Concorso Ministero Difesa Dirigenti 2022 – bando per 15 assunzioni – Per laureati

Scopri come partecipare e in che modo puoi iniziare a studiare!

Tempo di lettura stimato: 8 minuti

Il Ministero della Difesa ha pubblicato, anche tramite il portale Ripam-Formez PA, il bando di concorso per 15 dirigenti amministrativi e tecnici, in possesso di laurea. Sarà possibile presentare domanda dall’ 1 Settembre al 1 Ottobre 2022.

Questo bando si aggiunge al Concorso RIPAM Ministero Difesa 333 posti per tecnici, per maggiori dettagli leggi la guida.

Prima di mostrarti come funziona la procedura concorsuale e come studiare le materie indicate nei bandi, ci preme ricordarti che per restare aggiornato principali concorsi ti basta attivare le relative notifiche sul ChatBot Telegram.

Se il Concorso 15 Dirigenti Ministero Difesa 2022  non è tra quelli che ti interessano, puoi sempre dare un’occhiata a altri Concorsi Ministero della Difesa oppure ad altri bandi in scadenza.


Concorso Dirigenti Ministero della Difesa – Come funziona e come partecipare

Posti, profili disponibili e dettagli

Quanti sono i posti a disposizione?

I posti a disposizione sono 15, suddivisi tra due profili.

Come sono suddivisi i posti?

I 15 posti sono così suddivisi:
– Profilo A: n. 13 unità di dirigente amministrativo – Codice concorso MD/DA;
– Profilo B: n. 2 unità di dirigente tecnico – Codice concorso MD/DT.

I posti sono a tempo indeterminato?

Sì, i posti sono a tempo pieno ed indeterminato.

Di cosa si occupa un dirigente amministrativo?

Il responsabile amministrativo è una figura dirigenziale, che si rapporta direttamente con la direzione e si occupa di supervisionare, organizzare e coordinare le funzioni amministrative, finanziarie e contabili di un’azienda.

Di cosa si occupa un dirigente Tecnico?

Il dirigente tecnico è un soggetto altamente qualificato che orienta sul piano scientifico-tecnico ed inoltre svolge attività di operatività diretta e di ricerca.

Ci sono dei posti riservati?

 Il 50% dei posti messi a concorso per ciascun profilo (pari, rispettivamente, a 6 e 1 unità) è riservato al personale civile appartenente all’area terza del Ministero della difesa che abbia superato tutte le prove d’esame previste dal bando e sia in possesso dei requisiti di cui all’art. 2 del bando. I posti riservati, ove non utilizzati, sono conferiti agli idonei secondo l’ordine di graduatoria.

Requisiti di partecipazione

Qual è il titolo di studio richiesto per i Dirigenti tecnici?

Peri i dirigenti tecnici è necessario possedere:
– laurea magistrale (LM) in Ingegneria aerospaziale e astronautica LM-20; Ingegneria biomedica LM-21; Ingegneria chimica LM-22; Ingegneria civile LM-23; Ingegneria dei sistemi edilizi LM-24; Ingegneria dell’automazione LM-25; Ingegneria della sicurezza LM-26; Ingegneria delle telecomunicazioni LM-27; Ingegneria elettrica LM-28; Ingegneria elettronica LM-29; Ingegneria energetica e nucleare LM-30; Ingegneria gestionale LM-31; Ingegneria informatica LM-32; Ingegneria meccanica LM-33; Ingegneria navale LM-34; Ingegneria per l’ambiente e il territorio LM-35; o titoli equiparati secondo la normativa vigente;
– diploma di laurea (DL) in Ingegneria aerospaziale; Ingegneria biomedica; Ingegneria chimica; Ingegneria civile; Ingegneria edile; Ingegneria della sicurezza; Ingegneria delle telecomunicazioni; Ingegneria elettrica; Ingegneria elettronica; Ingegneria nucleare; Ingegneria gestionale; Ingegneria informatica; Ingegneria meccanica; Ingegneria navale; Ingegneria per l’ambiente e il territorio; o titoli equiparati secondo la normativa vigente;
– abilitazione all’esercizio della professione.

Qual è il titolo di studio richiesto per i Dirigenti amministrativi?

Peri i dirigenti amministrativi è necessario possedere:
laurea magistrale (LM) in Giurisprudenza LMG 01; Archivista e biblioteconomia LM-5; Filologia moderna LM-14; Filologia, letterature e storia dell’antichità LM-15; Informazione e sistemi editoriali LM-19; Linguistica LM-39; Metodologie informatiche per le discipline umanistiche LM-43; Relazioni Internazionali LM-52; Scienze dell’economia LM-56; Scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità LM-59; Scienze della politica LM-62; Scienze delle pubbliche amministrazioni LM-63; Scienze economico-aziendali LM-77; Scienze per la cooperazione allo sviluppo LM-81; Scienze statistiche LM-82; Studi europei LM-90; Tecniche e metodi per la società dell’informazione LM-91; Teorie della comunicazione LM-92; o titoli equiparati ai sensi della normativa vigente;
– diploma di laurea (DL) in Giurisprudenza, Scienze politiche, Economia e commercio, Scienze della comunicazione, Lettere, Statistica, o titoli equiparati ai sensi della normativa vigente.

Quali sono altri requisiti richiesti ?

