Concorso Ufficio del Processo – Ministero della Giustizia – 8171 posti per laureati

Scopri i requisiti e le modalità di svolgimento del concorso

Concorso Ufficio del Processo Ministero della Giustizia

Tra i concorsi in primo piano è appena entrato il nuovo Concorso Ufficio del Processo, con 8171 posti per laureati.

In questo ti mostreremo in particolare come puoi iniziare a studiare fin da subito per la prova scritta.

Ti ricordiamo che è stato pubblicato un bando per 168 esperti amministrativi e tecnici, per maggiori informazioni leggi la guida al Concorso Ufficio del Processo Giustizia Amministrativa.

La prova scritta del concorso si svolgerà in due sessioni giornaliere nei giorni 24, 25 e 26 Novembre 2021.
Per tutti i dettagli sulle sedi decentrate ti invitiamo a leggere la comunicazione completa.

Per raggiungere le sedi della Campania o della Puglia, utilizza il nostro Servizio BUS.

Concorso Ufficio del Processo Ministero della Giustizia – Come partecipare

Quanti sono i posti messi e bando e come sono suddivisi?

I posti sono 8171 e sono così suddivisi tra i vari distretti:
– Ancona: 140;
– Bari: 306;
– Bologna: 422;
– Brescia: 248;
– Cagliari: 248;
– Caltanissetta: 106;
– Campobasso: 51;
– Catania: 331;
– Catanzaro: 304;
– Firenze: 446;
– Genova: 251;
– L’Aquila: 190;
– Lecce: 303;
– Messina: 148;
– Milano: 680;
– Napoli: 956;
– Palermo: 410;
– Perugia: 107;
– Potenza: 125;
– Reggio Calabria: 208;
– Roma: 843;
– Salerno: 218;
– Torino: 401;
– Trento: 79;
– Trieste: 141;
– Venezia: 388.

In più ci sono duecento unità per la Corte di Cassazione.

Posso partecipare per più sedi?

No può partecipare solo per un’unica sede.

Da chi sarà gestito l’intero iter concorsuale?

Le selezioni pubbliche saranno organizzate dalla Commissione Interministeriale RIPAM.

A cosa è dovuto il nuovo Concorso Addetti Ufficio del Processo?

Il nuovo concorso è stato annunciato come parte dell’attuazione del Recovery Plan: le nuove assunzioni successive alla prima procedura concorsuale dovranno essere ultimate entro la fine del 2021, dato che l’Ufficio per il Processo dovrà essere pienamente operativo a partire dal 2022.

Cos’è l’ufficio del processo?

L’Ufficio per il processo è un organismo interno al Ministero della Giustizia che svolge funzioni giudiziarie e giudicanti.

Di cosa si occuperanno gli addetti all’ufficio del processo?

Le figure da assumere saranno impiegate per collaborare in tutte le attività collaterali al giudicare (ricerca, studio, monitoraggio, gestione del ruolo, preparazione di bozze di provvedimenti).

In particolare, gli addetti all’ufficio del processo avranno il compito di:
– collaborare allo studio della controversia e della giurisprudenza;
– predisporre le bozze di provvedimenti;
– collaborare alla raccolta della prova dichiarativa nel processo civile.

Questo concorso è per la Giustizia Ordinaria?

Sì, il Concorso Addetti Ufficio del Processo prevede l’assunzione di figure professionali che svolgeranno mansioni di Giustizia Ordinaria.

Inoltre, stato pubblicato un bando per 168 esperti amministrativi e tecnici riguardante il settore della Giustizia Amministrativa. Per maggiori informazioni leggi la nostra guida apposita.

Ci saranno vincoli di permanenza per i vincitori?

Sì, tutti i candidati assunti al termine di ciascun concorso del Ministero della Giustizia per il PNRR dovranno permanere nella sede di assegnazione per tutta la durata del contratto.

Tuttavia, per il Concorso Ufficio del Processo Giustizia Ordinaria saranno ammissibili le domande di mobilità interna, da presentare successivamente all’assegnazione della sede e solo per gli uffici situati nello stesso distretto della prima sede di assegnazione.

