Concorso VFI Esercito 2024 – 6200 posti disponibili – Con licenza media

Scopri i requisiti e le modalità di svolgimento del concorso

Tempo di lettura stimato: 14 minuti

Concorso VFI Esercito 2024 – 6200 posti disponibili – Con licenza media

Il nuovo Concorso VFI Esercito 2024 (ex VFP1) prevede 6200 posti disponibili per i candidati con licenza media, le candidature per il 1° blocco aprono dal 19 ottobre 2023 al 17 novembre 2023.

Prima di mostrarti come funziona e come partecipare, nonché come iniziare a prepararti, ci preme ricordarti che per restare aggiornato sul Concorso VFI Esercito 2024 ti basta attivare le relative notifiche sul ChatBot Telegram. Per conoscere gli altri candidati puoi invece iscriverti al gruppo Facebook e/o al gruppo Telegram.

Se il Concorso VFI Esercito 2024 non è tra quelli che ti interessano, puoi sempre dare un’occhiata agli altri Concorsi Esercito Italiano oppure ai bandi in scadenza.

, , , , ,

Concorso VFI (ex VFP1) Esercito – Tutti i dettagli

Posti disponibili, requisiti e dettagli

Cos’è il VFI?

A seguito della pubblicazione del DL 2597 è cambiato il modello di reclutamento nelle Forze Armate, con due nuove figure che sostituiscono i precedenti VFP1 e VFP4.

In particolare, ci sono:
– Volontario in Ferma Prefissata Iniziale (VFI) al posto del VFP1, la cui ferma sarà di 3 anni, più un’eventuale rafferma concorsuale;
– Volontario in Ferma Prefissata Triennale (VFT) al posto del VFP4, la cui Ferma sarà sempre di 3 anni, più un’eventuale rafferma concorsuale.

Cosa cambia tra VFP1 e VFI?

Le principali differenze tra VFP1 e VFI, oltre alla durata della ferma, sono di tipo economico:
– ai VFI sarà corrisposta un’indennità di 100€ a carattere forfettario, in luogo del compenso per le ore eccedenti l’orario lavorativo settimanale;
– il parametro stipendiale sarà adeguato a quello del Graduato nella misura del 81.5% per i VFI, salvo alcuni incrementi caratteristici della specialità di impiego;
– sarà riconosciuto il recupero della festività a tutti i Volontari che presteranno servizio in giornate festive, contrariamente a quanto avvieniva con il VFP1;
– la fruizione della mensa e degli alloggi collettivi resta a titolo gratuito per tutti i Volontari.

Quanti sono i posti a disposizione?

I posti per il Concorso VFI Esercito sono 6200, divisi in tre blocchi.

In particolare, i posti sono:
– 2200 per il primo blocco;
– 2000 per il secondo ed il terzo blocco.

Come sono suddivisi i posti per il primo blocco?

I 2200 posti a disposizione del 1° blocco sono così suddivisi:

– 2.144 per incarico principale che sarà assegnato/a dalla Forza Armata;
– 8 per incarico principale “Elettricista Infrastrutturale” (al termine della fase basica di, formazione prevista per i VFI);
– 6 per incarico principale “Idraulico Infrastrutturale” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 10 per incarico principale “Muratore” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 10 per incarico principale “Falegname” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 8 per incarico principale “Fabbro” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 10 per incarico principale “Meccanico di mezzi e piattaforme” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 2 per incarico principale “Esploratore Equestre” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI, orientati a sopperire alle esigenze dello squadrone a cavallo);
– 2 per incarico principale “Artigliere Equestre” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI, orientati a sopperire alle esigenze della sezione di artiglieria a cavallo).

Come sono suddivisi i posti per il secondo blocco?