Per ambedue i profili messi a bando occorre trovarsi in una delle seguenti posizioni:
– essere dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni, muniti di laurea, che hanno compiuto almeno 5 anni di servizio o, se in possesso del dottorato di ricerca o del diploma di specializzazione (DS) conseguito presso le Scuole di specializzazione, almeno 3 anni di servizio, svolti in posizioni funzionali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del dottorato di ricerca o del diploma di laurea. Per i dipendenti delle amministrazioni statali che siano stati reclutati a seguito di corso-concorso, il periodo di servizio è ridotto a 4 anni;
– essere in possesso della qualifica di dirigente in enti e strutture pubbliche non ricomprese nel campo di applicazione dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165/2001, muniti del diploma di laurea, che abbiano svolto per almeno 2 anni le funzioni dirigenziali;
– aver ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati in amministrazioni pubbliche per un periodo non inferiore a 5 anni, purché muniti del diploma di laurea;
– essere cittadini italiani che hanno svolto servizio continuativo per almeno 4 anni presso enti od organismi internazionali in posizioni funzionali apicali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea.

Prove e materie del concorso – Cosa studiare

Come si articola il concorso?

L’iter del concorso si compone di:
– eventuale prova preselettiva;
– due prove scritte;
– una prova orale;
– valutazioni titoli.

Come funziona la prova preselettiva?

La prova preselettiva, della durata di 60 minuti, da effettuarsi anche con l’ausilio di sistemi computerizzati, consiste in complessivi 60 quesiti a risposta multipla di cui 20 volti alla verifica delle abilità logiche, matematiche, numeriche, deduttive e di ragionamento e 40 dirette alla verifica del possesso di conoscenze nelle seguenti materie:
– diritto costituzionale;
– disciplina del lavoro pubblico;
– diritto amministrativo, con particolare riferimento alla normativa in materia di accesso, trasparenza e anticorruzione;
– diritto penale con riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione;
– nozioni di contabilità pubblica.

Quali sono i punteggi attribuiti?

Il bando riporta i seguenti criteri di valutazione:
– risposta esatta: +1 punti;
– mancata risposta: 0 punti;
– risposta errata: -0,35 punti.

In cosa consistono le prove scritte?

Le prove scritte sono volte ad accertare la preparazione del candidato sia sotto il profilo teorico
sia sotto quello applicativo-operativo.

In cosa consiste la prova orale?

La prova orale mira ad accertare la preparazione e la professionalità del candidato nonché
l’attitudine all’espletamento delle funzioni dirigenziali e consiste in un colloquio sulle materie
previste dal precedente art. 8 nonché su ulteriori competenze specificate nel bando.

Come si intendono superate le prove scritte?

Sono ammessi i candidati che avranno riportato nelle prove scritte una
votazione minima, in ciascuna prova, di 70/100.

Come inoltrare la domanda e dove scaricare il bando

Come si inoltra la domanda?

La domanda di ammissione alla procedura concorsuale dovrà essere presentata con modalità telematica compilando il format di candidatura sul portale inPA, previa registrazione.

Per poter partecipare dovrai possedere:
– lo SPID: se non ce l’hai ancora, scopri come ottenerlo leggendo questa guida;
– una PEC intestata a te: per scoprire come attivarla velocemente in 30 minuti leggi questa pagina.

Prima d’inoltrare la domanda leggi con attenzione, sulla pagina ufficiale del concorso, il bando di concorso relativo al profilo per il quale ti vuoi candidare.

È necessario effettuare il pagamento di una tassa d’iscrizione?

I candidati sono tenuti a versare una quota di partecipazione di € 15.

Entro quale data è possibile partecipare

La domanda di ammissione alla procedura concorsuale dovrà essere presentata a partire dal 1º settembre 2022 fino alle ore 16.00 del 1º ottobre 2022.

Concorso Ministero della Difesa Dirigenti – Come prepararsi per le prove

Simulatore Quiz

Se hai intenzione di partecipare al Concorso Ministero della Difesa Dirigenti, avrai sicuramente bisogno del simulatore quiz.

Puoi esercitarti fin da subito utilizzando la funzione materie presente sul simulatore: ti basta aggiungere tutte le materie indicate nei bandi del profilo da te scelto.

Corsi online

Oltre all’utilizzo del Simulatore, ti consigliamo d’iscriverti ad alcuni Corsi Online, che rappresentano uno strumento utile per la preparazione di una o più materie oggetto di esame.

L’offerta di Corsi Online per il Concorso Ministero della Difesa Dirigenti comprende:

Manuale

Uno strumento essenziale per la preparazione al Concorso è rappresentato dal manuale Concorso Ministero della Difesa 15 Dirigenti.

Manuale Concorso Ministero della Difesa 15 Dirigenti – Per la prova preselettiva

Manuale Concorso Ministero della Difesa 15 Dirigenti – Per la prova preselettiva

€49€ 46,55

Manuale per la preparazione alla prova preselettiva – Teora e Quiz – Diritto costituzionale – Diritto amministrativo (accesso, trasparenza e anticorruzione) – Disciplina del lavoro pubblico – Diritto penale e reati contro la P.A. – Nozioni di contabilità pubblica – Logica – Software online per simulazione della prova – Risorse online – Approfondimenti e normativa – Videolezioni di Logica

Altre informazioni →

Altri concorsi in scadenza o di prossima uscita

Oltre al Concorso Ministero della Difesa per 15 Dirigenti tecnici e amministrativi potrebbero interessarti anche i seguenti concorsi in primo piano oppure i prossimi bandi in uscita.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.