Concorso RIPAM Funzionari Amministrativi – 2736 posti per laureati

Scopri come partecipare e in che modo iniziare a studiare

Tempo di lettura stimato: 12 minuti

Torna tra i Concorsi in Primo Piano il Concorso RIPAM Funzionari Amministrativi, per il quale sono stati riaperti i termini di partecipazione ed i posti sono stati elevati a 2736.

In questo articolo ti spieghiamo come partecipare e in che modo puoi iniziare a studiare per la prova unica.

Entro il 6 Dicembre 2021 è possibile integrare le dichiarazioni dei titoli di preferenza e di precedenza indicando da quale amministrazione è stato emesso il titolo e la data di emissione.
Non è possibile alcun inserimento di titoli ulteriori oltre a quelli già dichiarati prima della scadenza del bando.
Per maggiori informazioni clicca qui.

Concorso Unico RIPAM Funzionari Amministrativi – Come partecipare

Quanti sono i posti messi a bando?

Inizialmente erano previsti 2133 posti, che con la recente riapertura dei termini di partecipazione di Luglio 2021 sono stati elevati a 2736.

In che modo sono suddivisi i posti?

I 2736 posti sono così suddivisi:

– 24 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli dell’Avvocatura Generale dello Stato;

– 123 unità di Categoria A – F1, con il profilo professionale di specialista giuridico legale finanziario, di cui: 110 unità da inquadrare nel ruolo della Presidenza del Consiglio dei ministri, di cui n. 5 (cinque) posti riservati ai sensi dell’articolo 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68;

– 13 unità da inquadrare nel ruolo speciale della Protezione civile della Presidenza del Consiglio dei ministri;

– 550 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli del Ministero dell’interno;

– 48 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo, nell’Area funzionale III – F1 nei ruoli del Ministero della difesa;

– 410 unità da inquadrare, con il profilo di collaboratore amministrativo, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli del Ministero dell’economia e delle finanze;

– 290 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli del Ministero dello sviluppo economico, fermi restando gli esiti della mobilità ai sensi dell’articolo 34-bis del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;

– 70 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, di cui n. 6 (sei) posti riservati ai sensi dell’articolo 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68;

– 67 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli del Ministero della transizione ecologica;

– 210 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo contabile, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti;

– 92 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario area amministrativa giuridico contenzioso, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli del Ministero del lavoro e delle politiche sociali;

– 159 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo, giuridico, contabile, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli del Ministero dell’istruzione;

– 22 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo, giuridico, contabile, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli del Ministero dell’università e della ricerca;

– 300 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli del Ministero della Cultura;

– 19 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario giuridico di amministrazione, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli del Ministero della salute;

– 300 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo, giuridico-contenzioso, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli dell’Ispettorato nazionale del lavoro;

– 45 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo, nell’Area funzionale III – F1 dei ruoli dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata;

– 5 unità da inquadrare nei ruoli dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, con il profilo di funzionario amministrativo – V livello;

– 2 unità da inquadrare, con il profilo di funzionario amministrativo – F1, nei ruoli dell’Agenzia per l’Italia digitale, fermi restando gli esiti della mobilità ai sensi dell’articolo 34-bis del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

I posti sono in tutta Italia?

Si certo i posti riguardano sedi centrali e periferiche delle amministrazioni Interessate.

A quanto ammonto lo stipendio del funzionario amministrativo?

Lo stipendio di un funzionario di area III, F1, ammonta a 1.870,65 € mensili.

Come faccio a indicare l’amministrazione in cui desidererei essere assunto?

Le preferenze potrai manifestarle sono in fase di assunzione, quindi dopo aver vinto il concorso

Che titolo di studio bisogna possedere per partecipare?

Basta possedere una qualsiasi laurea, anche quella triennale.

Posso partecipare con il diploma?

No, non puoi partecipare

È previsto un limite di età?

No, non è previsto nessun limite di età

Mi sono laureato/a nel 2021, posso partecipare?

No, come indicato nella pagina della riapertura dei termini, tutti i requisiti di partecipazione ed i titoli valutabili devono essere stati acquisiti entro la prima data di scadenza del concorso, ovvero il 25 Luglio 2020.

In quante e in quali fasi si articola il concorso?

Inizialmente il concorso prevedeva un iter composto da prova preselettiva, prova scritta e orale.

Tuttavia, con la recente riapertura dei termini il bando il nuovo iter concorsuale è così composto:
– prova scritta unica, svolta mediante l’utilizzo di sistemi informatici;
– valutazione titoli.

In cosa consiste la prova scritta?

La prova unica selettiva scritta, svolta esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti informatici e digitali anche in sedi decentrate, consiste nella risoluzione di 40 quesiti a risposta multipla e si articola in più parti.

