] L'educazione moderna sottolinea invece il ruolo della funzione educativa nel creare discontinuità: nel rendere alfabeta il figlio dell'analfabeta". ------Nel brano si afferma che:
Il passaggio dalla cultura orale a quella scritta ha avuto conseguenze di grande portata. Ha dato maggiore importanza all'occhio e minore all'orecchio. Ha rafforzato la sfera privata, l'introspezione, il distacco. Ha fatto nascere l'individualismo. Ha favorito lo sviluppo del pensiero logico-empirico e della scienza. Ha provocato un mutamento nell'atteggiamento verso il passato, facendo emergere la distinzione fra mito e storia. Ha favorito, almeno nella Grecia antica, lo sviluppo della democrazia politica, facendo sì che la maggioranza dei cittadini fosse in grado di leggere le leggi e di prendere parte alla loro approvazione. Ha reso possibile lo sviluppo della burocrazia moderna, che è basata non solo su regole scritte e sull'esistenza di archivi, ma anche su metodi di reclutamento spersonalizzati. Il passaggio dalla cultura orale a quella scritta è stato accompagnato dalla nascita e dallo sviluppo della scuola. Fino a quando il patrimonio culturale è stato trasmesso esclusivamente con rapporti faccia a faccia e con conversazioni, la socializzazione è avvenuta all'interno della famiglia e del gruppo dei pari. I genitori o altri adulti insegnavano ai bambini a memorizzare storie, canti, ballate. Quando invece si è cominciato a servirsi della scrittura come mezzo di comunicazione, una parte crescente dell'educazione ha avuto luogo nella scuola. Fu infatti nel V secolo a. C., dopo la creazione del primo sistema di scrittura alfabetica, che in Grecia nacque la scuola elementare, dove si insegnava a leggere, a scrivere e a fare di conto e che i bambini iniziavano a frequentare a sette anni. Imitando il maestro, essi imparavano a scrivere le lettere sulla sabbia, su tavolette di cera e poi sul papiro. Questo modello fu ripreso da Roma dove le scuole elementari ebbero un forte sviluppo nel Il e nel I secolo a.C. Pur avvicinando alla nuova forma di comunicazione scritta tutti o quasi tutti, la scuola ha creato gradi di alfabetizzazione diversi, quindi nuove disuguaglianze e divisioni. Come ha scritto l'antropologa americana Margaret Mead, "l'educazione primitiva era un processo che manteneva una continuità tra genitori e figli. [ ...] L'educazione moderna sottolinea invece il ruolo della funzione educativa nel creare discontinuità: nel rendere alfabeta il figlio dell'analfabeta". ------Secondo l'antropologa americana Margaret Mead, l'educazione moderna:
Il più celebre dipinto del XX secolo nasce come illustrazione di un fatto storico: il bombardamento nell'aprile del 1937 della piccola città di Guernica da parte di aerei tedeschi alle dipendenze dei franchisti durante la guerra civile spagnola. Picasso prende spunto da questo episodio, certo drammatico, ma in fondo marginale, per dipingere una tela di vaste dimensioni e farne il manifesto di denuncia contro gli orrori di tutte le guerre, come aveva fatto centotrenta anni prima Goya. Per ottenere questo scopo Picasso non dipinge di getto, ma studia approfonditamente la composizione, analizzando ogni singolo dettaglio in una lunga serie di disegni preliminari, di studi, di prove e di ripensamenti. Le scelte formali sono radicali: il dipinto è praticamente monocromo, come i film e i documentari del tempo, per eliminare ogni possibile seduzione del colore e rendere asciutto e diretto il messaggio mentre, dal punto di vista stilistico, Picasso sceglie il secco e sintetico cubismo. Nel dipinto si mescolano con grande efficacia notazioni quasi di cronaca (lo strazio provocato dalle bombe) con simboli ripresi dal repertorio tradizionale: un uomo caduto stringe una spada mozzata come un antico greco, il cavallo ferito che nitrisce e ricorda modelli dell'arte antica e rinascimentale, l'enigmatico toro appartiene da secoli al folclore spagnolo. Tutta la scena è illuminata da una lampadina che penzola in alto, allusiva del desiderio di "far luce" su quanto è avvenuto, non lasciare che cada l'ombra dell'oblio. Picasso riesce a essere al tempo stesso realistico e allusivo: non a caso, l'artista volle che la grande tela venisse esposta nel 1951 nel Palazzo Reale di Milano, squarciato dalle bombe durante la seconda guerra mondiale.----In base a quanto si legge nel brano, è possibile affermare che in "Guernica":
Il più celebre dipinto del XX secolo nasce come illustrazione di un fatto storico: il bombardamento nell'aprile del 1937 della piccola città di Guernica da parte di aerei tedeschi alle dipendenze dei franchisti durante la guerra civile spagnola. Picasso prende spunto da questo episodio, certo drammatico, ma in fondo marginale, per dipingere una tela di vaste dimensioni e farne il manifesto di denuncia contro gli orrori di tutte le guerre, come aveva fatto centotrenta anni prima Goya. Per ottenere questo scopo Picasso non dipinge di getto, ma studia approfonditamente la composizione, analizzando ogni singolo dettaglio in una lunga serie di disegni preliminari, di studi, di prove e di ripensamenti. Le scelte formali sono radicali: il dipinto è praticamente monocromo, come i film e i documentari del tempo, per eliminare ogni possibile seduzione del colore e rendere asciutto e diretto il messaggio mentre, dal punto di vista stilistico, Picasso sceglie il secco e sintetico cubismo. Nel dipinto si mescolano con grande efficacia notazioni quasi di cronaca (lo strazio provocato dalle bombe) con simboli ripresi dal repertorio tradizionale: un uomo caduto stringe una spada mozzata come un antico greco, il cavallo ferito che nitrisce e ricorda modelli dell'arte antica e rinascimentale, l'enigmatico toro appartiene da secoli al folclore spagnolo. Tutta la scena è illuminata da una lampadina che penzola in alto, allusiva del desiderio di "far luce" su quanto è avvenuto, non lasciare che cada l'ombra dell'oblio. Picasso riesce a essere al tempo stesso realistico e allusivo: non a caso, l'artista volle che la grande tela venisse esposta nel 1951 nel Palazzo Reale di Milano, squarciato dalle bombe durante la seconda guerra mondiale.----In base a quanto si legge nel brano, in "Guernica" la scelta della monocromia è stata dettata a Picasso dall'intento di:
Il più celebre dipinto del XX secolo nasce come illustrazione di un fatto storico: il bombardamento nell'aprile del 1937 della piccola città di Guernica da parte di aerei tedeschi alle dipendenze dei franchisti durante la guerra civile spagnola. Picasso prende spunto da questo episodio, certo drammatico, ma in fondo marginale, per dipingere una tela di vaste dimensioni e farne il manifesto di denuncia contro gli orrori di tutte le guerre, come aveva fatto centotrenta anni prima Goya. Per ottenere questo scopo Picasso non dipinge di getto, ma studia approfonditamente la composizione, analizzando ogni singolo dettaglio in una lunga serie di disegni preliminari, di studi, di prove e di ripensamenti. Le scelte formali sono radicali: il dipinto è praticamente monocromo, come i film e i documentari del tempo, per eliminare ogni possibile seduzione del colore e rendere asciutto e diretto il messaggio mentre, dal punto di vista stilistico, Picasso sceglie il secco e sintetico cubismo. Nel dipinto si mescolano con grande efficacia notazioni quasi di cronaca (lo strazio provocato dalle bombe) con simboli ripresi dal repertorio tradizionale: un uomo caduto stringe una spada mozzata come un antico greco, il cavallo ferito che nitrisce e ricorda modelli dell'arte antica e rinascimentale, l'enigmatico toro appartiene da secoli al folclore spagnolo. Tutta la scena è illuminata da una lampadina che penzola in alto, allusiva del desiderio di "far luce" su quanto è avvenuto, non lasciare che cada l'ombra dell'oblio. Picasso riesce a essere al tempo stesso realistico e allusivo: non a caso, l'artista volle che la grande tela venisse esposta nel 1951 nel Palazzo Reale di Milano, squarciato dalle bombe durante la seconda guerra mondiale.----In base a quanto si legge nel brano, l'autore accosta l'opera di Picasso a quella di Francisco Goya perché in entrambe le opere:
Il primo impiego distruttivo dell'energia chimica (a parte la tecnica assai semplice delle frecce incendiarie) sembra essersi verificato all'incirca nel 670 dopo Cristo, quando un alchimista siriaco, Callinico, avrebbe inventato il "fuoco greco", una rudimentale bomba incendiaria composta di zolfo e nafta; si dice che fu essa a salvare Costantinopoli dal primo assedio dei musulmani, nel 673. La polvere da sparo fece la sua comparsa in Europa nel tredicesimo secolo: Ruggero Bacone la descrisse verso il 1280, ma in Asia era già nota da secoli; forse erano stati proprio gli invasori mongoli a introdurla in Europa, dopo il 1240. Comunque, Il uso della polvere da sparo per Il artiglieria iniziò in Europa nel quattordicesimo secolo, e si pensa che i cannoni abbiano fatto la loro comparsa per la prima volta alla battaglia di Crécy, nel 1346.------Che cos'è il "fuoco greco"?
Il primo impiego distruttivo dell'energia chimica (a parte la tecnica assai semplice delle frecce incendiarie) sembra essersi verificato all'incirca nel 670 dopo Cristo, quando un alchimista siriaco, Callinico, avrebbe inventato il "fuoco greco", una rudimentale bomba incendiaria composta di zolfo e nafta; si dice che fu essa a salvare Costantinopoli dal primo assedio dei musulmani, nel 673. La polvere da sparo fece la sua comparsa in Europa nel tredicesimo secolo: Ruggero Bacone la descrisse verso il 1280, ma in Asia era già nota da secoli; forse erano stati proprio gli invasori mongoli a introdurla in Europa, dopo il 1240. Comunque, Il uso della polvere da sparo per Il artiglieria iniziò in Europa nel quattordicesimo secolo, e si pensa che i cannoni abbiano fatto la loro comparsa per la prima volta alla battaglia di Crécy, nel 1346.------Secondo l'autore del brano, in quale periodo e in quale luogo la polvere da sparo fu introdotta in artiglieria?
Il primo impiego distruttivo dell'energia chimica (a parte la tecnica assai semplice delle frecce incendiarie) sembra essersi verificato all'incirca nel 670 dopo Cristo, quando un alchimista siriaco, Callinico, avrebbe inventato il "fuoco greco", una rudimentale bomba incendiaria composta di zolfo e nafta; si dice che fu essa a salvare Costantinopoli dal primo assedio dei musulmani, nel 673. La polvere da sparo fece la sua comparsa in Europa nel tredicesimo secolo: Ruggero Bacone la descrisse verso il 1280, ma in Asia era già nota da secoli; forse erano stati proprio gli invasori mongoli a introdurla in Europa, dopo il 1240. Comunque, Il uso della polvere da sparo per Il artiglieria iniziò in Europa nel quattordicesimo secolo, e si pensa che i cannoni abbiano fatto la loro comparsa per la prima volta alla battaglia di Crécy, nel 1346.------Quando si verificò il primo impiego distruttivo dell'energia chimica?
Il reddito di una nazione è la somma dei redditi di tutti gli abitanti di quel Paese. Un Paese dove la maggior parte della gente è povera sarà dunque un Paese povero o un Paese a basso reddito. Ciò è vero anche se nel Paese vi sono alcune persone che sono ricche o anche molto ricche.
Il Senato degli Stati Uniti ha detto no a ulteriori trivellazioni nei santuari naturali dell' Alaska, al di là del Circolo polare artico.
Il tema dell'equità e dell'efficienza è tornato in questi anni a occupare l'attenzione degli economisti. Era dagli anni Cinquanta, quando il dibattito fu introdotto nel contesto di una precisa rassegna critica delle diverse dottrine economiche da Kaldor e successivamente in un contesto empirico da Kutznets, che non si assisteva a una simile mole di lavori teorici ed empirici. Scopo di questo saggio è di riesaminare criticamente questi nuovi lavori, cercando di evidenziarne i limiti e gli elementi in comune, per poi proporre una teoria più generale che permetta di inquadrare con precisione la problematica tra equità ed efficienza. Il legame tra equità (intesa come redistribuzione volta a ridurre le disuguaglianze di reddito o ricchezza) ed efficienza (intesa come massima produzione ottenibile date le risorse a disposizione) è un tema di grande rilevanza nella teoria economica che viene oggi ad assumere un ancor più forte significato. Il capitalismo e l'economia di mercato hanno forse vinto la sfida storica nei confronti dell'economia pianificata e del socialismo reale, ma ciò non significa affatto l'azzeramento del problema equità-efficienza. AI contrario, questo diventa il tema cruciale di tutte le moderne società industriali. Infatti, la domanda vera posta da molte parti è: quale capitalismo? AI di là delle varie formule, modelli, radici storiche, si tratta ancora una volta di combinare e coniugare la difficile equazione efficienza economica / giustizia sociale. Questo è ovviamente il tema portante che deve essere fronteggiato nelle politiche di privatizzazione e di rifondazione dei sistemi di welfare state introdotti nei vari Paesi industriali. Va infatti subito rilevato che l'approccio tradizionale pone l'obiettivo dell'equità in netta contrapposizione con quello dell'efficienza. Scopo di questo saggio è invece quello di investigare le condizioni storico-istituzionali interagenti con quelle tecnologiche, nelle quali si determina invece una relazione sinergica che attraverso una più equa distribuzione del reddito determina migliori condizioni di sviluppo.----Quale tra i seguenti titoli meglio sintetizza il contenuto del brano?
Il tema dell'equità e dell'efficienza è tornato in questi anni a occupare l'attenzione degli economisti. Era dagli anni Cinquanta, quando il dibattito fu introdotto nel contesto di una precisa rassegna critica delle diverse dottrine economiche da Kaldor e successivamente in un contesto empirico da Kutznets, che non si assisteva a una simile mole di lavori teorici ed empirici. Scopo di questo saggio è di riesaminare criticamente questi nuovi lavori, cercando di evidenziarne i limiti e gli elementi in comune, per poi proporre una teoria più generale che permetta di inquadrare con precisione la problematica tra equità ed efficienza. Il legame tra equità (intesa come redistribuzione volta a ridurre le disuguaglianze di reddito o ricchezza) ed efficienza (intesa come massima produzione ottenibile date le risorse a disposizione) è un tema di grande rilevanza nella teoria economica che viene oggi ad assumere un ancor più forte significato. Il capitalismo e l'economia di mercato hanno forse vinto la sfida storica nei confronti dell'economia pianificata e del socialismo reale, ma ciò non significa affatto l'azzeramento del problema equità-efficienza. AI contrario, questo diventa il tema cruciale di tutte le moderne società industriali. Infatti, la domanda vera posta da molte parti è: quale capitalismo? AI di là delle varie formule, modelli, radici storiche, si tratta ancora una volta di combinare e coniugare la difficile equazione efficienza economica / giustizia sociale. Questo è ovviamente il tema portante che deve essere fronteggiato nelle politiche di privatizzazione e di rifondazione dei sistemi di welfare state introdotti nei vari Paesi industriali. Va infatti subito rilevato che l'approccio tradizionale pone l'obiettivo dell'equità in netta contrapposizione con quello dell'efficienza. Scopo di questo saggio è invece quello di investigare le condizioni storico-istituzionali interagenti con quelle tecnologiche, nelle quali si determina invece una relazione sinergica che attraverso una più equa distribuzione del reddito determina migliori condizioni di sviluppo.----Secondo quanto riportato nel brano, qual è il sistema economico, entro cui si pone la sfida teorica sul tema equità/efficienza?
Il tema dell'equità e dell'efficienza è tornato in questi anni a occupare l'attenzione degli economisti. Era dagli anni Cinquanta, quando il dibattito fu introdotto nel contesto di una precisa rassegna critica delle diverse dottrine economiche da Kaldor e successivamente in un contesto empirico da Kutznets, che non si assisteva a una simile mole di lavori teorici ed empirici. Scopo di questo saggio è di riesaminare criticamente questi nuovi lavori, cercando di evidenziarne i limiti e gli elementi in comune, per poi proporre una teoria più generale che permetta di inquadrare con precisione la problematica tra equità ed efficienza. Il legame tra equità (intesa come redistribuzione volta a ridurre le disuguaglianze di reddito o ricchezza) ed efficienza (intesa come massima produzione ottenibile date le risorse a disposizione) è un tema di grande rilevanza nella teoria economica che viene oggi ad assumere un ancor più forte significato. Il capitalismo e l'economia di mercato hanno forse vinto la sfida storica nei confronti dell'economia pianificata e del socialismo reale, ma ciò non significa affatto l'azzeramento del problema equità-efficienza. AI contrario, questo diventa il tema cruciale di tutte le moderne società industriali. Infatti, la domanda vera posta da molte parti è: quale capitalismo? AI di là delle varie formule, modelli, radici storiche, si tratta ancora una volta di combinare e coniugare la difficile equazione efficienza economica / giustizia sociale. Questo è ovviamente il tema portante che deve essere fronteggiato nelle politiche di privatizzazione e di rifondazione dei sistemi di welfare state introdotti nei vari Paesi industriali. Va infatti subito rilevato che l'approccio tradizionale pone l'obiettivo dell'equità in netta contrapposizione con quello dell'efficienza. Scopo di questo saggio è invece quello di investigare le condizioni storico-istituzionali interagenti con quelle tecnologiche, nelle quali si determina invece una relazione sinergica che attraverso una più equa distribuzione del reddito determina migliori condizioni di sviluppo.----In base a quanto suggerito dall'autore del brano, quale dovrebbe essere la preoccupazione principale nelle politiche di privatizzazione e di rifondazione dei sistemi di welfare state?
Il tempo è indissolubilmente legato al linguaggio, all'apparato sensoriale e alla comunità umana. Il tempo nasce quando la coscienza incontra il mondo in una vita normale. Senza contraddire nessuno, vorrei mettere in discussione Newton, il quale riteneva che il tempo scorre nell'universo indipendentemente dall'uomo, e Kant, che riteneva il tempo innato nella coscienza. lo credo che il tempo sia una possibilità intrinseca a tutti gli uomini di tutte le epoche, ma che richieda di essere insegnata per dispiegarsi, e che le forme che assume dipendano dal carattere dell'insegnamento e dell'ambiente. Il tempo è una sfera formata da lingua, colori, odori, suoni e sensazioni, una sfera in cui uno convive con il mondo, uno strumento con cui si può ordinare e comprendere il mondo, che è uno dei motivi della sopravvivenza, Ma se il tempo diventa troppo rigido, allora diventa motivo per annientare se stessi. [ ... ]Il tempo lineare è inevitabile, è uno dei modi per restare aggrappati al passato, come punti su una linea, la battaglia di Poitiers, Lutero a Wittemberg, la decapitazione di Struensee nel 1772. Anche quel che scrivo qui, questa parte della mia vita, è ricordato in questo modo. Ma non è l'unico. La coscienza ricorda anche campi, passaggi fluidi, relazioni che uniscono quello che è successo una volta con quello che succede ora, senza considerare il corso del tempo. E nel punto più lontano del passato la coscienza ricorda una pianura senza tempo. Se si cresce in un mondo che permette e premia una sola forma di ricordo, allora viene esercitata una costrizione contro la nostra natura. Allora si viene lentamente spinti verso l'orlo del precipizio. [ ... ] Nella sua forma più semplice il tempo è l'indescrivibile unione di riconoscimento e sorpresa che nasce quando la coscienza incontra il movimento del mondo. È la consapevolezza che in ogni mutazione c'è qualcosa di mai visto prima, qualcosa di unico e irreversibile, e qualcosa che rimane sempre uguale.--------L'autore paragona il tempo a:
Il tempo è indissolubilmente legato al linguaggio, all'apparato sensoriale e alla comunità umana. Il tempo nasce quando la coscienza incontra il mondo in una vita normale. Senza contraddire nessuno, vorrei mettere in discussione Newton, il quale riteneva che il tempo scorre nell'universo indipendentemente dall'uomo, e Kant, che riteneva il tempo innato nella coscienza. lo credo che il tempo sia una possibilità intrinseca a tutti gli uomini di tutte le epoche, ma che richieda di essere insegnata per dispiegarsi, e che le forme che assume dipendano dal carattere dell'insegnamento e dell'ambiente. Il tempo è una sfera formata da lingua, colori, odori, suoni e sensazioni, una sfera in cui uno convive con il mondo, uno strumento con cui si può ordinare e comprendere il mondo, che è uno dei motivi della sopravvivenza, Ma se il tempo diventa troppo rigido, allora diventa motivo per annientare se stessi. [ ... ]Il tempo lineare è inevitabile, è uno dei modi per restare aggrappati al passato, come punti su una linea, la battaglia di Poitiers, Lutero a Wittemberg, la decapitazione di Struensee nel 1772. Anche quel che scrivo qui, questa parte della mia vita, è ricordato in questo modo. Ma non è l'unico. La coscienza ricorda anche campi, passaggi fluidi, relazioni che uniscono quello che è successo una volta con quello che succede ora, senza considerare il corso del tempo. E nel punto più lontano del passato la coscienza ricorda una pianura senza tempo. Se si cresce in un mondo che permette e premia una sola forma di ricordo, allora viene esercitata una costrizione contro la nostra natura. Allora si viene lentamente spinti verso l'orlo del precipizio. [ ... ] Nella sua forma più semplice il tempo è l'indescrivibile unione di riconoscimento e sorpresa che nasce quando la coscienza incontra il movimento del mondo. È la consapevolezza che in ogni mutazione c'è qualcosa di mai visto prima, qualcosa di unico e irreversibile, e qualcosa che rimane sempre uguale.--------Il tempo lineare, secondo l'autore, è:
Il tempo è indissolubilmente legato al linguaggio, all'apparato sensoriale e alla comunità umana. Il tempo nasce quando la coscienza incontra il mondo in una vita normale. Senza contraddire nessuno, vorrei mettere in discussione Newton, il quale riteneva che il tempo scorre nell'universo indipendentemente dall'uomo, e Kant, che riteneva il tempo innato nella coscienza. lo credo che il tempo sia una possibilità intrinseca a tutti gli uomini di tutte le epoche, ma che richieda di essere insegnata per dispiegarsi, e che le forme che assume dipendano dal carattere dell'insegnamento e dell'ambiente. Il tempo è una sfera formata da lingua, colori, odori, suoni e sensazioni, una sfera in cui uno convive con il mondo, uno strumento con cui si può ordinare e comprendere il mondo, che è uno dei motivi della sopravvivenza, Ma se il tempo diventa troppo rigido, allora diventa motivo per annientare se stessi. [ ... ]Il tempo lineare è inevitabile, è uno dei modi per restare aggrappati al passato, come punti su una linea, la battaglia di Poitiers, Lutero a Wittemberg, la decapitazione di Struensee nel 1772. Anche quel che scrivo qui, questa parte della mia vita, è ricordato in questo modo. Ma non è l'unico. La coscienza ricorda anche campi, passaggi fluidi, relazioni che uniscono quello che è successo una volta con quello che succede ora, senza considerare il corso del tempo. E nel punto più lontano del passato la coscienza ricorda una pianura senza tempo. Se si cresce in un mondo che permette e premia una sola forma di ricordo, allora viene esercitata una costrizione contro la nostra natura. Allora si viene lentamente spinti verso l'orlo del precipizio. [ ... ] Nella sua forma più semplice il tempo è l'indescrivibile unione di riconoscimento e sorpresa che nasce quando la coscienza incontra il movimento del mondo. È la consapevolezza che in ogni mutazione c'è qualcosa di mai visto prima, qualcosa di unico e irreversibile, e qualcosa che rimane sempre uguale.--------Secondo l'autore, la coscienza ricorda il punto più lontano del passato come:
In base all’informazione “tutti gli attori francesi recitano ruoli molto drammatici”, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
In base all’informazione “tutti i cellulari dell’ultima generazione sono molto costosi”, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
In base all’informazione “tutti i giornalisti della televisione sono molto famosi”, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
In base all’informazione “Tutti i giovani allenatori sono ben preparati”, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
In successione di tempo l'''autunno caldo" produsse molteplici effetti nel mercato del lavoro. Gli aumenti salariali concentratisi soprattutto nell'ambito della grande industria determinarono una progressiva riduzione dei saggi di crescita dei posti di lavoro nei settori più moderni e, di conseguenza, un incremento proporzionale dell'occupazione nei comparti più tradizionali e nel pubblico impiego. Inoltre, in seguito all'aumento dei dipendenti dello Stato, venne delineandosi un conflitto non più latente nella ripartizione del reddito tra le maestranze dell'industria e il personale occupato nella pubblica amministrazione.
In un'epoca imprecisata, verso il 3500 avanti Cristo, fu inventata la ruota (forse, all'inizio, una ruota da vasaio per foggiare il vasellame); nel giro di qualche secolo, certo entro il 3000 avanti Cristo, si applicarono le ruote alle slitte, il che consentì di far rotolare i carichi, anziché trascinarli. La ruota, pur non essendo essa stessa una fonte diretta di energia, rese possibile un risparmio energetico attraverso la riduzione dell'attrito. AII'incirca nella stessa epoca si cominciarono a usare primitive zattere e piroghe, che consentivano di utilizzare l'energia della corrente dei fiumi per il trasporto di carichi. Forse attorno al 2000 avanti Cristo si cominciarono a usare le vele per sfruttare il vento.------L'invenzione della ruota permise di:
In un'epoca imprecisata, verso il 3500 avanti Cristo, fu inventata la ruota (forse, all'inizio, una ruota da vasaio per foggiare il vasellame); nel giro di qualche secolo, certo entro il 3000 avanti Cristo, si applicarono le ruote alle slitte, il che consentì di far rotolare i carichi, anziché trascinarli. La ruota, pur non essendo essa stessa una fonte diretta di energia, rese possibile un risparmio energetico attraverso la riduzione dell'attrito. AII'incirca nella stessa epoca si cominciarono a usare primitive zattere e piroghe, che consentivano di utilizzare l'energia della corrente dei fiumi per il trasporto di carichi. Forse attorno al 2000 avanti Cristo si cominciarono a usare le vele per sfruttare il vento.------Secondo l'autore del brano, le prime ruote furono verosimilmente impiegate per:
Intorno al 3500 a.C. le città si moltiplicano in tutta la Mesopotamia, lungo le rive del Tigri e dell'Eufrate e sugli itinerari commerciali verso l'Asia minore, da cui s'importano metalli e pietre preziose. Centro della città è il tempio, elemento propulsore di innovazioni nella vita sociale. Meta di pellegrinaggi i templi, costruiti in mattoni crudi, si arricchiscono per le offerte e per i tributi imposti dalla casta sacerdotale. L'esplosione di intensa vitalità in questo periodo e in questa regione è testimoniata anche dal forte aumento della popolazione, come dimostrano gli scavi che in una città della bassa Mesopotamia hanno portato alla luce più di mille tombe con ricchi e artistici corredi funerari.
La bambina con il cappotto rosso s'affacciò timidamente alla porta della baracca. Nella lunga fila delle donne internate vide sua madre e cominciò a chiamarla piangendo. Ma la madre non poteva udirla perché dagli altoparlanti uscivano grida che, in tedesco, impartivano ordini. Sapeva che non poteva allontanarsi dall'uscio, ma istintivamente corse verso la donna che, riconoscendola, la prese tra le braccia e la baciò. In quell'istante si udì una raffica e la madre cadde nel fango tenendo ancora stretta la bimba ferita ma viva.
La curiosità, l'intenso desiderio di sapere, non compare nella materia morta, e sembra non essere caratteristica neppure di certe forme di organismi viventi, che, proprio per tale ragione, a gran fatica riusciamo a considerare come viventi. Un albero non mostra curiosità per il suo ambiente, almeno in modo per noi riconoscibile; lo stesso vale per una spugna o un'ostrica: il vento, la pioggia, le correnti dell'oceano apportano loro ciò di cui abbisognano, ed essi ne traggono quello che possono. Se il caso fa sì che ciò che giunge a loro siano il fuoco, un veleno, dei predatori o dei parassiti, essi muoiono stoicamente e tacitamente come sono vissuti. Tuttavia, fin dai primi stadi dell'evolversi della vita, alcuni organismi svilupparono un moto indipendente; ciò costituì per loro un progresso enorme dal punto di vista del controllo dell'ambiente.--------Perché, secondo l'autore del brano, si fa fatica a considerare esseri viventi una spugna o un'ostrica?
La curiosità, l'intenso desiderio di sapere, non compare nella materia morta, e sembra non essere caratteristica neppure di certe forme di organismi viventi, che, proprio per tale ragione, a gran fatica riusciamo a considerare come viventi. Un albero non mostra curiosità per il suo ambiente, almeno in modo per noi riconoscibile; lo stesso vale per una spugna o un'ostrica: il vento, la pioggia, le correnti dell'oceano apportano loro ciò di cui abbisognano, ed essi ne traggono quello che possono. Se il caso fa sì che ciò che giunge a loro siano il fuoco, un veleno, dei predatori o dei parassiti, essi muoiono stoicamente e tacitamente come sono vissuti. Tuttavia, fin dai primi stadi dell'evolversi della vita, alcuni organismi svilupparono un moto indipendente; ciò costituì per loro un progresso enorme dal punto di vista del controllo dell'ambiente.--------Chi porta alle spugne ciò di cui abbisognano?
La fiamma del fuoco poteva illuminare l'oscurità e riscaldare. Poteva tener lontani i predatori; infine qualcuno deve aver scoperto che il suo calore rendeva più tenero il cibo e ne migliorava il sapore. (Il calore, inoltre, uccide i microbi e i parassiti presenti nel cibo, cosa che però rimase certamente ignota all'uomo preistorico.) Per centinaia di migliaia di anni, gli esseri umani, per usare il fuoco, furono costretti a tenerlo acceso permanentemente. Se esso si spegneva accidentalmente (qualcosa di simile ai blackout dei nostri tempi), si era costretti a recarsi da uni altra tribù per procurarselo, o ad attendere che un fulmine incendiasse la foresta. E' stato solo in tempi relativamente recenti che gli esseri umani hanno imparato ad accendere il fuoco a piacimento; solo allora il fuoco fu veramente "addomesticato". Fu 1"'Homo sapiens" a compiere questa impresa.------L"'Homo sapiens" era in grado di accendere il fuoco:
La fiamma del fuoco poteva illuminare l'oscurità e riscaldare. Poteva tener lontani i predatori; infine qualcuno deve aver scoperto che il suo calore rendeva più tenero il cibo e ne migliorava il sapore. (Il calore, inoltre, uccide i microbi e i parassiti presenti nel cibo, cosa che però rimase certamente ignota all'uomo preistorico.) Per centinaia di migliaia di anni, gli esseri umani, per usare il fuoco, furono costretti a tenerlo acceso permanentemente. Se esso si spegneva accidentalmente (qualcosa di simile ai blackout dei nostri tempi), si era costretti a recarsi da uni altra tribù per procurarselo, o ad attendere che un fulmine incendiasse la foresta. E' stato solo in tempi relativamente recenti che gli esseri umani hanno imparato ad accendere il fuoco a piacimento; solo allora il fuoco fu veramente "addomesticato". Fu 1"'Homo sapiens" a compiere questa impresa.------Cosa, ai tempi degli ominidi, poteva essere simile al black out dei nostri tempi?
La Luna è stata il naturale obiettivo delle prime missioni spaziali sovietiche e americane. Data la sua vicinanza, era infatti l'unico corpo celeste che consentiva di programmare esplorazioni dirette da parte dell'uomo. I tempi necessari per viaggi di andata, ritorno e soggiorno spaziale rientrano infatti nei limiti sopportabili dal fisico dell'uomo.
La memoria è la capacità di conservare esperienze e informazioni del mondo che ci circonda; questa capacità influenza notevolmente il nostro modo di affrontare la vita e le nuove esperienze. Il funzionamento della memoria è ben diverso da quello di una macchina cinematografica: mentre quest'ultima registra ciò che avviene davanti all'obbiettivo e lo ripresenta agli spettatori sempre nello stesso modo, la memoria registra e conserva solo alcune informazioni. A distanza di tempo, solo alcune permangono intatte, altre vengono cancellate o divengono di difficile recupero, altre ancora vengono trasformate in modo irriconoscibile. Un ricco quadro dei meccanismi della memoria si può ritrovare negli scritti di Proust, che descrive la realtà attraverso le distorsioni e le omissioni prodotte dalla memoria. I ricordi in Proust sono qualcosa di più di ''vivide immaginazioni del passato, rappresentano una categorizzazione di eventi del passato e del presente, colorati da reazioni emozionali". Proust mostra, in particolare, che i ricordi possono essere suscitati da sensazioni banali, come sapori e odori. Le sue descrizioni letterarie vengono di recente considerate ricche di intuizioni stimolanti anche da parte di ricercatori nel campo delle neuroscienze. La memoria per gli antichi era un artificio per retori e predicatori che dovevano parlare in pubblico senza appunti. Poi diventa nei secoli una disciplina di più ampia portata che si carica perfino di significati filosofici e religiosi. Nell'Ottocento inizia a essere studiata da medici, neurologi e psicologi e in questo secolo anche dagli informatici. Gli studi sulla memoria devono essere inquadrati nell'ambito delle teorie contrastanti relative al cervello. Nel corso dell'Ottocento si sono contrapposte due teorie sul cervello: una teoria olistica e una teoria della localizzazione delle funzioni. Secondo la prima, il cervello funziona come una totalità ed è impossibile, per esempio, predire le conseguenze specifiche di qualsiasi forma di lesione cerebrale. La seconda sostiene invece che il cervello è composto da un insieme di regioni funzionali altamente specializzate, relative, per esempio, alla parola, al movimento o alla visione.---------In base a quanto riportato nel brano, secondo la teoria olistica:
La memoria è la capacità di conservare esperienze e informazioni del mondo che ci circonda; questa capacità influenza notevolmente il nostro modo di affrontare la vita e le nuove esperienze. Il funzionamento della memoria è ben diverso da quello di una macchina cinematografica: mentre quest'ultima registra ciò che avviene davanti all'obbiettivo e lo ripresenta agli spettatori sempre nello stesso modo, la memoria registra e conserva solo alcune informazioni. A distanza di tempo, solo alcune permangono intatte, altre vengono cancellate o divengono di difficile recupero, altre ancora vengono trasformate in modo irriconoscibile. Un ricco quadro dei meccanismi della memoria si può ritrovare negli scritti di Proust, che descrive la realtà attraverso le distorsioni e le omissioni prodotte dalla memoria. I ricordi in Proust sono qualcosa di più di ''vivide immaginazioni del passato, rappresentano una categorizzazione di eventi del passato e del presente, colorati da reazioni emozionali". Proust mostra, in particolare, che i ricordi possono essere suscitati da sensazioni banali, come sapori e odori. Le sue descrizioni letterarie vengono di recente considerate ricche di intuizioni stimolanti anche da parte di ricercatori nel campo delle neuroscienze. La memoria per gli antichi era un artificio per retori e predicatori che dovevano parlare in pubblico senza appunti. Poi diventa nei secoli una disciplina di più ampia portata che si carica perfino di significati filosofici e religiosi. Nell'Ottocento inizia a essere studiata da medici, neurologi e psicologi e in questo secolo anche dagli informatici. Gli studi sulla memoria devono essere inquadrati nell'ambito delle teorie contrastanti relative al cervello. Nel corso dell'Ottocento si sono contrapposte due teorie sul cervello: una teoria olistica e una teoria della localizzazione delle funzioni. Secondo la prima, il cervello funziona come una totalità ed è impossibile, per esempio, predire le conseguenze specifiche di qualsiasi forma di lesione cerebrale. La seconda sostiene invece che il cervello è composto da un insieme di regioni funzionali altamente specializzate, relative, per esempio, alla parola, al movimento o alla visione.---------Secondo l'autore del brano, la memoria:
La memoria è la capacità di conservare esperienze e informazioni del mondo che ci circonda; questa capacità influenza notevolmente il nostro modo di affrontare la vita e le nuove esperienze. Il funzionamento della memoria è ben diverso da quello di una macchina cinematografica: mentre quest'ultima registra ciò che avviene davanti all'obbiettivo e lo ripresenta agli spettatori sempre nello stesso modo, la memoria registra e conserva solo alcune informazioni. A distanza di tempo, solo alcune permangono intatte, altre vengono cancellate o divengono di difficile recupero, altre ancora vengono trasformate in modo irriconoscibile. Un ricco quadro dei meccanismi della memoria si può ritrovare negli scritti di Proust, che descrive la realtà attraverso le distorsioni e le omissioni prodotte dalla memoria. I ricordi in Proust sono qualcosa di più di ''vivide immaginazioni del passato, rappresentano una categorizzazione di eventi del passato e del presente, colorati da reazioni emozionali". Proust mostra, in particolare, che i ricordi possono essere suscitati da sensazioni banali, come sapori e odori. Le sue descrizioni letterarie vengono di recente considerate ricche di intuizioni stimolanti anche da parte di ricercatori nel campo delle neuroscienze. La memoria per gli antichi era un artificio per retori e predicatori che dovevano parlare in pubblico senza appunti. Poi diventa nei secoli una disciplina di più ampia portata che si carica perfino di significati filosofici e religiosi. Nell'Ottocento inizia a essere studiata da medici, neurologi e psicologi e in questo secolo anche dagli informatici. Gli studi sulla memoria devono essere inquadrati nell'ambito delle teorie contrastanti relative al cervello. Nel corso dell'Ottocento si sono contrapposte due teorie sul cervello: una teoria olistica e una teoria della localizzazione delle funzioni. Secondo la prima, il cervello funziona come una totalità ed è impossibile, per esempio, predire le conseguenze specifiche di qualsiasi forma di lesione cerebrale. La seconda sostiene invece che il cervello è composto da un insieme di regioni funzionali altamente specializzate, relative, per esempio, alla parola, al movimento o alla visione.---------In base a quanto riportato nel brano, secondo Proust i ricordi:
La memoria è la capacità di conservare esperienze e informazioni del mondo che ci circonda; questa capacità influenza notevolmente il nostro modo di affrontare la vita e le nuove esperienze. Il funzionamento della memoria è ben diverso da quello di una macchina cinematografica: mentre quest'ultima registra ciò che avviene davanti all'obbiettivo e lo ripresenta agli spettatori sempre nello stesso modo, la memoria registra e conserva solo alcune informazioni. A distanza di tempo, solo alcune permangono intatte, altre vengono cancellate o divengono di difficile recupero, altre ancora vengono trasformate in modo irriconoscibile. Un ricco quadro dei meccanismi della memoria si può ritrovare negli scritti di Proust, che descrive la realtà attraverso le distorsioni e le omissioni prodotte dalla memoria. I ricordi in Proust sono qualcosa di più di ''vivide immaginazioni del passato, rappresentano una categorizzazione di eventi del passato e del presente, colorati da reazioni emozionali". Proust mostra, in particolare, che i ricordi possono essere suscitati da sensazioni banali, come sapori e odori. Le sue descrizioni letterarie vengono di recente considerate ricche di intuizioni stimolanti anche da parte di ricercatori nel campo delle neuroscienze. La memoria per gli antichi era un artificio per retori e predicatori che dovevano parlare in pubblico senza appunti. Poi diventa nei secoli una disciplina di più ampia portata che si carica perfino di significati filosofici e religiosi. Nell'Ottocento inizia a essere studiata da medici, neurologi e psicologi e in questo secolo anche dagli informatici. Gli studi sulla memoria devono essere inquadrati nell'ambito delle teorie contrastanti relative al cervello. Nel corso dell'Ottocento si sono contrapposte due teorie sul cervello: una teoria olistica e una teoria della localizzazione delle funzioni. Secondo la prima, il cervello funziona come una totalità ed è impossibile, per esempio, predire le conseguenze specifiche di qualsiasi forma di lesione cerebrale. La seconda sostiene invece che il cervello è composto da un insieme di regioni funzionali altamente specializzate, relative, per esempio, alla parola, al movimento o alla visione.---------Quale potrebbe essere il titolo del brano?
La pace con la Russia rendeva ora finalmente possibile ai tedeschi di volgere tutte le proprie forze verso occidente. Nonostante le perdite, l'esercito tedesco era ancora un possente organismo militare che non aveva subito mai vere sconfitte. Fra il 21 marzo e il17 luglio 1918 i tedeschi rinnovarono le loro offensive in Piccardia e nella Champagne contro le posizioni nemiche. Essi ottennero una serie di brillanti vittorie parziali, anche grazie al fatto che disponevano della superiorità numerica in conseguenza dell'afflusso di truppe da quello che era stato il fronte orientale. In giugno avevano fatto centinaia di migliaia di prigionieri e si erano impadroniti di circa 2.500 cannoni. Eppure il fronte occidentale non cedette. I franco-britannici riorganizzarono alla fine di marzo i loro comandi affidando il comando supremo al maresciallo francese Foch. Nel frattempo, sotto la spinta del gigantesco urto offensivo tedesco, gli americani accelerarono l'invio di truppe. In sostanza, alla fine di giugno si ripeteva la situazione che era stata propria delle grandi offensive occidentali tedesche dell'inizio della guerra. I tedeschi avevano conseguito brillanti successi parziali, senza però riuscire a raggiungere l'obiettivo dello sfondamento, la conquista di Parigi o di Calais (così da isolare gli inglesi dai francesi). 1115 luglio essi sferrarono l'ultimo colpo, decisivo per le sorti future della guerra, e attaccarono in direzione della Marna. Era questa la seconda battaglia della Marna, dopo quella del 1914. Foch il 17 luglio contrattaccò con le sue riserve, costringendo gli esausti tedeschi a indietreggiare e iniziando una controffensiva generale. Inglesi, francesi e americani poterono contare su una schiacciante superiorità di mezzi. Le truppe alleate gettarono nella lotta un gran numero di carri armati e di aerei, senza che i tedeschi potessero contrapporre mezzi analoghi. I tedeschi subirono così, fra la metà di luglio e la metà di agosto, la loro prima grande disfatta. Nella battaglia di Amiens (8-11 agosto) gli inglesi fecero una profonda breccia nelle linee tedesche gettando nella fornace 450 carri armati. Il generale Ludendorff definì quella battaglia la "giornata nera" dell'esercito tedesco. Le truppe ebbero cedimenti su vasta scala e sintomi di ribellione aperta misero a nudo come anche per i soldati tedeschi fosse venuto il momento della rivolta contro la guerra e le sue stragi. Il 14 agosto Guglielmo Il prese in considerazione la possibilità di intavolare, con la mediazione dell'Olanda, trattative di pace. Ma gli alleati, ormai forti della loro superiorità, pretendevano la capitolazione totale degli Imperi centrali; il che la Germania non intendeva accettare. La situazione dei tedeschi era ulteriormente aggravata dal fatto che i loro alleati, l'lmpero austro-ungarico, la Turchia e la Bulgaria, si trovavano ormai in uno stato di crisi vicino al collasso. Mentre in Siria e in Palestina i turchi subivano continue disfatte a opera degli inglesi, truppe alleate si apprestavano all'attacco finale contro la Bulgaria, la quale capitolò il 24 settembre 1918. Francesi e inglesi poterono contare in agosto, quando il generalissimo Foch diede inizio all'avanzata che doveva culminare nell'ordine di offensiva generale del settembre, sull'appoggio di un milione di soldati americani e su un aiuto materiale degli USA gigantesco (armamenti, viveri ecc.). I tedeschi non erano più assolutamente in condizione di resistere. Pur senza abbandonarsi al panico e retrocedendo disciplinatamente e ordinatamente, furono costretti a sgomberare le zone occupate della Francia del Nord e il Belgio occidentale. La catastrofe militare imminente ebbe profondi riflessi nella politica interna. Mentre l'imperatore Guglielmo Il entrava nell'ombra, si formò agli inizi di ottobre un governo presieduto dal principe Max von Baden, che godeva fama di essere di orientamenti democratici.--------In base a quanto riportato nel brano, la prima battaglia della Marna fu:
La pace con la Russia rendeva ora finalmente possibile ai tedeschi di volgere tutte le proprie forze verso occidente. Nonostante le perdite, l'esercito tedesco era ancora un possente organismo militare che non aveva subito mai vere sconfitte. Fra il 21 marzo e il17 luglio 1918 i tedeschi rinnovarono le loro offensive in Piccardia e nella Champagne contro le posizioni nemiche. Essi ottennero una serie di brillanti vittorie parziali, anche grazie al fatto che disponevano della superiorità numerica in conseguenza dell'afflusso di truppe da quello che era stato il fronte orientale. In giugno avevano fatto centinaia di migliaia di prigionieri e si erano impadroniti di circa 2.500 cannoni. Eppure il fronte occidentale non cedette. I franco-britannici riorganizzarono alla fine di marzo i loro comandi affidando il comando supremo al maresciallo francese Foch. Nel frattempo, sotto la spinta del gigantesco urto offensivo tedesco, gli americani accelerarono l'invio di truppe. In sostanza, alla fine di giugno si ripeteva la situazione che era stata propria delle grandi offensive occidentali tedesche dell'inizio della guerra. I tedeschi avevano conseguito brillanti successi parziali, senza però riuscire a raggiungere l'obiettivo dello sfondamento, la conquista di Parigi o di Calais (così da isolare gli inglesi dai francesi). 1115 luglio essi sferrarono l'ultimo colpo, decisivo per le sorti future della guerra, e attaccarono in direzione della Marna. Era questa la seconda battaglia della Marna, dopo quella del 1914. Foch il 17 luglio contrattaccò con le sue riserve, costringendo gli esausti tedeschi a indietreggiare e iniziando una controffensiva generale. Inglesi, francesi e americani poterono contare su una schiacciante superiorità di mezzi. Le truppe alleate gettarono nella lotta un gran numero di carri armati e di aerei, senza che i tedeschi potessero contrapporre mezzi analoghi. I tedeschi subirono così, fra la metà di luglio e la metà di agosto, la loro prima grande disfatta. Nella battaglia di Amiens (8-11 agosto) gli inglesi fecero una profonda breccia nelle linee tedesche gettando nella fornace 450 carri armati. Il generale Ludendorff definì quella battaglia la "giornata nera" dell'esercito tedesco. Le truppe ebbero cedimenti su vasta scala e sintomi di ribellione aperta misero a nudo come anche per i soldati tedeschi fosse venuto il momento della rivolta contro la guerra e le sue stragi. Il 14 agosto Guglielmo Il prese in considerazione la possibilità di intavolare, con la mediazione dell'Olanda, trattative di pace. Ma gli alleati, ormai forti della loro superiorità, pretendevano la capitolazione totale degli Imperi centrali; il che la Germania non intendeva accettare. La situazione dei tedeschi era ulteriormente aggravata dal fatto che i loro alleati, l'lmpero austro-ungarico, la Turchia e la Bulgaria, si trovavano ormai in uno stato di crisi vicino al collasso. Mentre in Siria e in Palestina i turchi subivano continue disfatte a opera degli inglesi, truppe alleate si apprestavano all'attacco finale contro la Bulgaria, la quale capitolò il 24 settembre 1918. Francesi e inglesi poterono contare in agosto, quando il generalissimo Foch diede inizio all'avanzata che doveva culminare nell'ordine di offensiva generale del settembre, sull'appoggio di un milione di soldati americani e su un aiuto materiale degli USA gigantesco (armamenti, viveri ecc.). I tedeschi non erano più assolutamente in condizione di resistere. Pur senza abbandonarsi al panico e retrocedendo disciplinatamente e ordinatamente, furono costretti a sgomberare le zone occupate della Francia del Nord e il Belgio occidentale. La catastrofe militare imminente ebbe profondi riflessi nella politica interna. Mentre l'imperatore Guglielmo Il entrava nell'ombra, si formò agli inizi di ottobre un governo presieduto dal principe Max von Baden, che godeva fama di essere di orientamenti democratici.--------Secondo quanto riportato nel brano, la battaglia di Amiens:
La pace con la Russia rendeva ora finalmente possibile ai tedeschi di volgere tutte le proprie forze verso occidente. Nonostante le perdite, l'esercito tedesco era ancora un possente organismo militare che non aveva subito mai vere sconfitte. Fra il 21 marzo e il17 luglio 1918 i tedeschi rinnovarono le loro offensive in Piccardia e nella Champagne contro le posizioni nemiche. Essi ottennero una serie di brillanti vittorie parziali, anche grazie al fatto che disponevano della superiorità numerica in conseguenza dell'afflusso di truppe da quello che era stato il fronte orientale. In giugno avevano fatto centinaia di migliaia di prigionieri e si erano impadroniti di circa 2.500 cannoni. Eppure il fronte occidentale non cedette. I franco-britannici riorganizzarono alla fine di marzo i loro comandi affidando il comando supremo al maresciallo francese Foch. Nel frattempo, sotto la spinta del gigantesco urto offensivo tedesco, gli americani accelerarono l'invio di truppe. In sostanza, alla fine di giugno si ripeteva la situazione che era stata propria delle grandi offensive occidentali tedesche dell'inizio della guerra. I tedeschi avevano conseguito brillanti successi parziali, senza però riuscire a raggiungere l'obiettivo dello sfondamento, la conquista di Parigi o di Calais (così da isolare gli inglesi dai francesi). 1115 luglio essi sferrarono l'ultimo colpo, decisivo per le sorti future della guerra, e attaccarono in direzione della Marna. Era questa la seconda battaglia della Marna, dopo quella del 1914. Foch il 17 luglio contrattaccò con le sue riserve, costringendo gli esausti tedeschi a indietreggiare e iniziando una controffensiva generale. Inglesi, francesi e americani poterono contare su una schiacciante superiorità di mezzi. Le truppe alleate gettarono nella lotta un gran numero di carri armati e di aerei, senza che i tedeschi potessero contrapporre mezzi analoghi. I tedeschi subirono così, fra la metà di luglio e la metà di agosto, la loro prima grande disfatta. Nella battaglia di Amiens (8-11 agosto) gli inglesi fecero una profonda breccia nelle linee tedesche gettando nella fornace 450 carri armati. Il generale Ludendorff definì quella battaglia la "giornata nera" dell'esercito tedesco. Le truppe ebbero cedimenti su vasta scala e sintomi di ribellione aperta misero a nudo come anche per i soldati tedeschi fosse venuto il momento della rivolta contro la guerra e le sue stragi. Il 14 agosto Guglielmo Il prese in considerazione la possibilità di intavolare, con la mediazione dell'Olanda, trattative di pace. Ma gli alleati, ormai forti della loro superiorità, pretendevano la capitolazione totale degli Imperi centrali; il che la Germania non intendeva accettare. La situazione dei tedeschi era ulteriormente aggravata dal fatto che i loro alleati, l'lmpero austro-ungarico, la Turchia e la Bulgaria, si trovavano ormai in uno stato di crisi vicino al collasso. Mentre in Siria e in Palestina i turchi subivano continue disfatte a opera degli inglesi, truppe alleate si apprestavano all'attacco finale contro la Bulgaria, la quale capitolò il 24 settembre 1918. Francesi e inglesi poterono contare in agosto, quando il generalissimo Foch diede inizio all'avanzata che doveva culminare nell'ordine di offensiva generale del settembre, sull'appoggio di un milione di soldati americani e su un aiuto materiale degli USA gigantesco (armamenti, viveri ecc.). I tedeschi non erano più assolutamente in condizione di resistere. Pur senza abbandonarsi al panico e retrocedendo disciplinatamente e ordinatamente, furono costretti a sgomberare le zone occupate della Francia del Nord e il Belgio occidentale. La catastrofe militare imminente ebbe profondi riflessi nella politica interna. Mentre l'imperatore Guglielmo Il entrava nell'ombra, si formò agli inizi di ottobre un governo presieduto dal principe Max von Baden, che godeva fama di essere di orientamenti democratici.--------Scopo del brano, verosimilmente, è di:
La pace con la Russia rendeva ora finalmente possibile ai tedeschi di volgere tutte le proprie forze verso occidente. Nonostante le perdite, l'esercito tedesco era ancora un possente organismo militare che non aveva subito mai vere sconfitte. Fra il 21 marzo e il17 luglio 1918 i tedeschi rinnovarono le loro offensive in Piccardia e nella Champagne contro le posizioni nemiche. Essi ottennero una serie di brillanti vittorie parziali, anche grazie al fatto che disponevano della superiorità numerica in conseguenza dell'afflusso di truppe da quello che era stato il fronte orientale. In giugno avevano fatto centinaia di migliaia di prigionieri e si erano impadroniti di circa 2.500 cannoni. Eppure il fronte occidentale non cedette. I franco-britannici riorganizzarono alla fine di marzo i loro comandi affidando il comando supremo al maresciallo francese Foch. Nel frattempo, sotto la spinta del gigantesco urto offensivo tedesco, gli americani accelerarono l'invio di truppe. In sostanza, alla fine di giugno si ripeteva la situazione che era stata propria delle grandi offensive occidentali tedesche dell'inizio della guerra. I tedeschi avevano conseguito brillanti successi parziali, senza però riuscire a raggiungere l'obiettivo dello sfondamento, la conquista di Parigi o di Calais (così da isolare gli inglesi dai francesi). 1115 luglio essi sferrarono l'ultimo colpo, decisivo per le sorti future della guerra, e attaccarono in direzione della Marna. Era questa la seconda battaglia della Marna, dopo quella del 1914. Foch il 17 luglio contrattaccò con le sue riserve, costringendo gli esausti tedeschi a indietreggiare e iniziando una controffensiva generale. Inglesi, francesi e americani poterono contare su una schiacciante superiorità di mezzi. Le truppe alleate gettarono nella lotta un gran numero di carri armati e di aerei, senza che i tedeschi potessero contrapporre mezzi analoghi. I tedeschi subirono così, fra la metà di luglio e la metà di agosto, la loro prima grande disfatta. Nella battaglia di Amiens (8-11 agosto) gli inglesi fecero una profonda breccia nelle linee tedesche gettando nella fornace 450 carri armati. Il generale Ludendorff definì quella battaglia la "giornata nera" dell'esercito tedesco. Le truppe ebbero cedimenti su vasta scala e sintomi di ribellione aperta misero a nudo come anche per i soldati tedeschi fosse venuto il momento della rivolta contro la guerra e le sue stragi. Il 14 agosto Guglielmo Il prese in considerazione la possibilità di intavolare, con la mediazione dell'Olanda, trattative di pace. Ma gli alleati, ormai forti della loro superiorità, pretendevano la capitolazione totale degli Imperi centrali; il che la Germania non intendeva accettare. La situazione dei tedeschi era ulteriormente aggravata dal fatto che i loro alleati, l'lmpero austro-ungarico, la Turchia e la Bulgaria, si trovavano ormai in uno stato di crisi vicino al collasso. Mentre in Siria e in Palestina i turchi subivano continue disfatte a opera degli inglesi, truppe alleate si apprestavano all'attacco finale contro la Bulgaria, la quale capitolò il 24 settembre 1918. Francesi e inglesi poterono contare in agosto, quando il generalissimo Foch diede inizio all'avanzata che doveva culminare nell'ordine di offensiva generale del settembre, sull'appoggio di un milione di soldati americani e su un aiuto materiale degli USA gigantesco (armamenti, viveri ecc.). I tedeschi non erano più assolutamente in condizione di resistere. Pur senza abbandonarsi al panico e retrocedendo disciplinatamente e ordinatamente, furono costretti a sgomberare le zone occupate della Francia del Nord e il Belgio occidentale. La catastrofe militare imminente ebbe profondi riflessi nella politica interna. Mentre l'imperatore Guglielmo Il entrava nell'ombra, si formò agli inizi di ottobre un governo presieduto dal principe Max von Baden, che godeva fama di essere di orientamenti democratici.--------In base a quanto riportato nel brano, quale dei seguenti generali prese il comando supremo delle truppe alleate dopo la perdita di centinaia di migliaia di soldati, fatti prigionieri dai tedeschi?
La prima rivoluzione industriale alla fine del XVIII secolo aveva posto le premesse per un radicale mutamento del sistema produttivo e quindi della stessa struttura della società occidentale, anche se nel settore agricolo le innovazioni dovute al progresso tecnico ebbero un'affermazione limitata. Con la seconda rivoluzione industriale, risalente al primo ventennio del XIX secolo, l'evoluzione tecnologica trovò applicazione principalmente nel settore manifatturiero.
La Rivoluzione industriale fu anche una "rivoluzione energetica", perché il carbone soppiantò la legna come principale fonte di energia. Grazie alla combustione del carbone e al perfezionamento della macchina a vapore si produsse energia meccanica capace di fare funzionare le prime macchine industriali e, successivamente, i primi mezzi di trasporto a vapore.
La scimmia è proverbiale per la sua curiosità. Il suo piccolo cervello affaccendato non può fare a meno di interessarsi a tutto ciò che è alla sua portata; e sotto questo aspetto, come sotto molti altri, l'uomo non è che una superscimmia. Il cervello umano è il pezzo di materia organizzato nel modo più meraviglioso di tutto l'universo conosciuto; la sua capacità di ricevere, organizzare e immagazzinare dati supera enormemente le necessità ordinarie della vita.--------Secondo quanto sostenuto nel brano, perché l'essere umano si può definire una "superscimmia"?
La scimmia è proverbiale per la sua curiosità. Il suo piccolo cervello affaccendato non può fare a meno di interessarsi a tutto ciò che è alla sua portata; e sotto questo aspetto, come sotto molti altri, l'uomo non è che una superscimmia. Il cervello umano è il pezzo di materia organizzato nel modo più meraviglioso di tutto l'universo conosciuto; la sua capacità di ricevere, organizzare e immagazzinare dati supera enormemente le necessità ordinarie della vita.--------Il cervello umano:
La scimmia è proverbiale per la sua curiosità. Il suo piccolo cervello affaccendato non può fare a meno di interessarsi a tutto ciò che è alla sua portata; e sotto questo aspetto, come sotto molti altri, l'uomo non è che una superscimmia. Il cervello umano è il pezzo di materia organizzato nel modo più meraviglioso di tutto l'universo conosciuto; la sua capacità di ricevere, organizzare e immagazzinare dati supera enormemente le necessità ordinarie della vita.--------Per che cosa è proverbiale la scimmia?
La scorsa primavera il dibattito pubblico sull'eccessiva magrezza delle modelle ha diviso l'industria della moda tra quelli che chiedono il rispetto di alcuni parametri e quelli che non vedono alcun problema, come Stefano Gabbana, che ha detto alla rivista "Women1s Wear Daily": "Dietro le quinte vedo sempre le modelle che mangiano, a volte anche più di me". Ma la decisione della settimana della moda di Madrid di non ammettere sulle sue passerelle modelle con un indice di massa corporea troppo basso, non è bastata a chiudere la questione. Ora il governo italiano e la Camera nazionale della moda hanno annunciato una campagna contro l'anoressia e "un manifesto di autoregolamentazione".
La semantica in uso tra i frequentatori di Internet - "navigazione", "porto", "strada", "piazza" - ci rivela la prossimità che la Rete intrattiene con il viaggio e, in particolare, con il viaggio adolescenziale, contraddistinto dall'erranza, dalla ricerca del nuovo e del diverso, dalla capacità camaleontica di cambiare identità, dal gusto del rischio, dal piacere dell'ignoto. A scuola, Il uso sistematico di Internet permette di accedere a informazioni (biblioteche, musei, banche dati) difficilmente reperibili altrimenti e di comunicare con istituzioni lontane confrontando conoscenze ed esperienze. Certamente non è facile muoversi in un contesto così mobile e complesso. Tempo e spazio, vicinanza e lontananza si svincolano infatti dai loro presupposti materiali per fare emergere il contenuto comunicativo. Inoltre muoversi non è più spostarsi da un punto all'altro della superficie terrestre, ma attraversare universi di problemi, mondi vissuti, paesaggi di senso. Ma oltre allo scambio di contenuti la Rete permette di creare comunità, di produrre gruppi di persone che si incontrano sistematicamente intorno a uno o più argomenti. Non importa allora che la scuola sia centrale o periferica, metropolitana o di paese, ciò che conta è la capacità dei docenti e degli allievi di uscire dalle quattro mura dell'edificio per entrare nello spazio della comunicazione globale. Naturalmente questo comporta mutare i parametri dello scambio, i modi di conoscere e di pensare. Vi sono, in proposito, due contrapposte posizioni: gli "apocalittici" profetizzano la fine dell'insegnamento mentre gli "integrati", come Umberto Eco, ci avvertono che i poveri e gli analfabeti del futuro saranno coloro che non sanno usare Word e navigare in Internet. Tra i due estremi vi è una posizione intermedia che consiste nel chiedere alla scuola di restare al passo con i tempi, di sapere che cosa sta accadendo nel mondo per approntare un'educazione critica.----In che senso l'autore del brano coglie una certa analogia tra le caratteristiche di Internet e il mondo adolescenziale?
La semantica in uso tra i frequentatori di Internet - "navigazione", "porto", "strada", "piazza" - ci rivela la prossimità che la Rete intrattiene con il viaggio e, in particolare, con il viaggio adolescenziale, contraddistinto dall'erranza, dalla ricerca del nuovo e del diverso, dalla capacità camaleontica di cambiare identità, dal gusto del rischio, dal piacere dell'ignoto. A scuola, Il uso sistematico di Internet permette di accedere a informazioni (biblioteche, musei, banche dati) difficilmente reperibili altrimenti e di comunicare con istituzioni lontane confrontando conoscenze ed esperienze. Certamente non è facile muoversi in un contesto così mobile e complesso. Tempo e spazio, vicinanza e lontananza si svincolano infatti dai loro presupposti materiali per fare emergere il contenuto comunicativo. Inoltre muoversi non è più spostarsi da un punto all'altro della superficie terrestre, ma attraversare universi di problemi, mondi vissuti, paesaggi di senso. Ma oltre allo scambio di contenuti la Rete permette di creare comunità, di produrre gruppi di persone che si incontrano sistematicamente intorno a uno o più argomenti. Non importa allora che la scuola sia centrale o periferica, metropolitana o di paese, ciò che conta è la capacità dei docenti e degli allievi di uscire dalle quattro mura dell'edificio per entrare nello spazio della comunicazione globale. Naturalmente questo comporta mutare i parametri dello scambio, i modi di conoscere e di pensare. Vi sono, in proposito, due contrapposte posizioni: gli "apocalittici" profetizzano la fine dell'insegnamento mentre gli "integrati", come Umberto Eco, ci avvertono che i poveri e gli analfabeti del futuro saranno coloro che non sanno usare Word e navigare in Internet. Tra i due estremi vi è una posizione intermedia che consiste nel chiedere alla scuola di restare al passo con i tempi, di sapere che cosa sta accadendo nel mondo per approntare un'educazione critica.----Nel brano l'autore sottolinea, in particolare, due importanti prestazioni della Rete. Quali sono?
La semantica in uso tra i frequentatori di Internet - "navigazione", "porto", "strada", "piazza" - ci rivela la prossimità che la Rete intrattiene con il viaggio e, in particolare, con il viaggio adolescenziale, contraddistinto dall'erranza, dalla ricerca del nuovo e del diverso, dalla capacità camaleontica di cambiare identità, dal gusto del rischio, dal piacere dell'ignoto. A scuola, Il uso sistematico di Internet permette di accedere a informazioni (biblioteche, musei, banche dati) difficilmente reperibili altrimenti e di comunicare con istituzioni lontane confrontando conoscenze ed esperienze. Certamente non è facile muoversi in un contesto così mobile e complesso. Tempo e spazio, vicinanza e lontananza si svincolano infatti dai loro presupposti materiali per fare emergere il contenuto comunicativo. Inoltre muoversi non è più spostarsi da un punto all'altro della superficie terrestre, ma attraversare universi di problemi, mondi vissuti, paesaggi di senso. Ma oltre allo scambio di contenuti la Rete permette di creare comunità, di produrre gruppi di persone che si incontrano sistematicamente intorno a uno o più argomenti. Non importa allora che la scuola sia centrale o periferica, metropolitana o di paese, ciò che conta è la capacità dei docenti e degli allievi di uscire dalle quattro mura dell'edificio per entrare nello spazio della comunicazione globale. Naturalmente questo comporta mutare i parametri dello scambio, i modi di conoscere e di pensare. Vi sono, in proposito, due contrapposte posizioni: gli "apocalittici" profetizzano la fine dell'insegnamento mentre gli "integrati", come Umberto Eco, ci avvertono che i poveri e gli analfabeti del futuro saranno coloro che non sanno usare Word e navigare in Internet. Tra i due estremi vi è una posizione intermedia che consiste nel chiedere alla scuola di restare al passo con i tempi, di sapere che cosa sta accadendo nel mondo per approntare un'educazione critica.----Secondo l'autore, quale dovrebbe essere il ruolo della scuola nel nuovo scenario creato dall'avvento di Internet?
