Bandi Vigili del Fuoco

Concorsi Vigili del Fuoco 2024: qui l’elenco dei Bandi Vigili del Fuoco a cui puoi presentare domanda, costantemente aggiornato. Rimani con noi sempre aggiornato sul Concorso Vigili del Fuoco o Concorsi Corpo Nazionale Vigili del Fuoco 2024 pubblicati nella Gazzetta Ufficiale, sul portale inPA e sul sito Istituzionale. Inoltre, puoi leggere qual è il ruolo dei Vigili del Fuoco, quali sono i ruoli e le modalità di ingresso attraverso i concorsi pubblici.

I Concorsi Vigili del Fuoco sono banditi periodicamente: per questo motivo, anche se in questa pagina non dovessi trovare concorsi aperti, ti consigliamo di leggere ugualmente la guida relativa al concorso che ti interessa per conoscerne i requisiti di ammissione e modalità di svolgimento della selezione, nonché in che modo puoi iniziare a studiare in attesa del nuovo bando.

Visualizza anche i bandi relativi ai Profili Amministrativi Vigili del Fuoco.

Ricevi dal nostro ChatBot aggiornamenti costanti su tale tipologia di concorsi.

Potrebbe interessati anche la pagina Concorsi Difesa e quella dedicata ai concorsi pubblici attivi.

Concorsi Corpo Nazionale Vigili del Fuoco non scaduti – Tutti i bandi ancora aperti

Di seguito l’elenco, costantemente aggiornato, dei concorsi pubblici per i Vigili del Fuoco per i quali puoi ancora inoltrare la tua domanda di partecipazione.

Per ognuno dei concorsi elencati di seguito potrai scaricare il bando, visualizzare la pagina ufficiale da cui inoltrare la domanda di partecipazione, accedere ai gruppi di studio, scoprire le risorse didattiche tra cui il simulatore quiz, i manuali e i corsi online.

L’elenco è ordinato dal concorso bandito più di recente al concorso meno recente.

maggio

Nessun concorso

Concorsi Vigili del Fuoco – Come entrare nei Vigili del Fuoco tramite Concorso Pubblico

I Vigili del Fuoco rappresentano un corpo di professionisti altamente specializzati, fondamentale per la sicurezza dei cittadini e la gestione delle emergenze su tutto il territorio nazionale. Essere parte di questa istituzione significa impegnarsi nella prevenzione e controllo degli incendi, oltre a fornire soccorso in situazioni di emergenza come incidenti stradali, allagamenti, terremoti, e altri disastri naturali.

Di cosa si occupano i Vigili del Fuoco? Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, organismo civile del Ministero dell’Interno, svolge un ruolo cruciale nella difesa civile e nel soccorso pubblico, garantendo interventi rapidi ed efficaci in caso di incendi e calamità, nonché nella prevenzione di questi eventi su scala nazionale.

Come entrare nei Vigili del Fuoco: modalità di selezione e requisiti

Per entrare nei Vigili del Fuoco attraverso i Concorsi Vigili del Fuoco, è necessario rispettare determinati requisiti come limiti di età e titoli di studio adeguati. I concorsi sono aperti sia a civili che a personale volontario del Corpo, con opportunità per:

  • Vigili del Fuoco permanente
  • Operatore
  • Ispettori Antincendi
  • Ispettore Logistico Gestionale
  • Vice Direttore Logistico Gestionale

I limiti di età variano a seconda della posizione:

  • Vigile del Fuoco: dai 18 ai 25 anni (26 NON compiuti)
  • Operatore: dai 18 ai 44 anni (45 NON compiuti)
  • Ispettore Antincendi: dai 18 ai 29 anni (30 NON compiuti)
  • Ispettore Logistico Gestionale: dai 18 ai 44 anni (45 NON compiuti)
  • Vice Direttore Logistico Gestionale: dai 18 ai 44 anni (45 NON compiuti)

Il titolo di studio richiesto per partecipare al Concorso Vigili del Fuoco è un diploma di scuola secondaria di II grado per il ruolo di Vigile del Fuoco permanente, mentre per gli Ispettori Antincendi è necessaria una laurea in ingegneria o architettura.