La prima parte è composta da 32 quesiti volti a verificare le conoscenze rilevanti afferenti alle seguenti materie:
– diritto pubblico (diritto costituzionale, ivi compreso il sistema delle fonti e delle istituzioni dell’Unione europea);
– diritto amministrativo, con particolare riferimento al codice dei contratti pubblici e alla disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei pubblici dipendenti;
– reati contro la pubblica amministrazione;
– diritto civile, con esclusivo riferimento alla responsabilità contrattuale ed extracontrattuale;
– organizzazione e gestione delle pubbliche amministrazioni;
– contabilità di Stato;
– elementi di economia pubblica.

Inoltre, la recente rettifica del bando aggiunge alla prima parte della prova unica scritta le seguenti materie:
– capacità logico deduttiva;
– ragionamento critico verbale;
– conoscenza della lingua inglese (livello B1);
– conoscenza delle tecnologie informatiche e le competenze digitali volte a favorire processi di innovazione amministrativa e di trasformazione digitale della pubblica amministrazione.

A ciascuna risposta è attribuito il seguente punteggio:
– esatta: +0,75 punti;
– mancata o per la quale siano state marcate due o più opzioni: 0 punti;
– errata: -0,25 punti.

La seconda parte, invece, è composta da 8 quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo. I quesiti descriveranno situazioni concrete di lavoro, rispetto alle quali si intende valutare la capacita’ di giudizio dei candidati, chiedendo loro di decidere, tra alternative predefinite di possibili corsi d’azione, quale ritengano più adeguata.

A ciascuna risposta è attribuito in funzione del livello di efficacia il seguente punteggio:
– più efficace: +0,75 punti;
– neutra: +0,375 punti;
– meno efficace: 0 punti.

Infine, alla suddetta prova sarà assegnato un punteggio complessivo massimo di trenta punti. La prova si intende superata con una votazione minima di ventuno trentesimi.

Per la prova scritta è prevista la pubblicazione della banca dati?

No, non è prevista la pubblicazione di una banca dati.

Quando sarà svolta la prova scritta?

Le prove scritte si svolgeranno dal 30 Settembre all’8 Ottobre nelle sedi di Roma, Milano, Pescara, Napoli, Foggia, Cagliari, Reggio Calabria, Catania e Siracusa.

Inoltre, ti consigliamo di leggere la comunicazione ufficiale e il calendario completo.

Quali sono le sedi dei candidati di regioni e province non inclusi nel calendario?

Con una comunicazione ufficiale, Formez ha specificato che i candidati residenti in Valle d’Aosta sono inclusi nel calendario della regione Lombardia, mentre i candidati residenti in Basilicata sono inclusi nel calendario della regione Puglia. 

Inoltre, la ripartizione delle due sedi per la regione Sicilia è così strutturata:
– Sede di Catania: residenti nelle province di Catania, Messina e Trapani;
– sede di Siracusa: residenti nelle province di Siracusa, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Ragusa e Palermo.

Arriveranno comunicazioni tramite email?

Sì, tutti i candidati riceveranno tramite la posta elettronica ordinaria una lettera di partecipazione con le informazioni utili per la convocazione.

Inoltre, la stessa mail conterrà anche un QR Code necessario per l’accesso alla sede della prova.

Cosa occorrerà portare alla prova?

Come specificato nelle più recenti comunicazioni del Formez, alla prova occorre portare:
– copia stampata della lettera di partecipazione con QR Code, che viene inviata tramite posta elettronica ad ogni candidato;
– documento di riconoscimento;
– ricevuta di iscrizione, rilasciata dal sistema al momento dell’iscrizione al concorso;
– autodichiarazione COVID da firmare in sede, allegata alle istruzioni della prova scritta;
Green Pass.

Inoltre, è possibile portare con sé effetti personali, generi di conforto ed una borsa o zaino di piccole dimensioni in cui riporre i dispositivi elettronici durante la prova.

È possibile reperire una copia della ricevuta di iscrizione?

Sì, puoi recuperare e scaricare la ricevuta di iscrizione tramite la piattaforma Step-One 2019, nell’area personale.

Per partecipare è necessaria possedere la PEC?

Si, per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato.

Come si attiva una PEC velocemente?

Attivare la PEC con SoluzioniPEC è molto semplice e veloce, dato che il gestore garantisce l’attivazione della casella PEC entro e non oltre 30 minuti.

Per scoprire come attivare una casella di Posta Elettronica Certificata usufruendo del codice promozionale di Concorsando.it leggi la nostra guida alla PEC per Concorsi Pubblici.

Come posso inoltrare la domanda?

Come indicato anche nella pagina ufficiale del concorso, la domanda di ammissione al concorso, deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, raggiungibile sulla rete internet l’indirizzo https://www.ripam.cloud

Inoltre, con la recente riapertura dei termini è possibile inoltrare la domanda entro il 30 Agosto 2021.

Infine, prima di inoltrare la domanda leggi con attenzione tutto il bando di concorso e le successive rettifiche.

Ma inoltrando la domanda concorrerò per tutti i profili?

