Concorso DSGA – In arrivo 2400 posti – La guida

Scopri come partecipare e in che modo iniziare a studiare

Concorso DSGA

Tra i concorsi in uscita per laureati vi è il prossimo Concorso DSGA che dovrebbe essere bandito a breve, e nel quale potrebbero essere messi a disposizione fino a 2400 posti.

Per restare aggiornato sul prossimo Concorso Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi manifesta il tuo interesse al nostro BOT di Messenger cliccando qui.

Inoltre conosci gli altri aspiranti DSGA iscrivendoti al relativo gruppo di studio.

Il ruolo di DSGA

Chi è il DSGA e quali sono le sue mansioni?

Il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA) è la figura direttiva nell’ambito scolastico più importante e con le maggiori responsabilità dopo il Dirigente Scolastico. Egli svolge attività lavorativa di notevole complessità ed avente rilevanza esterna.

Sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione svolgendo funzioni di coordinamento, promozione delle attività e verifica dei risultati conseguiti, rispetto agli obiettivi assegnati ed agli indirizzi impartiti, al personale ATA, posto alle sue dirette dipendenze.

Organizza autonomamente l’attività del personale ATA nell’ambito delle direttive del dirigente scolastico. Attribuisce al personale ATA, nell’ambito del piano delle attività, incarichi di natura organizzativa e le prestazioni eccedenti l’orario d’obbligo, quando necessario.

Svolge con autonomia operativa e responsabilità diretta attività di istruzione, predisposizione e formalizzazione degli atti amministrativi e contabili; è funzionario delegato, ufficiale rogante e consegnatario dei beni mobili.

Può svolgere attività di studio e di elaborazione di piani e programmi richiedenti specifica specializzazione professionale, con autonoma determinazione dei processi formativi ed attuativi. Può svolgere incarichi di attività tutoriale, di aggiornamento e formazione nei confronti del personale. Possono essergli affidati incarichi ispettivi nell’ambito delle istituzioni scolastiche.

A quanto ammonta il suo stipendio e quanto ore lavora?

Il DSGA ha un orario di lavoro, per legge, di 36 ore settimanali che potrà gestire con autonomia e flessibilità durante la settimana lavorativa.

La retribuzione base di un DSGA, senza considerare indennità, retribuzioni accessorie, anzianità, è di poco inferiore ai € 2000

Come si diventa DSGA?

Superando un apposito concorso pubblico per titoli ed esami.

Il Concorso DSGA 2018

Di seguito i requisiti di ammissione e le modalità di svolgimento basate sull’ultima bozza del bando Concorso DSGA.

Chi potrà partecipare al prossimo Concorso DSGA? Quali saranno i titolo di studio richiesti?

Potranno partecipare al concorso DSGA coloro che hanno conseguito:

  • diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, sociali o amministrative, economia e commercio;
  • diplomi di laurea specialistica (LS) 22, 64, 71, 84, 90 e 91;
  • lauree magistrali (LM) corrispondenti a quelle specialistiche ai sensi della tabella allegata al D.I. 9 luglio 2009.

Saranno ammessi a partecipare anche gli assistenti amministrativi che, alla data della legge 27 dicembre 2017, n. 205, hanno maturato negli ultimi otto anni, almeno tre interi anni di servizio, anche non consecutivi, nelle mansioni di direttore servizi generali ed amministrativi.

Si potrà partecipare con laurea triennale?

No

Ci sono limiti di età?

No

Quando sarà pubblicato il bando?

Si attende l’approvazione del decreto attuativo inerente il concorso. Il decreto poi sarà inviato alla corte dei conti per la registrazione. Subito dopo si potrà procedere con la pubblicazione del bando. Si stima che il bando venga pubblicato entro fine dicembre 2018

Il concorso sarà su base regionale?

Si, il concorso si svolgerà su base regionale o interregionale, nel senso che si darà la possibilità, a ciascun candidato, di presentare domanda per una sola regione

Quanti dovrebbero essere i posti messi a bando?

Si potrebbe arrivare a mettere a disposizione circa 2400 posti

In quanto prove si articola il concorso?

Il Concrso DGSA si articolerà nelle seguenti prove

  • prova preselettiva: nel caso il numero dei candidati sia superiore a quattro volte il numero dei posti disponibili;
  • prima prova scritta:
  • secondo prova scritta a contenuto teorico-pratico;
  • prova orale;
  • valutazione dei titoli.

In cosa consisterà la prova preselettiva?

