Concorso Operatori Ministero Interno 2024 – 150 assunzioni tra gli iscritti ai Centri per l’impiego

Scopri come partecipare e in che modo puoi iniziare a studiare!

Tempo di lettura stimato: 9 minuti

Concorso Operatori Ministero Interno 2024 - 150 assunzioni tra gli iscritti ai Centri per l’impiego

Il Ministero dell’Interno ha indetto un nuovo concorso per il 2024, offrendo un’importante opportunità di impiego a 150 candidati. Questa iniziativa, rivolta agli iscritti nei Centri per l’impiego, mira a reclutare personale a tempo indeterminato e pieno, suddiviso in 93 operatori amministrativi e 57 operatori tecnici. Le assunzioni riguarderanno sia gli Uffici centrali che quelli periferici del Ministero, come specificato nell’allegato al decreto ministeriale. Scopri tutti i dettagli e come partecipare a questa selezione per entrare a far parte del prestigioso Ministero dell’Interno.

Hai tempo entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente avviso sul Portale “inPA”.

Prima di mostrarti come funziona la procedura concorsuale e come studiare le materie indicate nel bando, ci preme ricordarti che per restare aggiornato sul Concorso Operatori Ministero Interno ti basta attivare le relative notifiche via Telegram. Inoltre, per conoscere gli altri candidati puoi invece iscriverti al gruppo Facebook e/o al gruppo Telegram.

Se il Concorso Operatori Ministero Interno non è tra quelli che ti interessano, puoi sempre dare un’occhiata agli altri Concorsi nel Ministero dell’Interno o agli altri Concorsi Pubblici.


Come funziona il Concorso Operatori Ministero Interno

Posti, profili disponibili e dettagli

Come sono suddivisi i posti nel concorso per operatori del Ministero dell’Interno 2024?

Il concorso per operatori del Ministero dell’Interno 2024 prevede la suddivisione di 150 posti complessivi.

Questi posti sono così distribuiti:
– 93 posti per il profilo di ruolo di operatore amministrativo, appartenente alla Famiglia Amministrativa e della Comunicazione;
– 57 posti per il profilo di ruolo di operatore tecnico, appartenente alla Famiglia Tecnico-Informatica.

Questi posti saranno assegnati presso gli Uffici centrali e periferici del Ministero dell’Interno, come indicato nell’allegato 1 del decreto ministeriale.

I posti sono a tempo indeterminato?

Sì, a tempo pieno e indeterminato.

Sono presenti delle riserve?

Sì, ai sensi dell’art. 24, punti 4 e 5 del dPR 487/1994, come modificato dal dPR 82/2023, è prevista una riserva del 30 per cento dei posti in favore dei volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate, congedati senza demerito o durante il periodo di rafferma, nonché dei volontari in servizio permanente, laddove possibile in relazione al numero dei posti messi a concorso.

I lavoratori che si trovano in queste condizioni devono produrre apposita certificazione rilasciata dagli organi militari competenti per poter usufruire di questa riserva.

Sedi di lavoro disponibili: elenco completo

Il concorso per operatori del Ministero dell’Interno 2024 prevede la distribuzione dei posti di operatori amministrativi e tecnici in diverse sedi provinciali.

Ecco la suddivisione dettagliata:

ProvinciaPosti Operatori AmministrativiPosti Operatori Tecnici
AGRIGENTO20
ALESSANDRIA12
ANCONA02
ASTI11
BELLUNO01
BERGAMO10
BIELLA10
BOLOGNA05
BRESCIA20
CAGLIARI12
CASERTA01
CATANIA02
CATANZARO10
CHIETI12
COSENZA10
CUNEO10
ENNA10
FERMO20
FERRARA10
FIRENZE01
GENOVA10
GORIZIA10
GROSSETO10
ISERNIA01
L’AQUILA10
LA SPEZIA01
LECCO10
LIVORNO10
LODI10
MACERATA10
MATERA10
MESSINA10
MILANO22
MODENA10
MONZA BRIANZA01
NUORO02
ORISTANO12
PADOVA26
PAVIA10
PESCARA10
PISA10
PISTOIA20
PORDENONE10
POTENZA10
RAVENNA11
REGGIO CALABRIA11
RIMINI10
ROMA (Uffici Centrali – Ministero)3810
ROMA (Uffici Periferici)06
SASSARI10
SIRACUSA10
TARANTO10
TERNI01
TORINO03
TREVISO10
TRIESTE10
UDINE11
VARESE10
VENEZIA20
VERONA10
VIBO VALENTIA10
VICENZA10

Requisiti di partecipazione

Ci sono i limiti di età per poter partecipare?

