Come diventare Navigator – Migliaia di posti messi a disposizione

Un'occasione unica da non perdere!

Come diventare navigator

Al fine di dare attuazione al reddito di cittadinanza il Ministero dello sviluppo economico ha finanziato un gigantesco piano di assunzioni volto ad assumere 10.000 navigator, che dovranno assistere i destinatari del sussidio nel loro percorso di ricollocazione lavorativa.

Delle 10.000 unità previste, 6.000 saranno reclutate dall’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro (ANPAL) e 4000 dalle Regioni.

In realtà da in base ad un ultimo accordo stipulato con le Regioni, il governo è intenzionato a dimezzare i navigator che dovranno essere assunti dall’ANPAL. Quindi il concorso Navigator ANPAL, in base a tale accordo, sarà per 3000 posti e non più 6000 come inizialmente deciso

In questo articolo parleremo di come diventare navigator presso l’ANPAL, e quali saranno le mansioni di questa nuova figura professionale, che si affiancherà al personale già operante presso i centri per l’impiego.

Si precisa che per i navigator che saranno assunti o stabilizzati dalle regioni, i relativi requisiti e modalità di reclutamento saranno decise dalle regioni stesse.

Per restare aggiornato sugli sviluppi della selezione e ricevere una notifica quando l’ANPAL e/o le regioni pubblicheranno il bando per l’assunzione dei navigator, manifesta il tuo interesse al nostro BOT cliccando qui.

Inoltre iscriviti al gruppo Facebook Concorso Navigator 2019.

Come diventare Navigator – Tutto ciò che ti occorre sapere

Premesso che l’avviso di selezione dei Navigator da parte dell’ANPAL non è stato ancora pubblicato, e dunque almeno per adesso è solo possibile effettuare delle ipotesi in base alle sole dichiarazioni che gli esponenti del Ministero dello Sviluppo Economico hanno espresso al riguardo.

Per tale motivo, prima di iniziare a vagliare quelle che potrebbero essere le modalità di selezione e i requisti per diventare navigator, è necessario effettuare alcune premesse al fine di inquadrare l’intera disanima in un corretto quadro normativo:

  • i navigator selezionati dall’ANPAL, saranno assunti con contratto di collaborazione continuata e continuativa (co.co.co.) della durata di due anni, anche se il Governo ha già espresso la volontà di stabilizzarli allo scadere dei due anni;
  • attualmente le modalità di reclutamento e le mansioni svolte dai collaboratori dell’ANPAL, sono disciplinate da due ben precisi atti normativi, che nella fattispecie rappresentano lex specialis:
  • i suddetti atti prevedono 3 livelli di inquadramento dei collaboratori, per ognuno dei quali sono previsti particolari requisiti di accesso e circoscritte mansioni: I) addetto; II) professional; III) esperto;
  • in data 21 gennaio 2019 Pasquale Tridico, consigliere economico del Ministro Di Maio, in un videoforum del “Il Sole 24 ore” sul reddito di cittadinanza, ha dichiarato che i navigator saranno assunti con il profilo di professional;
  • l’attuazione della figura del navigator, così come pensata dal Governo, tozza in molti punti (che andremo a vedere in seguito) con le disposizioni contenute nel regolamento di cui sopra. Per tale motivo l’ANPAL ha dichiarato che pubblicherà l’avviso di selezione dei navigator “non appena avrà adeguato i propri regolamenti” alla nuova figura professionale.

Tutto ciò premesso ecco le risposte alle domande che i nostri utenti ci hanno posto sulla procedura di selezione e reclutamento dei navigator presso l’ANPAL.

Quali saranno le mansioni del navigator?

Il navigator selezionerà possibili offerte di lavoro per i beneficiari del reddito di cittadinanza che gli verranno assegnati e dovrà altresì monitorare il comportamento e il reale impegno dei percettori del reddito, stilando dei report grazie ai quali sarà possibile per il Ministero del Lavoro intercettare eventuali abusi.

Le selezioni per diventare navigator presso l’ANPAL sono già iniziate?

No, non ancora. L’ANPAL, come già evidenziato, ha dichiarato l’avviso di selezione sarà reso pubblico non appena avrà adeguato i propri regolamenti. Modifica che, stando ai tempi dichiarati dal Governo, dovrebbero avvenire a stretto giro.

Quando avverranno le prime assunzioni?

Stando alle ultime notizie fornite dal Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico, le prime assunzioni dovrebbero avvenire in estate.

Dove sarà pubblicato l’avviso di selezione dei 6000 navigator?