La prova preselettivà, computer based e unica per tutto il territorio nazionale, sarà volta all’accertamento delle capacità psico-attitudinali del candidato

Quini in pratica consisterà nella risoluzione di una serie di quiz di logica.

Sarà pubblicata un banca dati per la prova preselettiva?

Si nella bozza del bando Concorso DSGA è prevista tale possibilità.

Ricorda che nel momento in cui sarà pubblicata la banca dati la stessa sarà resa fruibile sul simulatore quiz di Concorsando.it.

Come posso iniziare a studiare per la prova preselettiva?

Per iniziare a studiare per la prova preselettiva segui questi step:

  1. accedi e scarica il simulatore quiz ed aggiungi alla tua area studio con i vari percorsi formativi di logica. Ci sono migliaia quiz di logica su cui puoi esercitarti;
  2. acquista il nostro corso online di logica, in cui ti spieghiamo come risolvere le principali tipologie di quiz di logica.

Inoltre ti consigliamo di acquistare il Manuale per la prova preselettiva del Concorso DGSA edito dalla Edizioni Simone.

Concorso DSGA Direttore dei servizi Generali e Amministrativi – 4100 Quiz Psicoattitudinali per la prova preselettiva

Concorso DSGA Direttore dei servizi Generali e Amministrativi – 4100 Quiz Psicoattitudinali per la prova preselettiva

€ 36€ 30,60

Quiz a risposta multipla svolti e commentati di: • Logica verbale • Logica matematica • Logica deduttiva • Logica figurale - con SOFTWARE e VIDEOLEZIONI

Altre informazioni →

Quanti candidati accederanno alle prove scritte del Concorso DSGA?

Alle prove scritte sarà ammesso un numero di candidati pari a quattro volte  il numero messi a concorso (quindi considerando anche i pari merito dovrebbero essere circa 9.700 candidati)

In cosa consisteranno le due prove scritte?

La prima prova scritta, della durata di 180 minuti, consisterà nella somministrazione di sei quesiti risposta aperta nelle seguenti materie:

  • diritto costituzionale;
  • diritto amministrativo con riferimento al diritto dell’Unione europea;
  • diritto civile, con particolare riferimento alle obbligazioni e ai contratti;
  • contabilità pubblica con particolare riferimento alla gestione;
  • amministrativo contabile delle istruzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico.

La secondo prova scritta, sarà una prova teorica pratica consistente nella redazione di un elaborato vertente nella risoluzione di un caso pratico in ambito giuridico-amministrativo o gestionale amministrativo con riferimento a questioni riguardanti gestionale dell’istituzione scolastica.

Quali saranno le materie della prova orale?

La prova orale, delle durata di 45 minuti, avrà ad oggetto oltre le materie delle prove scritte, anche

  • diritto penale, con particolare riguardo ai delitti contro la pubblica Amministrazione
  • legislazione scolastica, con particolare riferimento alle più recenti evoluzioni normative.

La prova orale valuterà altresì la capacità di comprensione e conversazione nella lingua inglese e la conoscenza dell’utilizzo dei sistemi informatici e delle tecnologie della comunicazione di più comune impiego.

Quali sono i titoli che potrebbero essere valutati?

Coloro che supereranno la prova orale, potranno accedere alla prova valutazione dei titoli.

Saranno valutabili:

  • il voto di laurea;
  • titoli di laurea aggiuntivi;
  • il dottorato;
  • master di I e II livello;
  • idoneità in altri concorsi in Pubblica Amministrazione;
  • titoli di servizio a partire da un anno di anzianità. 

Al termine del concorso come verrà stilata la graduatoria?

Al termine del concorso sarà stilata una graduatoria assegnando fino a un massimo di 30 punti alle prove scritte (praticamente viene considerata la media dei voti conseguiti nelle prove scritte), fino ad un massimo di 30 punti anche alla prova orale e fino ad un massimo di 10 punti ai titoli.

Concorso DSGA – Conclusione

Il concorso DSGA è atteso da decenni ormai. Il numero di partecipanti sarà sicuramente altissimo, se ne prevedono più di 100.000.

Pertanto iniziare a studiare anche prima della pubblicazione del bando, utilizzando i servizi e i prodotti che ti abbiamo consigliato in questo articolo,  potrebbe rilevarsi una mossa vincente.

4 Commenti

  1. Ma su concorsando sara caricata la banca dati della prova preselettiva, ma compreso delle risposte esatte? E magari anche del ragionamento per arrivarci? Grazie 🙂

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.