L’esame di abilitazione alla professione forense è un ostacolo da dover necessariamente superare per poter avviare la propria professione.

Come tutti sanno non è per nulla semplice superare l’esame di Avvocato, perché la difficoltà non risiede nelle prove in sé, ma in fattori ulteriori che non sempre dipendono dal singolo candidato. Per cecare di ovviare al fattore “fortuna” è allora indispensabile provvedere a fare tutto il possibile per raggiungere un livello ottimo in pochi passi.

Come si svolge l’esame per Avvocato?

L’esame di avvocato consiste nello svolgimento di tre prove scritte e una prova orale. Le prove scritte vengono svolte su questioni individuate dal Ministero della Giustizia ed hanno per oggetto due tipi di contenuti:


2 pareri motivati (a scelta tra due questioni proposte in materia del diritto oggetto della prova).
1 atto giudiziario (a scelta tra la materia penale, civile e amministrativa).

Il primo giorno è richiesta la redazione di un parere motivato in materia di diritto civile.
Il secondo giorno è richiesta la redazione di un parere motivato in materia di diritto penale.
Il terzo giorno, invece, è richiesta la redazione di un atto giudiziario a scelta tra il diritto civile, il diritto penale ed il diritto amministrativo.

Cosa è ammesso alla prova?

I candidati non potranno portare con sé scritti o elaborati, pena l’esclusione dall’esame, decisione questa presa con provvedimento del Presidente di commissione sentiti almeno due commissari. A partire dal 2020 le prove scritte si svolgeranno solo con l’ausilio dei testi di legge senza commenti e citazioni.
Rispetto al passato, quindi, non sarà più possibile l’ausilio di codici commentati in sede di prove scritte. I testi di legge senza commento, invece, dovranno essere visionati nei giorni anteriori all’esame.

Quali sono le materie dell’orale per l’esame avvocato?


Cambiano anche le materie dell’orale. Infatti, se in precedenza ogni candidato poteva scegliere quattro ben cinque delle sei materie oggetto dell’orale, dal 2020 la prova verterà su TUTTE le seguenti materie:

– Ordinamento e Deontologia.
– Diritto civile.
– Diritto Penale.
– Diritto Processuale penale.
– Diritto Processuale civile.

A queste si aggiungono altre 2 materie a scelta del candidato tra le seguenti:

– Diritto Costituzionale.
– Diritto Amministrativo.
– Diritto Comunitario.
– Diritto Commerciale.
– Diritto Internazionale Privato.
– Diritto del Lavoro.
– Diritto Tributario.
– Diritto Ecclesiastico.
– Ordinamento Giudiziario e Penitenziario.

Per la valutazione della prova orale ciascun componente della commissione d’esame dispone di 10 punti di merito per ciascuna delle materie d’esame. Sono considerati idonei i candidati che ottengono un punteggio non inferiore a 30 punti per ciascuna materia.

Come ci si prepara per questo esame, considerate le modifiche previste?

I migliori consigli per superare la prova scritta per l’esame di Avvocato

  1. Il primo consiglio utile è l’esercizio.

    Nei mesi che precedono l’esame dovrete scrivere tantissimo, redigere pareri, scrivere atti. La prima prova resta una prova scritta e pertanto resta ferma la necessità di presentare dei compiti ben scritti e ben strutturati.  
    L’esercizio vi farà diventare maggiormente confident con la prova.

  2. Il secondo consiglio, ancora più importante, è quello di farvi correggere gli elaborati.

    Utilizzare una terza persona che possa eliminare errori di sintassi, punteggiatura, intercalari ripetuti senza ragione. Per far questo è necessario rivolgervi a personale che capisce di cosa state parlando e che ha le competenze per correggervi.

  3. Frequentare un corso per l’esame di avvocato.

    Un esempio può essere frequentare un corso che garantisca non solo un esercizio continuo, ma anche correzioni personalizzate e celeri.

  4. Utilizzare i testi giusti per la preparazione

    Fare affidamento solo sui migliori libri che vi permettano di avere sempre un riferimento valido e conciso. Sono assolutamente consigliati la serie di manuali che mette a disposizione l’Edizioni Simone, che abbiamo raccolto tutti qui in sconto (15%).


Il Corso Smart per prepare la prova scritta

Anche in questo caso, Concorsando.it offre una soluzione ottimale, mediante un pacchetto che include video lezioni e correzioni.

Corso-preparazione-esame-avvocato

Scopri subito il nostro corso innovativo e visualizza gratuitamente un’anteprima!

Perché frequentare un corso?

Perché vi affidate a mani esperte per l’individuazione di una impostazione degli elaborati e per evidenziare o scoprire tuoi i punti deboli.

E’ indispensabile un corso?

No, non lo è se hai avuto già esperienza dell’esame e se ti senti pronto per la prova. Diventa però indispensabile se:

  • hai qualche insicurezza o incertezza.
  • se non sei convinto che il modo di impostare un parere possa essere vincente o corretto.
  • se non ti spieghi perché non riesci a superarlo dopo numerosi tentativi.
  • se hai bisogno di un supporto, materiale o morale.

Scopri subito il nostro corso innovativo e visualizza gratuitamente un’anteprima!

Ecco per voi alcuni errori da non commettere in sede d’esame:

  1. E’ opportuno non ricopiare pedissequamente intere norme o intere massime (sebbene in tale secondo caso non correrete più il rischio di incappare in questo errore in quanto non sarà più possibile utilizzare codici annotati con la giurisprudenza).
  2. Non affidatevi alla soluzione: una volta trovata la sentenza risolutiva, non dovete mai pensare che il lavoro sia in discesa. Senza dubbi aver individuato una corretta soluzione aiuta, ma dovete motivare e ragionare.
  3. Non è vincente analizzare un istituto a 360° partendo dalla storia dei tempi. Focalizzatevi piuttosto sulla questione sottesa alla traccia. Ampliate il discorso con qualche riferimento generale ma non andate fuori tema.
  4. Evitate compiti eccessivamente lunghi. I trattati potrete scriverli in ogni momento della vostra vita. Non dovete dimostrare di conoscere tutto lo scibile su un argomento. Siate concisi e diretti.
  5. Non stancatevi troppo.