Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile

Concorso Vigili del Fuoco
Concorso Vigili del Fuoco
Wikis > Ordinamento Ministero dell'Interno > Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile

Prima di trattare le nozioni relative al Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile ti ricordiamo che dopo aver letto questo articolo potrai verificare quanto hai appreso esercitandoti sul Simulatore Quiz di Concorsando.it con il percorso formativo “Ordinamento Ministero dell’Interno.

Visto l’argomento ti potrebbero sicuramente interessare le news in merito ai concorsi pubblici banditi dai vigili del fuoco.

Ti ricordiamo che quello che stai leggendo è un wiki che, in quanto tale, è soggetto a periodici aggiornamenti. Se vuoi seguirne gli sviluppi inserisci il tuo indirizzo email nel riquadro in fondo all’articolo e clicca sul tasto [Notify me of changes]: riceverai un’email ogni qualvolta il wiki verrà aggiornato.

Per qualsiasi tipo di delucidazione in merito ai nostri servizi mandaci un messaggio tramite Messenger cliccando qui. Di solito rispondiamo entro qualche ora!

Dipartimento dei Vigili del Fuoco del soccorso pubblico e della difesa civile

#1. Compiti e articolazione teritoriale

Il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile svolge le funzioni e i compiti spettanti al Ministero dell’Interno di seguito indicati:

  • soccorso pubblico;
  • prevenzione incendi;
  • difesa civile;
  • politiche e ordinanze di protezione civile;
  • e altre attività assegnate al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco dalle vigente normativa.

L’organizzazione a livello centrale del Corpo nazionale si articola in Direzioni Centrali e Uffici del Dipartimento.

Le strutture periferiche del Corpo nazionale si articolano nei seguenti uffici sul territorio:

  • Direzioni regionali: istituite per lo svolgimento in ambito regionale delle funzioni istituzionali;
  • Comandi provinciali: istituiti per l’espletamento in ambito provinciale delle funzioni istituzionali;
  • Distretti, distaccamenti permanenti e volontari e posti di vigilanza: istituiti alle dipendenze dei comandi provinciali;
  • Reparti e nuclei speciali: istituti per particolari attività operative che richiedano l’impiego di personale specificamente preparato, nonché l’ausilio di mezzi speciali o di animali.

#2. Il Capo Dipartimento e il Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco 

Il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile è diretto da un Capo Dipartimento.

Al vertice del Corpo nazionale è posto un dirigente generale del Corpo nazionale che assume la qualifica di dirigente generale – Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e svolge le seguenti funzioni:

  • sostituisce il Capo Dipartimento in caso di assenza o impedimento ed espleta le funzione vicarie, coordina le direzione centrali con le strutture periferiche del Corpo Nazionale ed è responsabile dei risultati raggiunti in attuazione degli indirizzi del Capo Dipartimento;
  • presiede il Comitato centrale tecnico scientifico di prevenzione incendi1;
  • è componente della Commissione consultiva centrale controllo armi;
  • è componente di diritto del consiglio di amministrazione dell’Opera nazionale di assistenza per il personale del Corpo nazionale;
  • è componente di diritto del Consiglio di amministrazione del Ministero dell’Interno per la trattazione degli affari concernenti il personale del Corpo Nazionale.
  • esprime parere sulle modalità di svolgimento dei servizi ispettivi sull’attività tecnica.

#3. Gli uffici di Staff del Capo Dipartimento

Gli Uffici di Staff del Capo Dipartimento sono i seguenti:

  • Ufficio I – Gabinetto del Capo Dipartimento – Capo Ufficio di Staff:
    • sovrintende all’Ufficio di Gabinetto e provvede al coordinamento interfunzionale degli uffici di diretta collaborazione;
    • sovrintende all’acquisizione e all’elaborazione degli elementi e delle informazioni strumentali all’azione del Capo Dipartimento;
    • promuove l’elaborazione di studi, analisi, previsioni e orientamenti strategici;
    • cura la gestione degli aspetti relativi all’organizzazione e alla logistica degli uffici centrali del Dipartimento;
    • sovrintende alla gestione dei flussi documentali del Dipartimento;
    • cura lo sviluppo del sistema delle relazioni esterne e i rapporti con l’Ufficio stampa del Ministro;
    • dirige il cerimoniale e la segreteria del Capo Dipartimento.
  • Ufficio II – Affari Legislativi e Parlamentari – Capo Ufficio di Staff:
    • supporta il Capo Dipartimento nella gestione degli affari legislativi in materia di soccorso pubblico, difesa civile, protezione civile e CNVVF;
    • sovrintende e coordina l’attività di predisposizione e definizione dei provvedimenti normativi ordinari e straordinari;
    • segue l’attività legislativa e le questioni di legittimità costituzionale;
    • la formazione e la trasposizione nell’ordinamento nazionale degli atti dell’Unione europea, fornendo assistenza nelle questioni attinenti a contrasti fra la normativa europea e quella interna;
    • svolge studi speciali affidati dal Capo Dipartimento;
    • sovrintende alla predisposizione delle risposte agli atti di sindacato ispettivo
  • Ufficio III – Relazioni sindacali – Capo Ufficio di staff
    • cura la gestione delle relazioni sindacali relative al personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, nonché di quelle relative al personale dell’Amministrazione civile dell’Interno in servizio presso il Dipartimento;
    • segue i procedimenti negoziali per la sottoscrizione delle ipotesi di accordi sindacali del personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e ne cura l’attuazione;
    • coordina le attività relative alla stipula degli accordi integrativi nazionali e degli accordi decentrati del personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco;
    • cura le attività relative alla contrattazione integrativa del personale dell’Amministrazione civile in servizio presso il Dipartimento.
  • Ufficio IV – Pianificazione, programmazione, controllo di Gestione – Capo Ufficio di Staff
    • cura le attività di pianificazione, programmazione e controllo di gestione;
    • supporta gli uffici del Dipartimento nei processi connessi al ciclo della performance;
    • cura i rapporti con l’OIV e con i competenti organi di controllo sulle attività del Dipartimento.