No.

Quali sono i requisiti per partecipare alla procedura di avviamento a selezione del concorso per operatori del Ministero dell’Interno 2024?

Per partecipare alla procedura di avviamento a selezione, gli iscritti negli elenchi tenuti dai centri per l’impiego devono possedere i seguenti requisiti sia alla data di pubblicazione dell’avviso sul Portale “inPA” e sul sito istituzionale del Ministero dell’Interno, sia al momento della sottoscrizione del contratto di lavoro:

– Cittadinanza italiana o possesso dei requisiti previsti dall’art. 38, commi 1, 2 e 3bis, del decreto legislativo n. 165/2001.
– Cittadinanza di un altro Stato membro dell’Unione europea.
– Familiari di cittadini italiani o di un altro Stato membro dell’Unione europea con diritto di soggiorno o soggiorno permanente.
– Cittadini di Paesi terzi con permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, status di rifugiato o status di protezione sussidiaria.
– Assolvimento dell’obbligo scolastico.
– Idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni previste.
– Godimento dei diritti civili e politici.
– Non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo.
– Non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento.
– Non essere stati dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante documenti falsi o viziati da nullità insanabile.
– Non essere stati licenziati ai sensi della vigente normativa di legge o contrattuale.
– Condotta incensurabile ai sensi dell’art. 35, comma 6, del decreto legislativo n. 165/2001.
– Non aver riportato condanne penali con sentenza passata in giudicato e non avere in corso procedimenti penali o amministrativi per l’applicazione di misure di sicurezza o prevenzione.
Non essere stati sottoposti a misure di prevenzione o sicurezza.
Non essere stati sottoposti ad applicazione della pena ex art. 444 c.p.p.
– Avere posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana.

In cosa consiste la selezione: verifica dell’idoneità

Come si articola il concorso?

La selezione è mirata ad accertare l’idoneità del lavoratore a svolgere le mansioni previste nell’ambito dell’Area degli operatori rispettivamente per i profili di ruolo di operatore amministrativo (Famiglia Amministrativa e della Comunicazione) e di operatore tecnico (Famiglia Tecnico-Informatica) e una adeguata conoscenza della lingua italiana per gli avviati a selezione che non siano cittadini italiani, e consiste in un colloquio e in una prova pratica di idoneità.

Quali sono i dettagli delle prove di idoneità e delle mansioni per il profilo di operatore amministrativo?

Il colloquio verterà su due principali argomenti: l’ordinamento del Ministero dell’Interno e i diritti e doveri dell’impiegato. La prova pratica includerà la verifica della capacità di riordinare i fascicoli, copiare documenti e utilizzare applicativi e strumenti informatici.

Le mansioni comprendono attività ausiliarie e di supporto ai vari uffici con autonomia e responsabilità. Le attività specifiche includono:Archivio e segreteria di tipo semplice:

– Classificazione, registrazione, protocollazione e trasmissione degli atti.
– Consegna e ritiro di atti e documenti.
– Ricevimento visitatori e regolazione del flusso del pubblico.
– Utilizzo di apparecchiature tecnologiche.
– Attività presso i centri cifra.
– Svolgimento delle mansioni per le quali si è stati assunti e mansioni equivalenti nell’ambito dell’area di inquadramento.

Quali sono i dettagli delle prove di idoneità e delle mansioni per il profilo di operatore tecnico?

Il colloquio verterà su due principali argomenti: l’ordinamento del Ministero dell’Interno e i diritti e doveri dell’impiegato. La prova pratica riguarderà attività di sistemazione e riordino di ambienti, montaggio e smontaggio di elementi di arredo e piccola manutenzione ordinaria.

