Concorso Dirigente Tecnico – Ministero della Cultura – 75 posti – Solo per laureati

Scopri come partecipare e in che modo puoi iniziare a studiare

Tempo di lettura stimato: 8 minutes

Si aggiunge ai Concorsi di inizio 2022, il Concorso Dirigente Tecnico – Ministero della Cultura, bandito il 7 dicembre 2021 e in scadenza il 28 dicembre 2021, in base al quale si procederà alla assunzione di 75 allievi al corso-concorso selettivo di formazione per il reclutamento di 50 dirigenti di seconda fascia del Ministero della cultura.

In relazione a tale concorso, ti spiegheremo come funziona e come partecipare e in che modo iniziare a studiare per le prove previste dal bando.

La prova del concorso svolgerà nei giorni 14 e 15 Aprile 2022 in sedi dislocate in base alla propria Regione di residenza.
Leggi la comunicazione ufficiale cliccando qui

Per conoscere gli altri concorsi a cui puoi partecipare consulta i bandi in scadenza.

Concorso Dirigente Tecnico MIC 75 posti – Come funziona e come partecipare

Cos’è il MIC?

L’acronimo MIC viene indicato il Ministero della Cultura, precedentemente denominato Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (MIBACT). Il MIC si occupa della gestione del patrimonio culturale e dell’ambiente, tutelando la cultura e lo spettacolo e conservando il patrimonio artistico, culturale e del paesaggio.

Posti disponibili

Quanti sono i posti a disposizione?

In totale, sono previsti 75 posti per allievi al corso-concorso selettivo di formazione per il reclutamento di 50 dirigenti di seconda fascia del Ministero della cultura.

I posti sono a tempo indeterminato?

Non viene specificato nel bando concorsuale.

Dove si terrà il corso-concorso selettivo di formazione dirigenziale?

Lo svolgimento del corso-concorso è coordinato dalla SNA d’intesa con la Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, ha la durata massima di 12 mesi, tuttavia non ne vengono specificate le modalità e la sede, nel bando concorsuale.

Profili e requisiti

Quali sono i profili ricercati?

I 75 posti sono così suddivisi:
Area A – Archivi e biblioteche: 24 allievi ammessi al corso-concorso selettivo di formazione per il reclutamento di 16 dirigenti di seconda fascia;
Area B – Soprintendenze archeologia, belle arti e paesaggio: 36 allievi ammessi al corso-concorso selettivo di formazione per il reclutamento di 24 dirigenti di seconda fascia;
Area C – Musei: 15 allievi ammessi al corso-concorso selettivo di formazione per il reclutamento 10 dirigenti di seconda fascia.

Quali sono i requisiti di ammissione?

Per partecipare al nuovo concorso dirigente tecnico al Ministero della cultura occorre essere in possesso di una delle lauree previste dal bando (Art. 3) per la relativa area di riferimento, con l’aggiunta di un dottorato di ricerca o master universitario o in alternativa 5 anni di servizio nelle pubbliche amministrazioni.

Prove del concorso

Come sarà strutturato il concorso?

Nel caso in cui, il numero delle domande di partecipazione sia pari o superiore a tre volte il numero dei posti messi a concorso, si svolgerà una prova preselettiva, per determinare l’ammissione dei candidati alle prove scritte.
Dopodiché si procederà con:
– due prove scritte;
– una prova orale.

In cosa consisterà la prova preselettiva?

La prova preselettiva consiste in un test composto da 60 quesiti a risposta multipla comprendenti:

quesiti di logica; quesiti di diritto amministrativo;
– quesiti di diritto del patrimonio culturale;
– quesiti di diritto dell’Unione europea;
– quesiti di diritto privato;
– quesiti di economia delle amministrazioni pubbliche;
– quesiti di management pubblico;
– quesiti di trasformazione digitale della pubblica amministrazione;
– quesiti di lingua inglese – livello B2 QCER;
– quesiti tecnici di ruolo, differenziati per ciascuna delle tre aree del corso-concorso, sui seguenti temi: principi, storia e politiche della tutela e della valorizzazione del patrimonio culturale di settore, anche in riferimento alle convenzioni internazionali; organizzazione e processi di lavoro caratterizzanti degli istituti di settore; principi e contesti operativi per la ricerca, la formazione e l’educazione al patrimonio culturale di settore.
Per i criteri, di superamento della prova preselettiva consultare il bando concorsuale del MIC.

Quali sono i criteri circa la prova preselettiva?

Come comunicato, la valutazione sarà effettuata attribuendo: un punto per ogni
risposta esatta, 0 punti per ogni risposta mancata e -0.50 per ogni risposta errata o multipla.

Qui l’avviso ufficiale.

In cosa consisteranno le due prove scritte?