La semantica in uso tra i frequentatori di Internet - "navigazione", "porto", "strada", "piazza" - ci rivela la prossimità che la Rete intrattiene con il viaggio e, in particolare, con il viaggio adolescenziale, contraddistinto dall'erranza, dalla ricerca del nuovo e del diverso, dalla capacità camaleontica di cambiare identità, dal gusto del rischio, dal piacere dell'ignoto. A scuola, Il uso sistematico di Internet permette di accedere a informazioni (biblioteche, musei, banche dati) difficilmente reperibili altrimenti e di comunicare con istituzioni lontane confrontando conoscenze ed esperienze. Certamente non è facile muoversi in un contesto così mobile e complesso. Tempo e spazio, vicinanza e lontananza si svincolano infatti dai loro presupposti materiali per fare emergere il contenuto comunicativo. Inoltre muoversi non è più spostarsi da un punto all'altro della superficie terrestre, ma attraversare universi di problemi, mondi vissuti, paesaggi di senso. Ma oltre allo scambio di contenuti la Rete permette di creare comunità, di produrre gruppi di persone che si incontrano sistematicamente intorno a uno o più argomenti. Non importa allora che la scuola sia centrale o periferica, metropolitana o di paese, ciò che conta è la capacità dei docenti e degli allievi di uscire dalle quattro mura dell'edificio per entrare nello spazio della comunicazione globale. Naturalmente questo comporta mutare i parametri dello scambio, i modi di conoscere e di pensare. Vi sono, in proposito, due contrapposte posizioni: gli "apocalittici" profetizzano la fine dell'insegnamento mentre gli "integrati", come Umberto Eco, ci avvertono che i poveri e gli analfabeti del futuro saranno coloro che non sanno usare Word e navigare in Internet. Tra i due estremi vi è una posizione intermedia che consiste nel chiedere alla scuola di restare al passo con i tempi, di sapere che cosa sta accadendo nel mondo per approntare un'educazione critica.----Nel brano si afferma che nel mondo della comunicazione telematica:
La Spagna è una vera fucina di arti e cultura. Da decenni l'esuberanza degli spagnoli e la stabilità delle condizioni meteorologiche estive attirano chi vuole fuggire dalle umide regioni dell'Europa settentrionale, e la Spagna ha certamente molto di più da offrire dell'anche troppo celebre fascia costiera: l'eredità artistica di Goya, Velazquez, Picasso e Dall; le avventure romanzesche di Don Chisciotte e il fascino di un paesaggio estremamente vario.
La traumatica esperienza della depressione degli anni Trenta e la guerra diedero origine a una nuova ideologia, nella quale avevano la precedenza il raggiungimento della piena occupazione e la giustizia sociale attraverso un intervento attivo da parte del governo. Per raggiungere tali obiettivi era necessario che l'economia operasse a piena capacità, che i governi attenuassero le recessioni cicliche che avrebbero potuto verificarsi e, infine, che si sviluppasse una strategia di crescita di lungo periodo tale da consentire un'espansione ininterrotta dei benefici economici, che sarebbero potuti essere distribuiti attraverso lo Stato assistenziale. La chiave di volta di tutto fu l'economia mista.
L'adulto può intervenire sul comportamento espressivo del bambino sia ampliandone le conoscenze sia influenzandone l'immaginazione. Un bambino può avere degli interessi conoscitivi: per esempio può volere riprodurre una bicicletta e perciò si pone il problema di sapere com'è fatta, come funziona il meccanismo che fa muovere le ruote. È un desiderio legittimo. In casi del genere, più che spiegare soltanto a voce o su figura, è utile far vedere e toccare l'oggetto, perché parte dell'apprendimento del fanciullo si verifica attraverso il tatto. L'adulto ancora può indurre il bambino, sotto forma di gioco, a scoprire i diversi aspetti d'un oggetto, le sue funzioni, e a notarne i dettagli: tanto maggiore è la conoscenza, tanto più vasto è il campo su cui può spaziare il pensiero creativo del bambino. Un modo per stimolare l'immaginazione d'una classe o d'un gruppo di bambini, molto usato dagli insegnanti della scuola elementare, è il racconto. Un racconto, come una qualsiasi altra nuova esperienza, ottiene in genere l'effetto di stimolare la fantasia dei bambini inducendoli a nuove associazioni mentali: lo scopo non è tanto di portarli a descrivere, disegnandolo, il contenuto del racconto, quanto quello di stimolarli all'associazione e provocare delle catene di immagini che possono portare anche molto lontano dallo stimolo iniziale. Ma la condizione più importante che l'adulto deve garantire è l'esistenza di un ambiente vivo e interessante dove il fanciullo possa dare sfogo alla sua naturale curiosità e al suo spirito esplorativo. Bisogna inoltre aumentare la fiducia del bambino in se stesso, incoraggiarlo e generare entusiasmi e non invece intervenire con una critica negativa e distruttiva. Il compito dell'insegnante non è quello di livellare, ma quello di contribuire ad accrescere le risorse e i potenziali caratteristici di ogni individuo, incoraggiando le motivazioni personali e riconoscendo l'esistenza di conflitti nella personalità del bambino, perché è spesso dal conflitto che nasce un'idea. L'esperienza creativa è di per se stessa un'esperienza vitale ed educativa che si oppone all'apatia e alla depressione.--------Secondo il brano, per soddisfare il desiderio del bambino di conoscere un oggetto è più utile:
L'adulto può intervenire sul comportamento espressivo del bambino sia ampliandone le conoscenze sia influenzandone l'immaginazione. Un bambino può avere degli interessi conoscitivi: per esempio può volere riprodurre una bicicletta e perciò si pone il problema di sapere com'è fatta, come funziona il meccanismo che fa muovere le ruote. È un desiderio legittimo. In casi del genere, più che spiegare soltanto a voce o su figura, è utile far vedere e toccare l'oggetto, perché parte dell'apprendimento del fanciullo si verifica attraverso il tatto. L'adulto ancora può indurre il bambino, sotto forma di gioco, a scoprire i diversi aspetti d'un oggetto, le sue funzioni, e a notarne i dettagli: tanto maggiore è la conoscenza, tanto più vasto è il campo su cui può spaziare il pensiero creativo del bambino. Un modo per stimolare l'immaginazione d'una classe o d'un gruppo di bambini, molto usato dagli insegnanti della scuola elementare, è il racconto. Un racconto, come una qualsiasi altra nuova esperienza, ottiene in genere l'effetto di stimolare la fantasia dei bambini inducendoli a nuove associazioni mentali: lo scopo non è tanto di portarli a descrivere, disegnandolo, il contenuto del racconto, quanto quello di stimolarli all'associazione e provocare delle catene di immagini che possono portare anche molto lontano dallo stimolo iniziale. Ma la condizione più importante che l'adulto deve garantire è l'esistenza di un ambiente vivo e interessante dove il fanciullo possa dare sfogo alla sua naturale curiosità e al suo spirito esplorativo. Bisogna inoltre aumentare la fiducia del bambino in se stesso, incoraggiarlo e generare entusiasmi e non invece intervenire con una critica negativa e distruttiva. Il compito dell'insegnante non è quello di livellare, ma quello di contribuire ad accrescere le risorse e i potenziali caratteristici di ogni individuo, incoraggiando le motivazioni personali e riconoscendo l'esistenza di conflitti nella personalità del bambino, perché è spesso dal conflitto che nasce un'idea. L'esperienza creativa è di per se stessa un'esperienza vitale ed educativa che si oppone all'apatia e alla depressione.--------L'argomento trattato nel brano riguarda:
L'adulto può intervenire sul comportamento espressivo del bambino sia ampliandone le conoscenze sia influenzandone l'immaginazione. Un bambino può avere degli interessi conoscitivi: per esempio può volere riprodurre una bicicletta e perciò si pone il problema di sapere com'è fatta, come funziona il meccanismo che fa muovere le ruote. È un desiderio legittimo. In casi del genere, più che spiegare soltanto a voce o su figura, è utile far vedere e toccare l'oggetto, perché parte dell'apprendimento del fanciullo si verifica attraverso il tatto. L'adulto ancora può indurre il bambino, sotto forma di gioco, a scoprire i diversi aspetti d'un oggetto, le sue funzioni, e a notarne i dettagli: tanto maggiore è la conoscenza, tanto più vasto è il campo su cui può spaziare il pensiero creativo del bambino. Un modo per stimolare l'immaginazione d'una classe o d'un gruppo di bambini, molto usato dagli insegnanti della scuola elementare, è il racconto. Un racconto, come una qualsiasi altra nuova esperienza, ottiene in genere l'effetto di stimolare la fantasia dei bambini inducendoli a nuove associazioni mentali: lo scopo non è tanto di portarli a descrivere, disegnandolo, il contenuto del racconto, quanto quello di stimolarli all'associazione e provocare delle catene di immagini che possono portare anche molto lontano dallo stimolo iniziale. Ma la condizione più importante che l'adulto deve garantire è l'esistenza di un ambiente vivo e interessante dove il fanciullo possa dare sfogo alla sua naturale curiosità e al suo spirito esplorativo. Bisogna inoltre aumentare la fiducia del bambino in se stesso, incoraggiarlo e generare entusiasmi e non invece intervenire con una critica negativa e distruttiva. Il compito dell'insegnante non è quello di livellare, ma quello di contribuire ad accrescere le risorse e i potenziali caratteristici di ogni individuo, incoraggiando le motivazioni personali e riconoscendo l'esistenza di conflitti nella personalità del bambino, perché è spesso dal conflitto che nasce un'idea. L'esperienza creativa è di per se stessa un'esperienza vitale ed educativa che si oppone all'apatia e alla depressione.--------Secondo l'autore del brano, i conflitti nella personalità del bambino:
L'agerasia è la scienza che si occupa della possibilità del prolungamento indefinito della vita umana ovvero lo studio "per escogitare o trovare i mezzi curativi atti ad attestare le cause, che producono la vecchiaia". Il nome della scienza deriva al greco geras, "vecchiaia"; essa fu elaborata nel 1885 da Achille Malinconico, che la espose per la prima volta nel volume, stampato in proprio a Napoli, "Agerasia, ossia trattato sulla possibilità del prolungamento indefinito della vita umana".
L'aumento della conflittualità sindacale non sembra affatto correlato all'aumento delle disuguaglianze tra livelli di reddito. Non sono affatto i lavoratori più poveri a far registrare i tassi di conflittualità più elevata, a scioperare non sono quasi mai gli irregolari, i precari o i sotto-protetti, ma dipendenti delle imprese maggiori. Anche in questo il mondo del lavoro italiano manifesta la spaccatura che lo attraversa: da una parte circa 9 milioni di lavoratori ben visibili, protetti dalla legge, dal contratto collettivo e dal sindacato; dall'altra circa 7 milioni pressoché invisibili, protetti poco o nulla, che non hanno voce ad alcun tavolo negoziale.
Le armi chimiche sono sostanzialmente dei veleni. E, in quanto veleni, la loro storia si perde nella notte dei tempi. Quando nel settembre del 1947 il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite decide di considerare gli ordigni nucleari tra le "armi di distruzione di massa", il triste elenco comprende diversi tipi di gas tossici, già largamente usati durante la prima guerra mondiale.
Le prime opere per orchestra di Schubert sono scritte sotto l'influsso di Mozart, tanto che, sebbene il materiale melodico e armonico sia diversissimo da quello mozartiano, il suono del complesso orchestrale, in un lavoro come la "Sinfonia n. 5", non è molto diverso da quello che ascoltiamo nelle musiche dell'ultimo periodo mozartiano.
Le varie teorie sulla didattica, a partire dagli anni Settanta, hanno centrato la propria attenzione su questioni come la scuola, l'istruzione, l'insegnamento-apprendimento, il curricolo, ecc. Intorno a queste aree si sono sviluppati differenti modelli che hanno suggerito chiavi interpretative e proposte operative per sviluppare teorie adeguate. Ogni modello, a sua volta, fa ovviamente riferimento a un approccio teorico collocato sempre all'interno di un paradigma che ha a che fare con la dimensione metateorica (ma non necessariamente filosofica) della riflessione sulle pratiche didattiche. Così, ad esempio, tra i modelli teorici che hanno ispirato più o meno direttamente teorie didattiche si riconoscono modelli di tradizione filosofica ispirati all'idealismo, al pragmatismo, al marxismo e alla teoria critica, alla fenomenologia, all'ermeneutica, alla teoria dei sistemi, alla filosofia analitica. Oppure modelli di derivazione psicologica ispirati al comportamentismo o al cognitivismo; o socioantropologica ispirati al funzionalismo o allo strutturalismo; o ancora modelli legati alle scienze della comunicazione e all'interpretazione letteraria, come i modelli semiotici, narratologici, argomentativi (legati alla nuova retorica). Come si vede, le pratiche didattiche sono di fatto fondate su modelli teorici che a loro volta si collocano in orizzonti teoretici precisi (il più delle volte interrelati fra loro). Dunque, dietro a ogni strumento operativo, anche al più formalizzato, si riconosce un percorso di elaborazione teorica che affonda le proprie radici in una solida tradizione teorico-culturale, non sempre adeguatamente compresa dagli utilizzatori di tali strumenti, troppo spesso alla ricerca soltanto di soluzioni semplici e veloci. Ma l'alto numero di modelli teorici e la loro profonda differenziazione interna ci dicono anche che, benché siano molti gli approcci disciplinari che enfatizzano aspetti particolari del processo didattico (modelli filosofici, psicologici, sociologici, tecnologico, nessuno di essi può esaurire l'intero campo disciplinare della didattica. Ciò è particolarmente importante soprattutto in riferimento a quegli approcci psicologici che forniscono una teoria dell'istruzione e pretendono di sostituirsi a un impianto più propriamente didattico. Non sono una didattica in sé: per diventarlo devono compiere una sorta di processo di pedagogizzazione, il quale traduce le interpretazioni parziali e limitanti dei processi cognitivi in teorie didattiche legate alla complessità degli eventi, non tutti riducibili al cognitivo, che caratterizzano l'esperienza dell'insegnamento-apprendimento.-----------Quale tra le seguenti affermazioni NON è deduci bile dal brano?
Le varie teorie sulla didattica, a partire dagli anni Settanta, hanno centrato la propria attenzione su questioni come la scuola, l'istruzione, l'insegnamento-apprendimento, il curricolo, ecc. Intorno a queste aree si sono sviluppati differenti modelli che hanno suggerito chiavi interpretative e proposte operative per sviluppare teorie adeguate. Ogni modello, a sua volta, fa ovviamente riferimento a un approccio teorico collocato sempre all'interno di un paradigma che ha a che fare con la dimensione metateorica (ma non necessariamente filosofica) della riflessione sulle pratiche didattiche. Così, ad esempio, tra i modelli teorici che hanno ispirato più o meno direttamente teorie didattiche si riconoscono modelli di tradizione filosofica ispirati all'idealismo, al pragmatismo, al marxismo e alla teoria critica, alla fenomenologia, all'ermeneutica, alla teoria dei sistemi, alla filosofia analitica. Oppure modelli di derivazione psicologica ispirati al comportamentismo o al cognitivismo; o socioantropologica ispirati al funzionalismo o allo strutturalismo; o ancora modelli legati alle scienze della comunicazione e all'interpretazione letteraria, come i modelli semiotici, narratologici, argomentativi (legati alla nuova retorica). Come si vede, le pratiche didattiche sono di fatto fondate su modelli teorici che a loro volta si collocano in orizzonti teoretici precisi (il più delle volte interrelati fra loro). Dunque, dietro a ogni strumento operativo, anche al più formalizzato, si riconosce un percorso di elaborazione teorica che affonda le proprie radici in una solida tradizione teorico-culturale, non sempre adeguatamente compresa dagli utilizzatori di tali strumenti, troppo spesso alla ricerca soltanto di soluzioni semplici e veloci. Ma l'alto numero di modelli teorici e la loro profonda differenziazione interna ci dicono anche che, benché siano molti gli approcci disciplinari che enfatizzano aspetti particolari del processo didattico (modelli filosofici, psicologici, sociologici, tecnologico, nessuno di essi può esaurire l'intero campo disciplinare della didattica. Ciò è particolarmente importante soprattutto in riferimento a quegli approcci psicologici che forniscono una teoria dell'istruzione e pretendono di sostituirsi a un impianto più propriamente didattico. Non sono una didattica in sé: per diventarlo devono compiere una sorta di processo di pedagogizzazione, il quale traduce le interpretazioni parziali e limitanti dei processi cognitivi in teorie didattiche legate alla complessità degli eventi, non tutti riducibili al cognitivo, che caratterizzano l'esperienza dell'insegnamento-apprendimento.-----------Secondo l'autore del brano:
Le varie teorie sulla didattica, a partire dagli anni Settanta, hanno centrato la propria attenzione su questioni come la scuola, l'istruzione, l'insegnamento-apprendimento, il curricolo, ecc. Intorno a queste aree si sono sviluppati differenti modelli che hanno suggerito chiavi interpretative e proposte operative per sviluppare teorie adeguate. Ogni modello, a sua volta, fa ovviamente riferimento a un approccio teorico collocato sempre all'interno di un paradigma che ha a che fare con la dimensione metateorica (ma non necessariamente filosofica) della riflessione sulle pratiche didattiche. Così, ad esempio, tra i modelli teorici che hanno ispirato più o meno direttamente teorie didattiche si riconoscono modelli di tradizione filosofica ispirati all'idealismo, al pragmatismo, al marxismo e alla teoria critica, alla fenomenologia, all'ermeneutica, alla teoria dei sistemi, alla filosofia analitica. Oppure modelli di derivazione psicologica ispirati al comportamentismo o al cognitivismo; o socioantropologica ispirati al funzionalismo o allo strutturalismo; o ancora modelli legati alle scienze della comunicazione e all'interpretazione letteraria, come i modelli semiotici, narratologici, argomentativi (legati alla nuova retorica). Come si vede, le pratiche didattiche sono di fatto fondate su modelli teorici che a loro volta si collocano in orizzonti teoretici precisi (il più delle volte interrelati fra loro). Dunque, dietro a ogni strumento operativo, anche al più formalizzato, si riconosce un percorso di elaborazione teorica che affonda le proprie radici in una solida tradizione teorico-culturale, non sempre adeguatamente compresa dagli utilizzatori di tali strumenti, troppo spesso alla ricerca soltanto di soluzioni semplici e veloci. Ma l'alto numero di modelli teorici e la loro profonda differenziazione interna ci dicono anche che, benché siano molti gli approcci disciplinari che enfatizzano aspetti particolari del processo didattico (modelli filosofici, psicologici, sociologici, tecnologico, nessuno di essi può esaurire l'intero campo disciplinare della didattica. Ciò è particolarmente importante soprattutto in riferimento a quegli approcci psicologici che forniscono una teoria dell'istruzione e pretendono di sostituirsi a un impianto più propriamente didattico. Non sono una didattica in sé: per diventarlo devono compiere una sorta di processo di pedagogizzazione, il quale traduce le interpretazioni parziali e limitanti dei processi cognitivi in teorie didattiche legate alla complessità degli eventi, non tutti riducibili al cognitivo, che caratterizzano l'esperienza dell'insegnamento-apprendimento.-----------Quale tra le seguenti affermazioni è deduci bile dal brano?
Le varie teorie sulla didattica, a partire dagli anni Settanta, hanno centrato la propria attenzione su questioni come la scuola, l'istruzione, l'insegnamento-apprendimento, il curricolo, ecc. Intorno a queste aree si sono sviluppati differenti modelli che hanno suggerito chiavi interpretative e proposte operative per sviluppare teorie adeguate. Ogni modello, a sua volta, fa ovviamente riferimento a un approccio teorico collocato sempre all'interno di un paradigma che ha a che fare con la dimensione metateorica (ma non necessariamente filosofica) della riflessione sulle pratiche didattiche. Così, ad esempio, tra i modelli teorici che hanno ispirato più o meno direttamente teorie didattiche si riconoscono modelli di tradizione filosofica ispirati all'idealismo, al pragmatismo, al marxismo e alla teoria critica, alla fenomenologia, all'ermeneutica, alla teoria dei sistemi, alla filosofia analitica. Oppure modelli di derivazione psicologica ispirati al comportamentismo o al cognitivismo; o socioantropologica ispirati al funzionalismo o allo strutturalismo; o ancora modelli legati alle scienze della comunicazione e all'interpretazione letteraria, come i modelli semiotici, narratologici, argomentativi (legati alla nuova retorica). Come si vede, le pratiche didattiche sono di fatto fondate su modelli teorici che a loro volta si collocano in orizzonti teoretici precisi (il più delle volte interrelati fra loro). Dunque, dietro a ogni strumento operativo, anche al più formalizzato, si riconosce un percorso di elaborazione teorica che affonda le proprie radici in una solida tradizione teorico-culturale, non sempre adeguatamente compresa dagli utilizzatori di tali strumenti, troppo spesso alla ricerca soltanto di soluzioni semplici e veloci. Ma l'alto numero di modelli teorici e la loro profonda differenziazione interna ci dicono anche che, benché siano molti gli approcci disciplinari che enfatizzano aspetti particolari del processo didattico (modelli filosofici, psicologici, sociologici, tecnologico, nessuno di essi può esaurire l'intero campo disciplinare della didattica. Ciò è particolarmente importante soprattutto in riferimento a quegli approcci psicologici che forniscono una teoria dell'istruzione e pretendono di sostituirsi a un impianto più propriamente didattico. Non sono una didattica in sé: per diventarlo devono compiere una sorta di processo di pedagogizzazione, il quale traduce le interpretazioni parziali e limitanti dei processi cognitivi in teorie didattiche legate alla complessità degli eventi, non tutti riducibili al cognitivo, che caratterizzano l'esperienza dell'insegnamento-apprendimento.-----------Secondo quanto riportato nel brano, è possibile dedurre che:
L'Impero eurasiatico creato dai mongoli di Gengis Khan e dei suoi successori raggiunse la sua massima estensione nel 1260: in quell'anno Qubilai, nipote di Gengis Khan, aveva completato la conquista della Cina ed era diventato il quinto Gran Khan dei mongoli. L'espansione mongola era stata arrestata militarmente solo dai Mamelucchi egiziani, mentre il suo stesso gigantismo le aveva impedito di andare oltre occasionai i scorrerie nel sultanato musulmano di Delhi e nella valle del Danubio. I mongoli erano penetrati in Polonia nel febbraio 1241 e avevano sbaragliato l'esercito tedesco-polacco. Erano poi entrati in Ungheria, avevano saccheggiato Pest e si erano diretti su Vienna risalendo il Danubio: quindi avevano piegato verso sud, raggiungendo l'Adriatico a Spalato nel marzo 1242. Tre anni e mezzo dopo partiva la prima missione indirizzata alla conversone dei Khan. Il tentativo di Giovanni di Pian del Carpi ne (1245-47) fallì, come pure quelli compiuti in seguito da altri francescani, ma aprì la strada alle relazioni commerciali fra l'Europa e l'Estremo Oriente, cominciate con i viaggi dei Polo in Cina nel 1261 e 1271. L'unità della dominazione mongola venne meno dopo la morte di Qubilai, nel 1291. AI suo posto sorsero quattro Khanati: quello degli Yuan in Cina e Mongolia; quello di Chagatai nella regione delle maggiori città carovaniere della via della seta; quello degli IIkhan in Iran e Iraq; quello dell'Orda (cioè accampamento di tende) d'Oro nella Russia meridionale.-------I Mamelucchi:
L'Impero eurasiatico creato dai mongoli di Gengis Khan e dei suoi successori raggiunse la sua massima estensione nel 1260: in quell'anno Qubilai, nipote di Gengis Khan, aveva completato la conquista della Cina ed era diventato il quinto Gran Khan dei mongoli. L'espansione mongola era stata arrestata militarmente solo dai Mamelucchi egiziani, mentre il suo stesso gigantismo le aveva impedito di andare oltre occasionai i scorrerie nel sultanato musulmano di Delhi e nella valle del Danubio. I mongoli erano penetrati in Polonia nel febbraio 1241 e avevano sbaragliato l'esercito tedesco-polacco. Erano poi entrati in Ungheria, avevano saccheggiato Pest e si erano diretti su Vienna risalendo il Danubio: quindi avevano piegato verso sud, raggiungendo l'Adriatico a Spalato nel marzo 1242. Tre anni e mezzo dopo partiva la prima missione indirizzata alla conversone dei Khan. Il tentativo di Giovanni di Pian del Carpi ne (1245-47) fallì, come pure quelli compiuti in seguito da altri francescani, ma aprì la strada alle relazioni commerciali fra l'Europa e l'Estremo Oriente, cominciate con i viaggi dei Polo in Cina nel 1261 e 1271. L'unità della dominazione mongola venne meno dopo la morte di Qubilai, nel 1291. AI suo posto sorsero quattro Khanati: quello degli Yuan in Cina e Mongolia; quello di Chagatai nella regione delle maggiori città carovaniere della via della seta; quello degli IIkhan in Iran e Iraq; quello dell'Orda (cioè accampamento di tende) d'Oro nella Russia meridionale.-------In Europa, i mongoli:
Max Weber distingue nettamente tra conoscere e valutare, tra giudizi di fatto e giudizi di valore, tra "ciò che è" e "ciò che deve essere". Per lui la scienza sociale è avalutativa, nel senso che cerca la verità, ossia cerca di appurare come andarono i fatti e perché andarono così e non diversamente. La scienza spiega, non valuta. Tale presa di posizione ha, all'interno del lavoro di Weber, due significati: uno epistemologico consistente nella difesa della libertà della scienza da valutazioni etico-politico-religiose [ ... ]; e l'altro etico-pedagogico che mirava a difendere la scienza dalle storture demagogiche dei cosiddetti "socialisti della cattedra" che legavano il valore della verità a valori etico-politici, subordinando cioè l'insegnamento a ideali politici.
Nei primi anni del Novecento, un gruppo di donne decise a imbracciare la macchina da presa sfidarono benpensanti e conformisti per i temi e la vivacità con la quale trattarono le loro opere. Queste registe furono anticipatrici di un gusto che successivamente si è diffuso nella cinematografia mondiale: il neorealismo, il surrealismo e il film noir traggono le loro radici proprio da queste intrepide pioniere.
Nel 1955 la teoria della relatività ha compiuto mezzo secolo di vita. I fisici la considerano oggi una teoria classica, e l'epoca turbolenta in cui essa venne contrastata e attaccata sembra già lontana per sempre. Eppure, ancora nel 1921, un eminente fisico, Von Laue, scriveva nella prefazione al suo dottissimo libro: "molto ammirata e molto esecrata è oggi la relatività generale. Quelli che gridano di più da ambo le parti hanno una sola cosa in comune: un'assoluta ignoranza di ciò di cui parlano". Oggi però le grida sono cessate, la teoria della relatività è divenuta rispettabile e ha preso il suo posto di pietra angolare nella struttura della fisica moderna. Il suo creatore è considerato come "il più grande scienziato contemporaneo" e la sua fama è più diffusa di quella dei re e dei presidenti. Adesso è tempo di volgerci indietro, di passare in rivista le rivoluzioni di Einstein nel loro sviluppo e vedere quale sia stato il loro influsso sulla nostra epoca. Cerchiamo innanzitutto di eliminare gli effetti dei pregiudizi, degli slogan senza senso ripetuti migliaia di volte dalla viva voce, dalla radio e dalla stampa. Uno di questi afferma che è impossibile che un uomo comune capisca le idee di Einstein. Egli è il grande sacerdote della scienza matematica e c'è solo una dozzina di persone che lo capiscano veramente. Non è facile combattere i pregiudizi. lo non posso neanche dire che l'affermazione che solo una dozzina di persone comprendono la teoria della relatività sia falsa. Ma è un'affermazione senza senso, come quella che "solo una dozzina di uomini comprendono Beethoven". Questa analogia tra la matematica e la musica, tra Einstein e Beethoven, fa un certo effetto su chiunque sia amante della matematica e della musica. Come la musica, la matematica e la fisica matematica sono due creazioni artistiche. Come nella musica, dobbiamo fare distinzione tra tecnica e idee. Nessuno può suonare bene Beethoven - e nessuno può scrivere un lavoro scientifico sulla teoria della relatività - senza prima rendersi padrone della tecnica. Eppure, come si può provare una profonda emozione ascoltando Beethoven, pur senza conoscere nulla della tecnica dell'esecuzione, così è possibile provare un profondo piacere nell'apprendere le idee fondamentali della teoria della relatività pur ignorando completamente la tecnica matematica.--------La teoria della relatività di Einstein, secondo il brano:
Nel 1955 la teoria della relatività ha compiuto mezzo secolo di vita. I fisici la considerano oggi una teoria classica, e l'epoca turbolenta in cui essa venne contrastata e attaccata sembra già lontana per sempre. Eppure, ancora nel 1921, un eminente fisico, Von Laue, scriveva nella prefazione al suo dottissimo libro: "molto ammirata e molto esecrata è oggi la relatività generale. Quelli che gridano di più da ambo le parti hanno una sola cosa in comune: un'assoluta ignoranza di ciò di cui parlano". Oggi però le grida sono cessate, la teoria della relatività è divenuta rispettabile e ha preso il suo posto di pietra angolare nella struttura della fisica moderna. Il suo creatore è considerato come "il più grande scienziato contemporaneo" e la sua fama è più diffusa di quella dei re e dei presidenti. Adesso è tempo di volgerci indietro, di passare in rivista le rivoluzioni di Einstein nel loro sviluppo e vedere quale sia stato il loro influsso sulla nostra epoca. Cerchiamo innanzitutto di eliminare gli effetti dei pregiudizi, degli slogan senza senso ripetuti migliaia di volte dalla viva voce, dalla radio e dalla stampa. Uno di questi afferma che è impossibile che un uomo comune capisca le idee di Einstein. Egli è il grande sacerdote della scienza matematica e c'è solo una dozzina di persone che lo capiscano veramente. Non è facile combattere i pregiudizi. lo non posso neanche dire che l'affermazione che solo una dozzina di persone comprendono la teoria della relatività sia falsa. Ma è un'affermazione senza senso, come quella che "solo una dozzina di uomini comprendono Beethoven". Questa analogia tra la matematica e la musica, tra Einstein e Beethoven, fa un certo effetto su chiunque sia amante della matematica e della musica. Come la musica, la matematica e la fisica matematica sono due creazioni artistiche. Come nella musica, dobbiamo fare distinzione tra tecnica e idee. Nessuno può suonare bene Beethoven - e nessuno può scrivere un lavoro scientifico sulla teoria della relatività - senza prima rendersi padrone della tecnica. Eppure, come si può provare una profonda emozione ascoltando Beethoven, pur senza conoscere nulla della tecnica dell'esecuzione, così è possibile provare un profondo piacere nell'apprendere le idee fondamentali della teoria della relatività pur ignorando completamente la tecnica matematica.--------L'autore del brano ritiene che:
Nel 1955 la teoria della relatività ha compiuto mezzo secolo di vita. I fisici la considerano oggi una teoria classica, e l'epoca turbolenta in cui essa venne contrastata e attaccata sembra già lontana per sempre. Eppure, ancora nel 1921, un eminente fisico, Von Laue, scriveva nella prefazione al suo dottissimo libro: "molto ammirata e molto esecrata è oggi la relatività generale. Quelli che gridano di più da ambo le parti hanno una sola cosa in comune: un'assoluta ignoranza di ciò di cui parlano". Oggi però le grida sono cessate, la teoria della relatività è divenuta rispettabile e ha preso il suo posto di pietra angolare nella struttura della fisica moderna. Il suo creatore è considerato come "il più grande scienziato contemporaneo" e la sua fama è più diffusa di quella dei re e dei presidenti. Adesso è tempo di volgerci indietro, di passare in rivista le rivoluzioni di Einstein nel loro sviluppo e vedere quale sia stato il loro influsso sulla nostra epoca. Cerchiamo innanzitutto di eliminare gli effetti dei pregiudizi, degli slogan senza senso ripetuti migliaia di volte dalla viva voce, dalla radio e dalla stampa. Uno di questi afferma che è impossibile che un uomo comune capisca le idee di Einstein. Egli è il grande sacerdote della scienza matematica e c'è solo una dozzina di persone che lo capiscano veramente. Non è facile combattere i pregiudizi. lo non posso neanche dire che l'affermazione che solo una dozzina di persone comprendono la teoria della relatività sia falsa. Ma è un'affermazione senza senso, come quella che "solo una dozzina di uomini comprendono Beethoven". Questa analogia tra la matematica e la musica, tra Einstein e Beethoven, fa un certo effetto su chiunque sia amante della matematica e della musica. Come la musica, la matematica e la fisica matematica sono due creazioni artistiche. Come nella musica, dobbiamo fare distinzione tra tecnica e idee. Nessuno può suonare bene Beethoven - e nessuno può scrivere un lavoro scientifico sulla teoria della relatività - senza prima rendersi padrone della tecnica. Eppure, come si può provare una profonda emozione ascoltando Beethoven, pur senza conoscere nulla della tecnica dell'esecuzione, così è possibile provare un profondo piacere nell'apprendere le idee fondamentali della teoria della relatività pur ignorando completamente la tecnica matematica.--------Dal brano si deduce che la teoria della relatività è stata formulata:
Nel corso del 700 vennero inventati molti congegni meccanici per filare e tessere su più vasta scala (sostituendo l'arcolaio, usato nel Medioevo). In un primo tempo questi macchinari venivano azionati dalla forza muscolare degli animali o da ruote idrauliche, ma nel 1790 fu compiuto il passo cruciale: venne adottata la macchina a vapore per azionarli. Così gli impianti tessili di nuova costruzione non richiedevano più la vicinanza di correnti d'acqua veloci né la disponibilità di animali, ma si potevano costruire in qualsiasi località. La Gran Bretagna entrò in una fase di trasformazione rivoluzionaria: i lavoratori lasciavano la campagna e abbandonavano le manifatture familiari per riversarsi in massa nelle grandi fabbriche [ ... ]. La stessa trasformazione si verificò in altri Paesi che adottarono il nuovo sistema basato sull'uso della macchina a vapore: era la Rivoluzione industriale (un'espressione introdotta nel 1837 dall'economista francese Jerome Adolphe Blanqui).-------Prima dell'introduzione della macchina a vapore, gli impianti tessili venivano azionati:
Nel corso del 700 vennero inventati molti congegni meccanici per filare e tessere su più vasta scala (sostituendo l'arcolaio, usato nel Medioevo). In un primo tempo questi macchinari venivano azionati dalla forza muscolare degli animali o da ruote idrauliche, ma nel 1790 fu compiuto il passo cruciale: venne adottata la macchina a vapore per azionarli. Così gli impianti tessili di nuova costruzione non richiedevano più la vicinanza di correnti d'acqua veloci né la disponibilità di animali, ma si potevano costruire in qualsiasi località. La Gran Bretagna entrò in una fase di trasformazione rivoluzionaria: i lavoratori lasciavano la campagna e abbandonavano le manifatture familiari per riversarsi in massa nelle grandi fabbriche [ ... ]. La stessa trasformazione si verificò in altri Paesi che adottarono il nuovo sistema basato sull'uso della macchina a vapore: era la Rivoluzione industriale (un'espressione introdotta nel 1837 dall'economista francese Jerome Adolphe Blanqui).-------Con l'introduzione della macchina a vapore nella produzione tessile, gli impianti potevano essere posizionati:
Nel corso del 700 vennero inventati molti congegni meccanici per filare e tessere su più vasta scala (sostituendo l'arcolaio, usato nel Medioevo). In un primo tempo questi macchinari venivano azionati dalla forza muscolare degli animali o da ruote idrauliche, ma nel 1790 fu compiuto il passo cruciale: venne adottata la macchina a vapore per azionarli. Così gli impianti tessili di nuova costruzione non richiedevano più la vicinanza di correnti d'acqua veloci né la disponibilità di animali, ma si potevano costruire in qualsiasi località. La Gran Bretagna entrò in una fase di trasformazione rivoluzionaria: i lavoratori lasciavano la campagna e abbandonavano le manifatture familiari per riversarsi in massa nelle grandi fabbriche [ ... ]. La stessa trasformazione si verificò in altri Paesi che adottarono il nuovo sistema basato sull'uso della macchina a vapore: era la Rivoluzione industriale (un'espressione introdotta nel 1837 dall'economista francese Jerome Adolphe Blanqui).-------Quando fu adottata la macchina a vapore nella produzione tessile?
Nel mondo greco, almeno sin dal VI secolo a.C., c'erano sempre state delle scuole in cui si impartivano i primi rudimenti del sapere, e i sofisti avevano molto contribuito a far capire l'importanza dell'istruzione superiore. In epoca ellenistica si diffuse un sistema organico d'istruzione, perché l'insegnamento doveva avere due funzioni vitali: assicurare che i giovani apprendessero la cultura greca degli antenati e rispondere alle necessità culturali di un mondo più fluido e più individualistico.
Nel progresso della ricerca, nel fare le scoperte, sono tre i fattori importanti: le conoscenze precedenti, un'osservazione acuta e, quasi sempre, qualche elemento accidentale. Questa triade si può riconoscere nella scoperta della penicillina da parte di Fleming, che aprì un importante campo di ricerca, quello degli antibiotici. Fleming studiava certi batteri che faceva crescere su scatole di vetro in cui c'era uno strato di agar nutritivo, e che lì producevano piccole colonie dorate. Un giorno notò una grossa chiazza di col or grigiastro che copriva buona parte dello strato nutritivo. Era un contaminante, un fungo microscopico derivante dall'aria, che avrebbe dovuto rovinare l'esperimento. Ma invece Fleming notò che nelle vicinanze di quel contaminante non c'erano le solite chiazze dorate. Molti altri ricercatori forse non l'avrebbero nemmeno notato. Lui, al contrario, pensò che il fungo producesse una sostanza che impediva ai batteri di crescere, e ne riconobbe la possibile importanza medica. Di lì venne la penicillina, dal nome del fungo contaminante. Che il fattore caso debba essere importante è chiaro, perché allo stato attuale della biologia una scoperta non può essere prevedibile soltanto sulla base delle conoscenze precedenti, altrimenti non sarebbe una scoperta. Ma per fare una scoperta è essenziale il fattore uomo, perché l'importanza di un'osservazione occasionale, come quella di Fleming, può essere riconosciuta solo da una mente attenta, preparata e aperta a concetti nuovi, a nuove sfide. Un fattore essenziale per il progresso della biologia, e della scienza in generale, è l'interazione della ricerca con la società. Infatti quest'ultima è responsabile della formazione dello scienziato e della sua possibilità di lavorare nel campo che gli interessa, procurandogli i mezzi per portare avanti la ricerca e soprattutto preparando l'ambiente in cui si deve sviluppare il suo lavoro.-----Nel brano si sottolinea che per la scoperta di Fleming fu decisivo, in particolare, il ruolo:
Nel progresso della ricerca, nel fare le scoperte, sono tre i fattori importanti: le conoscenze precedenti, un'osservazione acuta e, quasi sempre, qualche elemento accidentale. Questa triade si può riconoscere nella scoperta della penicillina da parte di Fleming, che aprì un importante campo di ricerca, quello degli antibiotici. Fleming studiava certi batteri che faceva crescere su scatole di vetro in cui c'era uno strato di agar nutritivo, e che lì producevano piccole colonie dorate. Un giorno notò una grossa chiazza di col or grigiastro che copriva buona parte dello strato nutritivo. Era un contaminante, un fungo microscopico derivante dall'aria, che avrebbe dovuto rovinare l'esperimento. Ma invece Fleming notò che nelle vicinanze di quel contaminante non c'erano le solite chiazze dorate. Molti altri ricercatori forse non l'avrebbero nemmeno notato. Lui, al contrario, pensò che il fungo producesse una sostanza che impediva ai batteri di crescere, e ne riconobbe la possibile importanza medica. Di lì venne la penicillina, dal nome del fungo contaminante. Che il fattore caso debba essere importante è chiaro, perché allo stato attuale della biologia una scoperta non può essere prevedibile soltanto sulla base delle conoscenze precedenti, altrimenti non sarebbe una scoperta. Ma per fare una scoperta è essenziale il fattore uomo, perché l'importanza di un'osservazione occasionale, come quella di Fleming, può essere riconosciuta solo da una mente attenta, preparata e aperta a concetti nuovi, a nuove sfide. Un fattore essenziale per il progresso della biologia, e della scienza in generale, è l'interazione della ricerca con la società. Infatti quest'ultima è responsabile della formazione dello scienziato e della sua possibilità di lavorare nel campo che gli interessa, procurandogli i mezzi per portare avanti la ricerca e soprattutto preparando l'ambiente in cui si deve sviluppare il suo lavoro.-----Nel brano si sostiene che l'interazione della ricerca con la società è:
Nel progresso della ricerca, nel fare le scoperte, sono tre i fattori importanti: le conoscenze precedenti, un'osservazione acuta e, quasi sempre, qualche elemento accidentale. Questa triade si può riconoscere nella scoperta della penicillina da parte di Fleming, che aprì un importante campo di ricerca, quello degli antibiotici. Fleming studiava certi batteri che faceva crescere su scatole di vetro in cui c'era uno strato di agar nutritivo, e che lì producevano piccole colonie dorate. Un giorno notò una grossa chiazza di col or grigiastro che copriva buona parte dello strato nutritivo. Era un contaminante, un fungo microscopico derivante dall'aria, che avrebbe dovuto rovinare l'esperimento. Ma invece Fleming notò che nelle vicinanze di quel contaminante non c'erano le solite chiazze dorate. Molti altri ricercatori forse non l'avrebbero nemmeno notato. Lui, al contrario, pensò che il fungo producesse una sostanza che impediva ai batteri di crescere, e ne riconobbe la possibile importanza medica. Di lì venne la penicillina, dal nome del fungo contaminante. Che il fattore caso debba essere importante è chiaro, perché allo stato attuale della biologia una scoperta non può essere prevedibile soltanto sulla base delle conoscenze precedenti, altrimenti non sarebbe una scoperta. Ma per fare una scoperta è essenziale il fattore uomo, perché l'importanza di un'osservazione occasionale, come quella di Fleming, può essere riconosciuta solo da una mente attenta, preparata e aperta a concetti nuovi, a nuove sfide. Un fattore essenziale per il progresso della biologia, e della scienza in generale, è l'interazione della ricerca con la società. Infatti quest'ultima è responsabile della formazione dello scienziato e della sua possibilità di lavorare nel campo che gli interessa, procurandogli i mezzi per portare avanti la ricerca e soprattutto preparando l'ambiente in cui si deve sviluppare il suo lavoro.-----Quale tra le seguenti affermazioni NON è in linea con quanto sostenuto nel brano?
Nel progresso della ricerca, nel fare le scoperte, sono tre i fattori importanti: le conoscenze precedenti, un'osservazione acuta e, quasi sempre, qualche elemento accidentale. Questa triade si può riconoscere nella scoperta della penicillina da parte di Fleming, che aprì un importante campo di ricerca, quello degli antibiotici. Fleming studiava certi batteri che faceva crescere su scatole di vetro in cui c'era uno strato di agar nutritivo, e che lì producevano piccole colonie dorate. Un giorno notò una grossa chiazza di col or grigiastro che copriva buona parte dello strato nutritivo. Era un contaminante, un fungo microscopico derivante dall'aria, che avrebbe dovuto rovinare l'esperimento. Ma invece Fleming notò che nelle vicinanze di quel contaminante non c'erano le solite chiazze dorate. Molti altri ricercatori forse non l'avrebbero nemmeno notato. Lui, al contrario, pensò che il fungo producesse una sostanza che impediva ai batteri di crescere, e ne riconobbe la possibile importanza medica. Di lì venne la penicillina, dal nome del fungo contaminante. Che il fattore caso debba essere importante è chiaro, perché allo stato attuale della biologia una scoperta non può essere prevedibile soltanto sulla base delle conoscenze precedenti, altrimenti non sarebbe una scoperta. Ma per fare una scoperta è essenziale il fattore uomo, perché l'importanza di un'osservazione occasionale, come quella di Fleming, può essere riconosciuta solo da una mente attenta, preparata e aperta a concetti nuovi, a nuove sfide. Un fattore essenziale per il progresso della biologia, e della scienza in generale, è l'interazione della ricerca con la società. Infatti quest'ultima è responsabile della formazione dello scienziato e della sua possibilità di lavorare nel campo che gli interessa, procurandogli i mezzi per portare avanti la ricerca e soprattutto preparando l'ambiente in cui si deve sviluppare il suo lavoro.-----L'osservazione di Fleming cruciale per la scoperta della penicillina fu che:
Nel Trecento il calo della produzione fu assai sensibile, sia per le carestie, sia per l'abbandono delle terre coltivate meno fertili. Inoltre la rinuncia a pratiche idrauliche impegnative e costose - irrigazione, bonifica, contenimento delle acque provocò scompensi quali la desertificazione di terre un tempo fertilissime (come l'Andalusia e vaste zone della Sicilia, che avevano profittato dei sofisticati sistemi idraulici costruiti dagli arabi), erosioni e impaludamenti. Nel periodo medio-lungo, tuttavia, si delineò un aumento della produttività, anche perché, a causa del calo della popolazione, a essere coltivate erano ormai solo le terre più fertili. Di conseguenza, si richiedevano meno lavoro e investimenti per ottenere le stesse quantità di prodotto. Lavorando le terre migliori, si ottenevano rendimenti più alti. Inoltre, la diminuita richiesta di cereali e le sollecitazioni di un mercato in ripresa furono occasioni per l'introduzione di nuove attività produttive. Si determinò, ad esempio, in numerosi Paesi uno sviluppo dell'allevamento, bovino e, soprattutto, ovino. Fu il fatto forse più caratteristico dei secoli XIV-XV: intere regioni si dedicarono alla nuova attività, sollecitata dalla crescente richiesta di carne, cuoio, formaggi e lana. Ciò avvenne soprattutto nelle terre non più coltivate: così in Sicilia, nel Tavoliere delle Puglie, nella Toscana meridionale, come in Ungheria e in Germania; oppure in Inghilterra dove si sviluppò anche in terreni cintati sottratti dai grandi proprietari all'uso comune dei contadini che se ne servivano per pascolare il bestiame e raccogliere legna. Ma una straordinaria crescita conobbe l'allevamento soprattutto in Spagna, grazie anche all'introduzione della nuova razza ovina dei merinos; gli allevatori, che si erano organizzati in una potentissima associazione, la Mesta, organizzavano la transumanza di enormi greggi (le migrazioni stagionali cioè dai pascoli di pianura a quelli di montagna e viceversa) e influenzavano le pratiche di vita e l'economia di intere regioni.----------Quale delle seguenti affermazioni NON può essere ricavata dal brano?
Nel Trecento il calo della produzione fu assai sensibile, sia per le carestie, sia per l'abbandono delle terre coltivate meno fertili. Inoltre la rinuncia a pratiche idrauliche impegnative e costose - irrigazione, bonifica, contenimento delle acque provocò scompensi quali la desertificazione di terre un tempo fertilissime (come l'Andalusia e vaste zone della Sicilia, che avevano profittato dei sofisticati sistemi idraulici costruiti dagli arabi), erosioni e impaludamenti. Nel periodo medio-lungo, tuttavia, si delineò un aumento della produttività, anche perché, a causa del calo della popolazione, a essere coltivate erano ormai solo le terre più fertili. Di conseguenza, si richiedevano meno lavoro e investimenti per ottenere le stesse quantità di prodotto. Lavorando le terre migliori, si ottenevano rendimenti più alti. Inoltre, la diminuita richiesta di cereali e le sollecitazioni di un mercato in ripresa furono occasioni per l'introduzione di nuove attività produttive. Si determinò, ad esempio, in numerosi Paesi uno sviluppo dell'allevamento, bovino e, soprattutto, ovino. Fu il fatto forse più caratteristico dei secoli XIV-XV: intere regioni si dedicarono alla nuova attività, sollecitata dalla crescente richiesta di carne, cuoio, formaggi e lana. Ciò avvenne soprattutto nelle terre non più coltivate: così in Sicilia, nel Tavoliere delle Puglie, nella Toscana meridionale, come in Ungheria e in Germania; oppure in Inghilterra dove si sviluppò anche in terreni cintati sottratti dai grandi proprietari all'uso comune dei contadini che se ne servivano per pascolare il bestiame e raccogliere legna. Ma una straordinaria crescita conobbe l'allevamento soprattutto in Spagna, grazie anche all'introduzione della nuova razza ovina dei merinos; gli allevatori, che si erano organizzati in una potentissima associazione, la Mesta, organizzavano la transumanza di enormi greggi (le migrazioni stagionali cioè dai pascoli di pianura a quelli di montagna e viceversa) e influenzavano le pratiche di vita e l'economia di intere regioni.----------L'allevamento ovino e bovino:
Nel Trecento il calo della produzione fu assai sensibile, sia per le carestie, sia per l'abbandono delle terre coltivate meno fertili. Inoltre la rinuncia a pratiche idrauliche impegnative e costose - irrigazione, bonifica, contenimento delle acque provocò scompensi quali la desertificazione di terre un tempo fertilissime (come l'Andalusia e vaste zone della Sicilia, che avevano profittato dei sofisticati sistemi idraulici costruiti dagli arabi), erosioni e impaludamenti. Nel periodo medio-lungo, tuttavia, si delineò un aumento della produttività, anche perché, a causa del calo della popolazione, a essere coltivate erano ormai solo le terre più fertili. Di conseguenza, si richiedevano meno lavoro e investimenti per ottenere le stesse quantità di prodotto. Lavorando le terre migliori, si ottenevano rendimenti più alti. Inoltre, la diminuita richiesta di cereali e le sollecitazioni di un mercato in ripresa furono occasioni per l'introduzione di nuove attività produttive. Si determinò, ad esempio, in numerosi Paesi uno sviluppo dell'allevamento, bovino e, soprattutto, ovino. Fu il fatto forse più caratteristico dei secoli XIV-XV: intere regioni si dedicarono alla nuova attività, sollecitata dalla crescente richiesta di carne, cuoio, formaggi e lana. Ciò avvenne soprattutto nelle terre non più coltivate: così in Sicilia, nel Tavoliere delle Puglie, nella Toscana meridionale, come in Ungheria e in Germania; oppure in Inghilterra dove si sviluppò anche in terreni cintati sottratti dai grandi proprietari all'uso comune dei contadini che se ne servivano per pascolare il bestiame e raccogliere legna. Ma una straordinaria crescita conobbe l'allevamento soprattutto in Spagna, grazie anche all'introduzione della nuova razza ovina dei merinos; gli allevatori, che si erano organizzati in una potentissima associazione, la Mesta, organizzavano la transumanza di enormi greggi (le migrazioni stagionali cioè dai pascoli di pianura a quelli di montagna e viceversa) e influenzavano le pratiche di vita e l'economia di intere regioni.----------Quale tra le seguenti affermazioni NON è esatta, relativamente al brano?
Nella descrizione storica è fatale che lo storico sia influenzato dal fatto che egli osserva i fenomeni umani ex post, cioè, per dirla in termini popolari, col vantaggio del senno di poi. Sia nella scelta degli elementi in gioco da illustrare sia nell'interpretazione del loro ruolo storico resta inevitabilmente influenzato dal fatto che egli sa come le cose andarono a finire. Se egli descrive sviluppi che sfociarono in un "disastro", volendo spiegare il disastro egli sarà portato a mettere in evidenza soltanto o prevalentemente le circostanze e gli elementi "negativi" che precedettero il disastro stesso. Se invece lo storico descrive sviluppi che sfociarono in un "successo", è fatale che egli evidenzi soltanto o soprattutto le circostanze e gli elementi "positivi" che precedettero il successo in questione. La storia però non è mai così semplice e lineare come la si racconta: la storia è un gioco dialettico di elementi probabilistici. I disastri non sono solo preceduti da disgrazie e il successo non fiorisce soltanto da situazioni paradisiache; di più, molti elementi o circostanze possono essere definiti come "positivi" o "negativi" solo dopo che un certo risultato si sia verificato e dopo che a tale risultato noi si sia dato un segno positivo o negativo. Quando Toynbee insistette sul ruolo della "sfida" (challenge) nella storia delle civiltà, egli aveva ovviamente avvertito la necessità di stare in guardia contro questi errori di prospettiva storica in cui inevitabilmente si cade guardando alle cose dal punto di vista ex posto ---------Nel brano si sostiene che:
Nella descrizione storica è fatale che lo storico sia influenzato dal fatto che egli osserva i fenomeni umani ex post, cioè, per dirla in termini popolari, col vantaggio del senno di poi. Sia nella scelta degli elementi in gioco da illustrare sia nell'interpretazione del loro ruolo storico resta inevitabilmente influenzato dal fatto che egli sa come le cose andarono a finire. Se egli descrive sviluppi che sfociarono in un "disastro", volendo spiegare il disastro egli sarà portato a mettere in evidenza soltanto o prevalentemente le circostanze e gli elementi "negativi" che precedettero il disastro stesso. Se invece lo storico descrive sviluppi che sfociarono in un "successo", è fatale che egli evidenzi soltanto o soprattutto le circostanze e gli elementi "positivi" che precedettero il successo in questione. La storia però non è mai così semplice e lineare come la si racconta: la storia è un gioco dialettico di elementi probabilistici. I disastri non sono solo preceduti da disgrazie e il successo non fiorisce soltanto da situazioni paradisiache; di più, molti elementi o circostanze possono essere definiti come "positivi" o "negativi" solo dopo che un certo risultato si sia verificato e dopo che a tale risultato noi si sia dato un segno positivo o negativo. Quando Toynbee insistette sul ruolo della "sfida" (challenge) nella storia delle civiltà, egli aveva ovviamente avvertito la necessità di stare in guardia contro questi errori di prospettiva storica in cui inevitabilmente si cade guardando alle cose dal punto di vista ex posto ---------Secondo l'autore del brano:
Nella descrizione storica è fatale che lo storico sia influenzato dal fatto che egli osserva i fenomeni umani ex post, cioè, per dirla in termini popolari, col vantaggio del senno di poi. Sia nella scelta degli elementi in gioco da illustrare sia nell'interpretazione del loro ruolo storico resta inevitabilmente influenzato dal fatto che egli sa come le cose andarono a finire. Se egli descrive sviluppi che sfociarono in un "disastro", volendo spiegare il disastro egli sarà portato a mettere in evidenza soltanto o prevalentemente le circostanze e gli elementi "negativi" che precedettero il disastro stesso. Se invece lo storico descrive sviluppi che sfociarono in un "successo", è fatale che egli evidenzi soltanto o soprattutto le circostanze e gli elementi "positivi" che precedettero il successo in questione. La storia però non è mai così semplice e lineare come la si racconta: la storia è un gioco dialettico di elementi probabilistici. I disastri non sono solo preceduti da disgrazie e il successo non fiorisce soltanto da situazioni paradisiache; di più, molti elementi o circostanze possono essere definiti come "positivi" o "negativi" solo dopo che un certo risultato si sia verificato e dopo che a tale risultato noi si sia dato un segno positivo o negativo. Quando Toynbee insistette sul ruolo della "sfida" (challenge) nella storia delle civiltà, egli aveva ovviamente avvertito la necessità di stare in guardia contro questi errori di prospettiva storica in cui inevitabilmente si cade guardando alle cose dal punto di vista ex posto ---------Quale delle seguenti tesi NON è sostenuta dall'autore del brano?
Nella descrizione storica è fatale che lo storico sia influenzato dal fatto che egli osserva i fenomeni umani ex post, cioè, per dirla in termini popolari, col vantaggio del senno di poi. Sia nella scelta degli elementi in gioco da illustrare sia nell'interpretazione del loro ruolo storico resta inevitabilmente influenzato dal fatto che egli sa come le cose andarono a finire. Se egli descrive sviluppi che sfociarono in un "disastro", volendo spiegare il disastro egli sarà portato a mettere in evidenza soltanto o prevalentemente le circostanze e gli elementi "negativi" che precedettero il disastro stesso. Se invece lo storico descrive sviluppi che sfociarono in un "successo", è fatale che egli evidenzi soltanto o soprattutto le circostanze e gli elementi "positivi" che precedettero il successo in questione. La storia però non è mai così semplice e lineare come la si racconta: la storia è un gioco dialettico di elementi probabilistici. I disastri non sono solo preceduti da disgrazie e il successo non fiorisce soltanto da situazioni paradisiache; di più, molti elementi o circostanze possono essere definiti come "positivi" o "negativi" solo dopo che un certo risultato si sia verificato e dopo che a tale risultato noi si sia dato un segno positivo o negativo. Quando Toynbee insistette sul ruolo della "sfida" (challenge) nella storia delle civiltà, egli aveva ovviamente avvertito la necessità di stare in guardia contro questi errori di prospettiva storica in cui inevitabilmente si cade guardando alle cose dal punto di vista ex posto ---------Secondo l'autore del brano, qual è l'approccio corretto nei confronti della prospettiva storica?
Nessun bosco di conifere è completo senza i suoi gruppi di rapaci notturni, in particolare di civette. La più piccola civetta reperibile in queste foreste è la civetta nana euroasiatica, che ha l'abitudine di formare un legame di coppia permanente. Nidifica nelle cavità abbandonate dal picchio verde e, mentre la femmina cova le uova, il maschio è in giro a caccia di roditori e di uccellini per nutrirla. La femmina pulisce il nido gettando via escrementi e avanzi del cibo che si ammucchiano ai piedi dell'albero segnalando la presenza della coppia. Le civette nane sono abili nel canto e gli uccellini di cui vanno a caccia si radunano assieme, non appena sentono il suo richiamo, per assalirla e allontanarla.
Non vi è sistema più sicuro per avere delusioni che porsi obiettivi impossibili, non c'è critica più ingiusta quindi di quella che si fonda sull'attribuire obiettivi che nessuno si era posto. Per il semplice motivo che nessuno li voleva e nessuno potrebbe mai conseguirli.
Oltre alla musica, il leitmotiv dell'adolescenza che dà voce e ritmo al mondo interiore dei ragazzi, la cultura giovanile, si manifesta in molte altre forme, dalle più tradizionali alle più innovative. Accanto alla passione per tutto ciò che è immagine e movimento, a cominciare dal cinema, che consente una fruizione più immediata, diretta, visiva, è in lieve crescita anche la passione per la lettura, che richiede invece un processo di elaborazione interiore più complesso dell'impatto immediato, visivo dell'immagine. Quello che emerge come nuova tendenza è una maggior spinta degli adolescenti a diventare protagonisti della propria cultura, inventando nuove forme espressive che diano loro visibilità come individui e come soggetti sociali. Sono sempre di più i ragazzi che non si limitano ad ascoltare la musica, ma la compongono e la suonano. E che oltre a leggere, dedicano più tempo alla scrittura, da quella privata dei diari, delle poesie, dei pensieri tracciati con il pennarello sulle pareti della loro stanza, a quella pubblica dei graffiti. Nata nei ghetti neri di New York negli anni Settanta, come espressione di protesta creativa contro l'emarginazione sociale e contro lo squallore dei quartieri più disagiati, la cultura dei graffiti è una forma di arte trasgressiva che consente ai ragazzi non solo di lanciare al mondo i propri messaggi, ma di accendere di nuovi colori i luoghi metropolitani più desolati, imbruttiti, spenti, dai muri di periferia alle fabbriche abbandonate. Non sempre tuttavia i graffiti degli adolescenti nascono da una vera tensione creativa e artistica. AI di là della ricerca stilistica comunque presente, spesso esprimono soprattutto il bisogno narcisistico di apparire, di rendersi visibili nel modo più provocatorio possibile. Sono i graffiti in cui i ragazzi gridano "lo esisto!" attraverso la ripetizione ossessiva del proprio nome, un marchio di identità siglato in caratteri e colori diversi.------In base a quanto scritto nel brano, si può affermare che:
Oltre alla musica, il leitmotiv dell'adolescenza che dà voce e ritmo al mondo interiore dei ragazzi, la cultura giovanile, si manifesta in molte altre forme, dalle più tradizionali alle più innovative. Accanto alla passione per tutto ciò che è immagine e movimento, a cominciare dal cinema, che consente una fruizione più immediata, diretta, visiva, è in lieve crescita anche la passione per la lettura, che richiede invece un processo di elaborazione interiore più complesso dell'impatto immediato, visivo dell'immagine. Quello che emerge come nuova tendenza è una maggior spinta degli adolescenti a diventare protagonisti della propria cultura, inventando nuove forme espressive che diano loro visibilità come individui e come soggetti sociali. Sono sempre di più i ragazzi che non si limitano ad ascoltare la musica, ma la compongono e la suonano. E che oltre a leggere, dedicano più tempo alla scrittura, da quella privata dei diari, delle poesie, dei pensieri tracciati con il pennarello sulle pareti della loro stanza, a quella pubblica dei graffiti. Nata nei ghetti neri di New York negli anni Settanta, come espressione di protesta creativa contro l'emarginazione sociale e contro lo squallore dei quartieri più disagiati, la cultura dei graffiti è una forma di arte trasgressiva che consente ai ragazzi non solo di lanciare al mondo i propri messaggi, ma di accendere di nuovi colori i luoghi metropolitani più desolati, imbruttiti, spenti, dai muri di periferia alle fabbriche abbandonate. Non sempre tuttavia i graffiti degli adolescenti nascono da una vera tensione creativa e artistica. AI di là della ricerca stilistica comunque presente, spesso esprimono soprattutto il bisogno narcisistico di apparire, di rendersi visibili nel modo più provocatorio possibile. Sono i graffiti in cui i ragazzi gridano "lo esisto!" attraverso la ripetizione ossessiva del proprio nome, un marchio di identità siglato in caratteri e colori diversi.------Dal brano è possibile dedurre che, nell'arte dei graffiti, i ragazzi:
Oltre alla musica, il leitmotiv dell'adolescenza che dà voce e ritmo al mondo interiore dei ragazzi, la cultura giovanile, si manifesta in molte altre forme, dalle più tradizionali alle più innovative. Accanto alla passione per tutto ciò che è immagine e movimento, a cominciare dal cinema, che consente una fruizione più immediata, diretta, visiva, è in lieve crescita anche la passione per la lettura, che richiede invece un processo di elaborazione interiore più complesso dell'impatto immediato, visivo dell'immagine. Quello che emerge come nuova tendenza è una maggior spinta degli adolescenti a diventare protagonisti della propria cultura, inventando nuove forme espressive che diano loro visibilità come individui e come soggetti sociali. Sono sempre di più i ragazzi che non si limitano ad ascoltare la musica, ma la compongono e la suonano. E che oltre a leggere, dedicano più tempo alla scrittura, da quella privata dei diari, delle poesie, dei pensieri tracciati con il pennarello sulle pareti della loro stanza, a quella pubblica dei graffiti. Nata nei ghetti neri di New York negli anni Settanta, come espressione di protesta creativa contro l'emarginazione sociale e contro lo squallore dei quartieri più disagiati, la cultura dei graffiti è una forma di arte trasgressiva che consente ai ragazzi non solo di lanciare al mondo i propri messaggi, ma di accendere di nuovi colori i luoghi metropolitani più desolati, imbruttiti, spenti, dai muri di periferia alle fabbriche abbandonate. Non sempre tuttavia i graffiti degli adolescenti nascono da una vera tensione creativa e artistica. AI di là della ricerca stilistica comunque presente, spesso esprimono soprattutto il bisogno narcisistico di apparire, di rendersi visibili nel modo più provocatorio possibile. Sono i graffiti in cui i ragazzi gridano "lo esisto!" attraverso la ripetizione ossessiva del proprio nome, un marchio di identità siglato in caratteri e colori diversi.------Che cosa intende dire l'autore quando afferma che gli adolescenti mirano a diventare protagonisti della propria cultura?
