Come diventare Allievo Ufficiale Guardia di Finanza – La guida

Scopri le modalità di svolgimento del concorso e inizia a studiare

Tempo di lettura stimato: 9 minuti

Concorso Allievi Ufficiali Guardia di Finanza

In questa guida ti spiegheremo come diventare Allievo Ufficiale della Guardia di Finanza passando in rassegna i requisiti di ammissione e le modalità di svolgimento del concorso.

Prima di mostrarti come funziona la procedura concorsuale, nonché come studiare per le prove, ci preme ricordarti che per restare aggiornato sul Concorso Ufficiali GDF ti basta attivare le relative notifiche sul ChatBot. Inoltre, per conoscere gli altri candidati puoi invece iscriverti al gruppo Facebook e/o al gruppo Telegram.

Infine, per scoprire quali sono le procedure attualmente aperte, dai un’occhiata ai Concorsi Guardia di Finanza in svolgimento.


Come diventare Ufficiale GDF – Modalità di selezione, requisiti e prove

Dettagli e requisiti di partecipazione

Com’è strutturato il Corpo della Guardia di Finanza?

Il Corpo della Guardia di Finanza è una Forza di Polizia ad ordinamento militare con competenza generale in materia economica e finanziaria. Esso dipende direttamente e a tutti gli effetti dal Ministro dell’Economia e delle Finanze.
Il Corpo della Guardia di Finanza è suddiviso in Contingente Ordinario e Contingente di Mare ed è costituito da ufficiali, sottufficiali e agenti (Appuntati e Finanzieri).

Di cosa si occupano gli ufficiali della Guardia di Finanza?

Tra i compiti principali della Guardia di Finanza ci sono le funzioni di polizia economica e finanziaria a tutela del bilancio pubblico, delle regioni, degli enti locali e dell’Unione Europea.
In particolare, un ufficiale della GDF si occupa di:
– prevenire, ricercare e denunziare le evasioni e le violazioni finanziarie;
– eseguire la vigilanza in mare per fini di polizia finanziaria e concorrere a servizi di polizia marittima, di assistenza e di segnalazione;
– vigilare, nei limiti stabiliti dalle singole leggi, sull’osservanza delle disposizioni di interesse politico economico;
– concorrere alla difesa politico militare delle frontiere e, in caso di guerra, alle operazioni militari;
– concorrere al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica;
– eseguire gli altri servizi di vigilanza e tutela per i quali sia dalla legge richiesto il suo intervento.

Come si diventa Finanziere?

Per diventare Finanziere è necessario partecipare ad un Concorso Pubblico.
Ci sono vari Concorsi per diventare Finanziere e si differenziano in base al grado che si ottiene una volta vinto il concorso.
In questa guida ci soffermeremo sul Concorso per Allievi Ufficiali della Guardia di Finanza.

Il concorso per Ufficiali è aperto ai civili?

Sì, i concorsi per diventare Allievo Ufficiale sono aperti anche ai civili, con una percentuale di posti riservata a VFP1 e VFP4 ed un’ulteriore percentuale riservata alle donne.

Inoltre, i posti disponibili sono ulteriormente suddivisi tra:
– contingente ordinario;
– contingente di mare (specializzazioni: “Nocchiere” e “Motorista navale”).

Infine, ricorda che il Concorso per entrare nella Guardia di Finanza viene solitamente bandito ogni anno.

Qual è il titolo di studio richiesto per diventare Allievo Ufficiale?

Per partecipare è necessario il diploma di scuola secondaria di secondo grado.

C’è un limite di età per partecipare?

Sì, i non appartenenti al Corpo devono avere, alla data del 1° Gennaio 2023, compiuto il 17esimo anno di età e non superato il giorno del compimento del 22esimo anno di età.
I candidati che già fanno parte della Guardia di Finanza, alla data del 1° Gennaio 2023, non devono aver superato il giorno del compimento del 28esimo anno di età.

Quali sono gli altri requisiti per diventare Ufficiale della Guardia di Finanza?

Gli altri requisiti per partecipare, da civili, ai Concorsi Guardia di Finanza includono il godimento dei diritti civili e politici, aver tenuto una condotta incensurabile ed altri requisiti generali validi per tutti i concorsi.

Prove e materie del concorso – Cosa studiare

Quali sono le prove del Concorso Ufficiali GDF da superare?

L’iter di selezione prevede diverse prove culturali e psicofisiche:
– prova scritta di preselezione;
– prova scritta di cultura generale;
– prove di efficienza fisica;
– accertamento dell’idoneità’ psicofisica;
– accertamento dell’idoneità’ attitudinale;
– prove orali;
– prove facoltative di una lingua straniera e d’informatica;
– valutazione dei titoli;
– visita medica di controllo e accertamento dell’idoneità al pilotaggio per i concorrenti per la specializzazione pilota militare.

In cosa consiste la prova scritta?

La prova scritta d’esame consiste in un questionario a risposta multipla su argomenti di cultura generale e scolastica (italiano, storia ed educazione civica, geografia e test logico matematici).

In particolare, il test è composto da 100 domande, di cui:
– 35 logico – matematiche;
– 25 lingua italiana;
– 20 storia ed educazione civica (dieci per ogni disciplina);
– 20 lingua inglese e dell’informatica (dieci per ogni disciplina).