Fasi di selezione

Il processo di selezione nei Vigili del Fuoco si articola in varie fasi, tra cui:

  • Presentazione della domanda: esclusivamente online attraverso la piattaforma dedicata sul sito ufficiale.
  • Prove fisiche e teoriche: per valutare le competenze e l’idoneità fisica dei candidati.
  • Accertamenti psicofisici e attitudinali: per assicurare la completa idoneità al servizio.

Come partecipare ai concorsi

Per partecipare ai Concorsi Vigili del Fuoco, è necessario accedere alla piattaforma online ufficiale, compilare il modulo di domanda e possedere lo SPID e una PEC personale. I dettagli specifici su requisiti e modalità di svolgimento sono disponibili sul sito ufficiale e nelle guide dedicate ai vari ruoli professionali all’interno del Corpo.

La struttura del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è una struttura complessa e articolata, dedicata alla sicurezza dei cittadini e alla gestione delle emergenze. Questo corpo si divide in diversi profili professionali, ciascuno con specifiche funzioni e responsabilità.

I profili professionali all’interno dei Vigili del Fuoco includono:

  • Vigile del Fuoco: rappresenta il primo contatto con le attività di soccorso e intervento in caso di incendi e calamità. Questo ruolo è cruciale per le operazioni sul campo, richiedendo coraggio e preparazione.
  • Operatore: svolge compiti specifici all’interno delle operazioni di soccorso, contribuendo con competenze tecniche specialistiche a seconda delle necessità.
  • Ispettore Antincendi: ruolo specializzato nella prevenzione incendi, con compiti di valutazione dei rischi e implementazione delle normative di sicurezza.
  • Ispettore Logistico Gestionale: responsabile della gestione logistica e dell’organizzazione delle risorse materiali e umane.
  • Vice Direttore Logistico Gestionale: figura chiave nella direzione delle strategie logistiche e gestionali del Corpo, assicurando l’efficienza e l’efficacia degli interventi.

Per diventare parte dei Vigili del Fuoco, è necessario superare i Concorsi Pubblici specifici per ogni profilo. Questi concorsi sono aperti a tutti i cittadini che rispondono ai criteri di selezione, inclusi limiti di età e titoli di studio appropriati.

Vigile del Fuoco, Operatore ed Ispettore Logistico richiedono un diploma di scuola secondaria di II grado, mentre per gli Ispettori Antincendi e le figure gestionali è richiesta una formazione superiore, spesso legata a lauree specifiche o esperienze professionali rilevanti nel settore della sicurezza e della gestione.

Le fasi di selezione variano a seconda del profilo, ma includono generalmente prove fisiche, test teorici su materie specifiche, valutazioni psico-attitudinali, e interviste per valutare la motivazione e l’idoneità al ruolo specifico.

Quanto si guadagna nei Vigili del Fuoco?

Nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, la scala retributiva varia significativamente a seconda del ruolo e del grado occupato, riflettendo la gerarchia e le responsabilità assegnate. Di seguito, offriamo una panoramica dettagliata degli stipendi lordi annuali per i vari gradi, basata sulle ultime informazioni disponibili, per fornire una visione chiara della struttura retributiva di questo essenziale corpo di soccorso.

Partendo dal personale operativo, notiamo una progressione degli stipendi basata sul grado e sull’esperienza:

  • Un Allievo Vigile del fuoco e un Vigile del fuoco guadagnano 19.616,05 euro lordi all’anno.
  • Un Vigile del fuoco esperto ha uno stipendio annuo di 20.164,50 euro, che con un scatto convenzionale sale a 20.511,96 euro.
  • Un Vigile del fuoco coordinatore ottiene 21.336,11 euro, e con scatto convenzionale, lo stipendio annuo aumenta a 22.251,80 euro.

Proseguendo verso i Capi Squadra e i Capi Reparto, osserviamo:

  • Un Capo squadra ha uno stipendio di 22.251,80 euro all’anno.
  • Un Capo squadra esperto guadagna 22.755,47 euro, mentre un Capo reparto ottiene 23.030,11 euro.
  • Un Capo reparto esperto, con scatto convenzionale, percepisce 23.991,63 euro all’anno.