I 2000 posti a disposizione del 1° blocco sono così suddivisi:

– 1.944 per incarico principale che sarà assegnato/a dalla Forza Armata;
– 8 per incarico principale “Elettricista Infrastrutturale” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 6 per incarico principale “Idraulico Infrastrutturale” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 10 per incarico principale “Muratore” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 10 per incarico principale “Falegname” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 8 per incarico principale “Fabbro” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 10 per incarico principale “Meccanico di mezzi e piattaforme” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 2 per incarico principale “Esploratore equestre (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI, orientati a sopperire alle esigenze dello squadrone a cavallo);
– 2 per incarico principale “Artigliere equestre” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI, orientati a sopperire alle esigenze della sezione di artiglieria a cavallo).

Com’è suddiviso il terzo blocco?

Il terzo blocco è suddiviso tra:

– 1.944 per incarico principale che sarà assegnato/a dalla Forza Armata;
– 8 per incarico principale “Elettricista Infrastrutturale” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 6 per incarico principale “Idraulico Infrastrutturale” (al termine della fase basica di
formazione prevista per i VFI);
– 10 per incarico principale “Muratore” (al termine della fase basica di formazione prevista. per i VFI);
– 10 per incarico principale “Falegname” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 8 per incarico principale “Fabbro” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 10 per incarico principale “Meccanico di mezzi e piattaforme” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI);
– 2 per incarico principale “Esploratore equestre (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI, orientati a sopperire alle esigenze dello squadrone a cavallo);
– 2 per incarico principale “Artigliere equestre” (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFI, orientati a sopperire alle esigenze della sezione di artiglieria a cavallo).

Il concorso VFI Esercito è aperto ai civili?

Sì, il concorso è aperto ai civili.

Qual è il titolo di studio richiesto?

Per poter partecipare, è richiesto il diploma di scuola secondaria di I grado (Licenza Media).

L’ammissione dei candidati che hanno conseguito un titolo di studio all’estero è subordinata all’equipollenza del titolo stesso rilasciata da un qualsiasi ufficio scolastico regionale o provinciale, con riportato il giudizio sintetico (ottimo, distinto, buono, sufficiente) o la votazione.

C’è un limite di età per partecipare?

Sì, aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato il 24° anno di età.

In particolare, possono partecipare al:
– 1° blocco: i nati dal 17 novembre 1999 al 17 novembre 2005, estremi compresi;
– 2° blocco: i nati dal 13 febbraio 2000 al 13 febbraio 2006, estremi compresi;
– 3° blocco: i nati dal 30 luglio 2000 al 30 luglio 2006, estremi compresi.

Quali sono gli altri requisiti per il Concorso VFI Esercito?

I candidati che intendono accedere ai posti previsti per incarico principale “Elettricista Infrastrutturale”, “Idraulico Infrastrutturale”, “Muratore”, “Falegname”, “Fabbro”, “Meccanico di mezzi e piattaforme”, “Esploratore Equestre” e “Artigliere Equestre” devono possedere, oltre ai requisiti di partecipazione di cui al precedente comma 1, anche i titoli indicati in appendice al bando.

Sono presenti delle riserve?

Sì, il 10% dei posti disponibili è riservato alle seguenti categorie previste dall’articolo 702 del Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n. 66: diplomati presso le Scuole Militari; assistiti dell’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari di Carriera dell’Esercito; assistiti dell’Istituto Andrea Doria, per l’assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina Militare; assistiti dell’Opera Nazionale Figli degli Aviatori; assistiti dell’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma dei Carabinieri; figli di militari deceduti in servizio.

In caso di mancanza, anche parziale, di candidati idonei appartenenti alle suindicate categorie di riservatari, i relativi posti saranno devoluti agli altri concorrenti idonei, secondo l’ordine di graduatoria.

Iter del concorso

Quali sono le prove del concorso da superare?

