Concorsi Regione Puglia – Nuove assunzioni in arrivo per diplomati e laureati

Scopri i profili e in che modo puoi iniziare a studiare

Concorsi Regione Puglia

Un’importante opportunità si aggiunge ai prossimi Concorsi Pubblici in uscita: stanno per essere banditi nuovi Concorsi Regione Puglia, con numerosi posti per diplomati e laureati.

I nuovi Concorsi Regione Puglia sono stati prima annunciati dal Piano assunzionale 2020 e recentemente ridefiniti con il Piano dei fabbisogni per il triennio 2020-2022.

Inoltre, con un articolo del Corriere del Mezzogiorno sono stati confermati i 750 posti a tempo indeterminato, con i bandi che saranno pubblicati a breve.

Infine, a questi concorsi si aggiungono le prossime assunzioni in arrivo per il Concorso Comune di Bari.

Concorsi Regione Puglia – Quanti sono i posti, quali sono i profili e i requisiti

Quanti saranno i posti a disposizione?

Inizialmente i posti previsti dal Piano Assunzioni Regione Puglia 2020 erano 500, recentemente aumentati a 1021 con il più recente Piano dei fabbisogni per il triennio 2020-2022.

Come saranno suddivisi i posti?

I 1021 posti totali saranno così suddivisi:
– 750 nuove assunzioni a tempo indeterminato;
– 228 passaggi di livello;
– 38 co.co.co.

Quali saranno i profili previsti per le assunzioni a tempo indeterminato?

Con il recente articolo del Corriere del Mezzogiorno sono arrivate nuove informazioni sui profili previsti per le 750 assunzioni a tempo indeterminato.

In particolare, i posti a disposizione saranno i seguenti:
– 32 dirigenti;
– 252 figure di area tecnica: ingegneri, architetti, geometri, periti (154 di cat. C e di cat. 98 D);
– 145 amministrativi (90 di cat. C e 55 di cat. D);
– 75 unità di area economico-finanziaria (45 di cat. C e 30 di cat. D);
– 19 addetti ai sistemi informatici e tecnici (15 cat. C e 4 di cat. D);
– 3 istruttori legislativi (2 di cat. C e uno di cat. D);
– 5 avvocati;
– 11 addetti alla comunicazione;
– 2 addetti ai servizi regionali;
– 206 lavoratori di categoria B, di cui circa la metà dei posti per centralinisti del 112.

Quale titolo di studio bisogna possedere per partecipare?

In base al profilo, per poter partecipare sarà necessario il possesso della laurea, del diploma o della licenza media.

In particolare, il titolo di studio è definito dalla Categoria del profilo:
– Cat. D si accede con una laurea;
– Cat. C si accede con il diploma;
– Cat. B si accede con la licenza media.

Inoltre, per accedere al profilo dei dirigenti sarà richiesta una laurea magistrale o specialistica (o titoli equipollenti) e sarà necessario aver maturato alcuni anni di servizio presso amministrazioni pubbliche in ruoli da funzionario o equivalenti.

Per maggiori informazioni sulle lauree specifiche richieste per ogni singolo profilo è necessario attendere l’uscita dei bandi dei vari concorsi.

Ci saranno limiti di età?

Sì, come stabilito nel comunicato stampa di Dicembre, alcuni profili prevederanno un limite anagrafico di 32 anni di età.

In cosa consisteranno le prove?

Per informazioni riguardanti le prove, che potrebbero essere diverse in base al profilo, è necessario aspettare l’uscita dei bandi dei concorsi.

Quando saranno pubblicati i bandi?

A Giugno 2021, l’assessore al personale Gianni Stea ha ribadito l’intenzione di partire con le prime assunzioni durante l’estate, confermando anche che Formez PA dovrebbe accelerare le procedure.

In particolare, il 14 Giugno è prevista la discussione della tabella con la ripartizione dei posti in Giunta Regionale.

Inoltre, si prevede la pubblicazione dei bandi entro la fine di Luglio 2021.

Da chi saranno gestiti i concorsi?

Con la prima nota congiunta – pubblicata a Giugno 2020 – sono state annunciate le trattative per una convenzione con FORMEZ PA – Commissione RIPAM, a cui veniva delegata la gestione dei concorsi per diplomati e laureati.

Inoltre, con il comunicato di Marzo 2021 l’assessore al personale Gianni Stea ha confermato il coinvolgimento di Formez PA.

Come si inoltrerà la domanda?

Per istruzioni su come inoltrare la domanda è necessario attendere l’uscita del bando in Gazzetta Ufficiale.

Concorsi Regione Puglia – Come iniziare a studiare

Simulatore Quiz

Se hai intenzione di partecipare ai Concorsi Regione Puglia, ti conviene esercitarti fin da subito con il nostro simulatore quiz.

Per farlo, puoi aggiungere il percorso formativo Logica (FORMEZ), con i quiz più richiesti durante i Concorsi Pubblici, così da essere preparato ad un’eventuale prova preselettiva.

Inoltre, troverai numerose banche dati per i profili di Assistenti Amministrativi e Funzionari Amministrativi e Tecnici presso gli enti locali.

App concorsando store

Corso Online

Nel corso della prova preselettiva è fondamentale riuscire a risolvere con celerità i quiz di logica RIPAM/FORMEZ contenuti nel questionario, dato che avrai poco tempo a disposizione.

A questo proposito, ti consigliamo di iscriverti al nostro corso online di Logica FORMEZ RIPAM

Manuale Edizioni Simone

Uno strumento essenziale per la preparazione al Concorso Regione Puglia è rappresentato dai Manuali Edizioni Simone.

Per prepararti a questo concorso, ti consigliamo il manuale specifico per il concorso, che ti offrirà una preparazione completa sia sulla parte teorica che su quella pratica.

Inoltre, ti ricordiamo che acquistandolo dal nostro store potrai godere del 5% di sconto e spedizione gratuita!

35 Commenti

  1. Buongiorno, ho letto delle delibere sui concorsi indetti da Arpal Puglia… ma la procedura per presentare la domanda di iscrizione non sembra essere ancora attiva… perché?

  2. Riguardo le assunzioni tramite Centro per l’Impiego, bisogna essere iscritti obbligatoriamente in un CPI della Regione Puglia, oppure va bene anche l’iscrizione in qualsiasi altro CPI? Grazie.

  3. Sono un avvocato. Mi ha scandalizzato il modo con cui Formez seleziona i candidati. Mi riferisco, per esempio al concorso per funzionari giudiziari. I test di logica? Ma chi dovete selezionare? Io so solo che è fondamentale verificare se il candidato conosce o non conosce una determinata normativa e all’interno di quella normativa l’unica logica che ha senso è quella giuridica. Spesso i candidati hanno fatto il liceo classico. Ma perché mai dovrebbero saper fare equazioni, o le serie numeriche?
    Ma chi si è inventato questa aberrazione?
    Sono indignata. Così si buttano alle ortiche molte persone competenti e valide.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.