Concorsi Presidenza del Consiglio – La guida

Scopri come partecipare e in che modo iniziare a studiare

Concorsi Presidenza del Consiglio

Tra i concorsi in atto per laureati segnaliamo i Concorsi Presidenza del Consiglio banditi per il reclutamento di 29 unità di personale così articolati:

  • 12 posti di personale non dirigenziale a tempo indeterminato, di cui 2 di specialista giuridico legale finanziario e 10 di specialista di settore scientifico tecnologico, da inquadrare nella categoria A, parametro retributivo F1 dei ruoli della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
  • 17 posti di personale dirigenziale a tempo indeterminato, di cui 13 posti di personale dirigenziale di seconda fascia da inquadrare nel ruolo speciale della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei ministri e 4 posti di personale dirigenziale di livello non generale da inquadrare nei ruoli della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Se interessa a ricevere notifiche in merito agli sviluppi dei Concorsi banditi dalla Presidenza del Consiglio e le nostre relative iniziative didattiche manifesta il tuo interesse al nostro bot clicca qui.

Inoltre per conoscere gli altri candidati iscriviti al relativo gruppo di studio.

Concorsi Presidenza del Consiglio – Tutti i dettagli

Che titolo di studio bisogna possedere?

Il titolo di studio cambia a seconda della tipologia di concorso

Posti non dirigenziali

Tra i requisiti richiesti nel bando per posti non dirigenziali spiccano i titoli di laurea magistrale che dovranno essere posseduti dai candidati alla data di scadenza dei termini per la presentazione delle della domanda di partecipazione.

I posti saranno così suddivisi:

  • 2 posti da “specialista giuridico legale finanziario” con laurea in economia;
  • 3 posti da “specialista di settore scientifico tecnologico” con laurea in statistica,ingegneria matematica, informatica, Ingegneria informatica;
  • 2 posti da “specialista di settore scientifico tecnologico” con laurea in ingegneria gestionale;
  • 1 posto da “specialista di settore scientifico tecnologico” con laurea in geofisica o geologia;
  • 4 posti da “specialista di settore scientifico tecnologico” con laurea in ingegneria edile, ingegneria edile-architettura o urbanistica.

Posti dirigenziali

Per quanto riguarda i 19 posti da dirigente, l’art. 2 del bando ne stabilisce i requisiti richiedendo non soltanto  un titolo di studio magistrale, ma anche precisi parametri di servizio alle dipendenze della Pubblica Amministrazione.

La Commissione RIPAM li ha così suddivisi:

  • 8 posti con profilo tecnico-operativo da destinare alle funzioni operative di protezione civilepresso il Dipartimento della protezione civile (3 di questi posti sono riservati al personale interno);
  • 5 posti con profilo tecnico-amministrativo da destinare a funzioni tecnico-amministrative di protezione civile presso il Dipartimento della protezione civile (2 posti riservati al personale interno);
  • 4 posti da destinare al Dipartimento “Casa Italia” rispettivamente riservato ad un profilo statistico-matematico, un profilo economico, un profilo giuridico-amministrativo ed un profilo da ingegnere-gestionale.

In quante prove si articoleranno i concorsi?

Per entrambi i concorsi, la procedura prevedeuna prova preselettiva, eventuale e a contenuto variabile a seconda del profilo (art. 6 di entrambi i bandi), due prove scritte di cui una a contenuto pratico (art. 7) ed una prova orale (art. 8).

È prevista anche una valutazione dei titoli che avrà luogo prima delle prove scritte.  Ai fini della valutazione dei titoli di studio, valgono anche i titoli equipollenti o equiparati ai sensi della normativa vigente.

Come si articolerà la prova preselettiva?

Per i profili non dirigenziali

La prova preselettiva consiste in un test composto da sessanta quesiti a risposta multipla di cui

  • trentacinque attitudinali consistenti in una serie di quesiti a risposta multipla per la verifica della capacita’ logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico, di carattere critico-verbale
  • e venticinque diretti a verificare il possesso delle conoscenze specialistiche relativo al profilo per il quale si concorre 

Per i profili dirigenziali

I candidati saranno chiamati a rispondere, a 80 (ottanta) quesiti a risposta multipla, di cui

  • 50 (cinquanta) volti ad accertare l’attitudine all’esercizio delle funzioni dirigenziali e la capacita’ logico-deduttiva, di ragionamento logico matematico, di carattere critico verbale,
  • e 30 (trenta) volti ad accertare la conoscenza dei contenuti relativi: alla disciplina del lavoro pubblico, al diritto costituzionale, al diritto civile, con particolare riferimento alle obbligazioni e ai contratti, al diritto dell’Unione europea e al diritto amministrativo.

E’ prevista la pubblicazione di una banca dati per la prova preselettiva?

Per entrambi i concorsi NON è prevista la pubblicazione di una banca dati.

Come posso iniziare a studiare per la prova preselettiva?

Per poter iniziare a studiare per la prova preselettiva la prima operazione che ti consigliamo di fare è accedere/scaricare il simulatore quiz di Concorsando.it

Dopo essere entrato nel simulatore aggiungi alla tua area di studio il percorso formativo Logica (FORMEZ) e i percorsi relativi alle altre materie di studio previste per il profilo per il quale concorri (es. diritto amministrativo, diritto costituzionale, etc,)

Inoltre iscriviti al corso online Come risolvere i quiz di logica FORMEZ.

Inoltre acquista il manuale per i Concorsi Presidenza del Consiglio edito dalla Edizioni Simone

Concorsi Presidenza del Consiglio – Manuale per la prova preselettiva

Concorsi Presidenza del Consiglio – Manuale per la prova preselettiva

€ 32€ 27,20

Quiz commentati per la prova preselettiva RIPAM - Materie comuni ai vari profili: • Quiz attitudinali RIPAM • Diritto amministrativo • Diritto costituzionale • Diritto dell'Unione europea - SOFTWARE con TEST UFFICIALI RIPAM

Altre informazioni →

Come posso inoltrare la domanda di partecipazione?

Per entrambi i concorsi è possibile fare domanda entro il 28 ottobre tramite le pagine dedicate sul sito: riqualificazione.formez.it da dove è anche possibile consultare le i bandi e le guide alla redazione delle domande.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.