Si certo concorrerai per tutti i profili, salvo poi indicare in fase di assunzione quali amministrazioni preferisci.

Bisogna pagare una tassa prima d’inoltrare la domanda?

Si, è previsto il pagamento di una tassa di concorso unica di 10,00 euro. Il pagamento della tassa vale per tutti i profili.

Cosa succede alle domande già inviate nel 2020?

Le domande già inviate entro il 25 Luglio 2020 sono ancora valide, con la possibilità di modificare, integrare o sostituire le domande già presentate senza dover pagare nuovamente la tassa di iscrizione.

Inoltre, ti ricordiamo che i requisiti di partecipazione ed i titoli valutabili devono essere stati acquisiti entro Luglio 2020.

Concorso Funzionari Amministrativi RIPAM – Come studiare

Simulatore Quiz

Se hai intenzione di partecipare al Concorso RIPAM Funzionari Amministrativi, avrai sicuramente bisogno del nostro simulatore quiz.

Per iniziare fin da subito a esercitarti per la prova unica scritta scarica il nostro Simulatore Quiz e aggiungi alla tua area di studio la banca dati che abbiamo appositamente creato per il concorso:

  • Funzionario Amministrativo – RIPAM – 2021
Banca Dati Concorso RIPAM Funzionari Amministrativi

Ti evidenziamo in particolare che con il nostro simulatore potrai:

✅ esercitarti con tutti i tuoi dispositivi mobile (iPhone, Android, Huawei) e con qualsiasi PC collegato in rete (non avrai bisogno di scaricare nessun programma apposito), potendo sempre riprendere lo studio dal punto in cui l’hai lasciato in precedenza;

✅ monitorare costantemente i tuoi progressi, individuando le materie e i quiz su cui sei più carente;

✅ sfidare gli altri candidati in una vera e propria simulazione del concorso, con tanto di graduatoria anonima;

✅ leggere le spiegazioni dei quiz ove presenti;

✅ studiare anche quando hai le mani impegnate, grazie alla modalità ascolto;

✅ stampare l’intera banca dati e/o i quiz su cui sei più carente;

✅ trascrivere e/o registrare delle note per ogni singolo quiz;

✅ studiare per singole parole chiave;

✅ e tanto altro ancora.

Inoltre, ricorda che il nostro simulatore quiz è presente sul web e sugli store mobile di AppleGoogle Huawei.

Corsi Online

Per uno studio approfondito delle materie concorsuali, e per imparare a risolvere i quiz di Logica RIPAM/FORMEZ ti consigliamo d’iscriverti ai nostri corsi online.

Manuali

Per prepararti a questi concorsi, ti consigliamo il manuale specifico, che ti offrirà una preparazione completa sia sulla parte teorica che su quella pratica.

Concorso RIPAM Aggiornamenti normativi 2021 – Manuale di aggiornamento per la preparazione ai concorsi RIPAM/Formez 2019/2020

Concorso RIPAM Aggiornamenti normativi 2021 – Manuale di aggiornamento per la preparazione ai concorsi RIPAM/Formez 2019/2020

€24€22,80

Manuale di aggiornamento per la preparazione ai concorsi RIPAM/Formez 2019/2020 – Diritto amministrativo – Lavoro pubblico – Contabilità  di Stato e degli enti pubblici – Informatica nella P.A. – con SOFTWARE per la simulazione

Altre informazioni →
Concorso RIPAM 2133 Funzionari Amministrativi – Manuale per la prova preselettiva

Concorso RIPAM 2133 Funzionari Amministrativi – Manuale per la prova preselettiva

€34€32,30

TOMO I - Manuale per la prova preselettiva • Diritto costituzionale • Diritto amministrativo • Contabilità di Stato e degli enti pubblici • Lingua inglese - con SOFTWARE per la simulazione della prova

Altre informazioni →
Concorso RIPAM 2133 Funzionari amministrativi – Quiz

Concorso RIPAM 2133 Funzionari amministrativi – Quiz

€34€32,30

TOMO II - Quiz attitudinali RIPAM commentati • Ragionamento logico-deduttivo • Ragionamento logico-matematico • Ragionamento critico-verbale - con SOFTWARE per la simulazione

Altre informazioni →
Concorso RIPAM 2133 Funzionari amministrativi – Prova scritta

Concorso RIPAM 2133 Funzionari amministrativi – Prova scritta

€38€36,10

Teoria e Quiz • Diritto pubblico • Codice dei contratti pubblici • Lavoro pubblico e responsabilità dei pubblici dipendenti • Reati contro la P.A. • Diritto civile • Organizzazione e gestione delle pubbliche amministrazioni • Elementi di economia pubblica • Contabilità di stato (quiz commentati) • Diritto costituzionale (quiz commentati) Diritto amministrativo (quiz commentati) • Quesiti situazionali

Altre informazioni →

Altri concorsi in scadenza

Oltre al Concorso Funzionari RPAM ti segnaliamo anche gli altri concorsi in scadenza.