I posti saranno a tempo determinato e quale sarà la posizione economica?

Sì, dato che la procedura fa parte dei progetti per il Recovery Plan, le assunzioni saranno a tempo determinato della durata massima di 2 anni e 7 mesi per i candidati assunti nel primo scaglione.

Di seguito le parole della Ministra Cartabia:
Il reclutamento avviene con dei contratti a tempo determinato, come per tutte le assunzioni previste dal PNRR, in quanto il tutto si deve esaurire nell’arco temporale previsto dal Piano.
Saranno dipendenti dell’amministrazione della giustizia a tutti gli effetti
perché saranno inquadrati con un livello professionale abbastanza significativo, profili dell’aria terza, posizione economica F1.”

Quanto guadagna un addetto all’Ufficio del Processo?

Gli addetti all’Ufficio per il Processo sono equiparati ai profili di Area III posizione economica F1, quindi percepiscono uno stipendio di circa 1700€/mese lordi.

Inoltre, allo stipendio di base va aggiunto anche il trattamento individuale, che varia a seconda della propria posizione sociale e familiare.

Che titolo di studio bisogna possedere per partecipare al concorso?

Per partecipare è sufficiente il possesso di uno dei seguenti titoli:
– laurea triennale in Scienze dei servizi giuridici L-14;
– laurea in Giurisprudenza;
– laurea specialistica o magistrale in economo e giuridico

Solo per una quota dei posti banditi, sono anche ammesse le lauree L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale; L-33 Scienze economiche; L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali.

Per vedere nel dettaglio i titoli di studio ammessi consulta il bando di concorso.

Come è articolato il concorso?

Il concorso prevede:
– una fase di valutazione titoli;
– una prova scritta unica.

Quali sono i titoli valutabili?

Per la valutazione dei titoli possono essere attribuiti complessivamente 15 punti, così ripartiti:

a) sino a punti 6,00 per il voto di laurea (con riferimento al titolo di studio conseguito con miglior profitto tra tutti quelli dichiarati per l’ammissione al concorso). Qualora la laurea sia stata conseguita non oltre sette anni dal termine ultimo per la presentazione della domanda i  punteggi previsti dalla presente lettera sono raddoppiati;

b) sino a un massimo di punti 5,00 per eventuali ulteriori titoli universitari in ambiti attinenti al profilo di addetto all’ufficio per il processo;

c) punti 3,00 per l’abilitazione alla professione di avvocato;

d) punti 3,00 per l’abilitazione alla professione di dottore commercialista ed alla professione di esperto contabile;

e) punti 4,00 per lo svolgimento, con esito positivo, il tirocinio presso uffici giudiziari ai sensi dell’art. 73 del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98;

f) punti 2,00 per il servizio prestato quale research officer presso le sezioni specializzate e/o gli uffici giudiziari in materia d’immigrazione, protezione internazionale e liberale circolazione nell’Unione europea, nell’ambito del Piano operativo dell’Ufficio europeo di sostegno per l’asilo – EASO.

Come si articolerà la prova scritta?

La prova scritta, unica per tutti i codici di concorso, consiste in un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere nell’arco di 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di 30 punti.

Le domande sono così suddivise:
– 20 quesiti di diritto pubblico;
– 17 quesiti di ordinamento giudiziario;
– 3 quesiti di lingua inglese.

Inoltre, non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti prima dello svolgimento della prova scritta, che si intende superata con un punteggio minimo di 21/30.

Infine, ad ognuna delle risposte verrà assegnato il seguente punteggio:
– risposta esatta: +0,75 punti;
– mancata risposta: 0 punti;
– risposta sbagliata: – 0,375 punti.

Come posso iniziare a studiare per la prova scritta?

Ne parliamo più avanti nell’articolo.

Quando dovrebbe effettuarsi la prova scritta?

La prova scritta del concorso si svolgerà presso numerose sedi decentrate in due sessioni giornaliere nei giorni 24, 25 e 26 Novembre 2021.

Per tutti i dettagli ti invitiamo a leggere la comunicazione completa.