Viene pubblicata una banca dati per la prova preselettiva?

No, come specificato nei più recenti bandi, non è più prevista la pubblicazione di una banca dati.

In cosa consiste la prova di efficienza fisica?

Le prove di efficienza fisica sono volte ad accertare il livello di preparazione atletica dei candidati e si differenziano in base al tipo di contingente.

Per il contingente ordinario, le prove obbligatorie sono le seguenti:
– salto in alto;
– corsa piana 1000 metri;
– piegamenti sulle braccia.
Inoltre, è necessario affrontare una prova facoltativa a scelta tra:
– corsa piana 100 metri;
– prova di nuoto 25 metri stile libero.

Per il contingente di mare, le prove obbligatorie sono le seguenti:
– salto in alto;
– corsa piana 1000 metri;
– prova di nuoto 25 metri stile libero.
Inoltre, è necessario affrontare una prova facoltativa a scelta tra:
– corsa piana 100 metri;
– piegamenti sulle braccia.

Come si ottiene l’idoneità psico fisica?

Per accertare l’idoneità psico fisica bisogna eseguire il seguente iter:
– visita medica generale;
– esami delle urine ed ematochimici;
– esame neurologico;
– visita cardiologica con elettrocardiogramma;
– visita psichiatrica, comprensiva di test psico-clinici.

In cosa consistono gli accertamenti attitudinali?

L’accertamento dell’idoneità attitudinale del concorso per diventare Ufficiale GDF è finalizzato a riscontrare il possesso del profilo attitudinale richiesto per il suddetto ruolo.
Gli accertamenti si articolano in:
– test attitudinali, per valutare le capacità di ragionamento;
– test di personalità per acquisire elementi circa il carattere, le inclinazioni e la struttura psicologica del candidato;
– questionari biografici e/o motivazionali, per valutare le esperienze di vita passata e presente nonché l’inclinazione a intraprendere lo specifico percorso;
– colloquio attitudinale, a cura di ufficiali periti selettori, per un esame diretto dei candidati, alla luce delle risultanze dei predetti test e questionari;
– eventuale secondo colloquio a cura di uno psicologo.

Cosa succede dopo il concorso

Cosa succede una volta superate tutte le prove?

Una volta superate con successo tutte le prove, si diventa Allievi Ufficiali della Guardia di Finanza e si è ammessi all’Accademia a frequentare un corso quinquennale, suddiviso in un triennio di Accademia e un biennio di Applicazione.

Dove si svolge il Corso di Formazione?

Il triennio di Accademia si svolge nella sede di Bergamo, mentre il biennio di Applicazione si svolge nella sede di Roma – Castelporziano.

Cosa succede una volta finita l’Accademia?

Al termine dell’Accademia si consegue la Laurea a ciclo unico in Giurisprudenza.
Il piano degli studi degli Allievi Ufficiali prevede sia lo studio di discipline di natura prettamente militare e tecnico-professionale sia quelle tipicamente universitarie di area giuridica, economica e aziendalistica di interesse per l’adempimento dei compiti istituzionali attribuiti alla Guardia di Finanza.

A quanto ammonta lo stipendio di un Ufficiale della Finanza?

Lo stipendio medio di un Ufficiale della Guardia di Finanza oscilla tra i €2000 e €3000 al mese.

Di seguito riportiamo un elenco dello stipendio mensile per i vari gradi della Guardia di Finanza:
– Sottotenente: 2029,03€ + 825,38€ di indennità pensionabile, per un totale di 2.854,41€/mese;
– Tenente: 2195,95€ + 859,20€ di indennità pensionabile, per un totale di 3.055,15€/mese;
– Capitano: 2233,04€ + 868,08€ di indennità pensionabile, per un totale di 3.101,12€/mese. 

Come diventare Ufficiale della Finanza – Come iniziare a studiare

Simulatore Quiz

Se hai intenzione di partecipare al Concorso Allievi Ufficiali Guardia di Finanza, ti conviene esercitarti fin da subito con il simulatore quiz.

Dato che quest’anno non è prevista la pubblicazione della banca dati ufficiale abbiamo creato una banca dati apposita (NON ufficiale), contenente tra l’altro i quiz dei precedenti concorsi.

Banca Dati Concorso Allievi Ufficiali GDF

Corsi online

Oltre all’utilizzo del Simulatore ti consigliamo d’iscriverti ad alcuni Corsi Online, che rappresentano uno strumento utile per la preparazione di una o più materie oggetto di esame.

L’offerta di Corsi Online per il Concorso Ufficiali Guardia di Finanza comprende:

Servizio di Consulenza Test Psicoattitudinali

Devi affrontare i Test Psicoattitudinali e/o il Colloquio con lo Psicologo, e non sai cosa ti aspetta e in che modo affrontare tale prova?
Niente paura!

Un ex Ufficiale Psicologo Militare Selettore dell’Esercito Italiano, in un’apposita consulenza personalizzata, ti darà tutte le indicazioni che ti consentiranno di affrontare tale prova nel migliore dei modi.

Scopri tutti i dettagli nella pagina dedicata al servizio di consulenza!

Concorsi Finanza – Tutte le guide

Di seguito tutte le guide relative ai Concorsi Guardia di Finanza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.