L’avviso sarà pubblicato sul sito dell’ANPAL nella sezione “Lavora con noi”. Dal momento della pubblicazione dell’avviso si avranno 15 giorni per poter inoltrare la propria candidatura.

Come sarà possibile inoltrare la propria candidatura?

Per candidarsi sarà necessario inserire il proprio curriculum tramite un’apposito form.

Con che procedura l’ANPAL assumerà i navigator?

Con una procedura molto snella che prevede una preselezione basata sul possesso di determinati titoli ed una selezione basata su una prova a test psicoattitudinali e sulle materie del mercato del lavoro.

C’è un limite di età per collaborare con l’ANPAL?

No, attualmente il regolamento dei collaboratori ANPAL non prevede nessuno limite di età.

La selezione sarà su base Regionale?

Le ultime indiscrezioni propendono il tal senso. In altri termini, anche se il bando sarà nazionale, ogni potenziale navigator si candiderà per una data Regione.

Per accedere alla selezione che titolo di studio bisognerà possedere?

Secondo Tridico potranno accedere alla selezioni coloro che posseggono una laurea magistrale in uno dei seguenti indirizzi:
– Economia;
– Giurisprudenza;
– Sociologia;
– Scienze politiche;
– Psicologia
– Scienze della formazione.

Di contro, l’attuale art. 5 del regolamento per il conferimento di incarichi di collaborazione prevede che per accedere al profilo professional, e quindi al profilo in cui dovrebbero rientrare i navigator, è necessario possedere uno dei seguenti titoli:
– diploma di istruzione secondaria di secondo grado:
– Laurea (v.o.) o Laurea di primo livello o Laurea di secondo livello conseguita secondo le modalità contemplate dalla normativa vigente, con eventuale indicazione del gruppo di corso accademico

In altri termini attualmente possono accedere al profilo professional anche i diplomati e non solo i laureati, pertanto di sicuro questo sarà uno dei punti oggetto di modifica.

Sarà previsto un voto minimo di laurea per accedere alla selezione?

Non è ancora formalmente deciso, ma potrebbe esserci una soglia di voto di laurea minimo per accede alla prova selettiva.

ANPAL prevede che in tal modo la platea dei candidati dovrebbe restringersi a circa 60-70.000 unità.

Sarà necessaria un’esperienza di lavoro nel settore?

Le recenti indiscrezioni dall’ANPAL affermano che non verrà chiesta alcuna esperienza pregressa.

Tuttavia c’è da precisare al riguardo che il regolamento dei collaboratori dell’ANPAL prevede che per poter accedere al profilo professional è richiesta un’anzianità professionale nell’ambito del settore di attività e/o nel ruolo di almeno 4 anni.

Quindi di sicuro questa sarà un altro punto da modificare nel regolamento.

I professionisti del settore in possesso di partita IVA potranno partecipare alla selezione?

No, in quanto il 6° comma dell’art. 10 del regolamento relativo ai collaboratori ANPAL afferma che: “I contratti di collaborazione oggetto della selezione potranno essere stipulati con possessori di partita IVA, a condizione che le attività oggetto del contratto di collaborazione non siano attratte/riconducibili agli ambiti di attività della partita IVA”.

Chi effettuerà di fatto la selezione?

L’ANPAL procederà alla selezione tramite un’apposita Commissione interna oppure potrà avvalersi di strutture esterne specializzate in ricerca di personale che avranno comunque l’obbligo di uniformarsi ai principi di trasparenza, pubblicità e imparzialità.

In ogni caso i componenti della Commissione dovranno essere esperti di selezione del personale e con comprovata esperienza nelle materie e/o nelle attività per le quali si procede alla selezione.

Cosa accadrà dopo la scadere del termine di presentazione della domande?

Le candidature pervenute saranno oggetto di una valutazione documentale, effettuata dalla Commissione, volta a verificare la congruità del curriculum con i requisiti richiesti nell’avviso di selezione.
Ai curriculum ammessi sarà attribuito un punteggio in base ai titoli dichiarati/posseduti.

Con quali criteri saranno assegnati i punteggi ai curriculum?

Attualmente il regolamento per il conferimento di incarichi di collaborazione per il profilo professional prevede che in fase di preselezione ad ogni singolo curriculum venga attribuito un punteggio massimo di 30 punti che valuta i seguenti elementi:
– formazione specialistica relativa alle attività di interesse, incluso il grado di conoscenza delle normative del settore, ovvero conoscenza delle lingue straniere e/o conoscenza approfondita e/ possesso di certificazioni anche europee sull’utilizzo di strumenti informatici fino ad un massimo di 10 punti;
– specifiche esperienze maturate nell’ambito del settore di attività e/o nel ruolo richiesto fino ad un massimo di 15 punti;
– specifiche esperienze maturate presso Anpal Servizi e/o Italia Lavoro, se coerenti col settore di attività e/o col ruolo richiesto fino ad un massimo di 5 punti.

