Crediti Formativi Professionali per Avvocati – Cosa sono e come ottenere i CFP

Scopri come ottenerli in modo facile e conveniente

Con l’obbligo della formazione professionale continua, sarai sicuramente interessato ad ottenere i Crediti Formativi Professionali per Avvocati.

In questa guida faremo il punto della situazione sui Crediti Formativi Professionali (CFP), spiegando cosa sono e come ottenerli tramite il nuovissimo servizio offerto da Concorsando.it

Visita subito il nostro nuovo portale di Formazione Professionale per Avvocati!

Come ottenere i Crediti Formativi Professionali per Avvocati

Il nostro nuovo Portale di Formazione per Professionisti offre numerosi pacchetti per ottenere facilmente i Crediti Formativi Professionali per Avvocati tramite corsi a distanza.

Accedendo al nostro portale, troverai numerosi pacchetti con corsi componibili, che ti permetteranno di adempiere all’obbligo formativo professionale in maniera facile e conveniente.

Dopo aver selezionato il pacchetto con il numero di CFP di cui hai bisogno, potrai scegliere quali corsi seguire.

Tutti i nostri corsi sono suddivisi per materie e accreditati presso il Consiglio Nazionale Forense.

Inoltre, la piattaforma presenta modalità di fruizione molto semplici: ti basta seguire online i corsi per acquisire crediti formativi riconosciuti dagli ordini professionali (CFP).

Visita subito il nostro Portale di Formazione per Professionisti, scegli il tuo pacchetto e seleziona i corsi!

Come si ottengono i CFP frequentando i nostri corsi

Una volta acquistato il pacchetto, riceverai un certificato per ogni corso che sceglierai di frequentare, oltre alla delibera di accreditamento dei crediti rilasciata dall’ente Alta Formazione.

Infine, ti basterà caricare la delibera sul tuo portale di riferimento per il riconoscimento dei CFP!

Potrai anche conservare i corsi che non segui per la formazione 2020 ai fini della formazione 2021, o sostituirli con altri in caso di scadenza accreditamento.

Crediti Formativi Professionali – Tutte le informazioni

Cos’è l’obbligo della formazione continua?

Prima di spiegarti nello specifico cosa sono i Crediti Formativi Professionali (CFP), è importante fare chiarezza sull’obbligo della formazione continua.

Introdotto dal D.P.R. 7 agosto 2012 n. 137, l’obbligo della formazione continua prevede che i professionisti si occupino di curare e aggiornare costantemente le proprie competenze professionali, al fine di garantire ai propri clienti una prestazione qualitativamente alta e sempre efficiente.

Quali sono le professioni che hanno l’obbligo della formazione continua?

Il D.P.R. 7 agosto 2012 n. 137 riguarda soltanto le professioni regolamentate, ovvero quelle professioni che consentono l’esercizio solo a seguito dell’iscrizione in ordini o collegi.

In particolare, alcune delle professioni che prevedono l’obbligo della formazione sono:
– Avvocati;
– Architetti;
– Ingegneri;
– Geometri.

Cosa sono i Crediti Formativi Professionali?

I Crediti Formativi Professionali, o CFP, rappresentano l’unità di misura dell’obbligo della formazione continua: infatti, senza il possesso di un numero minimo di crediti, un iscritto all’albo non può esercitare la propria professione.

Come si ottengono i Crediti Formativi Professionali?

È possibile acquisire i Crediti Formativi Professionali partecipando a diverse attività che vengono considerate “di aggiornamento”.

In particolare, le principali attività riconosciute ed accreditate dagli Ordini di Categoria sono:
– corsi;
– seminari;
– stage;
– conferenze;
– visite tecniche;
– attività formative.

Come sono regolamentati i Crediti Formativi Professionali?

L’aggiornamento delle competenze professionali tramite l’acquisizione di CFP è disciplinato dai regolamenti emanati dai vari Ordini di Categoria.

Per l’acquisizione dei Crediti Formativi Professionali, gli Ordini di Categoria stabiliscono:
– le modalità e le condizioni per l’assolvimento dell’obbligo di aggiornamento da parte degli iscritti;
– la gestione e l’organizzazione dell’attività di aggiornamento;
– i requisiti minimi dei corsi di aggiornamento, che sono uniformi su tutto il territorio nazionale;
– il valore del credito formativo professionale quale unità di misura della formazione continua.

Chi può organizzare corsi per il riconoscimento di CFP?

Ovviamente i corsi accreditati per il riconoscimento dei Crediti Formativi Professionali non possono essere organizzati da chiunque, ma solo da enti e/o soggetti riconosciuti dai consigli nazionali degli ordini o dal ministero di competenza.

In particolare, le attività di formazione continua e aggiornamento possono essere organizzate da:
– Ordini di Categoria e Collegi;
– associazioni di iscritti agli albi;
– istituzioni individuali autorizzate;
– organismi pubblici o privati.

Quanti Crediti Formativi Professionali deve maturare un avvocato?

Per quanto riguarda l’Ordine degli Avvocati, chiunque sia iscritto all’albo (anche se non pratica la professione forense) deve maturare 60 CFP durante il corso di ogni triennio.

Inoltre, i 60 CFP:
– devono essere minimo 15 per ciascun anno;
– almeno 9 devono riguardare la deontologia forense (3 per ogni anno);
– possono essere conseguiti con corsi a distanza, ma i crediti ottenuti con questa modalità non possono essere superiori al 40% del totale (24 CFP).

Come posso ottenere i 24 CFP tramite corsi a distanza?

Il nuovo servizio offerto da Concorsando.it riguarda proprio l’acquisizione del 40% di Crediti Formativi Professionali ottenibili tramite corsi a distanza.

Per maggiori informazioni visita il nuovo portale di Formazione Professionale per Avvocati!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.