Oltre alla musica, il leitmotiv dell'adolescenza che dà voce e ritmo al mondo interiore dei ragazzi, la cultura giovanile, si manifesta in molte altre forme, dalle più tradizionali alle più innovative. Accanto alla passione per tutto ciò che è immagine e movimento, a cominciare dal cinema, che consente una fruizione più immediata, diretta, visiva, è in lieve crescita anche la passione per la lettura, che richiede invece un processo di elaborazione interiore più complesso dell'impatto immediato, visivo dell'immagine. Quello che emerge come nuova tendenza è una maggior spinta degli adolescenti a diventare protagonisti della propria cultura, inventando nuove forme espressive che diano loro visibilità come individui e come soggetti sociali. Sono sempre di più i ragazzi che non si limitano ad ascoltare la musica, ma la compongono e la suonano. E che oltre a leggere, dedicano più tempo alla scrittura, da quella privata dei diari, delle poesie, dei pensieri tracciati con il pennarello sulle pareti della loro stanza, a quella pubblica dei graffiti. Nata nei ghetti neri di New York negli anni Settanta, come espressione di protesta creativa contro l'emarginazione sociale e contro lo squallore dei quartieri più disagiati, la cultura dei graffiti è una forma di arte trasgressiva che consente ai ragazzi non solo di lanciare al mondo i propri messaggi, ma di accendere di nuovi colori i luoghi metropolitani più desolati, imbruttiti, spenti, dai muri di periferia alle fabbriche abbandonate. Non sempre tuttavia i graffiti degli adolescenti nascono da una vera tensione creativa e artistica. AI di là della ricerca stilistica comunque presente, spesso esprimono soprattutto il bisogno narcisistico di apparire, di rendersi visibili nel modo più provocatorio possibile. Sono i graffiti in cui i ragazzi gridano "lo esisto!" attraverso la ripetizione ossessiva del proprio nome, un marchio di identità siglato in caratteri e colori diversi.------Qual è l'oggetto del brano?
Per Delacroix, capo riconosciuto della "scuola romantica", la storia non è esempio o guida dell'agire umano, è un dramma che è cominciato con l'umanità e dura nel presente. La storia contemporanea è lotta politica per la libertà. "La libertà guida il popolo" è il primo quadro politico nella storia della pittura moderna: esalta l'insurrezione che, nel luglio del 1830, ha posto fine al terrore bianco della restaurata monarchia borbonica. Nel quadro che esalta le giornate di luglio c'è un entusiasmo sincero e un significato politico ambiguo. Per Delacroix e in genere per i romantici libertà è indipendenza nazionale. Nella vasta tela del 1830 la donna che sventola il tricolore sulle barricate è, allo stesso tempo, la Libertà e la Francia. E chi combatte per la libertà? Popolani e intellettuali borghesi: nel nome della Libertà-Patria si suggella la "union sacrée" dei popolani scamiciati e dei borghesi in cilindro. Non è un quadro storico: non rappresenta un fatto o una situazione. Non è un quadro allegorico: di allegorico non c'è che la figura della Libertà-Patria. È un quadro realistico, che culmina con una tirata retorica. Persino la figura allegorica è un misto di realismo e retorica: una figura "ideale" che, per l'occasione, s'è vestita con gli stracci della popolana e, invece della simbolica spada, impugna un fucile d'ordinanza. Nelle note realistiche si scende alla caratterizzazione sociale delle figure per dimostrare che ragazzi, giovani, adulti, operai, contadini, intellettuali, soldati legittimisti e soldati ribelli, tutti sono popolo e tutti affratella il tricolore. È proprio con il romanticismo di Delacroix che l'arte comincia a proporsi di essere, a tutti i costi, del proprio tempo.-----Per quale motivo il dipinto di Delacroix è considerato il primo quadro politico nella storia della pittura moderna?
Per Delacroix, capo riconosciuto della "scuola romantica", la storia non è esempio o guida dell'agire umano, è un dramma che è cominciato con l'umanità e dura nel presente. La storia contemporanea è lotta politica per la libertà. "La libertà guida il popolo" è il primo quadro politico nella storia della pittura moderna: esalta l'insurrezione che, nel luglio del 1830, ha posto fine al terrore bianco della restaurata monarchia borbonica. Nel quadro che esalta le giornate di luglio c'è un entusiasmo sincero e un significato politico ambiguo. Per Delacroix e in genere per i romantici libertà è indipendenza nazionale. Nella vasta tela del 1830 la donna che sventola il tricolore sulle barricate è, allo stesso tempo, la Libertà e la Francia. E chi combatte per la libertà? Popolani e intellettuali borghesi: nel nome della Libertà-Patria si suggella la "union sacrée" dei popolani scamiciati e dei borghesi in cilindro. Non è un quadro storico: non rappresenta un fatto o una situazione. Non è un quadro allegorico: di allegorico non c'è che la figura della Libertà-Patria. È un quadro realistico, che culmina con una tirata retorica. Persino la figura allegorica è un misto di realismo e retorica: una figura "ideale" che, per l'occasione, s'è vestita con gli stracci della popolana e, invece della simbolica spada, impugna un fucile d'ordinanza. Nelle note realistiche si scende alla caratterizzazione sociale delle figure per dimostrare che ragazzi, giovani, adulti, operai, contadini, intellettuali, soldati legittimisti e soldati ribelli, tutti sono popolo e tutti affratella il tricolore. È proprio con il romanticismo di Delacroix che l'arte comincia a proporsi di essere, a tutti i costi, del proprio tempo.-----Come è definito il quadro di Delacroix?
Per Delacroix, capo riconosciuto della "scuola romantica", la storia non è esempio o guida dell'agire umano, è un dramma che è cominciato con l'umanità e dura nel presente. La storia contemporanea è lotta politica per la libertà. "La libertà guida il popolo" è il primo quadro politico nella storia della pittura moderna: esalta l'insurrezione che, nel luglio del 1830, ha posto fine al terrore bianco della restaurata monarchia borbonica. Nel quadro che esalta le giornate di luglio c'è un entusiasmo sincero e un significato politico ambiguo. Per Delacroix e in genere per i romantici libertà è indipendenza nazionale. Nella vasta tela del 1830 la donna che sventola il tricolore sulle barricate è, allo stesso tempo, la Libertà e la Francia. E chi combatte per la libertà? Popolani e intellettuali borghesi: nel nome della Libertà-Patria si suggella la "union sacrée" dei popolani scamiciati e dei borghesi in cilindro. Non è un quadro storico: non rappresenta un fatto o una situazione. Non è un quadro allegorico: di allegorico non c'è che la figura della Libertà-Patria. È un quadro realistico, che culmina con una tirata retorica. Persino la figura allegorica è un misto di realismo e retorica: una figura "ideale" che, per l'occasione, s'è vestita con gli stracci della popolana e, invece della simbolica spada, impugna un fucile d'ordinanza. Nelle note realistiche si scende alla caratterizzazione sociale delle figure per dimostrare che ragazzi, giovani, adulti, operai, contadini, intellettuali, soldati legittimisti e soldati ribelli, tutti sono popolo e tutti affratella il tricolore. È proprio con il romanticismo di Delacroix che l'arte comincia a proporsi di essere, a tutti i costi, del proprio tempo.-----Che cosa rappresenta la donna che sventola la bandiera di Francia?
Per Delacroix, capo riconosciuto della "scuola romantica", la storia non è esempio o guida dell'agire umano, è un dramma che è cominciato con l'umanità e dura nel presente. La storia contemporanea è lotta politica per la libertà. "La libertà guida il popolo" è il primo quadro politico nella storia della pittura moderna: esalta l'insurrezione che, nel luglio del 1830, ha posto fine al terrore bianco della restaurata monarchia borbonica. Nel quadro che esalta le giornate di luglio c'è un entusiasmo sincero e un significato politico ambiguo. Per Delacroix e in genere per i romantici libertà è indipendenza nazionale. Nella vasta tela del 1830 la donna che sventola il tricolore sulle barricate è, allo stesso tempo, la Libertà e la Francia. E chi combatte per la libertà? Popolani e intellettuali borghesi: nel nome della Libertà-Patria si suggella la "union sacrée" dei popolani scamiciati e dei borghesi in cilindro. Non è un quadro storico: non rappresenta un fatto o una situazione. Non è un quadro allegorico: di allegorico non c'è che la figura della Libertà-Patria. È un quadro realistico, che culmina con una tirata retorica. Persino la figura allegorica è un misto di realismo e retorica: una figura "ideale" che, per l'occasione, s'è vestita con gli stracci della popolana e, invece della simbolica spada, impugna un fucile d'ordinanza. Nelle note realistiche si scende alla caratterizzazione sociale delle figure per dimostrare che ragazzi, giovani, adulti, operai, contadini, intellettuali, soldati legittimisti e soldati ribelli, tutti sono popolo e tutti affratella il tricolore. È proprio con il romanticismo di Delacroix che l'arte comincia a proporsi di essere, a tutti i costi, del proprio tempo.-----Quale significato attribuisce Delacroix alla storia?
Per i creatori di miti tutti gli aspetti della natura erano essenzialmente umani per la loro imprevedibilità. Per maestosi e possenti che fossero le personificazioni, per sovrumani che apparissero i poteri di Giove o di Ishtar o di Iside o di Marduk o di Odino, queste divinità erano anche, proprio come i semplici esseri umani, frivole, capricciose, emotive, capaci di comportamenti violenti per motivi di poco conto, sensibili alle lusinghe come bambini. Fintantochè l'universo era controllato da tali divinità arbitrarie e imprevedibili, non vi era alcuna speranza di poterlo comprendere, ma solo una vaga speranza di poterselo rendere amico. Invece, secondo il nuovo modo di vedere dei pensatori greci di un'epoca più tarda, l'universo era una macchina governata da leggi inflessibili.----------Secondo quanto si può dedurre dal brano, chi era Marduk?
Per i creatori di miti tutti gli aspetti della natura erano essenzialmente umani per la loro imprevedibilità. Per maestosi e possenti che fossero le personificazioni, per sovrumani che apparissero i poteri di Giove o di Ishtar o di Iside o di Marduk o di Odino, queste divinità erano anche, proprio come i semplici esseri umani, frivole, capricciose, emotive, capaci di comportamenti violenti per motivi di poco conto, sensibili alle lusinghe come bambini. Fintantochè l'universo era controllato da tali divinità arbitrarie e imprevedibili, non vi era alcuna speranza di poterlo comprendere, ma solo una vaga speranza di poterselo rendere amico. Invece, secondo il nuovo modo di vedere dei pensatori greci di un'epoca più tarda, l'universo era una macchina governata da leggi inflessibili.----------Perché non si riteneva possibile comprendere le leggi che governavano il mondo, all'epoca dei miti?
Per i creatori di miti tutti gli aspetti della natura erano essenzialmente umani per la loro imprevedibilità. Per maestosi e possenti che fossero le personificazioni, per sovrumani che apparissero i poteri di Giove o di Ishtar o di Iside o di Marduk o di Odino, queste divinità erano anche, proprio come i semplici esseri umani, frivole, capricciose, emotive, capaci di comportamenti violenti per motivi di poco conto, sensibili alle lusinghe come bambini. Fintantochè l'universo era controllato da tali divinità arbitrarie e imprevedibili, non vi era alcuna speranza di poterlo comprendere, ma solo una vaga speranza di poterselo rendere amico. Invece, secondo il nuovo modo di vedere dei pensatori greci di un'epoca più tarda, l'universo era una macchina governata da leggi inflessibili.----------Quale caratteristica, secondo l'autore, si adatta alla personalità di divinità come Giove o Ishtar?
Per la crisi della Repubblica si ripropone, in qualche modo, l'alternativa che domina gli studi sul fascismo: parentesi o rivelazione? Non si tratta certo di immaginare la parentesi alla maniera in cui Croce la concepì per il fascismo, come esplosione di un irrazionale senza radici e perciò destinato a sparire con un ritorno alla normalità precedente. Se di parentesi si vuole parlare essa va intesa in maniera più complessa e profonda. Si avvicina in qualche modo all'idea della parentesi chi vede le ragioni della crisi attuale nel momento stesso fondativo della Repubblica, nel modo in cui l'Italia è uscita dalla guerra e ha compiuto i primi passi sulla via della democrazia: oggi, venuto meno il clima della guerra fredda, che aveva ingessato la politica italiana, limiti e contraddizioni del momento fondativo apparirebbero in piena luce, senza speranze di riscatto se non con una radicale discontinuità, con un nuovo inizio del quale peraltro si stentano a vedere i segni. Si avvicina, invece, e ripete in qualche misura lo schema della "rivelazione" chi concentra l'attenzione sui limiti preesistenti, annidati nel profondo della storia italiana e, senza ignorare certo il momento fondativo, guarda alla storia ormai cinquantennale della Repubblica per cercare in questa visione di più lungo periodo le ragioni della crisi ma anche le condizioni di una possibile ripresa. Non penso che si possa isolare il momento delle origini stesse della Repubblica come fattore dominante delle crisi successive e in particolare della crisi di identità nazionale. Il motivo dominante in queste ricostruzioni [nelle ricostruzioni revisioniste] è la crisi della nazione, quale si era faticosamente venuta formando negli anni del Risorgimento e dell'Italia unitaria, in connessione con le tragiche vicende belliche, culminate nella data simbolo dell'8 settembre 1943, e con l'emergere e il prevalere di forze politiche estranee a quel sentimento. Un ripensamento critico di quelle vicende è certamente necessario e fecondo di fronte agli esiti di cinquant'anni di storia repubblicana, ma non si può puntare il dito su quegli anni per cercare il punto di partenza, per così dire, il filo nero che condurrebbe alla crisi attuale senza una evidente forzatura della intera storia della Repubblica.--------Per quale motivo la guerra fredda sarebbe stata determinante per la crisi della Repubblica italiana?
Per la crisi della Repubblica si ripropone, in qualche modo, l'alternativa che domina gli studi sul fascismo: parentesi o rivelazione? Non si tratta certo di immaginare la parentesi alla maniera in cui Croce la concepì per il fascismo, come esplosione di un irrazionale senza radici e perciò destinato a sparire con un ritorno alla normalità precedente. Se di parentesi si vuole parlare essa va intesa in maniera più complessa e profonda. Si avvicina in qualche modo all'idea della parentesi chi vede le ragioni della crisi attuale nel momento stesso fondativo della Repubblica, nel modo in cui l'Italia è uscita dalla guerra e ha compiuto i primi passi sulla via della democrazia: oggi, venuto meno il clima della guerra fredda, che aveva ingessato la politica italiana, limiti e contraddizioni del momento fondativo apparirebbero in piena luce, senza speranze di riscatto se non con una radicale discontinuità, con un nuovo inizio del quale peraltro si stentano a vedere i segni. Si avvicina, invece, e ripete in qualche misura lo schema della "rivelazione" chi concentra l'attenzione sui limiti preesistenti, annidati nel profondo della storia italiana e, senza ignorare certo il momento fondativo, guarda alla storia ormai cinquantennale della Repubblica per cercare in questa visione di più lungo periodo le ragioni della crisi ma anche le condizioni di una possibile ripresa. Non penso che si possa isolare il momento delle origini stesse della Repubblica come fattore dominante delle crisi successive e in particolare della crisi di identità nazionale. Il motivo dominante in queste ricostruzioni [nelle ricostruzioni revisioniste] è la crisi della nazione, quale si era faticosamente venuta formando negli anni del Risorgimento e dell'Italia unitaria, in connessione con le tragiche vicende belliche, culminate nella data simbolo dell'8 settembre 1943, e con l'emergere e il prevalere di forze politiche estranee a quel sentimento. Un ripensamento critico di quelle vicende è certamente necessario e fecondo di fronte agli esiti di cinquant'anni di storia repubblicana, ma non si può puntare il dito su quegli anni per cercare il punto di partenza, per così dire, il filo nero che condurrebbe alla crisi attuale senza una evidente forzatura della intera storia della Repubblica.--------L'autore ritiene che
Per la crisi della Repubblica si ripropone, in qualche modo, l'alternativa che domina gli studi sul fascismo: parentesi o rivelazione? Non si tratta certo di immaginare la parentesi alla maniera in cui Croce la concepì per il fascismo, come esplosione di un irrazionale senza radici e perciò destinato a sparire con un ritorno alla normalità precedente. Se di parentesi si vuole parlare essa va intesa in maniera più complessa e profonda. Si avvicina in qualche modo all'idea della parentesi chi vede le ragioni della crisi attuale nel momento stesso fondativo della Repubblica, nel modo in cui l'Italia è uscita dalla guerra e ha compiuto i primi passi sulla via della democrazia: oggi, venuto meno il clima della guerra fredda, che aveva ingessato la politica italiana, limiti e contraddizioni del momento fondativo apparirebbero in piena luce, senza speranze di riscatto se non con una radicale discontinuità, con un nuovo inizio del quale peraltro si stentano a vedere i segni. Si avvicina, invece, e ripete in qualche misura lo schema della "rivelazione" chi concentra l'attenzione sui limiti preesistenti, annidati nel profondo della storia italiana e, senza ignorare certo il momento fondativo, guarda alla storia ormai cinquantennale della Repubblica per cercare in questa visione di più lungo periodo le ragioni della crisi ma anche le condizioni di una possibile ripresa. Non penso che si possa isolare il momento delle origini stesse della Repubblica come fattore dominante delle crisi successive e in particolare della crisi di identità nazionale. Il motivo dominante in queste ricostruzioni [nelle ricostruzioni revisioniste] è la crisi della nazione, quale si era faticosamente venuta formando negli anni del Risorgimento e dell'Italia unitaria, in connessione con le tragiche vicende belliche, culminate nella data simbolo dell'8 settembre 1943, e con l'emergere e il prevalere di forze politiche estranee a quel sentimento. Un ripensamento critico di quelle vicende è certamente necessario e fecondo di fronte agli esiti di cinquant'anni di storia repubblicana, ma non si può puntare il dito su quegli anni per cercare il punto di partenza, per così dire, il filo nero che condurrebbe alla crisi attuale senza una evidente forzatura della intera storia della Repubblica.--------Lo schema della "rivelazione" si fonda sull'analisi del
Per la crisi della Repubblica si ripropone, in qualche modo, l'alternativa che domina gli studi sul fascismo: parentesi o rivelazione? Non si tratta certo di immaginare la parentesi alla maniera in cui Croce la concepì per il fascismo, come esplosione di un irrazionale senza radici e perciò destinato a sparire con un ritorno alla normalità precedente. Se di parentesi si vuole parlare essa va intesa in maniera più complessa e profonda. Si avvicina in qualche modo all'idea della parentesi chi vede le ragioni della crisi attuale nel momento stesso fondativo della Repubblica, nel modo in cui l'Italia è uscita dalla guerra e ha compiuto i primi passi sulla via della democrazia: oggi, venuto meno il clima della guerra fredda, che aveva ingessato la politica italiana, limiti e contraddizioni del momento fondativo apparirebbero in piena luce, senza speranze di riscatto se non con una radicale discontinuità, con un nuovo inizio del quale peraltro si stentano a vedere i segni. Si avvicina, invece, e ripete in qualche misura lo schema della "rivelazione" chi concentra l'attenzione sui limiti preesistenti, annidati nel profondo della storia italiana e, senza ignorare certo il momento fondativo, guarda alla storia ormai cinquantennale della Repubblica per cercare in questa visione di più lungo periodo le ragioni della crisi ma anche le condizioni di una possibile ripresa. Non penso che si possa isolare il momento delle origini stesse della Repubblica come fattore dominante delle crisi successive e in particolare della crisi di identità nazionale. Il motivo dominante in queste ricostruzioni [nelle ricostruzioni revisioniste] è la crisi della nazione, quale si era faticosamente venuta formando negli anni del Risorgimento e dell'Italia unitaria, in connessione con le tragiche vicende belliche, culminate nella data simbolo dell'8 settembre 1943, e con l'emergere e il prevalere di forze politiche estranee a quel sentimento. Un ripensamento critico di quelle vicende è certamente necessario e fecondo di fronte agli esiti di cinquant'anni di storia repubblicana, ma non si può puntare il dito su quegli anni per cercare il punto di partenza, per così dire, il filo nero che condurrebbe alla crisi attuale senza una evidente forzatura della intera storia della Repubblica.--------Qual è il motivo dominante nelle ricostruzioni revisioniste?
Quello di cui si avverte maggiormente la mancanza, oggi, non è il padre come figura maschile, quello che manca è il "principio paterno" su cui si fonda la norma, la legge, l'autorità: il terzo polo nel triangolo familiare che attira a sé il figlio e lo separa dalla madre, stabilendo un ponte verso l'esterno, la società. Manca insomma, nel mondo interiore dei ragazzi più ancora che delle ragazze, un'immagine di padre che raffiguri qualcuno che "sta più in alto": qualcuno a cui guardare e con cui confrontarsi, magari attraverso la sfida e la ribellione, per poter salire al suo livello. Diventa così più difficile per gli adolescenti identificarsi in una figura paterna spodestata delle sue funzioni, che non trasmette più ai figli una tavola delle leggi, un codice morale da fare proprio, da modificare o da rifiutare. Diventa però più difficile anche separarsi da quell'universo femminile, materno, che in questa fase storica sembra avere il sopravvento. Ciò non impedisce ai figli di proiettarsi all'esterno della famiglia e di avere una loro vita sociale. Né di costruirsi una coscienza interiore, un codice morale. Ma tutto avviene nel segno della madre, più che nel "nome del padre". La società finisce così per essere vissuta come una grande madre, dalla quale ci si aspetta tutto senza dare nulla in cambio: indulgenza, assistenza, protezione. Non solo, ma contro questa società "materna" ci si può scagliare, come fa il bambino piccolo con la mamma, quando lo delude, non risponde ai suoi bisogni, non appaga i suoi desideri. Ed è proprio nella vita sociale che il declino della figura paterna come principio d'autorità, di legge interiore, dà i suoi segnali più allarmanti. La delinquenza minorile, come forma estrema di ribellione, è sempre esistita. Ma mai come oggi appare priva non solo di moventi, ma anche di sensi di colpa: il comportamento antisociale non avviene più nel segno della rivolta contro il padre, la sua legge e le istituzioni che lo rappresentano. Ma si perde nel magma indistinto, indifferenziato di un arcaico universo materno, in cui non è ancora intervenuta la "legge del padre" a stabilire un nuovo ordine e un nuovo equilibrio.-------In quale ambito, secondo l'autore del brano, sono più marcate le conseguenze prodotte dal mutamento della figura paterna?
Quello di cui si avverte maggiormente la mancanza, oggi, non è il padre come figura maschile, quello che manca è il "principio paterno" su cui si fonda la norma, la legge, l'autorità: il terzo polo nel triangolo familiare che attira a sé il figlio e lo separa dalla madre, stabilendo un ponte verso l'esterno, la società. Manca insomma, nel mondo interiore dei ragazzi più ancora che delle ragazze, un'immagine di padre che raffiguri qualcuno che "sta più in alto": qualcuno a cui guardare e con cui confrontarsi, magari attraverso la sfida e la ribellione, per poter salire al suo livello. Diventa così più difficile per gli adolescenti identificarsi in una figura paterna spodestata delle sue funzioni, che non trasmette più ai figli una tavola delle leggi, un codice morale da fare proprio, da modificare o da rifiutare. Diventa però più difficile anche separarsi da quell'universo femminile, materno, che in questa fase storica sembra avere il sopravvento. Ciò non impedisce ai figli di proiettarsi all'esterno della famiglia e di avere una loro vita sociale. Né di costruirsi una coscienza interiore, un codice morale. Ma tutto avviene nel segno della madre, più che nel "nome del padre". La società finisce così per essere vissuta come una grande madre, dalla quale ci si aspetta tutto senza dare nulla in cambio: indulgenza, assistenza, protezione. Non solo, ma contro questa società "materna" ci si può scagliare, come fa il bambino piccolo con la mamma, quando lo delude, non risponde ai suoi bisogni, non appaga i suoi desideri. Ed è proprio nella vita sociale che il declino della figura paterna come principio d'autorità, di legge interiore, dà i suoi segnali più allarmanti. La delinquenza minorile, come forma estrema di ribellione, è sempre esistita. Ma mai come oggi appare priva non solo di moventi, ma anche di sensi di colpa: il comportamento antisociale non avviene più nel segno della rivolta contro il padre, la sua legge e le istituzioni che lo rappresentano. Ma si perde nel magma indistinto, indifferenziato di un arcaico universo materno, in cui non è ancora intervenuta la "legge del padre" a stabilire un nuovo ordine e un nuovo equilibrio.-------Nel brano si afferma che l'assenza del "principio paterno":
Quello di cui si avverte maggiormente la mancanza, oggi, non è il padre come figura maschile, quello che manca è il "principio paterno" su cui si fonda la norma, la legge, l'autorità: il terzo polo nel triangolo familiare che attira a sé il figlio e lo separa dalla madre, stabilendo un ponte verso l'esterno, la società. Manca insomma, nel mondo interiore dei ragazzi più ancora che delle ragazze, un'immagine di padre che raffiguri qualcuno che "sta più in alto": qualcuno a cui guardare e con cui confrontarsi, magari attraverso la sfida e la ribellione, per poter salire al suo livello. Diventa così più difficile per gli adolescenti identificarsi in una figura paterna spodestata delle sue funzioni, che non trasmette più ai figli una tavola delle leggi, un codice morale da fare proprio, da modificare o da rifiutare. Diventa però più difficile anche separarsi da quell'universo femminile, materno, che in questa fase storica sembra avere il sopravvento. Ciò non impedisce ai figli di proiettarsi all'esterno della famiglia e di avere una loro vita sociale. Né di costruirsi una coscienza interiore, un codice morale. Ma tutto avviene nel segno della madre, più che nel "nome del padre". La società finisce così per essere vissuta come una grande madre, dalla quale ci si aspetta tutto senza dare nulla in cambio: indulgenza, assistenza, protezione. Non solo, ma contro questa società "materna" ci si può scagliare, come fa il bambino piccolo con la mamma, quando lo delude, non risponde ai suoi bisogni, non appaga i suoi desideri. Ed è proprio nella vita sociale che il declino della figura paterna come principio d'autorità, di legge interiore, dà i suoi segnali più allarmanti. La delinquenza minorile, come forma estrema di ribellione, è sempre esistita. Ma mai come oggi appare priva non solo di moventi, ma anche di sensi di colpa: il comportamento antisociale non avviene più nel segno della rivolta contro il padre, la sua legge e le istituzioni che lo rappresentano. Ma si perde nel magma indistinto, indifferenziato di un arcaico universo materno, in cui non è ancora intervenuta la "legge del padre" a stabilire un nuovo ordine e un nuovo equilibrio.-------In base a quanto scritto nel brano, che cosa si intende con l'espressione "principio paterno"?
Quello di cui si avverte maggiormente la mancanza, oggi, non è il padre come figura maschile, quello che manca è il "principio paterno" su cui si fonda la norma, la legge, l'autorità: il terzo polo nel triangolo familiare che attira a sé il figlio e lo separa dalla madre, stabilendo un ponte verso l'esterno, la società. Manca insomma, nel mondo interiore dei ragazzi più ancora che delle ragazze, un'immagine di padre che raffiguri qualcuno che "sta più in alto": qualcuno a cui guardare e con cui confrontarsi, magari attraverso la sfida e la ribellione, per poter salire al suo livello. Diventa così più difficile per gli adolescenti identificarsi in una figura paterna spodestata delle sue funzioni, che non trasmette più ai figli una tavola delle leggi, un codice morale da fare proprio, da modificare o da rifiutare. Diventa però più difficile anche separarsi da quell'universo femminile, materno, che in questa fase storica sembra avere il sopravvento. Ciò non impedisce ai figli di proiettarsi all'esterno della famiglia e di avere una loro vita sociale. Né di costruirsi una coscienza interiore, un codice morale. Ma tutto avviene nel segno della madre, più che nel "nome del padre". La società finisce così per essere vissuta come una grande madre, dalla quale ci si aspetta tutto senza dare nulla in cambio: indulgenza, assistenza, protezione. Non solo, ma contro questa società "materna" ci si può scagliare, come fa il bambino piccolo con la mamma, quando lo delude, non risponde ai suoi bisogni, non appaga i suoi desideri. Ed è proprio nella vita sociale che il declino della figura paterna come principio d'autorità, di legge interiore, dà i suoi segnali più allarmanti. La delinquenza minorile, come forma estrema di ribellione, è sempre esistita. Ma mai come oggi appare priva non solo di moventi, ma anche di sensi di colpa: il comportamento antisociale non avviene più nel segno della rivolta contro il padre, la sua legge e le istituzioni che lo rappresentano. Ma si perde nel magma indistinto, indifferenziato di un arcaico universo materno, in cui non è ancora intervenuta la "legge del padre" a stabilire un nuovo ordine e un nuovo equilibrio.-------Secondo l'autore del brano, il triangolo familiare dovrebbe essere formato da:
Se è vero che le differenze dovute alla lingua, all'appartenenza etnica e alla religione sono significative, non bisogna dimenticare altri elementi che costituiscono altri tipi di diversità: l'età, il genere, l'accesso alla formazione e all'informazione, la relazione con il mondo della produzione (l'identità, ad esempio, di un disoccupato non è la stessa di quella di un lavoratore con impiego), l'accesso alle cure mediche, il diritto alla retribuzione, il tipo di ambiente nel quale si vive, il grado di libertà di movimento che si possiede (il cittadino libero di circolare e il detenuto), l'handicap ecc. Tali differenze indicano anche la complessità dell'appartenenza di un determinato gruppo o di un individuo a questo insieme di diversità. Spesso la diversità percepita è solamente quella dell'uomo e della donna e non quella della natura. Com'è possibile constatare le violenze compiute sugli uomini nella loro specificità e nella loro varietà, allo stesso modo è possibile anche osservare che la natura ha subito e subisce ancora violenze inaudite che riguardano le sue diversità. Come per l'uomo anche per la natura, le giustificazioni sono basate sulla razionalità economica. La violenza dell'uomo nei confronti della natura ha conseguenze nefaste per l'uomo stesso. Non solo c'è una progressiva disparità di lingue, ma anche di creature animali e vegetali. Attraverso le manipolazioni transgeniche e la clonazione, la natura tende a essere uniformata e con essa gli esseri umani che vivono e lavorano nell'ambito del mondo animale e vegetale. Talvolta non esiste possibilità di ripensamento perché sono state distrutte ormai le specie naturali. Gli allevatori e i coltivatori non hanno più la possibilità né il piacere di seguire una riproduzione animale e vegetale naturale. Oltre le manipolazioni, la globalizzazione significa la distruzione dei patrimoni naturali senza alcuna preoccupazione di riprodurre ciò che è stato distrutto. Numerosi Stati nazionali attirano, ricevono e accettano le multinazionali e le loro "leggi" senza avere diritto d'intervento per stabilire con loro un capitolato d'oneri. La natura è composta di terre e di acque (oceani, mari, fiumi, laghi), con ricchezza di fauna e flora. Il loro sfruttamento, accelerato dalla globalizzazione, significa anche la progressiva distruzione dei patrimoni acquatici e di alcune specie. Se il controllo ecologico delle terre emerse è difficile, ancora più arduo risulta quello concernente le distese acquatiche che, in estensione, superano l'area terrestre.----------Nel brano si afferma che le violenze perpetrate sull'uomo e sulla natura derivano da ragioni:
Se è vero che le differenze dovute alla lingua, all'appartenenza etnica e alla religione sono significative, non bisogna dimenticare altri elementi che costituiscono altri tipi di diversità: l'età, il genere, l'accesso alla formazione e all'informazione, la relazione con il mondo della produzione (l'identità, ad esempio, di un disoccupato non è la stessa di quella di un lavoratore con impiego), l'accesso alle cure mediche, il diritto alla retribuzione, il tipo di ambiente nel quale si vive, il grado di libertà di movimento che si possiede (il cittadino libero di circolare e il detenuto), l'handicap ecc. Tali differenze indicano anche la complessità dell'appartenenza di un determinato gruppo o di un individuo a questo insieme di diversità. Spesso la diversità percepita è solamente quella dell'uomo e della donna e non quella della natura. Com'è possibile constatare le violenze compiute sugli uomini nella loro specificità e nella loro varietà, allo stesso modo è possibile anche osservare che la natura ha subito e subisce ancora violenze inaudite che riguardano le sue diversità. Come per l'uomo anche per la natura, le giustificazioni sono basate sulla razionalità economica. La violenza dell'uomo nei confronti della natura ha conseguenze nefaste per l'uomo stesso. Non solo c'è una progressiva disparità di lingue, ma anche di creature animali e vegetali. Attraverso le manipolazioni transgeniche e la clonazione, la natura tende a essere uniformata e con essa gli esseri umani che vivono e lavorano nell'ambito del mondo animale e vegetale. Talvolta non esiste possibilità di ripensamento perché sono state distrutte ormai le specie naturali. Gli allevatori e i coltivatori non hanno più la possibilità né il piacere di seguire una riproduzione animale e vegetale naturale. Oltre le manipolazioni, la globalizzazione significa la distruzione dei patrimoni naturali senza alcuna preoccupazione di riprodurre ciò che è stato distrutto. Numerosi Stati nazionali attirano, ricevono e accettano le multinazionali e le loro "leggi" senza avere diritto d'intervento per stabilire con loro un capitolato d'oneri. La natura è composta di terre e di acque (oceani, mari, fiumi, laghi), con ricchezza di fauna e flora. Il loro sfruttamento, accelerato dalla globalizzazione, significa anche la progressiva distruzione dei patrimoni acquatici e di alcune specie. Se il controllo ecologico delle terre emerse è difficile, ancora più arduo risulta quello concernente le distese acquatiche che, in estensione, superano l'area terrestre.----------In base a quanto riportato nel brano, quale effetto nefasto producono le manipolazioni transgeniche e la clonazione sulla natura e sull'uomo?
Se è vero che le differenze dovute alla lingua, all'appartenenza etnica e alla religione sono significative, non bisogna dimenticare altri elementi che costituiscono altri tipi di diversità: l'età, il genere, l'accesso alla formazione e all'informazione, la relazione con il mondo della produzione (l'identità, ad esempio, di un disoccupato non è la stessa di quella di un lavoratore con impiego), l'accesso alle cure mediche, il diritto alla retribuzione, il tipo di ambiente nel quale si vive, il grado di libertà di movimento che si possiede (il cittadino libero di circolare e il detenuto), l'handicap ecc. Tali differenze indicano anche la complessità dell'appartenenza di un determinato gruppo o di un individuo a questo insieme di diversità. Spesso la diversità percepita è solamente quella dell'uomo e della donna e non quella della natura. Com'è possibile constatare le violenze compiute sugli uomini nella loro specificità e nella loro varietà, allo stesso modo è possibile anche osservare che la natura ha subito e subisce ancora violenze inaudite che riguardano le sue diversità. Come per l'uomo anche per la natura, le giustificazioni sono basate sulla razionalità economica. La violenza dell'uomo nei confronti della natura ha conseguenze nefaste per l'uomo stesso. Non solo c'è una progressiva disparità di lingue, ma anche di creature animali e vegetali. Attraverso le manipolazioni transgeniche e la clonazione, la natura tende a essere uniformata e con essa gli esseri umani che vivono e lavorano nell'ambito del mondo animale e vegetale. Talvolta non esiste possibilità di ripensamento perché sono state distrutte ormai le specie naturali. Gli allevatori e i coltivatori non hanno più la possibilità né il piacere di seguire una riproduzione animale e vegetale naturale. Oltre le manipolazioni, la globalizzazione significa la distruzione dei patrimoni naturali senza alcuna preoccupazione di riprodurre ciò che è stato distrutto. Numerosi Stati nazionali attirano, ricevono e accettano le multinazionali e le loro "leggi" senza avere diritto d'intervento per stabilire con loro un capitolato d'oneri. La natura è composta di terre e di acque (oceani, mari, fiumi, laghi), con ricchezza di fauna e flora. Il loro sfruttamento, accelerato dalla globalizzazione, significa anche la progressiva distruzione dei patrimoni acquatici e di alcune specie. Se il controllo ecologico delle terre emerse è difficile, ancora più arduo risulta quello concernente le distese acquatiche che, in estensione, superano l'area terrestre.----------L'autore nel brano afferma che la globalizzazione:
Secondo la American Psycological Association, la percentuale di popolazione statunitense in cura da uno psicologo è stata per molti anni inferiore al 50%. Oggi sfiorerebbe 1'80%. Gli individui sembrano sempre più deboli, incapaci di affrontare le sfide che la vita pone loro davanti senza l'aiuto di un esercito di professionisti.
Secondo la definizione di Burrough (1986), il GIS è composto da una serie di strumenti software per acquisire, memorizzare, estrarre, trasformare e visualizzare dati spaziali dal mondo reale, associando a ciascun elemento geografico una o più descrizioni alfanumeriche. Il sistema informativo geografico o GIS può essere visto come una forma di DBMS (Database Management System, Sistema di Gestione di basi di dati), in grado di gestire dati geografici.
Secondo l'annuale report di Yahoo! sulle "Tendenze della Rete", la top ten del 2007 vede i navigatori nostrani impegnati non tanto a digitare l'immancabile parola "sex", almeno secondo il rapporto, quanto piuttosto a cercare informazioni su previsioni del tempo e astri. In mezzo c'è la ricerca di amicizie attraverso le chat. Tre cose che, a pensarci bene, non sono poi nemmeno così lontane tra loro, visto il sempre crescente bisogno di amici e divertimento.
Sembra davvero che un limite del fumetto sia quello di non poter raccontare la cronaca. Compito solitamente affidato alla vignetta satirica, fumetto sui generis che, però, quando ci riesce commenta e non racconta. Il fumetto è il prodotto di lunga e laboriosa lavorazione, come il cartone animato e talvolta ancor più del cinema: quando si arriva a finire l'opera, i tempi, le notizie, i fatti del mondo sono bell'e che cambiati.
Sicuri che per capire se una persona vi sta mentendo è sufficiente osservare le mani, che magari si muovono nervosamente, forse stropicciando naso e occhi, mentre lo sguardo si abbassa e il bugiardo arrossisce? Secondo una ricerca realizzata dall'università di Bergamo, La Sapienza di Roma e dall'ateneo di Portsmouth, il vero bugiardo è un altro. Già perché secondo il campione analizzato, il professionista della menzogna compie il 20% in meno di questi gesti rispetto ad un comune mortale che non ha alcuna intenzione di alterare la verità. Ma un trucco però c'è, e sta nel porre più attenzione all'enfasi con cui il millantatore sciorina le sue bugie. Il reo infatti, ben sapendo che potrebbe essere tradito dal suo linguaggio corporeo, evita accuratamente di toccarsi i capelli e indugiare in altre movenze che potrebbero risultare incriminanti. E sceglie una strada diversa puntando sulle parole. Se carica i toni durante il discorso, accompagnandolo con frasi accorate che esprimono amore e lealtà, mentre - questo è ammesso - porta una mano sul cuore, allora siate sicuri che sta scodellando una balla. Lo stesso problema è emerso anche con la macchina della verità: se le curve che traccia l'aghetto schizzano come impazzite proprio durante la domanda clou, è più probabile che si tratti dell'emozione di una persona comune che sa di essere tra i sospettati e teme d'essere accusata, che di un delinquente abituale, ormai avvezzo a mentire per motivi professionali. Il bugiardo insomma ha imparato a difendersi, e lo fa con stratagemmi astuti che contraddicono i luoghi comuni che lo vogliono preda di panico e isteria. Prevale il sangue freddo dunque, almeno nei casi esaminati dalle ricerche e in quei 128 studenti della Sapienza che sono stati invitati a sostenere di possedere una serie di oggetti, uno solo dei quali apparteneva a loro. La maggiore veemenza con cui veniva sostenuta la tesi sbagliata ha dato corpo ai risultati della ricerca, perché il 20% delle menzogne si sorreggeva così. Attenzione dunque a quei tremori all'apparenza sospetti, sono solo segno di fragilità anche se, come diceva Benjamin Disraeli, uno dei più famosi primi ministri d'lnghilterra: "Ci sono tre tipi di bugie: bugie, dannate bugie e statistiche".------Secondo il brano, prima dei risultati della ricerca universitaria citata, quale comportamento NON era attribuibile al bugiardo?
Sicuri che per capire se una persona vi sta mentendo è sufficiente osservare le mani, che magari si muovono nervosamente, forse stropicciando naso e occhi, mentre lo sguardo si abbassa e il bugiardo arrossisce? Secondo una ricerca realizzata dall'università di Bergamo, La Sapienza di Roma e dall'ateneo di Portsmouth, il vero bugiardo è un altro. Già perché secondo il campione analizzato, il professionista della menzogna compie il 20% in meno di questi gesti rispetto ad un comune mortale che non ha alcuna intenzione di alterare la verità. Ma un trucco però c'è, e sta nel porre più attenzione all'enfasi con cui il millantatore sciorina le sue bugie. Il reo infatti, ben sapendo che potrebbe essere tradito dal suo linguaggio corporeo, evita accuratamente di toccarsi i capelli e indugiare in altre movenze che potrebbero risultare incriminanti. E sceglie una strada diversa puntando sulle parole. Se carica i toni durante il discorso, accompagnandolo con frasi accorate che esprimono amore e lealtà, mentre - questo è ammesso - porta una mano sul cuore, allora siate sicuri che sta scodellando una balla. Lo stesso problema è emerso anche con la macchina della verità: se le curve che traccia l'aghetto schizzano come impazzite proprio durante la domanda clou, è più probabile che si tratti dell'emozione di una persona comune che sa di essere tra i sospettati e teme d'essere accusata, che di un delinquente abituale, ormai avvezzo a mentire per motivi professionali. Il bugiardo insomma ha imparato a difendersi, e lo fa con stratagemmi astuti che contraddicono i luoghi comuni che lo vogliono preda di panico e isteria. Prevale il sangue freddo dunque, almeno nei casi esaminati dalle ricerche e in quei 128 studenti della Sapienza che sono stati invitati a sostenere di possedere una serie di oggetti, uno solo dei quali apparteneva a loro. La maggiore veemenza con cui veniva sostenuta la tesi sbagliata ha dato corpo ai risultati della ricerca, perché il 20% delle menzogne si sorreggeva così. Attenzione dunque a quei tremori all'apparenza sospetti, sono solo segno di fragilità anche se, come diceva Benjamin Disraeli, uno dei più famosi primi ministri d'lnghilterra: "Ci sono tre tipi di bugie: bugie, dannate bugie e statistiche".------Quale dei seguenti appellativi NON è riferito a un mentitore da parte dell'autore del brano?
Sicuri che per capire se una persona vi sta mentendo è sufficiente osservare le mani, che magari si muovono nervosamente, forse stropicciando naso e occhi, mentre lo sguardo si abbassa e il bugiardo arrossisce? Secondo una ricerca realizzata dall'università di Bergamo, La Sapienza di Roma e dall'ateneo di Portsmouth, il vero bugiardo è un altro. Già perché secondo il campione analizzato, il professionista della menzogna compie il 20% in meno di questi gesti rispetto ad un comune mortale che non ha alcuna intenzione di alterare la verità. Ma un trucco però c'è, e sta nel porre più attenzione all'enfasi con cui il millantatore sciorina le sue bugie. Il reo infatti, ben sapendo che potrebbe essere tradito dal suo linguaggio corporeo, evita accuratamente di toccarsi i capelli e indugiare in altre movenze che potrebbero risultare incriminanti. E sceglie una strada diversa puntando sulle parole. Se carica i toni durante il discorso, accompagnandolo con frasi accorate che esprimono amore e lealtà, mentre - questo è ammesso - porta una mano sul cuore, allora siate sicuri che sta scodellando una balla. Lo stesso problema è emerso anche con la macchina della verità: se le curve che traccia l'aghetto schizzano come impazzite proprio durante la domanda clou, è più probabile che si tratti dell'emozione di una persona comune che sa di essere tra i sospettati e teme d'essere accusata, che di un delinquente abituale, ormai avvezzo a mentire per motivi professionali. Il bugiardo insomma ha imparato a difendersi, e lo fa con stratagemmi astuti che contraddicono i luoghi comuni che lo vogliono preda di panico e isteria. Prevale il sangue freddo dunque, almeno nei casi esaminati dalle ricerche e in quei 128 studenti della Sapienza che sono stati invitati a sostenere di possedere una serie di oggetti, uno solo dei quali apparteneva a loro. La maggiore veemenza con cui veniva sostenuta la tesi sbagliata ha dato corpo ai risultati della ricerca, perché il 20% delle menzogne si sorreggeva così. Attenzione dunque a quei tremori all'apparenza sospetti, sono solo segno di fragilità anche se, come diceva Benjamin Disraeli, uno dei più famosi primi ministri d'lnghilterra: "Ci sono tre tipi di bugie: bugie, dannate bugie e statistiche".------Secondo quanto scritto nel brano, gli individui sottoposti a osservazione sono stati invitati a:
Stando a questi dettagli, il dado appariva ormai tratto. Era infatti lo stesso Strozzi (che è tutto dire) a mostrare ormai senza più incertezze d'aver imboccato la via senza ritorno dello scontro armato. A spiegare l'improvvisa inversione politica dello Strozzi e del cardinal Salviati, ora pronti a muover l'armi dopo anni di resistenze e retropensieri e incoffessati tentativi di accordi sottobanco con l'oligarchia medicea di Firenze, concorrono motivazioni di genere diverso, politiche certamente, non meno che psicologiche.
Stupore, meraviglia, vertigine: non parliamo di una mostra sul barocco ma della mostra magnifica che la Peggy Guggenheim Collection dedica a Lucio Fontana, artista che del barocco, del resto, era notoriamente innamorato, tanto che alcuni studiosi, da Michel Tapiè a Enrico Crispolti, hanno battezzato così un'intera stagione del suo lavoro. Gli innumerevoli visitatori che entrano in quelle salette oscure (oltre mille al giorno, secondi solo a quelli che a Roma vanno in pellegrinaggio da Raffaello) e si consegnano ai sortilegi della mostra, ideata e messa magicamente in scena da Luca Massimo Barbero, escono poi nella luce abbagliante del giardino come storditi dal viaggio che hanno compiuto. [ ... ] La mostra non lavora in ampiezza ma in profondità e scandaglia due soli, brevi cicli del suo lavoro, racchiusi tra il 1961 e il 1965; gli unici, poi, che Fontana abbia voluto battezzare, dedicandoli a due città "di luce": Venezia e New York. Le Venezie e le New York, dunque, cercate e ritrovate (con l'Archivio Fontana) davvero ai quattro angoli del mondo, scelte una per una e riunite qui per la prima volta. [ ... ] L'incipit è folgorante: in una stanza buia, uno dei suoi ipnotici soffitti luminosi, due Attese (i Tagli) dai ritmi quasi musicali e uno splendido, precocissimo dipinto bianco di Buchi del 1949. È il Fontana che tutti conosciamo, ai più alti livelli. Ma è solo l'introduzione, perché poi è lei, Venezia, a penetrare di là fuori in queste stanze oscure e a trasfigurarsi nello sguardo di Fontana in dipinti cremosi, sensuali, prodigiosamente felici. [ ... ] Le Venezie sono sempre state definite dipinti a olio; in realtà (lo si è scoperto ora) sono acrilici misti a una resina, acrilica anch'essa, che genera una sorta di pasta luminosa, aurea o argentata, con cui Fontana traduce in immagine le sensazioni suscitate dalla città. [ ... ] Ma presto ai sortilegi di Venezia si sostituiscono gli choc visivi di New York: Fontana deve trovare una materia adatta a rendere quei '10rrenti di luce" che sono ai suoi occhi i grattacieli di Manhattan. E la trova: lastre di rame o di alluminio percorse da squarci o da fori violenti.-------Secondo il brano, la prima sala della mostra presenta:
Stupore, meraviglia, vertigine: non parliamo di una mostra sul barocco ma della mostra magnifica che la Peggy Guggenheim Collection dedica a Lucio Fontana, artista che del barocco, del resto, era notoriamente innamorato, tanto che alcuni studiosi, da Michel Tapiè a Enrico Crispolti, hanno battezzato così un'intera stagione del suo lavoro. Gli innumerevoli visitatori che entrano in quelle salette oscure (oltre mille al giorno, secondi solo a quelli che a Roma vanno in pellegrinaggio da Raffaello) e si consegnano ai sortilegi della mostra, ideata e messa magicamente in scena da Luca Massimo Barbero, escono poi nella luce abbagliante del giardino come storditi dal viaggio che hanno compiuto. [ ... ] La mostra non lavora in ampiezza ma in profondità e scandaglia due soli, brevi cicli del suo lavoro, racchiusi tra il 1961 e il 1965; gli unici, poi, che Fontana abbia voluto battezzare, dedicandoli a due città "di luce": Venezia e New York. Le Venezie e le New York, dunque, cercate e ritrovate (con l'Archivio Fontana) davvero ai quattro angoli del mondo, scelte una per una e riunite qui per la prima volta. [ ... ] L'incipit è folgorante: in una stanza buia, uno dei suoi ipnotici soffitti luminosi, due Attese (i Tagli) dai ritmi quasi musicali e uno splendido, precocissimo dipinto bianco di Buchi del 1949. È il Fontana che tutti conosciamo, ai più alti livelli. Ma è solo l'introduzione, perché poi è lei, Venezia, a penetrare di là fuori in queste stanze oscure e a trasfigurarsi nello sguardo di Fontana in dipinti cremosi, sensuali, prodigiosamente felici. [ ... ] Le Venezie sono sempre state definite dipinti a olio; in realtà (lo si è scoperto ora) sono acrilici misti a una resina, acrilica anch'essa, che genera una sorta di pasta luminosa, aurea o argentata, con cui Fontana traduce in immagine le sensazioni suscitate dalla città. [ ... ] Ma presto ai sortilegi di Venezia si sostituiscono gli choc visivi di New York: Fontana deve trovare una materia adatta a rendere quei '10rrenti di luce" che sono ai suoi occhi i grattacieli di Manhattan. E la trova: lastre di rame o di alluminio percorse da squarci o da fori violenti.-------Il brano narra di una mostra su:
Stupore, meraviglia, vertigine: non parliamo di una mostra sul barocco ma della mostra magnifica che la Peggy Guggenheim Collection dedica a Lucio Fontana, artista che del barocco, del resto, era notoriamente innamorato, tanto che alcuni studiosi, da Michel Tapiè a Enrico Crispolti, hanno battezzato così un'intera stagione del suo lavoro. Gli innumerevoli visitatori che entrano in quelle salette oscure (oltre mille al giorno, secondi solo a quelli che a Roma vanno in pellegrinaggio da Raffaello) e si consegnano ai sortilegi della mostra, ideata e messa magicamente in scena da Luca Massimo Barbero, escono poi nella luce abbagliante del giardino come storditi dal viaggio che hanno compiuto. [ ... ] La mostra non lavora in ampiezza ma in profondità e scandaglia due soli, brevi cicli del suo lavoro, racchiusi tra il 1961 e il 1965; gli unici, poi, che Fontana abbia voluto battezzare, dedicandoli a due città "di luce": Venezia e New York. Le Venezie e le New York, dunque, cercate e ritrovate (con l'Archivio Fontana) davvero ai quattro angoli del mondo, scelte una per una e riunite qui per la prima volta. [ ... ] L'incipit è folgorante: in una stanza buia, uno dei suoi ipnotici soffitti luminosi, due Attese (i Tagli) dai ritmi quasi musicali e uno splendido, precocissimo dipinto bianco di Buchi del 1949. È il Fontana che tutti conosciamo, ai più alti livelli. Ma è solo l'introduzione, perché poi è lei, Venezia, a penetrare di là fuori in queste stanze oscure e a trasfigurarsi nello sguardo di Fontana in dipinti cremosi, sensuali, prodigiosamente felici. [ ... ] Le Venezie sono sempre state definite dipinti a olio; in realtà (lo si è scoperto ora) sono acrilici misti a una resina, acrilica anch'essa, che genera una sorta di pasta luminosa, aurea o argentata, con cui Fontana traduce in immagine le sensazioni suscitate dalla città. [ ... ] Ma presto ai sortilegi di Venezia si sostituiscono gli choc visivi di New York: Fontana deve trovare una materia adatta a rendere quei '10rrenti di luce" che sono ai suoi occhi i grattacieli di Manhattan. E la trova: lastre di rame o di alluminio percorse da squarci o da fori violenti.-------Nel brano, l'autrice più volte sottolinea:
Stupore, meraviglia, vertigine: non parliamo di una mostra sul barocco ma della mostra magnifica che la Peggy Guggenheim Collection dedica a Lucio Fontana, artista che del barocco, del resto, era notoriamente innamorato, tanto che alcuni studiosi, da Michel Tapiè a Enrico Crispolti, hanno battezzato così un'intera stagione del suo lavoro. Gli innumerevoli visitatori che entrano in quelle salette oscure (oltre mille al giorno, secondi solo a quelli che a Roma vanno in pellegrinaggio da Raffaello) e si consegnano ai sortilegi della mostra, ideata e messa magicamente in scena da Luca Massimo Barbero, escono poi nella luce abbagliante del giardino come storditi dal viaggio che hanno compiuto. [ ... ] La mostra non lavora in ampiezza ma in profondità e scandaglia due soli, brevi cicli del suo lavoro, racchiusi tra il 1961 e il 1965; gli unici, poi, che Fontana abbia voluto battezzare, dedicandoli a due città "di luce": Venezia e New York. Le Venezie e le New York, dunque, cercate e ritrovate (con l'Archivio Fontana) davvero ai quattro angoli del mondo, scelte una per una e riunite qui per la prima volta. [ ... ] L'incipit è folgorante: in una stanza buia, uno dei suoi ipnotici soffitti luminosi, due Attese (i Tagli) dai ritmi quasi musicali e uno splendido, precocissimo dipinto bianco di Buchi del 1949. È il Fontana che tutti conosciamo, ai più alti livelli. Ma è solo l'introduzione, perché poi è lei, Venezia, a penetrare di là fuori in queste stanze oscure e a trasfigurarsi nello sguardo di Fontana in dipinti cremosi, sensuali, prodigiosamente felici. [ ... ] Le Venezie sono sempre state definite dipinti a olio; in realtà (lo si è scoperto ora) sono acrilici misti a una resina, acrilica anch'essa, che genera una sorta di pasta luminosa, aurea o argentata, con cui Fontana traduce in immagine le sensazioni suscitate dalla città. [ ... ] Ma presto ai sortilegi di Venezia si sostituiscono gli choc visivi di New York: Fontana deve trovare una materia adatta a rendere quei '10rrenti di luce" che sono ai suoi occhi i grattacieli di Manhattan. E la trova: lastre di rame o di alluminio percorse da squarci o da fori violenti.-------Nel brano, la parola "barocco" indica:
Sul tema cruciale delle nuove tasse universitarie, Tony Blair ha ottenuto una vittoria con soli cinque voti di maggioranza rispetto ai centosessantuno di cui poteva disporre in teoria, contando solo sul suo partito. Si vara infatti una impopolarissima legge che renderà sempre più costoso per gli studenti accedere a una università; per questa ragione nessuno aveva azzardato previsioni fino all'esito del voto che, comunque, ha provocato gravi lacerazioni all'interno del partito laburista.
Talete, il filosofo greco, aveva osservato, verso il 600 avanti Cristo, che una resina fossile che si trovava sulle rive del Baltico, che noi chiamiamo ambra e i greci chiamavano "elektron", acquisiva la capacità di attrarre piume, fili, batuffoli di lanugine, quando veniva strofinata con un pezzo di pelliccia. Fu Il inglese William Gilbert, lo studioso del magnetismo, a proporre per primo di chiamare tale forza attrattiva "elettricità", appunto dal greco "elektron". Egli scoprì che, oltre all'ambra, altri materiali, come il vetro, acquistavano proprietà elettriche se li si strofinava.-------Chi fu il primo a proporre l'impiego del termine "elettricità"?
Talete, il filosofo greco, aveva osservato, verso il 600 avanti Cristo, che una resina fossile che si trovava sulle rive del Baltico, che noi chiamiamo ambra e i greci chiamavano "elektron", acquisiva la capacità di attrarre piume, fili, batuffoli di lanugine, quando veniva strofinata con un pezzo di pelliccia. Fu Il inglese William Gilbert, lo studioso del magnetismo, a proporre per primo di chiamare tale forza attrattiva "elettricità", appunto dal greco "elektron". Egli scoprì che, oltre all'ambra, altri materiali, come il vetro, acquistavano proprietà elettriche se li si strofinava.-------Stando al contenuto del brano, "elektron" è il nome greco:
Tra le novelle di Verga, La chiave d'oro è una delle più belle e delle meno conosciute. Ecco il racconto di Verga riassunto da Sciascia. Un povero ladro di olive viene ammazzato da un campiere, nella proprietà di un canonico; il campiere, una specie di mafioso, scappa e il canonico resta a far fronte alla "giustizia", cioè a un Giudice che arriva minaccioso accompagnato da medico, cancelliere e sbirri. Fatto il sopralluogo, il Giudice accetta "un boccone": vale a dire un pranzo abbondante e accurato, che finisce con il caffè "fatto con la macchina" e un moscadello vecchio "che avrebbe resuscitato un morto" (ma non quel povero morto rimasto sotto l'ulivo). Il giorno dopo, un messo viene a dire al canonico che il Sig. Giudice aveva perso nel frutteto la chiave dell'orologio "e che la cercassero bene che doveva esserci di certo". Il canonico capisce, compra una bella chiave d'oro da due onze, la manda al Giudice "e il processo andò liscio per la sua stradali, il canonico indenne, il campiere indultato poi da Garibaldi. E il canonico usava poi dire del Giudice: "Fu un galantuomo! Perché invece di perdere la sola chiave, avrebbe potuto farmi cercare anche l'orologio e la catena". [ ... ] E alla non fatta giustizia del Giudice borbonico, succede l'indulto di Garibaldi. La parabola si compie spietatamente, tremendamente, con questa frase: "Nel frutteto sotto l'albero vecchio, dove è sepolto il ladro delle olive, vengono cavoli grossi come teste di bambini". ---In base a quanto riportato nel brano, cosa si può affermare sul canonico?
Tra le novelle di Verga, La chiave d'oro è una delle più belle e delle meno conosciute. Ecco il racconto di Verga riassunto da Sciascia. Un povero ladro di olive viene ammazzato da un campiere, nella proprietà di un canonico; il campiere, una specie di mafioso, scappa e il canonico resta a far fronte alla "giustizia", cioè a un Giudice che arriva minaccioso accompagnato da medico, cancelliere e sbirri. Fatto il sopralluogo, il Giudice accetta "un boccone": vale a dire un pranzo abbondante e accurato, che finisce con il caffè "fatto con la macchina" e un moscadello vecchio "che avrebbe resuscitato un morto" (ma non quel povero morto rimasto sotto l'ulivo). Il giorno dopo, un messo viene a dire al canonico che il Sig. Giudice aveva perso nel frutteto la chiave dell'orologio "e che la cercassero bene che doveva esserci di certo". Il canonico capisce, compra una bella chiave d'oro da due onze, la manda al Giudice "e il processo andò liscio per la sua stradali, il canonico indenne, il campiere indultato poi da Garibaldi. E il canonico usava poi dire del Giudice: "Fu un galantuomo! Perché invece di perdere la sola chiave, avrebbe potuto farmi cercare anche l'orologio e la catena". [ ... ] E alla non fatta giustizia del Giudice borbonico, succede l'indulto di Garibaldi. La parabola si compie spietatamente, tremendamente, con questa frase: "Nel frutteto sotto l'albero vecchio, dove è sepolto il ladro delle olive, vengono cavoli grossi come teste di bambini". ---In base a quanto riportato nel brano, cosa si può affermare sul Giudice?
Tra le novelle di Verga, La chiave d'oro è una delle più belle e delle meno conosciute. Ecco il racconto di Verga riassunto da Sciascia. Un povero ladro di olive viene ammazzato da un campiere, nella proprietà di un canonico; il campiere, una specie di mafioso, scappa e il canonico resta a far fronte alla "giustizia", cioè a un Giudice che arriva minaccioso accompagnato da medico, cancelliere e sbirri. Fatto il sopralluogo, il Giudice accetta "un boccone": vale a dire un pranzo abbondante e accurato, che finisce con il caffè "fatto con la macchina" e un moscadello vecchio "che avrebbe resuscitato un morto" (ma non quel povero morto rimasto sotto l'ulivo). Il giorno dopo, un messo viene a dire al canonico che il Sig. Giudice aveva perso nel frutteto la chiave dell'orologio "e che la cercassero bene che doveva esserci di certo". Il canonico capisce, compra una bella chiave d'oro da due onze, la manda al Giudice "e il processo andò liscio per la sua stradali, il canonico indenne, il campiere indultato poi da Garibaldi. E il canonico usava poi dire del Giudice: "Fu un galantuomo! Perché invece di perdere la sola chiave, avrebbe potuto farmi cercare anche l'orologio e la catena". [ ... ] E alla non fatta giustizia del Giudice borbonico, succede l'indulto di Garibaldi. La parabola si compie spietatamente, tremendamente, con questa frase: "Nel frutteto sotto l'albero vecchio, dove è sepolto il ladro delle olive, vengono cavoli grossi come teste di bambini". ---In base a quanto riportato nel brano, cosa si può affermare sul campiere?
Tra le varie mappe di cui il meteorologo si serve per la descrizione del tempo, riveste particolare importanza quella che riproduce l'andamento della pressione atmosferica al livello del mare sull'area di interesse. Tale andamento viene descritto attraverso le isobare, le quali non sono altro che linee che uniscono tutti i punti che, sull'area geografica prescelta, hanno la stessa pressione. Se le isobare assumono una conformazione quasi concentrica con un minimo di pressione nella parte centrale, siamo in presenza di un ciclone o depressione; se, al contrario, le isobare assumono, sempre nella parte centrale, il valore massimo, avremo una struttura che si chiama anticiclone.