Al termine della fase di valutazione dei titoli, la Commissione elabora una graduatoria dei curricula secondo l’ordine decrescente dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato; il punteggio attribuito a ciascun curriculum confluirà nel punteggio complessivo sulla base del quale verranno elaborate le graduatorie

Dopo la valutazione dei titoli chi accede alla selezione?

Per ragioni di economicità e celerità di espletamento vengono invitati alle prove di selezione soltanto i candidati i cui curricula abbiano ottenuto i punteggi più elevati in ragione di un rapporto minimo di 1 a 3 tra posti disponibili e candidature. In ogni caso non saranno ritenuti idonei per la selezione i curricula che non abbiano totalizzato un punteggio minimo di 20/30. Per i candidati che accederanno alla selezione, il punteggio attribuito al curriculum si somma al punteggio complessivo ottenuto nelle prove selettive.

I candidati che hanno superato la preselezione sono convocati alla selezione attraverso la pubblicazione dei nominativi nell’apposita sezione del sito web di Anpal Servizi; la comunicazione deve essere effettuata almeno 3 giorni di calendario prima della data stabilita per la prova. Nella comunicazione di convocazione verranno resi noti, ai candidati invitati, oltre che la data l’ora ed il luogo delle selezioni, anche i criteri di valutazione delle prove di selezione definiti dalla Commissione.

La mancata presentazione del candidato alle prove, qualunque sia la causa, comporterà la sua automatica esclusione dalla procedura di selezione.

In cosa consiste la fase della selezione?

Come evidenziato in Come studiare per concorso navigator, la
a selezione consisterà in un test a risposta multipla composto da massimo 100 quesiti su 10 materie, tra cui cultura generale, logica e informatica. sarà una prova a quiz relativa alle seguenti materie: Cultura generale; Test psicoattitudinali; Logica; Informatica; Modelli e strumenti di intervento di politica del lavoro; Reddito di cittadinanza; Disciplina dei contratti di lavoro; Sistema di istruzione e formazione; Regolamentazione del mercato del lavoro; Economia aziendale.

Terminate la selezione cosa succederà?

Al termine delle prove di selezione, la Commissione elabora, secondo l’ordine decrescente dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, la graduatoria di merito.

I nominativi dei vincitori e degli idonei vengono pubblicati nell’apposita sezione del sito web di Anpal Servizi.

I candidati risultanti vincitori saranno invitati a stipulare il contratto individuale di lavoro nei termini ed alle condizioni previste dall’avviso e fino a copertura del fabbisogno professionale dichiarato nel medesimo.

I candidati idonei, ovvero coloro che hanno conseguito un punteggio minimo di 40/60 ma non sono risultati vincitori, potranno soddisfare successivi eventuali fabbisogni in tutto omologhi a quelli espressi nell’avviso di cui risultano idonei, senza dover sostenere un nuovo iter di reclutamento e selezione.

Le graduatorie degli idonei rimangono efficaci per un termine di dodici mesi dalla data di pubblicazione di cui sopra.

Dopo l’assunzione è previsto un periodo di formazione?

Si è previsto un periodo di formazione sulle politiche attive del lavoro, del reinserimento, delle politiche sociali, del funzionamento del reddito di cittadinanza e quindi di tutti gli aspetti del contesto in cui lavoreranno i futuri Navigator.

Quando tempo durerà la formazione?

Mimmo Parisi, presidente in pectore dell ANPAL, ha parlato di una formazione sul campo di 6-8 mesi.

Dopo la formazione dove andranno a lavorare fisicamente i Navigator?

Nei centri per l’impiego, la cui attività, per legge, è di esclusiva competenza regionale.

Per tale motivo l’assenso di tutte le Regioni su tutte quello che riguarda il progetto navigator è indispensabile. In altri termini senza il permesso delle Regioni i navigator non potranno entrare nei centri per l’impiego.

Al riguardo tuttavia vi è anche un altro problema: molte regioni, che a loro volta dovrebbero assumere altri 4 mila operatori con appositi concorsi pubblici, hanno già fatto sapere che non hanno uffici a disposizione per ospitare i navigator selezionati da ANPAL

Che retribuzione mensile avranno i navigator?