#4. Gli uffici di Staff del Capo del Corpo dei Vigili del Fuoco

Gli Uffici di Staff del Capo del Corpo dei Vigili del Fuoco sono i seguenti:

  • Dirigente dell’Ufficio del Capo del C.N.VV.F.:
    • assistenza e supporto al Capo del Corpo nel coordinamento degli organi centrali e territoriali del Corpo;
    • questioni organizzative generali e di sviluppo del Corpo;
    • acquisizione ed elaborazione degli elementi e delle infonnazioni utili all’azione del Capo del Corpo;
    • supporto al Capo del Corpo per le competenze spettanti in seno ad organismi, comitati e commissioni;
    • coordinamento delle attività della Consulta per la tutela della sicurezza e salute del personale del C.N.VV.F. e monitoraggio dell’attuazione delle politiche del Corpo m materia di sistemi di gestione della sicurezza;
    • coordinamento delle attività operative e tecniche svolte in ambito internazionale (VE e paesi terzi);
    • applicazione del “Regolamento di disciplina” per gli aspetti di competenza del Capo del Corpo;
    • direzione della Segreteria del Capo del Corpo.
  • Dirigente dell’Ufficio normazione ordinamentale e tecnica; collegamento beni culturali; referente sicurezza e statistica:
    • assicura il supporto al Capo del Corpo e il collegamento con il competente Ufficio Affari legislativi e parlamentari per i profili in materia di normazione;
    • referente per la sicurezza dei beni artistici e storico culturali, ivi compresa l’attività di assistenza e consulenza tecnica in materia di sicurezza e salvaguardia dei beni culturali, artistici, storici, archeologici e archivistici;
    • coordinamento e direzione del servizio statistico del Corpo;
    • monitoraggio degli infortuni sul lavoro: analisi e individuazione delle criticità e dei possibili correttivi;
    • consulenza e assistenza alle strutture territoriali del Corpo in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e nelle attività di servizio del Corpo.
  • Ufficio Sanitario Dirigente dell’area di medicina legale e di coordinamento
    • coordinamento e gestione delle attività di medicina legale nel C.N.VV.F.(comprese quelle dei medici assegnati alle Direzioni Regionali e dei “medici incaricati” dei Comandi);
    • partecipazione all’adeguamento periodico della normativa sanitaria del C.N.VV.F., con particolare riferimento ai requisiti psico-fisici e attitudinali e i protocolli sanitari delle visite mediche di sorveglianza sanitaria, dell’igiene e profilassi, delle visite mediche concorsuali, delle patenti di guida, ecc.;
    • rilascio delle certificazioni mediche previste dalle norme vigenti, anche conseguenti agli accertamenti espletati per la verifica dell’idoneità allo svolgimento dei servizi antincendi;
    • collaborazione nella selezione del personale;
    • coordinamento e gestione dell’ attività di sorveglianza sanitaria periodica, igiene e profilassi, espletata dai medici assegnati presso i Comandi provinciali e le Direzioni Regionali;
    • organizzazione, d’intesa con la Direzione Centrale per l’Emergenza ed il Soccorso Tecnico, dell’assistenza sanitaria per il personale impegnato in calamità o interventi di soccorso di grande impatto;
    • coordinamento e gestione dei rapporti con le strutture sanitarie della Polizia di Stato, delle FF .AA. e delle altre Amministrazioni per gli aspetti inerenti la medicina legale, igiene e profilassi
  • Ufficio Sanitario Dirigente dell’Area medicina del lavoro e formazione sanitaria
    • attività di studio e ricerca in materia di sicurezza sanitaria e di assistenza psicologica;
    • predisposizione di piani di formazione ed aggiornamento del personale sanitario, anche in collaborazione con strutture universitarie ed enti pubblici e privati;
    • organizzazione e sviluppo delle attività di supporto psicologico e psicosociale per il personale impegnato in calamità nonché in interventi di soccorso di grande impatto nonché a seguito di eventi incidentali ed infortuni sul lavoro;
    • collaborazione nella selezione del personale psicoattitudinali;
    • coordinamento e gestione dell’Osservatorio epidemiologico occupazionale;
    • consulenza ed assistenza in materia di sorveglianza sanitaria obbligatoria prevista dalle normative vigente presso le strutture centrali e territoriali del Corpo;
    • coordinamento della attività dei medici assegnati alle Direzioni Regionali relativamente agli aspetti inerenti alla medicina del lavoro;
    • emanazione di linee di indirizzo della attività effettuata dai “medici competenti”;
    • coadiuva la Direzione centrale per la formazione nella predisposizione di moduli formativi in materia di medicina del lavoro;
    • coordinamento e gestione dei rapporti con le strutture sanitarie della Polizia di Stato, delle FF.AA.e delle altre Amministrazioni per gli aspetti inerenti la medicina del lavoro e la formazione sanitaria e per la selezione psicoattitudinale
  • Ufficio sanitario Dirigente dell’Area Medica per le specialità del CNVVF
    • coordinamento e gestione attività di sorveglianza sanitaria periodica del personale specialista e, ove previsto, specializzato del C.N.VV.F.;
    • rilascio delle certificazioni mediche previste dalle norme vigenti, anche conseguenti agli accertamenti espletati per la verifica dell’idoneità allo svolgimento dei servizi antincendi;
    • collaborazione nella selezione del personale;
    • adeguamento periodico della normativa sanitaria inerente il personale specialista e specializzato del C.N.VV.F.;
    • collaborazione con i dirigenti superiori medici della medicina legale e di quella del lavoro per le attività dell’Ufficio Sanitario del Corpo.
  • Ufficio per le Attività Sportive
    • coordinamento delle attività sportive agonistiche ed agonistiche/giovanili svolte dai gruppi sportivi VV.F. e di quelle amatoriali svolte presso i Comandi provinciali, compresa l’organizzazione delle manifestazioni sportive di interesse nazionale;
    • cura l’istruttoria dei rapporti con il CONI e le Federazioni Sportive Nazionali, con le Università, con gli Uffici sportivi degli altri Corpi dello Stato e delle Forze Armate, con altre organizzazioni sportive nazionali ed internazionali;
    • cura l’istruttoria per la concessione di permessi per le attività sportive;
    • direzione del gruppo sportivo nazionale “Fiamme Rosse” e delle rappresentative sportive del C.N.VV.F.;
    • cura la formazione e l’aggiornamento dei tecnici dei gruppi sportivi provinciali e delle “Fiamme Rosse”
  • Dirigente dell’Ufficio di collegamento del Capo Dipartimento e del Capo del CNVVF
    • collegamento e raccordo con gli Uffici di diretta collaborazione del Capo Dipartimento e del Capo del Corpo;
    • gestione delle relazioni esterne, dei rapporti con la stampa e con gli organi di informazione, secondo gli indirizzi impartiti dal Capo Dipartimento, anche attraverso gli Uffici di diretta collaborazione, e dal Capo del Corpo;
    • collaborazione diretta con il Capo Dipartimento e il Capo del Corpo nelle relazioni istituzionali e nei rapporti esterni;
    • gestione dei rapporti con gli Organi Costituzionali, coordinamento e supporto del personale assegnato ai presidi VF presso gli Organi stessi;
    • gestione dei rapporti con la componente volontaria del C.N.VV.F.;
    • gestione funzionale dell’autorimessa del Dipartimento;
    • coordinamento degli adempimenti connessi all’istruttoria delle convenzioni di interesse generale del Corpo;
    • referente per l’applicazione delle misure in materia di sicurezza sul lavoro negli uffici centrali del Dipartimento.