Tra tutte le invenzioni del Medioevo, la più importante è quella attribuita al tedesco Johann Gutenberg. Verso il 1450, questi introdusse i caratteri mobili da stampa, che dovevano diventare una potente forza innovatrice della società umana. [ ... ] Insieme alla sostituzione della pergamena con la carta [ ... ], queste invenzioni consentirono la produzione e la diffusione su vasta scala dei libri e di altri materiali scritti. Nessun'altra invenzione, prima dell'epoca moderna, si diffuse così rapidamente: nel giro di una generazione, furono stampati qualcosa come 40 mila libri. Il sapere umano non era più sepolto nelle raccolte di manoscritti presso le corti, ma diventava accessibile nelle biblioteche, a disposizione di tutti coloro che sapevano leggere. La carta stampata cominciò a creare l'opinione pubblica e a permetterle di esprimersi. (L'esistenza della stampa fu un fattore decisivo per il successo della ribellione del 1517 di Martin Lutero contro il papato, ribellione che altrimenti non sarebbe forse andata al di là di una polemica personale tra monaci.)---------A cavallo tra il XV e il XVI secolo, il sapere umano era:
Tra tutte le invenzioni del Medioevo, la più importante è quella attribuita al tedesco Johann Gutenberg. Verso il 1450, questi introdusse i caratteri mobili da stampa, che dovevano diventare una potente forza innovatrice della società umana. [ ... ] Insieme alla sostituzione della pergamena con la carta [ ... ], queste invenzioni consentirono la produzione e la diffusione su vasta scala dei libri e di altri materiali scritti. Nessun'altra invenzione, prima dell'epoca moderna, si diffuse così rapidamente: nel giro di una generazione, furono stampati qualcosa come 40 mila libri. Il sapere umano non era più sepolto nelle raccolte di manoscritti presso le corti, ma diventava accessibile nelle biblioteche, a disposizione di tutti coloro che sapevano leggere. La carta stampata cominciò a creare l'opinione pubblica e a permetterle di esprimersi. (L'esistenza della stampa fu un fattore decisivo per il successo della ribellione del 1517 di Martin Lutero contro il papato, ribellione che altrimenti non sarebbe forse andata al di là di una polemica personale tra monaci.)---------La produzione su vasta scala dei libri contribuì:
Tutti conoscono le litografie di Escher, che costituiscono una forma di arte matematica in grado di illustrare concretamente concetti astratti che vanno dalle piastrellazioni regolari del piano ai modelli della geometria non euclidea. Ma pochi sanno che Escher ha tratto l'ispirazione per alcune delle sue opere più note dalla corrispondenza con il matematico Donald Coxeter, considerato il più grande geometra classico del Novecento: un matematico, cioè, che ha difeso la geometria greca dagli attacchi degli astrattisti moderni, e l'ha rivitalizzata con i suoi studi dei solidi più o meno regolari in un numero qualunque di dimensioni. Era stato il Teeteto di platonica memoria a dimostrare che i solidi regolari tridimensionali (con tutte le facce uguali a un unico poligono regolare) sono soltanto cinque: tetraedro, ottaedro, cubo, dodecaedro e icosaedro. Ed erano stati Archimede e Keplero a scoprire che ci sono poi anche altri 13 solidi semiregolari (con tutte le facce uguali a poligoni regolari, eventualmente diversi). Coxeter riuscì a classificare gli analoghi di questi solidi a quattro o più dimensioni, addentrandosi in un regno dove l'intuizione visiva non basta più, e per procedere bisogna invece lasciarsi guidare dal lume della ragione matematica. La vita di Coxeter, morto a 96 anni nel 2003, è raccontata in "Il re dello spazio infinito" da Siobhan Roberts, un giornalista purtroppo più affascinato dai pedanti dettagli della vita quotidiana che dagli eccitanti risultati della vita intellettuale del suo personaggio. [ ... ] Ma poiché questo libro rimarrà probabilmente l'unica biografia dedicata interamente al grande matematico, vale la pena di leggerlo comunque, per avere almeno un'idea di ciò che lui ha fatto e, soprattutto, pensato in una vita quasi secolare.--------Il matematico Coxeter:
Tutti conoscono le litografie di Escher, che costituiscono una forma di arte matematica in grado di illustrare concretamente concetti astratti che vanno dalle piastrellazioni regolari del piano ai modelli della geometria non euclidea. Ma pochi sanno che Escher ha tratto l'ispirazione per alcune delle sue opere più note dalla corrispondenza con il matematico Donald Coxeter, considerato il più grande geometra classico del Novecento: un matematico, cioè, che ha difeso la geometria greca dagli attacchi degli astrattisti moderni, e l'ha rivitalizzata con i suoi studi dei solidi più o meno regolari in un numero qualunque di dimensioni. Era stato il Teeteto di platonica memoria a dimostrare che i solidi regolari tridimensionali (con tutte le facce uguali a un unico poligono regolare) sono soltanto cinque: tetraedro, ottaedro, cubo, dodecaedro e icosaedro. Ed erano stati Archimede e Keplero a scoprire che ci sono poi anche altri 13 solidi semiregolari (con tutte le facce uguali a poligoni regolari, eventualmente diversi). Coxeter riuscì a classificare gli analoghi di questi solidi a quattro o più dimensioni, addentrandosi in un regno dove l'intuizione visiva non basta più, e per procedere bisogna invece lasciarsi guidare dal lume della ragione matematica. La vita di Coxeter, morto a 96 anni nel 2003, è raccontata in "Il re dello spazio infinito" da Siobhan Roberts, un giornalista purtroppo più affascinato dai pedanti dettagli della vita quotidiana che dagli eccitanti risultati della vita intellettuale del suo personaggio. [ ... ] Ma poiché questo libro rimarrà probabilmente l'unica biografia dedicata interamente al grande matematico, vale la pena di leggerlo comunque, per avere almeno un'idea di ciò che lui ha fatto e, soprattutto, pensato in una vita quasi secolare.--------In base a quanto scritto nel brano, il libro "Il re dello spazio infinito":
Una frotta di gente, che a mano a mano diventava folla, s'era intanto raccolta davanti al portone. I curiosi, di fuori, spingevano, mentre gli sgomenti rinculavano dalla soglia e pigiavano in mezzo gli ansiosi che volevano vedere che cosa stesse accadendo in quell'androne. Lo domandavano a me, come a uno che lo dovesse sapere, forse perché il mio volto non esprimeva né la curiosità, né l'ansia, né lo sgomento che erano in loro.
Una novità del nostro tempo consiste tuttavia nel riconoscimento che viene fatto dei "diritti umani" anche ai gruppi sociali. L'esempio più evidente è dato dalla condanna del genocidio, considerato come un reato internazionale, e pertanto diretta a proteggere un gruppo sociale nella sua composizione; ma la richiesta di protezione viene estesa dall'aspetto fisico a quello morale o culturale (lingua, costumanze) dei gruppi sociali minoritari nell'ambito nazionale. Anche la nuova tutela giuridica accordata ai gruppi rappresentanti di "interessi diffusi" è un'espressione della nuova coscienza e sensibilità sviluppatesi sul terreno giuridico: la difesa dell'ambiente naturale, che viene richiesta di fronte alla minaccia degli inquinamenti industriali, e che viene esercitata con il ricorso all'azione giudiziaria per iniziativa di un gruppo, è pur sempre difesa dell'uomo e non della natura per se stessa. Nel trapasso dagli antichi diritti naturali ai nuovi diritti umani si è così verificato uno spostamento di prospettiva di 180 gradi: i diritti razionali invocati dalla filosofia sono divenuti diritti positivi accolti nelle leggi statali e negli accordi internazionali; i diritti individuali collegati allo status di cittadino sono stati estesi alle formazioni sociali; dai diritti compresi in un catalogo chiuso e astorico si è passati a una concezione aperta e progressiva dei diritti, per adeguarla ai nuovi bisogni dell'uomo creatore del mondo tecnologico. Alla sociologia del diritto tocca dunque un nuovo compito: giacché essa può dare un contributo fattivo alla crescita e all'affermazione dei diritti umani, procedendo alla rilevazione e all'elaborazione critica di quei diritti ancora in fieri nel costume sociale e non ancora incardinati e sanciti nelle leggi; giacché questo è il terreno proprio delle indagini socio-giuridiche. Ma il sociologo del diritto non può mai dimenticare di essere uomo egli stesso, di partecipare perciò di questo movimento della coscienza collettiva che abbiamo delineato, di avere egli pure un diritto morale, quello del progresso umano nella società, da affermare come postulato del lavoro intellettuale come professione che egli svolge secondo la nota indicazione di Max Weber. Il compito dell'intellettuale nella società tecnologica non è limitato però alla funzione conoscitiva, esercitata in un atteggiamento di distacco dai valori che non siano i valori stessi della scienza, come sosteneva Weber; bensì esso implica il suo impegno nel mondo dell'azione sociale.-------Il brano potrebbe essere tratto da:
Una novità del nostro tempo consiste tuttavia nel riconoscimento che viene fatto dei "diritti umani" anche ai gruppi sociali. L'esempio più evidente è dato dalla condanna del genocidio, considerato come un reato internazionale, e pertanto diretta a proteggere un gruppo sociale nella sua composizione; ma la richiesta di protezione viene estesa dall'aspetto fisico a quello morale o culturale (lingua, costumanze) dei gruppi sociali minoritari nell'ambito nazionale. Anche la nuova tutela giuridica accordata ai gruppi rappresentanti di "interessi diffusi" è un'espressione della nuova coscienza e sensibilità sviluppatesi sul terreno giuridico: la difesa dell'ambiente naturale, che viene richiesta di fronte alla minaccia degli inquinamenti industriali, e che viene esercitata con il ricorso all'azione giudiziaria per iniziativa di un gruppo, è pur sempre difesa dell'uomo e non della natura per se stessa. Nel trapasso dagli antichi diritti naturali ai nuovi diritti umani si è così verificato uno spostamento di prospettiva di 180 gradi: i diritti razionali invocati dalla filosofia sono divenuti diritti positivi accolti nelle leggi statali e negli accordi internazionali; i diritti individuali collegati allo status di cittadino sono stati estesi alle formazioni sociali; dai diritti compresi in un catalogo chiuso e astorico si è passati a una concezione aperta e progressiva dei diritti, per adeguarla ai nuovi bisogni dell'uomo creatore del mondo tecnologico. Alla sociologia del diritto tocca dunque un nuovo compito: giacché essa può dare un contributo fattivo alla crescita e all'affermazione dei diritti umani, procedendo alla rilevazione e all'elaborazione critica di quei diritti ancora in fieri nel costume sociale e non ancora incardinati e sanciti nelle leggi; giacché questo è il terreno proprio delle indagini socio-giuridiche. Ma il sociologo del diritto non può mai dimenticare di essere uomo egli stesso, di partecipare perciò di questo movimento della coscienza collettiva che abbiamo delineato, di avere egli pure un diritto morale, quello del progresso umano nella società, da affermare come postulato del lavoro intellettuale come professione che egli svolge secondo la nota indicazione di Max Weber. Il compito dell'intellettuale nella società tecnologica non è limitato però alla funzione conoscitiva, esercitata in un atteggiamento di distacco dai valori che non siano i valori stessi della scienza, come sosteneva Weber; bensì esso implica il suo impegno nel mondo dell'azione sociale.-------In base a quanto sostenuto nel brano, il sociologo del diritto:
Van Gogh: i disegni di JOHN UPDIKE. Per l'impossibilità di vedere qualcosa, la mostra dei disegni di Van Gogh al Metropolitan Museum di New York è stata battuta solo da quella consacrata a Vermeeer nel 1995, alla National Gallery di Washington, che raccoglieva - evento che accade ogni mille anni - ben ventisette lavori del pittore olandese. In entrambe le occasioni, in troppi si accalcavano gelosamente e sgomitavano a pochi centimetri da opere venerate che richiedevano un esame ravvicinato. AI Met, nella settimana di apertura, docili masse avanzavano in code raggrumate, il naso quasi a brucare opere d'arte minutamente tratteggiate e punteggiate, attraversando stanze che contenevano più di un centinaio di disegni a inchiostro, grafite, carboncino e acquarello, e qualche tela a olio e acquarelli. Sebbene l'immagine di Van Gogh che i posteri si sono fatta ruoti intorno alla sua fragilità mentale e al suo suicidio all'età di trentasette anni, la strabordante mostra dei suoi disegni al Metropolitan Museum ci ricorda la tremenda produttività del pittore: in soli dieci anni, dal 1881 al 1890, completò ottocento tele e oltre mille e cento disegni, per non parlare delle circa ottocento lettere che scrisse al fratello minore Theo, e che costituiscono uno dei più grandi testamenti letterari, eloquente e intimo, mai lasciato da un supremo artista. Vincent era il maggiore dei sei figli di Theodorus van Gogh, un pastore calvinista, ultimo in ordine di tempo di una dinastia di ministri del culto. Prima di dedicarsi all'arte, Vincent trovò impiego come predicatore laico nel distretto minerario in crisi di Borinage, in Belgio. Il suo fervore ispirato all'ascetismo di Francesco d'Assisi e di Tommaso da Kempis non incontrò il favore del comitato evangelico locale, e il suo contratto non venne rinnovato a causa dello zelo eccessivo del giovane predicatore. Il volgersi verso l'arte, in circostanze di umiliante bisogno, costituiva una sorta di ritorno nell'ambito familiare: quattro dei fratelli del padre commerciavano in arte, compreso un altro Vincent, suo "Zio Cent", che aveva visto la sua umile galleria crescere sino a essere incorporata nella catena dell'editore d'arte parigino Goupil. A sedici anni Vincent divenne apprendista nella branca dell'Aia di Goupil; quattro anni dopo, su raccomandazione entusiasta del direttore, venne trasferito a Londra, dove rimase un anno, tornandovi poi almeno due volte, la prima come insegnante a Isleworth. Il promettente lavoro presso Goupil prese una cattiva piega e giunse presto al suo termine, sotto la spinta, forse, della vocazione religiosa e dell'epilessia del lobo temporale di Van Gogh, se ci si attiene alla diagnosi postuma favorita della sua malattia mentale.---------Una sola delle seguenti caratteristiche tecniche è attribuita nel brano alle opere di Van Gogh. Quale?
Van Gogh: i disegni di JOHN UPDIKE. Per l'impossibilità di vedere qualcosa, la mostra dei disegni di Van Gogh al Metropolitan Museum di New York è stata battuta solo da quella consacrata a Vermeeer nel 1995, alla National Gallery di Washington, che raccoglieva - evento che accade ogni mille anni - ben ventisette lavori del pittore olandese. In entrambe le occasioni, in troppi si accalcavano gelosamente e sgomitavano a pochi centimetri da opere venerate che richiedevano un esame ravvicinato. AI Met, nella settimana di apertura, docili masse avanzavano in code raggrumate, il naso quasi a brucare opere d'arte minutamente tratteggiate e punteggiate, attraversando stanze che contenevano più di un centinaio di disegni a inchiostro, grafite, carboncino e acquarello, e qualche tela a olio e acquarelli. Sebbene l'immagine di Van Gogh che i posteri si sono fatta ruoti intorno alla sua fragilità mentale e al suo suicidio all'età di trentasette anni, la strabordante mostra dei suoi disegni al Metropolitan Museum ci ricorda la tremenda produttività del pittore: in soli dieci anni, dal 1881 al 1890, completò ottocento tele e oltre mille e cento disegni, per non parlare delle circa ottocento lettere che scrisse al fratello minore Theo, e che costituiscono uno dei più grandi testamenti letterari, eloquente e intimo, mai lasciato da un supremo artista. Vincent era il maggiore dei sei figli di Theodorus van Gogh, un pastore calvinista, ultimo in ordine di tempo di una dinastia di ministri del culto. Prima di dedicarsi all'arte, Vincent trovò impiego come predicatore laico nel distretto minerario in crisi di Borinage, in Belgio. Il suo fervore ispirato all'ascetismo di Francesco d'Assisi e di Tommaso da Kempis non incontrò il favore del comitato evangelico locale, e il suo contratto non venne rinnovato a causa dello zelo eccessivo del giovane predicatore. Il volgersi verso l'arte, in circostanze di umiliante bisogno, costituiva una sorta di ritorno nell'ambito familiare: quattro dei fratelli del padre commerciavano in arte, compreso un altro Vincent, suo "Zio Cent", che aveva visto la sua umile galleria crescere sino a essere incorporata nella catena dell'editore d'arte parigino Goupil. A sedici anni Vincent divenne apprendista nella branca dell'Aia di Goupil; quattro anni dopo, su raccomandazione entusiasta del direttore, venne trasferito a Londra, dove rimase un anno, tornandovi poi almeno due volte, la prima come insegnante a Isleworth. Il promettente lavoro presso Goupil prese una cattiva piega e giunse presto al suo termine, sotto la spinta, forse, della vocazione religiosa e dell'epilessia del lobo temporale di Van Gogh, se ci si attiene alla diagnosi postuma favorita della sua malattia mentale.---------Dal brano, si ricava che Van Gogh, prima di dedicarsi alla pittura, fu un:
Verso il 9000 avanti Cristo gli esseri umani cominciarono a coltivare piante e addomesticare animali: nacquero così l'agricoltura e la pastorizia, che accrebbero le risorse alimentari e fornirono la fonte diretta di energia costituita dagli animali. I buoi, gli asini, i cammelli e alla fine anche i cavalli (per non parlare delle renne, degli yak, dei bufali indiani, dei lama e degli elefanti, utilizzati nei più svariati angoli del globo) potevano, con la loro forte muscolatura, sbrigare i lavori essenziali, nutrendosi di alimenti troppo grossolani per gli uomini.--------Con l'introduzione della pastorizia, gli animali:
Viene il sospetto che il Comitato per il Nobel in questo caso abbia preso un abbaglio e lo stesso Kary Mullis teme un pentimento tanto che in chiusura tiene a rassicurare gli autorevoli componenti del Comitato: "È vero sono una mina vagante, e avete corso il rischio che screditassi la vostra rispettabile istituzione, ma penso che non vi pentirete della vostra scelta". E davvero c'è poco spazio per pentimenti perché, tra tante scoperte premiate con il Nobel, quella di Mullis, relativa alla tecnica di replicazione di segmenti di DNA detta Pcr, è una delle più importanti, limpide e incontrovertibili, tanto che il premio gli è stato dato insolitamente in fretta quando - come egli stesso confessa - "ero ancora abbastanza giovane per godermelo" .
Nel 1926 viene arrestato Antonio Gramsci. La guida del Partito Comunista d'Italia viene assunta da:
Secondo la Costituzione italiana, il carattere ecclesiastico o il fine religioso o di culto di una associazione:
In base al dettato costituzionale, i pubblici impiegati se sono membri del Parlamento italiano:
Le associazioni che perseguono scopi politici mediante organizzazioni di carattere militare:
La Magistratura costituisce un ordine autonomo:
In base alla Costituzione italiana, i magistrati sono:
In base alla Costituzione italiana:
Secondo la Costituzione italiana, i componenti elettivi del Consiglio superiore della Magistratura permangono in carica:
Secondo la Costituzione italiana, il Presidente della Corte Costituzionale:
In base alla Costituzione italiana, il Governo può esercitare la funzione legislativa?
Il Consiglio Superiore della Magistratura è:
Nella Costituzione italiana è stabilita la parità di diritti tra marito e moglie?
Secondo la Costituzione italiana, quando una Camera si riunisce in via straordinaria:
La FAO è:
In Italia, la sovranità appartiene:
In base alla Costituzione italiana:
Secondo la Costituzione italiana, quale dei seguenti atti NON può essere compiuto dal Presidente della Repubblica?
Secondo la previsione costituzionale, il mandato del Presidente della Repubblica:
In Italia, il Presidente della Repubblica può sciogliere le Camere?
Secondo la Costituzione italiana, le norme sull'ordinamento giudiziario e su ogni magistratura sono stabilite:
Secondo la Costituzione italiana, i provvedimenti relativi alle perquisizioni personali:
In Italia, secondo le previsioni costituzionali, quanto durano in carica la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica?
In base alla Costituzione italiana, il Presidente della Repubblica può effettuare la nomina di senatori a vita?
Secondo la Costituzione italiana, il Consiglio superiore della Magistratura comprende:
Secondo quanto stabilito dalla Costituzione italiana, quale delle seguenti è condizione di validità delle deliberazioni di ciascuna Camera?
Secondo la Costituzione italiana, la libertà e la segretezza della corrispondenza sono inviolabili?
Nell'Unione europea, la Corte di Giustizia:
Secondo la Costituzione italiana, il Presidente del Senato della Repubblica viene:
Cosa indica l'espressione "giudice naturale precostituito per legge Il , sancita dalla Costituzione italiana?
In base alla Costituzione italiana, entro quale termine dalla sua formazione, il Governo deve presentarsi alle Camere per ottenerne la fiducia?
Secondo la Costituzione italiana, come sono definiti i rapporti tra lo Stato e la Chiesa cattolica?
In base alla Costituzione italiana, il fine religioso di un'associazione può essere causa di speciali gravami fiscali per la sua costituzione?
In base alla Costituzione italiana, le leggi di revisione della Costituzione sono sottoposte a referendum popolare:
Secondo la Costituzione italiana, a quale organo è possibile presentare ricorso per opporsi alle decisioni della Corte Costituzionale?
In Italia, in base al dettato costituzionale è vietato fondare associazioni segrete?
In quale città si riunisce l'Assemblea plenaria del Parlamento europeo?
Secondo la Costituzione italiana, quali confessioni religiose sono libere davanti alla legge?
A norma della Costituzione italiana, contro le sentenze sulla libertà personale pronunciate dagli organi giurisdizionali ordinari è sempre ammesso ricorso:
Ai sensi della Costituzione italiana, chi può concedere la grazia?
In base alla Costituzione italiana, la legge dispone provvedimenti a favore delle zone:
L’equazione 4x + 4 = 7x + 1 ammette come soluzione:
In quale dei seguenti Paesi europei scorre il fiume Tago?
Qual è la capitale della Slovenia?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Monologo: X = uno: Y
Quale delle seguenti città NON si trova in Gran Bretagna?
Quale dei seguenti monti appartiene alla catena degli Appennini?
Bonn si trova in:
La Renania è una regione:
Quale delle seguenti città è Capoluogo di Regione?
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Po?
Problema: Neri, Rossi e Bianchi giocano come terzini nella stessa squadra di calcio. Sappiamo che se Bianchi gioca, gioca anche Neri; Neri e Rossi giocano spesso, ma non lo fanno mai tutti e due insieme; Bianchi o Rossi giocano spesso, insieme o singolarmente; d’altra parte se Rossi gioca, allora viene inserito in squadra anche Bianchi. Ammesse per vere tali premesse, quali terzini giocano insieme?
Quale delle seguenti città è situata più a est?
Alla base del film c'è l'idea, che può essere originale oppure ispirarsi ad altre forme artistiche e letterarie; in quest'ultimo caso, l'idea andrà opportunamente rielaborata per poterla realizzare cinematograficamente, attraverso immagini in movimento. In ogni caso, al centro della storia che verrà sviluppata, ci deve essere un conflitto esteriore (tra personaggi, fra ambiente e personaggio ecc.) oppure interiore (sul piano morale, esistenziale, ideologico ecc.), per determinare la tensione drammatica del film. L'immagine filmica deve essere funzionale alla narrazione: ciascuna inquadratura racconta e comunica emozioni, da sola e in sequenza con altre inquadrature. Nel passaggio dall'idea alla stesura della sceneggiatura si definiscono sempre più precisamente l'argomento, i luoghi, l'epoca, i personaggi, le azioni. La sceneggiatura descrive tutte le scene in cui si dipana il film, le azioni e le battute dei personaggi. Preparatorio al film è lo Story board, che rappresenta, tramite vignette, tutte le scene. In genere la narrazione cinematografica condensa la storia, utilizzando frequentemente l'ellissi ed eliminando i momenti meno significativi, dato che il film dura mediamente da un'ora e trenta minuti a tre ore, pur se la storia narrata dura anni o secoli. A volte si può scegliere se far coincidere "tempo della storia" e 'il tempo della narrazione", costruendo il film in tempo reale, come avviene in Mezzogiorno di fuoco di Fred Zinnemann del 1952. Le battute, data la limitata durata di un film, devono essere particolarmente ricche di significato e sintetiche; attraverso di esse si stabiliscono i legami fra i personaggi, si comprendono antefatti, si svelano segreti; talvolta chi parla resta fuori campo, come accade per la voce del narratore nelle sequenze girate in soggettiva o nei documentari. Il registro adottato (solenne, scientifico, familiare, gergale ecc.) connota i personaggi e contribuisce all'ambientazione. Alcuni registi, tuttavia, preferiscono avere solo un canovaccio e procedere alla definizione della sceneggiatura nel corso delle riprese.--------Quale affermazione tra le seguenti NON è in accordo con quanto scritto nel brano?
In base alla Costituzione italiana, i genitori hanno l'obbligo di mantenere i figli nati al di fuori del matrimonio?
In base alla Costituzione italiana, quali dei seguenti atti NON è di competenza del Presidente della Repubblica?
La mozione di sfiducia contro il Governo presentata a una Camera deve essere firmata:
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Medici, Farmaci, Farmacie
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Astronavi, Viaggi, Stelle
Completare correttamente la seguente successione: H; L; N; P; ?
Completare correttamente la seguente successione: I; M; O; Q; ?
Chi è tuo amico? Colui che sa apprezzare le tue qualità, che sa percepire i moti del tuo animo, con cui puoi confidarti sicuro di essere capito. Colui a cui puoi affidare il tuo denaro, i tuoi figli perché egli se ne prenderà cura come se fossero i suoi. Colui che ti consola, però sa anche dirti dove sbagli. Colui che ti consiglia sempre per il tuo bene e in modo da non offenderti, rispettando la tua dignità. Colui che non ti invidia, che non sparla di te e che invece ti difende dalle calunnie e dagli attacchi maligni. L'amicizia è una forma di amore impregnata, intessuta di eticità. L'amico sta dalla tua parte, ma esige da te un comportamento corretto come quello che egli impone a se stesso nei tuoi riguardi. Gli amici sono uguali nell'affetto, nei diritti e nei doveri. Esistono tre tipi di legami "amorosi". Quelli forti, quelli medi e quelli deboli. I legami deboli sono quelli che stabiliamo con i conoscenti, i colleghi, i vicini verso i quali non proviamo né forti sentimenti né particolari doveri. Quando li lasciamo non ne sentiamo la mancanza. Anche i legami di affari e le alleanze politiche sono, di solito, deboli. Infatti si fanno e si sciolgono in continuazione con il mutare delle strategie di lotta. I legami forti invece resistono al tempo e alle frustrazioni. Come quelli che si stabiliscono fra genitori e figli e viceversa. La madre sta dalla parte del figlio qualunque cosa faccia, anche se lui la tratta male, se mente, se la deruba, se la fa soffrire. L'amore della madre è al di là del bene e del male. Ma sono forti anche i legami che si stabiliscono con l'innamoramento. L'innamorato può amare qualcuno che non lo corrisponde, che lo tradisce. Gli innamorati si lasciano e si ritrovano piangendo, si accusano e si perdonano. Vi sono infine legami forti di tipo ideologico o religioso nei riguardi del proprio partito, della propria chiesa e del proprio capo. Il rapporto con gli amici, invece, appartiene alla categoria dei legami medi. Mentre l'innamoramento spinge i due amanti a fondersi, a mutare, l'amicizia si costituisce lentamente, per incontri successivi e ogni individuo resta se stesso. Essa non chiede ai due individui di sradicarsi dal proprio passato, di rinascere, di costituire una nuova entità sociale che riorganizza il proprio mondo. Naturalmente anche gli amici finiscono per avere punti di vista simili, per condividere molti valori. Ma come individualità distinte, ciascuna con il suo mondo privato, che l'altro deve rispettare e, anzi, proteggere. Per questo l'amicizia è libera, serena, non oppressiva. Per questo però è anche fragile e richiede attenzione e delicatezza. -----In base a quanto scritto nel brano, cosa distingue l'amicizia dall'innamoramento?
Completare correttamente la frase seguente: "Mario è più furbo ... che pensavo".
Quale dei seguenti autori italiani è nato nel XVIII secolo?
Completare la seguente frase con un complemento di tempo. "Suo padre era morto ... ".
Completare la seguente frase con un complemento di termine. "Non può fare a meno di telefonare ... ".
Quale tra le seguenti figure geometriche solide ha il volume maggiore?
Indicare quale alternativa NON completa correttamente la frase: "Mi è stato ... che si è fidanzata con un poco di buono".
Completare correttamente la frase seguente: "Ho incontrato Luigi a teatro e ... ho portato i tuoi saluti".
Completare correttamente la frase seguente: "Non so ... tu faccia a parlare in questo modo."
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Ho finalmente compreso il motivo ... ti ha spinto a tanto"?
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Ti spiegherò il motivo ... sono venuto qui".
Quale delle alternative seguenti completa correttamente la frase: "La banca ... devo andare si trova a tre isolati da qui"?
Completare correttamente la frase seguente: "È andato subito a letto ... era molto stanco".
Completare correttamente la frase seguente. " ... abbia lavorato tutto il giorno, non ho concluso il lavoro previsto".
Completare correttamente la frase seguente. "Non hanno ottenuto nemmeno un piccolo sconto ... abbiano pagato tutto in contanti".
Completare correttamente la frase seguente: "Dammi un'altra penna, ... questa non scrive".
Completare correttamente la frase seguente: "La lettera sarà consegnata ... avviso al destinatario".
Completare correttamente la frase seguente: "È necessario trarre insegnamenti dalle esperienze ... ci hanno preceduti".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: " ... studi, verrà premiato".
L"'eccessiva stima di sé, accompagnata da ambizione smodata e disprezzo verso gli altri" è detta:
La "sensazione di torpore che generalmente precede o segue il sonno" è detta:
Una "grave offesa, arrecata con parole o atti" è detta:
La "qualità di chi sente uno smodato desiderio di qualcosa" è detta:
La "raccolta di oggetti della stessa specie" è detta:
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Ho incontrato la persona ... avete spedito il libro"?
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Ci sono dei periodi ... tutto va male"?
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: "Se volete sentire la mia storia, ... racconto e sono certo che non ... annoierete".
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Alessia è raffreddata: sarebbe meglio se tu ... dessi una medicina"?
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Ho incontrato Luigi a teatro e ... ho portato i tuoi saluti"?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Madri, Vedove, Nubili
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Pagina: libro = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Po : X = Nilo : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Quarzo: minerale = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Triste: malinconico = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Vespa: insetto = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Vino: X = piombo: Y.
Indicare quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Le uniche anime vive che vedo sono ... contadine laggiù in fondo".
Indicare quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Ho capito chi era la ragazza ... mi hai parlato ieri".
Indicare quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "In quanto tutore dell'ordine, ... comportato in maniera ... ".
Individuare l'alternativa che dà alla frase seguente senso compiuto e corretto. "La responsabile amministrativa ... ai collaboratori l'insoddisfazione della direzione generale".
Completare correttamente la frase seguente. "La torta non è lievitata, ... dovremo rifarla".
Quale delle alternative seguenti completa correttamente la frase: "La riunione ... ho preparato la relazione è stata molto noiosa"?
Completare correttamente la seguente successione: C; E; H; N;?
Completare correttamente la seguente successione: B; D; E; G; H; ?
“Tutte le motociclette 125 sono rumorose. La mia moto giapponese è una 125”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
Completare correttamente la seguente successione: ?, H, L, N, P
Completare correttamente la seguente successione: ?, I, M, O, Q
Una carta geografica è in scala 1 : 500.000. Quanto distano nella realtà due località distanti 2 centimetri sulla carta?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Studenti, Maggiorenni, Persone colte
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Capacità: inetto = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Caricaturale: parodistico = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Cunicolo : X = Y : caos
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? MIB : X = Y : New York
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Pasta: X = martello: Y.
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Persona : folla = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Serpente: X = mela: Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Vipera: rettili = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Volubile: incostante = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? X : Y = giallo: colore
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Operoso : attivo = X : Y
Nel corso del 700 vennero inventati molti congegni meccanici per filare e tessere su più vasta scala (sostituendo l'arcolaio, usato nel Medioevo). In un primo tempo questi macchinari venivano azionati dalla forza muscolare degli animali o da ruote idrauliche, ma nel 1790 fu compiuto il passo cruciale: venne adottata la macchina a vapore per azionarli. Così gli impianti tessili di nuova costruzione non richiedevano più la vicinanza di correnti d'acqua veloci né la disponibilità di animali, ma si potevano costruire in qualsiasi località. La Gran Bretagna entrò in una fase di trasformazione rivoluzionaria: i lavoratori lasciavano la campagna e abbandonavano le manifatture familiari per riversarsi in massa nelle grandi fabbriche [ ... ]. La stessa trasformazione si verificò in altri Paesi che adottarono il nuovo sistema basato sull'uso della macchina a vapore: era la Rivoluzione industriale (un'espressione introdotta nel 1837 dall'economista francese Jerome Adolphe Blanqui).-------Quale fu una delle prime conseguenze della rivoluzione industriale in Gran Bretagna?
Il commercio con l'estero. Il ruolo del commercio in Olanda è sempre stato molto importante a tal punto da costituire probabilmente la parte centrale ed essenziale del sistema economico del Paese. La sua posizione geografica, centrale all'interno dell'Europa, ha, infatti, inevitabilmente determinato l'assunzione a ruolo di vero e proprio fulcro e centro vitale dei trasporti all'interno del Continente. Ciò, di conseguenza, ha fatto sì che le attività legate al commercio con l'estero, pur in contesti economici di recessione, potessero sempre conservare un costante livello di sviluppo e una certa stabilità. Per queste ragioni, in un panorama economico di rinascita e recupero, il ruolo svolto dal commercio, ed in particolare dalle esportazioni, è stato sostanzialmente determinante. Va ricordato, tuttavia, che il successo dell'Olanda, anche se legato a dinamiche e fenomeni prevalentemente interni, deve essere contestualizzato all'interno del più generale quadro di ripresa economica europea che, infatti, proprio nell'ultimo periodo ha registrato un notevole incremento delle esportazioni. In particolare, riguardo a queste ultime, i dati relativi al commercio di beni prodotti in Olanda hanno evidenziato la presenza di livelli di crescita fra i più alti degli ultimi dieci anni. Tuttavia considerando esclusivamente il caso olandese nei primi mesi del 2006 è stato possibile notare rispetto al 2005 un incremento delle importazioni pari al 20% ed un aumento delle esportazioni pari al 15%. In tal contesto notevole è stato il contributo del settore dei combustibili e dei prodotti informatici che hanno, infatti, rappresentato il 60% delle importazioni e il 50% delle esportazioni. Riguardo al primo, però, non è da sottovalutare il ruolo svolto dall'aumento dei prezzi del petrolio e del gas. Nel mese di gennaio, infatti, i prezzi del petrolio erano superiori del 50% rispetto a quelli registrati lo stesso mese del 2005. Un'ulteriore novità, infine, ha segnato il sistema delle attività commerciali olandesi negli ultimi mesi: il forte sviluppo delle relazioni con i Paesi non europei. Nel settore delle importazioni e in quello delle esportazioni, infatti, il contributo di questi ultimi è cresciuto rispetto al 2005 del 19%, mentre quello dei Paesi europei è aumentato solo del 14%.----------Emerge dal brano che a gennaio 2006 in Olanda:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Louvre : X = La Fenice : Y.
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Manubrio: bicicletta = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Metallo: X = Y : mosca
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? X: Keplero = musica: Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Tachimetro: velocità = X : Y
Dacché funziona il nuovo sistema penale - quello definito dai grandi codici dei secoli XVIII e XIX -, un processo globale ha condotto i giudici a giudicare altra cosa che non i delitti; nelle sentenze essi sono stati condotti a fare altra cosa che non giudicare; e il potere di giudicare è stato trasferito, in parte, ad istanze diverse dai giudici del reato. L'intera operazione penale si è gravata di elementi e di personaggi extragiuridici. Si potrà dire che non c'è nulla di straordinario, che è destino del diritto l'assorbire poco a poco elementi che gli sono estranei. Ma una cosa è singolare nella giustizia penale moderna: se essa si carica di tanti elementi extragiuridici, non è per poterli qualificare giuridicamente ed integrarli poco a poco nello stretto potere di punire: è al contrario per poterli far funzionare all'interno dell'operazione penale come elementi non giuridici; è per evitare a questa operazione di essere puramente e semplicemente punizione legale; è per discolpare il giudice dall'essere puramente e semplicemente colui che castiga: "Noi emettiamo un verdetto, che è sì richiesto da un delitto, ma vedete bene che per noi funziona in realtà come un modo di trattare un criminale; noi puniamo, ma è una via per dire che vogliamo una guarigione". Oggi, la giustizia criminale non funziona e non si giustifica se non attraverso questo incessante riferirsi a qualcosa di diverso, se non attraverso un'incessante reiscrizione in sistemi non giuridici. Essa è votata a questa riqualificazione per mezzo del sapere. Sotto l'accresciuta dolcezza dei castighi, possiamo dunque reperire uno spostamento del loro punto di applicazione, e attraverso questo spostamento, tutto un campo di oggetti recenti, tutto un nuovo regime della verità e una folla di ruoli finora inediti nell'esercizio della giustizia criminale. Una conoscenza nuova, nuove tecniche, discorsi "scientifici", si propongono e si intrecciano con la pratica del potere di punire.----------Quale delle seguenti affermazioni NON è deduci bile dal brano?
Qual è il risultato della differenza 0,47 - 0,032?
Mussolini aveva sempre mostrato disprezzo per il carattere degli italiani e aveva considerato le guerre come uno strumento utile per forgiarlo. Da tempo non credeva più che vi sarebbe riuscito nel corso di quel conflitto, ma l'alleanza con i tedeschi, ben diversamente temprati, gli dava comunque ancora la sicurezza nella vittoria.
Quale delle seguenti frazioni è maggiore di 2?
Quale delle seguenti frazioni è maggiore di 4?
Quale delle seguenti frazioni è minore di 1?
Quale delle seguenti frazioni è minore di 2?
Data la proporzione x: 35 = 4: 7, quanto vale x?
Data la proporzione x : 30 = 7 : 6, quanto vale x?
Il monomio 28ab NON è divisibile per:
Qual è il grado del polinomio x3 + 5x4y + 7xy3 + 5y3 ?
A quanto equivale l’espressione: 80a + 80ab?
A quanto equivale l’espressione: 100a + 100ab?
Quanti sono i multipli del numero 3 compresi tra 17 e 56?
Quale dei seguenti numeri diminuito della sua terza parte dà come risultato 14?
Qual è il grado complessivo del monomio -4a?
Qual è il grado complessivo del monomio -6ab?
Il monomio 16ab NON è divisibile per:
Qual è il resto della divisione intera 446 : 7?
Qual è il resto della divisione intera 398 : 7?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Topazio: minerale = X: Y
Esprimere in millimetri la quantità 0,025 km.
L’equazione 5x + 12 = 7x ammette come soluzione:
Indicare il risultato della seguente equazione: 2x = 5(2 - 4x)
L’equazione 2x + 6 = 3x ammette come soluzione:
Talete, il filosofo greco, aveva osservato, verso il 600 avanti Cristo, che una resina fossile che si trovava sulle rive del Baltico, che noi chiamiamo ambra e i greci chiamavano "elektron", acquisiva la capacità di attrarre piume, fili, batuffoli di lanugine, quando veniva strofinata con un pezzo di pelliccia. Fu Il inglese William Gilbert, lo studioso del magnetismo, a proporre per primo di chiamare tale forza attrattiva "elettricità", appunto dal greco "elektron". Egli scoprì che, oltre all'ambra, altri materiali, come il vetro, acquistavano proprietà elettriche se li si strofinava.-------Quali materiali, oltre all'ambra, acquistano proprietà elettriche se si strofinano?
L'economia del nostro Paese sta andando a rotoli, esclamò all'improvviso il ministro. Il gelo calò nella sala: nessuno si sarebbe aspettato una presa di posizione così netta e allarmante. Il disagio generale era acuito dall'espressione seria e decisa di chi aveva pronunciato quella frase.
Quanto vale il Massimo Comune Divisore dei numeri 65, 13 e 39?
La radice quadrata di 8 è un numero compreso tra:
La radice quadrata di 11 è un numero compreso tra:
La radice quadrata di 2 è un numero compreso tra:
La radice quadrata di 13 è un numero compreso tra:
Il canale di Otranto separa l'Italia:
In quale Stato si trova la città di Zagabria?
Quale fiume attraversa la città di Pisa?
Quale delle seguenti città è situata più a est?
Quale delle seguenti città è situata più a est?
Quale tra i seguenti era l'organo del governo fascista preposto alla nomina dei ministri e dei candidati per le elezioni?
Quale delle seguenti città è situata più a est?
Quale dei seguenti mari bagna la Finlandia?
Quale dei seguenti mari bagna il Belgio?
Quale delle seguenti città è situata più a est?
Quale delle seguenti città è situata più a ovest?
Quale delle seguenti città è situata più a nord?
Quale delle seguenti città è situata più a sud?
Se l’affermazione “tutti gli orsi polari sanno nuotare” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Nel 2008, quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Nel 2008, quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Il re Umberto I venne ucciso a Monza dall'anarchico Gaetano Bresci nel:
C'è un'inadeguatezza sempre più ampia, profonda e grave tra i nostri saperi disgiunti, frazionati, suddivisi in discipline da una parte, e realtà o problemi sempre più poli disciplinari, trasversali, multidimensionali, transnazionali, globali, planetari dall'altra. In questa situazione diventano invisibili: gli insiemi complessi; le interazioni e le retroazioni fra le parti e il tutto; le entità multidimensionali; i problemi essenziali. Di fatto l'iperspecializzazione impedisce di vedere il globale (frammentandolo in particelle) così come l'essenziale (dissolvendolo). Ora, i problemi essenziali non sono mai frammentari, e i problemi globali sono sempre più essenziali. Sempre più, tutti i problemi particolari possono essere posti e pensati correttamente solo nel contesto e il contesto stesso di questi problemi deve essere posto sempre più nel contesto planetario. Nello stesso tempo, la separazione delle discipline rende incapaci di cogliere "ciò che è tessuto insieme", cioè, secondo il significato originario del termine, il complesso. La sfida della globalità è dunque nello stesso tempo una sfida di complessità. In effetti, c'è complessità quando sono inseparabili le differenti componenti che costituiscono un tutto (come quella economica, quella politica, quella sociologica, quella psicologica, quella affettiva, quella mitologica) e quando c'è un tessuto interdipendente, interattivo e inter-retroattivo fra le parti e il tutto e fra il tutto e le parti. Gli sviluppi caratteristici del nostro secolo e della nostra era planetaria ci mettono di fronte, sempre più spesso e sempre più ineluttabilmente, alle sfide della complessità. Effettivamente Il intelligenza che sa solo separare spezza il complesso del mondo in frammenti disgiunti, fraziona i problemi, unidimensionalizza il multidimensionale. Atrofizza le possibilità di comprensione e di riflessione, eliminando le possibilità di un giudizio correttivo o di una visione a lungo termine.-----------Quale affermazione è in linea con quanto sostenuto nel brano?
Le miniere di Brosso rimasero feudo dei conti San Martino di Castellamonte fin quasi alla fine del XIV secolo. Un documento del 5 gennaio 1244 ci fornisce le prime notizie insieme a un ordinamento delle miniere. Gli abitanti della Valle di Brosso non tolleravano la tirannia e i diritti di sfruttamento vantati dai feudatari, e cercarono sempre di svincolarsi dai gravosi tributi imposti. La rivolta dei Tuchini del 1386 diede un grande scosso ne al dominio feudale nel Canavese. Questa ribellione popolare ebbe inizio a Brosso e rappresentò per la Valle un punto di taglio con la fase storica precedente. I nobili canavesani si diedero in spontanea dedizione ai conti di Savoia, che nel 1448 dichiararono libera la coltivazione delle miniere di ferro, riservandosi i diritti per i minerali d'oro e d'argento.
Tra tutte le invenzioni del Medioevo, la più importante è quella attribuita al tedesco Johann Gutenberg. Verso il 1450, questi introdusse i caratteri mobili da stampa, che dovevano diventare una potente forza innovatrice della società umana. [ ... ] Insieme alla sostituzione della pergamena con la carta [ ... ], queste invenzioni consentirono la produzione e la diffusione su vasta scala dei libri e di altri materiali scritti. Nessun'altra invenzione, prima dell'epoca moderna, si diffuse così rapidamente: nel giro di una generazione, furono stampati qualcosa come 40 mila libri. Il sapere umano non era più sepolto nelle raccolte di manoscritti presso le corti, ma diventava accessibile nelle biblioteche, a disposizione di tutti coloro che sapevano leggere. La carta stampata cominciò a creare l'opinione pubblica e a permetterle di esprimersi. (L'esistenza della stampa fu un fattore decisivo per il successo della ribellione del 1517 di Martin Lutero contro il papato, ribellione che altrimenti non sarebbe forse andata al di là di una polemica personale tra monaci.)---------Nel XV secolo, in quale arco di tempo vennero stampati circa 40 mila libri?
Svolgere il prodotto (5ab + 4b2) · (4b2 - 5ab).
Helsinki si trova in:
Qual è la capitale dell'Ungheria?
Esprimere in chilogrammi la quantità 23 t.
Il commercio con l'estero. Il ruolo del commercio in Olanda è sempre stato molto importante a tal punto da costituire probabilmente la parte centrale ed essenziale del sistema economico del Paese. La sua posizione geografica, centrale all'interno dell'Europa, ha, infatti, inevitabilmente determinato l'assunzione a ruolo di vero e proprio fulcro e centro vitale dei trasporti all'interno del Continente. Ciò, di conseguenza, ha fatto sì che le attività legate al commercio con l'estero, pur in contesti economici di recessione, potessero sempre conservare un costante livello di sviluppo e una certa stabilità. Per queste ragioni, in un panorama economico di rinascita e recupero, il ruolo svolto dal commercio, ed in particolare dalle esportazioni, è stato sostanzialmente determinante. Va ricordato, tuttavia, che il successo dell'Olanda, anche se legato a dinamiche e fenomeni prevalentemente interni, deve essere contestualizzato all'interno del più generale quadro di ripresa economica europea che, infatti, proprio nell'ultimo periodo ha registrato un notevole incremento delle esportazioni. In particolare, riguardo a queste ultime, i dati relativi al commercio di beni prodotti in Olanda hanno evidenziato la presenza di livelli di crescita fra i più alti degli ultimi dieci anni. Tuttavia considerando esclusivamente il caso olandese nei primi mesi del 2006 è stato possibile notare rispetto al 2005 un incremento delle importazioni pari al 20% ed un aumento delle esportazioni pari al 15%. In tal contesto notevole è stato il contributo del settore dei combustibili e dei prodotti informatici che hanno, infatti, rappresentato il 60% delle importazioni e il 50% delle esportazioni. Riguardo al primo, però, non è da sottovalutare il ruolo svolto dall'aumento dei prezzi del petrolio e del gas. Nel mese di gennaio, infatti, i prezzi del petrolio erano superiori del 50% rispetto a quelli registrati lo stesso mese del 2005. Un'ulteriore novità, infine, ha segnato il sistema delle attività commerciali olandesi negli ultimi mesi: il forte sviluppo delle relazioni con i Paesi non europei. Nel settore delle importazioni e in quello delle esportazioni, infatti, il contributo di questi ultimi è cresciuto rispetto al 2005 del 19%, mentre quello dei Paesi europei è aumentato solo del 14%.----------Nel brano NON vengono citate le attività commerciali legate:
Detto D il diametro, quanto vale il rapporto tra l’area del cerchio e la lunghezza della circonferenza?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Barbabietola: radice = X: Y.
Il romanzo "Il piacere" è stato scritto da Gabriele D'Annunzio. In quale secolo?
Nel 1861 , il primo Presidente del Consiglio del Regno d1ltalia fu:
Un elettricista prepara un impianto in 15 giorni. Quanti elettricisti (che lavorano allo stesso ritmo del primo) devono lavorare per preparare 5 impianti in 5 giorni?
Sapendo che Stefano impiega la metà del tempo rispetto a Marco per battere una lettera, e che i due insieme in un giorno battono tre lettere, quante lettere batte Stefano in cinque giorni?
Quale tra i seguenti è un personaggio di "I promessi sposi"?
L'autore del romanzo "Il giardino dei Finzi·Contini" (1962) è:
Quale tra i seguenti autori utilizzò la tecnica narrativa del "discorso indiretto libero"?
In quale secolo è nato Ugo Foscolo?
La barca dei Malavoglia si chiama:
Quanto misura all’incirca l’area di un cerchio con diametro di lunghezza pari a 20 cm?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Nota : X = sillaba : Y
Se: 4 · # + 1 = 7 · (# - 2) Allora # è uguale a:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Rude: rozzo = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Pettirosso: uccelli = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Giallo: colore = X : Y
Se quattro pizzaioli sfornano 9 pizze in 20 minuti, quanti pizzaioli servirebbero per fare 90 pizze in 12.000 secondi?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? X : Napoleone = Zama : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Famigerato: X = Y : amorfo
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Trapezio: X = Y : albero
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Rosso : X = salato : Y
Se è vero che “Tutti gli intellettuali so no interlocutori noiosi Il , sarà necessariamente vera anche una delle affermazioni seguenti. Quale?
A è più ricco di B. B è più ricco di C e più povero di D. Se le precedenti informazioni sono corrette, se F è più ricco di B, è necessariamente vero che:
Data la coppia di insiemi X = {3, 4, 6, 12} e Y = {8, 6, 4, 2} inversamente proporzionali, determinare il coefficiente di proporzionalità inversa:
Data la coppia di insiemi X = {2, 4, 8, 16} ed Y = {16, 8, 4, 2} inversamente proporzionali, determinare il coefficiente di proporzionalità inversa.
A quanto equivale la radice quadrata di 25/81?
A quanto equivale la radice quadrata di 9/16?
A quanto equivale la radice quadrata di 16/25?
La radice quadrata di 5 è un numero compreso tra:
Il grado del monomio 4xyz è uguale a:
Qual è il risultato della differenza 0,55 - 0,046?
Quale, tra le seguenti, è la somma dei numeri 1,98 e 0,059?
A quale numero corrisponde la frazione 5/4 ?
Scrivere sotto forma di numero decimale la somma delle seguenti frazioni: 26/10 28/100
Scrivere sotto forma di numero decimale la somma delle seguenti frazioni: 12/10 21/100
La differenza fra 3/8 e 1/5 è pari a:
La differenza fra 7/5 e 1/3 è pari a:
Data la proporzione x : 40 = 11 : 8, quanto vale x?
Esprimere in chilometri la quantità 7.100 centimetri.
L’espressione algebrica (3a - 2b) (3a + 2b) è uguale a:
Indicare, tra i seguenti, il valore che, sostituito alla x, annulla il polinomio x3 - 5x2 - x + 5 ?
L’espressione algebrica (3a - 2)(3a + 2) è uguale a:
“2 elevato alla quarta” è uguale a:
“4 elevato alla terza” è uguale a:
Un contenitore pieno di pasta pesa 24 chilogrammi. Sapendo che il peso del contenitore vuoto rappresenta il 20% del peso totale, qual è il peso della pasta?
Qual è la somma degli scarti dalla media aritmetica dei numeri -1, 0, 1, 3?
Calcolare il minimo comune multiplo fra i seguenti monomi: 3p2r4 ; - 2q2r2; 5p2r2; .6 q3r3.
Un negoziante vende un vaso al prezzo di 50 euro. In un primo tempo, egli abbassa il prezzo del 15% e successivamente lo aumenta del 15%. Quale fra le seguenti affermazioni è corretta?
Le isometrie del rettangolo sono:
Individuare l’alternativa che riporta una successione di elementi identica alla sequenza TTYYYTYTYYTYY
Completare correttamente la frase seguente: "Le condizioni ... all'articolo precedente restano valide anche in caso di rinvio della prova".
Completare la frase con un aggettivo numerale: "Il professore lesse il ... testo agli allievi".
Completare la frase con la congiunzione adatta: "Dovevo studiare, ... sono rimasto a casa".
Il romanzo Il barone rampante è stato scritto da Italo Calvi no. In quale secolo?
Completare correttamente la seguente frase con una congiunzione coordinativa. "Va bene in tutto, ... in latino".
Completare correttamente la frase seguente: " ... , non mi degnò di uno sguardo".
Completare correttamente la frase seguente: "Mi domandasti che cosa ... ".
Completare correttamente la frase seguente: "Mi domandavo se tu ... un simile piano ai miei danni".
Individuare quale fra le seguenti forme verbali completa correttamente la seguente frase: "Avevo detto che oggi ... in ritardo".
Si completi correttamente la seguente frase: "Andammo subito a dormire perché l'indomani ... presto".
Completare correttamente la frase seguente: "Il professore ... che ... presto il nostro profitto".
Completare correttamente la frase seguente. "Pur ... che i Tedeschi ... ben armati e che la resistenza ... difficile, i partigiani si prepararono a lottare".
Completare correttamente la frase seguente: "L'economia nazionale dovrebbe migliorare quest'anno, ... che non ci siano scioperi".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa nel modo corretto: "Se ... porterai questo regalo a tua madre, non ... giungeranno i miei auguri".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: "L'istruttore ci chiese ... esercizi avessimo già fatto".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: "Per quanto mi riguarda la questione è chiusa e non ... voglio più riparlare".
Si completi correttamente la seguente frase: "Se non fossi Alessandro, ... essere Diogene".
Quale delle seguenti opere NON è stata scritta da Leonardo Sciascia?
“Non è possibile negare l’inesistenza di un’automobile dotata di freno a mano idraulico”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
In base all’informazione “tutti i palazzi americani sono molto alti “, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
Marco deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 4h20’ e quindi guida per altre 2h10’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
In quale anno furono firmati i Patti Lateranensi tra l'Italia e il Vaticano?
La trasformazione dei modi di vita avvenuta nella società europea verso la fine del secolo XI segnò il passaggio dai comportamenti rozzi e feroci dei primi signori feudali verso usanze meno cruente e costumi più gentili. Questa tendenza fu rafforzata dall'istituzione politico-sociale della cavalleria con le sue regole morali: coraggio, lealtà, disinteresse, difesa dei deboli. Cambiò anche la destinazione del castello, che, alle funzioni originarie di luogo di difesa e centro militare, aggiunse anche quella di abitazione confortevole del signore e della sua corte. Quando non c'era guerra, i signori e i cavalieri trascorrevano il loro tempo dedicandosi ad attività sportive, specialmente la caccia e i tornei, ma anche ad altre più spirituali, come la poesia e la narrativa. In questa società nacque la poesia cavalleresco-cortese che si accompagnò alla musica ed ebbe tra i suoi promotori grandi signori feudali.
Se si parla di Didimo Chierico, a quale grande scrittore dell'Ottocento ci si riferisce?
Quale fu la prima opera letteraria composta da Alessandro Manzoni, dopo la conversione al cattolicesimo?
Quale tra le seguenti opere NON è stata scritta da Cesare Pavese?
Chi è l'autore dello Zibaldone?
Quale, tra le seguenti opere, vede Ermengarda come protagonista femminile?
Quale tra i seguenti è il protagonista e la voce narrante del romanzo "Il nome della rosa" di Umberto Eco?
Quale movimento letterario fu più vicino alla visione culturale del Positivismo?
La poesia" A Silvia" è stata scritta da Giacomo Leopardi. In quale secolo?
In quale delle seguenti città nacque Giovanni Verga?
In quale delle seguenti città nacque Giuseppe Tomasi di Lampedusa?
Quale delle seguenti alternative dispone le opere nel corretto ordine cronologico?
Quando visse lo scrittore Ugo Foscolo?
Una questione privata è un romanzo di:
Don Ferrante è un personaggio di:
Il titolo dell'ultimo romanzo di Susanna Tamaro è:
Quale di questi cittadini italiani è stato insignito del premio Nobel per la letteratura?
Quale delle seguenti opere NON è stata scritta da Grazia Deledda?
Quale, dei seguenti letterati italiani, NON è stato insignito del premio Nobel?
Il sistema periodico è un'opera di:
Viola, Cosimo, Biagio sono personaggi del romanzo:
Il barone Lamberto, vecchissimo e ricchissimo signore novantenne tenuto in vita da un maggiordomo e da alcuni servitori che continuano a ripetere il suo nome, è un personaggio inventato da:
Italo Svevo è lo pseudonimo di:
Quale delle seguenti raccolte poetiche NON è stata scritta da Eugenio Montale?
Ettore Schmitz è il vero nome di:
Quale romanzo alterna al linguaggio dello scrittore il gergo popolaresco delle borgate romane?
Quale, fra i seguenti poeti, NON è ricordato da Ugo Foscolo nel carme "Dei Sepolcri"?
Quale personaggio de "I promessi sposi" "aveva una raccolta di libri considerabile, poco meno di trecento volumi: tutta roba scelta, tutte opere delle più riputate, in varie materie; in ognuna delle quali era più o meno versato"?
Aldo Palazzeschi è da annoverarsi tra gli autori che:
Chi è l'autore del romanzo Il gattopardo?
La "poetica del fanciullino" è una caratteristica dell'opera di:
Il fondatore del periodico "Il Caffè" fu:
Qual è il lavoro che ha lasciato incompiuto il drammaturgo Luigi Pirandello?
Indicare il nome da scartare.
In quale secolo è nato Giosuè Carducci?
In quale secolo è nato Giovanni Pascoli?
In quale secolo è nato Giovanni Verga?
In quale secolo è nato Italo Calvino?
In quale secolo è nato Luigi Pirandello?
Quale dei seguenti autori NON è nato nel XVIII secolo?
Quale dei seguenti autori NON è nato nel XVIII secolo?
Quale dei seguenti autori fu un esponente del Neorealismo?
Quale dei seguenti autori fu un esponente del Realismo?
Quale delle seguenti composizioni poetiche è stata scritta da Giacomo Leopardi?
Quale dei seguenti autori italiani è nato nel diciottesimo secolo?
Chi, tra i seguenti autori, ha scritto La scacchiera davanti allo specchio?
Il romanzo "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio è legato al movimento letterario:
Quale delle seguenti opere è stata scritta da Dino Buzzati?
Quale dei seguenti autori NON è nato nel XX secolo?
Quale dei seguenti autori fu un esponente del Verismo?
La raccolta poetica "0ssi di seppia Il è stata scritta da Eugenio Montale. In quale secolo?
Quale dei seguenti autori italiani è nato nel XIX secolo?
Quale dei seguenti autori italiani è nato nel XIX secolo?
Quale dei seguenti autori italiani è nato nel XIX secolo?
Quale dei seguenti autori italiani è nato nel XVIII secolo?
Quale autore italiano ha scritto Marcovaldo?
Quale dei seguenti autori italiani è nato nel XX secolo?
Quale dei seguenti autori nacque per primo?
Quale dei seguenti autori nacque per primo?
Quale dei seguenti autori nacque per primo?
Chi, tra i seguenti letterati, nacque per primo?
Quale dei seguenti autori nacque per primo?
Chi, tra i seguenti letterati, nacque per primo?
Quale dei seguenti autori nacque per primo?
Chi, tra i seguenti letterati, nacque per primo?
Chi, tra i seguenti letterati, nacque per primo?
Quale delle seguenti opere NON è stata scritta da un autore italiano?
Quale delle seguenti opere NON è stata scritta da un autore italiano?
Quale, tra le seguenti opere, fu scritta per prima?
Quale delle seguenti opere NON è stata scritta da un autore italiano?
Quale, tra le seguenti opere, fu scritta per prima?
Quale delle seguenti opere NON è stata scritta da un autore italiano?
Quale, tra le seguenti opere, fu scritta per prima?
Quale delle seguenti opere NON è stata scritta da un autore italiano?
Quale delle seguenti opere NON fu scritta da Pirandello?
L'autore della raccolta di poesie Ossi di seppia è:
Quale dei seguenti autori ha scritto la lirica "Pianto antico"?
Quale dei seguenti autori ha scritto la poesia Pellegrinaggio?
Quale dei seguenti autori ha scritto la raccolta poetica Alcyone?
Individuare l'alternativa che abbina in modo SCORRETTO personaggio letterario e opera di cui è protagonista.
Quale intellettuale italiano fondò nel 1911 la rivista "L'Unità"?
Quale, tra i seguenti autori italiani, ha vinto il premio Nobel per la letteratura?
Quale, tra i seguenti scrittori, è l'autore del romanzo /I piacere?
Quale, tra i seguenti scrittori, è l'autore del romanzo Fontamara?
Quale, tra i seguenti scrittori, è l'autore del romanzo Sostiene Pereira?
In quale secolo è nato Alessandro Manzoni?
La grande proletaria si è mossa. Così iniziava l'orazione in onore dei morti e dei feriti in Libia pronunciata nel 1911 da:
Quale, delle seguenti alternative, riporta gli autori secondo il corretto ordine cronologico?
Quale, delle seguenti alternative, riporta gli autori secondo il corretto ordine cronologico?
Le Operette morali sono state scritte da:
Quale delle seguenti NON è un'opera di Eduardo De Filippo?
Il progressivo affermarsi in Italia di comportamenti e valori tipici della civiltà dei consumi è stato definito omologazione culturale da:
Quale dei seguenti poeti aderì all'Ermetismo?
Di quale dei seguenti romanzi è protagonista Agilulfo?
Chi ha scritto Il gattopardo?
Quale delle seguenti opere è stata scritta da Gabriele D'Annunzio?
Quale delle seguenti opere è stata scritta da Ugo Foscolo?
Quale delle seguenti opere è stata scritta da Alessandro Manzoni?
Quali dei seguenti autori è estraneo al Romanticismo?
Quale, tra le seguenti riviste letterarie del primo Novecento, venne fondata da Giuseppe Prezzolini a Firenze nel dicembre del 1908?
A quale personaggio si ispirò Gabriele D'Annunzio nella creazione di Andrea Sperelli, protagonista de "Il Piacere"?
Andrea Sperelli, protagonista del romanzo "Il piacere" di Gabriele D'Annunzio è un personaggio:
Carlo Altoviti, la Pisana, Clara, Spaccafumo, Padre Pendola, sono personaggi del romanzo:
Indicare quale delle seguenti raccolte di poesie NON è di Giuseppe Carducci.
Individuare l'ERRATO abbinamento romanzo·autore.
Nel 1827 e nel 1840 uscirono la prima e la seconda edizione di un famoso romanzo, che l'autore aveva sottoposto, nel frattempo, a un'accurata revisione linguistica. Si trattava di:
Nel 1990 moriva un famoso scrittore italiano, autore di vari romanzi, tra cui Gli indifferenti, La romana, La noia. Di chi si tratta?
Quale delle seguenti opere è stata scritta da Gabriele D'Annunzio?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Soldati, Cinesi, Appassionati di Cucina
“Non si può escludere che, se Laura non avesse scritto la lettera di protesta, la trasmissione sarebbe andata in onda”, In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti è necessariamente vera?
Una novità del nostro tempo consiste tuttavia nel riconoscimento che viene fatto dei "diritti umani" anche ai gruppi sociali. L'esempio più evidente è dato dalla condanna del genocidio, considerato come un reato internazionale, e pertanto diretta a proteggere un gruppo sociale nella sua composizione; ma la richiesta di protezione viene estesa dall'aspetto fisico a quello morale o culturale (lingua, costumanze) dei gruppi sociali minoritari nell'ambito nazionale. Anche la nuova tutela giuridica accordata ai gruppi rappresentanti di "interessi diffusi" è un'espressione della nuova coscienza e sensibilità sviluppatesi sul terreno giuridico: la difesa dell'ambiente naturale, che viene richiesta di fronte alla minaccia degli inquinamenti industriali, e che viene esercitata con il ricorso all'azione giudiziaria per iniziativa di un gruppo, è pur sempre difesa dell'uomo e non della natura per se stessa. Nel trapasso dagli antichi diritti naturali ai nuovi diritti umani si è così verificato uno spostamento di prospettiva di 180 gradi: i diritti razionali invocati dalla filosofia sono divenuti diritti positivi accolti nelle leggi statali e negli accordi internazionali; i diritti individuali collegati allo status di cittadino sono stati estesi alle formazioni sociali; dai diritti compresi in un catalogo chiuso e astorico si è passati a una concezione aperta e progressiva dei diritti, per adeguarla ai nuovi bisogni dell'uomo creatore del mondo tecnologico. Alla sociologia del diritto tocca dunque un nuovo compito: giacché essa può dare un contributo fattivo alla crescita e all'affermazione dei diritti umani, procedendo alla rilevazione e all'elaborazione critica di quei diritti ancora in fieri nel costume sociale e non ancora incardinati e sanciti nelle leggi; giacché questo è il terreno proprio delle indagini socio-giuridiche. Ma il sociologo del diritto non può mai dimenticare di essere uomo egli stesso, di partecipare perciò di questo movimento della coscienza collettiva che abbiamo delineato, di avere egli pure un diritto morale, quello del progresso umano nella società, da affermare come postulato del lavoro intellettuale come professione che egli svolge secondo la nota indicazione di Max Weber. Il compito dell'intellettuale nella società tecnologica non è limitato però alla funzione conoscitiva, esercitata in un atteggiamento di distacco dai valori che non siano i valori stessi della scienza, come sosteneva Weber; bensì esso implica il suo impegno nel mondo dell'azione sociale.-------Secondo l'autore del brano, qual è il compito della sociologia del diritto?
Individuate il "don" anomalo rispetto agli altri quattro.
Quanti etto litri contiene una botte della capacità di 723 decalitri?
Quanti millimetri quadrati misura una superficie che ha l’area di 37 centimetri quadrati?
Allo scoppio della prima guerra mondiale, l'Italia si dichiarò:
Allo scoppio della prima guerra mondiale, Benito Mussolini era:
Quale dei seguenti autori nacque per primo?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Mezzi di trasporto, Traghetti, Autostrade
Nel 1915, l'Italia entrò nella prima guerra mondiale:
L’area di un qualsiasi poligono circoscritto a una circonferenza è data:
In base alla Costituzione italiana, l'amnistia è concessa:
Quanti centimetri quadrati misura l’area di base di un cono con volume pari a 40 centimetri cubi se l’altezza è pari a 30 centimetri?
Individuare fra i seguenti il complemento di argomento che completa correttamente la seguente frase: "In quella sede si discute ... ".
In base alla Costituzione italiana, i titoli di ammissione dei componenti delle Camere sono giudicati:
Si completi correttamente la seguente frase: "Saresti riuscito a fare quello che volevi, se tu .. , pazienza",
Completare correttamente la frase seguente. "Ti presto il CD del mio cantante preferito ... tu me lo restituisca domani".
Quanto misura l’area di un trapezio con base maggiore uguale a 6 cm, base minore e altezza uguali tra loro e pari a 4 cm?
Un dodecaedro regolare è un poliedro con 12 facce pentagonali e con 30 spigoli. Si può concludere che i vertici sono:
Si completi correttamente la seguente frase: "Sebbene ... ingiustamente esiliato, Dante amò sempre Firenze".
Se: S : 3 = 21 • = - (S : 9) Allora • è uguale a:
In un triangolo isoscele la bisettrice condotta per il vertice opposto alla base coincide con:
Quanto vale la somma 5/9 + 3/4?
Quale delle seguenti città è situata più a est?
Quale delle seguenti frazioni è maggiore di 3?
Quanti centimetri quadrati misura una superficie che ha l’area di 12 decimetri quadrati?
Completare correttamente la frase seguente: "Non deve venire con noi ... ha paura".