Lo svolgimento del Concorso VFI Esercito 2024 prevede diverse fasi di reclutamento:

– svolgimento degli accertamenti di competenza da parte del CSRNE e della DGPM e successivo inoltro delle domande alla commissione valutatrice di cui al comma 1, lettera a) dell’Allegato B
che costituisce parte integrante del presente bando di reclutamento;

– valutazione dei titoli di merito e formazione delle graduatorie. La commissione valutatrice di cui al comma 1, lettera a) dell’Allegato B del presente bando di reclutamento effettuerà la valutazione dei titoli di merito di cui al successivo articolo 9 e provvederà alla formazione per
ogni blocco:della graduatoria generale (comprendente tutti i candidati che hanno proposto utilmente domanda di partecipazione), che sarà utilizzata esclusivamente per l’arruolamento per
incarico principale che sarà assegnato/a dalla Forza Armata; di nove distinte graduatorie per ciascuna delle tipologie di posti di cui all’articolo 1, comma 1, lettere a), b) e c);

– convocazione dei candidati compresi nelle graduatorie di cui alla precedente lettera c) presso i Centri di Selezione o Enti o Centri sportivi indicati dalla Forza Armata per l’effettuazione delle prove di efficienza fisica di cui all’allegato G del presente bando e l’accertamento dei requisiti di idoneità fisio-psico-attitudinale;

– formazione, da parte della commissione valutatrice, di nove distinte graduatorie di merito –per ciascuna delle tipologie di posti di cui all’articolo 1, comma 1, lettere a), b) e c) – dei candidati risultati idonei o in attesa dell’esito degli accertamenti fisio-psico-attitudinali, in base alla somma aritmetica del punteggio conseguito nella valutazione dei titoli;

– approvazione delle graduatorie da parte della DGPM;

– assegnazione ai vari Reggimenti addestrativi della Forza Armata e incorporazione dei candidati utilmente collocati nelle graduatorie di cui alla precedente lettera c);

– decretazione dell’ammissione dei candidati incorporati alla ferma prefissata iniziale (tre anni) nell’Esercito.

Quali sono i titoli che vengono valutati?

Nella fase di valutazione titoli, ogni candidato deve portare alla commissione esaminatrice tutta la documentazione che attesti il possesso di titoli e brevetti gli consentiranno di ottenere dei punteggi incrementali.

Tra i titoli valutabili rientrano:
– diploma di istruzione secondaria di primo grado con giudizio o votazione:
– ottimo, ovvero voto di 10/10 o 9/10: punti 4
– distinto, ovvero voto di 8/10: punti 3
– buono, ovvero voto di 7/10: punti 2
– sufficiente, ovvero voto di 6/10: punti 1;

– diploma di laurea magistrale/specialistica: punti 12;

– laurea triennale, non cumulabile con il punteggio della laurea magistrale: punti 10;

– diploma di istruzione secondaria di secondo grado (quinquennale), non cumulabile con i punteggi dei precedenti punti:
– con votazione da 60/100 a 69/100: punti 6
– votazione da 70/100 a 79/100: punti 7
– da 80/100 a 89/100: punti 8
– con votazione da 90/100 a 100/100: punti 9;

– diploma di istruzione secondaria di secondo grado (quadriennale, esclusivamente per il liceo artistico indirizzo architettura), non cumulabile con i punteggi dei precedenti punti:
– con votazione da 60/100 a 69/100: punti 5
– votazione da 70/100 a 79/100: punti 6
– da 80/100 a 89/100: punti 7
– con votazione da 90/100 a 100/100: punti 8;

– diploma di istruzione secondaria (triennale) o diploma di qualifica (triennale), non cumulabile con i punteggi dei precedenti punti:
– con votazione da 60/100 a 69/100: punti 1
– votazione da 70/100 a 79/100: punti 2
– da 80/100 a 89/100: punti 3
– con votazione da 90/100 a 100/100: punti 4;

– brevetto di paracadutista militare: punti 3;

– abilitazione al lancio con paracadute, non cumulabile con il brevetto di cui sopra: punti 1,5;

– attestato di bilinguismo italiano tedesco: punti 2;

– aver svolto per almeno 12 mesi servizio militare, a qualunque titolo e senza demerito, nell’Esercito italiano: punti 2.

Quali sono le prove di efficienza fisica?

L’accertamento dell’efficienza fisica consisterà nell’esecuzione delle seguenti prove:
– corsa piana 2.000 metri (obbligatoria);
– sollevamento ginocchia al petto (obbligatoria);
– piegamenti sulle braccia;
– trazioni alla sbarra, da svolgersi secondo le modalità e i parametri di seguito riportati.

