Ultime News

Concorso Assistenti Giudiziari 2016: tutto ciò che ti occorre sapere

Requisiti di ammissione e modalità di svolgimento

Concorso Assistenti Giudiziari 2016 Concorso Assistenti Giudiziari 2016- Tutte le news - Come studiare

Il Ministero della Giustizia ha bandito il Concorso Assistenti Giudiziari 2016 per un totale di 800 posti.

Nell’articolo esamineremo i requisiti di ammissione e le modalità di svolgimento del concorso.

Al termine della lettura, se sei interessato a partecipare al concorso, inizia subito a studiare seguendo i consigli contenuti nell’articolo: “Concorso 800 assistenti giudiziari 2016 – Come iniziare a studiare“.

Per rimanere aggiornato su tutti i futuri sviluppi del concorso diventa Fan della relativa pagina Facebook  ed iscriviti al gruppo di studio.

Concorso Assistenti giudiziari 2016 – Tutto ciò che ti occorre sapere

Quali sono i requisiti di ammissione?

Per partecipare al concorso è necessario avere un’età non inferiore ai 18 anni e essere in possesso di un diploma quinquennale.

Come posso inoltrare la domanda di partecipazione?

Prima di inoltrare la domanda leggi con molta attenzione il bando di concorso

Il termine per la presentazione della domanda è il 22 dicembre 2016.

La domanda va inoltrata telematicamente mediante il portale del Ministero della Giustizia.

La procedura di compilazione ed invio della domanda di partecipazione è esclusivamente telematica ed è descritta in dettaglio nella “Guida alla compilazione”.

Se ti sorgono dubbi in merito alle modalità di compilazione consulta:

Come si articolerà il concorso?

Il concorso assistenti giudiziari 2016 si articolerà nelle seguenti prove concorsuali:

  • in una prova preselettiva che consisterà  nella risoluzione di quesiti a risposta multipla su:
    • elemento di diritto pubblico;
    • elemento di amministrativo :
  • in due prove scritte;
    • la prima prova scritta consisterà nella somministrazione di n.  60 domande a risposta multipla, aventi ad oggetto elementi di diritto processuale civile;
    • la seconda prova scritta consisterà nella somministrazione di n. 60 domande a risposta multipla, aventi ad di elementi di diritto processuale penale.
  • in una prova orale avente ad oggetto le seguenti materie:
    • elementi di diritto processuale civile;
    • elementi di  diritto processuale penale;
    • ordinamento giudiziario;
    • servizi di cancelleria
    • nozioni sul rapporto di pubblico impiego alle dipende della pubblica amministrazione
    • accertamento della conoscenza di una lingua straniera, a scelta del candidato, tra: francese, inglese, spagnolo e tedesco;
    • accertamento della capacità di utilizzo di apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse mediante una verifica attitudinale di tipo pratico.
  • e nella valutazione dei titoli.

Per accedere alle prova scritta bisognerà superare la prova preselettiva, per accedere alla prova orale bisognerà superare entrambe la prove scritte, per accedere alla alla valutazione dei titoli bisognerà superare la prova orale.

Come posso iniziare a studiare per la prova preselettiva?

Come già  evidenziato, se vuoi iniziare subito a studiare legge l’articolo: “Concorso 800 assistenti giudiziari 2016 – Come iniziare a studiare“.

Quanti candidati saranno ammessi alle prove scritte?

Saranno ammessi alle prove scritte i candidati classificatisi, in base al punteggio, tra i primi 3.200 (4 volte i posti a concorso), nonché i candidati che abbiano riportato lo stesso punteggio del concorrente classificato all’ultimo posto utile.

Si precisa che nella fase preselettiva, i titoli eventualmente posseduti non concorrono ad aumentare il punteggio ottenuto.

Quando e come si svolgerà la prova preselettiva? Quale sarà la sede e i criteri di attribuzione del punteggio?

Con provvedimento, che verrà pubblicato il 14 febbraio in Gazzetta Ufficiale, verrà comunicata la sede, l’ora e i giorni in cui si svolgerà la prova preselettiva. In questo stesso giorno sarà resa noto il numero dei quesiti per ogni batteria, la durata della prova e i criteri di attribuzione del punteggio.

Al termine del concorso verranno assunti solo i vincitori o anche gli idonei? 

Sono circa 20 anni che il Ministero della giustizia non bandisce un concorso per assistenti giudiziari. 

È possibile dunque che il Ministero della Giustizia, al fine di sopperire alla cronica carenza di personale nelle cancellerie attinga per più anni dalla graduatoria del Concorso Assistenti Giudiziari 2016/2017, assumendo pertanto anche gli idonei (ossia coloro che non sono rientrati tra i primi 800).  

Cosa fa l’assistente giudiziario?

Gli assistenti giudiziari che svolgono, sulla base di istruzioni, anche a mezzo dei necessari supporti informatici, attività di collaborazione in compiti di natura giudiziaria, contabile, tecnica o amministrativa attribuiti agli specifici profili previsti nella medesima area e attività preparatoria o di formazione degli atti attribuiti alla competenza delle professionalità superiori, curando l’aggiornamento e la conservazione corretta di atti e fascicoli.

In relazione all’esperienza maturata in almeno un anno di servizio gli stessi possono essere adibiti anche all’assistenza al magistrato nell’attività istruttoria o nel dibattimento, con compiti di redazione e sottoscrizione dei relativi verbali.

Conclusione

Il Concorso Assistenti Giudiziari 2016 sarà sicuramente un concorso di elevata difficoltà dato l’elevato numero di partecipanti.

Pertanto ti conviene iniziare subito a studiare seguendo i consigli contenuti nell’articolo: : “Concorso 800 assistenti giudiziari 2016 – Come iniziare a studiare“.

Buono studio!

Per noi la tua opinione conta. Vota questo articolo!
Come superare un concorso pubblico
Informazioni su Lucia Picardo (8 Articoli)
Giornalista attenta al mondo dei concorsi pubblici e alle tecniche di formazione online e in genere al mondo e-learning.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.