La "condizione di chi manca di acutezza mentale" è detta:
In un triangolo due angoli interni sono uguali rispettivamente a 60° e 45°. Quanto vale il terzo angolo interno?
Qual è il volume V di un cilindro circolare retto di altezza h e raggio di base r?
Completare la frase seguente con un aggettivo di grado comparativo: "Sandro è ... di suo cugino".
In un triangolo calcolare la misura dell’angolo C sapendo che l’angolo A misura 28° e l’angolo B misura 64°,
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Scala: X = Y : foglio
Chi era il Presidente del Consiglio nel maggio 1915, al momento dell'entrata in guerra dell'Italia?
Verso il 9000 avanti Cristo gli esseri umani cominciarono a coltivare piante e addomesticare animali: nacquero così l'agricoltura e la pastorizia, che accrebbero le risorse alimentari e fornirono la fonte diretta di energia costituita dagli animali. I buoi, gli asini, i cammelli e alla fine anche i cavalli (per non parlare delle renne, degli yak, dei bufali indiani, dei lama e degli elefanti, utilizzati nei più svariati angoli del globo) potevano, con la loro forte muscolatura, sbrigare i lavori essenziali, nutrendosi di alimenti troppo grossolani per gli uomini.--------L'agricoltura nacque:
Deve esser stata la pentola a pressione a suscitare in Papin l'idea di utilizzare il vapore facendogli compiere del lavoro. Egli introdusse un po' d'acqua in fondo a un tubo e la convertì in vapore riscaldandola. Il vapore, espandendosi energicamente, sospingeva verso Il alto uno stantuffo. La prima persona che tradusse quest'idea in un congegno utilizzabile in pratica fu però un ingegnere militare inglese, Thomas Savery. La sua macchina a vapore poteva essere usata per pompare l'acqua di una miniera o di un pozzo, o per far funzionare una ruota idraulica: pertanto egli la chiamò "Il Amica del Minatore". Era però pericolosa (perchè la pressione elevata del vapore poteva far scoppiare recipienti e tubi) e aveva un basso rendimento (perchè il calore del vapore andava perso tutte le volte che si raffreddava il contenitore).----Che cos'è l"'Amica del Minatore"?
Quanto vale il volume di un parallelepipedo i cui lati di base sono uno il doppio dell’altro, se l’altezza vale 1 cm?
In seguito al Trattato di Rapallo del 1920, l'Italia:
Quale serie riporta in ordine crescente i seguenti numeri? a = 0,9; b = 0,99; c = 91/100; d = 9; e = 0,091
La probabilità che lanciando un dado esca il numero 6 vale:
Una scatola cubica di dimensione 4 x 4 x 4 contiene 64 cubetti identici che la riempiono completamente. Quanti cubetti complessivamente toccano le pareti laterali e il fondo della scatola?
Esprimere in secondi la quantità 1 ora e 20 minuti.
Una fabbrica produce 10.000 chiodi in cinque giorni. Quanti chiodi vengono prodotti in otto giorni?
In un grande vigneto vengono raccolti 60 chilogrammi di uva ogni due giorni. Quanti chilogrammi di uva vengono raccolti in dodici giorni?
Una fabbrica produce 4.000 scatoloni in due mesi. Quanti scatoloni vengono prodotti in tre mesi?
Una fabbrica produce 12.000 piatti in due mesi. Quanti piatti vengono prodotti in tre mesi?
Una fabbrica produce 450 pezzi in tre giorni. Quanti pezzi vengono prodotti in sette giorni?
La media aritmetica dei numeri -5, -2, 0, 4, 5 è:
Qual è l’intersezione degli insiemi {w, n, i} e {i, u}?
Qual è l’intersezione degli insiemi {b, q, a} e {a, c}?
Qual è l’intersezione degli insiemi {i, a, b} e {b, u}?
Dati i due insiemi A = {a, c, d, n, t} e B = {c, t}, quale dei seguenti insiemi ne rappresenta l’intersezione?
Dati i due insiemi A = {e, f, i, u, v} e B = {u, v}, quale dei seguenti insiemi ne rappresenta l’intersezione?
Il monomio 5x2yz ha grado:
Il monomio 8X2y4z ha grado:
Il grado del monomio 4a è uguale a:
Il grado del monomio abc è uguale a:
Il grado del monomio -3x è uguale a:
Il polinomio 10x3 - 4x2 si scompone nel prodotto:
a = -2, b = + 3, c = -1. Quanto vale a - b + c?
Quale, tra i seguenti, è la somma dei numeri 0,54 e 0,027?
Qual è il minimo comune multiplo dei numeri 3 e 6?
Una botte è piena per il 60%. Quanto vino contiene se la sua capacità è 200 litri?
Di quale grado risulta il polinomio (a + 1)(a - 1)(a + 2)?
A quanto equivale la radice quadrata di 81/25?
Un cartolaio riesce a vendere 12 nuove matite al giorno. Quanti giorni impiega a venderne 252?
Il polinomio 8x2 - 4x si scompone nel prodotto:
A quanto equivale la radice quadrata di 25/36?
A quanto equivale l’espressione: 90a + 90ab?
Qual è il risultato della differenza 0,39 - 0,053?
Qual è il risultato della differenza 0,15 - 0,026?
Qual è il risultato della differenza 0,57 - 0,014?
Qual è il risultato della differenza 0,14 - 0,038?
Qual è il risultato della differenza 0,18 - 0,044?
Qual è il risultato della differenza 0,19 - 0,045?
Qual è il risultato della differenza 0,68 - 0,051 ?
Qual è il risultato della differenza 0,28 - 0,036?
Qual è il risultato della differenza 0,32 - 0,098?
Qual è il risultato della differenza 0,31 - 0,014?
Qual è il risultato della differenza 0,74 - 0,092?
Qual è il risultato della differenza 0,25 - 0,024?
Qual è il risultato della differenza 0,83 - 0,085?
Qual è il risultato della differenza 0,89 - 0,023?
Qual è il risultato della differenza 0,43 - 0,012?
Individuare fra le seguenti l’espressione NON equivalente a 0,111 :
Individuare fra le seguenti l’espressione NON equivalente a 0,56:
Individuare fra le seguenti l’espressione NON equivalente a 0,006:
Individuare fra le seguenti l’espressione NON equivalente a 0,026:
Individuare fra le seguenti l’espressione NON equivalente a 0,126:
Individuare fra le seguenti l’espressione NON equivalente a 0,11 :
Individuare fra le seguenti l’espressione NON equivalente a 0,10:
Individuare fra le seguenti l’espressione NON equivalente a 0,101:
Individuare fra le seguenti l’espressione NON equivalente a 0,31 :
Individuare fra le seguenti l’espressione NON equivalente a 0,33:
Quale, tra le seguenti, è la somma dei numeri 2,08 e 0,139?
Quale, tra le seguenti, è la somma dei numeri 0,32 e 0,011?
Quale di queste definizioni non si può applicare al numero matematico?
Esprimere in decimetri la quantità 54,32 hm.
Esprimere in millilitri la quantità 0,145 l.
Quanti millimetri quadrati misura una superficie che ha l’area di 62 centimetri quadrati?
Quanti decigrammi pesa un corpo del peso di 285 centigrammi?
Quanti decigrammi pesa un corpo del peso di 932 centigrammi?
Quanti decigrammi pesa un corpo del peso di 838 centigrammi?
Quanti decigrammi pesa un corpo del peso di 735 centigrammi?
Quanti decigrammi pesa un corpo del peso di 762 centigrammi?
Quanti decilitri contiene una bottiglia con capacità di 913 centilitri?
Quanti decilitri contiene una bottiglia della capacità di 942 centilitri?
Quanti decilitri contiene una bottiglia della capacità di 618 centilitri?
Quanti decilitri contiene una bottiglia della capacità di 868 centilitri?
Quanti centimetri quadrati misura una superficie che ha l’area di 62 decimetri quadrati?
Quanti centimetri quadrati misura una superficie che ha l’area di 87 decimetri quadrati?
Quanti decimetri misura un corpo della lunghezza di 890 centimetri?
Quanti decimetri misura un corpo della lunghezza di 179 centimetri?
Quanti decimetri misura un corpo della lunghezza di 918 centimetri?
Quanti decimetri misura un corpo della lunghezza di 288 centimetri?
Quanti centimetri quadrati misura una superficie che ha l’area di 37 decimetri quadrati?
Quanti millimetri quadrati misura una superficie che ha l’area di 87 centimetri quadrati?
Quanti etto litri contiene una botte della capacità di 239 decalitri?
Quanti etto litri contiene una botte della capacità di 563 decalitri?
Quanti etto litri contiene una botte della capacità di 927 decalitri?
Quanti ettolitri di latte contiene una bottiglia che ha la capacità di 2.500 millilitri?
A quante ore equivalgono 255 minuti?
A quale numero corrisponde la frazione 34/25 ?
Quale delle seguenti frazioni è maggiore di 2?
Quale delle seguenti frazioni è maggiore di 4?
Claudia ha letto i 5/7 del suo libro preferito. Sapendo che ha letto 240 pagine, di quante pagine è composto il libro?
Claudia ha letto i 5/8 del suo libro preferito. Sapendo che ha letto 260 pagine, di quante pagine è composto il libro?
Claudia ha letto i 5/7 del suo libro preferito. Sapendo che ha letto 170 pagine, di quante pagine è composto il libro?
Claudia ha letto i 5/8 del suo libro preferito. Sapendo che ha letto 180 pagine, di quante pagine è composto il libro?
Claudia ha letto i 5/8 del suo libro preferito. Sapendo che ha letto 280 pagine, di quante pagine è composto il libro?
Il prodotto di 3/16 per 4/5 è pari a:
Il prodotto di 8/13 per 6/4 è pari a:
Il prodotto di 4/5 per 10/7 è pari a:
Semplificando la frazione 33/21 si ottiene:
Semplificando la frazione 45/65 si ottiene:
Semplificando la frazione 27/30 si ottiene:
Quanto vale la somma 5/7 + 5/6?
Dati gli insiemi A = {e, o, u} e B = insieme delle vocali, l’insieme complementare di A rispetto a B è:
L’insieme costituito dai numeri 1, 5, 10, 15 è un sottoinsieme dell’insieme dei numeri:
L’insieme costituito dai numeri 1,3,6,33 è un sottoinsieme dell’insieme dei numeri:
Dati i due insiemi A = {2, 4, 6} e B = {6, 8}, quale dei seguenti insiemi ne rappresenta l’unione?
Qual è l’unione degli insiemi {w, n, f} e {f, y}?
Ernesto deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 6h10’ e quindi guida per altre 4h25’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Cesare deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 3h30’ e quindi guida per altre 6h55’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Ugo deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 2h45’ e quindi guida per altre 3h10’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Paolo deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 5h10’ e quindi guida per altre 3h05’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Luca deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 5h20’ e quindi guida per altre 1 h40’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Tino deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 4h35’ e quindi guida per altre 2h20’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Ignazio deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 6h10’ e quindi guida per altre 2h35’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Giorgio deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 6h25’ e quindi guida per altre 2h15’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Filippo deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 4h55’ e quindi guida per altre 3h20’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Sandro deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 3h15’ e quindi guida per altre 1h55’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Bruno deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 5h10’ e quindi guida per altre 2h05’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Nicola deve raggiungere in moto la località delle proprie vacanze. Sapendo che effettua una sosta dopo 3h40’ e quindi guida per altre 2h25’, per quanti minuti complessivamente viaggia in sella alla propria moto?
Sapendo che un piede equivale a 12 pollici e una yarda equivale a 3 piedi, a quanti pollici equivalgono 25 yarde?
In una piantagione vengono raccolti 2 quintali di pomodori ogni tre giorni. Quanti quintali di pomodori vengono raccolti in sei giorni?
In una piantagione vengono raccolti 3 quintali di banane ogni quattro giorni. Quanti quintali di banane vengono raccolti in dodici giorni?
Una fabbrica produce 350 paia di scarpe ogni sette giorni. Quante paia di scarpe vengono prodotte in dieci giorni?
In un agrumeto vengono raccolti 5 quintali di arance ogni tre giorni. Quanti quintali di arance vengono raccolti in dodici giorni?
In una classe i banchi sono disposti su 6 file di 8 banchi ciascuna. Se si decidesse di formare solo 4 file, tutte con lo stesso numero di banchi, quanti sarebbero i banchi di una fila?
Quattro amici possiedono 75 CD musicali ciascuno. Supponendo che uno di loro regali i propri CD agli altri, facendo però in modo che gli amici continuino a possedere uno stesso numero di CD, quanti ne avrà ognuno di loro?
In un negozio di articoli sportivi, le palline da tennis sono disposte su 7 scaffali, in file di 12. Se si vogliono disporre le palline su 4 scaffali, che ne contengano sempre lo stesso numero, quante palline ci saranno su ognuno di essi?
In un negozio di frutta, sono disposte 15 cassette con 40 mele ciascuna. Si decide di distribuire i frutti in 20 cassette, ciascuna con lo stesso numero di mele. Quante mele sono contenute in ogni cassetta?
Una raccolta di ricette viene stampata e venduta in 14 fascicoli, ciascuno con 20 ricette. Terminata la prima tiratura si decide una ristampa, da pubblicare però in 28 fascicoli, che contengano sempre lo stesso numero di ricette. Quante ricette sono contenute in ciascun nuovo fascicolo?
Valerio ha ordinato le fotografie delle sue vacanze in 10 album, da 60 foto ciascuno. Successivamente decide di riunirle in soli 6 album. Quante foto sono conservate in ogni raccoglitore, supponendo che siano distribuite in ugual numero?
In un negozio di abbigliamento, i maglioni sono esposti su 15 scaffali in gruppi di 4. Le commesse riordinano la merce, disponendo i maglioni su 12 scaffali, in gruppi con ugual numero di capi. Quanti maglioni si trovano su ogni scaffale?
Mario possiede 12 gabbiette con 9 canarini ciascuna. Per mancanza di spazio è costretto a spostarli in 9 gabbiette, in modo che ciascuna contenga lo stesso numero di canarini. Quanti canarini ci saranno alla fine in ogni gabbietta?
Data la proporzione x : 20 = 7 : 4, quanto vale x?
Data la proporzione x : 45 = 12 : 9, quanto vale x?
Data la proporzione x : 12 = 7 : 4, quanto vale x?
Data la proporzione x : 20 = 9 : 5, quanto vale x?
Data la proporzione x: 21 = 4: 7, quanto vale x?
Data la proporzione x: 28 = 3: 7, quanto vale x?
Data la proporzione x: 35 = 2: 7, quanto vale x?
Data la proporzione x : 45 = 8 : 9, quanto vale x?
Data la proporzione x: 28 = 9: 7, quanto vale x?
Data la proporzione x : 15 = 2 : 3, quanto vale x?
Data la proporzione x : 40 = 9 : 8, quanto vale x?
Data la proporzione x : 24 = 5 : 8, quanto vale x?
Data la proporzione x : 10 = 7 : 2, quanto vale x?
Data la proporzione x : 15 = 8 : 5, quanto vale x?
Data la proporzione x : 45 = 2 : 9, quanto vale x?
Elevando al quadrato il risultato della radice cubica di 8 quale risultato si ottiene?
Il monomio 22ab NON è divisibile per:
Il monomio 30ab NON è divisibile per:
Quanti sono i numeri primi tra 3 e 17 (3 e 17 compresi, se primi)?
Un cliente apre un conto corrente versando in banca 24.000 euro. Se la banca garantisce un interesse annuo del 7% (corrisposto ogni quadrimestre a partire dalla data di apertura del conto), a quanto ammonterà il saldo del conto corrente del cliente quattro mesi dopo la sua apertura?
Quale delle seguenti espressioni è sicuramente un numero intero dispari per qualsiasi valore intero di x?
Un animale ha una massa M1 = 40 kg; dopo 4 mesi, la sua massa, che indichiamo ora con M2, è aumentata del 25% rispetto a M1. Dopo altri quattro mesi, la sua massa, che indichiamo ora con M3, è aumentata del 20% rispetto a M2; dopo un ulteriore aumento del1 0%, la massa finale M4 è:
Quanti sono i divisori (con resto nullo) del numero 36 (1 e 36 compresi)?
L’equazione 2x + 7 = 3x ammette come soluzione:
L’equazione 2x + 8 = 3x ammette come soluzione:
Data l’equazione 7x - 3 = 4x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 2x + 6 = 4x, quale valore può assumere x per soddisfare l’equazione?
Quale delle seguenti frazioni è minore di 3?
Qual è il risultato della proporzione 7 : x = x : 63 con x > 0?
Calcolare: [(2-1)2] -3,
Se 27 : x = x : 3, quanto vale x?
Se 1/3 : 5 = x : 30, quanto vale x?
Il minimo comune multiplo di 5, 3, 6 è:
Qual è il grado complessivo del monomio 7abc?
Qual è il grado complessivo del monomio 8ab?
Qual è il grado complessivo del monomio -2a?
Qual è il grado complessivo del monomio 2ab?
Qual è il grado complessivo del monomio -2ab?
Qual è il grado complessivo del monomio 3a?
Qual è il grado complessivo del monomio -3a?
Qual è il grado complessivo del monomio 3ab?
Qual è il grado complessivo del monomio -3ab?
Qual è il grado complessivo del monomio 4a?
Qual è il grado complessivo del monomio 5a?
Qual è il grado complessivo del monomio -5a?
Qual è il grado complessivo del monomio 5ab?
Qual è il grado complessivo del monomio -5ab?
Qual è il grado complessivo del monomio 6a?
Qual è il grado complessivo del monomio -6a?
Il monomio 12ab NON è divisibile per:
Qual è il resto della divisione intera 339 : 6?
Se 12 su 300 esemplari sono al di sotto dello standard, la percentuale di esemplari al di sotto dello standard è:
L’espressione 5 + 1/2x è:
L’espressione ab + c è:
L’espressione 8x + c è un:
L’espressione 8/3a + 3/8b è un:
L’espressione 3xyz + 7/3 x è:
Un mattone pesa un chilogrammo più mezzo mattone. Quanto pesa un mattone?
In una cartoleria, i quaderni sono divisi in 6 pile di 40 quaderni ciascuna. Per guadagnare spazio si decide di formare 4 pile composte da un ugual numero di quaderni. Quanti quaderni ci sono in ogni pila?
Serena, che possiede 5 acquari con 14 pesci ciascuno, decide di sistemarli più comodamente in 10 acquari. Supponendo che ciascuno di essi ospiti lo stesso numero di pesci, quanti ve ne sono in ogni acquario?
Per organizzare una caccia al tesoro, si divide un paese in 8 rioni, ciascuno composto da 60 vie. In seguito, per maggiore comodità, il paese viene ripartito in 5 rioni che abbiano tutti lo stesso numero di vie. Da quante vie è composto ogni rione?
Maria conserva i suoi orecchini in 6 portagioie, ciascuno dei quali contiene 9 paia di orecchini. Successivamente decide di distribuirli in numero uguale solo in 3 portagioie. Quante paia d’orecchini sono contenute in ciascun portagioie?
I bambini di un oratorio feriale sono divisi in 7 squadre, ciascuna di 50 elementi. In occasione di una gita si formano invece 10 squadre, in modo che abbiano tutte lo stesso numero di componenti. Quanti bambini ci sono in ogni squadra?
Monica ha preparato 8 vasi, ciascuno contenente 30 fiori. Riducendo a 6 i vasi, e volendo che ognuno contenga lo stesso numero di fiori, quanti fiori ci saranno in ognuno di essi?
Data la proporzione x : 75 = 18 : 15, quanto vale x?
Data la proporzione x: 35 = 22: 7, quanto vale x?
Data la proporzione x : 25 = 8 : 5, quanto vale x?
Data la proporzione x : 18 = 7 : 9, quanto vale x?
Data la proporzione x : 12 = 7 : 3, quanto vale x?
Data la proporzione x : 36 = 5 : 9, quanto vale x?
Data la proporzione x : 20 = 7 : 4, quanto vale x?
Data la proporzione x : 10 = 9 : 5, quanto vale x?
Data la proporzione x : 6 = 5 : 2, quanto vale x?
Data la proporzione x: 14 = 9: 7, quanto vale x?
Data la proporzione x : 20 = 3 : 5, quanto vale x?
Data la proporzione x : 12 = 5 : 3, quanto vale x?
Data la proporzione x: 21 = 2: 7, quanto vale x?
A quanto equivale la radice quadrata di 36/16?
La radice quadrata di 211 è compresa tra:
La radice quadrata di 6 è un numero compreso tra:
La radice quadrata di 152 è compresa tra:
La radice quadrata di 168 è compresa tra:
La radice quadrata di 12 è un numero compreso tra:
La radice quadrata di 17 è un numero compreso tra:
A quanto equivale l’espressione: x - (7 + 8x)?
Esprimere in centimetri la quantità 0,785 hm.
Esprimere in tonnellate la quantità 65.200 g.
Esprimere in decigrammi la quantità 3,68 q.
Esprimere in millimetri la quantità 0,0541 m.
Esprimere in milligrammi la quantità 0,0852 decagrammi.
Esprimere in decametri la quantità 2.358 decimetri.
Esprimere in decimetri la quantità 67,23 chilometri.
Esprimere in decagrammi la quantità 2.358 centigrammi.
Esprimere in centilitri la quantità 0,0628 decalitri.
Esprimere in ettometri la quantità 5.200 mm.
Esprimere in centigrammi la quantità 0,0423 ettogrammi.
Esprimere in decimetri la quantità 2,147 km.
Esprimere in milligrammi la quantità 0,526 hg.
Esprimere in centigrammi la quantità 0,64 kg.
36 q equivalgono a:
42,31 hg equivalgono a:
1,45 hm equivalgono a:
123,4 ml equivalgono a:
Un traghetto ha percorso i 4/5 del suo tragitto. Sapendo che ha percorso 80 chilometri, quanto è lungo l’intero tragitto?
Una nave ha percorso i 5/9 del suo tragitto abituale. Sapendo che ha percorso 20 miglia, quanto è lungo l’intero tragitto?
Un carro ha percorso i 5/8 del suo tragitto abituale. Sapendo che ha percorso 15 chilometri, quanto è lungo l’intero tragitto?
Quale delle seguenti frazioni è maggiore di 1?
Quanto vale la somma 1/6 + 5/4?
Quanto vale la somma 1/6 + 3/7?
La frazione algebrica x2/(x + 3) esiste per:
Un pilota ha percorso 15,5 chilometri, pari al 31 % del suo tragitto. Quanti chilometri misura il tragitto?
Un pilota ha percorso 8,1 chilometri, pari al 9% del suo tragitto. Quanti chilometri misura il tragitto?
Un pilota ha percorso 3 chilometri, pari al 75% del suo tragitto. Quanti chilometri misura il tragitto?
Un pilota ha percorso 2 chilometri, pari al 50% del suo tragitto. Quanti chilometri misura il tragitto?
Un pilota ha percorso 9 chilometri, pari al 45% del suo tragitto. Quanti chilometri misura il tragitto?
Calcolare il conseguente incognito del rapporto 12 : x = 3
A quanto equivale l’espressione: 6a + 6ab?
A quanto equivale l’espressione: 13a + 13ab?
L’equazione: 5x + 3 = 8x ammette come soluzione:
L’equazione 2x - 5 = x + 1 ha per soluzione:
L’equazione 2x - 3 = x + 3 ha per soluzione:
Data l’equazione 5x + 10 = 3x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 10x + 9 = 7x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 6x - 15 = x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 7x + 6 = 10x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 4x + 6 = 7x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 2x + 10 = 7x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 6x + 4 = 4x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 10x + 6 = 7x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 1 x + 3 = 2x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 2x + 9 = 5x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 8x + 3 = 7x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 3x + 3 = 2x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Data l’equazione 9x + 8 = 7x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
L’equazione: 7x - 1 = 3x - 5 ammette come soluzione:
L’equazione: x - 3 = 1 + 2x ammette come soluzione:
L’equazione: 5x + 6 = x - 2 ammette come soluzione:
L’equazione 2x + 4 = 3x ammette come soluzione:
L’equazione 2x + 5 = 3x ammette come soluzione:
L’equazione 3x + 9 = 4x ammette come soluzione:
L’equazione 4x + 6 = 7x ammette come soluzione:
L’equazione 4x + 20 = 9x ammette come soluzione:
L’equazione 5x + 21 = 8x ammette come soluzione:
L’equazione 5x + 27 = 8x ammette come soluzione:
L’equazione 3x + 10 = 5x ammette come soluzione:
L’equazione 7x + 10 = 9x ammette come soluzione:
L’equazione 2x + 8 = 3x ammette come soluzione:
Quando visse la scrittrice Grazia Deledda?
Il protagonista del romanzo epistolare Le ultime lettere di Jacopo Ortis indirizza le sue missive a un amico che si chiama:
L’equazione 3x + 28 = 7x ammette come soluzione:
L’equazione 2x - 8 = 4x - 4 ammette come soluzione:
L’equazione 4x - 4 = 5x - 3 ammette come soluzione:
L’equazione 2x + 4 = 3x + 5 ammette come soluzione:
L’equazione 6x + 1 = 2x + 5 ammette come soluzione:
L’equazione 6x - 1 = 2x - 5 ammette come soluzione:
L’equazione 7x + 1 = 3x + 5 ammette come soluzione:
L’equazione 5x - 1 = 3x - 5 ammette come soluzione:
L’equazione 3x + 2 = 4 + x ammette come soluzione:
Il Signor Rossi ha speso i 5/7 della propria liquidazione. Sapendo che ha speso 10.000 euro, a quanto ammontava la liquidazione?
Un aereo ha compiuto i 4/7 del proprio tragitto. Sapendo che ha volato per 8.000 chilometri, quanto è lungo l’intero tragitto?
Un autobus ha percorso i 5/7 del suo tragitto. Sapendo che ha percorso 35 chilometri, quanto è lungo l’intero tragitto?
Un autobus ha percorso i 3/4 del proprio tragitto. Sapendo che ha viaggiato per 27 chilometri, quanto è lungo l’intero percorso?
Un taxi ha percorso i 215 di una corsa. Sapendo che ha percorso 4 chilometri, quanto è lunga l’intera corsa?
Un bambino ha percorso i 4/5 del suo tragitto da casa a scuola. Sapendo che ha camminato per 800 metri, quanto è lungo l’intero tragitto?
Quanto vale la somma 1/3 + 3/4?
Quanto vale la somma 215 + 1/4?
Quanto vale la somma 215 + 3/8?
Quanto vale la somma 1/6 + 4/5?
Quanto vale la somma 4/9 + 217?
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 0,87; b = 8; c = 0,8; d = 0,07; e = 87/10
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 6; b = 0,6; c = 0,06; d = 63/10; e = 0,03
Quale serie riporta in ordine crescente i seguenti numeri? a = 0,023; b = 2,3; c = 23/100; d = 0,02; e = 2
Quale serie riporta in ordine crescente i seguenti numeri? a = 0,67; b = 6,7; c = 3/5; d = 0,06; e = 6
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 3; b = 37/10; c = 0,3; d = 0,03; e = 0,07
Un pilota ha percorso 3,2 chilometri, pari al 4% del suo tragitto. Quanti chilometri misura il tragitto?
Un pilota ha percorso 4 chilometri, pari al 25% del suo tragitto. Quanti chilometri misura il tragitto?
Un pilota ha percorso 10,5 chilometri, pari al 35% del suo tragitto. Quanti chilometri misura il tragitto?
Un pilota ha percorso 3,4 chilometri, pari al 17% del suo tragitto. Quanti chilometri misura il tragitto?
Luigi ha comprato un computer che costava 3.000 euro a un prezzo scontato del 20%. A quanto è ammontato lo sconto?
Sono stati venduti il 90% dei biglietti per una partita. Se lo stadio ha una capacità di 15.000 posti, quante persone hanno acquistato il biglietto?
Un gelataio ha venduto il 75% delle confezioni di gelato dell’ultima fornitura. Se la fornitura consisteva in 200 confezioni, quante ne sono state vendute?
Un contadino ha arato il 45% della superficie dei suoi campi. Se in tutto possiede 10 ettari di terreno, quanti ettari ha arato?
La radice quadrata di 189 è compresa tra:
La radice quadrata di 221 è compresa tra:
Una carta geografica è in scala 1 : 100.000. Quanto distano tra loro nella realtà due località distanti 2 centimetri sulla carta?
Una carta geografica è in scala 1 : 100.000. Quanto distano nella realtà due località distanti 5 centimetri sulla carta?
Qual è la soluzione della seguente equazione 3x - 2 = 14 - 9x?
Per a diverso da 0, l’equazione ax + b = 0 ha soluzione:
58 mm3 sono equivalenti a:
A quanti quintali corrispondono 50 grammi?
Esprimere in millilitri la quantità 0,25 ettolitri.
A quanti secondi equivalgono 1 ora 20 minuti e 30 secondi?
Qual è il grado complessivo del monomio -7abc?
Calcolare i valori di x che soddisfano la proporzione: 3 : x= x: 27
L’equazione 2x + 6 = 10- 2x ammette come soluzione:
Un numero naturale è divisibile per 3 se:
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 0,15; b = 7/50; c = 1,5; d = 1; e = 0,1
Data l’equazione 3x + 10 = 8x, quale valore può assumere x per soddisfare l’equazione?
Data la proporzione x : 50 = 13 : 10, quanto vale x?
23,6 mi equivalgono a:
13 mm equivalgono a:
Data l’equazione 19x + 12 = 7x, quale valore può assumere x per soddisfarla?
Un traghetto ha percorso i 4/5 della sua rotta abituale. Sapendo che ha percorso 40 miglia, quanto è lungo l’intero tragitto?
Siano a e b due numeri naturali qualsiasi; allora a/b è:
Quale, tra le seguenti, è la differenza fra i numeri 2,61 e 0,032?
Quale, tra le seguenti, è la differenza fra i numeri 2,19 e 0,051 ?
Qual è il risultato della differenza 0,64 - 0,032?
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 0,6; b = 6; c = 6,6; d = 0,67; e = 0,09
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 0,4; b = 4; c = 0,43; d = 4,3; e = 0,03
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 0,5; b = 5; c = 0,06; d = 5,6; e = 0,56
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 0,8; b = 0,85; c = 8; d = 8,5; e = 0,05
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 0,2; b = 2; c = 2,3; d = 0,23; e = 0,03
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 7; b = 0,7; c = 0,75; d = 7,5; e = 0,05
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 9; b = 0,9; c = 0,96; d = 9,6; e = 0,06
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 0,3; b = 3; c = 0,38; d = 3,5; e = 0,09
Quale delle seguenti uguaglianze è esatta?
Quanti millimetri quadrati misura una superficie che ha l’area di 12 centimetri quadrati?
Claudia ha letto i 4n del suo libro preferito. Sapendo che ha letto 140 pagine, di quante pagine è composto il libro?
Le prime 10 rilevazioni dell’altezza degli studenti di una classe hanno una media pari a 168 cm. Le successive 15 rilevazioni hanno una media pari a 172 cm. Quanto vale esattamente la media delle 25 osservazioni?
Le prime 10 rilevazioni del peso delle studentesse di una scuola hanno una media pari a 60 kg. Le successive 15 rilevazioni danno un peso medio pari a 55 kg. Qual è il peso medio delle 25 studentesse?
Dato un certo numero n, quanto vale la media aritmetica fra un quarto di n e il doppio di n?
Dalle prime 10 rilevazioni è risultato che il peso delle studentesse di una scuola è in media pari a 60 kg. Le successive 15 rilevazioni danno un peso medio pari a 55 kg. Qual è il peso medio delle 25 studentesse?
Si sa che la media aritmetica di quattro numeri è uguale a 8. Di questi quattro numeri, tre sono: 5, 8 e 10. Quanto vale il quarto numero?
La media aritmetica fra un numero x e il suo reciproco vale:
In un grande vigneto vengono raccolti 60 chilogrammi di uva ogni due giorni. Quanti chilogrammi di uva vengono raccolti in dodici giorni?
Una fabbrica produce 350 paia di scarpe ogni sette giorni. Quante paia di scarpe vengono prodotte in dieci giorni?
Ripartire il numero 150 in due parti direttamente proporzionali ai numeri 2 e 3.
Si è ripartito il numero 150 in tre parti direttamente proporzionali ai numeri 3, 5, 7. Quanto valgono queste parti?
Su una carta geografica in scala 1 : 500.000, un fiume è lungo 20 cm. Qual è la lunghezza reale del fiume?
La radice quadrata di 1444 è uguale a
In una cartina in scala 1 : 13.500.000 la città di New York dista da Miami 13 cm. Quanti chilometri sono realmente distanti le due città in linea d’aria?
In una mappa in scala 1 : 1500 è rappresentata una strada lunga 3 ettometri. Quanto è lunga la strada sulla mappa?
La distanza tra Milano e Venezia è di circa 270 km. In una cartina geografica in scala 1 : 1.000.000, quanti centimetri distano le due località?
Un appartamento ha un corridoio lungo 4,5 m. Disegnando una piantina dell’appartamento in scala 1 : 100, la lunghezza del corridoio sul disegno è uguale a:
Il guardaroba di Anna contiene 10 cappelli, 8 sciarpe e 7 cappotti. Quanti distinti completi (costituiti da un cappello, una sciarpa e un cappotto) può formare Anna?
Completa correttamente con uno dei 3 termini proposti la frase: “qualsiasi sia il valore di A, se A è ... B e B è ... C, allora A è ... di C”.
Paolo vuole piantare degli alberi lungo il perimetro della sua villa di campagna. Lasciando fra un albero e l’altro la distanza di 8 metri, sono necessari 25 alberi. Quanti ne occorrerebbero se la distanza tra 2 alberi consecutivi aumentasse di 2 metri?
Individuare la frazione generatrice del numero periodico 8,(3) (dove le parentesi indicano il periodo).
Arrotondando al decimo il numero 6,893 si ottiene:
Di quale numero tra i seguenti 3,58 non rappresenta un arrotondamento al centesimo?
Quanti sono i divisori (con resto nullo) del numero 10?
L’equazione 2x + 9 = 3x ammette come soluzione:
Un battello ha percorso i 5/6 del suo tragitto abituale. Sapendo che ha percorso 15 miglia, quanto è lungo l’intero tragitto?
Un ciclista ha percorso i 5/8 di una tappa. Sapendo che ha percorso 20 km, quanti chilometri è lunga l’intera tappa?
Quale delle seguenti uguaglianze è esatta?
Addizionando al quadrato di + 3 il cubo di -2 e moltiplicando il risultato per il quadrato di -1/2 si ottiene:
Quanto vale il Massimo Comune Divisore dei numeri 60, 12 e 36?
Qual è il minimo comune multiplo dei numeri 12 e 18?
Qual è il minimo comune multiplo dei numeri 12 e 16?
Il minimo comune multiplo di 2, 4, 8 è:
Il minimo comune multiplo di 7, 2, 14 è:
Calcolare il minimo comune multiplo fra i seguenti monomi: 3 p3 r4 ; - 4 q2 r2; 5 p2 r2; -6 q3 r3.
Quanti sono i numeri primi tra 15 e 47 (15 e 47 compresi, se primi)?
Individuare quale tra i seguenti insiemi contiene tutti e soli gli elementi dell’insieme costituito dai fattori primi di 72.
Il risultato delle operazioni indicate nell’espressione 6 + 9 : 3 . 5 è uguale a:
Il risultato delle operazioni indicate nell’espressione 18 + 12 : 3 . 2 è uguale a:
Il risultato delle operazioni indicate nell’espressione 18 + 6 : 3 . 2 è uguale a:
Il risultato delle operazioni indicate nell’espressione 24 + 6 : 3 . 2 è uguale a:
Il risultato delle operazioni indicate nell’espressione 24 + 6 : 2 . 3 è uguale a:
Il risultato delle operazioni indicate nell’espressione 18 + 6 : 2 . 3 è uguale a:
Il prodotto 45,23 . 64,85 è uguale a:
Qual è il resto della divisione intera 314 : 5?
Qual è il resto della divisione intera 102 : 4 ?
Qual è il resto della divisione intera 151 : 2 ?
Qual è il resto della divisione intera 351 : 7?
Qual è il resto della divisione intera 58 : 11 ?
Qual è il resto della divisione intera 410 : 6?
Anna possedeva 15 euro. Spende i 3/5 dal giornalaio: quanto rimane ad Anna?
Un automobilista ha percorso i 5/8 di una strada lunga 48 km. Quanti chilometri gli restano da percorrere?
Qual è il maggiore tra i seguenti numeri?
Qual è il maggiore tra i seguenti numeri?
Paolo acquista un’automobile, che di listino costa euro 25.000, usufruendo di uno sconto del 5% che il concessionario decide di fargli. Il mese successivo la casa automobilistica ritocca i prezzi delle proprie vetture, aumentandoli del 3% e abolendo tutti gli sconti. Quanto ha risparmiato Paolo rispetto al nuovo prezzo di listino?
L’età di un uomo e il suo peso sono grandezze:
Se in una certa zona la piovosità media è di 360 millimetri all’anno, quanto piove mediamente in due anni e cinque mesi?
Il Signor Bianchi ha lavorato per i 4/7 della sua vita. Se ha lavorato per 36 anni, quanti anni ha?
Un uliveto produce 3 quintali di olio all’anno. Quanti quintali di olio vengono prodotti in dieci anni?
Un uliveto produce 3 quintali di olio all’anno. Quante tonnellate di olio vengono prodotte in dieci anni?
A quanto equivale la radice quadrata del numero 16 . 1 . 9?
La radice quadrata di 3 è un numero compreso tra:
La radice quadrata di 7 è un numero compreso tra:
Quale dei seguenti numeri è compreso tra 3 e 6?
Quale dei seguenti numeri è compreso tra 2 e 4?
Dalla coppia di relazioni y - x = 3x + y + 4 e 3x + y = 2x - 4y + 4, quali valori si ricavano per x e y?
Un treno, partito alle ore 7 e 30, arriva a destinazione alle ore 19 e 50. Quanto ha impiegato a compiere l’intero percorso?
La frazione (62 · 2) / 18 è uguale a:
Se Luisa acquista un’automobile al prezzo di 17.400 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Se Roberto acquista un’automobile al prezzo di 16.600 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Se Eugenio acquista un’automobile al prezzo di 14.800 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Se Daniele acquista un’automobile al prezzo di 15.600 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Se Anna acquista un’automobile al prezzo di 17.800 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Se Giulia acquista un’automobile al prezzo di 18.600 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Un capitale di 500 milioni è depositato in banca ed è soggetto a un interesse annuo del 2%. A quanto ammonterà il capitale dopo un anno?
Un capitale di 200 milioni è depositato in banca ed è soggetto a un interesse annuo del 5%. A quanto ammonterà il capitale dopo un anno?
Un capitale di 400 milioni è depositato in banca ed è soggetto a un interesse annuo del 3%. A quanto ammonterà il capitale dopo un anno?
Un capitale di 300 milioni è depositato in banca ed è soggetto a un interesse annuo del 4%. A quanto ammonterà il capitale dopo un anno?
Se Francesca acquista un’automobile al prezzo di 15.800 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Un capitale di 200 milioni è depositato in banca ed è soggetto a un interesse annuo del 7%. A quanto ammonterà il capitale dopo un anno?
Un capitale di 300 milioni è depositato in banca ed è soggetto a un interesse annuo del 3%. A quanto ammonterà il capitale dopo un anno?
Un contenitore pieno di spilli pesa 60 ettogrammi. Sapendo che il peso del contenitore vuoto rappresenta il 10% del peso totale, qual è il peso degli spilli?
Un pacchetto di riso pesa 1 chilogrammo. Sapendo che il peso del pacchetto vuoto rappresenta il 5% del peso totale, qual è il peso del riso?
Una botte di vino pesa 35 chilogrammi. Sapendo che il peso della botte vuota rappresenta il 20% del peso totale, qual è il peso del vino?
Un barattolo di caffè pesa 1.500 grammi. Sapendo che il peso del barattolo vuoto rappresenta il 10% del peso totale, qual è il peso del caffè?
Una scatola contenente un paio di scarpe pesa 2,5 chilogrammi. Sapendo che il peso della scatola vuota rappresenta il’10% del peso totale, qual è il peso delle scarpe?
Una cassa di verdura pesa 10 chilogrammi. Sapendo che il peso della cassa vuota rappresenta il 15% del peso totale, qual è il peso della verdura?
Una cassa di patate pesa 20 chilogrammi. Sapendo che il peso della cassa vuota rappresenta il 20% del peso totale, qual è il peso delle patate?
Nella piantina di un appartamento in scala 1 : 50, la distanza tra due muri è pari a 9 centimetri. Qual è la loro distanza reale?
Qual è il grado complessivo del monomio ottenuto elevando al cubo (-2ab2)?
A quanto equivale l’espressione: 11a + 11 ab?
A quanto equivale l’espressione: 12a + 12ab?
La frazione (72 · 3)/21 è uguale a:
La frazione (42 · 2)/8 è uguale a:
La frazione (23 · 5)/4 è uguale a:
Qual è il resto della divisione intera 71 : 13?
Si dispongano, in ordine decrescente, i seguenti valori: a = -1/2; b = -1,23; c = -0,55; d = -4/9
Se Monica acquista un’automobile al prezzo di 16.200 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Se Adriana acquista un’automobile al prezzo di 18.200 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Se Paolo acquista un’automobile al prezzo di 16.400 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Un contenitore pieno di cipolle pesa 4 chilogrammi. Sapendo che il peso del contenitore vuoto rappresenta il 40% del peso totale, qual è il peso delle cipolle?
Un contenitore pieno di libri pesa 32 chilogrammi. Sapendo che il peso del contenitore vuoto rappresenta il 10% del peso totale, qual è il peso dei libri?
L’espressione algebrica (1 + b) (b - 1) è uguale a:
L’espressione algebrica (1 + x) (1 - x + x2) è uguale a:
Nel 2007 le automobili straniere importate in Italia sono state 350.000. Di queste il 30% era giapponese. Quante sono state le auto straniere non giapponesi importate quell’anno?
A quale percentuale di 480 corrisponde il numero 192?
A quale percentuale di 340 corrisponde il numero 204?
A quale percentuale di 420 corrisponde il numero 294?
A quale percentuale di 440 corrisponde il numero 132?
A quale percentuale di 260 corrisponde il numero 78?
Un capitale di 400.000 euro è depositato in banca ed è soggetto a un interesse annuo del 4%. A quanto ammonterà il capitale dopo un anno?
Un capitale di 300.000 euro è depositato in banca ed è soggetto a un interesse annuo del 5%. A quanto ammonterà il capitale dopo un anno?
Un bambino possiede x biglie e se ne avesse il triplo ne avrebbe 6 in meno della sorella che ne ha 18. È x =
Sia 1 + 2 + 3 + x = 2(1 + 2 + 3 + x). Quanto vale x?
La divisione fra numeri interi è un’operazione:
Si esegue la divisione (con resto) di 274 per 52. Quale delle seguenti relazioni esprime l’uguaglianza relativa all’operazione compiuta?
Quale serie riporta in ordine crescente i seguenti numeri? a = 2215; b = 4; c = 0,44; d = 0,04; e = 0,044
Qual è il maggiore tra i seguenti numeri?
Qual è il maggiore tra i seguenti numeri?
In seguito a una crescita delle vendite, un negoziante decide di aumentare lo stipendio di un suo dipendente dell’8%. Se lo stipendio era di 1.500 euro, a quanto ammonta il nuovo stipendio?
Il valore di un titolo in borsa è aumentato del 5% nell’ultimo anno. Se un anno fa valeva 1,20 euro, quanto vale ora?
Il Signor Bianchi ha lavorato per i 4n della sua vita. Se ha lavorato per 28 anni, quanti anni ha?
Per imbiancare un appartamento 5 operai impiegano 60 ore; quante ore impiegherebbero 12 operai a eseguire lo stesso lavoro?
In una carta geografica in scala 1 : 500.000, quanti chilometri sono rappresentati da 3 cm?
Quale delle serie proposte riporta in ordine crescente i seguenti numeri? a = 9; b = 0,09; c = 0,9; d = 97/10; e = 0,07
Se il numero degli interi compresi fra 56 e 100 (estremi inclusi) viene diviso per il numero degli interi compresi fra 13 e 21 (estremi inclusi), a quale risultato si perviene?
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 43/10; b = 4; c = 0,03; d = 0,4; e = 0,04
Siano a un numero reale maggiore di 1 e b un numero reale positivo minore di 1, allora il quoziente a/b è:
Il prodotto 32,72’ 86,57 è uguale a:
Determinare il risultato dell’operazione: 1/4 -1/5 + 3n
Se Monica acquista un foulard al prezzo di 16,80 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Quanti numeri interi di tre cifre compresi fra 100 e 299 (estremi inclusi) contengono almeno uno zero?
Esprimere in ore la quantità 1 ora e 15 minuti.
La metà della frazione 210/56 è pari a:
La metà della frazione 125/35 è pari a:
La metà della frazione 195/52 è pari a:
La metà della frazione 80/12 è pari a:
La metà della frazione 225/45 è pari a:
La metà della frazione 90/27 è pari a:
La metà della frazione 160/64 è pari a:
In un gruppo di 10 amici, 3 ragazzi hanno 20 anni ciascuno, 4 ragazzi hanno 24 anni ciascuno e 3 ragazzi hanno 18 anni ciascuno. Qual è l’età media del gruppo?
In un gruppo di 10 amici, 3 ragazzi hanno 22 anni ciascuno, 4 ragazzi hanno 26 anni ciascuno e 3 ragazzi hanno 20 anni ciascuno. Qual è l’età media del gruppo?
Un gruppo è costituito da 20 maschi con età media pari a 30 anni e da 10 femmine con età media pari a 42 anni. Qual è l’età media dell’intero gruppo?
Un gruppo è costituito da 20 maschi con età media pari a 29 anni e da 10 femmine con età media pari a 41 anni. Qual è l’età media dell’intero gruppo?
Un gruppo è costituito da 20 maschi con età media pari a 28 anni e da 10 femmine con età media pari a 40 anni. Qual è l’età media dell’intero gruppo?
Un gruppo è costituito da 20 maschi con età media pari a 27 anni e da 10 femmine con età media pari a 39 anni. Qual è l’età media dell’intero gruppo?
Un gruppo è costituito da 20 maschi con età media pari a 26 anni e da 10 femmine con età media pari a 38 anni. Qual è l’età media dell’intero gruppo?
Un gruppo è costituito da 20 maschi con età media pari a 25 anni e da 10 femmine con età media pari a 37 anni. Qual è l’età media dell’intero gruppo?
Un gruppo è costituito da 20 maschi con età media pari a 24 anni e da 10 femmine con età media pari a 36 anni. Qual è l’età media dell’intero gruppo?
Fino a pochi giorni fa un chilo di pesce spada costava al mercato 35 euro. Il prezzo è dapprima aumentato del 10% e successivamente è diminuito del 10%. Quanto costa attualmente un chilo di pesce spada?
Il numero decimale illimitato periodico 0,291919191... è equivalente alla frazione:
Su una carta geografica in scala 1 : 1.000.000, quanti chilometri sono rappresentati da 2,5 cm?
Un orologio va avanti ogni 12 ore di 2 minuti e 5 secondi. Avendo ristabilito oggi l’ora esatta, di quanti secondi sarà avanti fra due giorni?
Il noleggio di una bicicletta costa 2 euro ogni 20 minuti: quanto si pagherà per il noleggio della bicicletta della durata di 1 ora e 50 minuti?
Determinare 2 numeri dispari naturali consecutivi tali che la differenza dei loro quadrati sia 24.
Determinare 2 numeri naturali pari consecutivi tali che la somma dei loro reciproci sia 7/24.
Qual è la centesima cifra decimale dopo la virgola del numero periodico 0,12367367367367 .... ?
Qual è la somma degli scarti dalla media aritmetica dei numeri - 1, 0, 1, 3?
Qual è la somma degli scarti dalla media aritmetica dei numeri 2, 3, 4, 5, 6?
La metà della frazione 110/44 è pari a:
La metà della frazione 135/81 è pari a:
La metà della frazione 165/66 è pari a:
La metà della frazione 180/54 è pari a:
Qual è il minimo comune multiplo dei numeri 24 e 16?
Qual è il minimo comune multiplo dei numeri 27 e 18?
Quanto vale il minimo comune multiplo dei numeri 6, 18 e 21?
Qual è il resto della divisione intera 387 : 8?
Qual è il resto della divisione intera 363 : 8?
Qual è il resto della divisione intera 56 : 17?
La metà della frazione 140/49 è pari a:
Quale serie riporta in ordine crescente i seguenti numeri? a = 0,3; b = 0,33; c = 3/100; d = 0,31; e = 3
Quanti decilitri contiene una bottiglia della capacità di 516 centilitri?
Quanto misura il raggio di una circonferenza lunga 12P centimetri?
Individuare fra le seguenti l’espressione NON equivalente a 0,06:
Quanto misura lo spigolo di un cubo che ha volume pari a 27 cm3?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? X : acqua = xenofobo: Y
Completare correttamente la seguente frase: " ... considerato da tutti un buono a nulla, ... da qualche tempo ... completamente riscattato e ... che, se vuole, non è da meno degli altri".
Se l’affermazione “tutti gli adulti sono assennati” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Un trapezio isoscele ha per definizione:
Insegnò grammatica greca e latina all'università di Messina:
Dato un prisma con volume pari a 330 centimetri cubi e altezza pari a 11 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua area di base?
È stato calcolato che, nel corso di una vita, l'essere umano è in grado di apprendere fino a 15 trilioni di informazioni elementari. È a questa possibilità in più che dobbiamo la nostra suscettibilità a essere afflitti da una malattia estremamente penosa, la noia. Un essere umano che sia obbligato a vivere in una situazione in cui non ha l'opportunità di utilizzare il proprio cervello salvo che per una sopravvivenza a livello minimo, proverà gradualmente una varietà di sintomi spiacevoli, che possono raggiungere una seria disorganizzazione mentale. Il fatto è che l'essere umano normale ha una curiosità intensa e insopprimibile; se una persona non ha l'opportunità di soddisfarla in un modo immediatamente utile, la soddisferà diversamente - magari in un modo indesiderabile o biasimevole che può attirarsi commenti come l'invito a "badare ai fatti propri".----------La curiosità dell'uomo:
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Parallelepipedi, Poligoni, Pentagoni
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? X : Y = giallo: colore.
Se: ¥+4=S + S+ D ¥=4 D=4 Allora S è uguale a:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Scorte: X = Y : biblioteca
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Onnivori, Uomini, Erbivori
Gianna è la moglie di Franco, da cui ha avuto due figli. Né Gianna né Franco hanno altri figli. (1) Il figlio minore di Franco si chiama Andrea. (2) Il fratello di Andrea si chiama Roberto Come si chiama il figlio maggiore di Gianna?
Se COG significa cifra (singola) divisi bile per 3, CEG significa cifra (singola) divisi bile per 5 e CIG significa cifra (singola) divisibile per 7, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 69?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Aquila: X = L’Aquila: Y
Se: $ + 1/3 = § - 1/4 § = 7/12 Allora $ è uguale a:
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DPDP rappresenta un numero:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Impoverire: X = assolvere: Y
Se CIG significa cifra (singola) divisi bile per 3, CUG significa cifra (singola) divisibile per 5 e CEG significa cifra (singola) divisibile per 7, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 93?
Se CUG significa cifra (singola) divisi bile per 5, CIG significa cifra (singola) divisibile per 4 e CEG significa cifra (singola) divisibile per 3, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 84?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Ape: sciame = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Avvocato: X = Y : tribunale
Se Paolo, per essere promosso, deve rispondere correttamente ad almeno il 70% delle 150 domande di un test, quante domande al massimo può permettersi di sbagliare?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Ortensia : arancio = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Capitali: X = elementi chimici: Y
Se quattro operaie confezionano 9 manufatti in 20 minuti, quante operaie sarebbero teoricamente necessarie per confezionarne 90 in 12.000 secondi?
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DPP rappresenta un numero:
Se CUG significa cifra (singola) divisibile per 6, COG significa cifra (singola) divisibile per 9 e CEG significa cifra (singola) divisibile per 2, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 28?
Per asfaltare una strada 10 operai, lavorando allo stesso ritmo, impiegano 18 giorni: in quanti giorni potrebbe essere eseguito il lavoro se gli operai fossero 15?
Enrico è sicuro che suo padre Eugenio verrebbe eletto se si candidasse con il partito dell’Uguaglianza. In quale dei seguenti casi Enrico sarebbe certamente smentito?
Se l’affermazione “tutti i libri di fantascienza sono avvincenti” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DNPD rappresenta un numero:
Due ragazzi posseggono due stereo e tre CD, 2 di rock e 1 di jazz. Alberto, padrone del primo stereo, ascolta solo jazz. Giovanni, padrone del secondo stereo, ascolta entrambi i generi. Gli stereo sono in due case diverse e non possono essere mossi, mentre i dischi possono essere scambiati. In base alle precedenti affermazioni è possibile verificare che:
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DNNP rappresenta un numero:
Quale delle seguenti frasi è logicamente equivalente a: “Il riso abbonda sulla bocca degli sciocchi”?
Individuare l’alternativa che riporta una successione di elementi identica alla sequenza BPBPBBBPBBPPB
Se CUG significa cifra (singola) divisibile per 7, COG significa cifra (singola) divisibile per 4 e CEG significa cifra (singola) divisibile per 9, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 48?
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DND rappresenta un numero:
Se l’affermazione “tutti i fiumi dell’ Amazzonia sono navigabili” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Il dottore consiglia a Lucia di prendere le cinque pastiglie che le ha prescritto una ogni mezz’ora a partire dalle 13.00. A che ora Lucia prende l’ultima pasticca?
Maurizio promette a Luisa che se a Ferragosto ci sarà il sole andranno al mare insieme. In quale dei seguenti casi Maurizio NON mantiene la promessa?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Scafo : nave = X : Y
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DNND rappresenta un numero:
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DNPP rappresenta un numero:
Un’azienda con 1.200 operai produce 360.000 pezzi in tre anni. Quale sarebbe la produzione annua dell’azienda se gli operai fossero 500?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Anatra: stormo = X : Y
Se l’affermazione “tutte le persone benestanti sono eleganti” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Determinare quale delle seguenti conclusioni NON è deduci bile necessariamente, date le seguenti premesse: “Ogni Marziano è un bau e tutti i bau corrono veloci. Alcuni bau sono verdi, e anche alcuni mao sono verdi. Nessun mao corre veloce”.
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Colletto: camicia = X: Y
Se l’affermazione “Tutte le famiglie che possiedono almeno due animali hanno almeno un cane” è vera, allora necessariamente:
Se l’affermazione “tutti i giocatori di rugby sono aitanti” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Se: @-£-£=2·£ @ = 16 Allora £: è uguale a:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Guaina: fodero = X : Y
Il Presidente Rossi promette che, se verrà eletto, non aumenterà le tasse per i cittadini. In quale dei seguenti casi si è certi che il Presidente Rossi non ha mantenuto la promessa?
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DPD rappresenta un numero:
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DPPD rappresenta un numero:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Calcio : sport = X : Y
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DPDD rappresenta un numero:
Lungo un marciapiede sono parcheggiati una motocicletta, un autocarro, un fuoristrada, un furgone e la bicicletta del guardiano. L’autocarro è posteggiato prima del furgone e della motocicletta e quest’ultima viene dopo il fuoristrada e prima della bicicletta del guardiano. Quale dei seguenti è l’ordine corretto in cui sono parcheggiati i veicoli?
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DDD rappresenta un numero:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Cronometro : tempo = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Bassotto : cane = X : Y
Un contadino raccoglie 250 kg di arance. Ne vende i 3/5 al mercato: quanti chilogrammi di arance rimangono al contadino?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Rateare: X = compensare: Y
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Gruppi musicali, Rolling Stones, Concerti
Se l’affermazione “tutte le persone che parlano correttamente il francese sono bionde” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Se 5 pasticcieri preparano 200 bignè in 50 minuti, in quanto tempo 10 pasticcieri prepareranno 1.000 bignè lavorando allo stesso ritmo?
Se l’affermazione “tutti i cuochi francesi sono laureati” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Strumenti musicali, Artisti, Chitarre
Se l’affermazione “tutti gli avvocati italiani sono alti” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Secondo la Costituzione italiana, la magistratura è un potere:
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Disoccupati, Giovani, Liberi professionisti
Lungo un marciapiede rettilineo sono parcheggiati una motocicletta, un’auto, un monovolume, un furgone e la bicicletta del guardiano. L’auto è posteggiata prima del furgone e della motocicletta e quest’ultima viene dopo il monovolume e prima della bicicletta del guardiano. Quale dei seguenti è l’ordine corretto in cui possono essere parcheggiati i veicoli?
Individuare l’alternativa che riporta una successione di elementi identica alla sequenza WWXWWWXXWXWXX:
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Autisti di mezzi pubblici, Notai, Persone oneste
Individuare l’alternativa che riporta una successione di elementi identica alla sequenza NNMMMNMNNMMMN
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Fiume: pioggia = X : Y
Individuare l’alternativa che contiene una sequenza di elementi identica alla sequenza seguente: HTTHHHTTHT
Individuare l’alternativa che contiene una sequenza di elementi identica alla sequenza seguente: OQOOOQOOQO
Individuare l’alternativa che contiene una sequenza di elementi identica alla sequenza seguente: XYXYXXYYXY
Individuare l’alternativa che contiene una sequenza di elementi identica alla sequenza seguente: 88B8B8BB8B
Individuare l’alternativa che contiene una sequenza di elementi identica alla sequenza seguente: 3E3EE3E33E
Individuare l’alternativa che contiene una sequenza di elementi identica alla sequenza seguente: 2SS22S2SS2
Se: ¥ + ¥ + @= 6 + $ ¥=1 $=0 allora @ è uguale a:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Ape: sciame = X : Y
Se: @ = # ·3-$ @ = 14 $ =-5 Allora # è uguale a:
Se: S = 5 AE = S + 1 S +3AE =©-1 Allora © è uguale a:
Sapendo che Sara impiega la metà del tempo di Lorenza a confezionare un abito, e che le due insieme in un giorno confezionano tre abiti, quanti abiti confeziona Sara in cinque giorni?
La somma degli angoli interni di un ottagono regolare è:
Se: S -1 +©=D+©+© S =D Allora © è uguale a:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Aula: scuola = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Ricognitore : X = Y : attacco
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Lancetta: orologio = X : Y
La frase “nell’ultimo campionato di calcio tutte le partite giocate dalla Football Stars sono finite in parità o con vittorie soltanto in casa” è logicamente equivalente a ...
Se CIG significa cifra (singola) divisi bile per 2, COG significa cifra (singola) divisi bile per 8 e CEG significa cifra (singola) divisibile per 5, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 45?
Se ZOP significa cifra (singola) divisi bile per 2, ZEP significa cifra (singola) divisi bile per 5 e ZAP significa cifra (singola) divisibile per 7, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 82?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Ferro: X = esperanto : Y.
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Famigerato: X = Y : amorfo
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Giornale: emeroteca = X : Y
Se: @ : 3= # - § @ = 9 § = 1 Allora # è uguale a:
Quale, tra le seguenti, è la somma dei numeri 0,76 e 0,043?
Quale, tra le seguenti, è la somma dei numeri 1,86 e 0,123?
Quale, tra le seguenti, è la somma dei numeri 2,31 e 0,155?
Quale, tra le seguenti, è la somma dei numeri 2,52 e 0,171?
Quale delle seguenti frasi è logicamente deduci bile da “non tutti gli scienziati sono simpatici”?
Quale serie riporta in ordine decrescente i seguenti numeri? a = 5; b = 0,55; c = 5,5; d = 1/20; e = 0,5
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Kafka : scrittori = X : Y.
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Liri?
Quale delle seguenti alternative indica un capoluogo di Provincia?
Se: @ - @ = $ + £ - 3 $=1 Allora £ è uguale a:
Se ZEP significa cifra (singola) divisi bile per 5, ZAP significa cifra (singola) divisibile per 3 e ZOP significa cifra (singola) divisibile per 7, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 39?
Se l’affermazione “Tutti i bambini biondi sono buoni” è FALSA, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
Se l’affermazione “Tutti i velisti sono ricchi” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Una novità del nostro tempo consiste tuttavia nel riconoscimento che viene fatto dei "diritti umani" anche ai gruppi sociali. L'esempio più evidente è dato dalla condanna del genocidio, considerato come un reato internazionale, e pertanto diretta a proteggere un gruppo sociale nella sua composizione; ma la richiesta di protezione viene estesa dall'aspetto fisico a quello morale o culturale (lingua, costumanze) dei gruppi sociali minoritari nell'ambito nazionale. Anche la nuova tutela giuridica accordata ai gruppi rappresentanti di "interessi diffusi" è un'espressione della nuova coscienza e sensibilità sviluppatesi sul terreno giuridico: la difesa dell'ambiente naturale, che viene richiesta di fronte alla minaccia degli inquinamenti industriali, e che viene esercitata con il ricorso all'azione giudiziaria per iniziativa di un gruppo, è pur sempre difesa dell'uomo e non della natura per se stessa. Nel trapasso dagli antichi diritti naturali ai nuovi diritti umani si è così verificato uno spostamento di prospettiva di 180 gradi: i diritti razionali invocati dalla filosofia sono divenuti diritti positivi accolti nelle leggi statali e negli accordi internazionali; i diritti individuali collegati allo status di cittadino sono stati estesi alle formazioni sociali; dai diritti compresi in un catalogo chiuso e astorico si è passati a una concezione aperta e progressiva dei diritti, per adeguarla ai nuovi bisogni dell'uomo creatore del mondo tecnologico. Alla sociologia del diritto tocca dunque un nuovo compito: giacché essa può dare un contributo fattivo alla crescita e all'affermazione dei diritti umani, procedendo alla rilevazione e all'elaborazione critica di quei diritti ancora in fieri nel costume sociale e non ancora incardinati e sanciti nelle leggi; giacché questo è il terreno proprio delle indagini socio-giuridiche. Ma il sociologo del diritto non può mai dimenticare di essere uomo egli stesso, di partecipare perciò di questo movimento della coscienza collettiva che abbiamo delineato, di avere egli pure un diritto morale, quello del progresso umano nella società, da affermare come postulato del lavoro intellettuale come professione che egli svolge secondo la nota indicazione di Max Weber. Il compito dell'intellettuale nella società tecnologica non è limitato però alla funzione conoscitiva, esercitata in un atteggiamento di distacco dai valori che non siano i valori stessi della scienza, come sosteneva Weber; bensì esso implica il suo impegno nel mondo dell'azione sociale.-------Secondo l'autore del brano, la difesa giuridica dell'ambiente naturale va intesa:
Se è vero che le differenze dovute alla lingua, all'appartenenza etnica e alla religione sono significative, non bisogna dimenticare altri elementi che costituiscono altri tipi di diversità: l'età, il genere, l'accesso alla formazione e all'informazione, la relazione con il mondo della produzione (l'identità, ad esempio, di un disoccupato non è la stessa di quella di un lavoratore con impiego), l'accesso alle cure mediche, il diritto alla retribuzione, il tipo di ambiente nel quale si vive, il grado di libertà di movimento che si possiede (il cittadino libero di circolare e il detenuto), l'handicap ecc. Tali differenze indicano anche la complessità dell'appartenenza di un determinato gruppo o di un individuo a questo insieme di diversità. Spesso la diversità percepita è solamente quella dell'uomo e della donna e non quella della natura. Com'è possibile constatare le violenze compiute sugli uomini nella loro specificità e nella loro varietà, allo stesso modo è possibile anche osservare che la natura ha subito e subisce ancora violenze inaudite che riguardano le sue diversità. Come per l'uomo anche per la natura, le giustificazioni sono basate sulla razionalità economica. La violenza dell'uomo nei confronti della natura ha conseguenze nefaste per l'uomo stesso. Non solo c'è una progressiva disparità di lingue, ma anche di creature animali e vegetali. Attraverso le manipolazioni transgeniche e la clonazione, la natura tende a essere uniformata e con essa gli esseri umani che vivono e lavorano nell'ambito del mondo animale e vegetale. Talvolta non esiste possibilità di ripensamento perché sono state distrutte ormai le specie naturali. Gli allevatori e i coltivatori non hanno più la possibilità né il piacere di seguire una riproduzione animale e vegetale naturale. Oltre le manipolazioni, la globalizzazione significa la distruzione dei patrimoni naturali senza alcuna preoccupazione di riprodurre ciò che è stato distrutto. Numerosi Stati nazionali attirano, ricevono e accettano le multinazionali e le loro "leggi" senza avere diritto d'intervento per stabilire con loro un capitolato d'oneri. La natura è composta di terre e di acque (oceani, mari, fiumi, laghi), con ricchezza di fauna e flora. Il loro sfruttamento, accelerato dalla globalizzazione, significa anche la progressiva distruzione dei patrimoni acquatici e di alcune specie. Se il controllo ecologico delle terre emerse è difficile, ancora più arduo risulta quello concernente le distese acquatiche che, in estensione, superano l'area terrestre.----------Qual è l'oggetto del brano?
