Green Pass per Concorsi Pubblici: obbligatorio dal 6 Agosto

Scopri cos'è il Green Pass e come si ottiene

Green Pass

Con il nuovo Decreto Draghi in arrivo, il Green Pass sarà obbligatorio per partecipare alle prove dei Concorsi Pubblici.

In questa guida ti spiegheremo cos’è il Green Pass e chi può ottenerlo, oltre a fare il punto della situazione sulle possibili alternative per i candidati non ancora in possesso di questa certificazione.

Inoltre, sul nostro blog puoi trovare altri approfondimenti ed articoli relativi alle Misure Anti-Covid.

Green Pass obbligatorio per i Concorsi Pubblici – Tutti i dettagli

Cos’è il Green Pass?

Il Green Pass è una certificazione Covid-19 comprovante:
– l’inoculamento di almeno una dose vaccinale Sars-CoV-2;
– la guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 (con validità di 6 mesi).

Chi può ottenere il Green Pass?

La certificazione verde Covid-19 (Green Pass) può essere ottenuta da tutte le persone che:
– hanno effettuato la prima dose di vaccino o il vaccino monodose (trascorsi 15 giorni);
– hanno completato il ciclo vaccinale;
– sono guariti dal Covid-19 nei sei mesi precedenti.

Come si ottiene il Green Pass?

Il Green Pass può essere richiesto ed ottenuto in breve tempo sia tramite canali digitali che tramite canali fisici.

In particolare, la certificazione può essere richiesta tramite i seguenti canali digitali:
– App Immuni;
– App IO;
– accesso al proprio fascicolo sanitario regionale;
– accedendo al portale apposito tramite SPID o CIE.

Inoltre, se non dovesse essere possibile utilizzare uno dei canali digitali elencati in precedenza, è possibile richiedere fisicamente il Green Pass rivolgendosi a medici di medicina generale, pediatri o farmacisti tramite il codice fiscale e la tessera sanitaria.

Per cosa sarà obbligatorio il Green Pass?

Tramite una conferenza stampa il Governo ha annunciato che a partire dal 6 Agosto il Green Pass diventerà obbligatorio per una serie di attività e luoghi al chiuso, tra cui rientra la partecipazione ai Concorsi Pubblici.

In particolare, il Green Pass sarà obbligatorio per:
– Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso;
– Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi;
– Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre;
– Piscine, palestre, sport di squadra, centri benessere, limitatamente alle attività al chiuso;
– Sagre e fiere, convegni e congressi;
– Centri termali, parchi tematici e di divertimento;
– Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso;
– Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Inoltre, si attende la pubblicazione del nuovo decreto in Gazzetta Ufficiale per informazioni più precise.

Quali sono le alternative al Green Pass per partecipare ai concorsi?

Al momento, l’unica alternativa al Green Pass (ottenuto dopo la guarigione da Covid-19 o dopo l’inizio del ciclo vaccinale) è l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (che ha una validità di 48 ore).

Se non sono vaccinato/a non posso partecipare al concorso?

È possibile partecipare al concorso anche senza essere stati sottoposti al vaccino: come spiegato in precedenza, è necessario effettuare un tampone 48 ore prima della prova del concorso a cui si deve partecipare.

79 Commenti

  1. Metà settembre 2021. Concorso pubblico. Ho il green pass ma non viene accettato e nella convocazione viene richiesto il tampone pena l’esclusione dal concorso. nella convocazione c’è scritto chiaramente: “Il solo possesso del Green Pass non è ritenuto valido a detti fini”. Secondo voi è corretto? E’ una prepotenza? Nessun candidato munito di GP si opporrà, chiaramente, essendo la parte debole di questa faccenda. Benvenuti in Italia!

  2. LA GREEN PASS è OBBLIGATORIA DAL 06/08/2021 CHI GIA’ è IN POSSESSO DI
    GREEN PASS E DEVE FARE UN CONCORSO IL 2 AGOSTO DEVE FARE LO STESSO IL TAMPONE O ENTRA CON GREEN PASS DATO CHE IL DECRETO è DEL 23/07/2021

    • Le consigliamo di contattare l’ente che gestisce il suo concorso per informazioni più precise

  3. Buongiorno,
    ho il green pass e per un concorso con selezione prima del 6 agosto mi hanno chiesto obbligatoriamente il tampone. Con il green pass non mi fanno accedere. E’ corretto?
    Grazie

  4. La cosa più divertente è leggere castronerie circa l’anticostituzionalità di qualcosa scritte da gente che partecipa a concorsi nell’ambito dei quali viene richiesta una preparazione in Diritto Costituzionale.