Secondo il Governo, per i due anni di collaborazione i Navigator avranno una retribuzione mensile tra i 1600 e 1700 euro netti al mese (circa 30.000 lordi annui).

Il regolamento invece per il profilo professional prevede una retribuzione mensile di € 2.278.

Sono interessato cosa devo fare per restare aggiornato?

Per restare aggiornato sugli sviluppi della selezione e ricevere una notifica quando l’ANPAL e/o le regioni pubblicheranno il bando per l’assunzione dei navigator, manifesta il tuo interesse al nostro BOT cliccando qui.

Inoltre iscriviti al gruppo Facebook Aspiranti Navigator – Tutti in un gruppo.

70 Commenti

  1. Nella prova quiz cosa è consentito ?
    L’uso della calcolatrice o l’uso della carta e penna per esercizi di matematica ?

  2. Metteranno come paletto voto di laurea 100,o potranno dare possibilità anche ai laureati con voto inferiore?

  3. Salve io ho una laurea triennale in scienze psicologiche del lavoro e. Mio marito in psicologia clinica possiamo partecipare al concorso per Navigator. Grazie

  4. Buonasera.
    Io sono un Avvocato. Con P.Iva aperta.
    Posso fare domanda?
    Ed inoltre, per quanto riguarda le Regioni, solo i pubblici impiegati possono inoltrare domanda presso di esse?
    Grazie.

    • Ci sono limitazioni per quanto riguarda i possessori di p.iva, in particolare se è già un lavoratore del settore, lo abbiamo spiegato nell’articolo. Dovrebbe essere possibile partecipare se le attività oggetto del contratto di collaborazione non siano attratte/riconducibili agli ambiti di attività della partita IVA

    • la laurea magistrale in Psicologia dovrebbe essere tra quelle ammesse alla partecipazione, le partite iva sono ammesse se le attività oggetto del contratto di collaborazione non siano attratte/riconducibili agli ambiti di attività della partita IVA

  5. Chiedo un link dove poter scaricare il simulatore quiz per concorso navigator e il materiale bibliografico per la preparazione alla prova scritta.
    Grazie.

  6. Salve
    Per i semplici diplomati si legge nelle note che potrebbe aprirsi uno spiraglio
    Si possono conoscere i tempi?

  7. Buongiorno,
    una riflessione sintetica:
    ho 54 anni, dei quali trenta investiti in un settore specifico orientato al commerciale, alla vendita personale, alla selezione e formazione dei collaboratori. Sto terminando ora un periodo di disoccupazione per mutate esigenze aziendali. Vorrei diventare navigator, l’esperienza professionale per orientare ed affiancare le risorse umane non mancano. Ma non sono laureato. Quest’ultima mia caratteristica preclude qualsiasi possibilità di poter partecipare alle selezioni come pure ad un concorso? Grazie per avermi letto.

    • Ci dispiace, purtroppo se il bando del concorso prevede come prerequisito la laurea Magistrale non c’è molto da fare. Può sempre partecipare a qualche altro concorso dove la laurea non è richiesta.

    • Potrei partecipare con laurea magistrale in pedagogia? E il curriculum si presentera compilando form o si deve allegare quello in formato europeo!? Grazie della gent. Ma risposta

      • non conosciamo ancora tutti i dettagli, stiamo attendendo il bando ufficiale. La laure in pedagogia purtroppo non è tra quelle previste, ma attendiamo il bando per sicurezza.

  8. Ci sono informazioni circa il possesso del titolo di Dottore di Ricerca? O siamo stati dimenticati di nuovo?

  9. Io ho una laurea magistrale in psicologia e volevo sapere se potrei essere idonea per partecipare al bando

  10. il discorso della laurea magistrale è in contrapposizione con la figura che si va a formare: il tutor è colui che si possedendo una buona cultura di base riesce ad assistere, consigliare supportare il beneficiario del reddito di cittadinaza, nessuna ricerca univeritaria è richiesta per svolgere questo lavoro ma tanta capacità organizzativa e relazionale. La laurea triennale come requisito di ammissione è più che sufficiente. Sarebbe una grande possibilità lavorativa per coloro che, come me, hanno conseguito questo titolo sostenendo numerosi esami in 3 anni, discusso una tesi e investito tanto tempo e denaro.

  11. Salve, ci sono state modifiche sui requisiti di ammissione inerenti la laurea triennale?..é quindi possibile partecipare al bando con questo titolo?