La prima prova scritta, è diretta a verificare le conoscenze e le competenze dei candidati nelle materie giuridiche ed economiche applicate all’ambito del patrimonio culturale (diritto costituzionale, diritto amministrativo, diritto del patrimonio culturale, diritto dell’Unione europea, economia politica, politica economica, economia delle amministrazioni pubbliche, management pubblico, analisi delle politiche pubbliche) e alle relative procedure, l’attitudine al ragionamento giuridico, la capacità di impostare analisi critiche di problemi complessi e la capacità di sintesi nel proporre soluzioni argomentate,
sulla base di un dossier distribuito ai candidati.

La seconda prova scritta, è volta a verificare le conoscenze e le competenze dei candidati negli ambiti che caratterizzano ciascuna delle tre aree e la loro capacità di formulare valutazioni e proposte argomentate, in un’ottica di raggiungimento dei risultati complessivi.

In cosa consisterà la prova orale?

La prova orale, può essere svolta anche in videoconferenza e consiste in un colloquio diretto a verificare che il candidato:
a) il possesso di adeguate conoscenze nelle discipline indicate nell’art. 8 del bando e afferenti all’area professionale prescelta;
b) il possesso di adeguate conoscenze in tema di tecnologie digitali, competenze in ordine all’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione ai fini gestionali e competenze digitali volte a favorire processi di innovazione amministrativa e di trasformazione digitale della pubblica amministrazione;
c) le capacità organizzative e manageriali in rapporto a specifiche situazioni proprie del ruolo dirigenziale.
la verifica della conoscenza della lingua inglese avviene attraverso una conversazione che ne accerti il livello (B2 QCER).

E’ prevista la pubblicazione di una banca dati?

Nel bando concorsuale, non sono specificate informazioni circa la pubblicazione di una banca dati.

Come inoltrare la domanda

Come si inoltra la domanda di partecipazione? Dove trovo il bando?

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata esclusivamente per via telematica attraverso il portale utilizzando il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico, previa registrazione del candidato.

Si può inviare più di una domanda tra le aree presenti nel bando?

Il candidato può inviare solo una domanda di partecipazione, scegliendo una sola tra le aree presenti nel bando e nella domanda deve essere specificata l’area per la quale intende concorrere. Il candidato deve essere inoltre in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato.
La registrazione, la compilazione e l’invio della domanda devono essere completati entro il ventunesimo giorno, decorrente dal giorno successivo a quello della pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale.

Non hai una PEC?

Per avere un indirizzo di posta elettronica certificata, in modo facile e veloce puoi utilizzare il nostro servizio PEC, che ti permetterà in soli 30 minuti, di entrare in possesso della tua PEC.

Concorso Dirigente Tecnico MIC – Come studiare

Il simulatore quiz

Se hai intenzione di partecipare al Concorso Dirigente Tecnico Mic – 75 posti, avrai sicuramente bisogno del nostro simulatore quiz.

Per esercitarti fin da subito, puoi utilizzare la funzione materie del nostro simulatore: ti basta aggiungere tutti gli argomenti più richiesti per i concorsi pubblici.

Il nostro Simulatore Quiz è disponibile sul web, su Android e sui dispositivi Apple e Huawei!

Corsi Online

Oltre all’utilizzo del Simulatore ti consigliamo di iscriverti ad alcuni Corsi Online, che rappresentano uno strumento utile per la preparazione di una o più materie oggetto di esame.

La nostra offerta di Corsi Online per il Concorso Dirigenti Tecnici MiC comprende:

Manuale Edizioni Simone

Per prepararti a questo concorso, ti consigliamo il Manuale Concorso Ministero della Cultura – Per la prova preselettiva, che ti offrirà una preparazione completa sia sulla parte teorica che su quella pratica.

Manuale Concorso Ministero della Cultura 2021 Allievi Dirigenti – Per la prova preselettiva

Manuale Concorso Ministero della Cultura 2021 Allievi Dirigenti – Per la prova preselettiva

€ 44€ 41,80

Manuale per la prova preselettiva con le materie comuni a tutte le aree – Logica – Diritto amministrativo – Diritto del patrimonio culturale – Diritto dell’Unione europea – Diritto privato – Economia delle amministrazioni pubbliche – Management pubblico – Trasformazione digitale della P.A. – Inglese – Software online per la simulazione della prova d’esame

Altre informazioni →

Concorso Dirigente Tecnico MIC – Forum e aggiornamenti

Resta aggiornato sul Concorso Ministero della Cultura MIC e conoscere anche gli altri candidati:

Altri concorsi in scadenza

Oltre ai Concorso Dirigente Tecnico – Mic ti segnaliamo anche gli altri concorsi in scadenza del settore tecnico.