#5. Le Direzioni centrali e gli uffici del Dipartimento

Il Dipartimento si articola in direzioni centrali e in uffici del Dipartimento.

#5.1.Direzione centrale per l’emergenza e il soccorso tecnico

La Direzione centrale per l’emergenza e il soccorso tecnico ha il compito di coordinare e dirigere tutte le attività del Centro Operativo; utilizza e gestisce le reti di monitoraggio e allarme.

La Direzione Centrale per l’Emergenza ed il soccorso tecnico è ripartita nei seguenti uffici:

  • Gestione e coordinamento dell’emergenza – Vicario del Direttore Centrale
    • diretta collaborazione con il Direttore Centrale nel coordinamento delle attività della Direzione;
    • sostituzione del Direttore Centrale in caso di assenza o impedimento;
    • indirizzo delle attività svolte dall’Ufficio Centro operativo nazionale e Telecomunicazioni, dall’Ufficio Colonne Mobili e Servizi Specializzati, dall’Ufficio Soccorso Antincendio Portuale ed Aeroportuale, Contrasto al Rischio Acquatico e Servizio Sommozzatori;
    • raccordo con la Direzione Centrale per la Difesa Civile e le Politiche di Protezione Civile per le attività di comune interesse;
    • collegamento con le strutture operative del Servizio Nazionale di Protezione Civile;
    • collegamento con il “Comando di Cratere” nel caso di grandi emergenze e calamità, anche in riferimento al rimborso delle spese sostenute;
    • pianificazione di modelli organizzativi e di coordinamento operativo nelle grandi emergenze e calamità;
    • collegamento con la Direzione Centrale per la Formazione per la individuazione programmatica delle priorità formative del Corpo nonché per la defmizione di attività di studio, ricerca e sperimentazione connesse a tematiche e tecniche di soccorso innovative
  • Coordinamento soccorso aereo
    • attività di indirizzo, programmazione e regolamentazione delle attività del servizio aereo, assicurando anche la politica di sicurezza volo e qualità;
    • pianificazione della organizzazione e dello sviluppo del servizio aereo del Corpo;
    • monitoraggio delle capacità operative espresse dalla flotta aerea antincendio e di soccorso nonché della attuazione dei programmi adottati;
    • tenuta e aggiornamento del registro degli aeromobili;
    • svolgimento delle funzioni di Autorità di regolazione operativa e tecnica, certificazione, vigilanza e controllo della componente aerea dei Vigili del Fuoco;
    • coordinamento dell’attività della sicurezza volo nei reparti volo anche attraverso il monitoraggio e l’analisi dei dati relativi alla sicurezza del volo e conseguenti interventi di miglioramento;
    • elaborazione di programmi di prevenzione e raccomandazioni, anche svolgendo le verifiche a seguito di inconvenienti ed incidenti di volo;
    • verifiche e controlli presso i reparti volo, le imprese fornitrici e gli esercenti esterni;
    • raccordo e collegamento con amministrazioni, enti, organismi e autorità aeronautiche

#5.2. Direzione centrale per la formazione

La Direzione centrale per la formazione svolge attività di formazione di base, specialistica e di qualificazione, sia professionale che motoria e corsi di aggiornamento sanitario del personale.

Questa direzione è in tal modo articolata:

  • Ufficio di pianificazione, controllo e sviluppo della formazione – Vicario del Direttore Centrale:
    • diretta collaborazione con il Direttore Centrale nel coordinamento delle attività della Direzione;
    • sostituzione del Direttore Centrale in caso di assenza o impedimento;
    • pianificazione delle attività della formazione del Corpo di interesse nazionale (formazione di base, specialistica e passaggi di qualifica) e territoriale (formazione specializzata e di aggiornamento professionale);
    • pianificazione dei processi di formazione ed aggiornamento degli istruttori del Corpo (istruttori professionali, istruttori per il rilascio di patenti, istruttori di tecniche specifiche, istruttori delle varie specialità e specializzazioni);
    • pianificazione, indirizzo e controllo delle modalità di svolgimento delle attività per il mantenimento delle abilità e competenze acquisite nel corso di percorsi formativi di specializzazione e di qualificazione;
    • pianificazione e attuazione, in collaborazione con la Direzione Centrale per l’Emergenza ed il Soccorso Tecnico, di attività di studio, ricerca e sperimentazione connesse a tematiche ed a tecniche di soccorso innovative anche mediante l’individuazione di fondi comunitari;
    • pianificazione e attuazione, in collaborazione con la Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica, di attività tese a favorire la diffusione della cultura della sicurezza, l’applicazione omogenea di linee guida, norme e regole tecniche di prevenzione incendi nonché a facilitare i processi di semplificazione amministrati va;
    • programmazione delle attività formative di interesse nazionale;
    • elaborazione di linee di indirizzo relative alla programmazione (annuale) delle attività formative di livello territoriale (Direzioni Regionali e Comandi Provinciali), monitoraggio della attuazione dei programmi;
    • pianificazione, indirizzo e controllo delle modalità di registrazione dei percorsi formativi e delle attività di mantenimento effettuata da ciascun operatore;
    • definizione ed aggiornamento continuo dei programmi formativi dei corsi di ingresso, dei corsi di passaggio di livello, di quelli attinenti al rilascio di patenti nonché di quelli relativi a specialità e specializzazione, sia per il personale permanente che per la componente volontaria;
    • definizione ed aggiornamento programmi formativi e di qualificazione rivolti al personale tecnico-amministrativo ed informatico;
    • gestione ed aggiornamento dell’albo dei formatori Istituto Superiore Antincendi Scuole Centrali Antincendi Scuola di Formazione Operativa Comandante dell’Istituto Superiore Antincendi Comandante delle Scuole Centrali Antincendi Comandante della Scuola di Formazione Operativa Dirigente Superiore Primo Dirigente Primo Dirigente (docenti ed istruttori) del Corpo;
    • monitoraggio dei costi delle attività formative e di training di livello nazionale e territoriale;
    • gestione dei supporti informatici per la formazione a distanza del personale (F AD);
    • rilascio degli attestati di specializzazione e qualificazione e delle patenti terrestri e nautiche;
    • gestione del Servizio Documentazione Centrale ai fini della realizzazione del materiale di supporto per la didattica;
    • emanazione di linee di indirizzo per il funzionamento dei Servizi Documentazione territoriali.
  • Scuole Centrali Antincendi:
    • proposta e attuazione, m applicazione della programmazione effettuata a cura dell’Ufficio di pianificazione, controllo e sviluppo della formazione, dei corsi d’ingresso per il personale operativo del C.N.VV.F. e dei corsi professionali basici assegnati alla Scuola, avvalendosi anche di docenti ed istruttori iscritti nell’albo dei formatori;
    • attuazione dei saggi e delle cerimonie di rappresentanza del C.N.VV.F. svolte presso il complesso di Roma Capannelle;
    • gestione del Museo della Scuola e della Biblioteca storica;
    • gestione dei servizi comuni del complesso di Roma Capannelle;
    • gestione degli immobili, degli impianti e dei beni mobili di pertinenza della Scuola ivi compresa la gestione tecnico-amministrativa di quelli del Centro Ginnico Sportivo.
  • Istituto Superiore Antincendi:
    • proposta e attuazione, in applicazione della programmazione effettuata a cura dell’Ufficio di pianificazione, controllo e sviluppo della formazione, dei corsi di formazione avanzata assegnati all’Istituto Superiore Antincendi (I.S.A.) ivi compresi quelli rivolti al personale direttivo e dirigente nonché al personale tecnico amministrativo ed informatico del Corpo;
    • organizzazione e direzione di corsi, seminari e convegni di interesse nazionale o internazionale svolti presso l’I.S.A.;
    • in attuazione degli indirizzi fomiti dal capo del Corpo, gestione dei collegamenti con Università, Scuole di Alta Formazione ed Istituti di Ricerca per lo sviluppo di collaborazioni ed attività congiunte volte a migliorare ed innovare la capacità tecnica ed operativa del Corpo;
    • gestione degli immobili, degli impianti e dei beni mobili dell’I.S.A.
  • Scuola di formazione operativa di Montelibretti
    • proposta e attuazione, IN applicazione della programmazione effettuata a cura dell’Ufficio di pianificazione, controllo e sviluppo della formazione, dei corsi di formazione professionale assegnati alla Scuola, avvalendosi anche di docenti ed istruttori iscritti nell’albo dei formatori;
    • progettazione, realizzazione e gestione di impianti e strutture finalizzate alla formazione operativa pratica;
    • gestione degli immobili, degli impianti e dei beni mobili di pertinenza della Scuola e dei serviz icomuni del Centro Polifunzionale.
  • Area Ginnico Sportiva formazione motoria professionale
    • definizione e cura dei programmi delle attività ginniche e natatorie da svolgere durante i corsi di ingresso;
    • emanazione di linee di indirizzo per lo svolgimento dell’addestramento ginnico funzionale al servizio di soccorso presso le sedi di servizio;
    • attività di studio e ricerca tesa al miglioramento dei percorsi formativi di tipo motorio-professionale;
    • definizione delle modalità di valutazione della performance fisica del personale operativo;
    • coordinamento della partecipazione di rappresentanze del Corpo a manifestazioni ginniche, anche di livello internazionale;
    • indirizzo, pianificazione e monitoraggio dell’attività addestrativa motoria professionale, ivi compresa la formazione, abilitazione ed aggiornamento degli istruttori ginnici;
    • gestione funzionale degli immobili, degli impianti e dei beni mobili di pertinenza del Centro Ginnico Sportivo di Roma Capannelle.

#5.3. Direzione centrale per la prevenzione e la sicurezza tecnica

La Direzione centrale per la prevenzione e la sicurezza tecnica cura la predisposizione di norme per la prevenzione incendi; svolge attività di studio e ricerca per la protezione attiva e passiva dagli incendi.

La Direzione centrale per la prevenzione e la sicurezza tecnica è in tal modo strutturata:

  • Ufficio di Coordinamento autorizzazioni, notifica e controllo – Vicario del Direttore Centrale
    • collaborazione con il Direttore Centrale nel coordinamento delle attività della Direzione;
    • sostituzione del Direttore Centrale in caso di assenza o impedimento;
    • gestione degli affari generali, degli affari giuridico-legali, del personale, del patrimonio, delle sedi di servizio e degli automezzi della Direzione Centrale;
    • coordinamento delle attività di regolamentazione e di normazione di prodotto di competenza del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;
    • gestione dell’Osservatorio sulla FSE;
    • attività di abilitazione e controllo degli organismi notificati;
    • attività di autorizzazione e controllo dei Laboratori;
    • sistema nazionale di certificazione di prodotto in attuazione delle disposizioni comunitarie;
    • partecipazione ai processi di predisposizione e di attuazione della normativa italiana, comunitaria e internazionale;
    • definizione in collaborazione con la Direzione centrale per la formazione dei contenuti e delle modalità di erogazione dei corsi di formazione dei lavoratori designati alla lotta antincendio nel luoghi di lavoro;
    • predisposizione delle procedure di sicurezza per le specifiche attività dell’Ufficio.
  • Ufficio per la Prevenzione incendi e rischio industriale
    • predisposizione di norme per la prevenzione incendi negli insediamenti civili, commerciali, artigianali ed industriali inclusi quelli a rischio di incidente rilevante e relative attività connesse;
    • predisposizione di linee di indirizzo volte a perseguire interpretazioni omogenee delle norme;
    • istruttorie di competenza ministeriale relative a progetti di installazione di impianti;
    • partecipazione all’attività normativa volontaria e cogente nei settori impianti e prodotti di competenza della Direzione Centrale;
    • collegamento con la Direzione Centrale per la Formazione per la pianificazione di attività per favorire la diffusione della cultura della sicurezza, l’applicazione omogenea di linee guida, norme e regole tecniche di prevenzione incendi nonché a facilitare i processi di semplificazione amministrativa all’interno del Corpo;
    • monitoraggio sull’applicazione della normativa di prevenzione incendi;
    • attività di competenza in materia di iscrizione dei professionisti antincendio negli elenchi di cui al D.M. 5 agosto 2011 nonché in materia di organismi formatori di cui al D.M. 16.06.2008 e al D.M. 15.01.2007
    • segreteria del Comitato Centrale Tecnico Scientifico di cui all’art. 21 del D.Lgs. 139/2006; – predisposizione delle procedure di sicurezza per le specifiche attività dell’Ufficio.
  • Ufficio per la protezione passiva, protezione attiva, settore merceologico e laboratori
    • attività di prova, ricerca e valutazione analitica nei settori della resistenza al fuoco, della reazione al fuoco, dei sistemi di esodo e della fenomenologia dell’incendio, nonché nei settori dei sistemi e mezzi di protezione attiva dagli incendi e nei settori di elementi strutturali;
    • elaborazione di normative di prova, di valutazione e di classificazione dei prodotti nei settori della resistenza al fuoco, della reazione al fuoco, dei sistemi di esodo e della fenomenologia dell’incendio, nonché nei settori dei sistemi e dei mezzi di protezione attiva dagli incendi;
    • partecipazione alla elaborazione di normative di prova, di valutazione e di classificazione dei prodotti nonché alla formazione in materia di costruzioni;
    • procedimenti tecnico-amministrativi di omologazione, approvazione di tipo, marcatura CE, certificazione e rilascio di benestari tecnici;
    • controlli metrologici e tarature interne di strumenti;
    • attività di studio, certificazione, valutazione tecnica, benestare tecnici, valutazione, prove e collaudi nel settore dei mezzi, materiali, attrezzature ed equipaggiamenti in dotazione al Corpo;
    • supporto ed assistenza alla Direzione Centrale per le Risorse Logistiche e Strumentali per la predisposizione di capitolati tecnici per l’acquisto di mezzi, materiale tecnico ed attrezzature nonché di vestiario ed equipaggiamento del personale, rispondenti a standard conformi alla normativa di settore e coerenti con le politiche di sicurezza del Corpo;
    • predisposizione delle procedure di sicurezza per le specifiche attività dell ‘Ufficio e dei laboratori.
  • Nucleo Investigativo Antincendi:
    • attività di studio, ricerca e analisi per la valutazione delle cause d’incendio;
    • attività di statistica per gli aspetti di pertinenza in collaborazione con il competente ufficio statistica;
    • collaborazione con gli organi di polizia giudiziaria per le attività investigative connesse al verificarsi di sinistri caratterizzati da incendio e/o esplosione;
    • assistenza e supporto agli organi territoriali del Corpo per le attività di P.G. ;
    • collaborazione con il Direttore centrale per l’attuazione delle politiche di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro perseguite dalla Direzione;
    • predisposizione delle procedure di sicurezza per le specifiche attività del Nucleo.

#5.4. Direzione centrale per la difesa civile e le politiche di protezione civile

La Direzione centrale per la difesa civile e le politiche di protezione civile cura il coordinamento e le relazioni internazionali, politiche di raccordo del Corpo nazionale dei vigili del fuoco in materia di Difesa Civile e Protezione Civile. Pianificazione nazionale della Difesa civile, Attività di Protezione civile, Centri di pronto intervento e supporto logistico.

Questa Direzione si suddivide nei seguiti Uffici ed Aree

  • Ufficio I – Coordinamento politiche di protezione civile e Centri di pronto intervento e supporto logistico CAPI
    • assicura il supporto al Direttore Centrale per l’esercizio delle funzioni di competenza, per la definizione degli obiettivi gestionali ed il raccordo dell’attività degli uffici della Direzione Centrale, garantendone il coordinamento nell’adozione delle misure necessarie per la gestione della crisi;
    • sostituisce il Direttore Centrale in caso di assenza o impedimento;
    • cura la gestione efficiente, unitaria e coordinata dell’organizzazione e degli affari generali della Direzione Centrale. Sovrintende alla gestione dei flussi documentali della Direzione Centrale;
    • è responsabile della Segreteria di sicurezza del Dipartimento.
  • Ufficio di raccordo con il CNVVF – Vice Direttore Centrale
    • supporto al Direttore centrale nelle attività della Direzione in materia di protezione e difesa civile, con particolare riferimento agli aspetti di difesa civile della rete di allarme N, nonché ai rapporti internazionali e con le Amministrazioni e gli Enti competenti in materia;
    • raccordo tra la Direzione Centrale e gli Uffici centrali e territoriali del Corpo in materia di difesa civile;
    • studi, progettazioni e pianificazioni, per gli aspetti di difesa civile, in materia di rischi NBCR, in raccordo con i corrispondenti uffici della Direzione centrale per l’emergenza e il soccorso tecnico.
  • Area Nucleare
    • effettua il raccordo con i corrispondenti uffici della Direzione Centrale per l’Emergenza, studi e progettazioni per gli aspetti nucleari di difesa civile, cura la pianificazione generale di emergenza nucleare, i rapporti con il CEVAD, nonchè l’attività di difesa civile con riferimento alla rete di allarme nucleare;
    • per le attività connesse alla rete nucleare, supporta il direttore centrale nei rapporti internazionali e con il ministero della difesa, i ministeri dell’ambiente e della salute, le regioni e gli enti locali, nonchè con il dipartimento della protezione civile.
  • Ufficio II – Difesa Civile
    • cura il raccordo interfunzionale e interistituzionale di difesa civile di livello nazionale e coordina le attività di pianificazione civile di emergenza e di cooperazione civile e militare;
    • raccorda le attività di pianificazione delle Prefetture verificandone la conformità alle pianificazioni nazionali;
    • cura la programmazione, l’organizzazione e l’attuazione di esercitazioni nazionali di difesa civile;
    • è responsabile della segreteria della Commissione Interministeriale Tecnica della Difesa Civile.;
    • assicura gli adempimenti relativi alla partecipazione del Dipartimento al Nucleo Interministeriale Situazione e Pianificazione (N.I.S.P.), garantendo il necessario raccordo informativo.