Inoltre, per raggiungere le sedi della Campania o della Puglia, utilizza il nostro Servizio BUS
Cosa è necessario portare il giorno della prova?

Il giorno della prova ogni candidato dovrà portare:
– ricevuta rilasciata dal sistema informatico al momento della compilazione online della domanda;
– copia stampata della lettera di partecipazione alla prova concorsuale, con QRCODE indispensabile per l’accesso alla prova;
– documento di riconoscimento in corso di validità;
– codice fiscale;
– autodichiarazione COVID da firmare in sede concorsuale;
– certificazione verde COVID-19 (green pass).

Inoltre, per maggiori informazioni sulla lettera di partecipazione e per ulteriori chiarimenti, ti consigliamo di leggere le istruzioni RIPAM per la prova.

Come si inoltra la domanda di partecipazione ?

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema pubblico d’identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo https://www.ripam.cloud entro le ore 14.00 del 23 settembre 2021.

La domanda può essere presentata per uno solo dei codici di concorso (sedi) previsti dal bando.

Per inoltrare la domande ricorda che devi essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a te intestato.

Prima d’inoltrare la tua domanda leggi con attenzione il bando di concorso e le faq presente nella pagina ufficiale concorso.

Non ho lo SPID, come posso fare?

Leggi la nostra guida.

Non ho una PEC intestata a me, come posso risolvere velocemente?

Ti basta seguire la nostro procedura di attivazione veloce della PEC.

Cosa succede una volta terminato l’incarico?

Terminare l’incarico di Addetto all’Ufficio per il Processo comporta numerosi vantaggi, tra cui:
– costituisce titolo per l’accesso al concorso per magistrato ordinario;
– equivale ad un anno di tirocinio professionale per l’accesso alla professione di avvocato e di notaio;
– equivale ad un anno di frequenza dei corsi della scuola di specializzazione per le professioni legali, superando comunque le verifiche intermedie e le prove finali d’esame;
– costituisce titolo di preferenza per l’accesso alla magistratura onoraria;
– può attribuire punteggio aggiuntivo nei concorsi pubblici;
– può essere rilasciato un attestato di lodevole servizio.

Inoltre, potrebbero essere previste apposite riserve di posti per i vincitori del Concorso Ufficio per il Processo nei futuri concorsi banditi dal Ministero della Giustizia.

Come posso ricevere aggiornamenti sugli sviluppi del concorso?

Ti basta manifestare il tuo interesse al nostro ChatBot cliccando qui.

Come posso conoscere gli altri candidati?

Iscrivendoti al nostri gruppi di studio:
gruppo Facebook;
gruppo Telegram.

Concorso Addetti Ufficio del Processo Ministero della Giustizia – Come iniziare a studiare

Simulatore Quiz

Se hai intenzione di partecipare al prossimo Concorso Addetti Ufficio del Processo Ministero della Giustizia, ti conviene esercitarti fin da subito utilizzando il nostro simulatore quiz.

Simulatore Quiz Concorsando.it

Per esercitarti fin da subito, puoi utilizzare l’apposita banca dati che abbiamo creato sul nostro simulatore.

Banca dati concorso ufficio del processo

Corsi Online di Diritto

Qualora volessi prepararti nello specifico sulle materie di esame, ti consigliamo i nostri Corsi Online di Diritto.

I nostri Corsi Online hanno lo scopo di fornire un quadro chiaro e sintetico delle nozioni basilari di Diritto.

Inoltre, i corsi sono sia diretto a chi si avvicina per la prima volta alle materie giuridiche, sia utili a chi conosce già il Diritto ed ha la necessità di ripetere velocemente i concetti essenziali.

Corsi Online di Diritto

Manuali Edizioni Simone

Uno strumento essenziale per la preparazione al Concorso Addetti Ufficio del Processo Ministero della Giustizia è rappresentato dai Manuali Edizioni Simone.

Per prepararti a questi concorsi, ti consigliamo il manuale specifico, che ti offrirà una preparazione completa sia sulla parte teorica che su quella pratica.