Con il termine iniziazioni si intendono, in generale, quelli insieme di riti che segnano il passaggio di un individuo dallo stadio di fanciullo a quello di adulto. In linea di principio le iniziazioni vanno distinte dai riti di pubertà i quali, pur avvenendo all'incirca alla stessa età e avendo sovente carattere simile, sono eseguiti privatamente, all'interno della famiglia. Le iniziazioni hanno invece sempre un carattere pubblico e sono svolte non solo nell'interesse dei singoli ma dell'intera comunità. Esse rappresentano non solo un passaggio di condizione per i giovani ma anche un rinnovamento per la società. Proprio per questo carattere simbolico sociale non è necessario che tutti i giovani siano iniziati. Possono esserlo solo i maschi e non le femmine, oppure solo gruppi scelti in rappresentanza di tutti. Le iniziazioni sono sempre segrete: non è consentito ai non iniziati di assistervi. Durante le cerimonie, che hanno frequentemente carattere violento, ai giovani vengono insegnati i riti e i miti del popolo cui appartengono: viene cioè insegnata loro la distinzione, che quella cultura stabilisce, tra ciò che è definitivo (mito) e ciò che è invece mutabile (rito) e, mediante ciò, i valori fondamentali della loro civiltà. Il compito delle iniziazioni è di culturalizzare i giovani, di sottrarli alla loro condizione naturale per farli diventare membri della loro cultura, fermo restando che ogni cultura qualificherà a suo modo ciò che intende per natura e ciò che intende per cultura. Le iniziazioni costruiscono il cosmo sociale agendo sul materiale umano. Questo avviene destorificando ritualmente i giovani per la durata dell'iniziazione, inserendoli in un tempo diverso dal quotidiano, "mitico", un tempo nel quale è possibile agire per plasmare il mondo e conferendo loro una diversa qualità, quella di uomini adulti, rispetto a ciò che erano prima. Non di rado, nel periodo di margine, i giovani sono sottoposti a disciplina e restrizioni inusuali e severissime oppure hanno la possibilità (e in qualche caso il dovere) di agire in modo totalmente libero dalle normali restrizioni sociali. In entrambi i casi si evidenzia una diversità rispetto alla normalità quotidiana.--------Secondo quanto scritto nel brano, quale delle seguenti affermazioni NON è riferibile al termine "iniziazioni"?
Con il termine iniziazioni si intendono, in generale, quelli insieme di riti che segnano il passaggio di un individuo dallo stadio di fanciullo a quello di adulto. In linea di principio le iniziazioni vanno distinte dai riti di pubertà i quali, pur avvenendo all'incirca alla stessa età e avendo sovente carattere simile, sono eseguiti privatamente, all'interno della famiglia. Le iniziazioni hanno invece sempre un carattere pubblico e sono svolte non solo nell'interesse dei singoli ma dell'intera comunità. Esse rappresentano non solo un passaggio di condizione per i giovani ma anche un rinnovamento per la società. Proprio per questo carattere simbolico sociale non è necessario che tutti i giovani siano iniziati. Possono esserlo solo i maschi e non le femmine, oppure solo gruppi scelti in rappresentanza di tutti. Le iniziazioni sono sempre segrete: non è consentito ai non iniziati di assistervi. Durante le cerimonie, che hanno frequentemente carattere violento, ai giovani vengono insegnati i riti e i miti del popolo cui appartengono: viene cioè insegnata loro la distinzione, che quella cultura stabilisce, tra ciò che è definitivo (mito) e ciò che è invece mutabile (rito) e, mediante ciò, i valori fondamentali della loro civiltà. Il compito delle iniziazioni è di culturalizzare i giovani, di sottrarli alla loro condizione naturale per farli diventare membri della loro cultura, fermo restando che ogni cultura qualificherà a suo modo ciò che intende per natura e ciò che intende per cultura. Le iniziazioni costruiscono il cosmo sociale agendo sul materiale umano. Questo avviene destorificando ritualmente i giovani per la durata dell'iniziazione, inserendoli in un tempo diverso dal quotidiano, "mitico", un tempo nel quale è possibile agire per plasmare il mondo e conferendo loro una diversa qualità, quella di uomini adulti, rispetto a ciò che erano prima. Non di rado, nel periodo di margine, i giovani sono sottoposti a disciplina e restrizioni inusuali e severissime oppure hanno la possibilità (e in qualche caso il dovere) di agire in modo totalmente libero dalle normali restrizioni sociali. In entrambi i casi si evidenzia una diversità rispetto alla normalità quotidiana.--------Secondo quanto scritto nel brano, le iniziazioni:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Pecora: gregge = X : Y
Tutti conoscono le litografie di Escher, che costituiscono una forma di arte matematica in grado di illustrare concretamente concetti astratti che vanno dalle piastrellazioni regolari del piano ai modelli della geometria non euclidea. Ma pochi sanno che Escher ha tratto l'ispirazione per alcune delle sue opere più note dalla corrispondenza con il matematico Donald Coxeter, considerato il più grande geometra classico del Novecento: un matematico, cioè, che ha difeso la geometria greca dagli attacchi degli astrattisti moderni, e l'ha rivitalizzata con i suoi studi dei solidi più o meno regolari in un numero qualunque di dimensioni. Era stato il Teeteto di platonica memoria a dimostrare che i solidi regolari tridimensionali (con tutte le facce uguali a un unico poligono regolare) sono soltanto cinque: tetraedro, ottaedro, cubo, dodecaedro e icosaedro. Ed erano stati Archimede e Keplero a scoprire che ci sono poi anche altri 13 solidi semiregolari (con tutte le facce uguali a poligoni regolari, eventualmente diversi). Coxeter riuscì a classificare gli analoghi di questi solidi a quattro o più dimensioni, addentrandosi in un regno dove l'intuizione visiva non basta più, e per procedere bisogna invece lasciarsi guidare dal lume della ragione matematica. La vita di Coxeter, morto a 96 anni nel 2003, è raccontata in "Il re dello spazio infinito" da Siobhan Roberts, un giornalista purtroppo più affascinato dai pedanti dettagli della vita quotidiana che dagli eccitanti risultati della vita intellettuale del suo personaggio. [ ... ] Ma poiché questo libro rimarrà probabilmente l'unica biografia dedicata interamente al grande matematico, vale la pena di leggerlo comunque, per avere almeno un'idea di ciò che lui ha fatto e, soprattutto, pensato in una vita quasi secolare.--------Nel Novecento, la geometria classica è stata:
Quando visse lo scrittore Giosuè Carducci?
Se: $+$=-£+@+3 £=4 @=7 Allora $ è uguale a:
In una palazzina a tre livelli ogni piano è sede dello studio di un professionista. Sapendo che sopra un ingegnere lavora un altro ingegnere, sotto il Sig. Rossi esercita il Sig. Verdi, sotto un medico lavora un ingegnere, sopra il Sig. Bianchi esercita il Sig. Verdi, chi lavora al terzo e ultimo piano?
Se: @+ £-$=@+£+$ Allora $ è uguale a:
Quattro amiche, Teresa, Flavia, Delia e Marta, vogliono ritornare nella loro città di origine, Napoli, partendo da Genova, con quattro mezzi di locomozione diversi: aereo, pullman, treno e nave, non necessariamente in questo ordine. Esse scelgono di effettuare il viaggio in quattro mesi diversi dell’anno: marzo, giugno, agosto e ottobre, non necessariamente in questo ordine. Si sa che: Teresa compie il viaggio in un mese autunnale; chi prende il treno non è né Delia né Marta; Flavia viaggia in marzo in pullman; chi viaggia in giugno prende la nave e non si chiama Marta. Chi prende l’aereo per andare a Napoli e in che mese?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? lbis : iris = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Rospo: rondine = X : Y
Date le seguenti relazioni: A è B, B è C, C può essere A, A non è D, C non è D, E non è C. Quale delle seguenti conclusioni relative a E è corretta?
La politica di "autarchia" nel periodo fascista era finalizzata a:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Stomaco: organi interni = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Corolla : petalo = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Leone: X = Y : ovino
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Pecora: gregge = X : Y
Se CIG significa cifra (singola) divisi bile per 3, COG significa cifra (singola) divisi bile per 2 e CEG significa cifra (singola) divisibile per 6, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 49?
Quale delle seguenti frasi è logicamente equivalente a: “Nessuno sport è dannoso per la salute”?
Individuare l'alternativa che dà alla frase seguente senso compiuto e corretto. "Saresti stato promosso se ... di più".
Tre marinai sbucciano un sacco di patate rispettivamente in tre, quattro e cinque ore. Quanto impiegano a sbucciare insieme 47 sacchi?
Il patto di Londra, stipulato nel 1915:
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Poligoni, Triangoli, Piramidi
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Proprietari di motociclette, Bolognesi, Militesenti
Dato un cerchio di area pari a 65,94 metri quadrati, la misura del suo raggio è compresa tra:
“A un semaforo la cui luce può essere rossa, gialla o verde un automobilista deve arrestarsi con la luce rossa e, salvo casi particolari, con la luce gialla”. Quale delle seguenti frasi è logicamente equivalente alla precedente?
“Pinocchio marinerà la scuola se e solo se incontrerà il Gatto e la Volpe”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“Luigi è appassionato di musica classica; Davide ha un buon orecchio; chi è appassionato di musica classica ha un buon orecchio”. Se le precedenti affermazioni sono vere, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Quando viene fotografato, Alfonso sorride. Ma se nessuno fotografa Alfonso, Mario telefona a Giuseppe. Ieri Alfonso non è stato fotografato”. Se le precedenti affermazioni sono vere, è possibile dedurre che ieri:
“È assurdo negare l’inesistenza di un farmaco che consenta di curare i tumori”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
(A) Una delle caratteristiche dello Stato di Natura era rappresentata dall’eguaglianza tra gli uomini. (B) Allontanandosi, con la civiltà, dallo Stato di Natura, gli uomini sono diventati più infelici. UNA sola delle conclusioni sotto elencate è autorizzata esplicitamente dalle sole premesse A e B:
“L’esame del curriculum non ha consentito di dimostrare l’impossibilità che Francesco sia qualificato per il lavoro proposto”, Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“Il flash non toglie al fotografo la possibilità di non evitare una foto scura”, Basandosi sulla precedente affermazione, quale delle seguenti alternative è esatta?
“L’esame dei reperti ritrovati non ha consentito di dimostrare l’impossibilità che la città scoperta sia l’antica Asteria”, Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“La ricerca di mercato non ha consentito di dimostrare l’impossibilità che il nuovo modello di giacca a vento piacerà ai giovani”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“Il ritrovamento di alcuni manoscritti non ha consentito di dimostrare l’impossibilità che il romanzo sia autentico”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“Il tipografo stamperà il libro se e solo se l’operaio lavorerà con lui”. Se la precedente affermazione è vera allora è anche vero che:
“Franco ha negato di condividere l’opinione di coloro che respingono l’idea secondo la quale non è possibile scalare l’Himalaya in meno di tre settimane”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“A tutti gli italiani piace la pastasciutta. Maria è napoletana. Tutti i napoletani sono italiani”. Se le precedenti informazioni sono vere, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente FALSA?
“Tutti coloro che hanno un diploma possono partecipare alla selezione. Filippo è un veterinario. Tutti i veterinari hanno un diploma”. Se le precedenti informazioni sono corrette, quale delle seguenti affermazioni NON rappresenta una conclusione corretta?
“Tutti i piloti di Formula 1 sono poliglotti; Andrea è poliglotta; tutti i poliglotti viaggiano spesso”. In base alle precedenti affermazioni, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“Non esiste indossatrice senza i tacchi alti”. Se la precedente affermazione è FALSA, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Alberto completerà la procedura se e solo se andrà a lavorare anche il sabato”. Se la precedente affermazione è vera allora è anche vero che ...
“Enrica invita Loredana a cena se e solo se Loredana è disposta a cucinare”. Se la precedente affermazione è vera, allora NON si può concludere che ...
“Domani Gianni andrà al mare se e solo se quando si sveglia c’è il sole”. Se la precedente affermazione è vera, quale delle seguenti è certamente FALSA?
“Augusto imparerà l’inglese se e solo se farà un viaggio in Gran Bretagna”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti alternative NON è necessariamente vera?
“Chi fa sport gode di buona salute. Chi mangia sano gode di buona salute. Beppe fa molto sport”. Se le precedenti affermazioni sono corrette, allora è sicuramente vero che ...
Chi è l'autore di "Satura"?
Dove e quando è ambientato il romanzo La ragazza di Bube di Carlo Cassola?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Cera : X = latte : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Decennio: cinquantennio = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Giallo: X = dolce: Y
Un parallelogramma è un rombo se:
Qual è la catena montuosa più lunga d'Europa?
La Sila si trova in:
Qual è la capitale della Bulgaria?
Quali delle seguenti città si trova in Romania?
Con quale delle seguenti Regioni, tra le altre, confina la Calabria?
Con quale delle seguenti Regioni, tra le altre, confina la Basilicata?
Quale dei seguenti Paesi europei è bagnato dal Mar Nero?
In quale Paese europeo si trova la regione dell' Alsazia?
Quale delle seguenti città europee è situata più a nord?
In quale dei seguenti Paesi europei scorre il fiume Senna?
Copenaghen si trova in:
Carbonia, Olbia e Lanusei. In quale delle seguenti Regioni italiane si trovano queste città?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Torino e Genova?
Nel 2008, quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Quale delle seguenti città italiane è Capoluogo di Regione?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale dei seguenti mari bagna la Svezia?
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Ombrone?
In quale città si trova il Parlamento europeo?
L'isola di Salina appartiene all'arcipelago delle:
Qual è, tra i seguenti, il fiume più lungo?
Quali sono le minoranze linguistiche principali del Trentino Alto Adige?
Con quale dei seguenti Paesi, tra gli altri, confina la Polonia?
Dove si trova la regione dell'Ulster, teatro, nel XX secolo, di violenti scontri di carattere politico e religioso?
In quale dei seguenti Stati si trovano le "Highlands"?
Quale tra le seguenti città italiane è situata più a ovest?
Quale fra i seguenti fiumi NON è affluente del Po?
Quale dei seguenti mari bagna la Provincia di Catania?
In quale Paese europeo si trova la regione della Savoia?
Quale delle seguenti Regioni è attraversata dal fiume Dora Riparia?
Quali delle seguenti città si trova in Grecia?
Qual è la distanza approssimativa in linea d'aria tra Reggio Calabria e Avellino?
In quale Paese europeo si trova la regione della Sassonia?
Qual è la distanza approssimativa in linea d'aria tra Ancona e Parma?
Quale delle seguenti città si trova in Turchia?
Qual è la distanza approssimativa in linea d'aria tra Aosta e La Spezia?
Quale delle seguenti Regioni è attraversata dal fiume Piave?
Quale delle seguenti città si trova in Bulgaria?
In quale Paese europeo si trova la regione della Dalmazia?
Qual è la distanza approssimativa in linea d'aria tra Taranto e Napoli?
Quale delle seguenti Regioni è attraversata dal fiume Isonzo?
Quali delle seguenti città si trova nella Repubblica Ceca?
Quale dei seguenti monti appartiene alla catena degli Appennini?
Quale delle seguenti città è situata più a est?
Qual è la distanza approssimativa in linea d'aria tra Pescara e Firenze?
Quale dei seguenti monti appartiene alla catena degli Appennini?
Quale delle seguenti Regioni è attraversata dal fiume Tagliamento?
L'Alsazia è una regione:
In quale Regione italiana si trova il lago di Lesina?
Con quale delle seguenti Regioni, tra le altre, confina l'Umbria?
Con quale delle seguenti Regioni, tra le altre, confina il Molise?
In quale Regione italiana si trova il lago d'Orta?
Quale dei seguenti è un capoluogo di provincia della Regione Veneto?
La città di Salisburgo si trova in:
Quale delle seguenti Regioni è attraversata dal fiume Sele?
Quale delle seguenti Regioni è attraversata dal fiume Volturno?
In quale Regione italiana si trovano le Alpi Carniche?
Lo stretto di Bonifacio mette in comunicazione:
La Boemia è una regione della:
Con quale delle seguenti Regioni, tra le altre, confina la Puglia?
Dove sfocia il fiume Danubio?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Aosta e Perugia?
Quale delle seguenti Regioni è attraversata dal fiume Panaro?
In quale tra le seguenti Regioni italiane si trova una parte del lago di Lugano?
In quale Stato si trova la città di Odessa?
La Valacchia è una Regione di quale Stato?
In quale dei seguenti Paesi europei scorre il fiume Guadalquivir?
In quale delle seguenti Regioni italiane si trova l'area geografica della Sabina?
In quale Regione italiana, tra le seguenti, si trova la città di Urbino?
In quale delle seguenti Regioni italiane si trova l'area geografica del Cilento?
In quale Regione si trova la città di Rieti?
Con quale dei seguenti Paesi, tra gli altri, confina la Danimarca?
In quale delle seguenti Regioni italiane si trova l'area geografica del Salento?
Quale dei seguenti mari bagna la Svezia?
Quale delle seguenti città è attraversata dal fiume Adige?
Di quale lago, tra i seguenti, è immissario il fiume Adda?
L'Isola del Giglio i trova in provincia di:
Dove nasce il fiume Po?
Quale delle seguenti città è situata più a est?
In quale Regione si trova il delta del fiume Po?
In quale regione italiana si trova la città di Lamezia Terme?
Qual è la distanza approssimativa in linea d'aria tra Bologna e Firenze?
Quale tra i seguenti è uno Stato federale?
In quale mare sfocia il fiume Danubio?
Quale dei seguenti fiumi NON scorre in Italia?
La superficie dell'Italia è di poco superiore ai:
Il Parco Nazionale del Gran Paradiso si trova in:
Qual è, tra le seguenti, la regione italiana con la minor densità abitativa?
L'isola del Giglio è in provincia di:
I Carpazi sono un sistema montuoso:
Quale, tra le città seguenti, è la capitale della Danimarca?
In quale Regione si trova la città di Fidenza?
Quale delle seguenti città europee si trova più a est?
L'isola di Capraia è in provincia di:
In quale Regione si trova la città di Gela?
In quale Regione si trova la città di Carbonia?
In quale Regione italiana si trova la città di Melfi?
Quale delle seguenti città europee si trova più a est?
Qual è la capitale dei Paesi Bassi?
In quale regione italiana, il fiume Toce forma in località Frua l'omonima cascata, alta 143 metri?
In quale Regione si trova la città di Chioggia?
Quale delle seguenti città europee si trova più a ovest?
Qual è la capitale dell'Ungheria?
Quale delle seguenti città europee è situata più a sud?
Andorra è:
Con quale dei seguenti Stati NON confina la Slovenia?
Con quale dei seguenti Paesi, tra gli altri, confina la Svezia?
Dove si trova la Repubblica di San Marino?
Lo stretto di Gibilterra separa la Spagna:
Quale delle seguenti città europee si trova più a ovest?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Genova e Bari?
In quale dei seguenti Paesi europei scorre il fiume Reno?
L'insenatura del mar Ligure, tra i promontori di Portofino e di Sestri Levante, si chiama:
Quale delle seguenti è una regione della Francia?
Quale delle seguenti città europee è situata più a oriente?
L'Algarve è:
Quale delle seguenti città è situata più a est?
L'isola di Vulcano è in provincia di:
Quale delle seguenti città europee si trova più a est?
Quale tra le seguenti città è situata più a sud?
In quale delle seguenti Regioni italiane si trova l'area geografica del Pollino?
Quale delle seguenti città è situata più a nord?
Quale, tra le seguenti città italiane, NON si affaccia sulle coste adriatiche?
In quale delle seguenti Regioni italiane si trova l'area geografica del Sulcis?
Quale dei seguenti Stati è attraversato dal fiume Reno?
Quale dei seguenti capoluoghi di provincia NON appartiene alla Regione Piemonte?
Quale delle seguenti città europee è situata più a oriente?
In quale delle seguenti Regioni italiane si trova l'area geografica della Lunigiana?
Quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
In quale Paese europeo si trova la regione della Borgogna?
Quale, tra le seguenti, NON è una regione della Germania?
Quale delle seguenti città europee è situata più a oriente?
Quale delle seguenti città è situata più a nord?
In quale dei seguenti Paesi europei scorre il fiume Volga?
In quale delle seguenti Regioni italiane si trova l'area geografica delle Langhe?
Quale delle seguenti Regioni confina con l'Umbria?
La regione della Slesia si trova in:
In quale dei seguenti Paesi europei scorre il fiume Reno?
In quale delle seguenti Regioni italiane si trova l'area geografica della Garfagnana?
Quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Quale delle seguenti città è situata più a est?
La Lapponia è una regione:
La Liguria è, per estensione geografica:
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Sangro?
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Biferno?
Quale dei seguenti mari bagna la Norvegia?
Il Brenta sfocia nelle vicinanze di:
Quale dei seguenti mari bagna i Paesi Bassi?
Quale dei seguenti mari NON bagna il Regno Unito?
Quale delle seguenti città NON si trova in Toscana?
Quale fra i seguenti fiumi non sfocia nel Mar Glaciale Artico?
Reykjavik è la capitale:
Quale dei seguenti è il capoluogo di Regione della Calabria?
Quale delle seguenti città NON si trova in Grecia?
Qual è il fiume più lungo d'Europa?
Come si chiama il fiume del Lazio che nasce dal monte Tarino, forma le cascate di Trevi e di Tivoli e confluisce nel Tevere a Roma?
Il fiume Volturno, lungo le cui rive si svolse una famosa battaglia vinta da Giuseppe Garibaldi sulle truppe borboniche, scorre in:
Quale delle seguenti città NON appartiene al Regno Unito?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Cagliari e Sassari?
In quale Regione si trova la città di Gorizia?
In quale Regione si trova la città di Orvieto?
Quale dei seguenti mari bagna la Lettonia?
Quale dei seguenti mari bagna la Romania?
Quale dei seguenti mari bagna il Montenegro?
In quale Regione si trova la città di Matera?
In quale Regione si trova la città di Vercelli?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Roma e L'Aquila?
In quale Regione si trova la città di Pescara?
In quale Regione si trova la città di Pesaro?
In quale Regione si trova la città di Cuneo?
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Oglio?
Viadana e Brescello si trovano sulle opposte rive del fiume:
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Biferno?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale dei seguenti Paesi europei è bagnato dal Mar Adriatico?
Quale dei seguenti mari bagna il Peloponneso?
Quale dei seguenti Stati europei è attraversato dal fiume Guadiana?
Quale tra le seguenti città è la capitale della Finlandia?
Quale dei seguenti Paesi europei è bagnato dal Mar Adriatico?
Qual è la capitale della Danimarca?
Quale dei seguenti Paesi europei è bagnato dal Mar Nero?
La città di Pamplona si trova in:
In quale dei seguenti Paesi europei scorre il fiume Danubio?
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Arno?
In quale dei seguenti Paesi europei scorre il fiume Dnestr?
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Tevere?
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Brenta?
Bucarest si trova in:
Budapest si trova in:
Stoccolma si trova in:
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Liri?
Osio si trova in:
Quale delle seguenti Regioni italiane è attraversata dal fiume Trebbia?
Amsterdam si trova in:
Granada si trova in:
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Torino e Venezia?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Bologna e Firenze?
Quale dei seguenti mari/oceani bagna la Croazia?
Quale dei seguenti mari/oceani bagna il Portogallo?
Quale dei seguenti mari/oceani bagna la Danimarca?
Quale dei seguenti mari bagna la Corsica?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Bari e Reggio Calabria?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Milano e Pescara?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Ravenna e Pescara?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Napoli e Taranto?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Ancona e Pescara?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Venezia e Trieste?
Reykjavik si trova in:
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Milano e Firenze?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Milano e Bologna?
Quale delle seguenti città italiane è Capoluogo di Regione?
Quale delle seguenti città italiane è Capoluogo di Regione?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale delle seguenti città è situata più a nord?
Quale delle seguenti città è situata più a sud?
Quale delle seguenti città è situata più a est?
Quale delle seguenti città è situata più a sud?
Nel 2008, quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Nel 2008, quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Nel 2008, quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Nel 2008, quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Nel 2008, quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Nel 2008, quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Nel 2008, quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Nel 2008, quale delle seguenti città è capoluogo di Provincia?
Quale tra i seguenti fiumi europei è più lungo?
Qual è la capitale della Repubblica Ceca?
Quale delle seguenti città italiane è Capoluogo di Regione?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
In quale dei seguenti Paesi europei scorre il fiume Garonna?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Budapest è la capitale:
Quale tra le seguenti è la capitale della Norvegia?
Qual è la distanza chilometrica approssimativa in linea d'aria tra Genova e Aosta?
Quale dei seguenti Stati è attraversato dal fiume Rodano?
Quale tra le seguenti Regioni italiane è più estesa?
Quale dei seguenti fiumi scorre in Sicilia?
Con quale altro nome è noto il Lago di Bolsena?
L'Andalusia è una regione:
In quale Stato si trova la città di Smirne?
L'Aquitania è una Regione che si trova in:
In quale Stato si trova la città di Lubjana?
Con quale dei seguenti Paesi, tra gli altri, confina la Repubblica Ceca?
L'Alta Engadina si trova in:
In quale Paese europeo si trova la regione della Mancha?
Quale delle seguenti città italiane si trova più a nord?
Dove si trova il lago Trasimeno, quarto lago italiano per estensione dopo quelli di Garda, Maggiore e di Como?
Quale delle seguenti città è situata più a nord?
Gli Stati confinanti con l'Italia sono da ovest verso est
Quale, tra le seguenti città, NON è considerata "area metropolitana"?
Quale città è attraversata dalla Via Emilia?
Quale delle seguenti città è più settentrionale?
In quale delle seguenti Regioni italiane si trova l'area geografica delle Murge?
Con quale delle seguenti Regioni italiane confina l'Abruzzo?
Qual è la capitale della Bielorussia?
Zagabria è la capitale di quale dei seguenti Stati?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Stati con meno di 30 milioni di abitanti, Stati americani, Stati africani
In ogni quadrilatero convesso iscritto in una circonferenza gli angoli opposti sono:
Quanto misura il diametro di una circonferenza lunga 15,70 cm?
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 15 decimetri quadrati e altezza pari a 6 decimetri?
Due piani che incontrandosi formano quattro diedri uguali, si dicono tra loro:
Chi ha scritto la raccolta poetica "Sentimento del tempo"?
Un triangolo isoscele:
Quante sono le diagonali di un ottagono convesso?
In Italia, le prime elezioni a suffragio universale maschile si svolsero nel:
Un cubo ha il volume di 1015 mm3. Il suo lato è:
Le coppie di vertici opposti di un cubo sono:
In un parallelepipedo rettangolo, ciascuna dimensione può essere scritta nella forma 2k + 1 con k intero positivo (non necessariamente lo stesso valore di k per tutte le dimensioni). Quale fra le seguenti alternative non può rappresentare il volume del solido?
Dato un parallelepipedo con perimetro di base pari a 19 centimetri e altezza pari a 8 centimetri, quanti centimetri quadrati vale la sua superficie laterale?
Quanto vale la superficie totale di un cubo il cui spigolo misura 3 cm?
Quanti centimetri misura lo spigolo di un cubo con volume pari a 1 centimetro cubo?
La piramide regolare è definita come una piramide:
L’apotema di una piramide retta è:
Individuare l’alternativa che contiene una sequenza di elementi identica alla sequenza seguente: SZZSSZSSZZ
Completare correttamente la seguente successione: G; I; M; O; ?
Completare correttamente la seguente successione: M; O; Q; S; ?
Completare correttamente la seguente successione: O; Q; S; U; ?
Completare correttamente la seguente successione: ?, D, F, H, L
Completare correttamente la seguente successione: ?, F, H, L, N
Completare correttamente la seguente successione: ?, L, N, P, R
Completare correttamente la seguente successione: ?, N, P, R, T
Completare correttamente la seguente successione: ?, O, Q, S, U
Completare correttamente la successione seguente: 11; 7; 22; 21; 44; ?; ?; 189; 176
Completare correttamente la seguente successione numerica: 1; 2; 3; 6; 7; 14; 15; 30; ?; 62
In Italia, l'introduzione della "tassa sul macinato" (1868) aveva come scopo primario quello di:
“Tutti i bambini amano il gelato. Lorenzo è un bambino”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“In Germania il lavoro minorile è sensibilmente diminuito nell’ultimo anno, cioè da quando sono entrate in vigore norme che prevedono pene più severe per chi offre lavoro in nero”. Quale delle seguenti conclusioni NON può essere dedotta dalla precedente affermazione?
Completare correttamente la seguente successione: N; P; R; T; ?
Quanto vale il minimo comune multiplo dei numeri 7, 15 e 21?
Quale fu il secondo presidente del consiglio del Regno d'Italia?
Tra Fabio, Massimo, Daniele, Katia e Valeria vi sono i seguenti vincoli di parentela: Katia è la nipote di Massimo; Valeria è la mamma di Fabio e di Katia; Daniele è il nonno materno di Fabio. In base alle precedenti informazioni è plausibile che Massimo sia:
Individuare l’alternativa che riporta una successione di elementi identica alla sequenza EEAEAEAEAEEAA
Se: 2 @ + § = @ + $ + 1 § = 8 $ = 3 Allora @ è uguale a:
Un solo pasticciere prepara 5 torte in 2 ore e mezza. Quanti pasticcieri dovrebbero lavorare, allo stesso ritmo, per preparare 12 torte in un’ora e mezza?
La frase “non c’è casa senza balcone” è logicamente equivalente a:
Individuare l’alternativa che completa correttamente la seguente serie di numeri e lettere: 11; O; 13; M; 12; I; 14; G; 13; E; ?; ?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Bottone: camicia = X : Y
Due gemelli hanno una caratteristica molto particolare: uno (gemello X) dice solo bugie il lunedì, il mercoledì e il venerdì, e solo la verità tutti gli altri giorni. L’altro (gemello Y) dice solo bugie il martedì, il giovedì e il sabato, e solo la verità tutti gli altri giorni. In un certo giorno ascoltiamo il seguente dialogo. Gemello X: “Oggi è domenicali; gemello Y: “Ieri era domenicali; gemello X: “È estate”. Quale delle seguenti affermazioni è vera?
In una riunione i sei partecipanti A, B, C, D, E e F si dispongono attorno a un tavolo rotondo non necessariamente in questo ordine. Si sa che: tra A e B vi sono due persone; al fianco destro di F vi è A; E ha al suo fianco A e C. Si può concludere che D è seduto tra:
Se: S x @=1 S = 5/3 @ +2 /5 = # Allora # è uguale a:
Se : § +@+§+@=D-$ $=D §=4 allora @ è uguale a:
Se: @+@ = ß- d ß = 33 @ = 11 allora à è uguale a:
Il presidente dice al giocatore: “Se giochi come punta, a meno che te lo chieda l’allenatore, non tirare mai in porta se non di testa”. In quale dei seguenti casi il giocatore NON segue le indicazioni del presidente?
Il professore dice a Marcello: “Se vai in vacanza, a meno che ci sia brutto tempo, non studiare nulla se non il libro di grammaticali. In quale dei seguenti casi Marcello disobbedisce al professore?
Sia N = cifra, D = cifra dispari e P = cifra pari. La somma tra i due numeri PND e PD sarà un numero:
Se CIG significa cifra (singola) divisi bile per 6, COG significa cifra (singola) divisi bile per 9 e CEG significa cifra (singola) divisibile per 2, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 94?
Se l’affermazione “tutti i piloti sono persone colte” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DNDD rappresenta un numero:
Se ZUP significa cifra (singola) divisi bile per 2, ZAP significa cifra (singola) divisibile per 3 e ZOP significa cifra (singola) divisibile per 9, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 48?
Se ZEP significa cifra (singola) divisibile per 8, ZIP significa cifra (singola) divisibile per 3 e ZAP significa cifra (singola) divisibile per 5, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 93?
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DNNND rappresenta un numero:
Se l’affermazione “tutti gli idrovolanti sono veloci” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Se l’affermazione “tutte le montagne sono impervie” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Approssimativo: impreciso = X : Y
Individuare il numero che completa correttamente la seguente successione: 2;18;20;38;58;?
Tre ingegneri, lavorando insieme, riescono a portare a termine un progetto in 1 mese. Due di loro, lavorando singolarmente, impiegano rispettivamente 2 mesi e 3 mesi per terminare il progetto. In quanto tempo il terzo ingegnere conclude il progetto, lavorando da solo?
Tre formiche spostano un mucchio di sabbia rispettivamente in 20, 30 e 60 giorni. Quanto tempo impiegano a spostare lo stesso mucchio di sabbia lavorando insieme?
Se l’affermazione “tutti i bambini biondi sono buoni” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
La pagina dell’articolo di cronaca è posta 7 pagine prima rispetto alla rubrica dedicata alla cucina che è 3 pagine prima della pagina delle “lettere ai lettori Il che è 6 pagine dopo quella dello sport che è a pagina 30. A che pagina è l’articolo di cronaca?
Se un computer processa un milione di informazioni al secondo, quanto tempo impiegheranno tre computer a processare novecento milioni di operazioni?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Atomo: molecola = X : Y
Se l’affermazione “In tutte le famiglie che posseggono almeno due animali, vi è almeno un cane” è vera, allora necessariamente ...
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Sicilia : isola = X : Y.
Tre imbianchini impiegano insieme 5 ore per dipingere una stanza di 200 metri quadrati. Il primo di essi da solo impiegherebbe 20 ore. Sapendo che il secondo impiega la metà del tempo del primo, quanto impiegherebbe il terzo da solo a dipingere la stanza?
Se ZIP significa cifra (singola) divisibile per 5, ZAP significa cifra (singola) divisibile per 4 e ZOP significa cifra (singola) divisibile per 6, allora con quale scrittura può essere espresso il numero 84?
Completare correttamente la successione seguente: ?;?; T; 7; Q; 11; N; 15; I
Quattro cantanti: Mauro, Walter, Luigi e Fabrizio hanno scritto ognuno una canzone dedicata alla propria Regione: Lombardia, Toscana, Veneto e Puglia (non necessariamente in quest’ordine). Ognuno dei quattro cantanti, inoltre, suona un solo strumento musicale: chitarra, piano, violino, tromba (non necessariamente in quest’ordine). Si sa che: I) Walter suona la tromba; II) Fabrizio, originario della Lombardia, non suona il piano; III) Mauro non suona la chitarra. In base alle informazioni precedenti è certamente vero che Mauro:
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Uomini, Deputati, Senatori
Il tempo è indissolubilmente legato al linguaggio, all'apparato sensoriale e alla comunità umana. Il tempo nasce quando la coscienza incontra il mondo in una vita normale. Senza contraddire nessuno, vorrei mettere in discussione Newton, il quale riteneva che il tempo scorre nell'universo indipendentemente dall'uomo, e Kant, che riteneva il tempo innato nella coscienza. lo credo che il tempo sia una possibilità intrinseca a tutti gli uomini di tutte le epoche, ma che richieda di essere insegnata per dispiegarsi, e che le forme che assume dipendano dal carattere dell'insegnamento e dell'ambiente. Il tempo è una sfera formata da lingua, colori, odori, suoni e sensazioni, una sfera in cui uno convive con il mondo, uno strumento con cui si può ordinare e comprendere il mondo, che è uno dei motivi della sopravvivenza, Ma se il tempo diventa troppo rigido, allora diventa motivo per annientare se stessi. [ ... ]Il tempo lineare è inevitabile, è uno dei modi per restare aggrappati al passato, come punti su una linea, la battaglia di Poitiers, Lutero a Wittemberg, la decapitazione di Struensee nel 1772. Anche quel che scrivo qui, questa parte della mia vita, è ricordato in questo modo. Ma non è l'unico. La coscienza ricorda anche campi, passaggi fluidi, relazioni che uniscono quello che è successo una volta con quello che succede ora, senza considerare il corso del tempo. E nel punto più lontano del passato la coscienza ricorda una pianura senza tempo. Se si cresce in un mondo che permette e premia una sola forma di ricordo, allora viene esercitata una costrizione contro la nostra natura. Allora si viene lentamente spinti verso l'orlo del precipizio. [ ... ] Nella sua forma più semplice il tempo è l'indescrivibile unione di riconoscimento e sorpresa che nasce quando la coscienza incontra il movimento del mondo. È la consapevolezza che in ogni mutazione c'è qualcosa di mai visto prima, qualcosa di unico e irreversibile, e qualcosa che rimane sempre uguale.--------Secondo l'autore, il tempo:
Come per gli altri mezzi di comunicazione, il decollo industriale della stampa periodica avvenne negli Stati Uniti: la base tecnologica fu rivoluzionata dall'introduzione di nuove macchine compositrici (la linotype) e stampatrici (la rotativa), mentre prendeva corpo la formula tipica del giornale, con la scansione in cronaca, analisi politiche, attualità (moda e costume), divulgazione culturale, intrattenimento. Inserti fotografici, pubblicità commerciale, "strisce" a fumetti di vario genere (umoristico, avventuroso, poliziesco) fecero la loro accattivante comparsa sui giornali, che andavano sempre più differenziandosi in quotidiani d'opinione (nazionali e locali), edizioni serali a sfondo sensazionalistico, organi politici, supplementi domenicali, riviste scandalistiche e, più tardi, rotocalchi a elevata tiratura. Il dato più rilevante dell'organizzazione editoriale fu la tendenza - costante in tutto il Novecento - alla concentrazione delle testate in grandi trust, che controllavano il mercato, orientando il pubblico ed eliminando spesso la stampa indipendente, più debole dal punto di vista concorrenziale. Negli USA, accanto a prestigiosi quotidiani che riuscirono a mantenersi autonomi (è il caso del "New York Times"), si consolidarono i potentati Hearst e Scripps-Howard; in Gran Bretagna all'ascesa del gruppo Harmsworth, che agli inizi del secolo controllava le maggiori testate, si contrapposero il trust del "Daily Mail" e il gruppo canadese Thomson, che nel 1966 acquistò ''The Times"; la Francia del secondo dopoguerra vide la progressiva affermazione dell'indipendente "Le Monde", ma le maggiori quote di mercato andarono a gruppi come Hachette ("France-Soir", "Paris-Presse"); in Germania si impose la catena Springer ("Die Welt"); in Italia, nel 1961, il 54% della tiratura nazionale era di quotidiani appartenenti alla grande industria, e solo il 10% era coperto da giornali indipendenti. Negli ultimi decenni la crescente udienza radiotelevisiva ha prodotto una contrazione del numero delle testate.-------In base al brano, la stampa indipendente dai potentati economici:
Sicuri che per capire se una persona vi sta mentendo è sufficiente osservare le mani, che magari si muovono nervosamente, forse stropicciando naso e occhi, mentre lo sguardo si abbassa e il bugiardo arrossisce? Secondo una ricerca realizzata dall'università di Bergamo, La Sapienza di Roma e dall'ateneo di Portsmouth, il vero bugiardo è un altro. Già perché secondo il campione analizzato, il professionista della menzogna compie il 20% in meno di questi gesti rispetto ad un comune mortale che non ha alcuna intenzione di alterare la verità. Ma un trucco però c'è, e sta nel porre più attenzione all'enfasi con cui il millantatore sciorina le sue bugie. Il reo infatti, ben sapendo che potrebbe essere tradito dal suo linguaggio corporeo, evita accuratamente di toccarsi i capelli e indugiare in altre movenze che potrebbero risultare incriminanti. E sceglie una strada diversa puntando sulle parole. Se carica i toni durante il discorso, accompagnandolo con frasi accorate che esprimono amore e lealtà, mentre - questo è ammesso - porta una mano sul cuore, allora siate sicuri che sta scodellando una balla. Lo stesso problema è emerso anche con la macchina della verità: se le curve che traccia l'aghetto schizzano come impazzite proprio durante la domanda clou, è più probabile che si tratti dell'emozione di una persona comune che sa di essere tra i sospettati e teme d'essere accusata, che di un delinquente abituale, ormai avvezzo a mentire per motivi professionali. Il bugiardo insomma ha imparato a difendersi, e lo fa con stratagemmi astuti che contraddicono i luoghi comuni che lo vogliono preda di panico e isteria. Prevale il sangue freddo dunque, almeno nei casi esaminati dalle ricerche e in quei 128 studenti della Sapienza che sono stati invitati a sostenere di possedere una serie di oggetti, uno solo dei quali apparteneva a loro. La maggiore veemenza con cui veniva sostenuta la tesi sbagliata ha dato corpo ai risultati della ricerca, perché il 20% delle menzogne si sorreggeva così. Attenzione dunque a quei tremori all'apparenza sospetti, sono solo segno di fragilità anche se, come diceva Benjamin Disraeli, uno dei più famosi primi ministri d'lnghilterra: "Ci sono tre tipi di bugie: bugie, dannate bugie e statistiche".------Secondo quanto emerge dalla ricerca condotta da tre università, per riconoscere un bugiardo occorre:
Van Gogh: i disegni di JOHN UPDIKE. Per l'impossibilità di vedere qualcosa, la mostra dei disegni di Van Gogh al Metropolitan Museum di New York è stata battuta solo da quella consacrata a Vermeeer nel 1995, alla National Gallery di Washington, che raccoglieva - evento che accade ogni mille anni - ben ventisette lavori del pittore olandese. In entrambe le occasioni, in troppi si accalcavano gelosamente e sgomitavano a pochi centimetri da opere venerate che richiedevano un esame ravvicinato. AI Met, nella settimana di apertura, docili masse avanzavano in code raggrumate, il naso quasi a brucare opere d'arte minutamente tratteggiate e punteggiate, attraversando stanze che contenevano più di un centinaio di disegni a inchiostro, grafite, carboncino e acquarello, e qualche tela a olio e acquarelli. Sebbene l'immagine di Van Gogh che i posteri si sono fatta ruoti intorno alla sua fragilità mentale e al suo suicidio all'età di trentasette anni, la strabordante mostra dei suoi disegni al Metropolitan Museum ci ricorda la tremenda produttività del pittore: in soli dieci anni, dal 1881 al 1890, completò ottocento tele e oltre mille e cento disegni, per non parlare delle circa ottocento lettere che scrisse al fratello minore Theo, e che costituiscono uno dei più grandi testamenti letterari, eloquente e intimo, mai lasciato da un supremo artista. Vincent era il maggiore dei sei figli di Theodorus van Gogh, un pastore calvinista, ultimo in ordine di tempo di una dinastia di ministri del culto. Prima di dedicarsi all'arte, Vincent trovò impiego come predicatore laico nel distretto minerario in crisi di Borinage, in Belgio. Il suo fervore ispirato all'ascetismo di Francesco d'Assisi e di Tommaso da Kempis non incontrò il favore del comitato evangelico locale, e il suo contratto non venne rinnovato a causa dello zelo eccessivo del giovane predicatore. Il volgersi verso l'arte, in circostanze di umiliante bisogno, costituiva una sorta di ritorno nell'ambito familiare: quattro dei fratelli del padre commerciavano in arte, compreso un altro Vincent, suo "Zio Cent", che aveva visto la sua umile galleria crescere sino a essere incorporata nella catena dell'editore d'arte parigino Goupil. A sedici anni Vincent divenne apprendista nella branca dell'Aia di Goupil; quattro anni dopo, su raccomandazione entusiasta del direttore, venne trasferito a Londra, dove rimase un anno, tornandovi poi almeno due volte, la prima come insegnante a Isleworth. Il promettente lavoro presso Goupil prese una cattiva piega e giunse presto al suo termine, sotto la spinta, forse, della vocazione religiosa e dell'epilessia del lobo temporale di Van Gogh, se ci si attiene alla diagnosi postuma favorita della sua malattia mentale.---------Quale delle seguenti informazioni sulla produzione di Van Gogh NON è desumibile dal brano?
“Se e solo se leggo tutti i giorni un quotidiano, sarò aggiornato sull’attualità”. In base alla precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
Quante sono le diagonali di un ettagono convesso?
Il grado del monomio -xy è uguale a:
Il rapporto tra la superficie di una sfera e la superficie laterale del cilindro a essa circoscritto è pari a:
Quanti punti di intersezione possono avere una retta e una circonferenza, come minimo e come massimo rispettivamente?
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 12 decimetri quadrati e altezza pari a 11 decimetri?
Pamela, Fiona e Gina, tre ragazze newyorkesi, stanno prendendo il sole in una piscina della loro città; Pamela indossa un costume intero, Fiona legge un libro, Pamela e Gina sono cugine. In base alle affermazioni precedenti è possibile concludere che:
“La BMW non vince il Campionato Mondiale di Formula 1 dal 1997. Per questo motivo, e anche per fare felici i tifosi, quest’anno il suo budget è stato aumentato considerevolmente”. L’argomentazione precedente si basa sulla premessa implicita che:
“Tutti i paracadutisti sono spericolati. Davide è spericolato. Tutte le persone spericolate sono coraggiose”. In base alle precedenti affermazioni, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
“È stato abrogato l’articolo di legge che esentava i medici chirurghi dall’incompatibilità tra l’esercizio della professione in una struttura pubblica e in una privata”. Qual è il corretto significato della precedente affermazione?
“Se e solo se ho concluso tutto il mio lavoro, mi dedico a una nuova attività”. In base alla precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Tutti gli svedesi sono alti; Bjorn è giovane; tutte le persone giovani sono alte”. In base alle precedenti affermazioni, quale delle seguenti NON è necessariamente vera?
A è più bello di B. B è più bello di C e più brutto di D. Se le precedenti informazioni sono corrette, se F è più bello di B, è necessariamente vero che:
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Pesci, Gufi, Uccelli
In base alla Costituzione italiana, la Camera dei Deputati è eletta:
Il passaggio dalla cultura orale a quella scritta ha avuto conseguenze di grande portata. Ha dato maggiore importanza all'occhio e minore all'orecchio. Ha rafforzato la sfera privata, l'introspezione, il distacco. Ha fatto nascere l'individualismo. Ha favorito lo sviluppo del pensiero logico-empirico e della scienza. Ha provocato un mutamento nell'atteggiamento verso il passato, facendo emergere la distinzione fra mito e storia. Ha favorito, almeno nella Grecia antica, lo sviluppo della democrazia politica, facendo sì che la maggioranza dei cittadini fosse in grado di leggere le leggi e di prendere parte alla loro approvazione. Ha reso possibile lo sviluppo della burocrazia moderna, che è basata non solo su regole scritte e sull'esistenza di archivi, ma anche su metodi di reclutamento spersonalizzati. Il passaggio dalla cultura orale a quella scritta è stato accompagnato dalla nascita e dallo sviluppo della scuola. Fino a quando il patrimonio culturale è stato trasmesso esclusivamente con rapporti faccia a faccia e con conversazioni, la socializzazione è avvenuta all'interno della famiglia e del gruppo dei pari. I genitori o altri adulti insegnavano ai bambini a memorizzare storie, canti, ballate. Quando invece si è cominciato a servirsi della scrittura come mezzo di comunicazione, una parte crescente dell'educazione ha avuto luogo nella scuola. Fu infatti nel V secolo a. C., dopo la creazione del primo sistema di scrittura alfabetica, che in Grecia nacque la scuola elementare, dove si insegnava a leggere, a scrivere e a fare di conto e che i bambini iniziavano a frequentare a sette anni. Imitando il maestro, essi imparavano a scrivere le lettere sulla sabbia, su tavolette di cera e poi sul papiro. Questo modello fu ripreso da Roma dove le scuole elementari ebbero un forte sviluppo nel Il e nel I secolo a.C. Pur avvicinando alla nuova forma di comunicazione scritta tutti o quasi tutti, la scuola ha creato gradi di alfabetizzazione diversi, quindi nuove disuguaglianze e divisioni. Come ha scritto l'antropologa americana Margaret Mead, "l'educazione primitiva era un processo che manteneva una continuità tra genitori e figli. [ ...] L'educazione moderna sottolinea invece il ruolo della funzione educativa nel creare discontinuità: nel rendere alfabeta il figlio dell'analfabeta". ------Secondo quanto si afferma nel brano, la scuola fondata sulla scrittura:
Il più celebre dipinto del XX secolo nasce come illustrazione di un fatto storico: il bombardamento nell'aprile del 1937 della piccola città di Guernica da parte di aerei tedeschi alle dipendenze dei franchisti durante la guerra civile spagnola. Picasso prende spunto da questo episodio, certo drammatico, ma in fondo marginale, per dipingere una tela di vaste dimensioni e farne il manifesto di denuncia contro gli orrori di tutte le guerre, come aveva fatto centotrenta anni prima Goya. Per ottenere questo scopo Picasso non dipinge di getto, ma studia approfonditamente la composizione, analizzando ogni singolo dettaglio in una lunga serie di disegni preliminari, di studi, di prove e di ripensamenti. Le scelte formali sono radicali: il dipinto è praticamente monocromo, come i film e i documentari del tempo, per eliminare ogni possibile seduzione del colore e rendere asciutto e diretto il messaggio mentre, dal punto di vista stilistico, Picasso sceglie il secco e sintetico cubismo. Nel dipinto si mescolano con grande efficacia notazioni quasi di cronaca (lo strazio provocato dalle bombe) con simboli ripresi dal repertorio tradizionale: un uomo caduto stringe una spada mozzata come un antico greco, il cavallo ferito che nitrisce e ricorda modelli dell'arte antica e rinascimentale, l'enigmatico toro appartiene da secoli al folclore spagnolo. Tutta la scena è illuminata da una lampadina che penzola in alto, allusiva del desiderio di "far luce" su quanto è avvenuto, non lasciare che cada l'ombra dell'oblio. Picasso riesce a essere al tempo stesso realistico e allusivo: non a caso, l'artista volle che la grande tela venisse esposta nel 1951 nel Palazzo Reale di Milano, squarciato dalle bombe durante la seconda guerra mondiale.----In base a quanto si legge nel brano, è possibile dedurre che la struttura compositiva di "Guernica" è:
Il tema dell'equità e dell'efficienza è tornato in questi anni a occupare l'attenzione degli economisti. Era dagli anni Cinquanta, quando il dibattito fu introdotto nel contesto di una precisa rassegna critica delle diverse dottrine economiche da Kaldor e successivamente in un contesto empirico da Kutznets, che non si assisteva a una simile mole di lavori teorici ed empirici. Scopo di questo saggio è di riesaminare criticamente questi nuovi lavori, cercando di evidenziarne i limiti e gli elementi in comune, per poi proporre una teoria più generale che permetta di inquadrare con precisione la problematica tra equità ed efficienza. Il legame tra equità (intesa come redistribuzione volta a ridurre le disuguaglianze di reddito o ricchezza) ed efficienza (intesa come massima produzione ottenibile date le risorse a disposizione) è un tema di grande rilevanza nella teoria economica che viene oggi ad assumere un ancor più forte significato. Il capitalismo e l'economia di mercato hanno forse vinto la sfida storica nei confronti dell'economia pianificata e del socialismo reale, ma ciò non significa affatto l'azzeramento del problema equità-efficienza. AI contrario, questo diventa il tema cruciale di tutte le moderne società industriali. Infatti, la domanda vera posta da molte parti è: quale capitalismo? AI di là delle varie formule, modelli, radici storiche, si tratta ancora una volta di combinare e coniugare la difficile equazione efficienza economica / giustizia sociale. Questo è ovviamente il tema portante che deve essere fronteggiato nelle politiche di privatizzazione e di rifondazione dei sistemi di welfare state introdotti nei vari Paesi industriali. Va infatti subito rilevato che l'approccio tradizionale pone l'obiettivo dell'equità in netta contrapposizione con quello dell'efficienza. Scopo di questo saggio è invece quello di investigare le condizioni storico-istituzionali interagenti con quelle tecnologiche, nelle quali si determina invece una relazione sinergica che attraverso una più equa distribuzione del reddito determina migliori condizioni di sviluppo.----Sulla base del brano, individuare l'affermazione corretta.
Van Gogh: i disegni di JOHN UPDIKE. Per l'impossibilità di vedere qualcosa, la mostra dei disegni di Van Gogh al Metropolitan Museum di New York è stata battuta solo da quella consacrata a Vermeeer nel 1995, alla National Gallery di Washington, che raccoglieva - evento che accade ogni mille anni - ben ventisette lavori del pittore olandese. In entrambe le occasioni, in troppi si accalcavano gelosamente e sgomitavano a pochi centimetri da opere venerate che richiedevano un esame ravvicinato. AI Met, nella settimana di apertura, docili masse avanzavano in code raggrumate, il naso quasi a brucare opere d'arte minutamente tratteggiate e punteggiate, attraversando stanze che contenevano più di un centinaio di disegni a inchiostro, grafite, carboncino e acquarello, e qualche tela a olio e acquarelli. Sebbene l'immagine di Van Gogh che i posteri si sono fatta ruoti intorno alla sua fragilità mentale e al suo suicidio all'età di trentasette anni, la strabordante mostra dei suoi disegni al Metropolitan Museum ci ricorda la tremenda produttività del pittore: in soli dieci anni, dal 1881 al 1890, completò ottocento tele e oltre mille e cento disegni, per non parlare delle circa ottocento lettere che scrisse al fratello minore Theo, e che costituiscono uno dei più grandi testamenti letterari, eloquente e intimo, mai lasciato da un supremo artista. Vincent era il maggiore dei sei figli di Theodorus van Gogh, un pastore calvinista, ultimo in ordine di tempo di una dinastia di ministri del culto. Prima di dedicarsi all'arte, Vincent trovò impiego come predicatore laico nel distretto minerario in crisi di Borinage, in Belgio. Il suo fervore ispirato all'ascetismo di Francesco d'Assisi e di Tommaso da Kempis non incontrò il favore del comitato evangelico locale, e il suo contratto non venne rinnovato a causa dello zelo eccessivo del giovane predicatore. Il volgersi verso l'arte, in circostanze di umiliante bisogno, costituiva una sorta di ritorno nell'ambito familiare: quattro dei fratelli del padre commerciavano in arte, compreso un altro Vincent, suo "Zio Cent", che aveva visto la sua umile galleria crescere sino a essere incorporata nella catena dell'editore d'arte parigino Goupil. A sedici anni Vincent divenne apprendista nella branca dell'Aia di Goupil; quattro anni dopo, su raccomandazione entusiasta del direttore, venne trasferito a Londra, dove rimase un anno, tornandovi poi almeno due volte, la prima come insegnante a Isleworth. Il promettente lavoro presso Goupil prese una cattiva piega e giunse presto al suo termine, sotto la spinta, forse, della vocazione religiosa e dell'epilessia del lobo temporale di Van Gogh, se ci si attiene alla diagnosi postuma favorita della sua malattia mentale.---------Uno solo dei seguenti tipi di disegno NON è citato nel brano come visibile alla mostra su Van Gogh al Metropolitan Museum. Quale?