Il mancato raggiungimento dei parametri di seguito indicati anche in uno solo degli esercizi obbligatori, determinerà il giudizio di inidoneità e, quindi, l’esclusione dal concorso, inoltre, in base al tempo impiegato per il completamento dell’esercizio, al candidato è attribuito un determinato punteggio per ogni prova.

Consulta le tabelle di seguito per maggiori informazioni sui singoli esercizi:

Prove efficienza fisica

Alle prove di efficienza fisica i concorrenti dovranno presentarsi muniti di tuta da ginnastica, scarpe ginniche ed eventuale ulteriore abbigliamento sportivo (es. pantaloncini e maglietta) per l’esecuzione delle prove.

In cosa consistono gli accertamenti?

Per quanto concerne l’accertamento dei requisiti di idoneità psicofisica e attitudinale, i candidati vengono sottoposti a visite mediche generiche, oltre che a controlli specialistici e di laboratorio.

Inoltre, i concorrenti sono sottoposti alla valutazione della personalità tramite la somministrazione di appositi test collettivi ed individuali, colloquio psicologico e, se necessaria, visita psichiatrica.

È necessario presentare la documentazione sanitaria per gli accertamenti?

Sì, tutti i candidati devono presentarsi agli accertamenti psicofisici e attitudinali muniti della documentazione sanitaria richiesta nel bando.
Inoltre, per tutte le informazioni sugli esami da svolgere prima delle visite mediche del Concorso VFI Esercito, ti rimandiamo alla lettura del bando a fine articolo.

Come partecipare e dove trovare il bando

Come si inoltra la domanda?

È possibile compilare ed inoltrare la domanda, mediante l’inserimento di tutte le informazioni specificate nel bando, soltanto online dal Portale Concorsi del Ministero della Difesa.

Per poter partecipare dovrai inoltre possedere lo SPID: se non ce l’hai ancora, scopri come ottenerlo leggendo questa guida.

Inoltre, ti consigliamo di leggere attentamente il bando prima di inoltrare la domanda.

Entro quale data è possibile inoltrare la domanda?

La domanda di partecipazione deve essere presentata entro alcuni termini ben definiti per ogni blocco.

In particolare, le date di invio delle domande sono le seguenti:
– 1° blocco: dal 19 ottobre 2023 al 17 novembre 2023;
– 2° blocco: dal 15 gennaio 2024 al 13 febbraio 2024;
– 3° blocco: dal 1° luglio 2024 al 30 luglio 2024.

È ammessa la presentazione di domande di reclutamento per i tre blocchi e nel rispetto delle date di scadenza stabilite per ognuno di essi.

Dove trovo la pagina ufficiale del concorso?

La pagina ufficiale del concorso, da cui è scaricabile il bando e in cui trovi tutte le informazioni utili, è raggiungibile cliccando qui.

Concorso VFI Esercito 2024 – Come prepararsi

Servizio di Consulenza Test Psicoattitudinali

Devi affrontare i Test Psicoattitudinali e/o il Colloquio con lo Psicologo, e non sai cosa ti aspetta e in che modo affrontare tale prova?
Niente paura!

Un ex Ufficiale Psicologo Militare Selettore dell’Esercito Italiano, in un’apposita consulenza personalizzata, ti darà tutte le indicazioni che ti consentiranno di affrontare tale prova nel migliore dei modi.

Scopri tutti i dettagli nella pagina dedicata al nostro servizio di consulenza!

Manuale

Per prepararti a questo concorso ti consigliamo il Manuale Concorso VFP1 – Esercito, Marina e Aeronautica, che ti offrirà una preparazione completa.

Nothing Found

Concorso Esercito VFI 2024 – Aggiornamenti e gruppi di studio

Per restare aggiornato sul Concorso VFI Esercito 2024 e conoscere anche gli altri candidati:

Cerca il tuo concorso

Se non hai ancora trovato il concorso che stai cercando utilizza il campo qui sotto per effettuare una apposita ricerca all’interno del nostro blog.


1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.