Le mansioni comprendono supporto tecnico alle attività degli uffici e altre attività manuali. Le attività specifiche includono:

– Piccola manutenzione ordinaria.
– Montaggio e smontaggio di elementi di arredo.
– Magazzinaggio e riordino delle attrezzature.
– Distribuzione di documenti e materiale d’ufficio.
– Utilizzo di apparecchiature complesse e verifica dell’efficienza.
– Sovrintendere alle operazioni di stampa, impaginazione e rilegatura.
– Individuazione e correzione di eventuali difetti del prodotto finito.
– Svolgimento delle mansioni per le quali si è stati assunti e mansioni equivalenti nell’ambito dell’area di inquadramento.

Vengono verificati altri requisiti?

Per gli avviati a selezione che non siano cittadini italiani, l’accertamento della conoscenza della lingua italiana consisterà nella verifica della capacità di comprendere le indicazioni e comunicare in maniera opportuna.

Come inoltrare la domanda e dove scaricare il bando

Come si inoltra la domanda?

La selezione funziona così: la Direzione centrale per le politiche del. personale dell’Amministrazione civile del Dipartimento per l’amministrazione generale, per le politiche del personale dell’Amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie inoltra ai Centri per l’impiego territorialmente competenti la richiesta di avviamento a selezione di un numero di lavoratori pari al doppio dei posti da ricoprire, dopodiché:

– i Centri per l’impiego territorialmente competenti, entro 10 giorni dalla ricezione della richiesta, procedono ad avviare a selezione i candidati richiesti secondo l’ordine di graduatoria degli iscritti aventi i requisiti indicati nella richiesta.

Trovi qui la pagina ufficiale, il bando di selezione e l’avviso su INPA.

Come avviene la convocazione dei candidati per le prove di idoneità nel concorso per operatori del Ministero dell’Interno 2024?

Gli Uffici centrali e periferici del Ministero dell’Interno territorialmente competenti, indicati nell’allegato del bando, provvedono a convocare i candidati per le prove di idoneità entro 10 giorni dalla ricezione delle comunicazioni di avviamento.

La convocazione avviene tramite posta elettronica certificata (PEC) e include l’indicazione del giorno e del luogo in cui si svolgeranno le prove. I candidati sono convocati secondo l’ordine di avviamento stabilito.

Cosa succede se un lavoratore non risponde alla convocazione, non supera la prova di idoneità, non sottoscrive il contratto individuale di lavoro, non si presenta per l’immissione in servizio senza giustificato motivo, o non è più in possesso dei requisiti richiesti?

In caso di sostituzione dei lavoratori che non rispondono alla convocazione, non superano la prova di idoneità, non sottoscrivono il contratto individuale di lavoro, non si presentano per l’immissione in servizio senza giustificato motivo, o non sono più in possesso dei requisiti richiesti, l’Amministrazione procederà a richiedere ulteriori avviamenti.

Questi saranno effettuati secondo l’ordine di graduatoria, garantendo così che i posti vacanti siano comunque coperti con altri candidati idonei.

Entro quale data è possibile partecipare?

Entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente avviso sul Portale “inPA”.

Come prepararsi per la prova di idoneità: Corsi online

Corsi Online

Per prepararti al Concorso Operatori Ministero Interno 2024, puoi fruire dei corsi di preparazione online presenti su Academy, la nostra piattaforma a distanza tutto incluso.

Rimani aggiornato/a sul Concorso Operatori Ministero Interno 2024

Per restare aggiornato sul Concorso e conoscere gli altri candidati:

Altri concorsi in scadenza

Oltre al Concorso Operatori Ministero Interno potrebbero interessarti anche i seguenti concorsi in primo piano:


12 Commenti

  1. Salve,
    può partecipare solo colui che ha domicilio e residenza nella sede indicata in elenco?
    Grazie

    • Salve Giovanna, in merito alla presentazione delle candidature devi attendere che il Centro dell’Impiego interessato apra le selezioni e candidarti tramite loro!

    • Per quanto riguarda questo bando, bisogna attendere l’uscita degli avvisi nei relativi centri per l’impiego!

  2. Come si inoltra la domanda?: immagino che non sia facile: il centro dell’impiego non mi ha dato indicazioni.

    • Devi rivolgerti al centro dell’impiego specifico, nel caso abbia aperto già le candidature!

  3. Domanda: per presentare la domanda, bisogna essere necessariamente iscritti in uno dei CPL dove vengono indicati i posti disponibili, oppure si può essere iscritti in altro CPL e presentare istanza per una delle sedi indicate nell’elenco?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.