Alessandro Manzoni

Tutti i Quiz su Alessandro Manzoni li trovi solo su Concorsando.it

Tra gli autori della letteratura italiana, ritroviamo Alessandro Manzoni.

Di seguito le nozioni che di solito nei concorsi pubblici chiedono in relazione a tale argomento.

Ti ricordiamo che puoi esercitarti sui quiz di Letteratura Italiana utilizzando il simulatore quiz.

Quiz su Alessandro Manzoni

Qual è il suo nome completo?

Alessandro Francesco Tommaso Antonio Manzoni.

Chi è Alessandro Manzoni?

E’ considerato il maggiore romanziere italiano della prima metà dell’800.

Quando e dove nacque?

Nacque nel 1785 a Milano, figlio del conte Pietro e di Giulia Beccaria.

Cosa scrisse soprattutto?

Narrativa, testi teorici, testi storiografici, poesia e drammi.

In che anno si convertì al Cattolicesimo?

Nel 1810.

Quale corrente religiosa influenzò la sua poetica inizialmente?

Il Giansenismo.

Con chi si sposò?

Con Enrichetta Blondel nel 1808.

Fu esponente di quale Movimento Letterario?

Del Romanticismo, di cui è considerato l’esponente più importante.

In che anno morì?

Morì nel 1873, di meningite.
Verdi compose la “Messa da Requiem”, proprio alla sua morte.

Chi Alessandro Manzoni considerò sempre come suo padre spirituale ?

Carlo Imbonati, Il compagno della madre.

Quali sono le sue opere più importanti?

Le opere più importanti sono: In morte di Carlo Imbonati, Inni Sacri, Osservazioni sulla morale cattolica, Lettre à M. Chauvet, Il conte di Carmagnola, Il 5 maggio, Lettera sul Romanticismo, I Promessi Sposi, Storia della colonna infame, Del romanzo storico, Marzo 1821, Dell’unità della lingua.

A cosa si riferiva con l’espressione “Risciacquare i panni in Arno”?

Alla riscrittura de “I promessi sposi” secondo la lingua toscana, pertanto si recò a Firenze nel 1827.

A chi era indirizzata “Lettera sul Romanticismo”?

Al marchese Cesare D’Azeglio.

In seguito a quale notizia, scrisse “il Cinque Maggio” nel 1821?

Alla morte di Napoleone, dove attraverso l’uso di una similitudine descrisse il suo stato d’animo.

Qual è la rappresentazione di una possibile influenza del giansenismo nell’opera manzoniana?

Il ruolo decisivo della Grazia ai fini della salvezza.

Perché è importante, una delle sue opere: “Lettre à M. Chauvet sur l’unité de temps et de lieu dans la tragédie” ?

Perché tratta il rapporto tra realtà e invenzione, tra vero storico e vero poetico, afferma, in particolare, che il compito della poesia è di completare la storia, svelando ciò che i documenti non possono dire, gli stati d’animo, i sentimenti, le motivazioni.

La sue opere “Adelchi” e “Il conte di Carmagnola” a quale genere appartengono?

Tragedia.

Quale delle sue opere è incentrata sulle insurrezioni italiane anti-austriache?

“Marzo 1821”.

Quale fu la sua prima opera dopo la conversione al Cattolicesimo?

Gli Inni Sacri, tra cui “La Risurrezione” fu quello scritto per primo, “Il nome di Maria”, “Il Natale”, “La Passione”, “La Pentecoste” e l’incompiuto “Ognissanti”.

Quale espediente escogitò, oltre all’aggiunta del saggio Storia della colonna infame, per evitare il proliferare di edizioni abusive della sua opera?

Corredò l’edizione di illustrazioni.

A quale autore si ispirò Manzoni per la stesura del suo romanzo storico?

A Walter Scott.

La sua opera più celebre: I promessi Sposi, a quale anno fa riferimento?

Al 1630.

La sua opera “Socle du monde” a quale corrente fa riferimento?

Al Dadaismo.

Qual è la sua concezione riguardo alla guerra?

Ne sottolinea l’inutilità e il carico di conseguenze negative che essa esercita sulle classi più umili.

Come definisce il Manzoni la funzione dei cori nelle sue tragedie?

Un “cantuccio” riservato all’autore per esprimervi il proprio commento etico-religioso sugli avvenimenti.

Qual è l’incipit dell’introduzione del romanzo manzoniano?

“L’Historia si può veramente deffinire una guerra illustre contro il Tempo, perché togliendolo di mano gl’anni suoi prigionieri, anzi già fatti cadaveri, li richiama in vita, li passa in rassegna, e li schiera di nuovo in battaglia”.

In cosa il pessimismo di Manzoni si distacca da quello di Leopardi?

Nella fiducia in Dio.

Nelle tragedie A. Manzoni abolì cosa?

Le unità classicistiche di tempo e di luogo.

I Sermoni di Alessandro Manzoni, cos’è?

In endecasillabi sciolti, sono composizioni in cui considerazioni morali e di costume si intrecciano a spunti autobiografici.

Che cosa intendeva Manzoni per Romanticismo?

Rinnovamento dei temi trattati, promozione di una letteratura popolare, e rinnovamento dei moduli espressivi.

In quale ode il Manzoni esprime vigorosamente il proprio ideale nazionale unitario, fondato sull’unità di lingua, di religione e di tradizioni?

Nell’opera Marzo 1821, scritta in occasione dei moti carbonari piemontesi.

Nelle tragedie manzoniane i cori sono?

Il mezzo con cui Manzoni fa sentire la propria voce.

Come definisce il Manzoni la funzione dei cori nelle sue tragedie?

Un riservato all’autore per esprimervi il proprio commento etico-religioso sugli avvenimenti.

Qual è la maggiore difficoltà riscontrata da Alessandro Manzoni nella stesura del suo romanzo storico?

Linguistica.

Quali sono le caratteristiche e le finalità del romanzo storico intese dal Manzoni?

L’utile, il vero e l’interessante.

Manzoni compose cinque Inni Sacri, rimasero allo stato di frammenti solo alcuni, quali?

L’Ognissanti (1847) e Il Natale del 1833 (1835).

L’ode “Il cinque maggio” è stata scritta da Alessandro Manzoni. In quale secolo?

Diciannovesimo.

La poesia Il cinque maggio di Alessandro Manzoni è composta in?

Versi settenari.

La Pentecoste di Manzoni, com’è considerata?

Come il capolavoro della lirica manzoniana, passò dal 1817 al 1822, attraverso successive redazione, che attestano un ampliarsi della visione religiosa e umana del poeta.

Altri Autori della Letteratura Italiana

Di seguito tutte le voci del nostro glossario per concorsi pubblici relative agli Autori della Letteratura Italiana.

abcdefghijklmnopqrstuvwxyz