Concorso ATA 24 Mesi – La guida ai bandi ATA Prima Fascia

Scopri tutti i dettagli sulla formazione delle graduatorie

Il nuovo Concorso ATA 24 Mesi consentirà la formazione di nuove graduatorie di Prima Fascia per chi ha già maturato 24 mesi di servizio.

Se non hai esperienza nelle scuole, puoi partecipare al Concorso ATA Terza Fascia, leggi tutti i dettagli nella nostra guida.

Per ricevere dal nostro BOT aggiornamenti automatici sul Concorso ATA Prima Fascia e su altri concorsi del Settore Scuola clicca qui.

Domande Personale ATA Prima Fascia – Tutti i dettagli sulle graduatorie

In cosa consiste il Concorso ATA?

Il concorso per il personale ATA Prima Fascia consente la formazione di graduatorie per lavorare come dipendenti pubblici nelle scuole italiane.

Quali sono i ruoli previsti per il Concorso ATA?

Una volta entrati nelle graduatorie ATA si va a ricoprire un ruolo nelle scuole da personale non docente. In particolare, le graduatorie ricoprono i ruoli di:
– Assistenti Amministrativi;
– Assistenti Tecnici;
– Cuochi;
– Infermieri;
– Guardarobieri;
– Addetti alle aziende agrarie;
– Collaboratori Scolastici (Bidelli).

Quanto durano le graduatorie del Concorso ATA?

Le graduatorie formate grazie al Concorso ATA 24 Mesi sono permanenti e vengono aggiornate ogni anno su base provinciale.

Come funzionano le graduatorie ATA III Fascia?

Le graduatorie ATA Terza Fascia consentono agli istituti scolastici di coprire i posti di lavoro per il personale non docente rimasti vacanti.

I posti del Concorso ATA Terza Fascia sono a tempo indeterminato?

No, le assunzioni tramite graduatorie ATA I Fascia vengono effettuate mediante contratti a tempo determinato, della durata massima di 24 mesi.

Inoltre, non è escluso che i vincitori del bando possano poi essere assunti a tempo indeterminato.

Quando si farà il prossimo Concorso ATA Prima Fascia?

Il Concorso ATA 24 Mesi è stato bandito da poco e la scelta delle sedi era disponibile fino al 3 Agosto 2020.

In ogni caso, le graduatorie ATA Prima Fascia vengono aggiornate ogni anno su base provinciale.

Chi può partecipare al Concorso ATA Prima Fascia?

Possono partecipare al Concorso ATA Prima Fascia i candidati in possesso dei requisiti generali per la partecipazione ai concorsi, che hanno maturato 24 mesi di servizio nelle scuole in attività non collegate all’insegnamento.

Oltre ai requisiti generali è necessario il possesso dello specifico titolo di studio richiesto per ogni singolo profilo.

C’è un limite di età per partecipare?

Sì, per partecipare al Concorso ATA 24 mesi è necessario avere un’età compresa tra i 18 e i 66 anni.

Qual è il titolo di studio richiesto per il profilo dei Collaboratori Scolastici?

Per partecipare al Concorso ATA Prima Fascia nel profilo di Collaboratore Scolastico è necessario il diploma di maturità (qualsiasi) o di un istituto professionale.
Nello specifico, sono ammessi: diploma di maestro d’arte, di scuola magistrale per l’infanzia, attestati o diplomi di qualifica professionale (entrambi di durata triennale riconosciuti dalle Regioni).

Per il profilo di Collaboratore Scolastico addetto all’azienda agraria, è richiesto specificamente il diploma di qualifica professionale di operatore agrituristico / agro industriale / agro ambientale.

Che titolo di studio bisogna possedere per diventare Assistenti Amministrativi e Tecnici?

Per i profili di Assistente Amministrativo o Tecnico con il Concorso ATA I Fascia, è richiesto il possesso del diploma di maturità.
Inoltre, per Assistente Tecnico potrebbe essere richiesto nello specifico il diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale, per maggiori informazioni consulta l’applicazione apposita del MIUR.

Qual è il titolo di studio richiesto per partecipare al concorso come Cuochi?

Per partecipare al Concorso ATA nel profilo di Cuoco è richiesto il diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina.

Quale titolo di studio bisogna possedere per partecipare come Guardarobieri?

I requisiti del profilo di Guardarobiere prevedono il possesso del diploma di qualifica professionale di operatore della moda.

È necessaria la laurea per partecipare al Concorso ATA come Infermieri?

Sì, per partecipare al Concorso Personale ATA 24 mesi come Infermiere è richiesta una laurea in infermieristica o, in alternativa, un altro titolo ritenuto valido dalla normativa vigente per esercitare la professione.

Come posso partecipare al Concorso personale ATA ?

Al momento non è più possibile inviare la propria domanda di partecipazione, dato che la scelta delle sedi era disponibile fino al 3 Agosto 2020.

Quali sono le modalità di invio della domanda?

Per il precedente concorso il modello di domanda doveva essere presentato presso un’istituzione scolastica all’interno della Provincia di riferimento per le scuole presso le quali si volevano effettuare le supplenze, con una delle seguenti modalità:
– a mano direttamente presso la scuola prescelta, che ne rilascia ricevuta;
– spedito a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno;
– inviato tramite posta elettronica certificata (PEC).

Come faccio a scegliere la scuola?

La scelta dell’istituzione scolastica in cui lavorare generalmente deve essere effettuata esclusivamente via web, tramite il servizio POLIS – Presentazione Online delle Istanze del MIUR e mediante la compilazione dell’Allegato G.

Inoltre, per facilitare l’individuazione delle scuole, il MIUR ha reso disponibile un portale apposito da cui si può realizzare la ricerca delle scuole per provincia per poi prelevarne il relativo CODICE.

Non ci sono prove da effettuare durante il concorso?

No, il Concorso ATA Prima Fascia non ha prove da superare per l’inserimento in graduatoria.

In ogni caso, è utile possedere uno o più titoli di preferenza.

Come funziona il bando per le graduatorie ATA Prima Fascia?

Il processo che regola la pubblicazione delle graduatorie ATA 24 mesi, che vengono aggiornate ogni anno, si compone di diversi passaggi:

– invio, da parte del Miur, di una specifica nota agli Uffici Scolastici Regionali (USR), che li invita alla pubblicazione del bando per indire il relativo concorso per soli titoli;

– pubblicazione del bando da parte degli USR (Uffici Scolastici Regionali) competenti;

– presentazione delle domande, esclusivamente per via telematica, tramite il portale Istanze Online;

– creazione e pubblicazione della graduatoria.