Nel 1955 la teoria della relatività ha compiuto mezzo secolo di vita. I fisici la considerano oggi una teoria classica, e l'epoca turbolenta in cui essa venne contrastata e attaccata sembra già lontana per sempre. Eppure, ancora nel 1921, un eminente fisico, Von Laue, scriveva nella prefazione al suo dottissimo libro: "molto ammirata e molto esecrata è oggi la relatività generale. Quelli che gridano di più da ambo le parti hanno una sola cosa in comune: un'assoluta ignoranza di ciò di cui parlano". Oggi però le grida sono cessate, la teoria della relatività è divenuta rispettabile e ha preso il suo posto di pietra angolare nella struttura della fisica moderna. Il suo creatore è considerato come "il più grande scienziato contemporaneo" e la sua fama è più diffusa di quella dei re e dei presidenti. Adesso è tempo di volgerci indietro, di passare in rivista le rivoluzioni di Einstein nel loro sviluppo e vedere quale sia stato il loro influsso sulla nostra epoca. Cerchiamo innanzitutto di eliminare gli effetti dei pregiudizi, degli slogan senza senso ripetuti migliaia di volte dalla viva voce, dalla radio e dalla stampa. Uno di questi afferma che è impossibile che un uomo comune capisca le idee di Einstein. Egli è il grande sacerdote della scienza matematica e c'è solo una dozzina di persone che lo capiscano veramente. Non è facile combattere i pregiudizi. lo non posso neanche dire che l'affermazione che solo una dozzina di persone comprendono la teoria della relatività sia falsa. Ma è un'affermazione senza senso, come quella che "solo una dozzina di uomini comprendono Beethoven". Questa analogia tra la matematica e la musica, tra Einstein e Beethoven, fa un certo effetto su chiunque sia amante della matematica e della musica. Come la musica, la matematica e la fisica matematica sono due creazioni artistiche. Come nella musica, dobbiamo fare distinzione tra tecnica e idee. Nessuno può suonare bene Beethoven - e nessuno può scrivere un lavoro scientifico sulla teoria della relatività - senza prima rendersi padrone della tecnica. Eppure, come si può provare una profonda emozione ascoltando Beethoven, pur senza conoscere nulla della tecnica dell'esecuzione, così è possibile provare un profondo piacere nell'apprendere le idee fondamentali della teoria della relatività pur ignorando completamente la tecnica matematica.--------Dal brano si deduce che il suo autore è verosimilmente:
I bambini che frequentano le elementari non si chiedono "perché?". La loro morale si basa soprattutto sull'obbedienza alla volontà dei genitori. I ragazzini che frequentano le medie sono più interessati ai rapporti con i coetanei che con gli insegnanti. La loro identità si costituisce prevalentemente sull'appartenenza al gruppo di cui condividono le regole e i modelli di comportamento. L'io sociale, a quel livello d'età, prevale sull'io individuale. Essere approvati dal gruppo, sentirsi in sintonia con i suoi ideali, condividere le sue regole, costituisce una risorsa fondamentale per l'accettazione e la valorizzazione di sé. Nella scuola media inferiore, poi, il gruppo-classe svolge una funzione importante nel fluidificare i rapporti tra insegnanti e alunni, temperando la contrapposizione frontale tra le parti. Nelle scuole superiori invece i ragazzi, ormai entrati nella piena adolescenza, si confrontano con motivazioni autonome rispetto all'attesa degli adulti. La domanda "perché mai dovrei stare seduto per mezza giornata nel banco?" diventa molto più perentoria. Spesso non scorgono alcun nesso tra il sapere e il saper fare e tutto risulta inutile e tedioso. Tanto più che le aspettative della scuola tendono a rimanere le stesse, come se il procedere dell'età non richiedesse un diverso "contratto scolastico". È vero che la scuola non può limitarsi all'insegnamento, alla trasmissione di procedure e contenuti di sapere, ma deve anche saper educare. Tuttavia l'educazione è molto difficile in una società che non ha più valori incontestabili da proporre, granitiche certezze da trasmettere, concezioni della vita condivise da tutti. La riforma prevede di organizzare l'educazione intorno alla formazione del cittadino, dei diritti e doveri che ne conseguono, ma si tratta sinora più di un progetto che di una realtà.-----Nel brano si afferma che lo studente della scuola media inferiore:
L'adulto può intervenire sul comportamento espressivo del bambino sia ampliandone le conoscenze sia influenzandone l'immaginazione. Un bambino può avere degli interessi conoscitivi: per esempio può volere riprodurre una bicicletta e perciò si pone il problema di sapere com'è fatta, come funziona il meccanismo che fa muovere le ruote. È un desiderio legittimo. In casi del genere, più che spiegare soltanto a voce o su figura, è utile far vedere e toccare l'oggetto, perché parte dell'apprendimento del fanciullo si verifica attraverso il tatto. L'adulto ancora può indurre il bambino, sotto forma di gioco, a scoprire i diversi aspetti d'un oggetto, le sue funzioni, e a notarne i dettagli: tanto maggiore è la conoscenza, tanto più vasto è il campo su cui può spaziare il pensiero creativo del bambino. Un modo per stimolare l'immaginazione d'una classe o d'un gruppo di bambini, molto usato dagli insegnanti della scuola elementare, è il racconto. Un racconto, come una qualsiasi altra nuova esperienza, ottiene in genere l'effetto di stimolare la fantasia dei bambini inducendoli a nuove associazioni mentali: lo scopo non è tanto di portarli a descrivere, disegnandolo, il contenuto del racconto, quanto quello di stimolarli all'associazione e provocare delle catene di immagini che possono portare anche molto lontano dallo stimolo iniziale. Ma la condizione più importante che l'adulto deve garantire è l'esistenza di un ambiente vivo e interessante dove il fanciullo possa dare sfogo alla sua naturale curiosità e al suo spirito esplorativo. Bisogna inoltre aumentare la fiducia del bambino in se stesso, incoraggiarlo e generare entusiasmi e non invece intervenire con una critica negativa e distruttiva. Il compito dell'insegnante non è quello di livellare, ma quello di contribuire ad accrescere le risorse e i potenziali caratteristici di ogni individuo, incoraggiando le motivazioni personali e riconoscendo l'esistenza di conflitti nella personalità del bambino, perché è spesso dal conflitto che nasce un'idea. L'esperienza creativa è di per se stessa un'esperienza vitale ed educativa che si oppone all'apatia e alla depressione.--------Nel contesto del brano, "ambiente" significa:
All'interno della borghesia ottocentesca, le libere professioni, come quelle dei medici e degli avvocati, avevano un ruolo fondamentale, derivante non tanto dal loro potere economico, quanto dal loro sapere, che ne faceva i soggetti essenziali dell'opinione pubblica in espansione: di qui, tra l'altro, il loro peso sproporzionato nell'attività politica. Esse costituivano, se non la maggioranza, quanto meno il perno culturale e politico del ''vecchio ceto medio". Una delle previsioni che erano state formulate sulla società moderna era quella secondo cui le libere professioni sarebbero scomparse e i professionisti sarebbero stati man mano assorbiti nei grandi apparati burocratici dell'impresa e dello Stato. In realtà, già negli anni Trenta si poté notare un fenomeno opposto: lo sviluppo economico non comportava una restrizione ma, al contrario, una crescita del numero dei professionisti, accompagnata anche da una loro diversificazione. Alle "vecchie" professioni se ne aggiungevano di nuove, dal pubblicitario al consulente, e tutte si muovevano su un mercato in rapida crescita. In realtà, lo sviluppo stesso della società moderna pareva richiedere un moltiplicarsi delle competenze e delle figure di "esperto", capace di consigliare e di fornire conoscenze approfondite. Non tutte le nuove professioni assunsero la forma delle vecchie, generalmente rappresentate dallo studio professionale, incentrato sul lavoro del singolo professionista o di un gruppo ristretto. Alcune, come quelle legate alla pubblicità, diedero vita a piccole imprese autonome, simili per certi versi alle botteghe artigiane, mentre altre, quelle più strettamente connesse alle funzioni produttive, vennero in effetti assorbite negli apparati della grande impresa. In ogni caso, anche il professionista inserito nei grandi apparati rimaneva una figura diversa dall'impiegato: il sapere di cui disponeva gli consentiva di vendere il proprio servizio in qualsiasi momento su un mercato diverso e più ampio; tra lui e gli altri professionisti della stessa area, anche impiegati in aziende concorrenti, si tendeva a creare comunque uno spirito di corpo. Questa è dunque una delle caratteristiche essenziali del mondo delle professioni, quale si è venuto definendo dopo la prima guerra mondiale: lo sviluppo di un profondo spirito di corpo e di un forte associazionismo finalizzato alla tutela degli interessi di categoria, alla difesa degli standard professionali, alla circolazione interna e protetta di conoscenze utili al mestiere. L'associazionismo professionale acquistò subito, nei Paesi dove non lo aveva già acquisito alla fine dell'Ottocento, un notevole peso politico, anche per i forti collegamenti esistenti tra mondo delle professioni e ceto di governo e fu in grado di condizionare scelte anche di grande rilievo sociale.---------Secondo l'autore, il peso delle libere professioni nell'attività politica ottocentesca era:
All'interno della borghesia ottocentesca, le libere professioni, come quelle dei medici e degli avvocati, avevano un ruolo fondamentale, derivante non tanto dal loro potere economico, quanto dal loro sapere, che ne faceva i soggetti essenziali dell'opinione pubblica in espansione: di qui, tra l'altro, il loro peso sproporzionato nell'attività politica. Esse costituivano, se non la maggioranza, quanto meno il perno culturale e politico del ''vecchio ceto medio". Una delle previsioni che erano state formulate sulla società moderna era quella secondo cui le libere professioni sarebbero scomparse e i professionisti sarebbero stati man mano assorbiti nei grandi apparati burocratici dell'impresa e dello Stato. In realtà, già negli anni Trenta si poté notare un fenomeno opposto: lo sviluppo economico non comportava una restrizione ma, al contrario, una crescita del numero dei professionisti, accompagnata anche da una loro diversificazione. Alle "vecchie" professioni se ne aggiungevano di nuove, dal pubblicitario al consulente, e tutte si muovevano su un mercato in rapida crescita. In realtà, lo sviluppo stesso della società moderna pareva richiedere un moltiplicarsi delle competenze e delle figure di "esperto", capace di consigliare e di fornire conoscenze approfondite. Non tutte le nuove professioni assunsero la forma delle vecchie, generalmente rappresentate dallo studio professionale, incentrato sul lavoro del singolo professionista o di un gruppo ristretto. Alcune, come quelle legate alla pubblicità, diedero vita a piccole imprese autonome, simili per certi versi alle botteghe artigiane, mentre altre, quelle più strettamente connesse alle funzioni produttive, vennero in effetti assorbite negli apparati della grande impresa. In ogni caso, anche il professionista inserito nei grandi apparati rimaneva una figura diversa dall'impiegato: il sapere di cui disponeva gli consentiva di vendere il proprio servizio in qualsiasi momento su un mercato diverso e più ampio; tra lui e gli altri professionisti della stessa area, anche impiegati in aziende concorrenti, si tendeva a creare comunque uno spirito di corpo. Questa è dunque una delle caratteristiche essenziali del mondo delle professioni, quale si è venuto definendo dopo la prima guerra mondiale: lo sviluppo di un profondo spirito di corpo e di un forte associazionismo finalizzato alla tutela degli interessi di categoria, alla difesa degli standard professionali, alla circolazione interna e protetta di conoscenze utili al mestiere. L'associazionismo professionale acquistò subito, nei Paesi dove non lo aveva già acquisito alla fine dell'Ottocento, un notevole peso politico, anche per i forti collegamenti esistenti tra mondo delle professioni e ceto di governo e fu in grado di condizionare scelte anche di grande rilievo sociale.---------Secondo quanto affermato nel brano, dopo gli anni Trenta, i liberi professionisti:
Comunque, e in conclusione, una cosa mi sembra debba risultare ben chiara. Per quanto possano essere stretti i legami della filosofia con la politica, per quanto la filosofia possa e debba essere politica, ciò non significa e non significherà mai (a meno di alterare in modo totale il significato tradizionale delle parole) che il filosofo, come tale, possa trasformarsi in propagandista politico. E questo per due motivi. La propaganda come tale mira alla persuasione, comunque ottenuta (o, se si vuole, ottenuta con mezzi segnici - discorsi, immagini ecc., ma comunque usati); la filosofia come tale mira anch'essa a ottenere la persuasione, ma uno, e un solo tipo di persuasione (quindi con il solo impiego dei mezzi discorsivi atti a questo scopo): la persuasione razionale, fondata sulla verifica. Ora, se si vuole chiamare "propaganda" qualsiasi attività volta alla persuasione altrui, anche il filosofo è un propagandista: ma la sua persuasione può essere solo razionale e logica (concerne la verità, non le emozioni), e i soli mezzi che può impiegare sono quelli della dimostrazione e della prova. Il che, ovviamente, non corrisponde affatto a ciò che di solito si intende con la parola "propaganda", cioè con un discorso avente fini pratici immediati, facente leva su emozioni di massa, tale che non si appella alle abitudini di verifica e deduzione, ma piuttosto a quelle di associazioni immediate tra certi segni e certi comportamenti ecc. Ma forse c'è stato di più. "Cultura" è azione consapevole - consapevole non solo dei mezzi usati, ma dei fini perseguiti e del loro valore. La propaganda è pura tecnica: il propagandista, come tale, è un tecnico, e come tutti i tecnici (come tali) o ignora i fini per cui opera o li accetta senza proporsi un'indagine intorno al loro valore - come ogni tecnica, la propaganda subisce una certa situazione e opera in essa senza sottoporla a critica. Essa rischia quindi di essere anticultura, quindi, a fortiori, di essere antifilosofia.------In base a quanto detto nel brano si può dedurre che:
All'inizio degli anni Novanta le piccole fattorie a conduzione familiare delle Windward Islands, nei Caraibi, fornivano circa i due terzi delle banane per il Regno Unito, mentre oggi il dato è precipitato a un decimo, in quanto il loro mercato è stato gradualmente ridotto dalle importazioni dei frutti meno cari dell'America Latina e ora dell'Africa, coltivati in piantagioni industriali che fanno largo uso di pesticidi. Nello stesso periodo, gli Stati Uniti, che rappresentano gli interessi di multinazionali come Dole e Del Monte, hanno sostenuto che la protezione commerciale accordata a quelle ex colonie britanniche era discriminatoria. Hanno intimidito l'Unione Europea affinché aprisse progressivamente il suo mercato alle importazioni di banane prodotte con sistemi intensivi in Paesi in cui i costi di esercizio sono bassi perché le condizioni di lavoro sono pessime e gli standard ambientali meno severi. Di conseguenza le prospettive per l'industria delle banane delle Windward Islands sono grigie, nonostante il fatto che, per gusto e per aroma, queste piccole, dolci banane dei Caraibi siano enormemente superiori a quelle delle grandi piantagioni. Le Windward non possono competere in un mercato totalmente libero con i frutti a basso costo prodotti in piantagioni grandi come praterie, che permettono enormi economie di scala. La produzione delle banane su quelle isolette collinose è ad alta intensità di lavoro. I campi scoscesi rendono irrealistica la meccanizzazione sicché si deve fare tutto a mano.--------In base a quanto scritto nel brano, il Regno Unito:
All'inizio degli anni Novanta le piccole fattorie a conduzione familiare delle Windward Islands, nei Caraibi, fornivano circa i due terzi delle banane per il Regno Unito, mentre oggi il dato è precipitato a un decimo, in quanto il loro mercato è stato gradualmente ridotto dalle importazioni dei frutti meno cari dell'America Latina e ora dell'Africa, coltivati in piantagioni industriali che fanno largo uso di pesticidi. Nello stesso periodo, gli Stati Uniti, che rappresentano gli interessi di multinazionali come Dole e Del Monte, hanno sostenuto che la protezione commerciale accordata a quelle ex colonie britanniche era discriminatoria. Hanno intimidito l'Unione Europea affinché aprisse progressivamente il suo mercato alle importazioni di banane prodotte con sistemi intensivi in Paesi in cui i costi di esercizio sono bassi perché le condizioni di lavoro sono pessime e gli standard ambientali meno severi. Di conseguenza le prospettive per l'industria delle banane delle Windward Islands sono grigie, nonostante il fatto che, per gusto e per aroma, queste piccole, dolci banane dei Caraibi siano enormemente superiori a quelle delle grandi piantagioni. Le Windward non possono competere in un mercato totalmente libero con i frutti a basso costo prodotti in piantagioni grandi come praterie, che permettono enormi economie di scala. La produzione delle banane su quelle isolette collinose è ad alta intensità di lavoro. I campi scoscesi rendono irrealistica la meccanizzazione sicché si deve fare tutto a mano.--------In base a quanto scritto nel brano, gli Stati Uniti hanno:
All'inizio degli anni Novanta le piccole fattorie a conduzione familiare delle Windward Islands, nei Caraibi, fornivano circa i due terzi delle banane per il Regno Unito, mentre oggi il dato è precipitato a un decimo, in quanto il loro mercato è stato gradualmente ridotto dalle importazioni dei frutti meno cari dell'America Latina e ora dell'Africa, coltivati in piantagioni industriali che fanno largo uso di pesticidi. Nello stesso periodo, gli Stati Uniti, che rappresentano gli interessi di multinazionali come Dole e Del Monte, hanno sostenuto che la protezione commerciale accordata a quelle ex colonie britanniche era discriminatoria. Hanno intimidito l'Unione Europea affinché aprisse progressivamente il suo mercato alle importazioni di banane prodotte con sistemi intensivi in Paesi in cui i costi di esercizio sono bassi perché le condizioni di lavoro sono pessime e gli standard ambientali meno severi. Di conseguenza le prospettive per l'industria delle banane delle Windward Islands sono grigie, nonostante il fatto che, per gusto e per aroma, queste piccole, dolci banane dei Caraibi siano enormemente superiori a quelle delle grandi piantagioni. Le Windward non possono competere in un mercato totalmente libero con i frutti a basso costo prodotti in piantagioni grandi come praterie, che permettono enormi economie di scala. La produzione delle banane su quelle isolette collinose è ad alta intensità di lavoro. I campi scoscesi rendono irrealistica la meccanizzazione sicché si deve fare tutto a mano.--------In base a quanto scritto nel brano, si prevede che le banane dei Caraibi:
Tutti conoscono le litografie di Escher, che costituiscono una forma di arte matematica in grado di illustrare concretamente concetti astratti che vanno dalle piastrellazioni regolari del piano ai modelli della geometria non euclidea. Ma pochi sanno che Escher ha tratto l'ispirazione per alcune delle sue opere più note dalla corrispondenza con il matematico Donald Coxeter, considerato il più grande geometra classico del Novecento: un matematico, cioè, che ha difeso la geometria greca dagli attacchi degli astrattisti moderni, e l'ha rivitalizzata con i suoi studi dei solidi più o meno regolari in un numero qualunque di dimensioni. Era stato il Teeteto di platonica memoria a dimostrare che i solidi regolari tridimensionali (con tutte le facce uguali a un unico poligono regolare) sono soltanto cinque: tetraedro, ottaedro, cubo, dodecaedro e icosaedro. Ed erano stati Archimede e Keplero a scoprire che ci sono poi anche altri 13 solidi semiregolari (con tutte le facce uguali a poligoni regolari, eventualmente diversi). Coxeter riuscì a classificare gli analoghi di questi solidi a quattro o più dimensioni, addentrandosi in un regno dove l'intuizione visiva non basta più, e per procedere bisogna invece lasciarsi guidare dal lume della ragione matematica. La vita di Coxeter, morto a 96 anni nel 2003, è raccontata in "Il re dello spazio infinito" da Siobhan Roberts, un giornalista purtroppo più affascinato dai pedanti dettagli della vita quotidiana che dagli eccitanti risultati della vita intellettuale del suo personaggio. [ ... ] Ma poiché questo libro rimarrà probabilmente l'unica biografia dedicata interamente al grande matematico, vale la pena di leggerlo comunque, per avere almeno un'idea di ciò che lui ha fatto e, soprattutto, pensato in una vita quasi secolare.--------In base al brano, Escher ha:
Hong Kong, Singapore, Taiwan, Cina, Malaysia, Thailandia, Indonesia, Filippine, India, tutto il Centro e il Sudamerica, Australia, Nuova Zelanda, Sudafrica, Paesi europei dell'ex blocco comunista (Russia, Ungheria, Repubblica Ceca, Siovacchia e così via). A esclusione dei primi tre - che comunque sono tradizionalmente inclusi nell'area degli emergenti perché molto dipendenti dalle economie vicine e per l'alta volatilità dei loro mercati azionari - sono questi i Paesi emergenti, caratterizzati da un reddito pro capite inferiore alla media (secondo i dati della World Bank) e da un tasso di crescita dell'economia sensibilmente più elevato di quello dei Paesi già sviluppati: negli anni '90 il Pii dei Paesi asiatici è cresciuto al ritmo del 10% annuo, e la previsione della World Bank è che nel XXI secolo il tasso di sviluppo sia vicino al 7,5%, cioè tre volte la crescita stimata dei Paesi occidentali. Lo sviluppo in America Latina e nell'Est europeo, sebbene di molto inferiore a quello dei Paesi asiatici, dovrebbe essere doppio rispetto a quello dei Paesi occidentali. Gli investitori spaventati dalle borse emergenti dovrebbero ricordare che alla fine dell'Ottocento gli stessi Stati Uniti erano considerati dai ricchi europei un grande Paese emergente. Investirvi era un'avventura ai limiti dell'azzardo: frodi e fallimenti (inclusi quelli di alcuni enti pubblici come lo Stato del Mississippi) erano all'ordine del giorno. Ciononostante gli Stati Uniti sono emersi come la più forte economia mondiale e Wall Street si è rivelato il maggior investimento del XX secolo. Allo stesso modo, alla fine degli anni '60 il Giappone era un mercato emergente (o riemergente dalla sconfitta della seconda guerra mondiale); grazie alla determinazione e alla imprenditorialità dei suoi abitanti, ha prodotto un miracolo economico che lo ha proiettato rapidamente nel club delle grandi potenze. Un investimento di 10.000 dollari nella borsa giapponese nel 1962 si sarebbe trasformato in un capitale di 1,5 milioni di dollari alla fine del 1997, nonostante la pessima performance del Kabuto-cho (la borsa di Tokyo) negli anni '90.-------Il Giappone:
Con la legge bancaria del 10 agosto 1893 venne creata la Banca d'Italia, sul ceppo della preesistente Banca Nazionale del Regno d'Italia, con cui vennero fuse le due banche d'emissione toscane. Alla nuova banca, che entrò in funzione il 10 gennaio 1894, venne affidata la liquidazione di un'altra banca di emissione, la Banca Romana, mentre restavano ancora in vita altre due banche di emissione, il Banco di Napoli e il Banco di Sicilia. Si chiudeva così una travagliata stagione bancaria e il nuovo istituto, pur non essendo ancora una vera e propria Banca Centrale, assunse ben presto preminenza e autorità. Oltre alle manovre sul tasso di sconto e agli interventi sui mercati dei cambi per mantenere la stabilità della lira, a partire dall'età giolittiana, la Banca d'Italia prestò molta attenzione alla solidità del sistema bancario italiano. Un primo intervento di salvataggio venne operato nel 1907 e poi nel 1911, per alleviare le sofferenze della Società bancaria italiana, una banca mista troppo esposta con industrie che subirono i contraccolpi della crisi internazionale del 1907. Quindi nel 1914 la Banca d'Italia creò un istituto speciale di credito industriale, il Consorzio sovvenzioni su valori industriali (Csvi) che dispiegò prima una serie di interventi di salvataggio negli anni Venti, soprattutto in relazione al Banco di Roma, e poi un'intensa attività di finanziamento della spesa pubblica, soprattutto bellica, nella seconda metà degli anni Trenta e nei primi anni Quaranta. Intanto, con la legge bancaria del 1926 la Banca d'Italia diventò l'unica banca di emissione e con la legge bancaria del 1936 le venne conferito lo status di vera e propria Banca Centrale, cessando ogni rapporto con la clientela privata. Nel secondo dopoguerra, sotto il governo di Einaudi prima e di Menichella poi, la Banca d'Italia fu in prima linea nel realizzare una politica di stabilità monetaria durante gli anni di grande espansione economica, ma nei travagliati anni Settanta non riuscì a sottrarsi alle pressioni inflazionistiche che venivano soprattutto dalla politica di spesa pubblica dello Stato.------------In base a quanto esposto nel brano, si può affermare con certezza che:
La fiamma del fuoco poteva illuminare l'oscurità e riscaldare. Poteva tener lontani i predatori; infine qualcuno deve aver scoperto che il suo calore rendeva più tenero il cibo e ne migliorava il sapore. (Il calore, inoltre, uccide i microbi e i parassiti presenti nel cibo, cosa che però rimase certamente ignota all'uomo preistorico.) Per centinaia di migliaia di anni, gli esseri umani, per usare il fuoco, furono costretti a tenerlo acceso permanentemente. Se esso si spegneva accidentalmente (qualcosa di simile ai blackout dei nostri tempi), si era costretti a recarsi da uni altra tribù per procurarselo, o ad attendere che un fulmine incendiasse la foresta. E' stato solo in tempi relativamente recenti che gli esseri umani hanno imparato ad accendere il fuoco a piacimento; solo allora il fuoco fu veramente "addomesticato". Fu 1"'Homo sapiens" a compiere questa impresa.------L'uomo preistorico scoprì che il fuoco poteva:
Già nel 1919 l'isolamento della ricerca scientifica non era più che un"'ipotesi di lavoro". Proprio quella guerra, che appena allora slera conclusa, aveva mostrato fin troppo chiaramente, con la sua tecnica degli armamenti fondata sull'applicazione di scoperte scientifiche, i rapporti quasi fatali tra i laboratori "appartati dal mondo Il e la sanguinosa realtà dei campi di battaglia.
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Analfabeti, Inglesi, Disoccupati
L’espressione letterale 7/a (con “a” numero qualsiasi):
Completare correttamente la frase seguente: "Pensaci ... ad accompagnarlo".
Indicare quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Hai ... questo messaggio e-mail in quanto sei ... alla newsletter dell'associazione".
Completare la frase con la congiunzione adatta: "Devi aspettare ... toccherà a te".
Si completi correttamente la seguente frase: "Mentre ... nel bosco, raccolsi numerosi funghi lungo il sentiero".
Completare la frase seguente con un aggettivo indefinito: "Siamo commossi da ... miseria".
Completare la frase seguente con un aggettivo indefinito. "Non cedere a ... lusinga".
Si completi correttamente la seguente frase: "Fosti indelicato, quando ti ... in quella faccenda".
Nella frase: "lo e Sara amiamo Firenze e ci andiamo spesso", "ci" è:
Completare la frase con un avverbio di modo: "Gli archeologi trovarono ... i resti di una villa romana".
Completare la frase con un avverbio di quantità: " La nonna mette ... zucchero nel caffè".
Completare correttamente la frase seguente: "Abbiamo conosciuto un bambino ... Il
Completare in modo corretto la frase seguente: " ... all'attenzione del consiglio, la domanda di affiliazione"
Completare correttamente la frase: "Preferiamo stare a casa .. ,Il,
Completare correttamente la frase seguente: "Ad alcuni .. , che gli uomini .. , superiori .. , altri animali soltanto in questo: .. , possono parlare",
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa nel modo corretto: "Sono indispettito perché, se .. , solo una settimana, .. , comprare il cappotto scontato del venti per cento",
Quale delle seguenti voci verbali completa correttamente la frase: "Se .. , insieme, .. , più rapidamente il problema"?
Si completi correttamente la seguente frase: "Se .. , d'accordo tra loro, avrebbero evitato tante difficoltà",
Si completi correttamente la seguente frase: "Se .. " avrei partecipato volentieri alla festa",
Si completi correttamente la seguente frase: "Gli amici mi avrebbero aiutato, se io glielo .. ,",
Si completi correttamente la seguente frase: "Se non fosse mai partito, ... più facile per lui trovare lavoro".
Completare la seguente frase con un avverbio di modo. "Ha provato ... un senso di colpa per l'accaduto".
Completare la seguente frase con un avverbio di modo. "Superava tutte le prove ... ".
Completare la frase seguente con un aggettivo di grado superlativo relativo. "Fra tutti, si confermò ... ".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la trasforma correttamente in discorso indiretto: "L'allenatore esortò i giocatori: "Poiché vi ho bene preparati, siate fiduciosi nella vittoria di domani"".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la trasforma correttamente in discorso indiretto: "I genitori esclamarono: "Ragazzi, non fate tutto questo rumore, qui sotto abitano delle persone anziane!"".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente individuare l'alternativa che la trasforma correttamente da interrogativa retorica ad affermativa: "Chi mai potrebbe negare che ti siamo sempre stati vicini con il nostro aiuto?".
Completare correttamente la frase seguente: " ... delle sue responsabilità, il manager abbandonò il lavoro senza preavviso".
Sostituire nella frase seguente le forme implicite (evidenziate dalle virgolette) con quelle esplicite, mantenendo il corretto significato della frase: ""Terminata" la colazione, "indossando" il cappotto, mio padre disse che, "pur avendo" tanta tosse "da non riuscire" a respirare, stava uscendo "per essere stato chiamato" da un cliente".
Completare correttamente la frase seguente: " ... in anticipo, avresti potuto ricevere tutti gli aiuti necessari ".
Completare la frase seguente con un aggettivo dimostrativo. "Ho incontrato ... parenti".
Completare la frase seguente con un aggettivo di grado comparativo: "Quel docente si è confermato ... di tanti altri".
Completare la frase seguente con un aggettivo di grado superlativo assoluto: "Attraverso il microscopio è possibile vedere un mondo ... ".
Completare correttamente la frase seguente con un aggettivo possessivo: "I bambini cedettero ... giocattoli in segno di amicizia".
Completare la frase seguente con un aggettivo dimostrativo: "Sandra condivide solo in parte ... concezione del tempo".
Individuare quale, fra le seguenti forme verbali, completa correttamente la seguente frase: "Comprai la macchina nuova sebbene ... ".
Completare la frase seguente con un aggettivo possessivo: "Non ragioniamo delle opinioni ... ".
Completare la frase seguente con un avverbio di modo: "Il nostro collega ha la cattiva abitudine di togliere la parola ... ".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa nel modo corretto: "Questo sembra ... un quesito troppo difficile ... poter dare una risposta immediata".
Completare correttamente la frase seguente: " ... che tu ritorni a casa da sola a quest'ora!".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa nel modo corretto: "11 fatto ... siano educati non implica che ... promossi all'esame".
Completare correttamente la frase seguente. "Non saprei dire ... motivo o per l'altro, ma quel giorno mi sentivo di ottimo umore".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: "Il fuggiasco non si accorse di essere stato seguito ... era troppo tardi".
Completare correttamente la frase seguente: " ... quanto previsto dal presente articolo, alla capogruppo di un gruppo bancario si applicano le norme del presente titolo".
Completare correttamente la frase seguente: "I ragazzi ... le salsicce, le ragazze ... le patatine: la festa ... a tutti".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: "Se, dopo aver trascorso tanti anni in carcere, non avesse incontrato quella persona che gli infuse una estrema fiducia, probabilmente ... di anelare ... Iibertà".
Completare correttamente la frase seguente: "Non posso masticare ... ho male a un dente".
Completare correttamente la frase seguente: "I fiori sono appassiti ... la mancanza di pioggia".
Completare correttamente la frase seguente: "Non è proprio identico, ma è ... lo stesso".
Completare correttamente la frase seguente: "Antonio non crede che tu ... abbia detto la verità".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: "Ho discusso ... Silvia ... moderazione e siamo venuti ... un accordo".
Completare correttamente la frase seguente: "Sei proprio sicuro che la ragazza ... soltanto un bikini?".
Completare correttamente la frase seguente. "Parlerò solo con ... è disposto ad ascoltarmi".
Completare correttamente la frase seguente: "Aurora è vanitosa: ... specchia perfino nelle vetrine dei negozi".
Completare correttamente la frase seguente: "Ti presenterò le ragazze ... ho trascorso le vacanze".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: " ... deciderai di lavorare con me a quel progetto, fammelo sapere il ... possibile. Il
Completare correttamente la frase seguente: "Credo che tuo padre verrà a prenderti all'aeroporto ... tu ti sia comportato male con lui prima di partire".
Completare correttamente la frase seguente: "Un giorno capirai ... lo dico per il tuo bene".
Completare la frase seguente con un aggettivo di grado superlativo relativo. "In quella serata, ella risultò ... ".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: "Non voglio dare ... importanza ai problemi che sono sorti tra noi".
Completare correttamente la frase seguente: "Mia sorella non tollera che ... si faccia la corte".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: "Te lo dico ... tu ... porvi rimedio".
Completare correttamente la frase seguente. "Il paziente si dichiarò pronto a sottostare a qualunque cura ... ".
Individuare fra i seguenti il complemento di termine che completa correttamente la seguente frase: "Quell'uomo ha rubato denaro ... ".
Individuare l'alternativa che dà alla frase seguente senso compiuto e corretto. "Sarebbe utile che ... un esperto a valutare la difficile contesa ".
Individuare fra i seguenti il complemento di tempo che completa correttamente la seguente frase: "Mi sono laureato ... ".
Individuare la forma verbale che completa correttamente la frase seguente: "Benché non gli ... , tuttavia si arrogò quel titolo".
Indicare quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Non ... lo spiritoso, adesso non ... il momento!".
Si completi correttamente la seguente frase: "Per trovare un buon romanzo sul bancone di una libreria ... come tra grano e loglio".
Completare la seguente frase con un complemento di tempo. "Ti informerò ... ".
Individuare fra i seguenti il complemento di esclusione che completa correttamente la seguente frase: "Bruce Lee sfidava tutti, ... ".
Individuare l'alternativa che dà alla frase seguente senso compiuto e corretto. "Se ... puntualmente saresti stato più apprezzato dalla dirigenza".
Individuare la forma verbale che completa correttamente la seguente frase: "Se ... , prenderei la giacca a vento gialla e blu".
Indicare quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Secondo una ricerca britannica, i delfini ... l'amata ... un mazzo di alghe".
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Quando arrivò in ufficio, ... di aver dimenticato la valigetta con i documenti"?
Si completi correttamente la seguente frase: "Era evidente che presto quella società si ... in due".
Completare la seguente frase con un complemento di qualità. "Non si annoiano mai gli uomini ... ".
Individuare l'alternativa che dà alla frase seguente senso compiuto e corretto. "Avrebbe fatto quello che chiedevo, se lo ... ".
Individuare fra i seguenti il complemento di termine che completa correttamente la seguente frase: "Ho parlato di te ... ".
Individuare la forma verbale che completa correttamente la frase seguente: "Avrei comprato quel libro anche se ... molto denaro".
Completare correttamente la seguente frase: "Se tutti pensassero solo a sé non ... gli altruisti".
Completare la seguente frase con un complemento di qualità. "Le cicogne sono volatili ... ".
Individuare fra i seguenti il complemento di fine che completa correttamente la seguente frase: "Luca ogni giorno fa molti esercizi ... ".
Completare correttamente la frase seguente: "Se l'arbitro non avesse annullato il goal, la squadra ... qualificata per le semifinali".
Completare correttamente la seguente frase: "Nonostante ... non risparmiò le forze".
Completare la seguente frase con un complemento di qualità. "I fanciulli dovrebbero essere ... ".
Individuare l'alternativa che dà alla frase seguente senso compiuto e corretto. "Farei le vacanze più lunghe, se non ... impegni di lavoro".
Individuare l'alternativa che dà alla frase seguente senso compiuto e corretto. "Il giorno ... ti ho incontrato, ti ho subito riconosciuto".
Individuare fra i seguenti il complemento di termine che completa correttamente la seguente frase: +L'Austria dichiarò guerra ... ".
Individuare la forma verbale che completa correttamente la seguente frase: "Desti prova di fede, quando ... un altare".
Individuare la forma verbale che completa correttamente la seguente frase: "L'aereo decollato in ritardo ... posti liberi in businnes class".
Indicare quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Vorrei che tu mi ... per filo e per segno l'andamento della lezione e le reazioni dell'auditorio alle ... provocatorie del professor Rossi".
Completare correttamente la frase seguente: "Se ve ne fosse stata la possibilità, ... di risolvere il problema".
Completare la seguente frase con un complemento di tempo. "Mi sono trasferito ... ".
Individuare fra i seguenti il complemento di argomento che completa correttamente la seguente frase: "Ci siamo confrontati ... ".
Individuare fra i seguenti il complemento di qualità che completa correttamente la seguente frase: "Porta cappelli ... ".
Individuare la forma verbale che completa correttamente la seguente frase: "Andrea, avendo vinto un concorso pubblico, ... da una biblioteca universitaria".
Indicare quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "La prossima scadenza ... per l'inizio della primavera: entro tale data ... le relazioni sull'andamento della produzione" .
Completare correttamente la frase seguente: "Per quanto complessa fosse la situazione, ... comunque a mantenere la calma".
Si completi correttamente la frase seguente: "Molte leggi vengono violate, sebbene ... ".
Completare la seguente frase con un complemento di qualità. "Sono spesso ridicoli gli uomini ... ".
Completare correttamente la frase seguente. "Fra breve si ... l'incontro di tennis".
Individuare l'alternativa che dà alla frase seguente senso compiuto e corretto. "Sarebbe necessario che il medico ... a visitare Franco perché sta molto male".
Individuare fra i seguenti il complemento di argomento che completa correttamente la seguente frase: "Giulia ci ha parlato ... ".
Individuare fra i seguenti il complemento di materia che completa correttamente la seguente frase: "L'uomo è formato ... ".
Individuare l'alternativa che dà alla frase seguente senso compiuto e corretto. "Ho capito chi era la ragazza ... mi hai parlato ieri".
Individuare l'alternativa che dà alla frase seguente senso compiuto e corretto. "Il neo assunto si dichiarò disponibile a svolgere straordinari ... ".
Indicare quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Nel suo viaggio di nozze, Luca ... le orme dei nonni paterni da Genova ... Patagonia".
Completare correttamente la frase seguente: "Per non essere stato punito gli ... non aprire bocca".
Completare correttamente la frase seguente: "È necessario trarre insegnamenti dalle esperienze ... ci hanno preceduti".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: "L'avvocato ... ti sei rivolto non merita la tua fiducia".
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Non sono riuscito a capire ... Sara è tornata a casa".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: "Sono state prese tutte le precauzioni necessarie ... evitare che il contagio si diffonda".
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Lo stabile ... viviamo è nel centro della città"?
Individuare la forma verbale che completa correttamente la seguente frase: "Ancorché non mi ... , pure lo ammetto".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: " ... la montagna mi piaccia, preferisco senza dubbio il mare".
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Un giorno capirai ... lo dico per il tuo bene"?
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Non posso masticare ... ho male a un dente"?
Completare correttamente la frase seguente: "L'economia nazionale dovrebbe migliorare nel prossimo anno, ... che non ci siano turbolenze finanziarie".
Completare correttamente la frase seguente: "Mi aveva detto che ... avesse terminato di prepararsi, sarebbe uscita con me".
Completare la frase seguente con le forme verbali corrette: "Quando fu l'ora in cui ... svelare la mia professione, ... ai miei zii che me lo ... : l'agente segreto".
Completare con un complemento d'agente la frase "Il quartiere fu progettato ... ".
Completare correttamente la frase seguente. "Il piano di ristrutturazione è stato presentato, ... non si sa altro".
Completare correttamente la frase seguente: " ... tu ne dica, ... noterebbe ... di ambiguo, benché ... minimizzino".
La "repulsione morbosa per le donne" da parte di una persona è detta:
Qual è la trasformazione corretta in discorso indiretto della frase: "Il commesso disse al cliente: "Il libro che mi ha ordinato ieri arriverà tra due giorni""?
Completare correttamente la frase seguente: "Quando mi ... trovato in quella situazione, mi ... dovuto comportare meglio di quanto non ... riuscito a fare, ma ... potuto comportarmi meglio se qualcuno mi ... prevenuto informandomi".
Quale delle alternative seguenti completa in modo corretto la frase: "Non riesco a comprendere la ragione ... ti arrabbi tanto"?
Completare correttamente la frase seguente: "Ho capito chi era la persona ... mi hai parlato ieri".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: " ... il ponte scorre il Po, che nasce ... Monviso e sfocia ... Adriatico".
Riferendosi esclusivamente alla frase seguente, individuare l'alternativa che la completa in modo corretto: "Si dice ... più parti ... una delle caratteristiche culturali ... secolo scorso fosse l'estetismo ... si noverano alcuni adepti ... poeti ".
Il "timore morboso degli spazi chiusi" è detto:
Sfruttare anche illecitamente possibilità che una situazione offre, favorevoli a sé e sfavorevoli ad altri è detto:
L"'atto di tacere per nascondere qualcosa che si dovrebbe dire" è detto:
L'''azione esercitata sull'opinione pubblica per diffondere determinate idee" è detta:
La "facoltà di operare secondo la propria volontà" è detta:
Il "complesso delle idee e delle teorie relative a un argomento" è detto:
La "situazione sociale che rende nulla ogni possibilità di partecipazione" è detta:
Una "accusa inventata per screditare qualcuno" è detta:
Qual è il risultato della differenza 0,86 - 0,041?
Quanti decimetri misura un corpo della lunghezza di 112 centimetri?
Qual è il significato della seguente frase? “È stata respinta la prova della negazione della certezza che il sig. Rossi non si astiene dal manifestare avversione per il sig. Bianchi”.
Quale, dei seguenti autori italiani, ha scritto il romanzo /I fuoco?
“Tutti i giapponesi sono disciplinati. Yoko è giapponese”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
In quale Regione italiana si trova il lago Trasimeno?
La Repubblica Sociale Italiana fu fondata da Mussolini nel:
Quale Papa era a capo della Chiesa nel 1929, al momento della firma dei Patti Lateranensi?
Nella prima guerra mondiale, la più pesante sconfitta italiana fu quella di:
Se: # + 8= - #+@+ D D = 2 @=4 allora # è uguale a:
Con quale dei seguenti Stati era alleata l'Italia nella prima guerra mondiale?
AI termine della prima guerra mondiale, in Italia si parlò di "vittoria mutilata" perché:
Durante la prima guerra mondiale in quale anno le truppe italiane conquistarono Gorizia?
Durante la seconda guerra mondiale, la cosiddetta "linea gotica" attraversava la penisola italiana:
Durante la seconda guerra mondiale, dove sbarcarono gli Alleati anglo-americani dando inizio alla liberazione del territorio italiano dall'occupazione tedesca?
Durante la seconda guerra mondiale, la linea difensiva Gustav si trovava nei pressi di:
Durante la seconda guerra mondiale, in quale anno l'Italia dichiarò guerra alla Francia e alla Gran Bretagna?
In Italia, la tariffa doganale del 1887 introdusse un:
Quale tra i seguenti Presidenti della Repubblica italiana precede gli altri in ordine cronologico?
Nel 1917 , dopo la disfatta di Caporetto, a quale generale fu affidato il comando delle forze armate italiane?
Nel 1914, rispetto allo svolgersi della prima guerra mondiale, l'Italia era:
La Costituzione Italiana fu redatta:
In quale anno vennero promulgate in Italia le leggi razziali?
In Italia alle donne viene riconosciuto il pieno diritto di voto alle elezioni politiche:
Definisci i "fasci siciliani" (1891-1894):
Nel biennio 1911·1912 l'Italia combatté una guerra contro la:
Che cos'era l'asse Roma - Berlino?
La battaglia di Porta Pia marca un momento importante della storia nazionale. Quale?
La "Giovine Italia" fu fondata da:
Dopo l'armistizio con gli Alleati del settembre 1943, molti soldati italiani furono:
In quale anno ascese al trono d'Italia Umberto I?
A quale periodo storico corrisponde la cosiddetta "età giolittiana"?
Con quali Nazioni l'Italia firmò il Patto di Londra nell'aprile 1915?
Di che orientamento era il governo che, in Italia, istituì il ministero della Cultura Popolare?
Durante il primo conflitto mondiale, coloro che si arricchivano speculando sulla guerra erano detti:
Chi fu il secondo Presidente del Consiglio del Regno d'Italia?
La Costituzione italiana venne elaborata dopo la seconda guerra mondiale e la caduta del fascismo:
Nel 1877, la legge Coppino rese gratuita e obbligatoria:
In quale Regione italiana sbarcarono gli Alleati angloamericani nel luglio 1943?
Il 26 aprile 1915 venne firmato a Londra un trattato che stabiliva:
L'Italia entra in guerra nel 1940 aprendo il fronte in:
La presa di Roma da parte delle forze italiane nel 1870 iniziò con la celebre breccia di:
Nel tardo Ottocento, l'inizio dell'espansione coloniale italiana riguardò:
Quale delle seguenti città fu capitale d'Italia prima di Roma?
L'entrata in guerra dell'Italia nel1915 ebbe come causa:
Quale uomo politico italiano venne ucciso nel 1924?
Il "Patto d'acciaio" del 1939 sancì:
La "Secessione dell'Aventino" fu:
Quale dei seguenti uomini politici NON fu mai Presidente della Repubblica?
Con quale sigla sono ricordati gli organi politici territoriali creati dalla Resistenza nel 1943, al fine di coordinare il processo di liberazione nazionale?
La "Destra Storica" è stata al governo in Italia:
Quale dei seguenti fronti NON fu teatro di combattimenti delle forze armate italiane nel corso della prima guerra mondiale?
Chi era Luigi Facta?
Chi era il Capo di Stato Maggiore Italiano nel 1917, al momento della disfatta di Caporetto?
Il secondo Presidente del Consiglio del Regno d1ltalia fu:
Francesco Crispi è ministro degli Interni nel periodo:
Quale dei seguenti elementi caratterizzò le elezioni italiane del 1913?
Nel 1926 viene arrestato Antonio Gramsci. La guida del Partito Comunista d1ltalia viene assunta da:
Quando ci fu in Italia il referendum istituzionale?
I Patti Lateranensi furono stipulati nel:
In Italia, i sindacati e i partiti dei lavoratori sorsero e si svilupparono in età:
Le "radiose giornate" del maggio 1915 furono segnate da:
In quale anno Roma divenne capitale d1ltalia?
A quale anno risale la proclamazione a re d'Italia di Vittorio Emanuele Il?
Dopo la disfatta di Caporetto, avvenuta nel 1917, l'esercito italiano:
Quale ex-garibaldino fu nominato Presidente del Consiglio nel 1887?
Nel luglio 1943:
Quale fu l'area geografica nella quale, durante il periodo 1920-21, il fascismo crebbe e si affermò?
Nello stesso anno in cui Roma divenne capitale, furono approvate le:
La cessazione delle ostilità tra Italia e Austria nel 1918 avvenne il:
In quale data entrò in vigore la Costituzione della Repubblica italiana?
Il "Patto d'Acciaio" tra Germania nazista e Italia fascista fu:
A Milano, nel maggio 1898, scoppiarono tumulti popolari per protestare contro:
Come venivano chiamati, durante il ventennio fascista, i bambini dai 6 agli 8 anni che facevano parte dell'Opera Nazionale Balilla?
Quale fu il risultato di maggior novità delle elezioni politiche italiane del maggio 1921?
In quale città si svolse il congresso del Partito Socialista Italiano del 1921, durante il quale l'ala sinistra operò la scissione che diede vita al Partito Comunista d'Italia?
Francesco Crispi è ministro degli Interni nel periodo:
Quale importante avvenimento italiano risale al 1946?
Quale tra i seguenti uomini politici NON fu mai Presidente della Repubblica Italiana?
Che cosa fu promulgato nel 1804?
Quale politica economica venne adottata dai governi italiani nel decennio 1878·1887?
L'autarchia è stata una scelta di politica economica varata in Italia da:
Il"boom economico" italiano raggiunse il suo apice nel
Oal1882 al 1887 ebbe luogo, in Africa, la prima impresa di colonizzazione italiana. Quale ne fu il risultato?
In quale anno l'Italia mosse guerra alla Grecia nella seconda guerra mondiale?
Chi era il Presidente del Consiglio italiano che sottoscrisse nel 1984 il nuovo Concordato con la Chiesa cattolica?
Chi fondò nel novembre 1914 il quotidiano "Il Popolo d'Italia"?
Come si chiamò lo Stato nato in Italia nel settembre 1943 che proseguì la guerra al fianco dei tedeschi?
Cosa avviene nel 1877?
In cosa consistette la "secessione dell'Aventino" del 1924?
Nel 1876 il governo del Regno d1ltalia, con la nomina di Agostino Depretis, passò alla:
Da quali classi sociali il regime fascista ottenne il consenso più ampio?
Cosa significa la sigla CLN nel contesto italiano della seconda guerra mondiale?
L'8 settembre 1943, in Italia fu reso noto:
Quale dei seguenti sovrani fu ucciso a Monza nel 1900?
In quale anno venne assassinato Aldo Moro?
L'Italia entrò nella seconda guerra mondiale:
Che cosa regolava la legge Casati del 1859?
Quale svolta politica si verificò in Italia nel 1876 con l'avvento di Agostino Depretis al governo?
Quale delle seguenti città italiane fu liberata dagli Alleati nel giugno 1944?
In che anno Garibaldi guidò la spedizione dei Mille?
Nel 1882, anno in cui morì Garibaldi, fu anche giustiziato il patriota irredentista:
Cosa furono in Italia le "radiose giornate di maggio" nel 1915?
In che momento Roma venne annessa allo Stato Italiano?
A seguito di quale avvenimento Roma venne annessa al Regno d1ltalia?
In quale periodo venne fondata a Roma l'ANSA?
In quale anno fu firmato il Memorandum di Londra, trattato internazionale a seguito del quale, per l'ultima e definitiva volta, la città di Trieste fu annessa al territorio italiano?
Nel 1924 Fiume diventa territorio italiano a seguito del:
In quali anni furono rispettivamente creati l'Istituto Mobiliare Italiano (IMI) e l'Istituto per la Ricostruzione Industriale (lRI)?
In quale anno il partito fascista italiano arrivò al governo?
Cosa accadde all'inizio del 1887 a Dogali?
La battaglia di Vittorio Veneto dell'autunno 1918 comportò:
Che cos'è lo Statuto Albertino?
In quale periodo fu combattuta dall'Italia la guerra di Libia?
Il 25 luglio 1943, il Gran Consiglio del Fascismo mise in minoranza Mussolini. Il Re di fronte alla crisi del regime nominò Capo del Governo:
La prima guerra d'indipendenza italiana iniziò nel:
Di quale quotidiano italiano fu direttore Benito Mussolini dal 1912 al 1914?
L'8 settembre 1943 fu firmato un armistizio fra:
Nel 1871 Roma divenne capitale del Regno d'Italia, succedendo a:
Il movimento politico dell'"Uomo qualunque", animato da Guglielmo Giannini, si sviluppò in Italia:
In quale anno Roma divenne capitale d1ltalia?
Mussolini fu incaricato di formare il governo da:
L'impegno dell'Italia a partecipare alla prima guerra mondiale in cambio dell'annessione di Trentino, Tirolo meridionale, Trieste, Istria e di alcune isole della Dalmazia, fu sancito segretamente:
Nel 1943 Mussolini fu destituito e fatto arrestare. L'ordine fu impartito:
Quale tra le seguenti affermazioni riguardanti la Repubblica Sociale Italiana, è vera?
Quali territori furono annessi al Regno d'Italia in seguito alla terza guerra di indipendenza del 1866?
Vicino a quale centro laziale gli alleati anglo-americani iniziarono lo sbarco per cogliere di sorpresa la linea tedesca Gustav?
La rivoluzione parlamentare italiana del 1876, portò alla nascita di un governo guidato da:
In quale Stato intervennero le truppe sovietiche nel 1956?
Il 20 settembre è la ricorrenza:
Quale Paese venne attaccato dall'Italia il 28 ottobre 1940?
L'Italia firmò l'armistizio con gli Alleati angloamericani nel settembre del:
A chi fu affidato, nel novembre del 1935, il comando delle truppe italiane che occuparono l'Etiopia?
In quale anno venne fondato a Genova il Partito dei lavoratori italiani?
Quando, durante il fascismo, fu soppressa la Camera dei Deputati e la rappresentanza politica fu trasferita alla Camera dei Fasci e delle Corporazioni?
Dopo 1'8 settembre 1943 la Resistenza italiana si organizzò intorno al:
Quale importante avvenimento risale al 1899?
Dopo il 25 luglio 1943, il successore di Mussolini al governo fu:
Il cosiddetto "boom economico" italiano si è verificato:
Nel 1914, all'atto delle prime dichiarazioni di guerra tra nazioni europee, l'Italia:
Quale sovrano italiano regnò tra il 1878 e il 1900?
Quale dei seguenti statisti italiani ritenne nel 1920 di potersi servire dei fascisti contro l'estremismo socialista, per poi riassorbirli nella prassi parlamentare?
Subito dopo la caduta del regime fascista, fu nominato capo del governo italiano:
L'armistizio di Cass*ibile sancì:
Nella politica di Mussolini, cosa fu la "guerra parallela"?
Quale dei seguenti Paesi entrò per ultimo nella seconda guerra mondiale?
Da chi furono sottoscritti i "Patti lateranensi" del 1929?
In quale Stato si trova attualmente Caporetto, che fu teatro di una grave sconfitta dell'esercito italiano nel 1917?
Nel corso della seconda guerra mondiale, le truppe italiane non furono impegnate in territorio:
Quale papa ha pubblicato nel 18911 l'enciclica "Rerum Novarum"?
Chi divenne Capo del Governo in Italia nel 1943, dopo il 25 luglio?
Cosa accadde dopo l'approvazione dell'ordine del giorno Grandi il 25 luglio 1943?
La politica coloniale italiana iniziò:
La marcia su Roma si svolse:
Quanti uomini dell'esercito italiano, nel 1863, erano impegnati nella lotta al brigantaggio?
Nel 1861 il primo Parlamento nazionale proclamò a Torino re d'Italia:
Quanto tempo ha regnato re Umberto Il di Savoia?
Dopo la firma dell'armistizio dell'8 settembre 1943, il re e Badoglio:
Prima di essere trasferita a Roma, la capitale d1ltalia, nel 1870, era:
Quale fra i seguenti personaggi ricoprì un ruolo fondamentale nella politica italiana del primo decennio del Novecento?
Oltre che la militanza democristiana, cosa accomunava il Presidente della Repubblica Scalfaro (1992-1999) e il suo predecessore Cossiga (1985-1992)?
Durante l'età giolittiana, il sovrano italiano era:
Quale dei seguenti uomini politici NON è stato Presidente della Repubblica?
Quando furono promulgate le leggi razziali in Italia?
In quale anno avvenne la marcia su Roma?
Nel 1862 l'esercito italiano si scontrò in Aspromonte con i garibaldini e lo stesso Garibaldi rimase ferito. Quale fu il motivo dello scontro?
I"fasci siciliani" (1891-94) sono stati:
In che cosa consistette la "secessione dell'Aventino", avvenuta nel 1924?
Prima di essere trasferita a Roma, la capitale d'Italia era:
Quale importante risultato economico fu raggiunto in Italia nel 1883?
Quale importante evento della storia d'Italia si verificò 1'8 settembre 1943?
In quale anno avvenne l'elezione al soglio pontificio di Giovanni Maria Mastai Ferretti che prese il nome di Pio IX?
La guerra italo - etiopica che portò alla proclamazione dell'Impero fascista iniziò nell'anno:
In quale giorno il Gran Consiglio del Fascismo mise in minoranza Mussolini, provocando la caduta del regime?
In quali anni furono, rispettivamente, istituiti l'Istituto Mobiliare Italiano (IMI) e l'Istituto per la Ricostruzione Industriale (IRI)?
Nel periodo fra le due guerre mondiali, i "ras" erano:
Quale delle seguenti imposte colpiva le classi popolari nelle necessità alimentari di base, tanto da suscitare nel 18G8 moti di protesta in tutta Italia?
L'Italia ha dato il diritto di voto alle donne:
Quando si sono svolte in Italia le prime elezioni regionali?
Quando è stato riconosciuto il diritto di voto alle donne in Italia?
Quale dei seguenti eventi militari suggellò la vittoria italiana nella prima guerra mondiale?
In quale anno l'Italia è entrata nella prima guerra mondiale?
Alle Fosse Ardeatine, nel 1944, si consumò:
Nel 1887, fu rinnovata la Triplice Alleanza, che univa Germania, Austria e:
In quale dei seguenti anni si colloca il "biennio rosso" in Italia?
Quale sovrano italiano fu assassinato a Monza il 29 luglio 1900 da un anarchico venuto dall' America?
In quale anno il regime fascista introdusse la "tessera del pane"?
Nel 1861 , l'agricoltura nel Regno d'Italia occupava circa il:
Le prime votazioni italiane alle quali partecipò l'elettorato femminile si svolsero nel:
In quale anno si verificò l'episodio della "breccia di Porta Pia"?
Chi sostituì Luigi Salandra alla guida del governo italiano nell'estate del 1916?
Nel 1861 , la prima seduta del Parlamento del Regno d'Italia si svolse a:
Che posizione politico-diplomatica aveva l'Italia nel gennaio 1915?
In Italia, al principio del XX secolo, Luigi Sturzo fu un esponente di spicco del movimento:
Quale formazione politica nacque in seguito alla famosa scissione del congresso socialista di Livorno del 1921 ?
Cosa fu la "secessione dell' Aventino"?
Chi ricoprì nel primo ministero Mussolini la carica di ministro dell'istruzione?
Le forze alleate sbarcarono in Sicilia nel:
Quale evento fece seguito alla sconfitta italiana di Adua?
Nel 1876 il governo del Regno d1ltalia, con la nomina di Depretis, passò alla:
Quando si verificò il primo grande flusso di emigrazione italiana oltreoceano?
Quale tra i seguenti pontefici era in carica al momento della firma dei Patti Lateranensi nel 1929?
In quale data le truppe alleate sbarcarono in Sicilia?
Nell'estate 1940 l'Italia entrò in guerra attaccando:
Una delle conseguenze degli ingenti costi della guerra contro l'Austria del 1866 fu:
Il 10 luglio 1943, le truppe anglo·americane sbarcarono:
Nell'Italia post-unitaria il movimento dei "Fasci siciliani" si sviluppò nel periodo:
Il re d'Italia Umberto I fu ucciso da:
Quale fu la prima impresa bellica dell'Italia nella seconda guerra mondiale?
Quale delle seguenti città italiane insorse e cacciò i tedeschi nel 1943, prima dell'ingresso degli anglo-americani?
Quale dei seguenti Stati era neutrale nella seconda guerra mondiale?
Il 17 marzo 1861 il primo Parlamento nazionale proclamò re d'Italia:
Nel 1871, a seguito della presa di Roma avvenuta l'anno precedente, lo Stato italiano regolò unilateralmente i rapporti con la Chiesa:
Quale istituzione venne creata con il Trattato di Roma del 1957?
Quali leggi vennero promulgate in Italia nell'estate 1938?
Cosa si intende con l'espressione "svolta di Salerno"?
Allo scoppio della seconda guerra mondiale l'Italia proclamò:
Nell'eccidio delle Fosse Ardeatine furono:
Quale uomo politico italiano della Sinistra enunciò il proprio programma in un discorso tenuto a Stradella nell'ottobre 1875?
Cosa fu la "secessione dell'Aventino" del 1924?
Di quale partito politico italiano era leader Palmiro Togliatti?
Quale uomo politico fu il fondatore nel 1892 del Partito dei Lavoratori italiano?
Con la "Convenzione di settembre" del 1864, in cambio del ritiro delle truppe francesi dal Lazio, il governo italiano si impegnava a:
Come si risolse nel 1866 la prima prova impegnativa delle forze armate nazionali?
Il Trentino, l'Alto Adige, l'Istria e l'alto bacino dell'Isonzo furono ceduti dall'Austria all'Italia, al termine della prima guerra mondiale, con il trattato di:
Nel primo decennio della storia dell'Italia unita furono capitali:
Roma fu la prima capitale d'Italia?
In quale anno avvenne in Italia la "Secessione dell' Aventino"?
Nel 1935, allo scopo di realizzare l'espansione coloniale dell'Italia, Mussolini intraprese:
La cosiddetta "vittoria mutilata" destò scontento tra gli Italiani e spinse D1Annunzio a organizzare:
La disfatta di Caporetto è avvenuta nell'anno:
Quale dei seguenti personaggi divenne Capo del Governo subito dopo le dimissioni di Mussolini?
Nel 1848, a Custoza, si ebbe la sconfitta dell'esercito:
Nel 1884 fu fondata a Milano una importante società per la distribuzione di energia elettrica; quale?
Quale alternativa enumera tutti i pontefici in carica nel 1978?
Quanti anni dopo la fine della seconda guerra mondiale è entrata in vigore la Costituzione della Repubblica Italiana?
Con quali Nazioni l'Italia stipulò nel 1882 la "Triplice alleanza"?
L'Albania venne occupata dall'Italia:
In quale anno ebbe luogo la "marcia su Roma"?
Nel 1882 l'Italia firmò il trattato della Triplice alleanza; si trattava di un'alleanza:
Pertini è stato nominato Presidente della Repubblica subito dopo:
Una di queste affermazioni storiche è sbagliata. Quale?
Nel 1918, la vittoria che sancì il successo italiano sugli austriaci fu quella di:
Quando si colloca cronologicamente l'impresa dannunziana di Fiume?
Quale importante personaggio italiano occupò nel 1919 la città istriana di Fiume?
Quale Presidente del Consiglio diede inizio alla politica coloniale italiana?
A quale dei seguenti conflitti del Novecento NON ha partecipato l'Italia?
Nel 1862 si svolse uno scontro armato in Aspromonte tra i volontari garibaldini e l'esercito italiano. Quali ne furono le cause?
L'Italia entrò in guerra nel 1940 aprendo il fronte in:
Nel 1868 fu introdotta in Italia la tassa sul macinato, che doveva essere corrisposta:
Quale dei seguenti Stati era neutrale nella seconda guerra mondiale?
Quale governo guidava il Paese quando Benito Mussolini entrò per la prima volta in Parlamento?
Quale tra i seguenti personaggi riparò a Brindisi dopo l'armistizio dell'otto settembre 1943?
Quando venne approvata la Costituzione della Repubblica Italiana?
In quale anno iniziò l'occupazione militare di Fiume guidata da D'Annunzio?
In quale dei seguenti periodi ha operato l'Assemblea Costituente in Italia?
In quale città italiana fu fondata, nel 1891 , la prima Camera del lavoro?
La firma dell'armistizio tra Italia e Austria nel 1918 avvenne in:
Con quale altro nome è nota la Repubblica di Salò?
Il "patto d'acciaio" sancì:
In quale regione italiana pensarono di approdare nel 1844 i fratelli Bandiera per dare inizio a un moto rivoluzionario?
Cosa si intende con l'espressione "Soluzione finale"?
Che cosa avviene il 24 maggio 1915?
In quale dei seguenti territori italiani la "bonifica integrale" nel periodo 1931·34 raggiunse parzialmente i suoi obiettivi?
I Patti Lateranensi tra lo Stato italiano e il Vaticano furono siglati nel:
Chi era il generale a capo del 270 Corpo d'armata italiano travolto dagli Austriaci a Caporetto?
Durante l'età giolittiana, l'emigrazione italiana era diretta soprattutto verso:
Quale affermazione, tra le seguenti, riguardanti la Repubblica Sociale Italiana, è vera?
La legge Coppino del 1877 aveva come tema:
Quale dei seguenti giornali fu fondato da Benito Mussolini nel 1914 ?
Le Quattro Giornate di Napoli si ebbero nel:
In cosa consiste il fenomeno della "piemontesizzazione" dello Stato italiano, nei primi anni della sua Unità?
Filippo Turati e Antonio Labriola furono esponenti di spicco del movimento:
Dopo essersi impegnata a intervenire nel primo conflitto mondiale, l'Italia dichiarò guerra:
A metà del XIX secolo, così come all'inizio, la più popolosa città italiana era:
Mussolini fu incaricato di formare il Governo da:
Nel giugno 1940, l'Italia:
La diagonale di un cubo si ricava moltiplicando:
Quanto misura lo spigolo di un cubo di volume pari a 64 cm3?
Qual è la superficie di un cubo di lato l?
Il volume di un cubo di lato pari a 2 centimetri è uguale a:
Il volume di un cubo di lato pari a 4 centimetri è uguale a:
Quante diagonali ha un cubo?
Il volume di un cubo di lato pari a 5 centimetri è uguale a:
La superficie totale di un cubo è uguale a 0,24 m2. La diagonale del cubo è uguale a:
Siano A e B due vertici opposti di un cubo di lato 1. La minima lunghezza di un cammino sulla superficie del cubo che unisce A e B è:
Dati una sfera e un cubo di uguale volume:
Quanti centimetri misura la dimensione di un parallelepipedo con volume pari a 45 centimetri cubi se le altre dimensioni sono pari a 3 centimetri e a 5 centimetri?
Quanti centimetri misura la dimensione di un parallelepipedo con volume pari a 50 centimetri cubi se le altre dimensioni sono pari a 10 centimetri e a 5 centimetri?
Il volume di un parallelepipedo con dimensioni pari a 3 centimetri, 4 centimetri e 2 centimetri è uguale a:
Il volume di un parallelepipedo di dimensioni pari a 5 centimetri, 2 centimetri e 3 centimetri è uguale a:
Il volume di un parallelepipedo di dimensioni pari a 5, 4 e 3 centimetri è uguale a:
In un parallelepipedo rettangolo la somma delle tre dimensioni è pari a 10 metri, una dimensione è metà della maggiore e il triplo della minore. Qual è la superficie totale del parallelepipedo?
In un parallelepipedo rettangolo la somma delle tre dimensioni è 8 metri, due dimensioni sono uguali tra loro ed entrambe sono pari a un sesto della dimensione rimanente. Qual è la superficie totale del parallelepipedo?
Dato un parallelepipedo con perimetro di base pari a 33 centimetri e altezza pari a 4 centimetri, quanti centimetri quadrati vale la sua superficie laterale?
Dato un parallelepipedo con perimetro di base pari a 17 centimetri e altezza pari a 9 centimetri, quanti centimetri quadrati vale la sua superficie laterale?
Dato un parallelepipedo con perimetro di base pari a 21 centimetri e altezza pari a 6 centimetri, quanti centimetri quadrati vale la sua superficie laterale?
Quanto vale il volume di un parallelepipedo rettangolo, se i suoi spigoli misurano, rispettivamente, 7 dm, 8 dm e10dm?
Dato un parallelepipedo con perimetro di base pari a 9 centimetri e altezza pari a 18 centimetri, quanti centimetri quadrati vale la sua superficie laterale?
In ogni parallelepipedo rettangolo:
Quanti centimetri misura la dimensione di un parallelepipedo con volume pari a 48 centimetri cubi se le altre dimensioni sono pari a 3 centimetri e 8 centimetri?
Qual è il volume della piramide di area di base A e altezza h?
Qual è il volume V di una piramide di altezza h e area di base A?
Una piramide retta con base quadrata ha spigolo di base pari a 3 cm e altezza pari a 10 cm. Il suo volume è uguale a:
La somma del lato di base e dell’altezza di una piramide quadrangolare regolare è 4 metri e l’altezza è il triplo del lato di base. Determinare il volume della piramide.
Una piramide di volume Vedi area di base A ha altezza h uguale a:
Qual è il volume di un prisma di area di base A e altezza h?
Dato un prisma con volume pari a 506 centimetri cubi e altezza pari a 23 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua area di base?
Dato un prisma con volume pari a 532 centimetri cubi e altezza pari a 28 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua area di base?
Dato un prisma con volume pari a 442 centimetri cubi e altezza pari a 17 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua area di base?
Dato un prisma con volume pari a 400 centimetri cubi e altezza pari a 16 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua area di base?
Dato un prisma con volume pari a 480 centimetri cubi e altezza pari a 20 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua area di base?
Dato un prisma con volume pari a 460 centimetri cubi e altezza pari a 20 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua area di base?
Dato un prisma con volume pari a 392 centimetri cubi e altezza pari a 14 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua area di base?
Dato un prisma con volume pari a 520 centimetri cubi e altezza pari a 26 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua area di base?
Dato un prisma con volume pari a 544 centimetri cubi e altezza pari a 32 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua area di base?
Dato un prisma con volume pari a 522 centimetri cubi e altezza pari a 29 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua area di base?
Un prisma retto e una piramide retta hanno la stessa base, ma l’altezza del prisma è la metà dell’altezza della piramide. Indicando con V il volume del prisma e con Z quello della piramide, si può affermare che:
Prende il nome di diedro ciascuna delle due parti in cui lo spazio viene diviso da due:
Due diedri si dicono “equivalenti” quando:
L'Impero eurasiatico creato dai mongoli di Gengis Khan e dei suoi successori raggiunse la sua massima estensione nel 1260: in quell'anno Qubilai, nipote di Gengis Khan, aveva completato la conquista della Cina ed era diventato il quinto Gran Khan dei mongoli. L'espansione mongola era stata arrestata militarmente solo dai Mamelucchi egiziani, mentre il suo stesso gigantismo le aveva impedito di andare oltre occasionai i scorrerie nel sultanato musulmano di Delhi e nella valle del Danubio. I mongoli erano penetrati in Polonia nel febbraio 1241 e avevano sbaragliato l'esercito tedesco-polacco. Erano poi entrati in Ungheria, avevano saccheggiato Pest e si erano diretti su Vienna risalendo il Danubio: quindi avevano piegato verso sud, raggiungendo l'Adriatico a Spalato nel marzo 1242. Tre anni e mezzo dopo partiva la prima missione indirizzata alla conversone dei Khan. Il tentativo di Giovanni di Pian del Carpi ne (1245-47) fallì, come pure quelli compiuti in seguito da altri francescani, ma aprì la strada alle relazioni commerciali fra l'Europa e l'Estremo Oriente, cominciate con i viaggi dei Polo in Cina nel 1261 e 1271. L'unità della dominazione mongola venne meno dopo la morte di Qubilai, nel 1291. AI suo posto sorsero quattro Khanati: quello degli Yuan in Cina e Mongolia; quello di Chagatai nella regione delle maggiori città carovaniere della via della seta; quello degli IIkhan in Iran e Iraq; quello dell'Orda (cioè accampamento di tende) d'Oro nella Russia meridionale.-------I commerci tra Europa ed Estremo Oriente:
Ruotando nello spazio di un giro completo un trapezio rettangolo attorno al lato che rappresenta la sua altezza, si ottiene:
Dato un rettangolo di lati 3 cm e 4 cm, la diagonale misura:
Qual è l’angolo supplementare di 45°?
Dato un rettangolo di lati a e b, la diagonale misura:
Qual è l’ampiezza dell’angolo che si ottiene sottraendo 85° a un angolo giro?
Qual è l’ampiezza dell’angolo che si ottiene addizionando 45° a un angolo piatto?
Quanto misura il raggio di una circonferenza lunga 12,56 cm?
Quanto misura il raggio di un cerchio di area uguale a 6,28 cm2?
Quanto misura il diametro il cui cerchio ha area uguale a 12,56 cm2?
Quanto misura l’area di un cerchio la cui circonferenza è lunga 6,28 cm?
Il prodotto di due traslazioni è:
L’affermazione: “Se due figure si corrispondono in una simmetria assiale o in una simmetria centrale, a punti allineati su una figura corrispondono punti allineati sull’altra”:
Un triangolo ABC ha l’angolo in A di 130’. Allora
Un angolo alla circonferenza “a” e un angolo al centro “b” che insistono sullo stesso arco di circonferenza sono:
Si definisce incentro di un triangolo:
In una trasformazione geometrica, la similitudine studia figure che hanno:
Due triangoli sono simili quando hanno:
Quanto misura l’area di un rettangolo con base uguale a 5 cm e altezza doppia rispetto alla base?
Quanto misura l’area di un rettangolo con base uguale a 6 cm e altezza pari a un terzo della base?
Quanto misura il perimetro di un rettangolo con base uguale a 4 cm e altezza pari al triplo della base?
Quanto misura il perimetro di un rettangolo con base uguale a 8 cm e altezza pari a un quarto della base?
Quanto misura l’altezza di un rettangolo con base uguale a 5 cm e area uguale a 30 cm2?
Quanto misura l’altezza di un rettangolo con base uguale a 10 cm e perimetro uguale a 24 cm?
Quanto misura l’area di un trapezio con base maggiore uguale a 10 cm, base minore uguale a 4 cm e altezza pari al doppio della base minore?
Quanto misura l’area di un trapezio con base maggiore pari al triplo della base minore, base minore uguale a 2 cm e altezza uguale a 8 cm?
Quanto misura l’area di un trapezio con base maggiore e altezza uguali tra loro e pari a 10 cm, base minore uguale a 5 cm?
Quanto misura l’area di un trapezio con somma delle basi uguale a 7 cm e altezza uguale a 4 cm?
Quanto misura l’altezza di un trapezio con somma delle basi uguale a 9 cm e area uguale a 36 cm2?
Quanto misura la somma delle basi di un trapezio con altezza uguale a 4 cm e area uguale a 12 cm2?
Quanto misura l’altezza di un trapezio con base maggiore uguale a 5 cm, base minore uguale a 4 cm e area uguale a 45 cm2?
Quanto misura la base minore di un trapezio con base maggiore uguale a 7 cm, altezza uguale a 6 cm e area uguale a 30 cm2?
Quanto misura l’area di un triangolo isoscele con base uguale a 12 cm e altezza pari a un terzo della base?
