Tempo di lettura stimato: 7 minuti

I vantaggi di lavorare nel Settore Pubblico

Il Settore Pubblico è una scelta popolare per coloro che cercano una carriera stabile e sicura. Se stai pensando di cercare un lavoro nel settore pubblico, è importante conoscere i vantaggi e gli svantaggi di questo tipo di lavoro.

In questo articolo, esploreremo i vantaggi di lavorare nel settore pubblico e forniremo alcuni consigli per trovare un lavoro nel settore pubblico.

Chi sono i dipendenti pubblici

Prima di scoprire quali sono i vantaggi del settore pubblico, è bene aver chiaro chi sono i dipendenti pubblici.

Per dipendente pubblico o statale si intende l’impiegato in amministrazioni pubbliche facenti direttamente capo a enti statali, quali ed esempio ministeri, scuole, caserme o università. 

I vantaggi del lavoro nel settore pubblico

Stabilità del lavoro

Uno dei principali vantaggi di lavorare nel settore pubblico è la stabilità del lavoro. I lavoratori del settore pubblico hanno di solito un lavoro sicuro, con regolari aumenti salariali e la possibilità di una pensione al momento del pensionamento.

Pianificazione del lavoro

Il lavoro nel settore pubblico offre anche una pianificazione stabile del lavoro. Gli orari di lavoro sono fissi e i giorni di ferie sono stabiliti. Questo dà la possibilità agli impiegati pubblici di organizzare la propria vita in modo adeguato e di pianificare gli eventi e gli impegni in anticipo.

Sicurezza e tutela del lavoro

Il lavoro nel settore pubblico offre anche una maggiore sicurezza sul lavoro. I lavoratori del settore pubblico sono protetti da leggi e regolamenti sul lavoro che li proteggono dall’essere licenziati ingiustamente o discriminati.

Salari e benefici

Il lavoro nel settore pubblico offre anche salari e benefici competitivi. Anche se i salari del settore pubblico possono essere inferiori a quelli del settore privato, i lavoratori del settore pubblico godono di numerosi benefici, come l’assicurazione sanitaria e la pensione ed altre forme di incentivi finanziari.

Sviluppo professionale

Il lavoro nel settore pubblico offre anche la possibilità di sviluppo professionale. Ci sono molte opportunità di formazione e di carriera all’interno del settore pubblico che possono aiutare a migliorare le proprie competenze per avanzare nella carriera.


Come trovare un lavoro nel settore pubblico

Partecipare ad un concorso pubblico

Se sei interessato a lavorare nel settore pubblico, devi sapere che la strada migliore da percorrere è quella di partecipare e superare un concorso pubblico.

I concorsi pubblici sono una delle principali opportunità lavorative italiane: il concorso è un insieme di procedure e prove che, una volta superate, ti permette di accedere ad una posizione lavorativa all’interno della Pubblica Amministrazione.

Esistono varie tipologie di concorsi, che si differenziano in base alle modalità di svolgimento:

  • tramite esami, che prevedono lo svolgimento di alcune prove al termine delle quali viene pubblicata una graduatoria;
  • in base ai titoli, alcune posizioni lavorative vengono assegnate sulla base dei titoli di studio, dei corsi, delle certificazioni conseguite e delle pubblicazioni.

Per informazioni più dettagliate su come funzionano i Concorsi Pubblici, come parteciparvi e come sono strutturate tutte le tipologie di prove, ti consigliamo di leggere questa guida.

Inoltre, per consultare l’elenco dei Concorsi Pubblici ancora aperti ed una panoramica sui principali concorsi pubblici dell’anno clicca qui.

Infine, per le opportunità di lavoro in arrivo leggi la nostra guida sui Prossimi Concorsi Pubblici in uscita.

Lavorare nel settore pubblico senza un concorso

È comunque possibile, in alcuni casi particolari previsti dalla legge, lavorare nel settore pubblico senza dover sostenere un concorso.

Iscrizione alle liste di collocamento

Iscriversi ad apposite liste presso il proprio Centro per l’Impiego offre talvolta la possibilità di essere selezionati per un posto all’interno della Pubblica Amministrazione.

L’iscrizione alle liste di collocamento non prevede particolari requisiti, sono richiesti soltanto:

  • Aver frequentato la scuola dell’obbligo;
  • Avere la maggiore età;
  • Essere in possesso dei requisiti per accedere al pubblico impiego.

Iscrizione alle categorie protette

Per legge, la Pubblica Amministrazione è tenuta ad assumere persone appartenenti alle categorie protette. Le mansioni riservate alle categorie protette devono essere compatibili con l’invalidità del soggetto.

Per maggiori informazioni, nonché per un elenco di opportunità di lavoro e concorsi riservati alle categorie protette, ti invitiamo a consultare questa pagina.

Chiamata diretta nominativa

L’ultima possibilità di lavorare nel settore pubblico senza partecipare ad un concorso è rappresentata dalla chiamata diretta nominativa.

Essa prevede l’assunzione del coniuge o dei figli di un lavoratore delle forze armate, delle forze dell’ordine o dei vigili del fuoco che ha perso la vita durante lo svolgimento del proprio lavoro.


Le differenze tra il dipendente pubblico e dipendente privato

Le differenze tra il dipendente pubblico e quello privato riguardano una serie di fattori come modalità di accesso, retribuzione e benefici.

Modalità di accesso

Come analizzato in precedenza, per poter diventare un dipendente pubblico è quasi sempre necessario sostenere e superare un concorso.

Per accedere ad una posizione lavorativa nel settore privato, invece, è necessario soltanto inviare il proprio curriculum e sostenere un colloquio di lavoro.

Retribuzione

Una delle principali differenze tra il lavoro nel settore pubblico e quello nel settore privato riguarda la retribuzione. In genere, i dipendenti del settore pubblico guadagnano meno dei loro omologhi del settore privato.

Tuttavia, i dipendenti del settore pubblico di solito godono di maggiori benefici come ferie retribuite, pensioni e assicurazioni sanitarie.

Benefici

Il lavoro nel settore pubblico offre una vasta gamma di benefici che spesso non sono disponibili nel settore privato.

Questi benefici includono pensioni, assicurazione sanitaria, ferie retribuite e giorni di malattia pagati.

Orario di lavoro

Il lavoro nel settore pubblico tende ad avere un orario di lavoro più regolare rispetto al settore privato. I dipendenti pubblici spesso lavorano otto ore al giorno, cinque giorni alla settimana, mentre quelli del settore privato possono lavorare ore più lunghe e orari più irregolari.


Iniziare a lavorare nel settore pubblico

Come ampiamente analizzato, il lavoro nel settore pubblico ha numerosi vantaggi, tra cui la stabilità, la pianificazione, la sicurezza, salari e benefici competitivi e opportunità di sviluppo professionale.

Se stai cercando una carriera nel settore pubblico, assicurati di esplorare tutte le opzioni disponibili per aumentare le tue possibilità di trovare un lavoro gratificante e soddisfacente.

Un interessante punto di partenza per cercare un impiego pubblico, potrebbe essere consultare i seguenti concorsi in primo piano oppure i prossimi bandi in uscita.

Cerca lavoro

Se non hai trovato ciò che stavi cercando, utilizza il campo qui sotto per effettuare un’ulteriore ricerca all’interno del blog.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.