#5.5. Direzione centrale per le risorse umane

La Direzione centrale per le risorse umane svolge l’analisi delle risorse, gli studi e la pianificazione per la distribuzione e la mobilità delle risorse umane, permanenti, volontarie e di leva, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Questa Direzione è suddivisa nelle seguenti Uffici e Aree.

  • Ufficio di pianificazione della mobilità e sviluppo delle aree professionali – Vice Direttore Centrale
    • collaborazione con il Direttore Centrale nel coordinamento delle attività della Direzione per gli aspetti tecnico-operativi;
    • supporto al Comitato di valutazione di cui all’art. 70 del decreto legislativo n. 217/2005 per le attività ivi previste;
    • analisi, studio e pianificazione per la distribuzione e la mobilità delle risorse umane (permanenti e Vice Direttore volontarie) del Corpo;
    • studio delle politiche di sviluppo delle aree professionali del personale in raccordo con la Direzione Centrale per la Formazione e la Direzione Centrale per gli Affari Generali.
  • Ufficio I – Politiche del personale e affari generali – Capo Ufficio di Staff
    • assicura il supporto al Direttore Centrale per l’esercizio delle funzioni di competenza, nel coordinamento degli Uffici della Direzione Centrale, nella definizione degli obiettivi gestionali, nella pianificazione e programmazione generale e nell’attuazione delle politiche di gestione del personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco;
    • sostituisce il Direttore Centrale in caso di assenza o impedimento. Sovrintende alla gestione della banca dati del personale del Corpo Nazionale;
    • cura la gestione efficiente, unitaria e coordinata dell’organizzazione e degli affari generali della Direzione Centrale;
    • sovrintende alla gestione dei flussi documentali della Direzione Centrale.
  • Ufficio II – Personale dei ruoli dei dirigenti e dei direttivi e del ruolo degli ispettori e sostituti direttori antincendio – Capo Ufficio di Staff
    • cura la pianificazione e la gestione delle procedure in materia di: assunzioni, progressioni in carriera, conferimento degli incarichi, mobilità, stato giuridico, incarichi esterni, anagrafe delle prestazioni, trasferimenti ai sensi della legge n.104 del 1192 e del decreto legislativo n.267 del 2000 del personale dei ruoli dei dirigenti e dei direttivi e del ruolo degli ispettori e sostituti direttori antincendio del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.
  • Ufficio III – Personale non direttivo e non dirigente che espleta attività tecniche, amministrative-contabili e tecnico-informatiche – Capo Ufficio di Staff
    • cura la pianificazione e la gestione delle procedure in materia di: assunzioni, progressioni in carriera, mobilità, incarichi esterni e anagrafe delle prestazioni
  • Ufficio IV – Personale del ruolo dei capi squadra e capi reparto e del ruolo dei vigili del fuoco e personale volontario – Capo Ufficio di Staff
    • cura la pianificazione e la gestione delle procedure in materia di: assunzioni, progressioni in carriera, mobilità, incarichi esterni, anagrafe delle prestazioni del personale non direttivo e non dirigente che espleta funzioni tecnico-operative;
    • cura le questioni ordinamentali e il coordinamento della gestione del personale volontario. Servizio Civile
  • Ufficio V – Contenzioso e disciplina – Capo Ufficio di Staff
    • sovrintende e coordina le attività in materia di contenzioso e disciplina del personale di ruolo e volontario del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ivi comprese le proposte di transazione e le procedure di composizione stragiudiziale delle liti, e della rappresentanza in giudizio;
    • sovrintende all’attività di consulenza giuridica, studio e ricerca e fornisce assistenza giuridico-legale agli Uffici periferici del Dipartimento nelle materie di competenza.

#5.6. Direzione centrale per le risorse finanziarie

La Direzione centrale per le risorse finanziarie cura la programmazione finanziaria, bilancio e gestione patrimoniale.

Le sue Aree sono le seguenti:

  • Area I: Bilancio e Patrimonio
    • formazione del bilancio finanziario del centro di responsabilità “Vigili del Fuoco Soccorso Pubblico e Difesa Civile”;
    • variazioni di bilancio; riassegnazione delle risorse finanziarie derivanti da ordinanze di protezione civile e da convenzioni con Regioni ed altri enti pubblici e privati; monitoraggio capitoli d’entrata; monitoraggio spesa e report finanziari;
    • predisposizione del rendiconto Generale dello Stato e relazione agli organi istituzionali; gestione del fondo per anticipazione ai F.D.;
    • gestione del fondo per deficienze capitoli spese funzionamento; predisposizione budget economico annuale e rilevazioni semestrali costi contabilità analitica per centri di costo del centro di responsabilità; monitoraggio costi e report economici;
    • riconciliazione dati economici con bilancio finanziario; adempimenti del Conto annuale per il trattamento economico accessorio;
    • gestione beni patrimoniali; modulari di presa in carico di beni e stampati; gestione fuori uso;
    • coordinamento delle attività dei consegnatari.
  • Area II: Spese di funzionamento
    • spese d’ufficio, di cancelleria e per concorsi;
    • spese per pubblicazioni, esercitazioni, convegni e cerimonie;
    • spese postali;
    • iscrizioni a comitati internazionali;
    • spese per missioni nazionali ed estere del personale del CNVVF e dell’Amministrazione Civile in servizio presso il Dipartimento;
    • spese per trasferimenti del personale del CNVVF;
    • compensi per membri commissione concorsuali;
    • medaglie;
    • rimborso spese mediche, per cure termali e per onoranze funebri in presenza di causa di servizio;
    • compensi ai medici e spese per l’assistenza sanitaria al personale del CNVVF;
    • gettoni di presenza per comitati e commissioni;
    • spese per consulenza;
    • adempimenti per l’erogazione dei buoni pasto al personale dell’Amministrazione Civile in servizio presso il Dipartimento;
    • adempimenti fiscali di competenza;
    • adempimenti finanziari ai fini del pagamento dei premi per l’assicurazione per i rischi professionali e le responsabilità dei dirigenti.
  • Area III: Trattamento Economico Fisso Del Personale
  • Area IV: Trattamento Economico Accessorio del Personale:
    • trattamento economico del personale discontinuo del CNVVF;
    • compensi al personale del CNVVF per vigilanza, prevenzione, incentivazione e reperibilità; indennità agli operatori subacquei, di volo, elicotteristi;
    • indennità notturna e festiva;
    • ogni altra indennità non avente carattere fisso e continuativo prevista dai provvedimenti che recepiscono i rinnovi contrattuali;
    • gestione delle entrate di cui alla legge n.626/1994;
    • compensi per lavoro straordinario personale CNVFF;
    • fondo unico di amministrazione;
    • compensi per lavoro straordinario per il personale dell’Amministrazione Civile in servizio presso il Dipartimento;
    • contenzioso nelle materie di competenza;
    • adempimenti fiscali di competenza.
  • Area V: Trattamento Previdenziale Ordinario e Privilegiato
    • Trattamento di quiescenza ordinario e privilegiato del personale del CNVVF;
    • riscatti vari, ricongiunzioni, riunioni di servizio, computi vari;
    • trattamento di fine servizio e di fine rapporto;
    • pensioni di inabilità per infermità non dipendenti da causa di servizio;
    • integrazioni di pensione; trattamenti speciali;
    • trattamenti di incollocabilità;
    • indennità una tantum privilegiate, costituzione di posizioni assicurative;
    • spese per le assicurazioni del personale volontario;
    • informazione al pubblico nelle materie di competenza;
    • partecipazione a Commissioni e comitati in materia di previdenza e assistenza al personale del CNVVF in sostituzione del Capo Ufficio Staff.
  • Ufficio I: Programmazione e Analisi Economico-Finanziarie
    • supporto al Direttore Centrale nella programmazione economico-finanziaria e nell’elaborazione ed attuazione delle linee di intervento in materia di risorse finanziarie;
    • supporto al Direttore Centrale per la definizione degli obiettivi operativi e gestionali della Direzione, svolgimento dei connessi adempimenti relativi al monitoraggio degli stessi ed alla predisposizione di relazioni ai competenti organi istituzionali;
    • indirizzo e coordinamento delle Aree I e II; attività prelegislativa sui disegni di legge nelle materie di competenza;
    • analisi, studi e pareri su provvedimenti normativi di interesse e sugli atti negoziali comportanti entrate;
    • coordinamento adempimenti fiscali di competenza della Direzione e degli uffici dipartimentali;
    • adempimenti finanziari connessi al contenzioso dipartimentale;
    • adempimenti in dipendenza di verifiche amministrativo-contabili ai funzionari delegati;
    • archivio “Programmazione e Bilancio”. Relazioni con il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato e con la Corte dei Conti nelle materie di competenza;
    • rapporti con gli uffici dipartimentali per la programmazione, per il controllo di gestione e per le relazioni sindacali nelle materie di competenza.
  • Ufficio II: Ordinamenti Retributivi del Personale
    • supporto al Direttore Centrale per la gestione unitaria e il coordinamento delle questioni retributive e previdenziali inerenti al personale del CNVVF. Indirizzo e coordinamento delle Aree III e IV, trattazione e studio degli ordinamenti retributivi del personale di ruolo, volontario ed ausiliario; analisi, studi e pareri su disegni normativi, legislazione e accordi contrattuali;gestione previdenziale del personale in posizione di comando all’estero;
    • archivio Trattamento Economico del Personale e del CED dell’ufficio e procedure connesse alla gestione del sistema di interfaccio con Service Personale Tesoro (SPT). informazioni al pubblico nelle materie di competenza;contenzioso nelle materie di competenza. Recuperi di crediti erariali su sentenze della Corte dei Conti contro personale del CNVVF; Rapporti con gli uffici dipartimentali per la programmazione, per il controllo di gestione e per le relazioni sindacali nelle materie di competenza
  • Ufficio III: Previdenza e Assistenza Al Personale
    • supporto al Direttore Centrale nella programmazione e nell’elaborazione ed attuazione delle linee di intervento nelle materie di competenza;
    • indirizzo e coordinamento dell’Area V;
    • attività prelegislativa sui disegni di legge nelle materie di competenza, analisi studi e pareri su provvedimenti normativi di specifico interesse;
    • liquidazione equo indennizzo, interessi legali e/o rivalutazioni monetarie, speciali elargizioni, assegni vitalizi e benefici diversi; contenzioso nelle materie di competenza dell’Ufficio.
      • partecipazione a Commissioni e comitati in materia di previdenza e assistenza al personale del CNVVF

#5.7. Direzione centrale per le risorse logistiche e strumentali

La Direzione centrale per le risorse logistiche e strumentali si occupa della pianificazione e programmazione degli acquisti di beni mobili ed immobili; pianificazione delle attività informatiche e di telecomunicazione; definizione delle necessità, programmazione e determinazione degli acquisti nel settore.

È suddivisa nei seguenti Uffici ed Aree:

  • Ufficio I – Pianificazione, consulenza contrattuale e affari generali – Capo Ufficio di Staff
    • assicura il supporto al Direttore per l’esercizio delle funzioni di competenza e nel coordinamento degli Uffici della Direzione Centrale, sostituendolo in caso di assenza o impedimento;
    • sovrintende alla definizione degli obiettivi gestionali, alla rilevazione e pianificazione dei fabbisogni e delle risorse;
    • sovrintende all’attività di consulenza in materia contrattuale;
    • cura la gestione efficiente, unitaria e coordinata dell’organizzazione e degli affari generali della Direzione Centrale;
    • sovrintende alla gestione dei flussi documentali della Direzione Centrale.
  • Ufficio di coordinamento e sedi di servizio – Vicario del Direttore Centrale
    • collaborazione con il Direttore Centrale nella pianificazione e coordinamento tecnico delle attività della Direzione;
    • gestione delle risorse destinate alla realizzazione di nuove sedi di servizio e di quelle destinate alla manutenzione ordinaria e straordinaria nonché all’adeguamento delle sedi di servizio esistenti;
    • pianificazione e programmazione dell’acquisizione, anche mediante leasing, nonché della dismissione di immobili destinati a sedi del C.N.VV.F.;
    • progettazione, direzione lavori e collaudo degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria nonché di adeguamento effettuati nelle sedi di servizio;
    • programmazione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria nonché di adeguamento effettuati nelle sedi di servizio;
    • attività di indirizzo e di supporto in materia di gestione degli immobili;
    • coordinamento delle procedure contrattuali e tecnico contabili dell’ufficio.
  • Ufficio mezzi, materiali e attrezzature
    • ricognizione, analisi e valutazione dei fabbisogni di mezzi, materiale tecnico ed attrezzature di soccorso e tecnologiche, ivi compresi i sistemi di telecomunicazioni, apparati e frequenze radio;
    • gestione delle risorse destinate all’acquisto di mezzi, materiale tecnico ed attrezzature e di quelle destinate alla loro manutenzione ordinaria e straordinaria nonché di riqualificazione funzionale;
    • programmazione ed attuazione degli acquisti centralizzati di mezzi, materiale tecnico ed attrezzature;
    • predisposizione, in collaborazione con la Direzione Centrale per l’Emergenza ed il Soccorso Tecnico, di capitolati tecnici per l’acquisto di mezzi, materiale tecnico ed attrezzature, ad esclusione di quelli di competenza dell’Ufficio per la gestione tecnica operativa della flotta aerea;
    • indirizzo, supporto e monitoraggio delle attività delle strutture territoriali per gli aspetti afferenti a mezzi, materiali ed attrezzature;
    • assegnazione di risorse tecniche ed economiche alle strutture del C.N.VV.F.;
    • immatricolazione e registrazione dei mezzi;
    • tenuta e aggiornamento del registro dei mezzi;
    • gestione del contratto di assicurazione per i mezzi VF;
    • rapporti con gli organi di controllo (INAIL, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ecc.);
    • gestione e noleggio degli automezzi, dei materiali tecnici d’officina e degli impianti di distribuzione carburanti.
  • Ufficio per i servizi informatici
    • ricognizione, analisi e valutazione dei fabbisogni di materiale ed attrezzature per i servizi informatici centrale e territoriali;
    • gestione delle risorse destinate all’acquisto di materiale ed attrezzature e di quelle destinate alla loro manutenzione;
    • pianificazione, programmazione ed acquisto centralizzato di materiale ed attrezzature informatiche, ivi compresa la predisposizione, in collaborazione con la Direzione Centrale per l’Emergenza ed il Soccorso Tecnico, dei relativi capitolati tecnici, anche per gli aspetti che attengono alle infrastrutture delle sale operative territoriali,
    • indirizzo, supporto e monitoraggio dei servizi infonnatici delle strutture territoriali;
    • assegnazione di risorse tecniche ed economiche alle strutture del C.N.VV.F., lVl comprese le infrastrutture delle sale operative dei Comandi Provinciali e Direzioni Regionali;
    • gestione del CED del Dipartimento organizzato in sezioni relative alle specifiche competenze delle Direzioni centrali;
    • gestione inventariale del settore e del magazzino infonnatico;
    • assistenza sistemistica, di sviluppo e manutenzione delle procedure informatiche, dei servizi di assistenza applicativa, nonché della relativa formazione;
    • servizi applicativi e di sicurezza delle reti telematiche, dei servizi Internet, della redazione dei capitolati tecnici, delle gare, dei contratti e delle forniture, della gestione dei capitoli di spesa del settore.
  • Ufficio di Staff per i capitolati tecnici relativi al vestiario, equipaggiamento e casermaggio
    • ricognizione, analisi, valutazione e pianificazione,dei fabbisogni di vestiario ed equipaggiamento del personale e di materiale per il casermaggio;
    • predisposizione, in collaborazione con la Direzione Centrale per l’Emergenza ed il Soccorso Tecnico e con la Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza tecnica, di capitolati tecnici per l’acquisto di vestiario ed equipaggiamento del personale, rispondenti a standard confonni alla nonnativa (obbligatoria e volontaria) di settore e coerenti alle politiche di sicurezza del Corpo;
    • indirizzo, supporto e monitoraggio delle attività delle strutture territoriali per gli aspetti afferenti vestiario, equipaggiamento e materiale per il casermaggio;
    • supporto all’attività contrattuale delle strutture centrali e territoriali relativa agli acquisti di beni e servizi per il casennaggio
  • Ufficio II – Contenzioso contrattuale – Capo ufficio di Staff
    • indirizzo, coordinamento e monitoraggio degli affari del contenzioso della Direzione Centrale e risoluzione stragiudiziale delle controversie; consulenza e assistenza giuridico-legale agli Uffici periferici del Dipartimento. Rappresentanza in giudizio per le controversie nelle materie di competenza della Direzione Centrale.
  • Area I – Gestione delle risorse immobiliari
    • cura la gestione amministrativo-finanziaria e l’attuazione degli indirizzi nei confronti degli uffici periferici del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in materia di locazioni passive. Cura la gestione degli alloggi di servizio.
  • Area II – Gestione dei Servizi Ausiliari e di Funzionamento
    • cura la gestione amministrativo-finanziaria e l’attuazione degli indirizzi nei confronti degli uffici periferici del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco in materia di servizi mensa, pulizie ed utenze varie.
  • Area III – Gestione vestiario, equipaggiamento e casermaggio
    • Cura la gestione delle forniture di vestiario, equipaggiamento e casermaggio per il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, seguendo la relativa attività amministrativo-finanziaria e contrattuale.

#5.8. Direzione centrale per gli affari generali

La Direzione centrale per gli affari generali: svolge compiti di carattere generale, quali l’attività socio-assistenziali, affari giuridico-legali, concorsi di accesso e concorsi interni. E diviso in tre uffici

#5.9. Ufficio centrale ispettivo

L’Ufficio centrale ispettivo coordina l’attività di vigilanza in materia di prevenzione incendi sul rispetto delle norme. 

  1. Il Comitato Centrale Tecnico Scientifico per la prevenzione incendi (C.N.VV.F.) nasce con il D.P.R. 29 luglio 1982, n. 577 come organismo collegiale in seno al Corpo nazionale dei vigili del fuoco con il compito, stabilito dall’art. 11 del predetto D.P.R. 577/82, di elaborare ed aggiornare le normative di prevenzione incendi.