Per gli Ispettori Antincendi, le cifre sono le seguenti:

  • Un Ispettore antincendi parte da 23.991,63 euro all’anno, arrivando fino a 27.212,66 euro per un Ispettore antincendi coordinatore con scatto convenzionale.

Nel ruolo degli Operatori e degli Assistenti, troviamo:

  • Un Operatore inizia con 18.825,15 euro all’anno, mentre un Assistente capo con scatto convenzionale può arrivare a 22.755,47 euro.

Per gli Ispettori Logistico-Gestionali, si va da:

  • 23.208,00 euro per un Ispettore logistico-gestionale a 27.212,66 euro per un Ispettore logistico-gestionale coordinatore con scatto convenzionale.

Infine, per il Servizio Antincendio Boschivo (AIB):

  • La retribuzione varia da 19.616,05 euro per un Vigile del fuoco qualificato AIB a 27.212,66 euro per un Ispettore antincendi coordinatore AIB con scatto convenzionale.

Entrare nei Vigili del Fuoco tramite concorso pubblico rappresenta un’opportunità unica di servire il proprio Paese, con la possibilità di crescere professionalmente in un ambiente stimolante e dedicato al soccorso e alla sicurezza dei cittadini. Con i concorsi per i Vigili del Fuoco, le porte dell’arruolamento sono aperte a coloro che desiderano intraprendere questa nobile carriera, offrendo retribuzioni competitive che riflettono l’importanza e la complessità dei compiti affidati a questi eroi quotidiani.

Concorso Vigili del Fuoco 2024: Quando uscirà il bando?

Il Concorso Vigili del Fuoco viene bandito dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco a cadenza periodica e rappresenta un’ottima opportunità di lavoro per tutti i candidati in possesso del diploma.

La data del Concorso Vigili del Fuoco 2024

Il Concorso Vigili del Fuoco 2024 è rivolto ai candidati interessati a entrare nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, distinto dai concorsi per posizioni di vertice quali Ispettore o Vice Direttore. Caratterizzato dalla sua natura “aperiodica”, il Concorso VVF è stato bandito solo in due occasioni nell’ultimo decennio, con processi di selezione estremamente prolungati. Le edizioni passate, avvenute nel 2016 e nel 2022, hanno evidenziato tempi di conclusione significativi, con l’ultima fase delle visite mediche che si sta ancora svolgendo.

Determinare una data precisa per l’inizio della preparazione al Prossimo Concorso Vigili del Fuoco 2024 rimane complesso. La natura imprevedibile dei concorsi vigili del fuoco rende difficile, anche per le fonti più affidabili, prevedere con certezza la pubblicazione del bando. Tuttavia, analizzando le edizioni precedenti, si può tentare di anticipare le caratteristiche che potrebbero essere confermate per il prossimo Concorso VVF.

Concorso Vigili del Fuoco 2024: Requisiti e prove

Senza aspettarsi cambiamenti radicali, si presumono requisiti simili a quelli del Concorso Pompieri del 2022 per il Prossimo Concorso Vigili del Fuoco 2024. I candidati dovranno probabilmente:

  • Essere cittadini italiani e godere dei diritti politici.
  • Non aver compiuto 26 anni al momento della scadenza della domanda di partecipazione (37 anni per i volontari del C.N.VV.F. con almeno un anno di iscrizione).
  • Possedere un diploma di maturità.

L’iter concorsuale dovrebbe riflettere quello dell’edizione precedente, senza sostanziali modifiche. Le fasi prevedibili includono:

  • Prova Preselettiva.
  • Prova Motorio-Attitudinale.
  • Colloquio.
  • Valutazione dei Titoli di Merito.
  • Accertamento dei requisiti di idoneità psico-fisica ed attitudinale.

Per maggiori dettagli e per tutti gli strumenti didattici consigliati per la preparazione, ti consigliamo di leggere l’approfondimento su Come diventare Vigile del Fuoco.

Concorsi VVF – Le guide

Di seguito tutte le guide relative ai Concorsi Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Concorsi militari – Gli altri bandi

Potrebbero interessanti anche altri concorsi militari.

Cerca il tuo concorso

Se non hai ancora trovato il concorso che stai cercando utilizza la pagina cerca il tuo concorso.


1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.