Quanto misura l’area di un triangolo isoscele con base uguale a 4 cm e altezza pari al doppio base?
Quanto misura l’altezza di un triangolo isoscele con base uguale a 50 mm e area uguale a 20 cm2?
Quanto misura la base di un triangolo isoscele con altezza uguale a 30 mm e area uguale a 18 cm2?
Quanto misura il perimetro di un triangolo isoscele con lato obliquo uguale a 5 cm e base uguale a 6 cm?
Quanto misura la base di un triangolo isoscele con lato obliquo uguale a 10 cm e perimetro uguale a 36 cm?
Quanto misura l’area di un triangolo rettangolo con cateti uguali tra loro e pari a 4 cm?
Quanto misura l’area di un triangolo rettangolo con un cateto uguale a 6 cm e l’altro cateto pari alla metà del primo?
Quanto misura il secondo cateto di un triangolo rettangolo con primo cateto uguale a 3 cm e ipotenusa uguale a 5 cm?
Quanto misura il secondo cateto di un triangolo rettangolo con primo cateto uguale a 6 cm e ipotenusa uguale a 9 cm?
Quanto misura il secondo cateto di un triangolo rettangolo con il primo cateto uguale a 3 cm e area uguale a 6 cm2?
Quanto misura l’ipotenusa di un triangolo rettangolo con cateti lunghi rispettivamente 4 cm e 6 cm?
Quanti vertici ha un parallelogramma?
Quanti vertici ha un trapezio isoscele?
Quanti vertici ha un trapezio scaleno?
Quanti vertici ha un trapezio rettangolo?
Quanti vertici ha un ottagono?
Quanti vertici ha un ennagono?
Quanto misura l’area di un quadrato di lato pari a 7 cm?
Quanto misura approssimativamente l’area di un cerchio con diametro uguale a 2 cm?
Quanto misura approssimativamente l’area di un cerchio con raggio uguale a 2 cm?
Quanto misura approssimativamente la lunghezza della circonferenza di diametro uguale a 3 cm?
Quanto misura approssimativamente la lunghezza della circonferenza di raggio uguale a 1 cm?
Due angoli la cui somma è 180° si dicono:
Due angoli la cui somma è 360° si dicono:
Ad un angolo alla circonferenza di 30° corrisponde un angolo al centro pari a:
Ad un angolo al centro di 90° corrisponde un angolo alla circonferenza pari a:
In un qualsiasi triangolo rettangolo la mediana relativa all’ipotenusa è:
Nella geometria euclidea, due rette non parallele:
In geometria, la parola “sessagesimale” è riferibile a:
Qual è la circonferenza del cerchio di raggio r?
Il perimetro di un ettagono di lato x vale:
Quanto misura il cateto di un triangolo rettangolo avente l’ipotenusa e l’altro cateto di lunghezza rispettivamente uguale a 5 cm e 4 cm?
Quanti cm2 misura il quadrato costruito sull’ipotenusa di un triangolo rettangolo con cateti pari a 2 cm e 4 cm?
Quanti vertici ha un pentagono?
L’altezza della zona sferica e del segmento sferico a due basi corrispondente è:
Quanto misurano base e altezza di un rettangolo con area uguale a 20 cm2 e perimetro uguale a 24 cm?
Quanto misurano base e altezza di un rettangolo con area uguale a 3 cm2 e perimetro uguale a 8 cm?
Dato un rettangolo di base uguale a 8 cm e diagonale uguale a 10 cm, l’altezza misura:
Dato un rettangolo di altezza uguale a 12 cm e diagonale uguale a 15 cm, l’altezza misura:
Quanto misura il perimetro di un trapezio isoscele con base maggiore uguale a 10 cm, base minore e lato uguali tra loro e pari a 6 cm?
Quanto misura il lato obliquo di un trapezio isoscele con differenza delle basi pari a 6 cm e altezza uguale a 4cm?
Quanto misura l’altezza di un trapezio isoscele con differenza delle basi pari a 12 cm e lato uguale a 10 cm?
Qual è l’area del cerchio di diametro d?
Quanto misura il perimetro di un trapezio isoscele con base maggiore uguale a 30 cm, base minore uguale a 18 cm e altezza uguale a 8 cm?
Quanto misura l’altezza di un trapezio isoscele con base maggiore uguale a 12 cm, base minore uguale a 4 cm e lato uguale a 5 cm?
Quanto misura l’altezza di un trapezio isoscele con base maggiore uguale a 20 cm, base minore uguale a 12 cm e perimetro uguale a 42 cm?
Detto c il cateto di un triangolo rettangolo isoscele, quanto vale il rapporto tra area e perimetro dello stesso?
Detto c il cateto di un triangolo rettangolo isoscele, quanto vale il rapporto tra perimetro e area dello stesso?
Quanto misura il lato obliquo di un triangolo isoscele con altezza uguale a 3 cm e base uguale a 8 cm?
Quanto misura l’altezza di un triangolo isoscele con lato obliquo uguale a 10 cm e base uguale a 12 cm?
Quanto misura l’area di un triangolo isoscele con base uguale a 8 cm e perimetro uguale a 18 cm?
Quanto misura l’area di un triangolo rettangolo con un cateto uguale a 6 cm e ipotenusa uguale a 10 cm?
Quanto misura il perimetro di un triangolo rettangolo con un cateto uguale a 3 cm e ipotenusa uguale a 5 cm?
Quanto misura l’ipotenusa di un triangolo rettangolo con un cateto uguale a 8 cm e perimetro uguale a 24 cm?
Quanto misura il perimetro di un triangolo rettangolo con un cateto uguale a 4 cm e area uguale a 6 cm2?
Dato un triangolo scaleno ABC si può affermare che:
In un qualsiasi triangolo ogni angolo esterno è:
Quanti centimetri quadrati misura l’area di un triangolo avente base di lunghezza pari a 0,16 m e altezza pari a 2 cm?
Quanti centimetri quadrati misura l’area di un triangolo rettangolo con cateti di lunghezza rispettivamente pari a 1 dm e a 8 cm?
Il luogo geometrico dei punti del piano equidistanti da un punto fisso dicesi:
Quanti decimetri quadrati misura la superficie di un triangolo con base pari a 30 cm e altezza pari a 20 cm?
Quanto misura l’area di un triangolo rettangolo con cateti di lunghezza pari a 5 cm e 4 cm?
Quanto misura l’area di un triangolo rettangolo con cateti di lunghezza pari a 5 cm e 10 cm?
Quanto misura il cateto di un triangolo rettangolo che ha area pari a 12 cm2 e l’altro cateto lungo 3 cm?
Quanto misura la base di un parallelogrammo avente area uguale a 63 cm2 e altezza relativa alla base pari a 9cm?
Quanto misura l’altezza di un trapezio avente area uguale a 54 cm2 e somma delle due basi pari a 9 cm?
Quanto misura la base di un triangolo che ha area pari a 18 centimetri quadrati e l’altezza relativa alla base lunga 0,9 dm?
Se un angolo alla circonferenza misura 15°, allora il corrispondente angolo al centro misura:
Si definisce bari centro di un triangolo:
Per un triangolo isoscele, quale delle seguenti affermazioni è FALSA?
Un pezzo di alluminio ha la forma di un parallelepipedo rettangolo e dimensioni che misurano rispettivamente centimetri 10; 15; 21. Sapendo che il peso specifico dell’alluminio è 2,7 g/cm3, quanto pesa il pezzo?
Qual è l’ampiezza dell’angolo che si ottiene sottraendo 45° a un angolo giro?
L’area di un rettangolo è uguale a 48 cm2. Sapendo che la base misura 8 cm, quanto misura l’altezza?
Quanto misura l’area di un triangolo rettangolo con cateti di lunghezza pari a 7 cm e 6 cm?
L’area di un rettangolo è uguale a 42 cm2. Se la lunghezza della base è uguale a 6 cm, quanto misura l’altezza?
Quanto misura l’area di un trapezio isoscele con somma delle basi pari a 14 cm e altezza uguale a 2 cm?
Quanto misura l’area di un trapezio rettangolo con somma delle basi pari a 20 cm e altezza uguale a 5 cm?
Quanto misura la circonferenza il cui cerchio ha area uguale a 12,56 cm2?
Il bari centro di un triangolo è il punto di intersezione:
L’ortocentro di un triangolo è il punto di intersezione:
Il circoncentro di un triangolo è il punto di intersezione:
Per due punti distinti dello spazio passa:
Per tre punti distinti dello spazio passa:
Quale tra le seguenti è condizione necessaria e sufficiente affinché una retta sia esterna a una circonferenza?
Quale tra le seguenti è condizione necessaria e sufficiente affinché una retta sia interna a una circonferenza?
Quale tra le seguenti è condizione necessaria e sufficiente affinché una retta sia tangente a una circonferenza?
Gli angoli opposti di qualsiasi quadrilatero inscrivibile in una circonferenza sono:
Due superfici aventi la stessa estensione si dicono:
Quale delle seguenti proprietà è FALSA se riferita ai triangoli equilateri?
Quale delle seguenti proprietà è FALSA se riferita ai triangoli isosceli?
Ogni angolo alla circonferenza è:
Quanto misura all’incirca il raggio di una circonferenza di lunghezza pari a 3,14 centimetri?
Quanto misura all’incirca il raggio di una circonferenza di lunghezza pari a 6,28 centimetri?
Quanto misura all’incirca il diametro di una circonferenza di lunghezàza pari a 6,28 centimetri?
Ogni parallelogramma circoscritti bile a una circonferenza è un:
Se il diametro di un cerchio è di 106 mm, il suo raggio risulta:
Se il diametro di un cerchio è di 105 mm, il suo raggio risulta:
Se il diametro di un cerchio è di 1012 mm, il suo raggio risulta:
Tra le seguenti figure geometriche, è un intruso:
Due triangoli rettangoli sono congruenti se, oltre all’angolo retto, hanno ordinatamente congruenti:
Se un angolo alla circonferenza a insiste su un angolo al centro che misura 140°, allora si può concludere che:
Quale delle seguenti entità geometriche non può essere associata a una sfera?
Qual è la circonferenza del cerchio di raggio r?
Qual è l’area del triangolo rettangolo isoscele di cateti l?
L’intersezione di tre piani nello spazio NON può mai essere uguale a:
Qual è l’area laterale del cilindro di raggio r e altezza h?
Qual è l’area del triangolo rettangolo che si ottiene dividendo un quadrato di lato I tramite una sua diagonale?
Come si chiama l’intersezione delle bisettrici di un triangolo?
Dove si trova il centro del cerchio inscritto in un triangolo?
Dove si trova il centro del cerchio circoscritto a un triangolo?
Quanti assi di simmetria ha il quadrato?
Considerare tre rette parallele r, s, t e applicare successivamente le simmetrie assiali. Rispetto alle rette r, s, t si ottiene una:
Se l’area di un cerchio è 4P metri quadrati, quanto misura la lunghezza della circonferenza del cerchio?
Quanti centimetri misura una circonferenza di raggio pari a 2 centimetri?
Dati tre punti qualsiasi A, B, C nel piano:
Qual è l’area della superficie laterale S di un cilindro circolare retto di altezza h e raggio di base r?
Qual è il volume di una sfera contenuta in un cubo e perfettamente tangente alle sei facce del cubo?
Quale dei seguenti triangoli, dei quali si danno le misure dei lati, è rettangolo?
Determinare le misure degli angoli di un triangolo isoscele avente angolo al vertice pari a 36°.
Quanto misura il diametro di una circonferenza lunga 2P centimetri?
Quanto misura il raggio di una circonferenza lunga 8P centimetri?
Quanto misura il diametro di una circonferenza lunga 20P centimetri?
Un bacino di raccolta ha la forma di un parallelepipedo rettangolo con le dimensioni interne rispettivamente di metri 25; 40; 140. Quante tonnellate d’acqua può contenere?
Dati in un piano una retta e un punto non appartenente ad essa, quante circonferenze risultano tangenti alla retta e passanti per il punto?
Sapendo che la Luna compie una rivoluzione completa intorno alla Terra in 28 giorni e supponendo che l’orbita sia perfettamente circolare con raggio pari a circa 385 mila chilometri, quanta strada percorre la Luna in 24 ore?
Dato un triangolo scaleno con base pari a 23 centimetri e altezza pari a 12 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 16 decimetri quadrati e altezza pari a 5 decimetri?
Quanto valgono rispettivamente la superficie totale e il volume di una sfera il cui raggio misura 3 cm?
Dato un triangolo qualunque di base b e altezza h e tracciata la retta parallela a b, passante per il punto medio di h, il rapporto tra l’area del triangoli no e l’area del trapezio che si vengono a formare è:
Dato un quadrilatero, il quadrilatero che ottengo unendo i punti medi dei lati è:
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo avente area pari a 18 centimetri quadrati e base pari a 0,3 dm?
Quanti millimetri misura la base di un triangolo avente area pari a 0,8 centimetri quadrati e altezza pari a 4 cm?
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo di area pari a 2,4 decimetri quadrati e base pari a 40 cm?
Quanti centimetri misura il cateto di un triangolo rettangolo di area pari a 1.000 millimetri quadrati se l’altro cateto misura 5 cm?
Quanti centimetri misura il cateto di un triangolo rettangolo di area pari a 2.000 millimetri quadrati se l’altro cateto misura 40 cm?
Quanti centimetri misura la base di un triangolo avente area pari a 48 centimetri quadrati e altezza pari a 0,6 dm?
Quanti centimetri misura la base di un triangolo avente area pari a 48 centimetri quadrati e altezza pari a 0,8 dm?
Quanti centimetri misura la base di un triangolo avente area pari a 48 centimetri quadrati e altezza pari a 1,2 dm?
Quanti centimetri misura la base di un triangolo avente area pari a 48 centimetri quadrati e altezza pari a 2,4 dm?
In un qualsiasi triangolo rettangolo l’altezza relativa all’ipotenusa è:
Un cono e una piramide aventi basi equivalenti e altezze di uguallunghezza sono:
Quanto misura il cateto di un triangolo rettangolo isoscele la cui ipotenusa vale 4 cm?
Tracciato un angolo di vertice V, si punti in V il compasso con apertura a piacere e si tracci l’arco di circonferenza che interseca i lati dell’angolo nei punti A e B. Con la stessa apertura del compasso, puntando successivamente in A e in B, si traccino i due piccoli archi che si intersecano nel punto C interno all’angolo. Cosa rappresenta il segmento VC così individuato?
Lungo il perimetro di una palestra si prevede di disporre degli attrezzi a distanza di 3 metri I’uno dall’altro. Quanti attrezzi in più sono necessari per una palestra quadrata di area quadrupla rispetto a un’altra palestra quadrata che ha il perimetro pari a 90 metri?
In geometria solida esiste un teorema che afferma che: “Piramidi aventi equivalenti le basi e congruenti le altezze sono equivalenti”. Tale teorema è conseguenza del principio di:
Sezionando un cono con un piano perpendicolare al suo asse, si ottiene:
Come si chiama l’intersezione delle altezze di un triangolo?
Una sfera ha diametro uguale a 60 mm. Il suo volume è pari a:
L’ipotenusa di un triangolo rettangolo che ha i cateti lunghi 5 dm e 12 dm è:
Se due triangoli rettangoli sono simili tra loro, con rapporto di similitudine pari a 3, allora le rispettive aree stanno tra loro in rapporto uguale a:
In generale, due figure si dicono simili se:
Due triangoli isosceli sono simili quando:
Se in un triangolo isoscele un angolo vale 80°, allora uno dei rimanenti angoli vale:
Qual è il volume della sfera di raggio r?
Il triangolo di lati 5, 12, 14 cm:
Quanti cm2 misura il quadrato costruito sull’ipotenusa di un triangolo rettangolo con cateti pari a 3 cm e 4 cm?
Il prodotto di due simmetrie assiali ad assi incidenti dà luogo a:
Le diagonali di un trapezio isoscele si incontrano a 3/5 dell’altezza. Qual è il rapporto tra la base maggiore e la base minore?
Qual è l’espressione corretta della formula di Erone, che consente di calcolare l’area di un triangolo note le misure (a, b, c) dei suoi lati e il semiperimetro (p)?
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 5 decimetri quadrati e altezza pari a 17 decimetri?
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 6 decimetri quadrati e altezza pari a 16 decimetri?
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 7 decimetri quadrati e altezza pari a 15 decimetri?
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 13 decimetri quadrati e altezza pari a 7 decimetri?
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 14 decimetri quadrati e altezza pari a 9 decimetri?
La parte di superficie sferica compresa tra due semicirconferenze massime aventi lo stesso diametro si chiama:
L’area della superficie laterale di un tronco di piramide retta si ottiene moltiplicando:
La superficie di una sfera è equivalente alla superficie:
Un poliedro è un solido limitato da più poligoni:
Un piano nello spazio è individuato da:
Un cilindro circolare retto è circoscritto a una sfera (ovvero le è tangente lungo l’equatore e ai due poli). Se, mantenendo le mutue posizioni, si raddoppia il raggio della sfera:
In una pianta in scala 1 : 50 una stanza quadrata ha area pari a 36 cm2. Quanti metri è realmente lungo un lato della stanza?
Nello spazio, per un punto esterno a un piano, quanti piani perpendicolari al piano è possibile condurre?
Quale tra i seguenti NON è un punto notevole del triangolo?
Sono date due sfere di raggi rispettivamente R1, R2 e superfici S1, S2. Se R1/ R2 = 4 allora il rapporto S1/ S2 vale:
Se si ha una sfera e un cubo di uguale volume, la superficie della sfera è:
Qual è l’area del triangolo rettangolo di cateto minore l e un angolo di 30°?
Quale delle seguenti entità geometriche non può essere costruita con riga e compasso?
Una goccia sferica di mercurio di raggio R viene suddivisa in otto goccioli ne di raggio Rl2. Il rapporto superficie/volume del sistema diventa:
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 9 decimetri quadrati e altezza pari a 13 decimetri?
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 10 decimetri quadrati e altezza pari a 12 decimetri?
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 11 decimetri quadrati e altezza pari a 11 decimetri?
Sono dati due triangoli X e Y, con X equilatero di lato a e Y isoscele di lato obliquo a. Quale tra le seguenti affermazioni è vera?
Sono dati due lati e un angolo (non necessariamente quello compreso fra i due lati) di un triangolo. Quanti sono i triangoli che soddisfano i dati forniti?
La somma delle ampiezze delle facce di un angoloide è:
Gli angoli di un triangolo sono direttamente proporzionali ai numeri 3, 4, 5. Calcolare l’ampiezza di ciascun angolo.
Qual è la distanza angolare (cioè in gradi, primi e secondi) fra due punti della superficie terrestre, appartenenti a uno stesso parallelo e le cui longitudini sono rispettivamente 21 ° 311 23” Est e 56° 291 45” Est?
La differenza tra il volume di un cilindro di altezza 2r e raggio r e il volume della sfera inscritta di uguale raggio è:
I lati di un triangolo con perimetro pari a 18 cm sono direttamente proporzionali ai numeri 3, 4, 5. Calcolare la lunghezza di ciascun lato.
Si definisce poligono:
Cosa rappresentano l’ascissa e l’ordinata di un punto?
Il punto d’intersezione delle bisettrici di un triangolo prende il nome di:
Componendo nel piano due simmetrie assiali si ottiene:
Oltre (3,4,5) le terne pitagoriche esistenti sono:
Quanti centimetri quadrati misura il quadrato costruito sul cateto di un triangolo rettangolo con ipotenusa pari a 5 centimetri e l’altro cateto pari a 4 centimetri?
Quanti centimetri misura una circonferenza di diametro pari a 8 centimetri?
L’area di un triangolo scaleno, la cui base e la cui altezza relativa misurano rispettivamente 16 centimetri e 26 centimetri, è uguale a:
L’area di un triangolo scaleno, la cui base e la cui altezza relativa misurano rispettivamente 18 centimetri e 22 centimetri, è uguale a:
L’area di un triangolo scaleno, la cui base e la cui altezza relativa misurano rispettivamente 18 centimetri e 24 centimetri, è uguale a:
L’area di un triangolo scaleno, la cui base e la cui altezza relativa misurano rispettivamente 34 centimetri e 14 centimetri, è uguale a:
L’area di un triangolo scaleno, la cui base e la cui altezza relativa misurano rispettivamente 28 centimetri e 18 centimetri, è uguale a:
L’area di un triangolo scaleno, la cui base e la cui altezza relativa misurano rispettivamente 22 centimetri e 14 centimetri, è uguale a:
L’area di un triangolo scaleno, la cui base e la cui altezza relativa misurano rispettivamente 38 centimetri e 14 centimetri, è uguale a:
Due angoli la cui somma è 90° si dicono:
Indicare a quale delle seguenti rette appartiene il punto P(2, 1).
Quale dei seguenti triangoli, dei quali si danno le misure dei lati, è rettangolo?
Si consideri un trapezio isoscele la cui altezza misura 3 cm, la somma delle basi vale 36 cm e la loro differenza 8 cm. Quanto vale il perimetro del trapezio?
Quanto misura l’ipotenusa di un triangolo rettangolo avente i cateti di lunghezza uguale a 6 centimetri e 8 centimetri?
Qual è la quantità massima di acqua che può essere contenuta in un recipiente cilindrico con area di base pari a 8 decimetri quadrati e altezza pari a 14 decimetri?
Quanti centimetri misura il cateto di un triangolo rettangolo, se il quadrato costruito sull’ipotenusa è pari a 10 centimetri quadrati e l’altro cateto è pari a 3 centimetri?
Quanto misura l’ipotenusa di un triangolo rettangolo avente i cateti di lunghezza rispettivamente uguale a 60 centimetri e 80 centimetri?
Una sfera ha volume V. Se il suo raggio si dimezza, allora il nuovo volume V’ è legato a V da quale relazione?
Si chiama “similitudine piana” ogni corrispondenza biunivoca fra i punti del piano che trasforma:
Quanti centimetri misura l’altezza di un cono con volume pari a 10 centimetri cubi se l’area di base è pari a 10 centimetri quadrati?
Quanti centimetri misura il cateto di un triangolo rettangolo, se il quadrato costruito sull’ipotenusa è pari a 13 centimetri quadrati e l’altro cateto è pari a 2 centimetri?
Quanti centimetri misura il raggio di una sfera con volume pari a 36 pi greco centimetri cubi?
Quanto misura l’ipotenusa di un triangolo rettangolo avente i cateti di lunghezza rispettivamente uguale a 3 centimetri e 4 centimetri?
Quale dei seguenti punti NON giace sulla retta di equazione y = 2x + 1?
Quale dei seguenti punti NON giace sulla retta di equazione y = 2x + 1?
Quanti centimetri misura una circonferenza di diametro pari a 10 centimetri?
Quanti centimetri misura una circonferenza di diametro pari a 9 centimetri?
Quanti centimetri misura una circonferenza di diametro pari a 6 centimetri?
Quanti centimetri misura una circonferenza di diametro pari a 7 centimetri?
Due angoli consecutivi:
Qual è l’ampiezza dell’angolo che si ottiene sottraendo 65° a un angolo piatto?
Qual è l’ampiezza dell’angolo che si ottiene sottraendo 65° a un angolo giro?
Qual è l’ampiezza dell’angolo che si ottiene sottraendo 75° a un angolo giro?
Qual è l’ampiezza dell’angolo che si ottiene sottraendo 75° a un angolo piatto?
Qual è l’ampiezza dell’angolo che si ottiene addizionando 25° a un angolo piatto?
Qual è l’ampiezza dell’angolo che si ottiene addizionando 35° a un angolo piatto?
Qual è l’ampiezza dell’angolo che si ottiene addizionando 65° a un angolo piatto?
Quanto misura l’area di un rettangolo che ha un lato lungo 6 centimetri e l’altro lungo 3 centimetri?
Quanto misura l’area di un rettangolo che ha un lato lungo 8 centimetri e l’altro lungo 3 centimetri?
Quanto misura l’area di un rettangolo che ha un lato lungo 8 centimetri e l’altro lungo 4 centimetri?
Quanto misura l’area di un rettangolo che ha un lato lungo 5 centimetri e l’altro lungo 4 centimetri?
Qual è l’angolo supplementare di 60°?
Qual è l’angolo supplementare di 25°?
Quanto misura il lato di un quadrato di area uguale a 64 centimetri quadrati?
Quanto misura il lato di un quadrato di area uguale a 16 centimetri quadrati?
L’angolo supplementare di 71 ° è pari a:
Qual è l’angolo supplementare di 120°?
Quanto misura il lato di un quadrato di area uguale a 36 centimetri quadrati?
Qual è l’angolo supplementare di 100°?
Quanto misura il lato di un quadrato di area uguale a 9 centimetri quadrati?
Qual è l’angolo supplementare di 80°?
Quanti centimetri misura la base di un parallelogramma se la sua area è pari a 96 centimetri quadrati e l’altezza relativa alla base è pari a 12 centimetri?
Quanti centimetri quadrati misura l’area di base di un cilindro con volume pari a 90 centimetri cubi se l’altezza è pari a 30 centimetri?
Quanti centimetri quadrati misura l’area di un trapezio con somma delle basi pari a 54 centimetri e altezza uguale a 6 centimetri?
Quanti centimetri misura l’altezza di un trapezio di area pari a 40 centimetri quadrati e somma delle basi pari a 10 centimetri?
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo di area pari a 14 centimetri quadrati e base pari a 0,02 m?
Quanti centimetri misura l’altezza di un trapezio rettangolo di area pari a 16 centimetri quadrati se la somma delle basi misura 8 centimetri?
Quanti centimetri misura la somma delle basi di un trapezio isoscele di area pari a 24 centimetri quadrati se l’altezza misura 8 centimetri?
Quanto misura all’incirca il raggio di un cerchio di area pari a 3,14 centimetri quadrati?
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo di area pari a 12 centimetri quadrati e base pari a 0,03 m?
Quanti centimetri quadrati misura l’area di un triangolo rettangolo con i cateti di lunghezza rispettivamente pari a 12 cm e a 0,5 dm?
Tutti gli angoli alla circonferenza, che insistono sullo stesso arco, sono:
L’angolo complementare di 87° è pari a:
Qual è l’angolo supplementare di 30°?
Qual è l’angolo supplementare di 90°?
Quanti decimetri quadrati misura la superficie di un triangolo con base pari a 30 cm e altezza pari a 90 cm?
Quanti centimetri quadrati misura l’area di un triangolo rettangolo con cateti di lunghezza rispettivamente pari a 1 dm e a 6 centimetri?
Quanti decimetri quadrati misura la superficie di un triangolo con base pari a 20 cm e altezza pari a 40 cm?
Quanti decimetri quadrati misura la superficie di un triangolo con base pari a 30 cm e altezza pari a 50 cm?
Quanti decimetri quadrati misura la superficie di un triangolo con base pari a 50 cm e altezza pari a 70 cm?
Quanti decimetri quadrati misura la superficie di un triangolo con base pari a 10 cm e altezza pari a 20 cm?
Quanti centimetri quadrati misura l’area di un triangolo rettangolo con cateti di lunghezza rispettivamente pari a 13 cm e a 0,5 dm?
Quanto misura il raggio di una circonferenza lunga 14P centimetri?
Quanto misura il diametro di una circonferenza lunga 4P centimetri?
Quanto misura il diametro di una circonferenza lunga 6P centimetri?
Quanto misura il raggio di una circonferenza lunga 6P centimetri?
Quanto misura il raggio di una circonferenza lunga 16P centimetri?
Quanto misura il raggio di una circonferenza lunga 18P centimetri?
Quanto misura il raggio di una circonferenza lunga 22P centimetri?
Un triangolo è detto ottusangolo quando ha:
Triplicando l’area di un quadrato la cui area è 4 cm2, la stessa area risulterà:
Dato un cilindro con raggio di base pari a 25 centimetri e altezza pari a 3 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie laterale?
Dato un cilindro con raggio di base pari a 23 centimetri e altezza pari a 5 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie laterale?
Dato un cilindro con raggio di base pari a 25 centimetri e altezza pari a 8 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie laterale?
Dato un cilindro con raggio di base pari a 17 centimetri e altezza pari a 3 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie laterale?
Quanti centimetri misura il diametro di una sfera con volume pari a 36P centimetri cubi?
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo di area pari a 40 centimetri quadrati e base pari a 2 dm?
Qual è il rapporto fra l’area di un cerchio di raggio unitario e l’area del quadrato inscritto?
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo di area pari a 150 centimetri quadrati e base pari a 3 dm?
Il rapporto tra valore dell’area del cerchio e lunghezza della circonferenza è:
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo di area pari a 150 centimetri quadrati e base pari a 5 dm?
Qualsiasi triangolo che sia inscritto in un cerchio e abbia un lato coincidente con un diametro dello stesso è:
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo di area pari a 180 centimetri quadrati e base pari a 6 dm?
Quanto misura all’incirca l’area di un cerchio con diametro di lunghezza pari a 2 centimetri?
Quanto misura all’incirca il diametro di un cerchio di area pari a 3,14 centimetri quadrati?
Il rapporto tra le aree di due poligoni simili è uguale al rapporto tra:
Ogni parallelogramma inscrittibile in una circonferenza è un:
Nello spazio a tre dimensioni, due rette si dicono sghembe quando:
Se si raddoppia il raggio di una sfera si ottiene una sfera il cui volume, rispetto a quello iniziale, è
Due serbatoi cilindrici hanno la stessa altezza ma la base di uno ha il diametro che è il doppio del diametro dell’altro. Il serbatoio più piccolo ha una capienza di litri. Il serbatoio più grande ha una capienza di:
Due qualsiasi circonferenze sono interne l’una all’altra se:
L’altezza relativa all’ipotenusa in un triangolo rettangolo misura h e le proiezioni dei lati sull’ipotenusa stessa misurano a e b, quindi:
Quanti centimetri quadrati misura l’area di un triangolo la cui base ha lunghezza pari a 36 cm e la cui altezza misura 1,2 dm?
Se in un triangolo isoscele un angolo vale 70°, allora uno dei rimanenti angoli vale:
Un cerchio ha diametro uguale a 10 cm. La sua area è uguale a:
Un piano è individuato da:
Una circonferenza ha raggio r. Se una seconda circonferenza ha raggio pari al doppio di quello della prima, allora la sua area sarà:
Quanto misura il raggio di una circonferenza lunga 2P centimetri?
Quanto misura il diametro di una circonferenza lunga 8P centimetri?
Quanto misura il diametro di una circonferenza lunga 10P centimetri?
Quanto misura il raggio di una circonferenza lunga 10P centimetri?
Quanto misura il diametro di una circonferenza lunga 16P centimetri?
Quanto misura il diametro di una circonferenza lunga 18P centimetri?
Quanto misura il diametro di una circonferenza lunga 22P centimetri?
Nello spazio a tre dimensioni, per un punto esterno a un piano, quanti piani perpendicolari al piano è possibile condurre?
Se l’area di un triangolo è 14 m2 e la sua altezza è 7 m, quanto misura la base in cm?
Condizione sufficiente affinché un quadrilatero convesso sia un parallelogramma è che abbia:
Il volume di un cono con area di base pari a 5 centimetri quadrati e altezza pari a 6 centimetri è uguale a:
Il volume di un cono con area di base pari a 12 centimetri quadrati e altezza pari a 3 centimetri è uguale a:
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo di area pari a 2,4 decimetri quadrati e base pari a 6 cm?
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo di area pari a 2,4 decimetri quadrati e base pari a 8 cm?
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo di area pari a 2,4 decimetri quadrati e base pari a 12 cm?
Il volume di un cono con area di base pari a 9 centimetri quadrati e altezza pari a 2 centimetri è uguale a:
Si definisce cono equilatero quel cono che ha:
Di quale di questi solidi NON è possibile sviluppare la superficie?
La misura della diagonale di un rettangolo:
I lati di un triangolo misurano 3 cm, 4 cm, 5 cm. Che tipo di triangolo è?
Se il raggio di un cilindro viene raddoppiato e la sua altezza viene dimezzata, il suo volume risulta:
Due figure piane sono equivalenti se:
La circonferenza può essere definita come il luogo geometrico dei punti:
Sono simili due triangoli isosceli che hanno uguale:
Se i tre angoli di un triangolo sono ordinatamente congruenti ai tre angoli di un secondo triangolo, i due triangoli sono:
I perimetri di due triangoli simili stanno tra loro come:
Quanti centimetri quadrati misura l’area di un triangolo con base pari a 0,1 dm e altezza pari a 3 dm?
Quanti centimetri misura la base di un triangolo di area pari a 90 decimetri quadrati e altezza pari a 15 cm?
Quanti millimetri quadrati misura l’area di un triangolo la cui base ha lunghezza pari a 0,4 cm e la cui altezza misura 3 mm?
Quanti metri misura l’altezza di un triangolo di area pari a 100 centimetri quadrati e base di lunghezza pari a 1 cm?
Quanti centimetri quadrati misura l’area di un triangolo di base pari a 300 mm e altezza pari a 6 cm?
Quanti decimetri misura la base di un triangolo di area pari a 3 metri quadrati e altezza di lunghezza pari a 15 dm?
Quanti metri quadrati misura l’area di un triangolo avente base di lunghezza pari a 300 cm e altezza pari a 2 m?
Quanti centimetri quadrati misura l’area di un triangolo avente base di lunghezza pari a 15 dm e altezza pari a 8cm?
Quanti millimetri misura l’altezza di un triangolo avente base di lunghezza pari a 30 mm e area pari a 90 centimetri quadrati?
Quanti decimetri misura la base di un triangolo avente area pari a 12 decimetri quadrati e altezza pari a 30 cm?
Quanti millimetri quadrati misura l’area di un triangolo avente base di lunghezza pari a 9 mm e altezza pari a 0,04 dm?
Quanti decimetri misura la base di un triangolo avente area pari a 5 decimetri quadrati e altezza pari a 200 mm?
Quanti centimetri quadrati misura l’area di un triangolo avente base di lunghezza pari a 0,8 dm e altezza pari a7cm?
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo avente area pari a 750 centimetri quadrati e base pari a 5 dm?
Dati in un piano un punto A su una retta e un punto B non appartenente alla retta, quante circonferenze risultano tangenti alla retta in A e passanti per il punto B?
Con tre segmenti di lunghezza 1 cm, 2 cm, 4 cm:
Quando un trapezio isoscele è circoscrivibile a una circonferenza?
La somma, espressa in gradi, degli angoli interni di un eptagono è uguale a:
Il baricentro di un triangolo divide ogni mediana in due parti che stanno tra loro in rapporto:
“Tutti i palazzi nobiliari di Palermo hanno la sala da ballo. Questo palazzo nobiliare si trova a Palermo”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
In base all’informazione “tutti i russi sono in sovrappeso”, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
In quale tra le seguenti Regioni italiane si trova il Monte Rosa?
Se Carlo acquista un’automobile al prezzo di 15.400 euro (al netto dell’IVA del 20%), quanto pagherà in totale?
Individuare l’alternativa che contiene una sequenza di elementi identica alla sequenza seguente: BBRRBRBRRB
Quale delle seguenti città è situata più a ovest?
Se l’affermazione “tutte le cartine geografiche sono inesatte” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Qual è il volume del cono di area di base A e altezza h?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Oggetti in legno, Tavoli, Oggetti di fabbricazione italiana
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Pleiadi, Stelle, Satelliti
Quanti re ebbe in tutto il Regno d'Italia (1861-1946)?
Deve esser stata la pentola a pressione a suscitare in Papin l'idea di utilizzare il vapore facendogli compiere del lavoro. Egli introdusse un po' d'acqua in fondo a un tubo e la convertì in vapore riscaldandola. Il vapore, espandendosi energicamente, sospingeva verso Il alto uno stantuffo. La prima persona che tradusse quest'idea in un congegno utilizzabile in pratica fu però un ingegnere militare inglese, Thomas Savery. La sua macchina a vapore poteva essere usata per pompare l'acqua di una miniera o di un pozzo, o per far funzionare una ruota idraulica: pertanto egli la chiamò "Il Amica del Minatore". Era però pericolosa (perchè la pressione elevata del vapore poteva far scoppiare recipienti e tubi) e aveva un basso rendimento (perchè il calore del vapore andava perso tutte le volte che si raffreddava il contenitore).----Quale fu l'intuizione di Papin sulla pentola a pressione?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Palazzi, Strade, Semafori
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Sport olimpici, Sport di squadra, Sport con la palla
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Amanti della lettura, Disoccupati, Impiegati
Quale, delle seguenti alternative, riporta gli autori secondo il corretto ordine cronologico?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Porte, Oggetti con parti di vetro, Oggetti con parti di legno
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Diplomati, Buongustai, Tennisti
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Giocatori di tennis, Giovani, Atei
“Fausto è un chiacchierone. Gli italiani sono tutti chiacchieroni. I chiacchieroni sono tutti audaci”. Se le precedenti affermazioni sono vere, quale delle seguenti è necessariamente vera?
“Non si può escludere che, se Rita non avesse avvertito del ritardo, i genitori si sarebbero preoccupati”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti è necessariamente vera?
In base all’informazione “tutte le canzoni d’amore sono molto melense”, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
Verso il 9000 avanti Cristo gli esseri umani cominciarono a coltivare piante e addomesticare animali: nacquero così l'agricoltura e la pastorizia, che accrebbero le risorse alimentari e fornirono la fonte diretta di energia costituita dagli animali. I buoi, gli asini, i cammelli e alla fine anche i cavalli (per non parlare delle renne, degli yak, dei bufali indiani, dei lama e degli elefanti, utilizzati nei più svariati angoli del globo) potevano, con la loro forte muscolatura, sbrigare i lavori essenziali, nutrendosi di alimenti troppo grossolani per gli uomini.--------Stando al contenuto del brano, la nascita dell'agricoltura e della pastorizia accrebbero:
Le cosmicomiche sono opera di:
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Pittori, Persone alte, Fornai
Quale, fra le seguenti, NON è un'opera di Cesare Pavese?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Svedesi, Norvegesi, Insegnanti
I tornado sono vortici depressionari di breve durata dove i venti possono raggiungere velocità molto elevate, superiori ai 300-400 Km/h; questi fenomeni avvengono essenzialmente nelle zone pianeggianti degli Stati Uniti e dell'Australia e si sviluppano sotto le grandi nubi temporalesche (cumulonembi). Un tornado medio ha un diametro di 100-200 m, si sposta sulla superficie terrestre a una velocità di alcune decine di Km/h e dura pochi minuti. Sono in grado di distruggere tutto quello che incontrano sul loro percorso a causa delle violente correnti ascensionali e dei venti fortissimi alloro interno.
Quale dei seguenti racconti NON fa parte della raccolta Vita dei campi di Giovanni Verga?
Il volume di un cilindro con area di base pari a 6 centimetri quadrati e altezza pari a 5 centimetri è uguale a:
Quale dei seguenti autori nacque per primo?
L'opera teatrale "Sei personaggi in cerca d'autore" è stata scritta da Luigi Pirandello. In quale secolo?
Quale delle seguenti opere NON è stata scritta da un autore italiano?
Quale delle seguenti opere è stata scritta da Ippolito Nievo?
In quale secolo è nato Giacomo Leopardi?
Che cos’è un diedro?
Quanti centimetri misura l’altezza di un triangolo avente area pari a 6 metri quadrati e base di lunghezza 400 cm?
Un negozio di pelletteria espone 36 borse in ciascuna delle sue 2 vetrine. Se lo stesso numero di borse venisse distribuito in 3 vetrine, in modo da disporre in ciascuna lo stesso numero di pezzi, quante borse ci sarebbero in ogni vetrina?
“Nel 2005 il numero di passeggeri della compagnia aerea Gamma è aumentato rispetto all’anno precedente; tuttavia il fatturato totale della compagnia è diminuito, anche se i prezzi dei biglietti sono rimasti invariati (a parità di viaggio)”. Quale delle seguenti potrebbe essere una logica spiegazione di quanto descritto nella precedente affermazione?
“Se e solo se ho voglia di leggere, compro un romanzo di fantascienza”. In base alla precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
In una libreria, i volumi di fumetti sono disposti in 7 pile, ciascuna formata da 12 libri. Si decide di riordinare i fumetti in 4 pile, in modo tale che tutte contino lo stesso numero di libri. Quanti volumi di fumetti ci sono in ciascuna pila?
Se l’affermazione “tutti i nuotatori hanno un fisico prestante” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Completare correttamente la frase seguente: "Sono certo che, ... meglio, la gatta non ... così".
Dato un trapezio isoscele con base maggiore pari a 25 cm e altezza pari a 2 cm, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
Con il termine iniziazioni si intendono, in generale, quelli insieme di riti che segnano il passaggio di un individuo dallo stadio di fanciullo a quello di adulto. In linea di principio le iniziazioni vanno distinte dai riti di pubertà i quali, pur avvenendo all'incirca alla stessa età e avendo sovente carattere simile, sono eseguiti privatamente, all'interno della famiglia. Le iniziazioni hanno invece sempre un carattere pubblico e sono svolte non solo nell'interesse dei singoli ma dell'intera comunità. Esse rappresentano non solo un passaggio di condizione per i giovani ma anche un rinnovamento per la società. Proprio per questo carattere simbolico sociale non è necessario che tutti i giovani siano iniziati. Possono esserlo solo i maschi e non le femmine, oppure solo gruppi scelti in rappresentanza di tutti. Le iniziazioni sono sempre segrete: non è consentito ai non iniziati di assistervi. Durante le cerimonie, che hanno frequentemente carattere violento, ai giovani vengono insegnati i riti e i miti del popolo cui appartengono: viene cioè insegnata loro la distinzione, che quella cultura stabilisce, tra ciò che è definitivo (mito) e ciò che è invece mutabile (rito) e, mediante ciò, i valori fondamentali della loro civiltà. Il compito delle iniziazioni è di culturalizzare i giovani, di sottrarli alla loro condizione naturale per farli diventare membri della loro cultura, fermo restando che ogni cultura qualificherà a suo modo ciò che intende per natura e ciò che intende per cultura. Le iniziazioni costruiscono il cosmo sociale agendo sul materiale umano. Questo avviene destorificando ritualmente i giovani per la durata dell'iniziazione, inserendoli in un tempo diverso dal quotidiano, "mitico", un tempo nel quale è possibile agire per plasmare il mondo e conferendo loro una diversa qualità, quella di uomini adulti, rispetto a ciò che erano prima. Non di rado, nel periodo di margine, i giovani sono sottoposti a disciplina e restrizioni inusuali e severissime oppure hanno la possibilità (e in qualche caso il dovere) di agire in modo totalmente libero dalle normali restrizioni sociali. In entrambi i casi si evidenzia una diversità rispetto alla normalità quotidiana.--------Nel brano, all'espressione "destorificando ritualmente i giovani", il verbo "destorificare" significa:
Una di queste affermazioni è esatta e più completa delle altre. Alessandro Manzoni scrisse:
In quale città era nato il poeta Giuseppe Ungaretti?
“Se e solo se curerò la mia forma fisica, migliorerò la qualità della mia vita”. In base alla precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
“Le persone che amano gli spettacoli di cabaret sono spiritose. Angelo è una persona spiritosa”. Quale delle seguenti affermazioni aggiuntive consente di dedurre con certezza che Angelo ama gli spettacoli di cabaret?
Qual è il corretto ordine cronologico delle seguenti opere di Alessandro Manzoni?
Andrea, Barbara, Camillo e Dario hanno ricevuto 450.000 euro in eredità. Ad Andrea spetta il doppio di Barbara, a Camillo spetta una volta e mezzo la cifra di Andrea e a Dario il triplo di Barbara. Quanto riceve Dario?
“La dotazione di infrastrutture della regione è differente a seconda dei settori. Le infrastrutture di supporto all’attività economica (soprattutto le vie di comunicazione), hanno di recente raggiunto, grazie a un piano di investimenti, un livello paragonabile a quello della media nazionale, mentre per quelle sanitarie e per quelle scolastiche (sebbene presentino un livello quantitativo soddisfacente) è necessario effettuare ancora un importante sforzo di ammodernamento per renderle pienamente fruibili dalla popolazione residente”. Quale tra le seguenti affermazioni NON può essere dedotta dalla frase precedente?
Nel Trecento il calo della produzione fu assai sensibile, sia per le carestie, sia per l'abbandono delle terre coltivate meno fertili. Inoltre la rinuncia a pratiche idrauliche impegnative e costose - irrigazione, bonifica, contenimento delle acque provocò scompensi quali la desertificazione di terre un tempo fertilissime (come l'Andalusia e vaste zone della Sicilia, che avevano profittato dei sofisticati sistemi idraulici costruiti dagli arabi), erosioni e impaludamenti. Nel periodo medio-lungo, tuttavia, si delineò un aumento della produttività, anche perché, a causa del calo della popolazione, a essere coltivate erano ormai solo le terre più fertili. Di conseguenza, si richiedevano meno lavoro e investimenti per ottenere le stesse quantità di prodotto. Lavorando le terre migliori, si ottenevano rendimenti più alti. Inoltre, la diminuita richiesta di cereali e le sollecitazioni di un mercato in ripresa furono occasioni per l'introduzione di nuove attività produttive. Si determinò, ad esempio, in numerosi Paesi uno sviluppo dell'allevamento, bovino e, soprattutto, ovino. Fu il fatto forse più caratteristico dei secoli XIV-XV: intere regioni si dedicarono alla nuova attività, sollecitata dalla crescente richiesta di carne, cuoio, formaggi e lana. Ciò avvenne soprattutto nelle terre non più coltivate: così in Sicilia, nel Tavoliere delle Puglie, nella Toscana meridionale, come in Ungheria e in Germania; oppure in Inghilterra dove si sviluppò anche in terreni cintati sottratti dai grandi proprietari all'uso comune dei contadini che se ne servivano per pascolare il bestiame e raccogliere legna. Ma una straordinaria crescita conobbe l'allevamento soprattutto in Spagna, grazie anche all'introduzione della nuova razza ovina dei merinos; gli allevatori, che si erano organizzati in una potentissima associazione, la Mesta, organizzavano la transumanza di enormi greggi (le migrazioni stagionali cioè dai pascoli di pianura a quelli di montagna e viceversa) e influenzavano le pratiche di vita e l'economia di intere regioni.----------Quale delle seguenti affermazioni può essere ricavata dal brano?
La raccolta poetica "Odi barbare" è stata scritta da Giosuè Carducci. In quale secolo?
Un cateto di un triangolo rettangolo misura 3 cm e la sua ipotenusa 5 cm. Quanto misura l’altro cateto?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Porti, Capitani, Barche a vela
Quale delle seguenti alternative riporta gli autori secondo il corretto ordine cronologico?
Matteo, Marco e Massimiliano acquistano insieme 32 lattine di birra (ognuna di capacità pari a un terzo di litro), spendendo rispettivamente € 9, € 15, € 24. Se la distribuzione delle lattine viene fatta in proporzione alla cifra versata, qual è la quantità che spetta a Marco?
Se l’affermazione “tutte le torte alla carota sono dietetiche” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Topazio: X = pane: Y
Quale dei seguenti autori fu un esponente del Realismo?
In un cinema lavorano Tizio, Caio e Sempronio come cassiere, barista e maschera (non necessariamente in quest’ordine). Inoltre si sa che: la maschera è il più magro ed è scapolo; Tizio è il suocero di Sempronio ed è più grasso del barista. Quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
Se l’affermazione “tutte le montagne canadesi sono state scalate” è FALSA, quale delle seguenti proposizioni è necessariamente vera?
“Se Alberto è grasso, allora è iperteso”. Da quale delle seguenti condizioni può logicamente derivare la precedente affermazione?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Anziani, Persone calve, Diplomati
Quale tra i seguenti poeti ha utilizzato il dialetto nelle sue opere?
Fra le opere più importanti di Luigi Pirandello si può annoverare:
La probabilità di estrarre una pallina rossa da un’urna che contiene 5 palline è pari a 215. All’urna viene aggiunto un certo numero di palline rosse. (1) Dopo l’aggiunta, la probabilità di estrarre una pallina rossa è pari a 1/2 (2) Dopo l’aggiunta, almeno la metà delle palline presenti nell’urna sono di colore rosso Quante sono le palline aggiunte?
Quale delle seguenti opere è di Italo Calvi no?
Il romanzo Canne al vento è un'opera di:
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Blando: tenue = X : Y
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Ape: sciame = X : Y
“Non si può escludere che, se Marta non avesse vinto la lotteria, il marito l’avrebbe lasciata”. In base alla precedente affermazione, quale delle seguenti è necessariamente vera?
In base all’informazione “tutte le trasmissioni dedicate agli animali sono molto seguite”, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
Se la lettera N identifica una qualunque cifra numerica (singola), la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D identifica una qualunque cifra (singola) dispari, allora la scrittura DPNP rappresenta un numero:
Su uno strano pianeta, il calendario stabilisce che Natale viene prima di Pasqua e di Carnevale e che quest’ultimo viene dopo Ferragosto e prima di Santo Stefano. Quale dei seguenti potrebbe essere l’ordine corretto delle festività secondo il calendario in vigore sullo strano pianeta?
In quale anno gli italiani scelsero con un referendum il regime repubblicano?
In un autolavaggio lavorano Tizio, Caio e Sempronio come cassiere, contabile e operaio (non necessariamente in quest’ordine). Inoltre si sa che: 1. l’operaio è il più magro ed è scapolo; 2. Tizio è il suocero di Sempronio ed è più grasso del contabile. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
Il Consiglio Superiore della Magistratura ha il compito di
In base alla Costituzione italiana:
In base alla Costituzione italiana, un membro del Parlamento può essere arrestato:
“È sbagliato non ammettere che le precauzioni prese non sono bastate per impedire il rovesciamento della barca”. Basandosi sulla precedente affermazione, individuare quale delle seguenti alternative è esatta.
In un poligono regolare di 10 lati, quante diagonali si possono tracciare da ogni vertice?
All'inizio degli anni Novanta le piccole fattorie a conduzione familiare delle Windward Islands, nei Caraibi, fornivano circa i due terzi delle banane per il Regno Unito, mentre oggi il dato è precipitato a un decimo, in quanto il loro mercato è stato gradualmente ridotto dalle importazioni dei frutti meno cari dell'America Latina e ora dell'Africa, coltivati in piantagioni industriali che fanno largo uso di pesticidi. Nello stesso periodo, gli Stati Uniti, che rappresentano gli interessi di multinazionali come Dole e Del Monte, hanno sostenuto che la protezione commerciale accordata a quelle ex colonie britanniche era discriminatoria. Hanno intimidito l'Unione Europea affinché aprisse progressivamente il suo mercato alle importazioni di banane prodotte con sistemi intensivi in Paesi in cui i costi di esercizio sono bassi perché le condizioni di lavoro sono pessime e gli standard ambientali meno severi. Di conseguenza le prospettive per l'industria delle banane delle Windward Islands sono grigie, nonostante il fatto che, per gusto e per aroma, queste piccole, dolci banane dei Caraibi siano enormemente superiori a quelle delle grandi piantagioni. Le Windward non possono competere in un mercato totalmente libero con i frutti a basso costo prodotti in piantagioni grandi come praterie, che permettono enormi economie di scala. La produzione delle banane su quelle isolette collinose è ad alta intensità di lavoro. I campi scoscesi rendono irrealistica la meccanizzazione sicché si deve fare tutto a mano.--------In base a quanto scritto nel brano, le banane delle Windward Islands:
Il teorema di Euclide afferma che in un triangolo rettangolo il quadrato costruito:
“Se e solo se ho messo a letto i bambini, guardo la televisione”. In base alla precedente informazione, quale delle seguenti affermazioni è necessariamente vera?
Indicare quale alternativa NON completa correttamente la frase: "Si trattava di un corso post-universitario ... giovani diplomatici".
Al gran raduno nazionale di un’associazione sono invitati i cantautori che partecipano al concerto finale e gli iscritti all’associazione. Ognuno degli invitati può portare non più di due suoi amici e un solo parente. Chi tra i seguenti invitati NON rispetta le regole?
Alla domanda “Che cosa farai domani mattina?” Federico risponde: Il Andrò o al parco o in piscina. Se ci sarà il sole andrò al parco; andrò in piscina solo se ci sarà il sole”. Basandosi sulle informazioni date da Federico, indicare quale delle seguenti alternative è esatta.
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Ricorrente: periodico = X : Y
Individuare l’alternativa che contiene una sequenza di elementi identica alla sequenza seguente: 6G66G6GG66
I casi di ineleggibilità e di incompatibilità con l'ufficio di parlamentare:
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Libri scolastici, Libri con più di 300 pagine, Libri a colori
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Cinesi, Italiani, Persone di bassa statura
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Stati con più di 45 milioni di abitanti, Stati asiatici, Stati europei
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Mantovani, Salernitani, Farmacisti
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Funghi, Pini, Pigne
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Appartamenti, Cucine, Piatti
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Architetti, Persone di alta statura, Avvocati
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Università, Istituti Magistrali, Licei
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Fiumi più lunghi di 50 chilometri, Fiumi europei, Fiumi africani
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Sindaci, Cittadini, Municipi
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Numeri compresi tra 4 e 7, Numeri compresi tra 5 e 11, Numeri compresi tra 9 e 14
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Sigari, Tabaccai, Fiammiferi
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Anni luce, Watt, Volt
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Filosofi, Persone nate a Roma, Anziani
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Automezzi, Camion, Caselli autostradali
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Muscoli, Nervi, Tendini
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Spille, Collane, Oggetti preziosi
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Disegni, Fotografie, Matite
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Inglesi, Panettieri, Austriaci
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Persone alte, Attori, Diplomati
Durante la seconda guerra mondiale, da quali dei seguenti Paesi era formato l'"'Asse"?
In che secolo visse lo scrittore Alberto Moravia?
Quando cominciò a incrinarsi seriamente il consenso interno ottenuto dal regime fascista?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Mobili, Tavoli, Tavolini
Quali tra i termini proposti completano correttamente la seguente proporzione? Birra: alcolici = X : Y
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Seggioline di plastica, Porte, Elementi utilizzati per la costruzione di uno stadio
Durante la seconda guerra mondiale, cosa si intendeva per "oscuramento delle città"?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Teatri, Basiliche, Edifici romani
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Viole, Violini, Violoncelli
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Pasticceri, Anziani, Texani
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Lagune, Ghiacciai, Mari
L'Impero eurasiatico creato dai mongoli di Gengis Khan e dei suoi successori raggiunse la sua massima estensione nel 1260: in quell'anno Qubilai, nipote di Gengis Khan, aveva completato la conquista della Cina ed era diventato il quinto Gran Khan dei mongoli. L'espansione mongola era stata arrestata militarmente solo dai Mamelucchi egiziani, mentre il suo stesso gigantismo le aveva impedito di andare oltre occasionai i scorrerie nel sultanato musulmano di Delhi e nella valle del Danubio. I mongoli erano penetrati in Polonia nel febbraio 1241 e avevano sbaragliato l'esercito tedesco-polacco. Erano poi entrati in Ungheria, avevano saccheggiato Pest e si erano diretti su Vienna risalendo il Danubio: quindi avevano piegato verso sud, raggiungendo l'Adriatico a Spalato nel marzo 1242. Tre anni e mezzo dopo partiva la prima missione indirizzata alla conversone dei Khan. Il tentativo di Giovanni di Pian del Carpi ne (1245-47) fallì, come pure quelli compiuti in seguito da altri francescani, ma aprì la strada alle relazioni commerciali fra l'Europa e l'Estremo Oriente, cominciate con i viaggi dei Polo in Cina nel 1261 e 1271. L'unità della dominazione mongola venne meno dopo la morte di Qubilai, nel 1291. AI suo posto sorsero quattro Khanati: quello degli Yuan in Cina e Mongolia; quello di Chagatai nella regione delle maggiori città carovaniere della via della seta; quello degli IIkhan in Iran e Iraq; quello dell'Orda (cioè accampamento di tende) d'Oro nella Russia meridionale.-------Giovanni di Pian del Carpine:
Tra le novelle di Verga, La chiave d'oro è una delle più belle e delle meno conosciute. Ecco il racconto di Verga riassunto da Sciascia. Un povero ladro di olive viene ammazzato da un campiere, nella proprietà di un canonico; il campiere, una specie di mafioso, scappa e il canonico resta a far fronte alla "giustizia", cioè a un Giudice che arriva minaccioso accompagnato da medico, cancelliere e sbirri. Fatto il sopralluogo, il Giudice accetta "un boccone": vale a dire un pranzo abbondante e accurato, che finisce con il caffè "fatto con la macchina" e un moscadello vecchio "che avrebbe resuscitato un morto" (ma non quel povero morto rimasto sotto l'ulivo). Il giorno dopo, un messo viene a dire al canonico che il Sig. Giudice aveva perso nel frutteto la chiave dell'orologio "e che la cercassero bene che doveva esserci di certo". Il canonico capisce, compra una bella chiave d'oro da due onze, la manda al Giudice "e il processo andò liscio per la sua stradali, il canonico indenne, il campiere indultato poi da Garibaldi. E il canonico usava poi dire del Giudice: "Fu un galantuomo! Perché invece di perdere la sola chiave, avrebbe potuto farmi cercare anche l'orologio e la catena". [ ... ] E alla non fatta giustizia del Giudice borbonico, succede l'indulto di Garibaldi. La parabola si compie spietatamente, tremendamente, con questa frase: "Nel frutteto sotto l'albero vecchio, dove è sepolto il ladro delle olive, vengono cavoli grossi come teste di bambini". ---Quale delle seguenti parole può essere sostituita a "canonico" senza alterare il senso del brano?
Desidero perciò dire che io non credo che esista nulla di simile al metodo induttivo o a un procedimento induttivo. Nel passato il termine "induzione" è stato usato soprattutto in due sensi. La prima è l'induzione ripetitiva (o induzione per enumerazione), che consiste in osservazioni spesso ripetute, che dovrebbero fondare qualche generalizzazione della teoria. La mancanza di validità di questo genere di ragionamento è ovvia: nessun numero di osservazioni di cigni bianchi riesce a stabilire che tutti i cigni sono bianchi (o che la probabilità di trovare un cigno che non sia bianco è piccola). Allo stesso modo, per quanti spettri di atomi di idrogeno osserviamo non potremo mai stabilire che tutti gli atomi di idrogeno emettono spettri dello stesso genere. Dunque l'induzione per enumerazione è fuori causa: non può fondare nulla. Il secondo senso in cui il termine "induzione" è stato usato in passato è l'induzione eliminatoria, fondata sul metodo dell'eliminazione o confutazione delle teorie false. A prima vista questo tipo di induzione può sembrare molto simile al metodo della discussione critica che io sostengo, ma in realtà è molto diverso. Infatti Bacone e Mill, e gli altri diffusori di questo metodo dell'induzione per eliminazione, credevano che, eliminando tutte le teorie false, si possa far valere la teoria vera. In altre parole, non si rendevano conto che il numero delle teorie rivali è sempre infinito, anche se, di regola, in ogni momento particolare possiamo prendere in considerazione soltanto un numero finito di teorie. Dico "di regola", perché qualche volta ci troviamo di fronte a un numero infinito di tali teorie. Il fatto che per ogni problema esista sempre un'infinità di soluzioni logicamente possibili è uno dei fatti decisivi di tutta la scienza, è una delle cose che fanno della scienza un'avventura così eccitante. Esso infatti rende inefficaci tutti i metodi basati sulla mera routine. Significa che, nella scienza, dobbiamo usare l'immaginazione e idee ardite, anche se Il una e le altre devono sempre essere temperate dalla critica e dai controlli più severi. ------L'autore del brano sostiene il metodo:
Negli anni dal 1943 al 1945 gli eventi politici fanno spesso riferimento alla "linea gotica". Di cosa si tratta?
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Fumo, Polmoni, Laringe
Individuare quale diagramma soddisfa la relazione insiemistica esistente fra i tre termini seguenti: Scrittori, Libri, Romanzi
Dacché funziona il nuovo sistema penale - quello definito dai grandi codici dei secoli XVIII e XIX -, un processo globale ha condotto i giudici a giudicare altra cosa che non i delitti; nelle sentenze essi sono stati condotti a fare altra cosa che non giudicare; e il potere di giudicare è stato trasferito, in parte, ad istanze diverse dai giudici del reato. L'intera operazione penale si è gravata di elementi e di personaggi extragiuridici. Si potrà dire che non c'è nulla di straordinario, che è destino del diritto l'assorbire poco a poco elementi che gli sono estranei. Ma una cosa è singolare nella giustizia penale moderna: se essa si carica di tanti elementi extragiuridici, non è per poterli qualificare giuridicamente ed integrarli poco a poco nello stretto potere di punire: è al contrario per poterli far funzionare all'interno dell'operazione penale come elementi non giuridici; è per evitare a questa operazione di essere puramente e semplicemente punizione legale; è per discolpare il giudice dall'essere puramente e semplicemente colui che castiga: "Noi emettiamo un verdetto, che è sì richiesto da un delitto, ma vedete bene che per noi funziona in realtà come un modo di trattare un criminale; noi puniamo, ma è una via per dire che vogliamo una guarigione". Oggi, la giustizia criminale non funziona e non si giustifica se non attraverso questo incessante riferirsi a qualcosa di diverso, se non attraverso un'incessante reiscrizione in sistemi non giuridici. Essa è votata a questa riqualificazione per mezzo del sapere. Sotto l'accresciuta dolcezza dei castighi, possiamo dunque reperire uno spostamento del loro punto di applicazione, e attraverso questo spostamento, tutto un campo di oggetti recenti, tutto un nuovo regime della verità e una folla di ruoli finora inediti nell'esercizio della giustizia criminale. Una conoscenza nuova, nuove tecniche, discorsi "scientifici", si propongono e si intrecciano con la pratica del potere di punire.----------Lo scopo del brano è verosimilmente:
La curiosità, l'intenso desiderio di sapere, non compare nella materia morta, e sembra non essere caratteristica neppure di certe forme di organismi viventi, che, proprio per tale ragione, a gran fatica riusciamo a considerare come viventi. Un albero non mostra curiosità per il suo ambiente, almeno in modo per noi riconoscibile; lo stesso vale per una spugna o un'ostrica: il vento, la pioggia, le correnti dell'oceano apportano loro ciò di cui abbisognano, ed essi ne traggono quello che possono. Se il caso fa sì che ciò che giunge a loro siano il fuoco, un veleno, dei predatori o dei parassiti, essi muoiono stoicamente e tacitamente come sono vissuti. Tuttavia, fin dai primi stadi dell'evolversi della vita, alcuni organismi svilupparono un moto indipendente; ciò costituì per loro un progresso enorme dal punto di vista del controllo dell'ambiente.--------Il "moto indipendente" di cui parla l'autore del brano, è un atto di liberazione:
Dato un trapezio isoscele con base maggiore pari a 21 centimetri e altezza pari a 4 centimetri, quanti centimetri quadrati misura la sua superficie?
In un parallelepipedo rettangolo la somma delle tre dimensioni è di 10 metri, una dimensione è metà della maggiore e il triplo della minore. Qual è il volume del parallelepipedo?
In un'epoca imprecisata, verso il 3500 avanti Cristo, fu inventata la ruota (forse, all'inizio, una ruota da vasaio per foggiare il vasellame); nel giro di qualche secolo, certo entro il 3000 avanti Cristo, si applicarono le ruote alle slitte, il che consentì di far rotolare i carichi, anziché trascinarli. La ruota, pur non essendo essa stessa una fonte diretta di energia, rese possibile un risparmio energetico attraverso la riduzione dell'attrito. AII'incirca nella stessa epoca si cominciarono a usare primitive zattere e piroghe, che consentivano di utilizzare l'energia della corrente dei fiumi per il trasporto di carichi. Forse attorno al 2000 avanti Cristo si cominciarono a usare le vele per sfruttare il vento.------L'impiego delle vele per sfruttare il vento ebbe inizio:
Quale ragione spinse l'Italia a dichiarare la non belligeranza subito dopo l'inizio della seconda guerra mondiale?
“Tutte le trasmissioni radiofoniche sono interessanti. Tutto il calcio minuto per minuto è una trasmissione radiofonica”. In base alle precedenti informazioni, quale delle seguenti affermazioni è certamente vera?
In una gara di corsa a ostacoli hanno partecipato: Antonio, Bruno, Carlo, Davide, Franco, Gianni e Ivan. Tutti sono arrivati al traguardo ma non in questo ordine. Si sa che: Bruno è arrivato prima di Antonio e dopo di Franco; Davide dopo Carlo ma prima di Ivan; Gianni prima di Franco ma dopo Ivan. Chi è arrivato per ultimo?