  12. Salve, ho una laurea vecchio ordinamento in scienze della comunicazione, considerata equipollente, per tutti i concorsi pubblici, a Scienze Politiche.Posso Partecipare?

  13. Salve ho una laurea triennale in Giurista delle pubbliche amministrazioni, rientrante in Giurisprudenza posso lo stesso partecipare al concorso?

  14. Nel bando sarà contemplata le categoria di chi usufruisce della disoccupazione e deve rientrare nel mondo del lavoro?potrebbe consistere in un requisito in più?

    • Il primo gruppo di assunzioni dovrebbe avvenire per colloquio diretto, non funzionerà secondo i normali criteri dei bandi di concorso.

  15. Se la natura del contratto di lavoro del Navigator e di una collaborazione a progetto, sara possibile conciliarla con altro rapporto di lavoro di natura subordinata?

  16. Mi aggancio a quanto scritto da Azzurra. Intanto dall’articolo non mi è così chiara la distinzione di selezione tra l’addetto, il professional e l’esperto, dato che ad un certo punto dell’articolo c’è riportato quanto avrebbe affermato Tridico, ovvero che i navigator verranno assunti con il profilo di professional. Ergo se così fosse, al navigator occorrerebbero diversi anni di esperienza nel settore, quindi di quali selezioni stiamo parlando?
    Inoltre non si riesce ad essere più specifici, (sempre nel caso che anche senza almeno 4 anni di esperienza si possa accedere alle selezioni)su quali testi e/o materiale didattico si può studiare e/o ripassare per avere qualche speranza di superare il test?
    Ringrazaindovo anticipatamente, chiedo find’ora scusa qualora non avessi capito ciò che è chiaramente spiegato e scritto. Maria

  17. Gentili signori,
    Vorrei sapere se lauree di base + master americani (da università accreditate, con documentazione e dichiarazione di valore) possono essere considerate. Grazie

  18. certamente necessario una laurea ,come base di avere una certa qualifica, ma per me basterebbe anche una laurea triennale, perché non abbiamo bisogno di scienziati con il dottorato, ma abbiamo bisogno di persone che ama questo lavoro, che si mette allo stesso livello di quello che cerca il lavoro ed ha bisogno, e che loro obbiettivo è quello di inserire più persone nel mondo del lavoro, di aiutare quelli più anziani e dare una spinta e motivazione ai giovani, diventare un punto di riferimento che oggi quello che manca per molte persone, proprio perché i nostri uffici di collocamento non funziona. Io da anni lavoro nell’ambito sociale, amo parlare, capire ed ascoltare le persone, e mi piacerebbe vestirmi di quel ruolo, e dare contributo attivo nella società.

  19. Vorrei Sapere i requisiti per ogni profilo specifico, dall’addetto, al professional e all’esperto, non li trovo da nessuna parte. Io ho una laurea magistrale in Scienze delle politiche e dei servizi sociali, posso accedere al concorso? in ultimo le materie del concorso saranno pubblicate sul bando, ma prima non si riescono a sapere?

    • L’abbiamo spiegato nell’articolo. Per accedere ai gradi Professional ed esperto occorrono diversi anni di esperienza lavorativa nel settore. La prima fase di assunzioni non avverrà per concorso ma per colloquio diretto.

  20. Salve,
    posseggo una laurea triennale in scienze della formazione e dell’ educazione indirizzo “formazione e gestione risorse umane”. Posso candidarmi con questo titolo di studio? Grazie !

  21. Salve, la mia laurea triennale è scienze del servizio sociale, mentre la magistrale si chiama Coordinatore dei servizi educativi e dei servizi sociali, della facoltà di scienze della Formazione. Posso partecipare?

  22. Salve, vorrei sapere se l’eventuale incarico di navigator è (come presumo)inconciliabile con la richiesta di Reddito di cittadinanza all’interno dello stesso nucleo familiare: io vorrei partecipare al concorso ma nel frattempo la famiglia presenterà la richiesta di rdc a nome di mio marito, disoccupato da oltre 4 anni

    • Non è detto che sia incompatibile. L’ammontare del Reddito di cittadinanza dipenderà dall’ISEE e della composizione del nucleo familiare.

  23. Salve, vorrei esprimere il mio interesse al Bot, ma cliccando non succede nulla.
    Cosa posso fare per rimanere aggiornata sul bando?
    Grazie

  24. Le farò girare.
    chi lotta da anni per le graduatorie della scuola ha titolo di lavoro pertinente?

1 Trackback / Pingback

  1. Concorso Navigator - Come si svolgerà la prova a quiz | Concorsando..it

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.