  5. Non serve a niente il greenpass, perché si può anche essere positivi nuovamente dopo il vaccino. Il vaccino alleggerisce la malattia non la neutralizza.
    È il tampone la soluzione per tenere in sicurezza tutti.

  6. È una possibilità in più. Lo trovo giusto. Per chi non vorrà vaccinarsi ci sarà sempre il tampone.

  7. Mi sembra un obbligo a vaccinarsi ,ma lo Stato non vuole assumersi tutta la responsabilità di un eventuale effetto collaterale di un cittadino , se eventualmente un individuo capo famiglia dovesse subire un danno lo stato provvederà al sostentamento di questa famiglia ? Questa è la mia domanda che faccio a voi e a tutte le persone che ti indicono al vaccino ,ho avuto già la risposta , sono caccia vostri

  8. Mi sembra una buffonata dato che comunque si può accedere ugualmente anche con un tampone ma da come la mettono sembrerebbe il contrario! Inoltre che ci sia anche chi non può fare il vaccino per motivi di salute non viene proprio contemplato! Mettere quest’obbligo è anticostituzionale.

  9. L’introduzione del Green Pass per la partecipazione ai concorsi pubblici mi pare una novità positiva. Si evita così di dover pagare il costo di un tampone ogni volta che si partecipa ad una prova concorsuale

  10. Giustissimo! Io per la libertà mia e degli altri mi sono vaccinata e lo stato deve tutelarla la nostra salute. Facile parlare di libertà non rimettendoci del proprio, per la libertà che oggi godiamo c’è gente che ha dato la vita, quindi non usate la costituzione in maniera impropria, va alimentata con i fatti non con le parole.

  11. Vedo tanti commenti di persone che si “qualificano” da soli, mi chiedo quale sia il problema di questi individui, oltre alla comprensione dell’italiano e la conoscenza del diritto, ovviamente..

  12. Quante fesserie concentrate… Premesso che io renderei il tampone a scadenza di 24 ore (e non di 48 come è adesso), se è vero che il vaccino resta facoltativo è altrettanto vero che chi si scaglia contro questa scelta “antidemocratica” (se volete assaggiare qualcosa di veramente contro la democrazia basta farsi un giro nelle nazioni dove sono negati i diritti fondamentali come quello di esprimere il proprio orientamento sessuale o religioso) forse ha già rimosso dalla propria mente le immagini dei reparti di terapia intensiva che non potevano più accogliere altri pazienti. Ma tant’è, Leonardo Sciascia diceva che gli italiani sono un popolo senza memoria. Continuate pure a riempirvi la bocca di presunti articoli violati della Costituzione, Zagrebelsky dell’ultima ora

  13. Non sono d’accordo.
    È un obbligo celato. Tanti verranno indotti a farlo pur di non avere la rottura o il costo di fare il tampone.
    Ed è ben scritti in una raccomandazione che chi non si vaccina non deve essere discriminato. Se lo Stato, per esempio, si facesse carico del tampone, potrebbe non essere discriminatorio.

    • Sicuramente no, così come non è attualmente richiesto il tampone per le prove da remoto. Il Green Pass sarà richiesto solo per l’accesso alle aree delle prove dei concorsi pubblici.

  14. Forse la gente non ha capito che green pass vuol dire anche tampone negativo da non più di 48 ore! Pertanto tutti questi nuovi costituzionalisti che andassero a leggere bene prima di sparare sentenze!

  15. Non lo trovo corretto, se il vacino è facoltativo, così deve essere, altrimenti che lo mettano obbligatorio, allora sarebbe un’altro discorso

    • Stiamo arrivando alla follia, non solo il lavoro non c’è e bisogna farsi un mazzo tanto, poi ora per partecipare ad un concorso devi fare tutto sto ambaradam? Ma stiamo alla follia ormai.. ma io spero che succede qualcosa

  16. Trovo assolutamente giusto mostrare il green pass in modo da comprovare di essere vaccinati per la nostra salute e quella delle persone intorno a noi.