Inoltre, ti ricordiamo che acquistandolo dal nostro store potrai godere del 5% di sconto e spedizione gratuita!

Concorso Ufficio per il Processo 8171 Addetti – Manuale per la prova scritta

Concorso Ufficio per il Processo 8171 Addetti – Manuale per la prova scritta

€30€28,50

Manuale per la prova scritta – Teoria e Quiz – Diritto pubblico – Ordinamento giudiziario – Inglese – Software online per la simulazione della prova d’esame – Espansioni online

Altre informazioni →

28 Commenti

  1. Salve, non mi è chiaro se il punteggio ottenuto mediante i titoli dell’art 6 del bando si sommerà eventualmente al termine della prova scritta in caso di raggiungimento del 21 e della idoneità oppure rappresenta un punteggio base di partenza per arrivare al 21

  2. Visto che non ci sarà una banca dati, potrei avere la giusta informazione rispetto su quale sia il simulatore quiz attendibile per questo concorso? grazie

  3. è possibile iscriversi contemporaneamente al concorso per l’ufficio del processo ordinario e per quello amministrativo? grazie

    • I bandi non riportano informazioni precise in merito, le consigliamo di contattare l’ente che gestisce il concorso.

  4. ho inserito sotto diploma di specializzazione l’abilitazione scientifica nazionale a professore universitario. Visto che non è un titolo propriamente pertinente può implicare l’annullamento della domanda?

    • Le consigliamo di contattare l’ente che gestisce il concorso per informazioni più precise in merito.

  5. Entro che data ci si deve essere laureati per poter partecipare al concorso? ci sono limiti di età?

    • Non ci sono limiti di età né limiti per la data in cui è stato conseguito il titolo di studio

  6. La Laurea Triennale in Sociologia può andare bene? In alcuni bandi, ho visto che viene considerata come titolo equipollente alla Laurea in Scienze Politiche.

  7. Per essere valutato come titolo, il tirocinio presso uffici giudiziari ai sensi dell’art. 73 del decreto-legge 21 giugno 2013, deve essere ultimato? Io lo sto svolgendo da 2 mesi

  8. Dove posso trovare le date delle prove per questo e per gli altri concorsi? Viene inviata una pec che indica la data della prova o sono pubblicate altrove?

  9. Con il diploma di classico si può partecipare a qualche concorso del Ministero grazia e giustizia grazie

  10. Il tirocinio formativo presso gli uffici giudiziari ex art 37 commi 4/5 Legge 111 /11 rientra tra i titoli di preferenza nei concorsi pubblici?
    Grazie

    • Aver svolto con esito positivo il tirocinio negli uffici giudiziari (Art. 73 DL 69/2013) dovrebbe essere un titolo valutabile per ottenere punteggi aggiuntivi, non un titolo di preferenza

  11. Buongiorno, ho un quesito: quando esce il bando per il concorso ufficio per il processo GIUSTIZIA ORDINARIA? nel 2023 o a settembre?
    Inoltre, una volta iscritti al bando per giustizia amministrativa, quando si viene avvisati della possibilità di svolgere la prova scritta?
    Grazie
    Grazie

    • Il bando per la prima ondata di assunzioni è previsto per Settembre. Non conosciamo al momento le tempistiche precise del concorso per la Giustizia Amministrativa.

      • Ok grazie. Quindi il bando per il concorso giustizia Amministrativa non c’entra nulla con quello di settembre per giustizia Ordinaria?
        Grazie per la risposta

  12. Sarebbe giusto che sia considerato tra i titoli anche il possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione forense ANCHE PER CHI NON È ISCRITTO ALL’ALBO PROFESSIONALE.
    Si tratta pur sempre di persone che hanno svolto la pratica e superato l’esame di abilitazione, ma hanno lavorato in ambiti diversi.
    Io,per esempio,che sono in possesso del titolo di avvocato,lavoro da oltre 30 anni in ambito assicurativo per la liquidazione dei sinistri; è un ambito che richiede una formazione giurisprudenziale e processuale pari a quelle di un avvocato che si occupa d’infortunistica.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.