    • Peccato che anche chi ha fatto la seconda dose del vaccino può (ed è già successo a tanta gente) tornare ad essere positivo. Quindi mi chiedo che grado di sicurezza sia più veritiero, il tampone fatto 48 ore prima o un possibile positivo (ma munito di green card) in un’aula con mille persone!

  17. Assolutamente in disaccordo! Violazione della libertà personale e induzione all’obbligo vaccinale

    • Peccato che di obblighi vaccinali ne esistano a iosa…e questo solo lo vedete anticostituzionale?
      Dieci vaccinazioni obbligatorie da zero a 16 anni
      Il Decreto legge 7 giugno 2017 , n. 73, Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale, modificato dalla Legge di conversione 31 luglio 2017, n. 119, prevede infatti le seguenti vaccinazioni obbligatorie per i minori di età compresa tra zero e sedici anni e per i minori stranieri non accompagnati:

      anti-poliomielitica
      anti-difterica
      anti-tetanica
      anti-epatite B
      anti-pertosse
      anti-Haemophilus influenzae tipo b
      anti-morbillo
      anti-rosolia
      anti-parotite
      anti-varicella.
      L’obbligatorietà per le ultime quattro (anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella) è soggetta a revisione ogni tre anni in base ai dati epidemiologici e delle coperture vaccinali raggiunte.

      Sono, inoltre, indicate ad offerta attiva e gratuita, da parte delle Regioni e Province autonome, ma senza obbligo vaccinale, le vaccinazioni:

      anti-meningococcica B
      anti-meningococcica C
      anti-pneumococcica
      anti-rotavirus.

    • Il GREEN PASS è, solo in una parola, “SCHIFOSO”!
      Esso è anticostituzionale, discriminatorio, irrispettoso di ogni legge sulla privacy, invasivo di ogni libertà di ciascuno perché sostanzialmente tutti verremmo pedinati in quanto ogni attività o luogo che richiede l’uso del GP verrebbe registrata e quindi ogni nostro spostamento è un dato che potrebbe essere utilizzato per diversi fini….ecco perché che tu sia vaccinato o no, devi difendere 0i tuoi diritti e libertà, anche perché tale strumento (il GREEN PASS appunto) ha anche risvolti negativissimi sull’economia!

  18. Il green pass si ottiene anche a seguito nel referto negativo del tampone in un ente accreditato, non create allarmismi. Piuttosto bisogna capire se la salute di tutti verrà tutelata richiedendo, come prima, anche il referto del tampone anche a chi abbia effettuato il vaccino

  19. Gentilissimi,
    mi sono vaccinato all’estero. Ho una certificazione che attesta questo. Come posso fare per convertirla in un Green Pass?
    Cordialmente,
    Andreozzi.

  20. Io nn sono d’accordo a questa decisione incostituzionale perché il vaccino non è obbligatorio e il governo qualora volesse imprimere una tale devisione costrittiva dovrebbe rendere il vaccino obbligatorio e assumersene le responabilita’. Ci sono oersone come me che per varie ragioni di salute nn possono o non vogliono rischiare a farselo. Non dimentichiamo che esiste la legge sulla privacy che in questo caso viene completamente violata.

  21. Basta il tampone, anzi lo renderei obbligatorio in quanto il
    Vaccino non impedisce di infettarsi e infettare a sua volta! Un mio amico che vive a Londra e ha fatto il vaccino ora è in quarantena obbligatoria perché è risultato positivo ma asintomatico mentre il collega che glielo ha passato ora è in terapia intensiva!!!! Bisogna essere prudenti e partire dallo screening per migliorare questa situazione, inoltre i tamponi per i concorsi devono essere messi a carico di chi promuove il concorso!!!

  22. Stanno violando palesemente la costituzione limitando la libertà personale e violando i diritti alla persona che sono ” intoccabili”

  23. La trovo una decisione molto inappropriata visto che non è garanzia di non positività, cosa che viene garantita solo dal tampone.
    Una vera e propria violazione dei diritti personali !!

    • Il tampone fotografa un istante, altro che 48 ore di validità!
      Detto questo…la maggior parte dei tamponi fatti sono test rapidi di seconda generazione, marea di falsi negativi (i falsi positivi per fortuna vengono approfonditi con molecolare).

  24. Assurdo. Che lo stato si assumi le sue responsabilità e faccia il vaccino obbligatorio……. Non può obbligarmi e non assumersi responsabilità. Tutto questo è anticostituzionale

  25. E per gli Italiani residenti fuori dalla UE come si fa? Sono così preclusi a loro tutti i concorsi?

  26. È assurdo. Discriminante, incostituzionale e privo di fondamento scientifico perché i dati mostrano che anche chi ha ricevuto le due dosi si è infettato. E i tamponi a spese nostre non esistono

  27. Il green pass si ottiene per 48 ore anche con un semplice tampone, cosa già in vigore per esami, non vedo perché preoccuparsi? In ogni caso si sta degenerando con questo green pass, visto e considerato che nonostante il vaccino ci si infetta ugualmente!

  28. Sono d’accordissimo. Lo avevo anche per il concorso al Comune di Roma ma non lo hanno accettato chiedendo xmq il tampone.

  29. Questa è la morte del diritto.
    La sovversione dello stato costituzionale (artt.3, 13, 16 ex multis).
    Chiunque ami il diritto e abbia studiato a fondo, non può non notare questa deriva.
    L’eccezione non può sovvertire la regola.
    L’emergenza non può sostituire la normalità.
    Non si può accettare un chiavistello per eliminare diritti e libertà.
    Per chi crede che va tutto bene: il sovvertimento e le restrizioni non finiranno qui; dobbiamo capirlo.

  30. Sono d’accordo. La vaccinazione è un dovere nei confronti della collettività, non esistono arbitrariamente solo diritti…

  31. Questa è la morte del diritto.
    La sovversione dello stato costituzionale (artt.3, 13, 16 ex multis).
    Chiunque ami il diritto e abbia studiato a fondo, non può non notare questa deriva.
    L’eccezione non può sovvertire la regola.
    L’emergenza non può sostituire la normalità.
    Non si può accettare un chiavistello per eliminare diritti e libertà.

  32. Credo che il green pass per i concorsi sia superfluo come lo era il tampone. Vengono fatti con un tale distanziamento e con una tale attenzione ai presidi che non credo possano essere un problema se non nel caso di concorso con centinaia di persone assembrate.

  33. Assolutamente no. Non si da il tempo necessario alle persone di poter provvedere e fare il vaccino. Può essere una soluzione valida per i concorsi futuri, ma non per quelli in essere.

  34. Perfetto! Da molti anni per accedere alle scuole dell’obbligo si deve presentare il proprio portafoglio vaccinale, non vedo dove sia il problema in questo caso, soprattutto dopo aver visto gli effetti del covid.

  35. Non sono assolutamente d’accordo in quanto costituirebbe elemento di discriminazione nei confronti di coloro che non sono vaccinati ma sono sani. Inoltre i vaccinati possono essere essi stessi veicolo di trasmissione del virus non tutelando la salute di tutti!! Quindi il green pass non è strumento di sicurezza.

  36. Sono d accordissima, io sono stanca dei lookdown! Dobbiamo vivere non morire, se solo si pensa a chi ci ha lasciati! Noi dobbiamo essere grati e vaccinarsi!

  37. Assolutamente contraria al green pass, sono una libera cittadina italiana e dunque devo essere libera di SCEGLIERE.

  38. Materialmente già era così, visto che per partecipare a un concorso si richiedeva un tampone effettuato non prima di 48 ore.

  39. In pratica non è cambiato nulla. Per ogni concorso che ho fatto è stato sempre obbligatorio il tampone, quindi…

  40. Bisogna dare la possibilità di partecipare al concorso anche con tampone entro le 48 ore

  41. No, non sono assolutamente d’accordo. È una discriminazione per obbligare le persone a vaccinarsi. I concorsi vengono svolti Con il giusti distanziamento e questa e’ solo una speculazione economica.

  42. Io ho il green pass quindi non ho nessun problema ma non trovo giusto che chi per scelta ha deciso di non vaccinarsi non possa accedere al concorso anche perché se avessero rispettato i tempi stabiliti ora l’avrebbero già fatto. Poi i politici possono non dire se sono vaccinati o no nelle interviste perché è questione di privacy e noi dobbiamo addirittura mostrare il green pass per fare il concirso? Come sempre in Italia ci sono due metri e due misure

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.